Nvidia GTX 480/470, le specifiche finali

Manca meno di una settimana al lancio sul mercato delle nuove GeForce GTX 480 e GTX 470. In rete sono trapelate quelle che appaiono essere le specifiche e i prezzi ufficiali delle due schede

Roma – Quando dovrebbero mancare ormai pochi giorni al lancio delle GeForce GTX 480 e GTX 470 di Nvidia, su Internet sono trapelati quelli che in molti ritengono essere i prezzi e le specifiche ufficiali delle due schede.

Vale la pena rammentare che GTX 480 e GTX 470 saranno le prime due schede video basate sulla tanto preannunciata architettura Fermi di Nvidia, e si rivolgeranno espressamente agli appassionati di videogiochi. Da quanto emerso negli scorsi giorni, le due schede avranno in comune il supporto alle tecnologie CUDA, 3D Vision Surround, PhysX e SLI a tre vie, e forniranno due porte DVI dual-link e una porta mini HDMI.

Il modello più costoso, il GTX 480, costerà 499 dollari e sarà caratterizzato da 480 stream processor (che Nvidia chiama CUDA core) con clock pari a 1401 MHz, da 1536 MB di memoria video GDDR5 con clock di 1848 MHz, da un’interfaccia con la memoria a 384 bit, da una frequenza del core GF100 di 700 MHz e da un thermal design power di 295 watt.

Il modello inferiore, il GTX 470, integrerà invece 448 CUDA core con frequenza di 1215 MHz, 1280 MB di memoria GDDR5 a 1674 MHz e da un TDP di 225 watt. L’ampiezza del bus di memoria è in questo caso di 320 bit.

Nvidia ha scelto di dotare entrambe le schede di un sistema di raffreddamento heat pipe a due slot e, come si può ben immaginare vedendo i consumi, anche di connettori per alimentazione ausiliaria. L’elevato consumo energetico e la conseguente difficoltà nel dissipare il calore generato è stato proprio uno dei problemi che ha fatto slittare il lancio delle nuove GPU di Nvidia.

Il lancio ufficiale delle due GeForce di nuova generazione è stato fissato per il prossimo 26 marzo.

