Non tutta la ricerca è macchiata

Un lettore racconta la propria visione del mondo della ricerca, messo di recente all'indice su queste pagine. Le pubblicazioni scientifiche sono attendibili


Roma – Gentili Signori, leggendo la lettera da Voi pubblicata dal titolo Macchie nel mondo della ricerca del 22 Ottobre 2002 sono letteralmente saltato sulla sedia per la messe di luoghi comuni e forzature che conteneva.

Partendo da una denuncia comunque corretta, il lettore e mittente si abbandona con profusione ai più vieti stereotipi riguardo la ricerca scientifica, a partire dal più duro a morire, quello che vorrebbe la scienza una religione, gli scienziati dei sacerdoti, le pubblicazioni scientifiche dei testi sacri, o meglio, quello che vorrebbe che questa fosse la visione comune della scienza da parte del comune essere umano.

E’ del tutto evidente che esiste la possibilità che la scienza assurga, per alcuni, al ruolo di faro e luce unica, feticcio da adorare. C’è chi si sceglie la squadra del cuore come ragione di vita, chi il proprio partner, chi una religione, chi un gruppo musicale, chi un marchio alla moda, chi la scienza. Contesto pero’ che questa visione sia generalizzabile riguardo alla scienza, oltre che alle restanti fattispecie che elenco.

Soprattutto, il punto focale su cui mi preme dibattere è dato dal fatto che le pubblicazioni scientifiche, delle quali la comunità scientifica fa uso per comunicare i propri risultati alla collettività dei colleghi e del pubblico, lungi dall’essere considerate come testi sacri, sono semplicemente lo strumento più efficace ad oggi noto per mettere la comunità scientifica in grado di valutare i lavori altrui, e quindi di sottoporli a verifica, conferma o confutazione, così come si ha da fare in un procedimento epistemologicamente corretto.

Accade, e presumo pure con la frequenza con cui la cosa accade in altri settori, perchè non puo’ essere diversamente data la fallacia delle umani attività e perchè gli uomini sono uomini a tutte le latitudini, che furboni, truffatori, vivacchiatori, tiratori della carretta, tentino il colpo gobbo per sollevare la propria carriera, la propria fama, le proprie fortune, all’interno del mondo della scienza. L’elenco, aldilà della singola vicenda che il lettore ci racconta, è ben lungo, dall’uomo di Piltdown alla poliacqua, passando per i raggi N arrivando alla memoria dell’acqua, alla fusione fredda, ai lavori di Kuznetsov riguardo all’invecchiamento dei tessuti tanto cari ai sindonologi.

Il punto è che tutte queste vicende, come anche il lettore in qualche modo lascia trasparire nella sua lettera, sono state evidenziate in un tempo non eccessivamente lungo, proprio grazie alla “vigilanza” esercitata dalla comunità scientifica.

Comunità scientifica che è vasta, che produce molti lavori, su molte diverse pubblicazioni, e che quindi abbraccia ormai un campo talmente vasto da risultare non perfettamente controllabile all’entrata.


E’ del tutto evidente che se si aspira alla perfezione del meccanismo di valutazione “all’entrata” delle pubblicazioni scientifiche, si compie proprio quell’errore che il lettore vorrebbe attribuire a coloro che a suo dire considererebbero la scienza come un sistema chiuso di pensiero dotato di infallibilità, una religione dotata dei suoi sacerdoti e dei suoi dogmi; e del resto un tale meccanismo di selezione sarebbe doppiamente impossibile e dannoso, dato il concetto di dialettica scientifica scaturente dal principio di falsificazione popperiano, che prevede necessariamente il confronto, fra teorie ed ipotesi diverse, giocato sul confronto dei dati sperimentali: bloccare “all’entrata” lavori anche controversi impedirebbe *proprio* la loro valutazione da parte della comunità scientifica. La fallacia di un lavoro scientifico, a meno che non sia scritto con i piedi o campato in aria, risalta, come ha da essere, nel confronto con altri lavori sul piano sperimentale, non alla semplice lettura condotta da un referee scientifico, che si occupa, perchè non puo’ essere diversamente, della correttezza formale del lavoro.

Proprio il lettore tira in ballo, surrettiziamente, sul finire della sua lettera, maghi e truffatori, peraltro lasciando gratuitamente intendere che l’equivalenza fra maghi e truffatori venga praticata costantemente da chi si professi scettico. Ebbene, risulta forse al lettore che nella comunità dei maghi ed affini i controlli siano superiori, e la possibilità di smascherare i ciarlatani e truffatori ugualmente superiori rispetto a cio’ che accade nella comunità scientifica? Gli risulta che esista un uguale procedere sperimentale che permetta la valutazione e la messa a confronto di dati misurabili, valutabili intersoggettivamente, e quindi oggettivi? Ne dubito fortemente.

Perchè il punto è proprio questo: lungi dall’avere un meccanismo perfetto che impedisca ogni possibilità di errore, la metodologia ed i meccanismi con i quali si muove la comunità scientifica sono semplicemente quanto di più efficiente, ad oggi, e grazie ad un affinamento plurisecolare nelle metodologie adottate, sia stato ideato per avere la possibilità di smascherare imbroglioni e truffatori in tempi non esorbitanti e senza passare per l’escamotage tipico della repressione verso le truffe di stampo magico-esoterico, ossia la contestazione dell’evasione fiscale. Ogni futuro affinamento sarà ovviamente benvenuto, ma sarebbe il caso di evitare di buttare via il bambino con l’acqua sporca, specie quando l’acqua sporca si presenta in quantità moderata.

Fra l’utopico non lasciar passare nessuna truffa, ed il deteriore lasciarle passare tutte, esiste, nel mare magno della via di mezzo, il lasciarne passare il meno possibile. Ed in questo la comunità scientifica è piuttosto efficiente. Quando la comunità di maghi ed esoteristi, tirata in ballo dal lettore autore della lettera cui faccio riferimento, riuscirà ad esercitare un filtro di uguale efficacia, mi si faccia un cenno, saro’ lieto di prenderne atto.

Chiuderei con quella citazione che di norma è la mia signature nelle mie e-mail, ma che in questo caso mi pare molto adatta a comporre il testo di questa mia missiva:

“Scopo della scienza non è tanto quello di aprire una porta all’infinito sapere, quanto quello di porre una barriera all’infinita ignoranza”
Galileo, secondo B. Brecht, “Vita di Galileo”

Un saluto ed un ringraziamento
Rossano Casagli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    KI è kausa del suo mal pianga se stesso...
    una volta ho sbagliato a leggere le misure delle gomme dell'auto, ho comprato gomme sbagliate, ho fatto un incidente e ho distrutto l'auto...adesso ki denuncio secondo te?[...]La ricarica di 50 EURO verrà effettuata sul numero:300-1234567 Premere esegui per confermare, annulal per annullare[...]I MESSAGGI SONO FATTI PER ESSERE LETTI!
  • Anonimo scrive:
    A me pare una violazione di privacy
    Cioè, bastano 50 euro e una telefonata per farsi dire da quanto tempo il telefono di uno sconosciuto non viene acceso?
  • Anonimo scrive:
    sms di conferma
    non basterebbe un sms per chiedere di reinserire per la seconda volta il codice? e dopo questo il terzo di conferma (come capita di norma)
    • Anonimo scrive:
      Re: sms di conferma
      scusa... quando ricarichi .. gia ti ridice il numero prima di confermare... e credo che basti...1° inserisci il numero2° quello che ti mostra lui x conferma...se no uno sta mezzora solo pe fa na ricarica.. aooooooo mica semo diventati scemi di tutto insieme...
      • Anonimo scrive:
        Re: sms di conferma
        - Scritto da: bbb
        scusa... quando ricarichi .. gia ti ridice
        il numero prima di confermare... e credo che
        basti...


