Oculus Infinite Office: VR per la produttività

La visione di Facebook in merito all'impiego della realtà virtuale nel contesto lavorativo prende forma con Oculus Infinite Office.
La visione di Facebook in merito all'impiego della realtà virtuale nel contesto lavorativo prende forma con Oculus Infinite Office.

Si è soliti pensare alla realtà virtuale come a una tecnologia indirizzata quasi esclusivamente all’intrattenimento, con un focus particolare su quello videoludico, ma Facebook ha in cantiere alcuni impieghi diversi: lo testimonia l’annuncio di Infinite Office basato sul nuovo visore Oculus Quest 2.

VR e lavoro: Facebook presenta Oculus Infinite Office

Quel che fa è visualizzare un ambiente VR all’interno del quale interagire mediante gesture con un numero potenzialmente infinito di finestre e applicazioni, andando così oltre i limiti fisici di una scrivania tradizionale. Il concept è ben spiegato dal video qui sotto.

A differenza di quanto avviene con HoloLens di Microsoft, che invece si basa sul principio di mixed reality lasciando intravedere cosa circonda l’utente, Oculus Quest 2 riproduce in tempo reale all’interno del visore una versione monocromatica della stanza e dei presenti attraverso un sistema battezzato Spatial Passthrough.

A tale scopo Facebook ha avviato una collaborazione con Logitech per creare periferiche che possano fungere da punto di contatto tra l’ambiente virtuale e il mondo reale. La prima è la tastiera K830: l’utente digita su quella fisica, sulla scrivania, controllando però l’azione dall’interno del visore.

Fonte: Oculus
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti