Nuova release Java di classe enterprise

Nuova release Java di classe enterprise

Oracle annuncia la disponibilità di una nuova versione delle specifiche e tecnologie Java per le aziende con supporto - tra le altre cose - alle funzionalità di HTML5. L'integrazione completa con il cloud dovrà però attendere
Oracle annuncia la disponibilità di una nuova versione delle specifiche e tecnologie Java per le aziende con supporto - tra le altre cose - alle funzionalità di HTML5. L'integrazione completa con il cloud dovrà però attendere

A distanza di quattro anni dall’ultima versione, Java EE (Enterprise Edition) arriva finalmente alla versione 7: la nuova revisione della virtual machine per ambienti corporate è la prima a essere gestita completamente da Oracle dopo l’acquisizione di Sun nel 2010, e offre novità importanti per quanto riguarda le nuove tecnologie di sviluppo legate agli standard web.

Prima dell’annuncio ufficiale di Oracle, i membri del Java Community Process avevano già approvato le specifiche di Java EE 7 ad aprile: la nuova versione è in sostanza una VM “HTML5-ready” e introduce il supporto alle nuove API per la gestione di WebSockets e JSON accanto alla versione 2.0 della API JAX-RS (Asynchronous RESTful Web Services).

Java EE 7 aggiunge 4 nuove specifiche alle 28 presenti nella versione precedente, e oltre al supporto per tecnologie HTML5 si fanno notare un nuovo modello di programmazione per la realizzazione di applicazioni “batch” e una maggiore facilità di gestione dei task in modalità multi-threading – e quindi un migliore supporto alle architetture multi-core e multi-CPU.

Ma Java EE 7 si fa notare anche per le cose che non sono state inserite e che avrebbero dovuto essere parte della nuova versione secondo i piani originali di Oracle: fuori dalla nuova virtual machine sono restate tutte quelle tecnologie che avrebbero dovuto trasformare Java nel “miglior server di applicazioni per il cloud”, e che ora sono state invece programmate per le future versioni a causa di una non precisata “mancanza di maturità” nel campo dei servizi telematici decentralizzati.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 giu 2013
Link copiato negli appunti