        1° inserisci il numero
        2° quello che ti mostra lui x conferma...non è vero....io quando ricarico non inserisco mai il mio numero,lo riconosce automaticamente...quindi non posso fare ricariche per terzi dal mio cell.....e comunque quando si ricarica con bancomat non so se si faccia "telefonicamente"
        se no uno sta mezzora solo pe fa na
        ricarica.. aooooooo mica semo diventati
        scemi di tutto insieme...uhm....boh....
  • Anonimo scrive:
    Ha sbagliato lui. Doveva stare piu' attento.
    Voglio dire... ha sbagliato lui e pure si lamenta?Di ricariche con lo sportello bancomat ne ho fatte piu' di una e l'unica cosa a cui c'e' da prestare attenzione e' la digitazione del proprio numero di telefono.Tra l'altro, volevo sottolineare, prima di effettuare l'operazione il bancomat chiede di confermare il numero immesso.Lui ha confermato il numero sbagliato.Se riesce a mettersi in contatto con il tizio, buon per lui, ma lamentarsi con il gestore perche' il telefono che ha ricaricato per errore e' sempre spento mi sembra piuttosto da stupido. Scrivere poi a pi per una cosa simile... mah, secondo me avrebbe fatto una figura migliore a stare zitto.bye,
    Dave
  • Anonimo scrive:
    Già, però, strano...
    Mi ha lasciato un po' perplessa la storia, ricordo che tempo fa provai la ricarica via bancomat del cellulare di mia moglie ma non andò a buon fine perché la sim non era intestata a me.Non so però se i metodi di verifica sono uguali per TIM (era il mio caso) e per Omnitel. O se adesso per comodità hanno tolto la verifica incrociata tra carta Bancomat e numero telefonico richiesto.
  • Anonimo scrive:
    conferma del numero
    sbaglio ... o ad ogni ricarica c'è sempre la conferma del numero a quella che stai facendo la ricarica? E allora cosa volete!!!!!!Se l'operatore sta dicendo un numero diverso dal vostro annullate l'operazione... se no sono caxxi vostri...e non venite a piagne
  • Anonimo scrive:
    Sentite questa !!!!
    Mi capita spesso di ricaricare il cellulo via bancomat...e fin qua nulla di anormale, a parte che la conferma dell'avvenuta ricarica ci mette sempre almeno 48 ore prima di pervenire.A settembre tornando dalle vacanze e con la scheda a 0 L. (si ho un cellulare vecchiotto che indica ancora in Lire) mi accingo ad effettuare la ricarica al bancomat di 75 Eurozzi e ad attendene fiducioso l'avvenuta operazione.dopo circa 3 o 4 giorni ormai stufo e rassegnato vedo comparire con gli occhi lucidi il messaggio sul display che indicava che l'operazione non era andata a buon fine a causa dell'errore AN43 (o qualcosa del genere)Dopo questo SMS ne è giunto un altro subito dopo che invece indicava che l'operazione era stata eseguita con successo "spenga e riaccenda"Spengo e riaccendo...MAGIA !doppia ricarica !Come è possibile ? e se fosse un baco ?se volete sapere come è andata :col c..xxo che vado a chiamare il 190 con tutti i soldi che si fottono con gli arrotondamenti credo che i miei 75 Eurozzi omaggio non li facciano di sicuro fallire.p.s.ad oggi ho esaurito circa il 50% dell'importo totale, posso usare questa ricarica "PLUS" solo per le telefonate e non per gli SMS..Mah ?!?!?!?
  • Anonimo scrive:
    Le buone maniere!!!
    A me è capitato di trovarmi ricaricato di 100.000 delle vecchie lire pochi giorni dopo aver fatto io una ricarica. La persona che aveva sbagliato mi ha chiamato chiedendomi di andare ad un bancomat e fare l'operazione con il suo numero. Ho capito e gli ho risposto che se aveva pazienza nel giro di un paio di un mese avrei fatto l'operazione. Il tipo con tono scocciato mi dice che non è giusto che io telefoni con i suoi soldi e che per correttezza dovrei andare subito a fare l'operazione in quanto lui ha bisogno adesso della ricarica.Primo adotta un tono gentile perchè l'errore lo hai commesso tu e non ioSecondo con l'arroganza ottieni l'effetto contrario alla disponibiltà.Il tipo nei giorni successivi mi ha chiamato altre volte intimandomi oltretutto dicendo che tramite il mio numero era risalito al mio indirizzo e che era meglio per me andare subito ad un bancomat!!PER 100.000 lire!!!! Siamo matti ma dove andremo a finire??In conclusione gli ho detto che impari il modo di chiedere le cose e la ricarica se la poteva venire a prendere di persona a casa mia visto che conosce il mio indirizzo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Le buone maniere!!!
      Mi sarei incazzato anch'io trovado uno che dall'altra parte mi dice "tra un paio di mesi".Lui ha commesso un errore in buona fede (capita), tu, invece, rispondendo in quel modo sei in malafede, come dire "seee col cavolo che te le ridò".Che avrebbe dovuto fare? Venire da te e strisciare a tuoi piedi e supplicarti di ridargli i soldi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Le buone maniere!!!
        non è mica detto che uno abbia 50 euro da buttare via.. magari deve aspettare la fine del mese..
      • Anonimo scrive:
        Re: Le buone maniere!!!
        Non ti devi incazzare e minacciarmi se ti dico che adesso non ho intenzione di spendere altre cento carte per il cellulare. Per me 100 carte al mese per il cellulare sono anche troppe per il mio misero stipendio, 200 sono eccessive! Ma poi io non volevo polemizzare ma solo puntualizzare che c'è modo e modo di chiedere le cose e sicuramente il modo usato da lui non è quello giusto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Le buone maniere!!!
        - Scritto da: Paco
        Mi sarei incazzato anch'io trovado uno che
        dall'altra parte mi dice "tra un paio di
