Obesità, informatici sempre più grassi?

Un grafico a metà tra il serio e il faceto getta un'ombra sulle capacità degli sviluppatori di buttar giù di chili di troppo. Anzi, pare proprio che Supersize Me non abbia insegnato nulla
Un grafico a metà tra il serio e il faceto getta un'ombra sulle capacità degli sviluppatori di buttar giù di chili di troppo. Anzi, pare proprio che Supersize Me non abbia insegnato nulla

Da tempo negli USA si parla del sempre più imbarazzante e preoccupante problema della ciccia in eccesso. Anche tra gli informatici, soliti occupare scrivanie dalle comode poltrone: a suggerire che vi sia un aumento progressivo del peso degli informatici è un grafico sviluppato da FitBit : rivela come dal ’99 ad oggi ad un evento come il Linux Symposium vengano distribuite molte più t-shirt per taglie forti che quelle per smilzi.

il grafico delle t-shirt Volendo credere che il grafico possa davvero dire qualcosa, si evidenzia un calo netto delle taglie Small, Medium e Large rispetto a XL e XXL. Lo scenario prospettato da TechCrunch è quindi costituito da pinguini obesi e sedentari, troppo impegnati a giocare online o a smanettare con hardware e software per occuparsi della propria salute. Si tratta naturalmente di considerazioni da prendere con leggerezza poiché non si può generalizzare: non si tiene conto di particolari rilevanti come le differenze tra la stessa taglia in t-shirt di produttori diversi o il gusto personale che induce a scegliere una taglia in più o in meno.

Ironia a parte, quello dei chili di troppo è un problema molto sentito , sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo: gli informatici non sono da meno, da sempre inquadrati nello stereotipo che li vede come tipi pigri e sedentari. Basta guardarsi in giro durante un qualsiasi evento che abbia a che fare con l’informatica per notare un cospicuo numero di pance più o meno prominenti. Tanto che proprio in seno al settore tecnologico stanno moltiplicandosi numerosi gadget che aiutano a tenersi in forma, ricordando quanto sia sano fare un po’ di esercizio fisico.

pinguini obesi Non è un caso se sui gadget blog di continuo vengono presentati prodotti e prodottini per buttare giù la pancia. In ordine di tempo l’ ultimo è tra i più singolari e crudeli: è un dispositivo dotato di cardiofrequenzimetro che si collega alla tv, il cui meccanismo è molto semplice da comprendere. Se si vuole vedere la tv, c’è da sudare: il device abbassa il volume della televisione, fino a spegnerla definitivamente se non percepisce i movimenti e le pulsazioni di chi lo indossa. Un gadget venduto a 39 dollari, un prezzo motivazionale . Certo non c’è solo quello, in queste ore si parla non a caso – visto il nome dell’azienda che ha sviluppato il grafico – anche del “fermacravatte” FitBit Tracker , 100 dollari di concentrato di tecnologia: piccolissimo, monta un sensore simile a quello utilizzato da Nintendo per Wii che invia ad una piccola torre di controllo informazioni via wireless su quanto si è camminato, quante calorie sono state bruciate e addirittura quanto e come ci si è riposati durante il sonno. FitBit è corredato di un sito web su cui è possibile controllare e valutare i propri progressi, scambiando informazioni con i membri della community, motivandosi a vicenda.

Vincenzo Gentile

fonte immagini qui e qui

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 09 2008
Link copiato negli appunti