Numeri Apple, la breccia non era l'FBI

Gli UDID dei terminali della Mela non erano stati rastrellati dai federali. Era solo l'archivio, legittimo, di una software house. Che ammette la fuga di dati

Roma – La società di editoria in formato digitale BlueToad interviene nella recente vicenda dei numeri identificativi per i gadget commercializzati da Apple (UDID): quegli ID sono stati sottratti dai nostri archivi, dice BlueToad, quindi né Cupertino né l’FBI possono essere incolpati di alcunché.

Il caso degli UDID trafugati potrebbe dunque concludersi con una ammissione di colpa involontaria da parte di una vittima ignara, almeno fino a poche ore fa, di essere divenuta il bersaglio dei cracker di Anonymous: il collettivo hacktivista aveva rilasciato 1 milione e più di UDID in rete, sostenendo di averne sottratti 12 milioni e più da un computer appartenente all’FBI statunitense.

Erano piovute smentite, naturalmente, l’ultima delle quali proveniente da Apple stessa: noi non forniamo UDID agli agenti federali, avevano detto da Cupertino. Ora la rivelazione di Paul DeHart, CEO e presidente di BlueToad: gli hacker sono penetrati nei nostri server una settimana fa, dice DeHart, rubandoci gli UDID che sono poi comparsi in rete come presunto “bottino” del laptop dell’FBI.

Gli UDID erano stati raccolti dai dispositivi collegati al servizio di publishing di BlueToad come la policy di Apple prevedeva, dice ancora DeHart, ma ora la policy è cambiata e gli identificativi non vengono più archiviati sui sistemi dei produttori di “app” di terze parti.

La vulnerabilità che ha permesso il furto di dati è stata a ogni modo chiusa, continua il CEO di BlueToad, e gli utenti possono star tranquilli sulla riservatezza dei loro dati. Che la vicenda UDID si sia definitivamente conclusa? La parola passa ora ad Anonymous e alla sua eventuale capacità di confermare che gli identificativi provengono davvero dal computer dei federali.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mimmus scrive:
    Per le auto non sono d'accordo
    Questa è l'unica cosa su cui sono d'accordo:"la vostra macchina si fermerà da sola se passate troppo veloci davanti ad un autovelox"Lo dico da sempre: le auto devono essere "guidate" dalla strada, non da guidatori folli, esauriti, stanchi, nervosi, incapaci, ...
    • lslss scrive:
      Re: Per le auto non sono d'accordo
      - Scritto da: mimmus
      Questa è l'unica cosa su cui sono d'accordo:
      "la vostra macchina si fermerà da sola se passate
      troppo veloci davanti ad un
      autovelox"

      Lo dico da sempre: le auto devono essere
      "guidate" dalla strada, non da guidatori folli,
      esauriti, stanchi, nervosi, incapaci,
      ...basterebbe fare automobili com motori che non abbiano la potenza di superare i limiti (non motori depotenziati che poi tutti ripotenziano, come accadeva con i diaframmi dei motorini); ma poi dove va a finire la compensazione per tutti gli affetti da sindrome da pene minuscolo? serve per forza la macchina potente
      • iRoby scrive:
        Re: Per le auto non sono d'accordo
        Se ci fossero autodromi in ogni regione e costassero poco, tutti gli appassionati di velocità con pochi soldi potrebbero andare lì e non fare male a nessuno per strada.Per strada auto elettriche o automatiche vanno da sole e rispettano i limiti.In pista gli appassionati di velocità che si divertono lì in modo sicuro, assicurati e che non fanno male ad altri individui inermi per strada.
        • acciaio e non scrive:
          Re: Per le auto non sono d'accordo
          - Scritto da: iRoby
          Se ci fossero autodromi in ogni regione e
          costassero poco, tutti gli appassionati di
          velocità con pochi soldi potrebbero andare lì e
          non fare male a nessuno per
          strada.

          Per strada auto elettriche o automatiche vanno da
          sole e rispettano i
          limiti.
          In pista gli appassionati di velocità che si
          divertono lì in modo sicuro, assicurati e che non
          fanno male ad altri individui inermi per
          strada.in linea di principio sono anche d'accordo, almeno finché non prendo l'auto :)
  • Uqbar scrive:
    Ma la questione è un'altra
    ... overo sempre la stessa.Se io mi compro un oggetto, trasferisco la sua proprietà a me a fronte di un pagamento. Quell'oggetto è il mio e ci faccio quel che voglio. E soprattutto, nessun altro ci può fare quel che vuole senza la mia autorizzazione.Ora, se la proprietà quell'oggetto non è stata completamente trasferita a me, allora quell'oggetto non era in vendita ma in noleggio, leasing, comodato o altra formula commerciale.Ma allora questo non-trasferimento di proprietà deve essere chiaramente comuicato all'utente, come si fa con le auto a noleggio, le caffettiere in comodato e gli appartamenti in affitto.Il fatto che qualcuno possa limitare il mio godimento di un bene la cui proprietà è stata leggittimamente trasferita a me (ovvero non l'ho rubato) mi sembra un chiarissimo caso di ... come la possiamo chiamare ... truffa?Voglio proprio vedere se la Apple (o chi per essa) ha il coraggio di scrivere sullo scatolo:"Attenzione: questo iCoso non è veramente il vostro, ma nostro. E noi ve lo facciamo graziosamente usare, a modo nostro."Wake up! Stand up!
    • iRoby scrive:
      Re: Ma la questione è un'altra
      Stanno sostituendo il diritto alla proprietà con la licenza d'uso.Si stanno aprendo le porte del Neofeudalesimo Mercantile.Cosa significa questa parola?Semplicemente che come i feudatari si arrogavano per diritto divino la proprietà di qualsiasi cosa cresceva nel loro feudo, e la loro plebe produceva nelle fucine del feudatario, dove la plebe aveva dei diritti di utilizzo e usufrutto molto limitati, lavorando per il feudatario e tenendo solo la n/esima parte del raccolto......In chiave moderna l'industria si appropria e detiene qualsiasi diritto sugli oggetti che ci mette a disposizione, che smettono di essere nostri, ma ne acquisiamo solo una "licenza d'uso". Con la quale questi neofeudatari sotto forma di corporation, ci dicono quanto dobbiamo pagare per fare un uso limitato secondo le loro regole degli oggetti che ci mettono a disposizione.Il neofeudalesimo mercantile non si ferma solo a questi oggetti, dato che pervade anche i nostri servizi, l'acqua, le utenze energetiche. Ma presto anche le proprietà dei nostri immobili saranno a rischio. Le terre produttive ecc.Si sta tornando in una nuova epoca feudale dove i locali feudatari sono sostituiti dalle corporation e dalle regole di mercato.
      • Uqbar scrive:
        Re: Ma la questione è un'altra
        ... possibile ... ma la modalità di licenza/acquisto/noleggio deve essere indicata.Almeno finché il neofeudalesimo non sarà sancito come forma universale.
        • iRoby scrive:
          Re: Ma la questione è un'altra
          Quando questa forma di usufrutto sarà generale per tutto il mondo dell'elettronica, non te ne fregherà più nulla di come le licenze sono indicate, dato che saranno tutte uguali, e trasferiranno ogni possibilità di controllo a chi ne detiene la proprietà intellettuale, cioè la corporation e non tu.Già è così con tutto il mondo dell'entertainment... Presto arriverà quello dell'elettronica, poi si estenderà a quello dei mezzi di trasporto.Quindi alle terre produttive.Ed ancora alle nostre case. Che non saranno nostre ma di qualche azienda che ce le affitterà alle sue condizioni.E noi non saremo più cittadini in democrazia, ma torneremo ad essere plebe (anzi plebaglia come ci chiama il banchiere francese Jacques Attali).
          • Uqbar scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            ... ma fino a quel momento ...Ma poi sei sicuro? La Wii e il DS l'ho comprati e sulla scatola non c'è scritto che li ho in licenza o comodato d'uso.Stessa cosa cosa sul telefonino (che non ho preso dal gestore).Non mi è consentito aprire una scatola sigillata, quindi si presume un semplice e banale trasferimento di proprietà, detto acquisto.Altra cosa vale per i giochi, le app e il resto.Ma la discussione era sull'oggetto in sé, credo.Comunque hai ragione: è una situazione da brividi!
          • iRoby scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            Non è vero quello che dici sulla Wii & Co.Prima di tutto hai leggi che ti vietano mod e chip. Quindi già ti è vietato modificarla, e già questo limita la tua libertà di fare ciò che vuoi con ciò che hai comprato.In alcuni paesi poi è vietato sbrandizzare e sbloccare telefoni.E se lo fai hai come conseguenza comunque il decadere di ogni garanzia.Ti stanno infilando un cavallo di XXXXX, quando apri una scatola non c'è stato nessun trasferimento di proprietà se non solo di quello dell'hardware, ma il software che lo fa funzionare non è tua proprietà, ma lo hai in licenza d'uso.E senza quel software l'utilizzo che puoi fare dell'oggetto è solo come fermacarte o porte a seconda della dimensione.
          • Uqbar scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            Ma tutto ciò lo posso sapere solo dopo averlo "comprato" (sarebbe meglio dire "pagato").Ma non sto parlando di modifiche hw/sw.Dico solo che dopo che l'ho comprato nessuno può limitarmene il godimento.Quindi quelle robe dovrebbero essere disattivate di default e gestibili dall'utente in ogni momento. A meno che il contrario non sia chiaramente indicato FUORI la scatola, non dentro.E non possono invocare il diritto al reXXXXX a meno di non garantirlo per una tempo decente. Se prendi la documentazione della Wii, ci metti un paio di giorni a leggere e capire tutto, sempre che non hai altro da fare.La cosa è abbastanza ingarbugliata.In buona sostanza i produttori vogliono tutto (i tuoi soldi) e subito e tu non devi fiatare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            - Scritto da: Uqbar

            La cosa è abbastanza ingarbugliata.
            In buona sostanza i produttori vogliono tutto (i
            tuoi soldi) e subito e tu non devi
            fiatare.Per questo motivo e' doveroso XXXXXXXXXare immediatamente.Il coltello dalla parte del manico deve averlo sempre chi paga.
          • Uqbar scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            Non credo sia un dovere. Il dovere è pretendere che sia chiaro cosa sto pagando:- il trasferimento di proprietà (acquisto)- la licenza d'uso- il comodato d'uso- il noleggio- ecc.Quei furbacchioni mettono le clausole dentro la scatola, in mezzo a 2 o 3 cento pagine di roba inutile.Certo è che se tutto quel che rischio è il decadimento della garanzia, be' non vedo problemi!
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            - Scritto da: Uqbar
            Non credo sia un dovere. Il dovere è pretendere
            che sia chiaro cosa sto
            pagando:
            - il trasferimento di proprietà (acquisto)
            - la licenza d'uso
            - il comodato d'uso
            - il noleggio
            - ecc.Senza dubbio.Ma e' altrettanto doveroso che venga messa sul mercato anche la possibilita' di acquisto vero e proprio.Supponendo che venga messa in pratica la tua idea e tutto verra' etichettato come "licenza d'uso", a me non sta bene.Deve esserci sempre la possibilita' di acquisto.
            Quei furbacchioni mettono le clausole dentro la
            scatola, in mezzo a 2 o 3 cento pagine di roba
            inutile.Acca nisciun' effess!
            Certo è che se tutto quel che rischio è il
            decadimento della garanzia, be' non vedo
            problemi!Infatti. E' accettabilissimo che la garanzia decada se io ci metto le mani.Ma a quel punto chissenefrega della garanzia.
          • tucumcari scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            - Scritto da: panda rossa
            Acca nisciun' effess!Ottimismo a manetta?di fiess ce ne stanno eccome cumpà!Non faccio nomi hai già capito vero? ;)
          • iRoby scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            Uqbar,il diritto di reXXXXX se non accetti le condizioni è scritto chiaramente in ogni licenza d'uso.Non c'è bisogno sia scritto fuori.Lo compri, lo apri leggi e se non accetti quelle condizioni lo porti al negozio, entro minimo 7 max 10gg dipende dalla catena distribuzione che lo vende.Il problema è che si sta tendendo ad eliminare qualsiasi alternativa.Vuol dire che tutti imporranno simili regole e restrizioni.E quindi non avrai possibilità di scegliere altro prodotto quando hai riportato quello sconveniente in negozio.Il problema è dato dal fatto che tutte queste aziende seguono le medesime ideologie di protezione e controllo. Le ideologie neoclassiche neomercantili. Che voglio una popolazione spogliata di qualsiasi potere contro il mercato.Lo fanno esautorando gli Stati dandogli poteri marginali, e quindi togliendoti ogni istituzione antitrust, in nome del liberismo mercantile.Lo fanno depenalizzando qualsiasi reato queste aziende possano commettere in nome della difesa del mercato e dei loro diritti commerciali.Non ti rimane nulla, niente stato, niente leggi, niente istituzione.Devi solo pagare e consumare...Non sono frasi fatte, è tutto intorno a te questa cosa. Ti basta guardare il nostro paese che è uno dei più corrotti e che quindi meglio segue i dettami dei neocons, e delle loro ideologie.Antitrust senza potere.Diritto romano che va a farsi benedire.Associazioni dei consumatori che devono sbattersi continuamente per far valere i diritti dei propri iscritti.
          • Izio01 scrive:
            Re: Ma la questione è un'altra
            - Scritto da: Uqbar
            ... ma fino a quel momento ...
            Ma poi sei sicuro? La Wii e il DS l'ho comprati e
            sulla scatola non c'è scritto che li ho in
            licenza o comodato
            d'uso.Il DS non ho idea, immagino di no, ma il 3DS te lo possono brickare da remoto se non apprezzano quello che ci stai facendo:http://www.defectivebydesign.org/nintendoUna delle mattonelle che hanno inviato a Nintendo è la mia :-)
            Stessa cosa cosa sul telefonino (che non ho preso
            dal
            gestore).
            Non mi è consentito aprire una scatola sigillata,
            quindi si presume un semplice e banale
            trasferimento di proprietà, detto
            acquisto.
            Altra cosa vale per i giochi, le app e il resto.
            Ma la discussione era sull'oggetto in sé, credo.
            Comunque hai ragione: è una situazione da brividi!
  • anonimo scrive:
    Esiste già una prior art forse
    La Nissan GT-R del 2007 quindi prima del deposito del brevetto ha un limitatore di velocità che si disabilita sulle piste.http://en.wikipedia.org/wiki/Nissan_GT-RIn a review by Motor Trend editor Scott Kanemura, it was revealed that the GPS system fitted to the GT-R would remove the 180-kilometer per hour (112 mph) speed limiter when the car arrives at a race track, but only on tracks approved by Nissan. Aftermarket ECUs have been developed to bypass the speed limiter, in addition to stand-alone speed-limiter defeaters. The GPS check will not be implemented in American models.
    • iRoby scrive:
      Re: Esiste già una prior art forse
      No non è un controllo indotto da remoto.Cioè la centralina dell'auto col modulo GPS identifica il luogo in cui si trova l'auto, ossia le coordinate del circuito, e disabilita il limitatore.La tecnologia Apple permette di comandare a distanza da rete IP (3G, WiFi) determinate funzioni.Letteralmente ti entrano nel device e decidono cosa tu puoi farci o non farci con comando a distanza.Ho già visto però fare cose simili alle applicazioni per gli App store, per esempio Google Market/Play, mi ha disinstallato dallo smartphone un software SMS Total Commander che stavo testando. È un software spia che metti nel telefono di qualcuno e nascondi dall'elenco app e lo usi per farti fare il forward di sms e storico chiamate ad inidirizzi email o twitter.Quando Google decise di rimuoverlo dall'app store, è automaticamente sparito dal mio telefono dove lo stavo testando.
  • MegaJock scrive:
    Re: Meno male...
    - Scritto da: yogavidya
    Prima verranno a prendere gli zingari, ed io sarò
    contento, perché rubacchiano.
    Poi...

    Sappiamo come va a finire, vero?Si. Poi li lasciano uscire e tornano a rubacchiare.Poi vengono a prendere te.E non potrai pagarti un avvocato perchè gli zingari ti avranno rubato tutto. ;)
  • tucumcari scrive:
    Re: Meno male...
    - Scritto da: ruppolo

    No, diccelo tu.Hai mica provato a chiederlo a Siri?"Pliz uoud iou tell mi ou tis stori finisc"??(rotfl)(rotfl)
  • uno qualsiasi scrive:
    Re: Meno male...
    Te lo dico io: <i
    Prima di tutto vennero a prendere gli zingarie fui contento, perché rubacchiavano.Poi vennero a prendere gli ebreie stetti zitto, perché mi stavano antipatici.Poi vennero a prendere gli omosessuali,e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.Poi vennero a prendere i comunisti,ed io non dissi niente, perché non ero comunista.Un giorno vennero a prendere me,e non c'era rimasto nessuno a protestare. </i
    Ora, una domanda: non eri capace di cercartelo?
    • Marco scrive:
      Re: Meno male...
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Ora, una domanda: non eri capace di cercartelo?Avrà chiesto a Siri, sentendosi rispondere"Va tutto bene...fidati. Va tutto bene..."
    • panda rossa scrive:
      Re: Meno male...
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Te lo dico io:

      <i
      Prima di tutto vennero a prendere gli
      zingari
      e fui contento, perché rubacchiavano.

      Poi vennero a prendere gli ebrei
      e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.

      Poi vennero a prendere gli omosessuali,
      e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.

      Poi vennero a prendere i comunisti,
      ed io non dissi niente, perché non ero comunista.

      Un giorno vennero a prendere me,
      e non c'era rimasto nessuno a protestare.
      </i



      Ora, una domanda: non eri capace di cercartelo?Per essere capace e' capace.Ma e' il suo device che ha impedito la ricerca, in quanto nel giardino dorato certe cose e' meglio che non si leggano.Per il loro bene.Qualcuno potrebbe pensare...
    • iRoby scrive:
      Re: Meno male...
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Ora, una domanda: non eri capace di cercartelo?Ruppolo è il classico massificato dalla cultura mainstream, cosa pensavi che ne sapesse?Lui vive per amare gli oggetti (comprese le aziende che li producono) e usare le persone, e non viceversa, se si ha chiaro il concetto di "umanità"....
      • panda rossa scrive:
        Re: Meno male...
        - Scritto da: iRoby
        - Scritto da: uno qualsiasi

        Ora, una domanda: non eri capace di
        cercartelo?

        Ruppolo è il classico massificato dalla cultura
        mainstream, cosa pensavi che ne
        sapesse?

        Lui vive per amare gli oggetti (comprese le
        aziende che li producono) e usare le persone, e
        non viceversa, se si ha chiaro il concetto di
        "umanità"....Tu dici cosi' perche' sei un pezzente e non saresti mai capace di digiunare per un mese pur di poter acquistare l'ultimo gioiello apple.
  • tucumcari scrive:
    non ci resta
    che scaricare le meravigliose App che utilizzano queste magiche tecnologie!....Sempre che si tratti solo di App e non di OS... :|
    • ruppolo scrive:
      Re: non ci resta
      - Scritto da: tucumcari
      che scaricare le meravigliose App che utilizzano
      queste magiche
      tecnologie!
      ....
      Sempre che si tratti solo di App e non di OS...

      :|Questo tipo di funzioni vanno implementate a livello di OS, altrimenti non servono a nulla.Oggi come oggi mi devo ricordare di spegnere la soneria del cellulare quando mi trovo in certi luoghi. Se mi dovessi ricordare di attivare un'app sarebbe la stessa cosa. Inoltre potrei anche trovarmi in un luogo in cui non percepisco subito l'opportunità di silenziare il cellulare, quindi un automatismo è la soluzione perfetta.
      • zomas scrive:
        Re: non ci resta
        Dopo aver letto il commento di Ruppolo il nome Cassandra mi suona sinistro...
        • tucumcari scrive:
          Re: non ci resta
          - Scritto da: zomas
          Dopo aver letto il commento di Ruppolo il nome
          Cassandra mi suona
          sinistro...Perchè non sei contento di avere queste meravigliose tecnologie magari direttamente nell' OS?Che INGRATO!
      • tucumcari scrive:
        Re: non ci resta
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: tucumcari

        che scaricare le meravigliose App che
        utilizzano

        queste magiche

        tecnologie!

        ....

        Sempre che si tratti solo di App e non di
        OS...



        :|

        Questo tipo di funzioni vanno implementate a
        livello di OS, altrimenti non servono a
        nulla.
        Oggi come oggi mi devo ricordare di spegnere la
        soneria del cellulare quando mi trovo in certi
        luoghi. Se mi dovessi ricordare di attivare
        un'app sarebbe la stessa cosa. Inoltre potrei
        anche trovarmi in un luogo in cui non percepisco
        subito l'opportunità di silenziare il cellulare,
        quindi un automatismo è la soluzione
        perfetta.Ah ecco allora siamo tranquilli è nell' OS! (rotfl)(rotfl)
      • dexMIlano scrive:
        Re: non ci resta
        @ruppolo,Spero bene tu stia scherzando.Io se mi dimentico di spegnere il cellulare al cinema sbaglio, ma trovarmelo spento quando mi serve mi darebbe ben più fastidio.E come fa un altro a decidere se per me è meglio spento o acceso?Comunque è una funzionalità che io non vorrei nemmeno a livello firmware.@CassandraOttimo spunto
        • panda rossa scrive:
          Re: non ci resta
          - Scritto da: dexMIlano
          @ruppolo,
          Spero bene tu stia scherzando.
          Io se mi dimentico di spegnere il cellulare al
          cinema sbaglio, ma trovarmelo spento quando mi
          serve mi darebbe ben più
          fastidio.Evidentemente c'era qualcuno piu' potente di te a cui dava fastidio che tu lo tenessi acceso.
          E come fa un altro a decidere se per me è meglio
          spento o acceso?Lo fa. Hai accettato l'eula? Si? A posto.
          Comunque è una funzionalità che io non vorrei
          nemmeno a livello firmware.La tua volonta' non conta. Contano solo i tuoi soldi, che hai gia' dato.
          • dexMIlano scrive:
            Re: non ci resta
            Mah!AL momento tale funzione non si vede sul mio Galaxy.Già il GPS e la rete dati sono spenti se non mi servono elimitiamo il tracciamento (anche se la rete GSM sa sempre dove sono).Quando comparirà vederemo come fare.Non capisco comunque il tuo atteggiamento.Se avessi un sgrauso telefonino di 10 anni fa... ma se hai uno smrtphone, sei coinvolto quanto me.
          • panda rossa scrive:
            Re: non ci resta
            - Scritto da: dexMIlano
            Mah!
            AL momento tale funzione non si vede sul mio
            Galaxy.
            Già il GPS e la rete dati sono spenti se non mi
            servono elimitiamo il tracciamento (anche se la
            rete GSM sa sempre dove
            sono).
            Quando comparirà vederemo come fare.

            Non capisco comunque il tuo atteggiamento.Si chiama "ironia".
        • crumiro scrive:
          Re: non ci resta
          In realtà esistono software su Android che lo fanno già.Microsoft on{x} per esempio. Tasker.C'è anche una startup italiana...
      • Trollollero scrive:
        Re: non ci resta
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: tucumcari

        che scaricare le meravigliose App che
        utilizzano

        queste magiche

        tecnologie!

        ....

        Sempre che si tratti solo di App e non di
        OS...



