Nvidia: Tegra 2 lancerà i tablet

Nvidia ha mostrato in anteprima i primi dispositivi basati sul suo futuro SoC Tegra 2, proclamando che questo chip determinerà la definitiva affermazione dei tablet

Roma – Come previsto , presso il CES di Las Vegas Nvidia ha rivelato maggiori dettagli sulla sua seconda generazione di system on chip Tegra, mostrando in anteprima alcuni dei dispositivi che lo monteranno.

Quella di Nvidia non è stata una presentazione ufficiale vera e propria: l’azienda si è infatti limitata a delineare solo le caratteristiche base di Tegra 2, senza peraltro annunciarne la data di lancio.

Tegra 2 sarà costituito da un processore Cortex A9 dual-core con frequenze di clock fino a 1 GHz, da un chip grafico GeForce e da alcuni altri core dedicati alla codifica e decodifica del video. Nvidia afferma che il suo nuovo SoC fornisce performance circa 10 volte superiori a quelle di una tipica CPU per smartphone e quasi quattro volte superiori a quelle del precedente Tegra.

Per quanto riguarda il consumo energetico, il thermal design power di Tegra 2 è di appena 500 milliwatt: tale livello di assorbimento, secondo Nvidia, garantisce autonomie fino a 140 ore per la riproduzione di musica e di circa 16 ore per la riproduzione di video HD (prendendo a riferimento un tablet con display da 5 pollici).

Il nuovo Tegra supporta la riproduzione di video con definizione 1080p a bit-rate elevati ed è in grado di far girare giochi 3D piuttosto complessi, quali ad esempio quelli basati sul noto motore grafico Unreal Engine 3 .

Nvidia afferma che Tegra 2 corteggia soprattutto i tablet, vale a dire dispositivi senza tastiera dotati di schermo touch compreso fra 5 e 10 pollici, fotocamera, WiFi ed eventuale modem 3G.

Il produttore californiano ha proclamato il 2010 come “l’anno del tablet”, affermando che questa categoria di device si imporrà come il naturale ponte tra telefoni cellulari e PC. Alcuni di questi dispositivi sono stati esibiti al CES, tra i quali un tablet di Compal con schermo da 7 pollici e sistema operativo Android 2.1. Nvidia ha detto che il prezzo medio di questi tablet sarà compreso tra 200 e 300 dollari.

Non va dimenticato che la CPU alla base di Tegra si basa sull’architettura ARM e, per tale ragione, non è possibile farci girare le versioni desktop di Windows: i sistemi operativi compatibili con Tegra 2 saranno Windows Mobile, Linux e Android. Indipendentemente dalla piattaforma software, tutti i dispositivi basati su Tegra 2 saranno in grado di riprodurre contenuti in Flash.

Nvidia afferma di aver già consegnato ai propri partner centinaia di piattaforme di sviluppo hardware/software per Tegra 2, e ha assicurato che i primi prodotti basati sul nuovo SoC arriveranno sul mercato nel corso dell’anno.

Alessandro Del Rosso

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Undertaker scrive:
    Sentenza di morte per Eutelia
    Giá in difficoltá per le ADSL (che rendono inutili i dialer)e questo é il colpo di graziano dialer, no party
    • gigggi scrive:
      Re: Sentenza di morte per Eutelia
      Eutelia era proprio quella che piu' faceva uso degli addebiti in bolletta di numeri MAI FATTI dall'utente.Vado a memoria: avevano "beccato" degli addetti che aprivano le cassette di commutazione (quelle situate sono lungo le strade e vicino alle case) e , collegandosi a vari contatti, , componevano i numeri dei pornazzi a pagamento e per questo erano stati condannati: lavoravano per Eutelia
  • Enjoy with Us scrive:
    Finalmente...
    ora rimangono da bloccare certi prefissi internazionali e poi i vari dialer e i vari furbetti delle telco diventeranno un ricordo... Io ancora non capisco tuttavia perchè il garante consenta di utlizzare la bolletta per scaricarci costi aggiuntivi... per quello esistono carte di credito e prepagate!
    • pabloski scrive:
      Re: Finalmente...
      in pratica chiedi al garante di bloccare il mondo delle telecomunicazionifaccio notare che pure le numerazione in decade 4 ( le suonerie e i loghi per capirci ) fanno parte del range dei VASpoi ci sono le numerazione estere che pure vengono usate per questi scopi e non puoi tagliarle, altrimenti ti ritrovi con 3 milioni di africani che non possono più chiamare casa
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Finalmente...
        - Scritto da: pabloski
        in pratica chiedi al garante di bloccare il mondo
        delle
        telecomunicazioni

