Obama: temo la giungla digitale delle news

In un'intervista, il 44esimo Presidente ha confessato di essere un grande appassionato di giornalismo. Che deve superare la crisi e integrarsi nella blogosfera: per evitare la rissa di informazioni senza controlli

Roma – “Sono un grande appassionato di giornali. La sfida da affrontare sarà quella di lasciare che i quotidiani tradizionali continuino ad offrire un’integrità giornalistica, con cronache basate sui fatti e inchieste svolte con serietà”. A dichiararlo , il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, nel corso di una recente intervista presso lo Studio Ovale di Washington. A colloquio con la Pittsburgh Post-Gazette e The Blade , Obama si è soffermato in modo particolare sul ruolo vitale che il mondo della carta stampata svolge all’interno della società statunitense .

Un giornalismo old style che per il Presidente deve continuare a vivere nella maniera più florida possibile, cercando di superare la crisi economica che ha portato diversi quotidiani statunitensi a chiudere o a spostarsi esclusivamente sul web . Come hanno, infatti, fatto presente Gazette e Blade , già organi d’informazione come The Rocky Mountain News da Denver hanno cessato le proprie attività o le hanno trasferite esclusivamente su Internet, come nel caso del Seattle Post-Intelligencer .

E proprio sul web Obama ha espresso particolari preoccupazioni, temendo quella che potrebbe trasformarsi in una giungla digitale senza alcun serio controllo giornalistico. “Sarei molto preoccupato – ha spiegato il 44esimo Presidente degli Stati Uniti – se la direzione delle news fosse interamente verso la blogosfera. Ogni notizia, senza scrupolose attività di fact-checking e contestualizzazione, contribuirebbe soltanto a creare situazioni in cui gli uni gridano contro altri, senza la possibilità di una vera comprensione reciproca”.

“Quello che spero – ha continuato Obama – è che la gente inizi a comprendere che portare un giornale su Internet non equivale a offrire qualcosa in maniera gratuita, ma, al contrario, che servono modelli di business adatti a supportare tutto questo”. Modelli di business che non sono mancati all’appello negli ultimi, accesi dibattiti a proposito della cosiddetta pay-per-news online. Il magnate dei media Rupert Murdoch non è certo nuovo a forti posizioni a favore di quello che già da tempo fa il Wall Street Journal ; visione differente quella del CEO Google Eric Schmidt, che ha auspicato un modello a pagamento soltanto per il giornalismo di settore e non per quello generalista. Ma è proprio lì che Obama teme la giungla digitale.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • angros scrive:
    Forse si può fare con gli infrarossi
    Avete mai provato a puntare un telecomando del televisore contro la fotocamera (vanno bene tutte, anche le telecamere, pure quelle a nastro) ed a premere il pulsante? Voi non vedete nulla, ma il CCD sì (sullo schermo vedrete lampeggiare una lucetta sulla punta del telecomando, ed a occhio nudo non la vedete). Oltre a servire per controllare se il vostro telecomando è rotto, questo sistema serve anche ad altri scopi (mi pare che esistano anche dei flash ad infrarossi, per fare foto di notte senza essere visti, si usano per riprendere animali notturni senza disturbarli).Magari un fascio abbastanza intenso di luce infrarossa può creare dei riflessi e rovinare la foto, mentre non è visibile a occhio. Dubito, però, che possa funzionare all' aperto.
  • The_GEZ scrive:
    Perplessità
    Ciao a Tutti !Mah, a me questo sistema fa venire in mente un pò di perplessità ...Innanzitutto nell' articolo si dice che il sistema è dotato di " raggi laser programmati per rilevare i CCD ", e come ? Con la palla di vetro ?In una fotocamera l' elemento sensibile è assolutamente passivo, non vedo come possa essere "rilevato", poi qui si parla di CCD e se CCD non fosse, se fosse CMOS o FOVEON ? Questo sistema è in grado di rilevare che si sta avvicinando a lui un apparecchio in grado di fare foto ? Alla faccia dell' intelligenza artificiale !Punto secondo se anche rilevasse l' elemento sensibile, un paparazzo userà una macchina reflex, per cui normlmente il sensore sarebbe coperto dallo specchio reflex e quindi non visibile, ed un eventuale raggio sparato verso di esso avrebbe l' effetto di COLPIRE IN PIENO la retina del fotografo.Oppure il sistema è talmente avanzato da rilevare anche il momento dello scatto ?Qualcuno ha parlato di laser all' infrarosso, ma tutti i sensori per fotocamere sono provvisti di un filtro UV che taglia le frequenza dell' infrarosso.Poi il laser viaggia in linea retta e concentrata in un punto, per cui l' obbiettivo dovrebbe essere allineato al raggio se no ciccia ...E ce ne sarebbero altre.Insomma mi sa un pò di FUD ...
  • Max scrive:
    E come lo riconosci un CCD?
    Non so se avete presente... ma un CCd è un oggetto elettrico passivo, mica attivo... che io sappia non emette niente di rilevabile a 100mt di distanza... e poi il CCD lo vedi solo quando il fotografo scatta, normalmente è detro all'otturatore.Quindi, normalmente, vedi solo il vetro dell'obiettivo... che poi sono qualcosa aome 6/20 lenti una di fronte all'altra...I paparazzi sono lontani, ed usano teleobiettivi... i loro soggetti sono al sole, e possono scattare a tempi veloci tipo 1/1000 od anche di più.Personalmente, non riesco ad immaginare come possa funzionare un sistema in grado di riconoscere ed accecare solo la fotocamera.Anche perchè prima di tutto, non riesco ad immaginare come poterla riconoscere, da 100mt / 200mt di distanza. (hanno un sensore da 100megapixel che fa 1000 foto al secondo a 360° gradi? ne dubito...)Oppure accecano tutto? hanno un raggio laser che spara con una copertura di 90° quadrati? ma continuo a non vedere un modo per distinguere un obiettivo da un qualunque pezzo di vetro...Usano uno spetrografo iperveloce per distinguere il vetro usato negli obiettivi? ma siamo sempre li, serve un tempo di risposta inferiore al millesimo di secondo...non so, resto scettico...
  • Undertaker scrive:
    Mafia russa
    Come la maggior parte dei mafiosi, tafficanti ed arricchiti russi il caro Abramovich non é propriamente russo...
  • Giuseppe Rossi scrive:
    inutile
    Facile da filtrare non è un problema per un buon tecnico.
  • Vladimir Putin scrive:
    Dilettanti!
    Si fa prima ad usare un laser da una decina di MW direttamente sul paparazzo, è anche più facile prendere la mira che cercare di centrare l'obiettivo di una telecamera, che mica tutti hanno la mia mira, che non ho bisogno del laser e al paparazzo gli spolvero le gengive col mio AK47!!! (cylon)
    • The_GEZ scrive:
      Re: Dilettanti!
      Ciao Vladimir Putin !
      Si fa prima ad usare un laser da una decina di MW
      direttamente sul paparazzo, è anche più facile
      prendere la mira che cercare di centrare
      l'obiettivo di una telecamera, che mica tutti
      hanno la mia mira, che non ho bisogno del laser e
      al paparazzo gli spolvero le gengive col mio
      AK47!!!HAHAHA !Ti sei tradito, non sei il Putin !Lui è uno sniper professionista ed non avrebbe mai usato un AK47 per il tiro di precisione, tutti sanno che per questo di uas l' SVD Dragunov. p)
      • Vladimir Putin scrive:
        Re: Dilettanti!
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao Vladimir Putin !


        Si fa prima ad usare un laser da una decina di
        MW

        direttamente sul paparazzo, è anche più facile

        prendere la mira che cercare di centrare

        l'obiettivo di una telecamera, che mica tutti

        hanno la mia mira, che non ho bisogno del laser
        e

        al paparazzo gli spolvero le gengive col mio

        AK47!!!

        HAHAHA !
        Ti sei tradito, non sei il Putin !
        Lui è uno sniper professionista ed non avrebbe
        mai usato un AK47 per il tiro di precisione,
        tutti sanno che per questo di uas l' SVD
        Dragunov.
        p)Ma no, che il paparazzo è un bersaglio facile, a meno che non abbia il non-fisico di Fassino, il Dragunov è sprecato! 8)
  • Alan scrive:
    Errore nel testo
    "La nuova tecnologia solleva qualche dubbio. Innanzitutto non è chiaro se il fotografo che si vede tutte le fotografie cancellate (non solo, ipoteticamente, quelle ottenute sulla barca del petroliere russo) abbia diritto ad una compensazione."Ovviamente il laser non cancella le foto! sempicemente quando ne scatta una si vede tutto bianco xkè il laser ha illuminato l'obiettivo della telecamera!!! pensare un momentino prima di scrivere non penso sia tanto difficoltoso!
  • hp suck scrive:
    comunismo
    quando leggo ste cifre ... penso solo che ci vorrebbe veramente il comunismo, un bel giorno lo stato si sveglia e dice:signor tizio, sai che c'è? se ti puoi permettere il megayatch e divertirti con il laser "macchinette fotografiche fila & fondi", se ti puoi permettere 9 ville in sardegna e divertirti con le ragazzine, se ti puoi permettere quello e quell'altro ...... vuol proprio dire che c'hai troppo soldi! ti lascio 600mila euri e tutto il resto sono miei, li uso per la ricerca scientifica, per qualche strada, per qualche casa ..p oer rifare il convento delle suore orsoline, e tu zitto!(nota bene gli sta lasciando molto + di quello che io guadagnerò "lordo" in 20 anni, mi sembra giusto)
    • Gianei scrive:
      Re: comunismo
      Risposta: Signor stato, ma io su tutte le mie entrate pago le tasse, sa che le dico? Io mi trasferisco in un altro stato, le mie tasse le porto la' e lei vada ad espropriare qualcun altro. Ciaooooooooooooooooo
  • Marco Rinaldi scrive:
    Secondo me è semplice...
    Secondo me è più semplice di quanto sembri. Secondo me si tratterà di un banale infrarosso che rende rosse le foto fatte con fotocamere digitali. E dubita sia vero questo fatto che rileva e colpisce i sensori, mi sembra futuristico, secondo me tutto attorno alla nave viene semplicemente sparato un grosso fascio infrarosso che disturba qualsiasi foto digitale (così come fanno alcuni cinema per evitare la registrazione con le videocamere).In questo caso non sarebbe poi così costoso (anche se la luce dovrebbe essere bella potente) rispetto a quanto molti pensano, e in più non danneggia ne il sensore ne gli occhi del fotografo, semplicemente c'è una luce che copre la foto.Possibilmente mi sbaglio, ma razionalmente mi sembra si tratti di questo.
    • ottomano scrive:
      Re: Secondo me è semplice...
      Anche io penso che sia come nei cinema.Anche perchè finirebbe per accecare le telecamere di sicurezza dei porti.In ogni caso è una cosa inutile. Con una macchina a pellicola tradizionale hai sorpassato il problema.Nicola
  • Max donati scrive:
    laser..
    ma esiste sul serio? chi è l'azienda che lo produce?...e poi un laser in grado di "accecare" i sensori di una CCD non è potenzialmente pericoloso per l'occhio?...bho mi sa tanto di bufalona...
    • Rin Kobayashi scrive:
      Re: laser..
      - Scritto da: Max donati
      ma esiste sul serio?Immagino di si, non vedo ragione tecnica per cui non possa esistere.
      chi è l'azienda che lo
      produce?...Non so, non si tratta comunque di una tecnica nuova.
      e poi un laser in grado di "accecare" i sensori
      di una CCD non è potenzialmente pericoloso per
      l'occhio?...Visto che il laser prende di mira solo gli obiettivi direi di no, resta da capire come riconosce un obiettivo da, per esempio, un paio d'occhiali.Comunque la quantità di luce emessa immagino sia regolata in modo da non causare danni fisici agli uomini.Non lasciarti spaventare dal nome "laser", un laser è un semplice fascio di luce concentrato, niente di più. Quello che importa è l'intensità (oltre che la lunghezza d'onda) e il tempo di esposizione.
      bho mi sa tanto di bufalona...Come dicevo sopra, non vedo ragione tecnica per cui non debba funzionare. L'unico dubbio è appunto su come riesce ad identificare gli obiettivi di una fotocamera e quanti falsi-positivi o falsi-negativi questa tecnica presenta.
      • Nicola Lamonaca scrive:
        Re: laser..
        Ma quante XXXXXXX che spari...! Perchè non leggi gli articoli di giornalisti SERI, non questa congrega di cialtroni? Qualcuno ha già segnalato l' articolo di Paolo Attivissimo, vattelo a leggere, va...e non cercare di dare spiegazioni "scientifiche" a cose che non esistono....svegliamoci!!
    • Wolf01 scrive:
      Re: laser..
      A parte che basta mettere una riga di diodi infrarossi (quelli dei telecomandi) attorno alla barca per renderla già una massa luminosa all'occhio delle telecamere, e non so quanto questo faccia male all'occhio umano, non ho mai provato a stare a guardare il led del telecomando per più di qualche secondo
  • Funz scrive:
    Armi laser
    Quali sono i pericoli per la salute?Stiamo parlando di raggi laser (infrarossi?), che producono danni alla retina se puntati agli occhi. Se sono abbastanza potenti per rovinare una foto (e magari anche il sensore), che danni possono causare alla vista? E certo non possono pretendere di illuminare "solo" il paparazzo, certamente ci andrà di mezzo qualche ignaro passante...Le armi laser per accecare i piloti di caccia sono vietate dalle leggi militari,.
    • Rin Kobayashi scrive:
      Re: Armi laser
      - Scritto da: Funz
      Quali sono i pericoli per la salute?
      Stiamo parlando di raggi laser (infrarossi?), che
      producono danni alla retina se puntati agli
      occhi. Se sono abbastanza potenti per rovinare
      una foto (e magari anche il sensore), che danni
      possono causare alla vista?