        mesi".Ma stai scherzando?Premesso che in un caso simile:1) lo sbaglio e' tuo, non mio2) non sei nella posizione di pretendere alcunche' e nulla ti e' dovuto3) bonta' mia che perdo del mio tempo per farti un favore a titolo gratuito4) magari su quella carta o in quel periodo non avevo intenzione di fare la ricarica (vedi ad esempio quelle persone che fanno 30euro di telefonate l'anno e che ricaricano solo per rinnovare la carta)Premesso tutto cio' se poi il pirlotto e' anche arrogante e pretende che tu ti "sbatta" per ridargli "i suoi soldi" alla svelta.... beh, non penso che con me avrebbe avuto molto successo.
        Che avrebbe dovuto fare? Venire da te e
        strisciare a tuoi piedi e supplicarti di
        ridargli i soldi?Io trovandomi in una situazione simile avrei semplicemente chiesto (notabene non "preteso") una ricarica al mio numero secondo i tempi e i modi piu' comodi per lui.bye,
        Dave
    • Anonimo scrive:
      Re: Le buone maniere!!!
      Dimenticavo una regola fondamente della vita:
      Secondo con l'arroganza ottieni l'effetto contrario alla disponibiltà.Se uno è stronzo, sia con l'arroganza che con la gentilezza si ottiene l'effetto contrario.
  • Anonimo scrive:
    soluzione in termini logico-legali per tutti
    c'è una legge italiana ben chiara sul commercio elettronico, transazioni on-line e pagamenti.Per riavere i soldi occorre fare leva su due punti ben chiari:1) Per legge ogni commercio elettronico prevede:-scelta del bene/servizio/prodotto da acquistare-lettura delle condizioni di acquisto (le avete lette? io si e indicano in una riga ben precisa che è possibile addirittura essere rimborsati in caso la ricarica non la si voglia più, ovviamente senza averla mai adoperata)-pagamento-DIRITTO DI RECESSO ENTRO 7 GIORNI2) Si dice ad OMNITEL che si ESIGE il rimborso perchè è ben chiaro che si ha PAGATO la Omnitel per UN BENE MA CHE IL BENE/PRODOTTO/SERVIZIO di fatto non è stato erogato a chi HA PAGATO. Io pago per l'uso di un servizio (leggete la normativa per il commercio elettronico) e se non GODO del bene che ho acquistato ho diritto ad un rimborso, oppure dopo aver valutato il bene posso comunque esercitare il diritto di recesso, nel secondo caso la restrizione è che la ricarica debba restare integra.E' chiaro che non è possibile ammettere ambiguità perchè il questo genere di acquisti esiste un CHIARO ACQUIRENTE per LEGGE che è colui che effettua il PAGAMENTO, ed è lo stesso BENEFICIARIO / DESTINATARIO del prodotto.Quindi il cliente può esercitare il diritto di recesso nel caso estremo in cui non abbia neppure ricevuto il bene, e RIBADISCO che l'errore di aver destinato il credito a terzi non implica che una scelta del cliente, che nei 7 giorni può essere REVOCATA.La Omnitel non può sottrarsi a questa richiesta se spedite il fax al CCM (provincia di Como) Omnitel e per conoscenza all'Unione Consumatori alla quale lasciai un'anno fa copia del caso.A questo punto per non fare figuracce la Omnitel vi contatterà il giorno seguente (guarda caso) e vi chiederà cosa intendete fare, e otterrete la conversione del credito.non esistono stupidi ma solo poveri onesti cittadini, la legge è chiara, basta applicarla e farla applicare, ma spesso con certe multinazionali è sufficiente la minaccia scritta per far valere i propri diritti.Ripeto, questo non è un caso di cretinite, ma un diritto legalmente riconosciuto di RECESSO, la legge parla chiaro: Esiste un unico PROPRIETARIO di quel CREDITO, anche DOPO averlo pagato. Il proprietario in questo caso è colui che ha effettuato la Transazione. E solo lui può decidere in seguito cosa farne anche in caso di errore o ripensamento. Il fortunello che l'ha avuta in regalo non può in nessun modo esercitare un diritto per un bene che non ha:SCELTO/PAGATO/VALUTATOsaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: soluzione in termini logico-legali per tutti
      non può inventarsi la storiella perchè documentabile attraverso lo storico delle operazioni.Inoltre:Non si tratta di trasferimento di denaro!!!Inoltre:Non si tratta di trasferimento dal tuo conto a quello del destinatario del credito.---Tu paghi i servizi interbancari, che si fanno garanti per te dell'addebito del pagamento per la merce che hai ordinato: RITORNIAMO AL PUNTO:La legge italiana deve discriminare alla virgola qualunque operazione avvenga nel commercio elettronico senza dare adito a dubbi.Non stai ordinando azioni in borsa, o trasferendo licquidi, stai comunque comprando una ricarica, infatti la pagina in Omnitel spiega l'operazione come operazione di acquisto e non di spostamento di denaro.Puoi dimostrare che i soldi sono tuoi.Puoi esercitare il diritto di recesso qualunque sia la cosa che ACQUISTI CON UNA TRANSAZIONE(LEGGE)sia essa una ricarica, un telefono, o bene su cui si possa esercitare. (e qui vatti a vedere sul sito Omnitel ci sono 3 pagine a riguardo su come puoi rifiutare una ricarica appena acquistata)ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: soluzione in termini logico-legali per tutti
      ...stupendo....bravo.....non ci si pensa mai....nessuno, eppure è proprio così.....grazie di esistere
    • Anonimo scrive:
      Re: soluzione in termini logico-legali per tutti
      - Scritto da: Qwe E se si
      sta inventando la storiella ? ...e se io ho ripensato al versamento e non voglio più spendere i soldi che ho versato entro 7 giorni e li rivoglio indietro?
  • Anonimo scrive:
    Se ti può consolare....
    Fosse successo a me, ti avrei ricaricato il cell senza problemi :)Pensa che torno dentro al negozio se mi hanno dato più resto... che co***one! :)SalutiLuca
    • Anonimo scrive:
      Re: Se ti può consolare....
      - Scritto da: Luca
      Fosse successo a me, ti avrei ricaricato il
      cell senza problemi :)

