Novell giura fedeltà a OpenDocument

Novell ha confermato il proprio impegno di promuovere il formato aperto OpenDocument ed includerne il supporto anche nelle prossime edizioni della propria distribuzione SuSE Linux
Novell ha confermato il proprio impegno di promuovere il formato aperto OpenDocument ed includerne il supporto anche nelle prossime edizioni della propria distribuzione SuSE Linux


Milano – Novell ha ribadito l’intenzione di appoggiare con tutto il proprio peso OpenDocument , il formato aperto dei documenti alla base delle ultime versioni di StarOffice e OpenOffice. Novell aveva introdotto il supporto a OpenDocument nella propria distribuzione SuSE Linux già nel marzo del 2005, ma ora conta di abbracciare pienamente questo formato anche nella prossima edizione del suo sistema operativo desktop.

OpenDocument è una specifica standardizzata, basata sullo standard XML, per le applicazioni d’ufficio. È un formato pubblico, aperto, indipendente che può essere implementato, senza il pagamento di alcuna royalty, all’interno di qualunque applicazione software. I formati della specifica OpenDocument comprendono documenti di testo, fogli di calcolo, tabelle e documenti grafici. I file OpenDocument possono essere aperti con qualunque applicazione conforme a OpenDocument, a prescindere dalla piattaforma.

Novell ha dichiarato che sta lavorando con Google, IBM, Red Hat, Sun e altre organizzazioni per promuovere questo standard presso l’industria, la comunità open source e il mercato. Novell è membro della commissione tecnica OASIS OpenDocument Format per le applicazioni Office, l’ente che gestisce e pubblica le specifiche dei formati aperti.

“Gli standard aperti veri, come OpenDocument, sono soggetti a ispezioni pubbliche e collaborazioni, e non sono limitati dai diritti di proprietà e dagli interessi individuali dei singoli produttori”, ha affermato Jack Messman, chairman e CEO di Novell. “Gli utenti hanno bisogno di queste condizioni per avere fiducia in uno standard in grado di rimanere sempre aperto. È questa apertura che garantisce libertà di scelta, e la libertà di scelta dei clienti è da lungo tempo la priorità di Novell”.

Anche Corel ha più volte sostenuto la necessità di appoggiare formati aperti e standard, ma la sua nuova suite per l’ufficio, WordPerfect Office X3 , non offre alcun supporto a OpenDocument.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 01 2006
Link copiato negli appunti