Nvidia pronta a lanciare Tegra 2

Nvidia sta avviando la produzione del suo system on chip di seconda generazione. Un prodotto che lancerà ufficialmente in occasione del prossimo CES di Las Vegas
Nvidia sta avviando la produzione del suo system on chip di seconda generazione. Un prodotto che lancerà ufficialmente in occasione del prossimo CES di Las Vegas

Nvidia ha confermato che tra poche settimane, presso il CES di Las Vegas (7-10 gennaio 2010), annuncerà ufficialmente la sua seconda generazione di system on chip Tegra. In quell’occasione verranno mostrati anche alcuni dispositivi basati sui nuovi chip mobili di Nvidia, dispositivi che – stando a quanto promesso da Michael Hara, dirigente di Nvidia – “avranno form-factor davvero interessanti”.

Oggi sono soltanto due i prodotti di una certa notorietà ad utilizzare Tegra: il media player portatile Zune HD di Microsoft e quello M1 di Samsung. Nvidia spera che Tegra 2 possa raccogliere un successo assai maggiore, facendosi strada in una gamma di dispositivi decisamente più variegata: tablet PC, smartbook, netbook, MID e smartphone.

Hara prevede che i primi smartphone basati su Tegra 2 arrivino sul mercato nella seconda parte del 2010, mentre le altre tipologie di device dovrebbero fare capolino nei negozi già entro i prossimi sei mesi.

Stando a certe voci , tra i dispositivi che monteranno Tegra 2 ci sarà anche il Nintendo DS di prossima generazione.

I pochi dettagli su Tegra 2 fin qui forniti da Nvidia parlano di una potenza due volte superiore a quella del predecessore, di un’architettura ARM dual-core a 40 nanometri e di una memoria più veloce. Tutto ciò dovrebbe tradursi in un significativo aumento di performance sia con le applicazioni sia nella riproduzione dei video HD, ora supportati anche nella risoluzione 1080p.

Hara non ne ha fatto menzione, ma il prossimo CES potrebbe fare da palcoscenico anche alla presentazione ufficiale di ION 2 , nuova versione della nota piattaforma di Nvidia dedicata a netbook e nettop. Anche in questo caso il nuovo ION dovrebbe fornire performance circa doppie a quelle del predecessore, e supportare giochi 3D piuttosto complessi.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti