Oculus, nuovo prototipo per sviluppatori

La prima conferenza per sviluppatori della startup americana porta in dote un nuovo caschetto VR, nuovi demo e servizi. L'obiettivo è titillare gli sviluppatori e preparare a dovere un mercato di virtualità per il debutto consumer

Roma – Durante il weekend si è svolta la conferenza Oculus Connect , primo evento di Oculus dedicato agli sviluppatori nel corso del quale non sono mancate certo le novità hardware, software e servizi. L’obiettivo, dichiarato, è migliorare ancora la piattaforma per la realtà virtuale in attesa di un debutto presso i consumatori mainstream ancora lontano nel tempo.

Oculus Crescent Bay

Oculus Connect 2014 ha significato prima di tutto l’ avvento di Crescent Bay , nuovo prototipo dell’HMD Rift che si rivolge ancora una volta agli sviluppatori e permette, grazie alle nuove soluzioni integrate, di fornire un’esperienza VR “impossibile da raggiungere” con il prototipo precedente (DK2).

Crescent Bay può quindi contare su una nuova tecnologia di display, un sensore di tracciamento dei movimenti della testa a 360 gradi (contro i 180 gradi della versione precedente), una ergonomia migliorata anche grazie a un peso ridotto e cuffie audio integrate di alta qualità basate su tecnologia (usata sotto licenza) di RealSpace3D.

A mettere in mostra le qualità del nuovo Oculus “Crescente Bay” Rift ha pensato Epic, con il nuovo demo “Showdown” basato su Unreal Engine 4, mentre Unity – uno degli engine più popolari per lo sviluppo di giochi indie – ha annunciato l’arrivo di un add-on gratuito capace di supportare il dispositivo.

L’hardware più avanzato non servirebbe a nulla senza il software, e a Oculus sono consapevoli di questa fondamentale realtà del settore tecnologico al punto da presentare il nuovo servizio Platform : accessibile in VR tramite lo stesso Rift, Platform è uno store telematico da cui poter scaricare app, software e altre esperienze virtuali che, col tempo, dovrà servire agli utenti come porta di accesso alle potenzialità dell’HMD Oculus.

L’entusiasmo è tanto, la volontà di coinvolgere gli sviluppatori pure, ma la strada per una virtualità consumer è ancora lunga: il management di Oculus – John “Doom” Carmack incluso – ha discusso in tal senso di quel che resta ancora da fare durante il panel di Connect, e uno degli elementi mancanti per garantire un’esperienza VR autentica – su cui la società è ovviamente già al lavoro, questa volta senza prototipi – è l’utilizzo di controller fisici adeguati che non sembrino joypad per console.

Quali che siano le difficoltà, il nuovo interesse per la tecnologia VR scatenato dall’impresa di Oculus – una piccola società nata con il crowdfunding, poi divenuta parte integrante del colosso multimiliardario di Facebook – è ben visto da Brett Leonard, il regista del film Il tagliaerbe , e chiama naturalmente a raccolta potenziali concorrenti desiderosi di dire la loro in un nuovo, potenziale mercato di gadget e software VR.
Uno di questi concorrenti, Totem, è alla ricerca di fondi su KickStarter (350mila dollari) per un caschetto superiore (sulla carta) al Rift e disponibile al pubblico entro aprile 2015 al modico prezzo di 549 dollari.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uto Uti scrive:
    Rihanna?
    Ma ormai che c'è rimasto da vedere di Rihanna? Le tube di Falloppio?
  • ... scrive:
    rianna inXXXXXXX?
    ma se e' lei la prima a dare il XXXX, dai! cosa le manca da mostrare? giusto le radiografie.
    • Giada scrive:
      Re: rianna inXXXXXXX?
      - Scritto da: ...
      ma se e' lei la prima a dare il XXXX, dai! cosa
      le manca da mostrare? giusto le
      radiografie.Si, ma quelle sono GRATIS, per le altre la rimpinzavano di bigliettoni verdi! Eh NO, non si fa!
      • ... scrive:
        Re: rianna inXXXXXXX?
        - Scritto da: Giada
        - Scritto da: ...

        ma se e' lei la prima a dare il XXXX, dai! cosa

        le manca da mostrare? giusto le

        radiografie.

