Notebook, il re della giungla

Un primo assaggio del mondo dei portatili proietta nel settore a più veloce crescita nel personal computing. Oggi notebook è sinonimo di potenza e affidabilità, come Tarzan

Roma – Al bando tutto ciò che è: Infodomestici, info-appliance, hand-held, palmari, leggerissimi! Se è vero che sul mercato stanno facendosi largo i sistemi che stando in una mano danno l’idea di tenere il mondo in pugno, è altrettanto vero che i dominatori del mercato “mobile” sono i personal computer portatili. Tutt’altro che vecchi e obsoleti, i notebook conquistano una folla sempre crescente di utenti perché dispongono di tecnologie in rapidissima evoluzione.

La corsa ai portatili non s’è mai fermata: i processori che portano la potenza in questi sistemi rivaleggiano per potenza con i personal computer da scrivania “tradizionali”, i monitor LCD che li caratterizzano sono di una chiarezza esaltante e si sono lasciati alle spalle quei difettucci davanti ai quali qualcuno storceva il naso, gli accessori si sono moltiplicati come funghi dopo l’acquazzone ed è dunque naturale che i consumatori di questi device abbiano avuto la stessa sorte.

Dentro un portatile è oggi lecito attendersi che giri una CPU specializzata, cioè realizzata esclusivamente per l’uso “mobile”, e che vi si trovi un hard disk potente, ciclopico, capace di contenere una quantità di dati che non può essere inferiore ai 6 gigabyte. Il tutto associato ad una memoria RAM che non solo dev’essere “tanta” ma anche espandibile, e ad un monitor piatto capace di dimostrare che la ricerca sull’LCD è un investimento, non una spesa. Ecco quello che si trova nei tre modelli che inVetrina presenta questa settimana. TOSHIBA SATELLITE 2800-100
I “Satellite” sono forse la più diffusa tra le linee di portatili Toshiba. Un risultato che sembra dovuto ad una notevole robustezza dell’architettura anche a fronte di un uso intensivo con frequenti spostamenti, e ad un rapporto qualità/prezzo indovinato.

E questo sono anche le caratteristiche di questo nuovo Satellite 2800-100, un notebook che si presenta con un processore Intel Pentium III da 650 MHz dotato di tecnologia SpeedStep che aumenta la durata della batteria, con 64 megabyte di SDRAM espandibili a 192 e con un hard disk da 6 gigabyte. Il monitor è un TFT da 13,3 pollici animato da accelerazione 3D e 8 megabyte di VideoRAM.

Altri elementi comprendono lettore DVD 8x, scheda audio Sound Blaster Pro, speakers stereo, tutte le porte possibili meno il FireWire compresa, invece, la porta TV out, modem-fax integrato. Il tutto pesa 3,3 chilogrammi con la batteria e viene distribuito con pre-caricato WindowsME.

Dove: nei negozi
Quanto: 4.083.000 lire (2108,69 Euro, Iva inclusa)
Quando: subito

PROGRESS 2700P
Uno dei componenti di punta della famiglia Progress è questo 2700, che si distingue di primo acchito per un design elegante. Ad un prezzo accettabile, il 2700P mette insieme caratteristiche di equilibrata potenza, interessanti non solo per il professionista.

Le caratteristiche salienti di questo notebook sono un processore Intel PentiumIII da 850 MHz, un hard disk da 10,1 gigabyte, una memoria SDRAM da 64 megabyte espandibile, un apparato video composto da un display da 13,3 pollici che sfrutta l’XTFT e una scheda video da 8 megabyte espandibile a 64.

Tra gadget e accessori il 2700P offre modem a 56K v.90, scheda di rete ethernet 10/100T, porta FireWire (ieee 1394) per la connessione rapida, lettore Cd-Rom da 24x che può essere sostituito con un DVD player 8x.

Dove: nei negozi
Quanto: 4.498.800 lire (2323,44 Euro, Iva inclusa)
Quando: subito

ACER TRAVELMATE 350TE
La serie TravelMate 350 si distingue perché offre notebook ultrasottoli che integrano anche lettore smart card di sicurezza e capacità wireless. In particolare, il nuovo 350 pesa 1,8 chilogrammi e ha uno spessore di soli 2,35 centimetri.

Le caratteristiche tecniche includono un processore Intel Mobile Pentium III a 750MHz con tecnologia Speed Step; display 13.3 pollici STFT con 8 megabyte di VideoRAM ATI AGP; 64 mega di SDRAM espandibili a 512; hard disk da 10 giga; modem-fax a 56K; due porte USB; porta Ethernet 10/100.