      E certo non possono pretendere di illuminare
      "solo" il paparazzo, certamente ci andrà di mezzo
      qualche ignaro
      passante...Immagino che chi ha messo in commercio questi attrezzia abbia prima dovuto verificare queste cose. Non credo nemmeno serva una forte intensità per rovinare una fotografia, basta solo che sia concentrata sul CCD in modo da risultare più luminosa del resto della scena.
      Le armi laser per accecare i piloti di caccia
      sono vietate dalle leggi
      militari,.Bé, se accechi un pilota da caccia quello precipita e muore, se accechi la fotocamera di un paparazzo difficilmente ne morirà. Considera che si tratta di raggi infrarossi, quindi del tutto invisibili al nostro occhio, in altre parole non possono accecarci. I CCD invece li vedono benissimo. Noi non abbiamo recettori adatti ad identificarli e probabilmente i recettori esistenti non ne vengono danneggiati (a meno di forti intensità). Bisognerebbe però fare degli studi in merito ed è probabile che chi ha messo in vendita il sistema si sia già posto queste domande anche perché, se così non fosse, questo lo esporrebbe a cause miliardarie. Non è quindi suo interesse non aver fatto tutti i test del caso.
      • Beccamorto scrive:
        Re: Armi laser
        Guarda che un laser infrarosso può accecare benissimo, se è abbastanza potente, e a parte quelli della classe di potenza minima, gli altri possono comunque lasciare cicatrici sulla retina.
  • Giacomo Boschi scrive:
    Abboccanooooo!
    Nono capoverso:http://attivissimo.blogspot.com/2009/09/le-cose-che-non-colsi-20090923.html
  • Papa Ratzy scrive:
    E come fa a rilevare i ccd?
    cdo.E se il ccd non è di un paparazzo, ma di una telecamera di sicurezza del porto? L'attrezzo le acceca tutte finché non lo spengono?
  • Redpill scrive:
    Compensazione?
    "Innanzitutto non è chiaro se il fotografo che si vede tutte le fotografie cancellate (non solo, ipoteticamente, quelle ottenute sulla barca del petroliere russo) abbia diritto ad una compensazione."Non capisco questa frase, ignoranza mia. Si intende un risarcimento per il danno arrecato al lavoro del paparazzo???Se è così è inquietante, quello viene a fotografare me e la mia barchetta da un milione di paperdollari contro la mia volontà e io lo devo pure rimborsare?
    • Rin Kobayashi scrive:
      Re: Compensazione?
      - Scritto da: Redpill
      "Innanzitutto non è chiaro se il fotografo che si
      vede tutte le fotografie cancellate (non solo,
      ipoteticamente, quelle ottenute sulla barca del
      petroliere russo) abbia diritto ad una
      compensazione."