        Si, ma quelle sono GRATIS, per le altre la
        rimpinzavano di bigliettoni verdi! Eh NO, non si
        fa!mi sa che sul prossimo "PLAYBOY" ci saranno le immagini della sua colonscopia pagate a carissimo prezzo .-)
  • M.R. scrive:
    Ma la mano che c'è dietro...
    ... non è forse quella che reggeva il telefono quando sono state fatte le foto? ;-)
    • 2014 scrive:
      Re: Ma la mano che c'è dietro...
      - Scritto da: M.R.
      ... non è forse quella che reggeva il telefono
      quando sono state fatte le foto?
      ;-)che non ha di sicuro scattato per farle vedere a te? :D
      • M.R. scrive:
        Re: Ma la mano che c'è dietro...
        E infatti ancora non le ho viste. In futuro, chissà.E poi le nuvole sono libere e vanno dove le porta il vento: l' uomo può poco contro le forze della natura.... ;-)
        • maxsix scrive:
          Re: Ma la mano che c'è dietro...
          - Scritto da: M.R.
          E infatti ancora non le ho viste. In futuro,
          chissà.
          E poi le nuvole sono libere e vanno dove le porta
          il vento: l' uomo può poco contro le forze della
          natura....
          ;-)Stai dicendo che il fap fap avrà il sopravvento su di te?
  • giolli scrive:
    Storia sospetta
    Certo che un'attrice che si rivolge all'FBI perché la sua privacy è stata violata ha un che di ridicolo.A cominciare dal fatto che si scatti foto con uno smartphone collegato online, invece che con una bella fotocamera.Avranno imparato da Paris Hilton, Britney Spears e compagnia?
    • panda rossa scrive:
      Re: Storia sospetta
      - Scritto da: giolli
      Certo che un'attrice che si rivolge all'FBI
      perché la sua privacy è stata violata ha un che
      di ridicolo.Anche perche' ormai quelle foto sono ovunque e piu' se ne parla, piu' quelli che non le hanno scaricate al primo giro, le andranno a cercare.
      A cominciare dal fatto che si scatti foto con uno
      smartphone collegato online, invece che con una
      bella fotocamera.Qui gran parte della colpa ce l'ha chi ha prodotto questi smartphone che fanno le foto e le salvano sulla nuvola, senza scrivere nel manuale nessuna spiegazione, anzi, senza scrivere neppure il manuale, che tanto it's magic.Come quel tale che ha messo un'arma automatica in mano ad una bambina di 9 anni e ci e' rimasto secco.Non e' certo colpa della bambina.
      • Reverendo scrive:
        Re: Storia sospetta
        Sull'ultima parte non concordo, tranne ovvio che per il fatto della bimba.è noto che l'utente non legge le istruzioni nemmeno se gliele propini in fase di config iniziale.. perché cliccherebbe skip.è altrettanto vero che molte funzioni secondarie sono sconosciute e anche poco chiare, ma qui si parla dei fondamentali.Il cloud è stato sempre un vessillo di battaglia di apple, chi compra in iphone e non sa che di default o con un click metti tutto "nel mio spazio internet" usando la password "sweet" che corrisponde al cane....bè, merita di essere bucato.Su molte altre cose l'utente non avrà gran colpe, ma questa è troppo nota per cascare dalle "nuvole"Opinione personale ovviamente.
        • panda rossa scrive:
          Re: Storia sospetta
          - Scritto da: Reverendo
          Sull'ultima parte non concordo, tranne ovvio che
          per il fatto della
          bimba.

          è noto che l'utente non legge le istruzioni
          nemmeno se gliele propini in fase di config
          iniziale.. perché cliccherebbe
          skip.1) L'informatica non ammette ignoranza.La prima cosa da fare quando si utilizza un nuovo strumento e'[img]http://matthewhailwood.co.nz/content/images/2014/Feb/rtfm_300x300.jpg[/img]In caso contrario[img]http://i.ytimg.com/vi/zfd06xcai2U/hqdefault.jpg[/img]
          è altrettanto vero che molte funzioni secondarie
          sono sconosciute e anche poco chiare, ma qui si
          parla dei fondamentali.Vedi punto 1.
          Il cloud è stato sempre un vessillo di battaglia
          di apple, chi compra in iphone e non sa che di
          default o con un click metti tutto "nel mio
          spazio internet" usando la password "sweet" che
          corrisponde al cane....
          bè, merita di essere bucato.Chi compra apple NON SA.Il resto e' una conseguenza.
          Su molte altre cose l'utente non avrà gran colpe,
          ma questa è troppo nota per cascare dalle
          "nuvole"