Quando: subito
Quanto: 5.998.000 lire (3092,54 Euro, Iva inclusa)
Dove: nei negozi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    MANDIAMOGLI 1 SPERNACCHIATA.......................
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRALLA EDOARDO DE FILIPPO.........BUFFONI.GIU' LE MANI DA INTERNET.
  • Anonimo scrive:
    Il lupo perde il pelo ma non il vizio!
    Ci vogliono tenere in pugno non lo avete capito!! Vogliono poter controllare tutto. Non a caso nel mondo solo la CINA ha una legge simile........meditate gente meditate!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    E' vero, il COPLEVOLE è stato proprio GRAUSO
    Se hanno emanato una roba del genere bisogna"ringraziare"GRAUSO e le sue "MANIE DI GRANDEZZA"Lo speculatore sardo... che con la SUA IGNORANZAPER PARARSI IL CULO, ha DECANTATO dall'alto delle sue colline (da dove le pascolava le pecore in passato)il suo pensiero IDIOTA di "liberta'"RUBANDO NOMI A DOMINIO DI POLITICI E GENTE "FAMOSA" E "IMPORTANTE".I POLITICI, se non fosse stato che il sig. GRAUSOavesse comprato una 30ina di DOMINInome-cognome.com / .it di alcuni "NOTI"PARLAMENTARI,NON AVREBBERO MAI PENSATO AD INTERNET.FIGURATEVI, SONO TALMENTE IGNORANTI cheSOLO se uno come GRAUSOglielo avesse detto SE NE SAREBBERO ACCORTI.ED INFATTI, il "nostro messaggero di libertà"FECE L'ANNUNCIO (ma quanto sei stato IDIOTA, cosa pensavi d'ottenere? La medaglia al merito?)d'aver "comprato" circa 500.000 domini.Ed ecco il risultato: il Sig. Nicolino Grausosta svendendo i .iti .com li ha intestati ad una societa' con personalita' giuridica esterae COME AL SOLITO SARANNO PENALIZZATELE PERSONE CHE NON HANNO NULLA A CHE VEDERECON QUELLO SPECULATORE SARDO.VIA DALL'ITALIA, SE NON CON IL CORPOALMENO CON la personalita' giudidica.TUTTO ALL'ESTERO, TUTTO FUORI DA QUESTO PAESE.ARRICCHIAMO IL RESTO DEL MONDO.L'ITALIA è, e RIMMARRA' SEMPRE:IL PAESE DEI MORTI DI FAME.
  • Anonimo scrive:
    Aspetta e spera... con lo "stato" italiano
    Con 15.000.000 di lire al mese che prendono "i nostri parlamentari"pensi che VADANO VIA LORO?QUESTI PENSANO SOLO AI PROPRI INTERESSI, e nel momento delle elezioni COME TUTTI I LECCHINIAFFOLLANO LE TV, I GIORNALI, LE RADIOed anche LA RETEPER ELEMOSINARE QUALCHE VOTO da parte di qualche povero ILLUSO che pensa di NON ESSERE ILLUSO:-)In 20 anni siamo dov'eravamo: AL PUNTO DI PARTENZA.ITALIANI CORAGGIOSI: ANDATE VIA DALL'ITALIA,da questo paese INFAME.Fate come i Vostri padri, i Vostri nonniche EBBERO IL CORAGGIO & LE PALLEd'andar VIA e costruire all'esteroPER POI RITORNARE VINCENTI IN PATRIA.Aprite la Vostra Off-Shore all'esteroe muovetevi LIBERAMENTE facendo i Vostri affari nel mondoSENZA LE LIMITAZIONI di QUESTO "stato" INFAME.GLI ITALIANI HANNO COSTRUITO IL MONDO,si il Mondo.NON LASCIATEVI DEPRIMERE dalle "sparate"di questi politici o dei prossimi che verrannoPERCHE' NON CAMBIERA' MAI NULLA.RICORDATE SEMPRE che: OGNUNO FA SEMPRE I PROPRIINTERESSI.Se hanno emanato una roba del genere bisogna"ringraziare"GRAUSO e le sue "MANIE DI GRANDEZZA"Lo speculatore sardo... che con la SUA IGNORANZAPER PARARSI IL CULO, ha DECANTATO dall'alto delle sue colline (da dove le pascolava le pecore in passato)il suo pensiero IDIOTA di "liberta'"RUBANDO NOMI A DOMINIO DI POLITICI E GENTE "FAMOSA" E "IMPORTANTE".I POLITICI, se non fosse stato che il sig. GRAUSOavesse comprato una 30ina di DOMINInome-cognome.com / .it di alcuni "NOTI"PARLAMENTARI,NON AVREBBERO MAI PENSATO AD INTERNET.FIGURATEVI, SONO TALMENTE IGNORANTI cheSOLO se uno come GRAUSOglielo avesse detto SE NE SAREBBERO ACCORTI.ED INFATTI, il "nostro messaggero di libertà"FECE L'ANNUNCIO (ma quanto sei stato IDIOTA, cosa pensavi d'ottenere? La medaglia al merito?)d'aver "comprato" circa 500.000 domini.Ed ecco il risultato: il Sig. Nicolino Grausosta svendendo i .iti .com li ha intestati ad una societa' con personalita' giuridica esterae COME AL SOLITO SARANNO PENALIZZATELE PERSONE CHE NON HANNO NULLA A CHE VEDERECON QUELLO SPECULATORE SARDO.VIA DALL'ITALIA, SE NON CON IL CORPOALMENO CON la personalita' giudidica.TUTTO ALL'ESTERO, TUTTO FUORI DA QUESTO PAESE.ARRICCHIAMO IL RESTO DEL MONDO.L'ITALIA è, e RIMMARRA' SEMPRE:IL PAESE DEI MORTI DI FAME.
    • Anonimo scrive:
      Re: Aspetta e spera... con lo
      for MAXSono le persone come te che hanno fatto diventare l' Italia quel che è, i vigliacchi che scappano, che non hanno la forza di cambiare le cose e che non lottano!Se tu sei l'esempio di un italiano tipo, allora lo ammetto siamo proprio nella merda!Complimenti!
  • Anonimo scrive:
    Sempre un passo avanti ai guastatori
    L'unica contromossa e' sempre: fare di piu' di quanto fanno i governi. Essere sempre un passo avanti. Far valere il numero degli utenti. Ribattere punto su punto. Trovare altre strade per fare cio' che non ci vogliono far fare, e che non e' nulla di proibito. Noi siamo milioni, loro sono quattro gatti pericolosi ma che annaspano. Vittorio
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre un passo avanti ai guastatori
      Noi siamo milioni, loro sono
      quattro gatti pericolosi ma che annaspano.
      Vittorio-------------------------------------------------I "MIOLINI" sono TUTTE PERSONE CHE HANNO PAURADI DIRE: "A" e che si nascondono la coda fra le gambe dietro al P.C.non appena sentono parlare di legge, avvocatiecc. ecc. ecc.QUESTA ITALIA DI INTERNET è PIENA DI CODARDI.L'UNICA SOLUZIONE è QUELLA DI ESSERE TUTELATIDALLE LEGGI dei paesi con società OFF-SHORE.E' GIUNTA L'ORA DI ANDARE VIA DA QUESTO PAESE SQUALLIDO.
  • Anonimo scrive:
    Basta lamenti, diamoci da fare.
    Il gioco come sempre è lo stesso: fare le leggi in modo tale da poterne avere il controllo discrezionale. Vorrei sapere chi è disposto a fare qualcosa per impedire questa nefandezza. Vorrei sapere chi è disposto a rischiare in prima persona per difendere quel poco di libertà che c'è su internet. Se ci siete battete un colpo...oppure scrivetemi una mail per approfondire l'argomento. Ci vorrebbe una azione di disubbidienza civile...
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta lamenti, diamoci da fare.
      Che indendi per "disubbidienza civile"?Un netstrike a www.camera.it, oppure buchiamo le gomme a tutte le auto blu? :)Giuseppe- Scritto da: Ugo Pandolfo
      Il gioco come sempre è lo stesso: fare le
      leggi in modo tale da poterne avere il
      controllo discrezionale. Vorrei sapere chi è
      disposto a fare qualcosa per impedire questa
      nefandezza. Vorrei sapere chi è disposto a
      rischiare in prima persona per difendere
      quel poco di libertà che c'è su internet. Se
      ci siete battete un colpo...oppure
      scrivetemi una mail per approfondire
      l'argomento. Ci vorrebbe una azione di
      disubbidienza civile...
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta lamenti, diamoci da fare.
        - Scritto da: Giuseppe
        Che indendi per "disubbidienza civile"?

