Nvu, la risposta open a FrontPage

Con il rilascio della versione 1.0, il software aperto Nvu va a competere con applicazioni proprietarie per il web authoring come FrontPage e Dreamwaver. Erede di Mozilla Composer, Nvu gira su Linux e Windows
Con il rilascio della versione 1.0, il software aperto Nvu va a competere con applicazioni proprietarie per il web authoring come FrontPage e Dreamwaver. Erede di Mozilla Composer, Nvu gira su Linux e Windows


San Diego (USA) – Era l’ottobre del 2003 quando Linspire , all’epoca conosciuta come Lindows, finanziò lo sviluppo di un software user-friendly e multipiattaforma per la creazione dei siti web. La scorsa settimana quel software, chiamato Nvu, è finalmente giunto alla sua prima release matura: la 1.0.

Tra i molti progetti open source nati per incrementare il numero di applicazioni desktop sotto Linux, e offrire un’alternativa ad alcuni fra i più noti prodotti proprietari per Windows e Mac, Nvu si è subito guadagnato un certo livello di attenzione. Il suo obiettivo è infatti quello di fornire agli utenti uno strumento WYSIWYG (What You See Is What You Get) per il web authoring che sposi la facilità d’uso di MS FrontPage con alcune delle funzionalità più avanzate di Macromedia Dreamweaver. Una caratteristica che, secondo il suo team di sviluppo, fa di Nvu un’applicazione a sé stante nel panorama del software open source.

“Nvu dà agli utenti meno tecnici la possibilità di creare, modificare e pubblicare siti web attraenti e professionali senza la necessità di possedere esperienze di programmazione o HTML”, recita un comunicato di Linspire.

Disponibile per una molteplicità di sistemi operativi, tra cui Linux, Windows e Mac OS X, Nvu poggia su due importanti tecnologie sviluppate da Mozilla Foundation: il motore di rendering Gecko e l’architettura XUL, entrambe alla base di Firefox. Come avviene con quest’ultimo, le funzionalità di Nvu possono essere espanse per mezzo di plug-in, o estensioni : le estensioni disponibili, tra cui si segnala un debugger Javascript, sono ancora poche, ma è lecito attendersi che in futuro il loro numero crescerà rapidamente.

Nvu include un ambiente di editing che supporta i tab e consente di creare o modificare una pagina web sia in modalità WYSIWYG che in modalità codice sorgente. L’editor permette inoltre di visualizzare un’anteprima del codice e, sulla base di questa, vedere a colpo d’occhio la posizione di tutti i tag HTML presenti in una pagina.

Tra le maggiori caratteristiche di Nvu c’è il gestore di siti web, che utilizza il protocollo FTP per pubblicare i siti e sincronizzare i file locali con quelli remoti; il supporto a cornici, moduli, tabelle, e modelli; un selettore di colori che permette di selezionare un colore in base alle sue componenti cromatiche (rosso, blu e verde), oppure alle sue tonalità, saturazione e luminosità; la visualizzazione a schede delle pagine web; un editor CSS, che permette di inserire le proprietà di stile di ogni elemento senza la necessità di creare un foglio di stile; barre degli strumenti personalizzabili; tool per l’ottimizzazione del codice HTML, e supporto alle informazioni XHTML Friends Network per la creazione di reti sociali .

Nvu 1.0 può essere scaricato in inglese dal sito ufficiale o in italiano da questo mirror . Il sito ufficiale in lingua italiana è ospitato da MozillaItalia.org .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 07 2005
Link copiato negli appunti