Nvidia apre la potenza delle sue GPU

L'azienda ha rilasciato al pubblico gli strumenti necessari per sviluppare applicazioni in grado di trarre beneficio dalla potenza di calcolo di centinaia di processori grafici G80. Si apre l'era dello stream computing
L'azienda ha rilasciato al pubblico gli strumenti necessari per sviluppare applicazioni in grado di trarre beneficio dalla potenza di calcolo di centinaia di processori grafici G80. Si apre l'era dello stream computing

Sunnyvale (USA) – Serrando i ritmi di quella corsa tecnologica che la vede rivaleggiare con ATI , Nvidia ha distribuito la prima beta pubblica di un software developer kit (SDK) che permette ai programmatori di sfruttare i processori grafici della serie GeForce 8800 per accelerare una vasta gamma di applicazioni di calcolo tecnico, scientifico e finanziario.

“La GPU è ora un potente processore programmabile particolarmente adatto per applicazioni di calcolo intensivo come quelle utilizzate nell’ambito della ricerca petrolifera, della biologia e dell’analisi finanziaria”, ha affermato Andy Keane, general manager of GPU Computing di Nvidia. “Con la recente introduzione della tecnologia CUDA, la potenza del calcolo parallelo delle GPU è ora virtualmente accessibile ad ogni sviluppatore tramite il linguaggio di programmazione C”.

CUDA è una piattaforma per lo stream computing che permette di aggregare la potenza di calcolo di decine o persino centinaia di schede grafiche e utilizzarla, in ausilio alle tradizionali CPU, per velocizzare certi calcoli.

ATI ha già sperimentato lo stream computing per accelerare alcune ricerche in campo medico condotte presso la Stanford University: secondo l’azienda, le GPU delle proprie schede grafiche di ultima generazione hanno permesso di velocizzare i calcoli fino a 40 volte.

Oltre alle GPU G80 delle GeForce 8800, CUDA supporterà anche le future schede grafiche professionali della linea Quadro.

La prima beta pubblica del CUDA SDK, con numero di versione 0.8, può essere scaricata da questa pagina per le versioni a 32 bit di Linux e Windows XP.

Nvidia ha anche rilasciato quella che definisce la prima demo interattiva di un’applicazione basata sulle DirectX 10 : scaricabile da qui , il programma richiede una scheda GeForce 8800 e Windows Vista con i driver ForceWare 100.64.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 02 2007
Link copiato negli appunti