      Pensa che torno dentro al negozio se mi
      hanno dato più resto... che co***one! :)

      Saluti
      Lucano co***one ma COIONE!In questo mondo di ladri...
  • Anonimo scrive:
    SOLUZIONE: si chiama IMEI
    la risposta a questo problema è semplice, basta utilizzare il codice imei congiuntamente al numero di telefono.Lo fanno già alla TIM per abilitare il GPRS ai telefoni marchiati TIM.Così facendo è impossibile sbagliare e a digitare l'IMEI si impiega una decina di secondi.ciao
  • Anonimo scrive:
    Svegliati un po' invece di scrivere a PI......
    Secondo me e' giusto cosi', in fin dei conti da buon utente (mi sembri un po' utonto a dire la verita'......) sai bene a quello che vai incontro ricaricando e inserendo il nimero di un altra persona.....Mi meraviglio che PI pubblichi articoli del genere, scusate tanto ma se volevate stuzzicare l'ilarita' generale ci siete riusciti in pieno.............ps: 3 anni che ricarico il telefono con il bancomat e non mi e' mai successo di ricaricare quello di qualcun'altro........
  • Anonimo scrive:
    Sentenza
    A me è successo di ricevere una ricarica da uno sconosciuto che mi ha contattato spiegandomi l'errore. A mia volta l'ho ricaricato, uso parecchio il cellulare anche x lavoro e la cosa non mi ha infastidito. Comunque mi pare che sia stata emessa una sentenza in un caso simile che obbligava che riceve la ricarica non richiesta a restituire l'importo, nella medesima forma o in altro modo. Qualcuno sa se ci sono state altre sentenze simili?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentenza
      - Scritto da: Sharayan
      A me è successo di ricevere una ricarica da
      uno sconosciuto che mi ha contattato
      spiegandomi l'errore. A mia volta l'ho
      ricaricato, uso parecchio il cellulare anche
      x lavoro e la cosa non mi ha infastidito.
      Comunque mi pare che sia stata emessa una
      sentenza in un caso simile che obbligava che
      riceve la ricarica non richiesta a
      restituire l'importo, nella medesima forma o
      in altro modo. Qualcuno sa se ci sono state
      altre sentenze simili?Beh, è vero che se uno sbaglia, l'errore è suo. E' altrettanto vero che se uno riceve per sbaglio dei soldi deve restituirli. Però si pone un altro problema, se io ad esempio uso poco il cellulare e ricarico una volta l'anno con 25 Euro per non far scadere la scheda e mi ritrovo una ricarica da 250 Euro fatta per sbaglio da uno che usa molto il cellulare, che faccio ? Ricarico la sua scheda dei 250 Euro sapendo che non riusciro mai a sfruttare i 250 che sono sulla mia ? Mi tengo la ricarica con la scusa che non riuscirò a sfruttarla ? Mi sembra che un po' più di elasticità da parte del gestore ci voglia....
      • Anonimo scrive:
        Re: Sentenza
        esatto bravo, in questo caso è obbligato ad intervenire il gestore per restituire al legittimo proprietario la ricarica .Tu basta che mandi una raccomandata all'omintel dando tutti i dati necessari per identificare la ricarica e poi ci devono pensare loro.- Scritto da: TeX


        - Scritto da: Sharayan

        A me è successo di ricevere una ricarica
        da

        uno sconosciuto che mi ha contattato

        spiegandomi l'errore. A mia volta l'ho

        ricaricato, uso parecchio il cellulare
        anche

        x lavoro e la cosa non mi ha infastidito.

        Comunque mi pare che sia stata emessa una

        sentenza in un caso simile che obbligava
        che

        riceve la ricarica non richiesta a

        restituire l'importo, nella medesima
        forma o

        in altro modo. Qualcuno sa se ci sono
        state

        altre sentenze simili?

        Beh, è vero che se uno sbaglia, l'errore è
        suo. E' altrettanto vero che se uno riceve
        per sbaglio dei soldi deve restituirli. Però
        si pone un altro problema, se io ad esempio
        uso poco il cellulare e ricarico una volta
        l'anno con 25 Euro per non far scadere la
        scheda e mi ritrovo una ricarica da 250 Euro
        fatta per sbaglio da uno che usa molto il
        cellulare, che faccio ? Ricarico la sua
        scheda dei 250 Euro sapendo che non riusciro
        mai a sfruttare i 250 che sono sulla mia ?
        Mi tengo la ricarica con la scusa che non
        riuscirò a sfruttarla ? Mi sembra che un po'
        più di elasticità da parte del gestore ci
        voglia....

  • Anonimo scrive:
    come funziona il servizio di ricarica cellulare
    Il tuo problema della ricarica sullo sportello Bancomat è meno grave di quello che puoi avere grattando una tessera di ricarica e accreditando un numero di telefono sbagliato. Da chi vai a piangere in quel caso? Da nessuno. Di questo caso se ne è anche occupato Mi Manda Rai 3.Le ricariche effettuate presso ATM (sportelli automatici) sono a tutti gli effetti delle operazioni PagoBancomat. Non hanno quindi NIENTE a che vedere con il servizio Bancomat.Lo scenario PagoBancomat è così composto: il merchant (esercente, in questo caso la compagnia telefonica), il cardholder (titolare della carta) e il Centro Applicativo (che detiene i dati delle carte). Tralascio il meccanismo di funzionamento del tutto, in quanto offtopic e non di pubblico dominio.Quando si paga con PagoBancomat, a tutti gli effetti TU scegli di avvalerti di un servizio (del quale si presume tu conosca le istruzioni), e di un merchant (del quale conosci l'identità). Tieni poi conto che la digitazione del tuo codice segreto equivale per giunta ad una tua firma elettronica.In pratica, se utilizzi uno sportello automatico, sbagli e confermi i tuoi sbagli è come se tu fossi andato da un negozio di moda, compri una maglia, la paghi con la tua carta, e la regali alla ragazza sbagliata. Mi sa che il negozio non si mette a cercare questa ragazza. Pensa a chi ha milioni di clienti.Chi dice "devi bloccare la transazione in banca" probabilmente non sa che nella transazione la banca non c'entra niente. Non c'è niente da bloccare! Oggi è tutto fatto online. Nel senso che le transazioni monetarie e quindi gli effetti sono istantanei. Se la banca ti ridà i soldi vuol dire che non ha capito bene la storia...Tutto questo per dire che se sbagli a digitare il numero di telefono e per giunta confermi anche l'operazione, sono problemi tuoi. Da subito.
    • Anonimo scrive:
      Re: come funziona il servizio di ricarica cellulare
      - Scritto da: xen
      Il tuo problema della ricarica sullo
      sportello Bancomat è meno grave di quello
      che puoi avere grattando una tessera di
      ricarica e accreditando un numero di
      telefono sbagliato. Da chi vai a piangere in
      quel caso? Da nessuno. Di questo caso se ne
      è anche occupato Mi Manda Rai 3.

      Le ricariche effettuate presso ATM
      (sportelli automatici) sono a tutti gli
      effetti delle operazioni PagoBancomat. Non
      hanno quindi NIENTE a che vedere con il
      servizio Bancomat.

      Lo scenario PagoBancomat è così composto: il
      merchant (esercente, in questo caso la
      compagnia telefonica), il cardholder
      (titolare della carta) e il Centro
      Applicativo (che detiene i dati delle
      carte). Tralascio il meccanismo di
      funzionamento del tutto, in quanto offtopic
      e non di pubblico dominio.

      Quando si paga con PagoBancomat, a tutti gli
      effetti TU scegli di avvalerti di un
      servizio (del quale si presume tu conosca le
      istruzioni), e di un merchant (del quale
      conosci l'identità).
      Tieni poi conto che la digitazione del tuo
      codice segreto equivale per giunta ad una
      tua firma elettronica.

      In pratica, se utilizzi uno sportello
      automatico, sbagli e confermi i tuoi sbagli
      è come se tu fossi andato da un negozio di
      moda, compri una maglia, la paghi con la tua
      carta, e la regali alla ragazza sbagliata.
      Mi sa che il negozio non si mette a cercare
      questa ragazza.

      Pensa a chi ha milioni di clienti.