La scorsa settimana Nvidia ha rilasciato una nuova versione dei suoi driver Forceware, la 197.13, che risolve un problema potenzialmente serio della precedente versione 196.75: problema che, in alcune circostanze, causava il surriscaldamento della GPU.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • andy61 scrive:
    ... si tirano la zappa sui piedi ...
    Come ho già avuto modo di considerare in passato, l'Inghilterra vuole seguire Francia, Nuova Zelanda ed altri nellimplementazione della dottrina Sarkozy, ma si troveranno di fronte a nuovi problemi ...Cedere ad interessi privati una prerogativa dello stato può non pagare, alla lunga La disconnessione può essere un buon deterrente, ma può ritorcersi contro lo stato.Dato il fatto che tutto lo scambio delle comunicazioni si sta convertendo dal cartaceo/televisivo allelettronico/digitale, se lo stato consente la disconnessione di un utente, deve anche strutturarsi per dargli acXXXXX in ogni caso a quanto gli è costituzionalmente dovuto: informazione, corrispondenza e comunicazioni.Questo significa che sarà lo Stato stesso che dovrà mantenere vivi servizi alternativi (e sempre più costosi) per assicurare al cittadino i suoi diritti.Togliere Internet ad una persona significa dover pagare postini, mantenere attivi sportelli per il pubblico nei pubblici uffici, mantenere vive reti televisive tradizionali (non veicolate via Internet), etc.Meditate, gente, meditate
    • ninjaverde scrive:
      Re: ... si tirano la zappa sui piedi ...
      Tempesta magnetica a fine 2012:Elettrcità e computer in tilt (meglio dei super-virus), memorie magnetiche cancellate.Banche, stato istituzioni e commercio tutti in "fuffa".Ci rimarranno il libri di carta, e le penne andranno a ruba, costeranno una fortuna, in particolare le macchine da scrivere meccaniche.....E' una gufata naturalmente... @^-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 marzo 2010 13.30-----------------------------------------------------------
      • andy61 scrive:
        Re: ... si tirano la zappa sui piedi ...
        io conservo ancora gelosamente mazzetta, scalpello e qualche tavoletta di granito ...... non si sà mai ...
      • Funz scrive:
        Re: ... si tirano la zappa sui piedi ...
        - Scritto da: ninjaverde
        Tempesta magnetica a fine 2012:
        Elettrcità e computer in tilt (meglio dei
        super-virus), memorie magnetiche
        cancellate.
        Banche, stato istituzioni e commercio tutti in
        "fuffa".
        Ci rimarranno il libri di carta, e le penne
        andranno a ruba, costeranno una fortuna, in
        particolare le macchine da scrivere
        meccaniche.
        ....E' una gufata naturalmente... @^Il SOHO ci da 90 secondi di preavviso... io inizio a preparare la gabbia di Faraday, e cerco il plugin per il sistema operativo... poi c'è solo da sperare di essere lì in tempo a staccare i fili :)Ma tanto se succede di nuovo quello che è sucXXXXX nel 1850 o giù di lì, la civiltà finisce e avremo altri problemi più pressanti ^_^;(scherzo ma neanche troppo!)http://www.newscientist.com/article/mg20127001.300-space-storm-alert-90-seconds-from-catastrophe.html?full=true
    • pignolo scrive:
      Re: ... si tirano la zappa sui piedi ...
      no, mediti male, non tolgono internet a una persona, la tolgono soltanto a una abitazione!lo ha scritto anche tetsuia:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2837855&m=2838191#p2838191
      • andy61 scrive:
        Re: ... si tirano la zappa sui piedi ...
        hai ragione, ma il problema non si sposta:metti il caso in cui, nella futura civiltà totalmente Internet'izzata il nipotino a casa dei nonni si scarica l'MP3 appena uscito di '44 gatti in fila per 3 con il resto di 2' ...Ai nonni viene bloccata la connettività, ma ... e se i nonni sono immobilizzati in casa?Non possono più contattare il medico, non possono più avere le informazioni, il telegiornale, il certificato di residenza ...L'idea della disconnessione è una cura che è peggio del male da curare ...e per di più non è neanche una cura: è soltanto un deterrente, ma come ben sai, i deterrenti funzionano soltanto quando c'è un'elevata probabilità, o addirittura la certezza, della sanzione.Se le disconnessioni dovessero essere effettuate a tappeto, ci si troverebbe ad isolare ampie parti della popolazione, con le conseguenze che puoi tranquillamente immaginare ...
        • Liber Ale scrive:
          Re: ... si tirano la zappa sui piedi ...
          - Scritto da: andy61
          hai ragione, ma il problema non si sposta:
          metti il caso in cui, nella futura civiltà
          totalmente Internet'izzata il nipotino a casa dei
          nonni si scarica l'MP3 appena uscito di '44 gatti
          in fila per 3 con il resto di 2'...
          Ai nonni viene bloccata la connettività, ma ... e
          se i nonni sono immobilizzati in casa?
          Ragazzi le disconnessioni possono avvenire anche per guasti tecnici e quindi dobbiamo entrare nell'idea di avere SEMPRE a disposizione una connessione di backup, come per esempio una chiavetta di un operatore mobile, oppure due linee Adsl economiche con due Provider diversi anziché un'unica Adsl professionale... a meno che uno non abbia una forte amicizia col vicino di casa, oppure un parente che abita al piano di sopra, ecc.
          • andy61 scrive:
            Re: ... si tirano la zappa sui piedi ...
            una cosa è una disconnessione temporanea per problemi vari: può durare un'ora, o qualche giorno, ma poi torna tutto a posto (magari dopo qualche mezzo kilo di telefonate al provider!).Ma la disconnessione d'ufficio è per sempre, ed a quanto pare devi continuare a pagare il canone, almeno fino al termine del contratto (e quiv viene da chiedersi: perché essere obbligati a pagare per un servizio che non viene erogato?).Già, c'è da chiedersi se non si inventeranno la patente a punti: se mi disconnnettono e cambio provider, come funziona? Che i provider si passano l'informazione come le assicurazioni?Oppure si cambia provider e ci si rimette a scaricare selvaggiamente finché non si viene presi di nuovo?
  • oltremanica scrive:
    Il canto del cigno
    Brown può dire quello che vuole, tanto non passa le elezioni
    • vala scrive:
      Re: Il canto del cigno
      sarebbe meglio che ti preoccupassi di piu' per il tuo amico Berlusconi..
      • Bic Indolor scrive:
        Re: Il canto del cigno
        - Scritto da: vala
        sarebbe meglio che ti preoccupassi di piu' per il
        tuo amico
        Berlusconi..Oh be... la scelta è sempre tra il peggio e l'infinitesimalmente meno peggio, dove il peggio è chi è al governo (chiunque sia) e il meno peggio è chi sta all'opposizione (chiunque sia). Fatto sta che quando le parti si invertono, anche il titolo di peggiore passa di mano. E l'astensione non risolve nulla: se non voti, "loro" restano "lì". Tutti.
  • Get Real scrive:
    Assolutamente coerente...
    Costringi tutti i cittadini ad essere dipendenti dall'acXXXXX al web per la loro vita e il loro lavoro, e così la minaccia di disconnessione forzata diventa in pratica una condanna alla morte civile. Non solo perdi l'acXXXXX a internet, ma non puoi più accedere ai servizi amministrativi e magari puoi dire addio alla possibilità di trovare casa e lavoro.Per le major, l'arma suprema: una pistola puntata alla testa di ogni cittadino, gentilmente fornita dal governo. Il potere assoluto di vita e di morte sulla vita di tutti. Schiavi dell'industria, per sempre.
    • Tetsuia scrive:
      Re: Assolutamente coerente...
      Esistono sempre internet point o connessioni di amici e conoscenti, nonchè quelle dell'ufficio. Disconnettono la tua connessione di casa non il tuo diritto ad accedervi da altre parti. Per quanto assurdo non è comunque la tragedia che scrivi. A leggerti sembra che se uno non si colleghi da casa sua dalla sua scrivania è morto.
      • ninjaverde scrive:
        Re: Assolutamente coerente...
        A leggerti sembra che se uno non si
        colleghi da casa sua dalla sua scrivania è
        morto.Giustamente, ma è ovvio che le minacce fanno sempre paura.La paura è la più potente arma del potere.
  • Shingo Tamai scrive:
    Il paradiso di phishers e scammers
    In un unico posto tutte le informazioni per truffare i cittadini e rubargli identita'.Geniale...
  • marcocavicchioli scrive:
    ridicoli
    cosa significa "la disponibilità di una pagina web personale per ciascun cittadino britannico"? basta andare su Blogger, o su facebook, per farsi una pagina personale: qualcuno lo dica anche a Brown!!!
    • sardinianguy88 scrive:
      Re: ridicoli
      da quando facebook e blogger sono strumenti ufficiali da usare per l'e government che hanno la scopo di fornire un unica interfaccia web per quasi tutte le esigenze amministrative di un soggetto??
      • marcocavicchioli scrive:
        Re: ridicoli
        quale utilità si avrebbe per l'e-government se ogni cittadino avesse una propria pagina personale su un servizio pubblico gestito dallo Stato?
Chiudi i commenti