Nokia, licenziamenti e nuove speranze

Previsto il taglio di altri 300 posti di lavoro nella divisione IT del gigante finlandese, alla ricerca di una maggiore efficienza operativa. Annunciati risultati "sorprendentemente solidi" nell'ultimo trimestre d'attività fiscale

Roma – Per ridurre i costi operativi e snellire le sue attività di business, Nokia ha annunciato una significativa ristrutturazione della divisione IT. Il gigante finlandese taglierà 300 posti di lavoro a livello globale, trasferendone in outsourcing altri 820 verso HCL Technologies e TATA , due società di consulenza operative in India.

In un sintetico comunicato diramato dall’azienda di Espoo, il nuovo turno di licenziamenti rientra nelle strategie annunciate a giugno 2012 per il taglio di 10mila posti di lavoro entro la fine di quest’anno. Cambiamenti che dovrebbero portare ad un risparmio di circa 1 miliardo di euro e soprattutto ad una maggiore efficienza a livello operativo .

In attesa dei risultati relativi al quarto trimestre d’attività fiscale – i documenti saranno pubblicati il prossimo 24 gennaio – Nokia ha annunciato un volume di vendite pari a 6,6 milioni di unità, trascinato dal lancio dei nuovi modelli 820 e 920 di Lumia che da soli hanno garantito 4,4 milioni di unità vendute in tutto il mondo .

Le cifre anticipate dall’azienda finlandese hanno sorpreso gli osservatori di mercato: il volume di vendita nell’ultimo trimestre ha fatto registrare guadagni per 1,2 miliardi di euro. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Quelo scrive:
    Secondo me
    L'asino era un parente lontano di Mubarak.
  • sbrotfl scrive:
    Ma anche fosse
    Mettiamo caso che tutti i commenti precedenti dicano XXXXXXX e google avesse investito l'asino sul serio.Cosa cambia? Di certo non si sarà messo a inseguirlo con l'obiettivo di investirlo, quindi sarà stato un incidente. Se vengono in autostrada in Italia e vedono quanti gatti, purtroppo, vengono investiti, questi ci tirano una causa nazionale :o.Comunque non credo sia vero sia per il discorso di deadbeef sia perchè ci sarebbe stata una scia sulla sabbia dovuta al trascinamento del corpo secondo me.
  • Mario Rossi scrive:
    E se invece...
    E se invece la vera sequenza delle immagini fosse 4-3-2-1?
    • krane scrive:
      Re: E se invece...
      - Scritto da: Mario Rossi
      E se invece la vera sequenza delle immagini fosse
      4-3-2-1?Io sono d'accordo con le affermazioni di nr: deadbeef
      • Mario Rossi scrive:
        Re: E se invece...
        - Scritto da: krane
        Io sono d'accordo con le affermazioni di nr:
        deadbeefAnche io dubito che lo abbiano stirato, stavo solo tirando fuori qualche teoria complottista, anche perché io personalmente non andrei ad ammaccare la macchina spiattellando un asino...Per quanto riguarda il sangue(di cui parla nr: deadbeef) è anche possibile che non fuoriesca e vengano causate "solo" emorragie interne...
  • Lostman scrive:
    Notizia riportata da un macaco?
    Certo e l'animale era morto a terra PRIMA che la macchina passasse su quel punto, se la gente accendesse il cervello prima di sparare fesserie tanto per denigrare, l'avrà partorita qualche macaco sta fesseria! :)
    • Provare per credere scrive:
      Re: Notizia riportata da un macaco?
      - Scritto da: Lostman
      Certo e l'animale era morto a terra PRIMA che la
      macchina passasse su quel punto, se la gente
      accendesse il cervello prima di sparare fesserie
      tanto per denigrare, l'avrà partorita qualche
      macaco sta fesseria!
      :)Siamo quasi al livello di Studio Aperto... a quando le notizie sulle pantere nere a Palermo e sui coccodrilli nel Po?
      • iRoby scrive:
        Re: Notizia riportata da un macaco?
        - Scritto da: Provare per credere
        quando le notizie sulle pantere nere a Palermo ehttp://palermo.repubblica.it/cronaca/2010/08/20/news/si_riaffaccia_la_pantera_tra_le_ville_di_mondello-6385784/
  • bertuccia scrive:
    impossibile!
    a Google gli asini servono vivi, se vuole guadagnare
  • 123 scrive:
    Google assassina!
    Una G-Car ha schiacciato un bacarozzo in Turkmenistan! fermate le rotative, cambiate la prima pagina, articolo a 8 colonne! ma andate a quel paese....
    • Quotator Maximus scrive:
      Re: Google assassina!
      - Scritto da: 123
      Una G-Car ha schiacciato un bacarozzo in
      Turkmenistan! fermate le rotative, cambiate la
      prima pagina, articolo a 8 colonne! ma andate a
      quel
      paese....Quoto! :-o
  • Surak 2.0 scrive:
    Guerre, carestie e pestilenze
    E "Una immagine che ha scatenato il putiferio nell'opinione pubblica connessa, ripresa da numerose testate internazionali "?Ma non era quello italiano, il popolo rXXXXXXXXXto da 30 anni di tv commerciale?
    • Ciccio scrive:
      Re: Guerre, carestie e pestilenze
      - Scritto da: Surak 2.0
      E "Una immagine che ha scatenato il putiferio
      nell'opinione pubblica connessa, ripresa da
      numerose testate internazionali
      "?

      Ma non era quello italiano, il popolo
      rXXXXXXXXXto da 30 anni di tv
      commerciale?Tutto il mondo è paese.
    • deadbeef scrive:
      Re: Guerre, carestie e pestilenze
      - Scritto da: Surak 2.0
      E "Una immagine che ha scatenato il putiferio
      nell'opinione pubblica connessa, ripresa da
      numerose testate internazionali
      "?

      Ma non era quello italiano, il popolo
      rXXXXXXXXXto da 30 anni di tv
      commerciale?A me puzza di operazione di PR. Se fosse investito vedresti sangue e tracce sulla strada, nessuno sano di mente va contro un asino, vivo o morto, neanche con un fuoristrada, quindi le accuse a guggol sono ridicole. Smentendole finisci su tutti i quotidiani a gratis.Parliamo di come "non siamo cattivi, android e' libero ma il source te lo do' dopo, il root e gli aggiornamenti dipendono dalla buona volonta' del produttore e non toccare il dev kit", piuttosto.
    • iRoby scrive:
      Re: Guerre, carestie e pestilenze
      Noooo, le tecniche di indottrinamento mediatico sono nate e vengono perfezionate in USA.Il primo popolo su cui viene sperimentato tutto il marketing mediatico sono gli americani.Poi arriva qui, leggermente adattato a canoni un po' più europei, ma la componente neuro-scientifica, è la medesima.
    • devnull scrive:
      Re: Guerre, carestie e pestilenze
      Niente di meglio per dimostrare che noi Italiani come al solito ci sotto/sopravvalutiamo.La stupidità c'è ovunque.
Chiudi i commenti