      Chi dice "devi bloccare la transazione in
      banca" probabilmente non sa che nella
      transazione la banca non c'entra niente. Non
      c'è niente da bloccare! Oggi è tutto fatto
      online. Nel senso che le transazioni
      monetarie e quindi gli effetti sono
      istantanei. Se la banca ti ridà i soldi vuol
      dire che non ha capito bene la storia...

      Tutto questo per dire che se sbagli a
      digitare il numero di telefono e per giunta
      confermi anche l'operazione, sono problemi
      tuoi. Da subito. D'accordo, e se io ci ripenso e rivoglio i soldi indietro perchè "smetto di adoperare il cellulare" COSA FACCIO GLI REGALO LA RICARICA
  • Anonimo scrive:
    Chi sbaglia paga, mi sembra ovvio
    Da quando c'e' il mondo, chi sbaglia paga,mi sembra anche giusto.Byez
  • Anonimo scrive:
    Richiedono conferma
    Ma scusate... se non mi sbaglio, ogni volta che uno ricarica sia da carta o da bancomat,,, non richiedono sempre la conferma e ridanno il numero su cui viene fatta la ricarica? e allora? cosa volete... state attenti li...a controllare se tutto è stato inserito correttamente! Uno piu di farvi riconfermare il numero ...be allora siete fessacchiotti!!!
  • Anonimo scrive:
    A me è successa la stessa cosa, con Omnitel
    e la loro risposta è stata identica. per fortuna ho trovato una brava persona che mi ha restituito il credito. perchè non fornire la possibilità di annullare la transazione?
  • Anonimo scrive:
    Ecco perché io non ridarei i soldi
    Ho una scheda Omnitel che uso per un massimo di 15-20 euro all'anno, la uso solo per lo you and me e per beccarmi le promozioni che danno a chi usa poco il cellulare. Se ora qualcuno mi ricaricaricasse 50 o 100 euro mi dite voi quando io spenderei quella cifra? Se fosse una ricarica da 10 euro la restituirei, anche se mi peserebbe (io ricarico solo quando VO mi manda le promozioni in cui per ricaricare mi offre una ricarica gratis e così perderei la promozione) e ci andrei a perdere. Ma una di 50 o 100 euro, no. Io non li spenderei quei soldi, nenache se li avessi gratis. Vi faccio un esempio: mi hanno regalato la summer card e potevo chiamare gratis tutta l'estate. Sapete quanto ho speso su quella scheda? Circa 12.000 lire (ho il cash display). Ed erano gratis!!! Figuratevi se mi metto a spendere 50 euro in un anno perché uno ha sbagliato numero...Certo, se OPI volesse levarmi la ricarica per ridarla a chi ha fatto l'errore io non avrei problemi, ma rimetterci io i soldi di tasca mia per un errore di un altro, no!Se uno ha la sim nel cassetto a scadere probabilmente ha una situazione simile alla mia, vi pare? Magari è uno che se lo sapesse se li spenderebbe quei soldi, ma non è il mio caso: preferisco altri gestori: OPI la tengo solo per le promozioni.
  • Anonimo scrive:
    Sveglia Sveglia
    Ma secondo te Omnitel non ha di meglio da fare che chiamare per conto tuo il titolare del numero ???Ma dove pensi di essere!!! La vita non è un gioco!!!!!!!!!!!!!!!!SVEGLIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!Dato che il servizio bancomat ti chiede per ben due volte se il numero è corretto è come se tu volessi telefonare con una saponetta!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sveglia Sveglia
      HAI RAGIONE!!!!!!!!!!!!!!!!Finalmante uno che dice cio che pensa!!!!!!!Io lavoro in un centro di telefonia e sono STRA FELICE quando la gente ricarica al bancomat e sbaglia: cosi' capisce sulla propria pelle cosa vuol dire avere il supporto di persone competenti.La regola generale della vita e': CHI SBAGLIA PAGAmagari non e' giusta per cose molte + grosse...ma per 50?....Ragazzi dai!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sveglia Sveglia
        - Scritto da: marco
        cosi' capisce sulla
        propria pelle cosa vuol dire avere il
        supporto di persone competenti.Senza offesa ma fai proprio ridere!A tutti anche una volta può capitare di sbagliare! E se sei strafelice degli sbagli altrui significa che da solo ne fai gia tanti, altrimenti nn avresti questi complessi!Inoltre da ex appassionato di telefonia ti posso dire questo: non ho mai, dico MAI, conosciuto persone che come te lavorano in centri di telefonia essere competenti, sono tutti dei cazzeggiatori, spessissimo imbranati ma soprattutto disinformati, non conoscono le ultime novità e gli aggiornamenti di piani tariffari o altro, insomma tirando fuori la competenza ti dai da solo la zappa sulle fette, lascia perdere, senza polemica!
  • Anonimo scrive:
    DEVI FAR BLOCCARE LA TRANSAZIONE IN BANCA !!!
    E' capitato anche a me!Ho parlato con il mio direttore di banca ed ho contestato l'operazione entro i 15 gg dalla presentazione dell'estratto conto.La Omnitel non e' riuscita a spiegare il perche' non possa farli tornare indietro, in quanto non e' una ricarica anonima con codice segreto (come quelle da bar), bensi' e' un'operazione con tanto di identificazione della persona (PIN).Quindi la banca me li ha restituiti nell'arco di un mese circa.Cordialmente,Francesco.
    • Anonimo scrive:
      Re: DEVI FAR BLOCCARE LA TRANSAZIONE IN BANCA !!!
      - Scritto da: Francesco
      E' capitato anche a me!

      Ho parlato con il mio direttore di banca ed
      ho contestato l'operazione entro i 15 gg
      dalla presentazione dell'estratto conto.

      La Omnitel non e' riuscita a spiegare il
      perche' non possa farli tornare indietro, in
      quanto non e' una ricarica anonima con
      codice segreto (come quelle da bar), bensi'
      e' un'operazione con tanto di
      identificazione della persona (PIN).

      Quindi la banca me li ha restituiti
      nell'arco di un mese circa.

      Cordialmente,
      Francesco....logico
  • Anonimo scrive:
    A me è successo anche!!! Ma ho beccato uno onesto!
    ...però sono stato fortunato...ben 100.000 lire che dopo pochi giorni lo sconosciuto mi ha ricaricato!! ...la verità è che io non so se avrei fatto lo stesso...
    • Anonimo scrive:
      Re: A me è successo anche!!! Ma ho beccato uno onesto!
      - Scritto da: Kersal
      ...la verità è che io non so se avrei fatto
      lo stesso...questo perchè sei un disonesto
      • Anonimo scrive:
        Re: A me è successo anche!!! Ma ho beccato uno onesto!