        Un netstrike a www.camera.it, oppure
        buchiamo le gomme a tutte le auto blu? :)

        GiuseppeNiente di così aggressivo... che ne pensi di un karakiri di gruppo davanti casa dell'on.(?) passigli? 8-))
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta lamenti, diamoci da fare.
      io, più che disobbedienza civile, che forse va al di là del rischiare troppo, mi piacerebbe sapere se i nostri politici sanno quello che stanno facendo e scrivendo ..... una trasmissione dove loro si confrontano con il popolo di internet e vediamo se sono preparati a fare leggi su di un argomento che forse non sanno che roba sia !!ciao e fammi sapere- Scritto da: Ugo Pandolfo
      Il gioco come sempre è lo stesso: fare le
      leggi in modo tale da poterne avere il
      controllo discrezionale. Vorrei sapere chi è
      disposto a fare qualcosa per impedire questa
      nefandezza. Vorrei sapere chi è disposto a
      rischiare in prima persona per difendere
      quel poco di libertà che c'è su internet. Se
      ci siete battete un colpo...oppure
      scrivetemi una mail per approfondire
      l'argomento. Ci vorrebbe una azione di
      disubbidienza civile...
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta lamenti, diamoci da fare.
        - Scritto da: stefano
        io, più che disobbedienza civile, che forse
        va al di là del rischiare troppo, mi
        piacerebbe sapere se i nostri politici sanno
        quello che stanno facendo e scrivendo .....
        una trasmissione dove loro si confrontano
        con il popolo di internet e vediamo se sono
        preparati a fare leggi su di un argomento
        che forse non sanno che roba sia !!

        ciao e fammi sapereIl confronto potrebbe essere una buona idea ma quella gente è troppo brava a imbrogliare le cose... Intanto direi che sarebbe una buona idea quella di conoscerci - a proposito, voglio dirti subito che ho un sito di domain trade e perciò il mio discorso è estremamemte di parte: io voglio la libertà assoluta nel campo compravendita domini, con l'unica regola di non accaparrare domini di marchi registrati, nomi di persone e cose simili...- e vedere se si riesce a programmare un piano di azione. Il resto a dopo...8-)
  • Anonimo scrive:
    Sono trasversali
    "...La speranza è che il 4594 non sia approvato prima della fine della Legislatura e venga così bloccato. Qualche possibilità c'è, visto che deve ancora passare in Aula al Senato e poi ottenere l'approvazione alla Camera".E dopo? cosa cambia?Le nuove norme sul diritto d'autore, ad esempio,sono state votate solo dalla maggioranza? Le leggi vengono ormai approvate grazie al formarsi di maggioranze trasversali. Sono tutti uguali, o meglio: trasversalmente repellenti.Ricordo piuttosto che il progetto FreeNet procede abbastanza celermente. (http://FreeNet.sourceforge.net)
  • Anonimo scrive:
    Aspetta e spera... con lo "stato" italiano.....
    Con 15.000.000 di lire al mese che prendono "i nostri parlamentari"pensi che VADANO VIA LORO?QUESTI PENSANO SOLO AI PROPRI INTERESSI, e nel momento delle elezioni COME TUTTI I LECCHINIAFFOLLANO LE TV, I GIORNALI, LE RADIOed anche LA RETEPER ELEMOSINARE QUALCHE VOTO da parte di qualche povero ILLUSO che pensa di NON ESSERE ILLUSO:-)In 20 anni siamo dov'eravamo: AL PUNTO DI PARTENZA.ITALIANI CORAGGIOSI: ANDATE VIA DALL'ITALIA,da questo paese INFAME.Fate come i Vostri padri, i Vostri nonniche EBBERO IL CORAGGIO & LE PALLEd'andar VIA e costruire all'esteroPER POI RITORNARE VINCENTI IN PATRIA.Aprite la Vostra Off-Shore all'esteroe muovetevi LIBERAMENTE facendo i Vostri affari nel mondoSENZA LE LIMITAZIONI di QUESTO "stato" INFAME.GLI ITALIANI HANNO COSTRUITO IL MONDO,si il Mondo.NON LASCIATEVI DEPRIMERE dalle "sparate"di questi politici o dei prossimi che verrannoPERCHE' NON CAMBIERA' MAI NULLA.RICORDATE SEMPRE che: OGNUNO FA SEMPRE I PROPRIINTERESSI.Se hanno emanato una roba del genere bisogna"ringraziare"GRAUSO e le sue "MANIE DI GRANDEZZA"Lo speculatore sardo... che con la SUA IGNORANZAPER PARARSI IL CULO, ha DECANTATO dall'alto delle sue colline (da dove le pascolava le pecore in passato)il suo pensiero IDIOTA di "liberta'"RUBANDO NOMI A DOMINIO DI POLITICI E GENTE "FAMOSA" E "IMPORTANTE".I POLITICI, se non fosse stato che il sig. GRAUSOavesse comprato una 30ina di DOMINInome-cognome.com / .it di alcuni "NOTI"PARLAMENTARI,NON AVREBBERO MAI PENSATO AD INTERNET.FIGURATEVI, SONO TALMENTE IGNORANTI cheSOLO se uno come GRAUSOglielo avesse detto SE NE SAREBBERO ACCORTI.ED INFATTI, il "nostro messaggero di libertà"FECE L'ANNUNCIO (ma quanto sei stato IDIOTA, cosa pensavi d'ottenere? La medaglia al merito?)d'aver "comprato" circa 500.000 domini.Ed ecco il risultato: il Sig. Nicolino Grausosta svendendo i .iti .com li ha intestati ad una societa' con personalita' giuridica esterae COME AL SOLITO SARANNO PENALIZZATELE PERSONE CHE NON HANNO NULLA A CHE VEDERECON QUELLO SPECULATORE SARDO.VIA DALL'ITALIA, SE NON CON IL CORPOALMENO CON la personalita' giudidica.TUTTO ALL'ESTERO, TUTTO FUORI DA QUESTO PAESE.ARRICCHIAMO IL RESTO DEL MONDO.L'ITALIA è, e RIMMARRA' SEMPRE:IL PAESE DEI MORTI DI FAME.
    • Anonimo scrive:
      Re: Aspetta e spera... con lo
      - Scritto da: Max[...]
      L'ITALIA è, e RIMMARRA' SEMPRE:

      IL PAESE DEI MORTI DI FAME.Su questo hai ragione, lavoro di giorno, lavoro di notte, lavoro di sabato e domenica, dormo si e no 2/3 ore su 24 pago solo tasse. Ho una societa' e seppur di lavoro ne ho mi sento proprio un "morto di fame"! E ora proprio sono veramente, ma veramente stufo di far la figura del pirla quando vado, sempre meno visto i costi, all'estero! E ti dico che sempre piu' continuo a pensare di andarci ma una volta per sempre.by Su Strach
  • Anonimo scrive:
    Che brutto....
    Ci avviamo ad un periodo oscuro di sottomissione univoca e totale e tutto ciò non è ne giusto ne corretto per lo sviluppo di un paese civile e democratico. La questione non è sul colore della bandiera o di che fazione politica, la cosa è differente... questa è una volgare limitazione della liberta personale ed imprenditoriale di chi è Cittadino Italiano, lasciando così campo libero a chi "non italiano" potra impunemente muoversi con facilita e privo di limitazioni in una rete che offre nuovi spazi di crescita imprenditoriale anche a chi mezzi poveri ha saputo crearti e ritagliarsi la sua fetta di mercato e ora ci ritroveremo tutti con una spada di damocle che minaccia gravemente la nostra libertà.Questa è una aperta violazione dei nostri diritti civili e democratici oltre che violazione dei nostri diritti sanciti da accordi internazionali sulla registrazione dei domini."L'ITALIA è una Repubblica fondata sul lavoro..." - Non impediteci di lavorare!!!"...Liberta di pensiero, parola,ecc..." - Non impediteci di esprimerci!!!Questa è la Costituzione Italiana che seppur vecchia è ancora vigente RISPETTATELA e RISPETTATECI!!!Non dobbiamo essere noi Popolo Italiano a dover andare via da casa nostra come se fossimo degli indegni con il marchio di infamia. Ci state segregando e ghettizzando ci state costringendo ad abbassare la testa, state uccidendo il nostro orgoglio di essere ITALIANI sotto una bandiera tricolore che ci unisce e ci accomuna nel bene e nel male vi volete prendere quel poco che abbiamo costruito con li sudore della nostra fronte, non è giusto questo!!!Andate via VOI che ci state strangolando favoreggiando paesi stranieri in tutti i modi e togliendo così risorse alla nostra economia VOI volete avere un SUPERCONTROLLO su tutti mettendoci collari e catene, ora anche su quelli che sono in domini a registrazione internazionale non e giusto non è corretto ed è limitativo.Non è una questione di "partito" ma di persone! Andate via voi se non vi piace l'Italia e la volete cambiare a vostro piacimento, in altri paesi interi popoli o etnie sono state costrette ad andare via per poter lavorare o sopravvivere non vogliamo trovarci nella medesima situazione. Questa è una lenta morte civile solo che non si vuole ammettere apertanente di avere un collare sempre più stretto al collo che ora comincia a far mancare l'aria.
  • Anonimo scrive:
    POLITICI di MERDA ( mettimi la X come al solito )
    Perchè secondo quanto scritto da P.I. sopra:----------------------------------------------I testi non devono essere offensivi, ledere la dignità altrui o essere palesemente off topic.----------------------------------------------NOI NON DOBBIAMO LEDERA LA DIGNITA' ALTRUIMA I POLITICI SI,NOI NON DOBBIAMO ESSERE OFFENSIVI,MA I POLICICI ITALIANICI OFFENDONO CON LA LORO IGNORANZA paragonandocialla CINA (il "paese" PIU' REPRESSO al MONDO)( E VI RICORDO che SIA la DESTRA che LA SINISTRAHANNO DECISO DI MANDARE AVANTI questa sottospeciedi ddl MALFORMATO )Percui EVITATE di dire ( COMUNISTI o FASCISTIdi MERDA perche' LA MERDA SONO TUTTI LOROINDISTINTAMENTE CHE VOI AVETE MANDATO AL GOVERNO ).W l'Italia...
    • Anonimo scrive:
      Re: POLITICI di MERDA ( mettimi la X come al solito )
      Credi di essere forse un marziano?I politici e governanti in genere sono cittadini del paese che li elegge (Italia), scelti dalla popolazione in modo abbastanza libero, e che quindi rappresentano degli interessi (sui quali individualmente possiamo non essere df'accordo).Nessuno ti impedisce di lanciarti nella vita politica e dimostrare che hai proposte più sensate da fare.Quindi mi permetto di concludere che l'insulto viene da chi non ha niente da dire.Coraggio!- Scritto da: Max
      Perchè secondo quanto scritto da P.I. sopra:

      ---------------------------------------------
      I testi non devono essere offensivi, ledere
      la dignità altrui o essere palesemente off
      topic.
      ---------------------------------------------

      NOI NON DOBBIAMO LEDERA LA DIGNITA' ALTRUI
      MA I POLITICI SI,

      NOI NON DOBBIAMO ESSERE OFFENSIVI,
      MA I POLICICI ITALIANI
      CI OFFENDONO CON LA LORO IGNORANZA
      paragonandoci
      alla CINA (il "paese" PIU' REPRESSO al MONDO)

      ( E VI RICORDO che SIA la DESTRA che LA
      SINISTRA
      HANNO DECISO DI MANDARE AVANTI questa
      sottospecie
      di ddl MALFORMATO )

      Percui EVITATE di dire ( COMUNISTI o FASCISTI
      di MERDA perche' LA MERDA SONO TUTTI LORO
      INDISTINTAMENTE CHE VOI AVETE MANDATO AL
      GOVERNO ).

