Nikon 1 V3, la compatta per uso professionale

La corporation giapponese mostra una nuova "1", fotocamera compatta che spinge l'acceleratore sulla vocazione "pro" in un corpo macchina robusto e facile da trasportare

Roma – Nikon 1 V3 è la terza revisione dell’omonima compatta mirrorless che ha debuttato più di due anni fa , nuova proposta del produttore nipponico per i professionisti (o prosumer) che amano viaggiare leggeri e hanno bisogno di una macchina reflex-equivalente a un prezzo abbordabile.

A un costo di 1.200 dollari più accessori Nikon 1 V3 offre un sensore da 18.4 Megapixel con auto-focus di nuova generazione, capace di uno scatto continuo a 20 fps (che salgono a 120fps in 720p) e dotato di 171 punti di messa a fuoco che secondo Nikon tengono traccia dei soggetti in movimento come e più delle DSLR.

La nuova Nikon 1 non si fa mancare niente e integra un mirino elettronico in grado di identificare gli angoli di rollio e beccheggio, mentre il display LCD (touch screen) da 3″ presente sul retro ha una risoluzione da oltre 1 milione di pixel e un angolo di visione di 170 gradi.

Nikon accompagna l’uscita della 1 V3 con due nuovi obiettivi 1 NIKKOR , comprendenti il teleobiettivo 1 NIKKOR VR 70-300mm f/4.5-5.6 – per gli scatti ad alta velocità senza necessità di un treppiedi – e il sottile 1 NIKKOR VR 10-30mm f/3.5-5.6 PD-ZOOM, proposto in kit con la fotocamera e secondo Nikon “garantisce velocità, flessibilità e superiore qualità dell’immagine”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • king volution scrive:
    droga...
    è un po' come per le droghe: si torna a distinguere fra uso personale e non...e M$ torna a spacciare le sue droghe "pesanti" presentandole come leggere e per uso personale...
  • Claudio Rossi scrive:
    Fuori mercato
    Non decollerà mai. 7 dollari mensili (che da noi probabilmente saranno 7 euro) è troppo per un utente non business per una suite da ufficio, calcolando che ormai ci sono molte alternative gratis o open molto valide, come LibreOffice, iWork per il web e Google Drive. Fra l'altro per un utenza casalinga le funzionalità di questi software sono più che sufficienti. Per quanto riguarda lo spazio cloud ormai Google fornisce 100GB a 2 dollari al mese.Mi sembra che ormai Microsoft sia davvero fuori mercato e faccia scelte anacronistiche. Gli unici motivi per cui Office spopola ancora è che è preinstallato su molti pc e perché Excel è comunque ancora un gioiellino unico nel suo genere.Mi aggrego al ricorso sulle PI. Io lavoro in una scuola che ha versioni vecchissime di Office e che fra l'altro non è nemmeno in regola con le licenze. Basterebbe davvero usare software liberi e avremmo tutte cose in regola e molto più aggiornate (e sicure).
    • Prozac scrive:
      Re: Fuori mercato
      - Scritto da: Claudio Rossi
      Non decollerà mai. 7 dollari mensili (che da noi
      probabilmente saranno 7 euro) è troppo per un
      utente non business per una suite da ufficio,
      calcolando che ormai ci sono molte alternative
      gratis o open molto valide, come LibreOffice,
      iWork per il web e Google Drive. Fra l'altro per
      un utenza casalinga le funzionalità di questi
      software sono più che sufficienti.Probabilmente perché non hai capito che tipo di offerta si tratta.Non puoi paragoranre Office 365 a Google Drive.Al massimo puoi paragonarlo a OneDrive (il vecchio SkyDrive).Se, poi, con Google Drive intendi la possibilità di creare documenti (quali Testo, Fogli di Calcolo, Presentazioni, ecc...), allora pure Microsoft offre, gratuitamente, un servizio del tutto simile: Office.com.La differenza con Google Drive è che Office.com utilizza, per la gestione dei documenti, Word Online, Excel Online, PowerPoint Online, OneNote Online.Office 365, invece, oltre a darti questi strumenti, ti da le versioni Desktop dei software: Word, Excel, PowerPoint, OneNote, Outlook, Access, Publisher.Ciò che paghi sono quesate cose... Se non ti servono; se ti basta il servizio "online" allora hai Office.com gratuito.
      • ... scrive:
        Re: Fuori mercato
        ok, quello che non capisco è dove starebbe la convenienza di un canone mensile quando posso comprare l'home & student a 139 euro (ma si trova anche a meno) una tantum e basta.Apprezzo sempre le varie possibilità, ma per un uso non businness il canone mensile non lo capisco proprio.Fossi in Microsoft farei:una versione totalmente gratuita per l'utilizzo non professionale (disabilitando sia in tutti i tools la possibilità di scrivere o eseguire le macro)una versione Home & Businness installabile su 3 pc al prezzo dell'attuale h&s (139 euro) (senza access e publisher va benissimo)Una versione Professional e/o enterprise per il resto Questo secondo me sarebbe il miglior modo di togliere di mezzo un po di pirateria e aumentare le vendite.
        • Prozac scrive:
          Re: Fuori mercato
          - Scritto da: ...
          ok, quello che non capisco è dove starebbe la
          convenienza di un canone mensile quando posso
          comprare l'home & student a 139 euro (ma si trova
          anche a meno) una tantum e
          basta.Il fatto che nell'abbonamento sono presenti, oltre a Word, Excel, PowerPoint e OneNote (a 119), con l'abbonamento a 69 l'anno hai anche Outlook, Publisher e Access.
          Apprezzo sempre le varie possibilità, ma per un
          uso non businness il canone mensile non lo
          capisco
          proprio.Su questo sono d'accordo. Penso che ora, per un uso domestico, possa bastare la versione gratuita online o al massimo la base da 119. A meno che non ci si accontenti di LibreOffice...
  • StarKnight scrive:
    LibreOffice
    Multipiattaforma, pienamente compatibile anche con i documenti M$ e soprattutto GRATUITO.Perché stare a regalare soldi a M$ che già in tutta la loro "carriera" ne hanno fatti fin troppi ?
    • king volution scrive:
      Re: LibreOffice
      - Scritto da: StarKnight
      Multipiattaforma, pienamente compatibile anche
      con i documenti M$ e soprattutto GRATUITO.e sprattutto <b
      LIBERO </b
      !!!
      Perché stare a regalare soldi a M$ che già in
      tutta la loro "carriera" ne hanno fatti fin
      troppi?e magari fatevi anche quattro conti e calcolate quati milioni OGNI ANNO le PI italiane versano INUTILMENTE a M$... tutti soldi che vanno dritti nei conti bancari M$ in U$A, senza alcuna ricaduta, di nessun tipo, nel nostro territorio...
    • Paolo T. scrive:
      Re: LibreOffice
      - Scritto da: StarKnight
      Multipiattaforma, pienamente compatibile anche
      con i documenti M$ e soprattutto GRATUITO.1) Non è "pienamente" compatibile, ma solo molto compatibile. Nemmeno MsOffice è pienamente compatibile con MsOffice.2) "Soprattutto gratuito" dà un'idea della moralità corrente. LibreOffice chiede espressamente un contributo periodico, perché sviluppare costa. Considerarlo gratuito è semplice parassitismo.
    • qualcuno scrive:
      Re: LibreOffice
      Più che gratuito mi chiedo chi è l'idiota che carica i suoi documenti privati sui server M$
      • Fai il login o Registrati scrive:
        Re: LibreOffice
        - Scritto da: qualcuno
        Più che gratuito mi chiedo chi è l'idiota che
        carica i suoi documenti privati sui server
        M$Non mi sorprenderei se si scoprisse in futuro che sono i più esperti utenti Italiani di "Internet". Cioè i grillini.
Chiudi i commenti