        ...la verità è che io non so se avrei
        fatto

        lo stesso...

        questo perchè sei un disonestoNo, invece molto onesto ad ammetterlo e tu molto stronzo perchè pronto a giudicare.Siete il solito branco di flamer arroganti e pronti a puntare il dito contro il primo che vi capita.. e naturalmente solo e sempre dietro ad un monitor, poi quando dal panettiere uno vi passa avanti manco avete la faccia di dirglielo.Come quell'altro nell'altro thread a cui non ho voglia di rispondere che dice "Svegliati invece di scrivere a PI".. che razza di piccoli presuntuosi che siete...Vi sto giudicando raccomandandovi di non giudicare? Sì, è proprio così.
  • Anonimo scrive:
    Io il problema l'ho risolto
    Con una lettera e uno sforzo del cervello, e dopo aver letto attentamente tutte le norme contratttuali scritte nei siti di Omnitel, non è stato difficile scovare il cavillo tecnico tale per cui ho potuto esigere che il denaro che avevo accreditato a un'altra persona fosse invece destinato a me.Provare per credere!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io il problema l'ho risolto
      Dillo anche noi, no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Io il problema l'ho risolto
      Ma pensa un po' te questo !!Cosa vuoi che ti diciamo bravo ??
      • Anonimo scrive:
        Re: Io il problema l'ho risolto
        non mi sembri molto serio, qui non si tratta di fare bella figura, ma di confrontarsi e magari lasciare una traccia a chi leggerà l'articolo in giornata.anche perchè quando ho letto l'articolo stamattina ho scritto alla testata del sito per dire che hanno scritto una vera minchiata.non è possibile perdere i soldi, anche se a qualcuno è successonon c'è molto da dire, se il sito deve dare informazione è un bene, ma quendo leggo delle notizie incomplete o sbagliate anche io se posso do una manonon ti arrabbiare con competizioni infantili, sapessi quante persone anziane e amici ho aiutato fotocopiando la mia lettera.. ciao
  • Anonimo scrive:
    E se Omnitel ....
    A me è successa la stessa cosa. Non capisco perchè OMNITEL, previo un fax di verifica, non voglia correggere l'errore togliendo l'importo caricato erroneamente ed eseguire la ricarica al numero corrette. Non penso proprio ci siano dei problemi tecnici e penso che molte più persone siano contente ed abbiano più fiducia.Penso anche che questo sia però una grande felicità di OMNITEL, che così avrà sicuramente una doppia ricarica, quella sbagliata e quella veramente necessaria !!!GRAZIE OMNITEL !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E se Omnitel ....
      quella della doppia ricarica non l'ho mica capita.. spiegati meglio... grazie !
      • Anonimo scrive:
        Re: E se Omnitel ....
        ... quella regalata al numero sbagliato e quella nuova presumibilmente rifatta sul prorpio numero ... 1+1= 2
        • Anonimo scrive:
          Re: E se Omnitel ....
          - Scritto da: cartesio
          ... quella regalata al numero sbagliato e
          quella nuova presumibilmente rifatta sul
          prorpio numero ... 1+1= 2
          Penso anche che questo sia però una grande
          felicità di OMNITEL, che così avrà sicuramente
          una doppia ricarica, quella sbagliata e quella
          veramente necessaria !!!scusa ma se omnitel lascia attiva la prima ricarica sbagliata... perche' dovrebbe essere felice...? ha dato 100? e ne ha incassati 50?...
          • Anonimo scrive:
            Re: E se Omnitel ....
            allora 50 euro sono andati per errore sulla carta sbagliata .. omnitel porta a casa 50 eurini e come detto nell'articolo omnitel non ridà indietro i soldini al malcapitato.Il nostro amico poi ricarica ancora altri 50 eurini sul suo numero (se sbaglia anche sto giro la faccenda si complica!!).Allora Omnitel aveva 50 euro di prima più queli di adesso ne ha 100 ... Il malcapitato voleva ricaricare di 50 ne ha spesi 100 a favore di Omnitel che ha godendo della propietà transitiva guadagnato due ricariche.Ometto il calcolo sugli interessi che Omintel matura ricevendo in anticipo i soldi per delle telefonate che avverranno, non mi inoltro nei vantaggi di omnitel se i soldi della prima ricarica finiti su una scheda verosimilmente inutilizzata saranno intascati senza erogare prestazioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: E se Omnitel ....
            io ho scritto una bella lettera ad omnitel copia per conoscenza a unione consumatori, evidenziando punti secondo me sufficienti ad esigere i soldi indietro, il giorno dopo mi hanno telefonato ed hanno fatto il tutto!però che seccatura e ingiustizia
          • Anonimo scrive:
            Re: E se Omnitel ....
            - Scritto da: Guido
            io ho scritto una bella lettera ad omnitel
            copia per conoscenza a unione consumatori,
            evidenziando punti secondo me sufficienti ad
            esigere i soldi indietro, il giorno dopo mi
            hanno telefonato ed hanno fatto il tutto!