      Non capisco questa frase, ignoranza mia. Si
      intende un risarcimento per il danno arrecato al
      lavoro del
      paparazzo???
      Se è così è inquietante, quello viene a
      fotografare me e la mia barchetta da un milione
      di paperdollari contro la mia volontà e io lo
      devo pure
      rimborsare?Se non c'è danno alla macchina fotografica allora è una ipotesi campata in aria.Non si può nemmeno dire che la foto sia "rovinata" visto che la foto è solo un ritratto di ciò che vede, ovvero barca _e_ raggio laser (che c'è, fa parte della scena ritratta anche se l'occhio umano non lo vede [essendo infrarosso]).Se io mettessi sulla mia barca una coperta nera di modo da coprirla completamente il fotografo potrebbe dire che gli ho rovinato la foto visto che non gli ho lasciato vedere quello che c'è sotto?Quella barca ha una coperta, solo che non è fatta di tessuto, ma di luce infrarossa direzionata.Resta solo da vedere se l'intensità della luce del laser è tale da rovinare il CCD della fotocamera, ma ne dubito. L'unica cosa che fa è mandarlo in saturazione, come se il fotografo cercasse di riprendere qualcosa di molto luminoso.Questa tecnica comunque non è nuova, era già stata sperimentata in passato per impedire alle persone di usare le fotocamere dei videocellulari per fare foto in musei e altri luoghi sensibili (non ricordo se l'avevo letto qui o su slashdot).
    • hp suck scrive:
      Re: Compensazione?
      metti che io non sia un paparazzo, ma un turista, che so a malapena chi è sto tizio, ma di sicuro non seguendo sky, ne il calcio non so nemmeno che faccia abbiavedo passare una nave gigantesca nel porto, e mi gira di fotografarla ..se sto fotografando la mia tipa con la tua nave sullo sfondoe se mi distruggi la macchinetta e/o le foto delle vacanzevoglio essere ripagato!o quantomeno dovrebbero avvisare con cartelli a terra: attenzione è in funzione un dispositivo antifoto ... se le fate, le fate a vs rischio e pericolo
      • Wolf01 scrive:
        Re: Compensazione?
        Si e poi tramite il raggio laser ti formatta il pc che hai a casa...Non rovina niente, magari forse solo il chip ccd della macchinetta, ma sicuramente non può cancellarti/rovinarti delle foto se non quella che stai facendo, un po' come fotografare il sole
  • Avorio scrive:
    E le foto analogiche?
    Soluzione facile facile: macchine fotografiche analogiche!
  • Giorgio scrive:
    Papi
    Questo aggeggio qui mi pare perfetto per il nostro Papi quotidiano...
  • angros scrive:
    E i multavelox?
    Come da oggetto, ci sarà chi cerca di montarselo sulla macchina?Lo so, è una domanda scontata, ma tanto qualcuno l' avrebbe posta di sicuro.
    • SIGLAZY scrive:
      Re: E i multavelox?

      Come da oggetto, ci sarà chi cerca di montarselo
      sulla
      macchina?

      Lo so, è una domanda scontata, ma tanto qualcuno
      l' avrebbe posta di
      sicuro.Costa troppo. Molto meglio il solito flash da fotografo montato vicino alla targa, che scatta quando vede il lampo dell'autovelox accecandolo ...
  • Streamer scrive:
    Per miopi
    La nuova tecnologia solleva qualche dubbio. Innanzitutto non è chiaro se il fotografo che si vede tutte le fotografie cancellate (non solo, ipoteticamente, quelle ottenute sulla barca del petroliere russo) abbia diritto ad una compensazione. Cancella tutte le foto nella memoria?Ma non dovrebbe "solo" accecare l'obiettivo?Con un pò di attenzione questo laser corregge pure le diottrie, e l'operazione è gratis!Per i fotografi sarà dura dimostrare se sono state cancellate tutte ( o quante) le vecchie foto: una memory danneggiata è danneggiata e da buttare. Si recupera solo spendendo fortune. In tribunale dovrà fare il disegnino dei personaggi immortalati nelle loro posizioni? (rotfl)Comunque bella idea, me lo installo in villa vicino al vulcano questo laser.
Chiudi i commenti