Nvidia svela una piattaforma per i netbook

Si chiama Ion, e combina una CPU atom con una GPU GeForce 9400M. Il produttore sostiene che aprirà la strada a netbook e nettop utilizzabili per giocare in 3D e riprodurre video HD
Si chiama Ion, e combina una CPU atom con una GPU GeForce 9400M. Il produttore sostiene che aprirà la strada a netbook e nettop utilizzabili per giocare in 3D e riprodurre video HD

Ieri Nvidia ha ufficialmente svelato una piattaforma hardware, chiamata Ion , che combina il proprio chipset grafico GeForce 9400M (lo stesso impiegato sull’ultima generazione di MacBooks) con una CPU Atom. Il produttore afferma che la propria GPU a basso consumo vada a colmare una grande lacuna nell’attuale panorama dei sistemi Atom-based, e permetta di realizzare PC media center capaci di stare nel palmo di una mano.

Ion Il design di riferimento di Ion mostrato da Nvidia si basa su una scheda madre in formato Pico-ITX, ed ha all’incirca la dimensione di un hard disk da 3,5 pollici. In questo spazio trovano posto, oltre a chipset e processore, sei porte USB, due porte eSATA e uscite audio 7.1 più SPDIF.

Nvidia afferma che, grazie alla propria GPU, i netbook di prossima generazione saranno in grado di elaborare grafica e video a velocità fino a 10 volte maggiori, di fornire pieno supporto al video HD 1080p e di far girare Windows Vista con l’interfaccia Aero e tutti gli effetti attivati.

E il prezzo da pagare per beneficiare di queste chicche? In termini di denaro, i sistemi basati sulla GeForce 9400M dovrebbe costare all’incirca 50 dollari in più rispetto a quelli con i chipset grafici integrati di Intel. In termini di consumi, va considerato che la GeForce 9400M assorbe, a pieno carico, circa 22 watt, ma nell’uso normale (leggi grafica 2D) questo valore si attesta intorno ai 12-14 watt, e in idle i consumi scendono ad una manciata di watt. Se si considera che i chipset con grafica integrata di Intel che accompagnano Atom sono accreditati (ufficiosamente) di consumi massimi intorno ai 14-16 watt, il divario non dovrebbe poi essere così clamoroso.

Ad ostacolare i piani di Nvidia rimane solo un piccolo dettaglio: il benestare di Intel. Ad oggi, infatti, BigI vede Atom esclusivamente in accoppiata con i propri chipset, scoraggiando pertanto gli OEM dall’integrare sui propri device net-qualcosa chipset di terze parti. Come si è riportato ieri , Nvidia sta cercando l’appoggio dei maggiori produttori taiwanesi di PC per tentare di convincere Intel ad aprire la sua piattaforma.

La mamma delle GPU GeForce sostiene siamo molti gli OEM interessati a Ion, ed è indubbio che i tempi siano ormai maturi per l’arrivo di una generazione di netbook e di nettop “meglio equipaggiata” di quella odierna. Una generazione capace – allo stesso prezzo di oggi o poco più – di fornire performance grafiche e video significativamente migliori, questo anche in prospettiva dell’arrivo, su questa categoria di PC, di interfacce grafiche con effetti 3D e di compositing.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 12 2008
Link copiato negli appunti