            però che seccatura e ingiustiziaQuali sarebbero poi questi punti?o è chiedere troppo?
  • Anonimo scrive:
    mamma ho perso l'aereo
    Io una volta ho perso l'aereo, mi ero addormentato e non ho fatto a tempo a prenderlo.Volevo denunciare il pilota, doveva aspettarmi!
  • Anonimo scrive:
    si fa presto a dire: se l'altro utente e' ONESTO..
    ma scusate cosa vuol dire il riferimento di trovare dall'altra parte una persona onesta..?siamo realisti... io ho diverse schede prepagate di diversi gestori... alcune le uso solo per ricevere perche' essendo vecchi numeri non voglio abbandonare...sono "costretto" dal gestore a fare una ricarica almeno una volta ogni 12 mesi se no me la disattivano.. e' ovvio che la ricarica la faccio del MINIMO taglio possibile e finisco per 'sprecarla' telefonando verso la fine del periodo di attività...ora se un giorno trovassi un "distratto" che me la ricarica di 50 ? (circa ilmio traffico su determinate SIM (ominitel per intenderci) di 3 anni !!! scusate ma dovrei restituire al mittente 50? per poi vedere il mio credito o scaduto o inutilmente sprecato...per cosa ? per una distrazione altrui ???spero stiate scherzando (ps. voi di Punto Informatico) qui non si tratta di onesta' o di furbizia... dovrei buttare via io 50? in modo da correggere un errore altrui ?mi auguro di essermi spiegato... saluti a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: si fa presto a dire: se l'altro utente e' ONESTO..
      dovrebbe essere il gestore, al quale dovrebbe essere dimostrato tramite fax o e-mail che il codice della prepagata in possesso è in possesso del richiedente, i questo modo i soldi dovrebbero essere spostati automaticamente senza far impazzire l'utente o meglio gli utenti (il primo che ha subito una ricarica e che deve poi fare a sua volta una ricarica verso chi si è sbagliato, e il secondo che si è sbagliato).un salutoCJkl
      • Anonimo scrive:
        Re: si fa presto a dire: se l'altro utente e' ONESTO..
        sono d'accordo con te... qui la cosa dovrebbe essere gestita a livello gestore telefonico e NON utente finale....e' chiaro che questa premura del gestore e' totalmente 'gratuita' andrebbe solo a migliorare il servizio verso i clienti e NON ad ingrassare le casse... non penso percio' che i vari gestori ci si buttino a pesce...prima di questo basterebbe che abolissero o rivedesso itermini di scadenza di una tessera.. e' possibile che dopo 12 mesi (con ominitel pure meno !!) o spendi il credito o dai altri soldi .. se no addio SIM !!! questo si che e' assurdo !
      • Anonimo scrive:
        Re: si fa presto a dire: se l'altro utente e' ONESTO..
        - Scritto da: CJkl
        dovrebbe essere il gestore, al quale
        dovrebbe essere dimostrato tramite fax o
        e-mail che il codice della prepagata in
        possesso è in possesso del richiedente,Quindi se io dovessi incontrare per strada un tizio che sta ricaricondo il cellulare, mi basterebbe seguirlo... aspettare che getti la carta usata... raccoglierla... faxarla a omnitel e dire che ho per sbaglio accreditato i soldi ad un altro e chiedere di riaverli indietro...PERO' FACILE!GRAZIE!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: si fa presto a dire: se l'altro utente e' ONESTO..
      .. ti sei spiegato alla grande .. mors tua vita mes (gigioneggiando con il latino).Come ha detto l'autore SE L'ALTRO E' ONESTO .. cerchiamo sempre l'onestà altrui quando commettiamo un errore ....Certo se l'altro fosse onesto troverei un biglietto per ogni sfriso sulla macchina, mi avrebbero rispedito i portafogli persi ... già se gli ALTRI fossero onesti non vivremmo in questo mondo di furbacchioni!
  • Anonimo scrive:
    COMPRATI GLI OCCHIALI
    mi hanno sempre insegnato che se faccio un errore devo mettere in conto le conseguenze, ARRANGIATI!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: COMPRATI GLI OCCHIALI
      il momento del coglione arriva per tutti nella vita... e quando arrivera anche per te... allora non ti fara piacere sentirti dire arrangiati!non so per quale motivo hai scritto, ma non è questo il modo di rispondere, soprattutto in un forum... la gente dovrebbe aiutarsi e non comportarsi come fai tu.Sei uno sciocco, la gente che come te fa presto a criticare ma fate anche presto a chiedere aiuto quando ne avete necessità!sei ridicolo e mi fai penaspero di non leggere mai piu mesaggi come il tuo e auspico che i moderatori del forum seghino via messaggi i stupidi a non rileggerciCJkl
      • Anonimo scrive:
        Re: COMPRATI GLI OCCHIALI
        Mi associo a quanto sopra, dico poi al signore della ricarica che nel caso non riesca a recuperarli la veda nel modo positivo... avrebbe potuto caricare di più. AuguriC
  • Anonimo scrive:
    a me hanno ricaricato 100000
    una volta su una scheda che non usavo spesso dopo l'ho usata sempre x sapere chi era stato x restituire il regalo ma niente nessuno mi ha chiamato e allora li ho spesi ciao a tutti e come diceva l'altro devi riderci su !!
  • Anonimo scrive:
    PIRLAAAAAAAAA!!!
    Svegliarsi la mattina pirlone!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Puoi recuperarli...
    ... se ti sbatti un po'.Le operazioni da compiere sono molto sisteticamente queste:- scrivere al gestore telefonico per raccomandata a/r, descrivere i fatti e chiedere i dati del terzo intestatario.- rivolgersi al Giudice di Pace affinché ingiunga al gestore telefonico di fornirvi i dati medesimi (poiché il gestore stesso vi comunicherà che può fornire i dati solo su richiesta delle Autorità)- scrivere al terzo intestatario per raccomandata a/r intimando di rimborsarvi entro 15 gg.la cifra erroneamente accreditata, ovvero indebitamente percepita in quanto effettuata per errore, minacciando in contrario le vie legali- rivolgersi nuovamente al GdP in caso in cui non pervenga il riaccreditoCiaoFilippo
    • Anonimo scrive:
      Re: Puoi recuperarli...
      Stai scherzando o sei serio !?Credi davvero che l'utente che si e' visto ricaricare "aggratis" abbia qualche obbligo nei confronti del benefattore ?!Non scherziamo.Altrimenti domani faccio 2 ricariche da ? 200 ad un cellulare TIM e poi minaccio di vie legali il proprietario se non mi rende 400 euro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Puoi recuperarli...
      Sì, puoi recuperarli, ma se vai dal giudice di pace, invii raccomandate di qua e di la, ti viene fuori un conto che è di gran lunga superiore ai 50 Euro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Puoi recuperarli...
      secondo me se sbagli a ricaricare, al massimo il gdp puo' ingiungere il gestore a rimborsarti, scalando dal credito dell'altro, e non obbligare l'altro a ridarti i soldi, e comunque tutto a carico tuo, del resto l'errore è tuo. non mi sembra per niente corretto che sia l'altro a pagare, altrimenti io potrei inviarti a casa una tonnellata di roba che non hai chiesto, e obbligarti a pagarmela. nel caso in questione, i proprietari dell'altro cellulare, quello ricaricato, magari non l'accendono piu' proprio per non spendere soldi, quindi che se ne fanno della ricarica?
    • Anonimo scrive:
      Re: Puoi recuperarli...
      pensa ai temoi tecnici della manovra, alle spese legali, alla verbalizazione della pratica e risponditi se ti conviene.oddio se hai sbagliato una ricarica da 1000/2000 euro allora potrebbe anche convenirti.Comunque il beneficiario erroneamente ricaricato lascialo fuori altrimenti perderesti la causa e allora come si suole dire "becco e bastonato".Colui che deve operrare è l'operatore che eroga il servizio.
    • lino calamaio scrive:
      Re: Puoi recuperarli...
      con questo metodo per recuperare 50 euro ne perdi altre 200, complimenti veramente arguta come idea
  • Anonimo scrive:
    non c'è nulla da fare
    l'importo è partito dal titolare della carta bancomat, cosa c'entra l'operatore telefonico?lui si limita ad accreditare la somma sull'utenza indicata allo sportello bancomat, non può mettere becco su quella che a tutti gli effetti è un'operazione su un conto corrente da parte del suo legittimo intestatario.
  • Anonimo scrive:
    discanta bauchi, sveia macachi!
    così si dice nel dialetto veneto e significa pressapoco così:"Disincantati attonito,svegliati ingenuo" detto in modo + soft!Ma come ha fatto a sbagliare, il bancomat riprensenta il numero più volte e ne chiede conferma minimo 2 volte.Secondo me gli sta bene.
  • Anonimo scrive:
    Interessante ....
    come notizia....sapete che una volta mi sono dimenticato la spesa al supermercato? chissa chi si è mangiato tutta la mia roba, volevo anche fare una denuncia ai carabinieri.Un'altra volta invece ho trovato un braccialetto che credevo in plastica e invece era oro.Una volta invece mi hanno fregato l'aradio della macchina.Penso che non ve ne frega un beato ca220 vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante ....
      - Scritto da: il Lordo
      Una volta invece mi hanno fregato l'aradio
      della macchina."Ascolto l'aradio per erudirmi..."Diario JacoVitti 1984/85 ;)
  • Anonimo scrive:
    che consolazione non essere l'unico!!
    l'estate scorsa dopo aver bevoto 10,15 drink, ho ricaricato anche io li cellulare di un altro ... e mi ha fatto pure presente che il sistema ti chide conferma del numero piu di una volta...
    • Anonimo scrive:
      Re: che consolazione non essere l'unico!!
      ma tu almeno eri ubriaco... ehehhe
      • Anonimo scrive:
        Re: che consolazione non essere l'unico!!
        invece a me capitò 4/5 anni fa, quando avevo ancora Tim.....mi effettuarono una ricarica via terminale in un centro Tim e malaugaratamente l'impiegata di turno capì una cifra per un altra e la ricarica venne fatta ad un altro numero.contattai questa persona per un paio di volte e questa mi ha sempre promesso che avrebbe fatto la ricarica verso il mio numero. Era una signora, una signora matura, non un ragazzino, ma cmq una signora st**za in quanto dopo anni non ho mai avuto indietro i soldi ed ha sempre rifiutato di darmi uan spiagazione.....insomma di pezzenti ce ne sono sempre di più in giro
      • Anonimo scrive:
        Re: che consolazione non essere l'unico!!
        - Scritto da: poppy
        ma tu almeno eri ubriaco... ehehheSi, ma dopo essersi accorto di aver buttato 50? mi sa che gli è passala la botta come per incanto uahaha.
    • Anonimo scrive:
      Re: che consolazione non essere l'unico!!
      - Scritto da: yoyo
      ...bevoto 10,15 drink, ... li cellulare..
      ...ti chide conferma del numero piu di una...E adesso quanti ne hai bevuti? :)
  • Anonimo scrive:
    Denuncia per smarrimento?
    Si potrebbe provare una denuncia ai carabinieri per smarrimento del contante in forma di pagamento elettronico.Non si sa mai. Informati. Il problema è che sono "solo" 50 euro e non so se valga la pena.Hai smarrito la somma nella tessera di credito telefonico di una persona che non conosci.:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Denuncia per smarrimento?
      Non credo che i ns. carabinieri siano all'altezza di un simile compito !- Scritto da: Nicola
      Si potrebbe provare una denuncia ai
      carabinieri per smarrimento del contante in
      forma di pagamento elettronico.