      W l'Italia...
      • Anonimo scrive:
        Re: POLITICI di MERDA
        ????????????????????MA TU TI DROGHI LA MATTINA? O LE STRONZATE CHE SCRIVI TI VENGONO SPONTANEE?- Scritto da: Rover Ragazzini
        Credi di essere forse un marziano?
        I politici e governanti in genere sono
        cittadini del paese che li elegge (Italia),
        scelti dalla popolazione in modo abbastanza
        libero, e che quindi rappresentano degli
        interessi (sui quali individualmente
        possiamo non essere df'accordo).
        Nessuno ti impedisce di lanciarti nella vita
        politica e dimostrare che hai proposte più
        sensate da fare.
        Quindi mi permetto di concludere che
        l'insulto viene da chi non ha niente da
        dire.
        Coraggio!

        - Scritto da: Max

        Perchè secondo quanto scritto da P.I.
        sopra:




        ---------------------------------------------

        I testi non devono essere offensivi,
        ledere

        la dignità altrui o essere palesemente off

        topic.


        ---------------------------------------------



        NOI NON DOBBIAMO LEDERA LA DIGNITA' ALTRUI

        MA I POLITICI SI,



        NOI NON DOBBIAMO ESSERE OFFENSIVI,

        MA I POLICICI ITALIANI

        CI OFFENDONO CON LA LORO IGNORANZA

        paragonandoci

        alla CINA (il "paese" PIU' REPRESSO al
        MONDO)



        ( E VI RICORDO che SIA la DESTRA che LA

        SINISTRA

        HANNO DECISO DI MANDARE AVANTI questa

        sottospecie

        di ddl MALFORMATO )



        Percui EVITATE di dire ( COMUNISTI o
        FASCISTI

        di MERDA perche' LA MERDA SONO TUTTI LORO

        INDISTINTAMENTE CHE VOI AVETE MANDATO AL

        GOVERNO ).



        W l'Italia...
      • Anonimo scrive:
        Re: POLITICI di MERDA ( mettimi la X come al solito )
        - Scritto da: Rover Ragazzini[...]
        I politici e governanti in genere sono
        cittadini del paese che li elegge (Italia),Vuoi dire che sono Italiani?
        scelti dalla popolazione in modo abbastanza
        libero, Su questo non ci giurerei ... e infatti anche tu scrive "in modo abbastanza libero"
        e che quindi rappresentano degli
        interessi (sui quali individualmente
        possiamo non essere df'accordo).Da quel che sento nessuno e' d'accordo. Ma a questo punto visto che nessuno e' d'accordo ... ma chi li ha votati? Magari Telecom o Unicredito o Fiat ?
        Nessuno ti impedisce di lanciarti nella vita
        politica e dimostrare che hai proposte più
        sensate da fare.Bhe' questo e' da vedere, infatti, sei per caso:raccomandato?ammanicato ?industriale ? con tanti soldi non il poveraccio!amico dell'amico?figlio di papa(eroni)?parente stretto di politici?hai perso un parente generale?sei un giudice o un PM?(Chi ne ha ancora li accodi cosi' vediamo dove arriviamo sicuramente il poveraccio sara' l'ultimo.)Non fai parte delle suddette categorie ... bhe' allora consolati, vuol dire che sei uno dei tanti poveracci come me e ti devi rassegnare a lavorare e pagare.SuStrach
        Quindi mi permetto di concludere che
        l'insulto viene da chi non ha niente da
        dire.
        Coraggio!

        - Scritto da: Max

        Perchè secondo quanto scritto da P.I.
        sopra:




        ---------------------------------------------

        I testi non devono essere offensivi,
        ledere

        la dignità altrui o essere palesemente off

        topic.


        ---------------------------------------------



        NOI NON DOBBIAMO LEDERA LA DIGNITA' ALTRUI

        MA I POLITICI SI,



        NOI NON DOBBIAMO ESSERE OFFENSIVI,

        MA I POLICICI ITALIANI

        CI OFFENDONO CON LA LORO IGNORANZA

        paragonandoci

        alla CINA (il "paese" PIU' REPRESSO al
        MONDO)



        ( E VI RICORDO che SIA la DESTRA che LA

        SINISTRA

        HANNO DECISO DI MANDARE AVANTI questa

        sottospecie

        di ddl MALFORMATO )



        Percui EVITATE di dire ( COMUNISTI o
        FASCISTI

        di MERDA perche' LA MERDA SONO TUTTI LORO

        INDISTINTAMENTE CHE VOI AVETE MANDATO AL

        GOVERNO ).



        W l'Italia...
    • Anonimo scrive:
      Re: POLITICI di MERDA ( mettimi la X come al solito )
      Ma proprio non le trovi delle parole meno volgari e forti per esprimerti?
      • Anonimo scrive:
        Re: POLITICI di MERDA ( mettimi la X come al solito )
        Le parole forti e volgari a voltesono piu' espressive di quelle normali.Impara, pivello.- Scritto da: Chicco
        Ma proprio non le trovi delle parole meno
        volgari e forti per esprimerti?
  • Anonimo scrive:
    Andranno a casa anche per questo.
    Il decreto "mani sulla rete", è ormai stato discusso ed analizzato. Chi ha seguito, sa che quello detto in questo articolo è vero. Chi non ha seguito è bene che sappia cosa, i nostri governanti, hanno messo in piedi. Uno scherzo di disegno legge che a leggerlo, per le incongruenze e castronerie sarebbe solo da ridere. La realtà, invece è che dietro a quel documento degno di un idiota, c'è un disegno orrendo e lurido: fare entrare la burocrazia dello stato italiano nell'unico posto dove possimo sentirci parte del mondo. In questo caso il paragone, non solo alla Cina ma anche alla Turchia mi sembra perfettamente calzante. All'indomani dell'emanazione del DDL ci furono delle elezioni. Caso volle che videro il crollo dell'attuale governo. Beh, non tanto a caso, credo che internet abbia avuto la sua rilevanza, in quella vicenda. Il filtro alla libera circolazione di notizie è, infatti, uno degli obbiettivi a cui il DDL mirerebbe.Sappiamo tutti che questo governo è agonizzante.Cercare di limitare la libertà di espressione e comunicazione degli uomini, non mi sembra, obbiettivamente, una di quelle azioni con cui riguadagnare la popolarità perduta. Non credo che alle elezioni, ormai prossime, siffatti uomini ne escano indenni. Abortira, quindi anche l'aborto DDL. Ma vigiliamo, perchè oggi sono entrati con il rullo dei tamburi, domani, quelli che verranno, potrebbero, in modo più subdolo, attirarci in una trappola.
    • Anonimo scrive:
      Re: Andranno a casa anche per questo.
      Il GOVERNO?Ma il DDL non è stato approvato da maggioranza e opposizione in maniera congiunta? Guarda un pò, come l'ultima legge sul diritto d'autore...Mi spieghi chi dobbiamo mandare a casa? L'attuale governo? (che l'ha proposto)L'attuale opposizione? (che l'ha approvato con calore)Tra l'altro, è mai capitato che una legge promulgata in una legislatura sia stata abrogata dalla successiva? Svegliati!- Scritto da: W la libertà
      Sappiamo tutti che questo governo è
      agonizzante.
      Cercare di limitare la libertà di
      espressione e comunicazione degli uomini,
      non mi sembra, obbiettivamente, una di
      quelle azioni con cui riguadagnare la
      popolarità perduta.
      Non credo che alle elezioni, ormai prossime,
      siffatti uomini ne escano indenni.
      Abortira, quindi anche l'aborto DDL. Ma
      vigiliamo, perchè oggi sono entrati con il
      rullo dei tamburi, domani, quelli che
      verranno, potrebbero, in modo più subdolo,
      attirarci in una trappola.
      • Anonimo scrive:
        Re: Andranno a casa anche per questo.
        Odio quelli che scrivono, in maniera provocatoria come te sopratutto quando scrivono pimperate come nel tuo caso.- Scritto da: Giuseppe

        Il GOVERNO?

        Ma il DDL non è stato approvato da
        maggioranza e opposizione in maniera
        congiunta? Invece di perdere tempo a scrivere cavolate e farci perdere tempo a leggerle : vatti a leggere le sedute, l'unico dell'opposizione è il relatore che, comunque non si è pronunciato a favore e comunque è di AN che dell'opposizione è il partito più statalista.

        Mi spieghi chi dobbiamo mandare a casa?

        L'attuale governo? (che l'ha proposto)

        L'attuale opposizione? (che l'ha approvato
        con calore)Bada bene, non ho detto che l'opposizione non farebbe una cosa del genere (anzi, a quale politico non piace la gestione di un organo di informazione e, come per Internet, anche di comunicazione). Semplicemente il DDL verra rinviato a tempo indeterminato. Poi vedremo se chi vincerà, vorrà riprendere, pari pari, un DDL proposto da PDS (D'alema), PC (Diliberto) e Amato (tramite il suo lecchino Passigli)e fortemente statalista.

        Tra l'altro, è mai capitato che una legge
        promulgata in una legislatura sia stata
        abrogata dalla successiva?Lo vedi che sei veramente analfabeta. Non è una legge, le sigle "D.D.L." ti dicono niente? Metti in moto il barlume d'inteligenza che ti rimane.