          Opinione personale ovviamente.Opinione di molti.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Storia sospetta
            - Scritto da: panda rossa
            Chi compra apple NON SA.
            Il resto e' una conseguenza.Strano che tu allora non sia un utente Apple , visto che parli tanto ma non sai nulla , a partire dalla carburazione di un'auto fino alla rimozione di una tile da Win8, passando per il RaspPi e dal sapersi procurare un setup di Win98.Saresti proprio il cliente TIPO. :D
          • maxsix scrive:
            Re: Storia sospetta
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Chi compra apple NON SA.

            Il resto e' una conseguenza.

            Strano che tu allora non sia un utente Apple ,
            visto che parli tanto ma non sai nulla , a
            partire dalla carburazione di un'auto fino alla
            rimozione di una tile da Win8, passando per il
            RaspPi e dal sapersi procurare un setup di
            Win98.
            Dimentichi gli script in bash famosi per:- risolvere i problemi di compatibilità tra Office e OpenOffice nor Libre Office- replicare in un tic tac toe il funzionamento di iTunes Match
            Saresti proprio il cliente TIPO. :DSe si presenta in un apple store i genius lo prendono a vergate nella schiena con il mocio.Ma forte anche.
          • ... scrive:
            Re: Storia sospetta
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: panda rossa


            Chi compra apple NON SA.


            Il resto e' una conseguenza.



            Strano che tu allora non sia un utente Apple
            ,

            visto che parli tanto ma non sai nulla , a

            partire dalla carburazione di un'auto fino
            alla

            rimozione di una tile da Win8, passando per
            il

            RaspPi e dal sapersi procurare un setup di

            Win98.


            Dimentichi gli script in bash famosi per:
            - risolvere i problemi di compatibilità tra
            Office e OpenOffice nor Libre
            Office
            - replicare in un tic tac toe il funzionamento di
            iTunes
            Match