      Non si sa mai. Informati. Il problema è che
      sono "solo" 50 euro e non so se valga la
      pena.

      Hai smarrito la somma nella tessera di
      credito telefonico di una persona che non
      conosci.

      :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Denuncia per smarrimento?
      Sì, denunci e poi? Cosa credi, che i carabinieri te la ritrovino?Se perdi una borsa e la denunci per smarrimento mica vanno in giro per la città a cercartela!Se qualcuno la trova e la porta dai carabinieri poi te la ridanno, ma loro non fanno niente....non possono mica stare dietro a tutte le stronzate del mondo eh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Denuncia per smarrimento?
      qualcuno ha trovato il mio buon senso nel suo cervello?ACCIDENTI!! qualcuno ha mica il mio cervello nella sua scatola cranica???
    • Anonimo scrive:
      Re: Denuncia per smarrimento?
      se poi vai dai soliti Carabinieri piangendo come un bambino allora si frugono tutti e fanno una colletta.....
  • Anonimo scrive:
    e allora?
    Io una volta mi sono messo 20 euro in tasca e chissa dovè, quando ho estratto il fazzoletto per soffiarmi il naso mi sono caduti e li ho persi chissà dove...magari qualcuno li ha trovati e usati..magari sono finiti in un tombino...magari ci ha cagato sopra un cane e si sono decomposti...
    • Anonimo scrive:
      Re: e allora?
      scusa che c'entra ?qui in questo caso si sa benissimo dove sono andati a finire " nelle tasche dell'omnitel !"- Scritto da: CaRpGjaN
      Io una volta mi sono messo 20 euro in tasca
      e chissa dovè, quando ho estratto il
      fazzoletto per soffiarmi il naso mi sono
      caduti e li ho persi chissà dove...
      magari qualcuno li ha trovati e usati..
      magari sono finiti in un tombino...
      magari ci ha cagato sopra un cane e si sono
      decomposti...
      • Anonimo scrive:
        Re: e allora? senti questa..
        io l'anno scorso d'estate ho trovato una banconota da 100k sott'acqua, il giorno prima era domenica e c'era vento, evidentemente qualche panzone in barca facendo la stessa cosa che hai fatto tu (ma aveva le tasche + gonfie delle tue) le ha date in pasto ai pesci. Il bello è che le ho trovate di mattina presto, se aspettavo 10 minuti a fare la mia piccola immersione le 100k se le beccava un vecchio che passava di li con la maschera oppure se la mangiavano i pesci... magari trovarne tutti i giorni!
        • Anonimo scrive:
          Re: e allora? senti questa..
          - Scritto da: Wirelezz
          io l'anno scorso....Senti questa invece...Ero in un McDonald deserto ad aspettare il mio panino e mi guardavo intorno, ad un certo punto noto in terra un piccolo quadratino (circa 1cm) di carta di un colore familiare. Lo raccolgo e lo apro, erano 100'000 lire sane piegate piu' volte fino a farle diventare un quadratino !C'e' mancato poco che mi affogassi con l'hamburger...Qualche fagiano si deve essere divertito a piegare le sue 100k per poi poterle perdere meglio.... oppure il direttore del Mac ha tentato una nuova tattica promozionale, chissa'... ;)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: e allora?
      magari li ha trovati un carabiniere e gli ha messi fra gli oggetti smarriti, prova andare a chiedere,vuoi vedere.......
  • Anonimo scrive:
    beh se uno e' un...
    Non e' che ci possiamo fare molto ci dispace anche perche puo' capitare a tutticomunque il mio bancomat tra vari giri mi chiede 3 volte il tasto conferma.Nei negozi ti fanno scrivere sul bigliettino il numero di telefono di proprio pugno - anche li puoi sbagliare.Si puo sempre sbagliarecom'era quello di frankensein juniorSe dalla vita il mondo non ti sorride e non hai successo smettila di lagnarti e vai a piangere sul cess... + o - chi se la ricoda meglio?
    • Anonimo scrive:
      A me invece hanno caricato la carta Tim gratis
      Una volta è capitato che a me l'abbiano caricata gratuitamente 25 euro.Ho chiesto al 119 chi fosse stato, ma mi è stato detto che era partito da un bancomat o una carta di credito. Loro non possono sapere chi è.Purtroppo mi sono dovuto spendere i 25 euro regalati.
      • Anonimo scrive:
        Re: A me invece hanno caricato la carta Tim gratis
        Una volta è capitato che a me l'abbiano caricata gratuitamente 25 euro.Ho chiesto al 119 chi fosse stato, ma mi è stato detto che era partito da un bancomat o una carta di credito. Loro non possono sapere chi è.Purtroppo mi sono dovuto spendere i 25 euro regalati
Chiudi i commenti