        :|

        Questo tipo di funzioni vanno implementate a
        livello di OS, altrimenti non servono a
        nulla.
        Oggi come oggi mi devo ricordare di spegnere la
        soneria del cellulare quando mi trovo in certi
        luoghi. Se mi dovessi ricordare di attivare
        un'app sarebbe la stessa cosa. Inoltre potrei
        anche trovarmi in un luogo in cui non percepisco
        subito l'opportunità di silenziare il cellulare,
        quindi un automatismo è la soluzione
        perfetta.Giuro, non ho parole.Già ora si comincia a non poter più decidere cosa poter installare sui propri dispositivi, e qui c'è qualcuno che si augura che anche la scelta di tenerli accesi o spenti, quante e quali funzionalità attivare, sia decisa DA TERZI e DA REMOTO.E ha pure la faccia tosta di presentare la cosa come un BENE.Sono nauseato.
        • Izio01 scrive:
          Re: non ci resta
          - Scritto da: Trollollero

          Giuro, non ho parole.
          Già ora si comincia a non poter più decidere cosa
          poter installare sui propri dispositivi, e qui
          c'è qualcuno che si augura che anche la scelta di
          tenerli accesi o spenti, quante e quali
          funzionalità attivare, sia decisa DA TERZI e DA
          REMOTO.
          E ha pure la faccia tosta di presentare la cosa
          come un
          BENE.
          Sono nauseato.Si vede che sei nuovo, qui. This is Ruppolo for you (rotfl)
      • Funz scrive:
        Re: non ci resta
        - Scritto da: ruppolo
        Questo tipo di funzioni vanno implementate a
        livello di OS, altrimenti non servono a
        nulla.
        Oggi come oggi mi devo ricordare di spegnere la
        soneria del cellulare quando mi trovo in certi
        luoghi. Se mi dovessi ricordare di attivare
        un'app sarebbe la stessa cosa. Inoltre potreiè incredibile come tu non capisca mai niente di niente.Quelli decidono per te, se-come-quando-perché tu puoi usare le tue cose, e tu gli dai pure ragione.
        anche trovarmi in un luogo in cui non percepisco
        subito l'opportunità di silenziare il cellulare,
        quindi un automatismo è la soluzione
        perfetta.La tua libertà in cambio di uno specchietto.
      • iRoby scrive:
        Re: non ci resta
        Ruppolo non si può difendere ad oltranza un abominio come questo!Non cercare di trovarci quanto di buono ci può essere in queste tecnologie, dato che sarà un utilizzo assolutamente marginale e di dubbia utilità, a confronto con come e quanto può essere abusato da chi le usa contro di noi!Smettila di fare il leccapiedi di queste corporation in una specie di disturbo schizoaffettivo, dove vai cercando una qualche forma di umanità e di benevolenza in loro... Tanto non ti vogliono bene e mai te ne vorranno, vogliono solo i tuoi soldi!
        • Trollollero scrive:
          Re: non ci resta
          - Scritto da: iRoby
          Ruppolo non si può difendere ad oltranza un
          abominio come
          questo!

          Non cercare di trovarci quanto di buono ci può
          essere in queste tecnologie, dato che sarà un
          utilizzo assolutamente marginale e di dubbia
          utilità, a confronto con come e quanto può essere
          abusato da chi le usa contro di
          noi!

          Smettila di fare il leccapiedi di queste
          corporation in una specie di disturbo
          schizoaffettivo, dove vai cercando una qualche
          forma di umanità e di benevolenza in loro...

          Tanto non ti vogliono bene e mai te ne vorranno,
          vogliono solo i tuoi
          soldi!Signori, i casi sono due: o il caro ruppolo è da TSO oppure viene pagato (spero lautamente) per il suo astroturfing.L'ipotesi migliore è la seconda, la prima è talmente umiliante per tutta la specie umana che preferisco non prenderla in considerazione....
        • Trollollero scrive:
          Re: non ci resta
          - Scritto da: iRoby
          Ruppolo non si può difendere ad oltranza un
          abominio come
          questo!

          Non cercare di trovarci quanto di buono ci può
          essere in queste tecnologie, dato che sarà un
          utilizzo assolutamente marginale e di dubbia
          utilità, a confronto con come e quanto può essere
          abusato da chi le usa contro di
          noi!