            Saresti proprio il cliente TIPO. :D

            Se si presenta in un apple store i genius lo
            prendono a vergate nella schiena con il
            mocio.
            Ma forte anche.meglio sulla schiena che infilato dove lo tieni tu, Deborah.
        • Pasta alla Pirateria scrive:
          Re: Storia sospetta
          - Scritto da: Reverendo
          bè, merita di essere bucato.E la ragazzina che non sa che non si va in giro di notte vestita come una sciantosa merita di essere violentata?????La responsabilità è sempre in primis di chi viola le legge ed in secondo luogo di chi ha la conoscenza e la possibilità di fare qualcosa, ovvero del fornitore del servizio.Apple (e Google e tutti gli altri) vogliono avere più clienti a costo di rischiare la loro sicurezza.Questo lo fanno con un servizio che non ti rompe le scatole durante il setup, durante l'autenticazione, che non ti obbliga a scegliere domande e risposte di riserva obbligatoriamente complesse e così via.Semplicità, per avere più clienti a scapito della loro sicurezza.Inserisca, <b
          ogni volta che si scatta una foto </b
          , " <i
          questa foto verrà caricata sul cloud. ATTENZIONE! perderai per sempre il controllo della stessa, non aspettarti alcun tipo di privacy, il tuo account oppure i nostri server potrebbero essere compromessi, ora ripeti a voce questo messaggio e digita il tuo codice di conferma se sei consapevole di tutto ciò </i
          "Ecco. Così, obbligheresti l'utente a recitare la formula che lo rende consapevole dei rischi.Chi userebbe un sistema del genere? Nessuno?Bravo. Infatti i cloud sono talmente pericolosi che non vanno usati e quello che è sucXXXXX ai vip è solo la punta dell'iceberg, ma ne è la piena dimostrazione.
          • Fogin Laied scrive:
            Re: Storia sospetta
            Scusami ma che discorsi sono?Non è la prima volta che le immagini "scappano" al controllo di chi le ha scattate, e non è un problema tenuto nascosto...Per quanto sia vero che le istituzioni potrebbero mettere un freno o quanto meno regolare questo utilizzo indiscriminato del cloud, è pur vero che anche i singoli possono sprecare qualche neurone per tutelarsi...Non ho mai letto o sentito che il mondo reale sia un posto "giusto ed equo" (almeno dal punto di vista della morale), forse quello dei teletubbies...
          • Pasta alla Pirateria scrive:
            Re: Storia sospetta
            - Scritto da: Fogin Laied
            Per quanto sia vero che le istituzioni potrebbero
            mettere un freno o quanto meno regolare questo
            utilizzo indiscriminato del cloudin primo luogo la aziende che li gestiscono, visto che conoscono perfettamente le problematiche ma scelgono volontariamente di ingorarle sacrificando la sicurezza sull'altare della comoodità d'uso (e di conseguenza del numero di clienti maggiore).Le istituzioni dovrebbero intervenire solo in mancanza delle prime.
            è pur vero che
            anche i singoli possono sprecare qualche neurone
            per
            tutelarsi...il servizio è per le masse, quindi la tutela dev'essere forzata da parte del fornitore.Una strada ferrata in montagna è pericolosa ma non è pensata per le masse, una strada per le masse è sempre sicura e se capita qualcosa ne va di mezzo il comune o chi per esso l'ha manutenuta male, non lo sventurato che 'non ha visto la buca'.
            Non ho mai letto o sentito che il mondo reale sia
            un posto "giusto ed equo"e continuerà ad essere peggio se tutti pensano che non ci sia nulla da fare a riguardo.
          • Fogin Laied scrive:
            Re: Storia sospetta
            Le aziende hanno come scopo il profitto, lo Stato solitamente esiste per regolamentare i rapporti fra i vari soggetti.Io non ho mai detto che non ci sia nulla da fare, dico che i singoli possono comunque tutelarsi come possono, e non dare tutto per scontato pensando che l' azienda X è buona e giusta...Se ad esempio l' utenza (partendo dai singoli) nella maggior parte rifiutasse il cloud, ogni azienda valuterebbe se proporlo ancora, in questo momento però alla maggior parte dell' utenza non interessa minimante sapere cosa sia e quali rischi corre...
          • Pasta alla Pirateria scrive:
            Re: Storia sospetta
            - Scritto da: Fogin Laied
            in questo
            momento però alla maggior parte dell' utenza non
            interessa minimante sapere cosa sia e quali
            rischi
            corre...ed è per questo che lo stato deve intervenire laddove le aziende fanno finta (perchè fanno finta) di non conoscere il problema.Obblighino agli avvisi di cui parlavo, in cui l'utente è costretto a recitare vocalmente la manfrina sull'insicurezza del cloud prima di potervi accedere.Un po' come 'il fumo uccide' sulle confezioni delle sigarette: la maggior parte di chi è dipendente da esso lo ignorerà, ma almeno siamo sicuri che sa che è mortale. Un tempo l'ignoranza a rigaurdo era molto maggiore.
          • Reverendo scrive:
            Re: Storia sospetta
            Non cadiamo sempre nei paragoni estremi, sono contesti totalmente diversi e non assimilabili...Sicuramente il team che ruba le foto è il cattivo, apple e compagni ci mettono il loro, ma quando mi dicono che la batteria del supersmartphoneFullHD4K AI-Skynet dura due giorni secondo i test... e mi accorgo che la sera è a terra grazie a youtube, FB, WA e ruzzle.. mica posso lamentarmi.Oggettivamente l'icloud è una cosa ben nota, tanto più che molti amici appleboy han sempre sbandierato la cosa da diversi anni vantando in questa "feature" la superiorità di apple. Ergo, a maggior ragione chi si prende un iphone dovrebbe essere più informato di quello che può e non può fare. Specialmente che mettere "mylove" come master pass sul proprio account che salva tutto e di più non è una mossa intelligente. Come mettere la porta principale di bambu sulla villa.Poi si può discutere di molti aspetti, ma la lawrence (devo dire migliorata nel tempo vedendo le foto :D ) che va all'FBI fa sorridere pur con tutte le ragioni legali del caso.
          • Reverendo scrive:
            Re: Storia sospetta
            La mia risposta era per il post di pasta alla pirateria.si è messo sotto per mio ritardo nel postarlo.
          • maxsix scrive:
            Re: Storia sospetta
            - Scritto da: Pasta alla Pirateria
            - Scritto da: Reverendo

            vestita come una sciantosa Una che?Definire, prego.
Chiudi i commenti