Office 2010 si mette in mostra

Con l'apertura della sua Worldwide Partner Conference, in corso New Orleans, Microsoft ha distribuito una nuova anteprima di Office 2010 e ha svelato le prime informazioni sulla versione web

UPDATE – New Orleans (LA) – Nel pomeriggio di ieri (nella mattinata statunitense) è iniziata la Microsoft Worldwide Partner Conference ( WPC ) 2009, evento di quattro giorni durante il quale BigM illustrerà alcuni dei suoi prodotti d’imminente uscita, tra i quali Office 2010 e Windows 7. Durante il keynote della prima giornata, che Punto Informatico ha seguito a New Orleans, Microsoft ha rilasciato ai partner presenti, oltre 6mila e provenienti da 125 nazioni, la prima Technical Preview di Office 2010.

Per ironia nella sorte, nel fine settimana era trapelata su Internet una build di Office 2010 più recente di quella appena rilasciata da Microsoft ai propri partner. A riportarlo è Ars Technica , che ha avuto l’opportunità di provare sia la nuova che la vecchia versione e portarne alla luce le differenze più vistose.

La build del nuovo Office apparsa sui motori di ricerca per torrent è la 14.0.4302.1000, ed è disponibile in versione a 32 bit e a 64 bit. Ars ricorda che una preview di Office 2010 era già stata trafugata e messa online sia lo scorso maggio che all’inizio dell’anno. A fronte di poche novità marginali, il sito statunitense afferma che l’ultima build appare decisamente meno stabile di quella precedente: non sorprende dunque che Microsoft abbia scelto di distribuire ai propri partner una versione meno recente ma contenente meno bug.

La Technical Preview della nuova suite per l’ufficio può essere scaricata solo su invito, registrandosi su questa pagina . L’anteprima della tanto attesa versione web non arriverà invece prima della fine dell’anno. Nel frattempo Microsoft ha confermato che Office Web sarà gratis, per tutti ma con funzionalità limitate e ad-supported, accessibile attraverso la costellazione di servizi Windows Live. Versioni più evolute della suite da ufficio in Rete, soprattutto per quanto attiene la gestione dei documenti e le policy amministrative saranno riservate agli acquirenti professionali o di licenze a volume. Tra le novità mostrate, inoltre, figurano alcuni miglioramenti alle funzionalità di Excel, soprattutto per quanto attiene la creazioni di grafici, l’integrazione di Unified Communication all’interno di Outlook (che ha subito un crash durante la demo di Stephen Elop, ottenendo l’applauso del pubblico e qualche commento ironico da parte dello stesso vicepresidente), nonché nuove transizioni per Powerpoint.

C’è grande attesa anche per Office Mobile 2010, la versione della suite per i dispositivi Windows Mobile la cui presentazione dovrebbe avvenire contestualmente a quella dell’edizione desktop. Al momento, l’unica conferma ufficiale riguarda la collaborazione in corso tra i team di Office e quelli di Windows Mobile sullo sviluppo di soluzioni condivise: nel frattempo, occorrerà accontentarsi della dimostrazione di una presentazione Powerpoint inviata in diretta su diversi device remoti, altri PC collegati a Internet attraverso il browser (Firefox, IE8 e Safari) o cellulari (testati WinMob e iPhone) mostrata durante il keynote.

Dopo l’annuncio, Microsoft ha reso disponibile al pubblico il sito dedicato alla nuova suite da ufficio, che qualcuno aveva già intravisto nelle prime ore della mattina prima della presentazione ufficiale. Tra l’altro sono disponibili alcuni video che mostrano le caratteristiche fondamentali della nuova suite, anche se sono gli stessi sviluppatori di Redmond a precisare che non tutte le caratteristiche di Office 2010 sono già state completamente definite, e che entro la prima metà del prossimo anno – è questa la generica previsione di rilascio – ci potrebbero essere novità importanti.

Lo scorso weekend, infine, è apparsa sulle reti P2P anche la presunta versione RTM di Windows 7 ( qui alcuni screenshot), il cui annuncio ufficiale è atteso proprio in occasione della WPC ma che dovrebbe slittare ad oggi, quando il CEO Steve Ballmer sarà sul palco.

Il numero di build della presunta RTM è 7600.16384, e la data di creazione il 10 luglio. Il torrent contiene esclusivamente la versione a 64 bit in lingua inglese, ma è probabile che la versione a 32 bit non tarderà ad arrivare.

Durante la prima giornata della conferenza di New Orleans, BigM ha annunciato che le prime copie di Windows 7 saranno consegnate ad un numero selezionato di grossi clienti già a partire dal primo settembre. Sarebbero comunque già molti i partner che hanno avviato o addirittura completato la transizione della propria infrastruttura IT al nuovo OS di Redmond, e tutti avrebbero manifestato – a detta di Microsoft – totale soddisfazione per le performance e la compatibilità del nuovo nato.