          Smettila di fare il leccapiedi di queste
          corporation in una specie di disturbo
          schizoaffettivo, dove vai cercando una qualche
          forma di umanità e di benevolenza in loro...

          Tanto non ti vogliono bene e mai te ne vorranno,
          vogliono solo i tuoi
          soldi!Ma tu guarda, pare proprio che "ruppolo" e "astroturfer" nella stessa frase non si possano mettere....
        • Freedom of choice scrive:
          Re: non ci resta
          - Scritto da: iRoby
          in una specie di disturbo schizoaffettivobello...
      • acciaio e non scrive:
        Re: non ci resta
        - Scritto da: ruppolo
        Oggi come oggi mi devo ricordare di spegnere la
        soneria del cellulare quando mi trovo in certidimenticarsi le cose, brutta storia davvero.
      • Lallo scrive:
        Re: non ci resta
        già. Ma supponiamo che tua moglie stia per partorire e tu preferisca tenere acceso il cellulare anche se sei in riunione/chiesa/dove ti pare... pensi che Apple lo sappia o gliene freghi qualcosa??Ruppolo, alza il naso dal recinto...
  • Ciccio scrive:
    Uhm...
    Vista in ottice di tecnocontrollo, si direbbe un brevetto Apple che sarei felice di non trovare nel mio Android...
    • Ciccio scrive:
      Re: Uhm...
      - Scritto da: Ciccio
      Vista in ottice di tecnocontrollo, si direbbe un
      brevetto Apple che sarei felice di non trovare
      nel mio
      Android..."ottica", scusate il typo...
    • ruppolo scrive:
      Re: Uhm...
      - Scritto da: Ciccio
      Vista in ottice di tecnocontrollo, si direbbe un
      brevetto Apple che sarei felice di non trovare
      nel mio
      Android...Tranquillo, nel tuo Android non troverai nulla, il malware che lo controlla è ben nascosto.
      • Anonimo per finta scrive:
        Re: Uhm...
        Ruppolo... non ce la fai.Siamo tutti sulla stessa barca, ma non ci arrivi. Così come non ci sei arrivato con la poesia di prima.Guarda che anch'io, che uso con soddisfazione un Galaxy, sono seriamente preoccupato per come gira.Tu ne fai sempre un problema di bandiera e di tifoseria, qui, invece, è in ballo tutta l'umanità. E non esagero... purtroppo.
        • yogavidya scrive:
          Re: Uhm...
          Ecco, appunto.
        • sasturedio scrive:
          Re: Uhm...
          - Scritto da: Anonimo per finta
          Ruppolo... non ce la fai.
          Siamo tutti sulla stessa barca, ma non ci arrivi.
          Così come non ci sei arrivato con la poesia di
          prima.

          Guarda che anch'io, che uso con soddisfazione un
          Galaxy, sono seriamente preoccupato per come
          gira.

          Tu ne fai sempre un problema di bandiera e di
          tifoseria, qui, invece, è in ballo tutta
          l'umanità. E non esagero...
          purtroppo.perchè la redazione permette questo genere di commenti? siamo su PI, i commenti intelligenti andate a farli altrove
          • panda rossa scrive:
            Re: Uhm...
            - Scritto da: sasturedio
            - Scritto da: Anonimo per finta

            Ruppolo... non ce la fai.

            Siamo tutti sulla stessa barca, ma non ci
            arrivi.

            Così come non ci sei arrivato con la poesia di

            prima.



            Guarda che anch'io, che uso con soddisfazione un

            Galaxy, sono seriamente preoccupato per come

            gira.



            Tu ne fai sempre un problema di bandiera e di

            tifoseria, qui, invece, è in ballo tutta

            l'umanità. E non esagero...

            purtroppo.

            perchè la redazione permette questo genere di
            commenti? siamo su PI, i commenti intelligenti
            andate a farli
            altrovePuoi sempre usare il link di segnalazione abusi e specificare nella motivazione che il commento e' troppo intelligente per lo standard e sarebbe meglio rimuoverlo e bannare l'autore.
          • Freedom of choice scrive:
            Re: Uhm...
            :-D :-D :-D
Chiudi i commenti