        Svegliati!Da che pulpito:-)! Tu intanto studia. Che so, comincia con qualcosa di semplice, "Stadio" per esempio e poi ripassa (ammesso che il tempo possa risolverti qualcosa).P.s. Gli altri mi perdonino per questo spreco di Byte, ma non ce l'ho fatta a trattenermi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Andranno a casa anche per questo.
          Ma sei veramente convinto di quello che dici?La Legge 18 agosto 2000, n.248Nuove norme sul diritto d'autore(G.U. n.206 del 4 settembre 2000)secondo te chi minchia l'ha votata?Traggo dalla rivista Inter.Net di febbraio:"...Recentemente a Roma si è svolto un convegno per illustrare la nuova legge e i maggiori fautori delle nuove norme erano tutti là a saltellare felici come pavoncelli in amore. Ecco i loro nomi e relativi collegi elettorali:A. Deputati- Angelo Altea, Nuoro, eletto col sistema proporzionale nella circoscrizione XXVI SARDEGNA nella lista del Pds. Questo parlamentare è stato anche il relatore della legge, per la quale si è battuto fortemente. Non mi risulta che abbia mai presentato progetti di legge per la Sardegna. Pare che sia socio della Siae;- Filippo Berselli, Bologna, eletto col sistema proporzionale nella circoscrizione XI EMILIA ROMAGNA nella lista di AN;- Giuseppe Giulietti, eletto con il sistema maggioritario nel collegio di Gubbio, DS;-Giovanna Griffagnini, eletta con il sistema maggioritario nel collegio di Bologna-Pianoro, DS;- Michele Saponara, eletto con il sistema maggioritario nel collegio di Milano, FI. I suoi ultimi interventi alla Camera riguardano l'esenzione dei bollini per le copie di lavoro delle tv;-Maretta Scoca, Roma, eletta con il sistema proporzionale nella circoscrizione XVI LAZIO 2 nella lista CCD-CDU;- Vincenzo Siniscalchi, eletto con il sistema maggioritario nel collegio di Napoli;B. Senatori- Ettore Bucciero, collegio di Bari Centro, AN;- Roberto Centaro, collegio di Siracusa, FI."Ti è piaciuta l'ammucchiata?SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!
          • Anonimo scrive:
            Re: Andranno a casa anche per questo.
            Vedo con piacere che sai leggere. Meno si può dire della tua organizzazione:1.L'articolo di inter.net (notissima rivista di informazione politica e sociale) può, per quanto ci dici, parlare anche di allevamenti ed elicotteri.2.Invece di leggere su riviste non specializzate (ti avevo invitato a leggere stadio non inter.net) segui i Link di Punto informatico, oltretutto non tieni ai tuoi soldi perchè PI come vedi è gratis, ed avrai tutte le informazuioni ufficiali sul DDL (poi dici a me sveglia :-)). Inutile spiegare che non è come dici o perlomeno la cosa è + complessa.3.Non avrai più risposte da me sei troppo stupido per continuare l'inutile polemica e ti invito a non rispondere sprechi, banda e tempo.Stammi bene e non ti affaticare troppo.- Scritto da: CGC
            Ma sei veramente convinto di quello che dici?

            La Legge 18 agosto 2000, n.248
            Nuove norme sul diritto d'autore
            (G.U. n.206 del 4 settembre 2000)

            secondo te chi minchia l'ha votata?

            Traggo dalla rivista Inter.Net di febbraio:

            "...Recentemente a Roma si è svolto un
            convegno per illustrare la nuova legge e i
            maggiori fautori delle nuove norme erano
            tutti là a saltellare felici come pavoncelli
            in amore. Ecco i loro nomi e relativi
            collegi elettorali:
            A. Deputati
            - Angelo Altea, Nuoro, eletto col sistema
            proporzionale nella circoscrizione XXVI
            SARDEGNA nella lista del Pds. Questo
            parlamentare è stato anche il relatore della
            legge, per la quale si è battuto fortemente.
            Non mi risulta che abbia mai presentato
            progetti di legge per la Sardegna. Pare che
            sia socio della Siae;
            - Filippo Berselli, Bologna, eletto col
            sistema proporzionale nella circoscrizione
            XI EMILIA ROMAGNA nella lista di AN;
            - Giuseppe Giulietti, eletto con il sistema
            maggioritario nel collegio di Gubbio, DS;
            -Giovanna Griffagnini, eletta con il sistema
            maggioritario nel collegio di
            Bologna-Pianoro, DS;
            - Michele Saponara, eletto con il sistema
            maggioritario nel collegio di Milano, FI. I
            suoi ultimi interventi alla Camera
            riguardano l'esenzione dei bollini per le
            copie di lavoro delle tv;
            -Maretta Scoca, Roma, eletta con il sistema
            proporzionale nella circoscrizione XVI LAZIO
            2 nella lista CCD-CDU;
            - Vincenzo Siniscalchi, eletto con il
            sistema maggioritario nel collegio di
            Napoli;
            B. Senatori
            - Ettore Bucciero, collegio di Bari Centro,
            AN;
            - Roberto Centaro, collegio di Siracusa, FI."

            Ti è piaciuta l'ammucchiata?

            SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA


Chiudi i commenti