Obama terrà il suo smartphone. Anzi, due

Dovrebbe essere l'epilogo di uno dei tormentoni che ha accompagnato il periodo di transizione tra l'elezione e l'insediamento alla Casa Bianca. Obama ha vinto, ma il suo staff dovrà dire addio all'IM
Dovrebbe essere l'epilogo di uno dei tormentoni che ha accompagnato il periodo di transizione tra l'elezione e l'insediamento alla Casa Bianca. Obama ha vinto, ma il suo staff dovrà dire addio all'IM

Spente le luci della cerimonia di insediamento alla White House, per il 44esimo presidente degli Stati Uniti è tempo di mettersi al lavoro. Anche con il fido Blackberry. A quanto pare alla fine Obama l’avrebbe spuntata, grazie all’intervento della NSA e a qualche piccola modifica.

Stando a quanto sostenuto da The Atlantic , sarebbe intervenuta la NSA per modificare il Blackberry e renderlo più sicuro rispetto a possibili attacchi, portando il livello di sicurezza da secret a top secret grazie ad un non meglio specificato sistema di cifratura dei dati.

Ma non solo: stando ai vari rumor disseminati nel web, il neo eletto alla Casa Bianca potrebbe avere non uno, ma due smartphone. In questo caso, il ruolo di secondo spetterebbe al Sectera Edge , classificato come dispositivo sicuro dalla NSA stessa. In particolare, le intenzioni di Obama sarebbero quelle di utilizzare il Blackberry per le conversazioni personali, mentre il Sectera Edge verrebbe utilizzato come supporto della sua attività ufficiale.

Nonostante si attendano ancora conferme ufficiali in merito, una cosa appare certa: l’Instant Messaging sarà inutilizzabile alla Casa Bianca. Verrà bandito per non creare imbarazzi: tutte le comunicazioni effettuate all’interno della residenza del presidente devono essere registrate per legge e rese pubbliche.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 01 2009
Link copiato negli appunti