        faccio notare che pure le numerazione in decade 4
        ( le suonerie e i loghi per capirci ) fanno parte
        del range dei
        VAS

        poi ci sono le numerazione estere che pure
        vengono usate per questi scopi e non puoi
        tagliarle, altrimenti ti ritrovi con 3 milioni di
        africani che non possono più chiamare
        casaNessuno vieta di chiedere al proprio gestore telefonico di sbloccare qualsiasi numerazione, Io non vedo perchè certe numerazioni notevolmente dispendiose debbano essere attive di default... dirò di più non comprendo perchè sia consentito in generale di usare la bolletta telefonica per addebiatre servizi diversi da quello per cui sono nate... il conteggio del traffico telefonico. Perchè mai devono esistere servizi a valore aggiunto? Se uno vuole un simile servizio l'addebito può tranquillamente avvenire su una carta prepagata o su una carta di credito, è tanto difficile vendere nelle edicole o su internet carte ricaricabili (come certe carte per le telefonate internazionali). su cui possano essere scaricati i costi di tali servizi?
  • AxAx scrive:
    Non cambia nulla
    Faranno accordi con gestori esteri e sposteranno questi giochetti su numerazioni con prefissi sudamericani o africani non bloccabili, coma facevano anche in passato.
    • cinico scrive:
      Re: Non cambia nulla
      - Scritto da: AxAx
      Faranno accordi con gestori esteri e sposteranno
      questi giochetti su numerazioni con prefissi
      sudamericani o africani non bloccabili, coma
      facevano anche in
      passato.Cambia invece, perché non potrai più denunciare le compagnie telefoniche con le class action che da quest'anno entreranno casualmente in vigore.
  • Anonimo scrive:
    E che problema....
    C'è? tanto cambiano numerazione....es. da 899 a 894... Fatta la legge? Trovato l'inganno...
    • Polemik scrive:
      Re: E che problema....
      No, perché sono bloccati a priori TUTTI i numeri a sovrapprezzo. Quindi dovrebbere essere inutile cambiare numero.
      • Jack scrive:
        Re: E che problema....
        - Scritto da: Polemik
        No, perché sono bloccati a priori TUTTI i numeri
        a sovrapprezzo. Quindi dovrebbere essere inutile
        cambiare
        numero.Controllato ora sul 187.it, mi dice che 894 e 895 sono abilitate...PS: se premo modifica dice "attendere prego" e non si muove da lì...
  • pabloski scrive:
    ottima cosa
    a questo punto i consumatori non avranno più scuse da accampare, perchè anche se è vero che c'erano in giro dialer truffaldini, è pur vero che la stragrande maggioranza delle bollette gonfiate erano dovute agli utenti che guardavano i pornazzi e poi non volevano pagare
    • gigggi scrive:
      Re: ottima cosa
      E' sempre l'utente, per te, quello che cerca di "XXXXXXX" il fornitore di servizi.L'esistenza di numeri "a valore aggiunto" e' di per se una truffa pensata a tavolino a favore delle connessioni automatiche non volute.Pensa che, mancando il conta-scatti nelle case degli utenti, e' tutto nelle mani del fornitore il conteggio e la fatturaziomne degli scatti stessi, e questo e' gia' di per se uno squilibrio. Una volta si diceva che quando Telecom aveva bisogno di una decina di miliardi (di lire) , veniva mandato un unico impulso a tutti i contatori d'Italia che avanzavano di un digit e nessuno poteva contestare nulla. Oggi, con il riporto dei numeri fatti in bolletta, non e' piu' possibile, pero' il fornitore continua a mascherare le ultime 3 cifre, perche' vuole tenersi un "margine" di errore.....Adesso, finalmente, il servizio dei pornazzi viene fornito SOLTANTO a chi ne fa una richiesta esplicita e cosi' si discrimineranno i XXXXioli dai cittadini che vengono truffati.Tu da che parte stai?
      • Poldo scrive:
        Re: ottima cosa

        L'esistenza di numeri "a valore aggiunto" e' di
        per se una truffa pensata a tavolino a favore
        delle connessioni automatiche non
        volute.Non esageriamo, servizi a pagamento ci sono da sempre.Primo tra tutti il "12" di una volta.E possono essere utilissimi.Il problema sta nel fatto che qualcuno ci ha costruito delle truffe e che le telco hanno fatto finta id non vedere a lungo.
Chiudi i commenti