Nel weekend sono state pubblicate due indagini di mercato relative a Windows 7: la prima , di ScriptLogic , afferma che sei aziende su dieci non hanno ancora alcun piano di aggiornamento a Seven; l’altra , di IDC , sostiene che Windows 7 sarà il sistema operativo di Microsoft a più veloce diffusione in ambito aziendale. Le previsioni fatte da Bill Veghte sul palco del WPC vanno in quest’ultima direzione, arrivando a sostenere che la domanda per testare il nuovo OS è stata tale da superare le capacità di Microsoft di farvi fronte.

La ricerca di IDC prevede comunque che, dopo un solo anno dal lancio, Seven rappresenterà quasi il 50 per cento delle installazioni di Windows nelle aziende, una percentuale che passerà al 75 per cento entro la fine del 2011. ScriptLogic ha invece effettuato un sondaggio su un campione di 1000 IT manager, ed il 59 per cento di loro ha risposto che, al momento attuale, non ha in programma alcuna migrazione a Windows 7. Ciò ovviamente non esclude che la migrazione sarà pianificata più avanti nel tempo.

a cura di Alessandro Del Rosso e Luca Annunziata

UPDATE – La versione iniziale di questo articolo illustrava le modalità di accesso a Office Web affermando che la versione per uso personale sarebbe stata gratuita solo per chi possedeva una licenza office. Microsoft ha invece confermato che sarà effettivamente gratuita per tutti, ma conserverà alcune differenze rispetto alla versione completa tradizionale. L’articolo è stato modificato per riflettere queste precisazioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Silvan scrive:
    Povero Berlusconi
    Tutti i mali e tutte le colpe ricadono su di lui. Una volta si diceva " Piove, governo ladro" ora va di moda "Dagli al Berlusconi monopolista, fedifrago, satiro, dittatore, ecc." Finalmente abbiamo trovato un capo espiatorio per tutti i mali d'Italia. Ah che sollievo.
    • anonymous scrive:
      Re: Povero Berlusconi
      - Scritto da: Silvan
      Tutti i mali e tutte le colpe ricadono su di lui.
      Una volta si diceva " Piove, governo ladro" ora
      va di moda "Dagli al Berlusconi monopolista,
      fedifrago, satiro, dittatore, ecc." Finalmente
      abbiamo trovato un capo espiatorio per tutti i
      mali d'Italia. Ah che
      sollievo.certo nessuno insultava e insulta l'opposizione dai media di regimema al di là della sindrome da "soccorso al vincitore" così ben descritta da flaiano, hai mai ragionato se le critiche mosse hanno fondamento ? ti sei informato ?
  • massimof scrive:
    la privacy degli altri
    la cosa sorprendente e' che tutti questi paladini della privacy dei cittadini usa, vorrebbero poi che in Italia ci fosseeo intercettazioni indiscriminate di tutte le conversazioni, non solo, ma anche la liberta di pubblicarle su giornali e giornaletti...mah...
    • OldDog scrive:
      Re: la privacy degli altri
      - Scritto da: massimof
      la cosa sorprendente e' che tutti questi paladini
      della privacy dei cittadini usa, vorrebbero poi
      che in Italia ci fosseeo intercettazioni
      indiscriminate di tutte le conversazioni, non
      solo, ma anche la liberta di pubblicarle su
      giornali e
      giornaletti...mah...Troppo comodo come d'uso in Italia fare un minestrone per non distinguere più le verdure marce da quelle sane...Le intercettazioni dovrebbero essere motivate e autorizzate da un giudice, non fatte a pioggia nella speranza di incappare in un reato, come la pesca a strascico. Tuttavia, se nell'ambito di una intercettazione legittima emergono reati, non è pensabile che si giri la testa dall'altra parte e si insabbi tutto.Troppo comodo tutelare la privacy dei potenti e lasciare noi cittadini comuni alla mercé di ogni data mining e di ogni schedatura preventiva. Chi occupa cariche pubbliche è tenuto a comportamenti particolarmente corretti, proprio perché ha ricevuto in affido il potere di agire in nome della comunità: se non lo fa, sia chiaro a tutti che non ha le caratteristiche per occupare la carica.I giornali dovrebbero essere cauti nel non diffamare, però ci sono indagini di pubblico interesse, nelle quali deve essere chiaro da subito che delle persone potrebbero essersi macchiate di reati o comportamenti inadeguati al ruolo. Soprattutto a fronte di una legge italiana, dove spesso sono solo i cavilli burocratici a impedire la condanna di criminali - che tuttavia ottengono acritici spazi sui media per professare una innocenza in realtà mai dimostrata.
      • Silvan scrive:
        Re: la privacy degli altri
        E' la colpevolezza che deve essere dimostrata e non l'innocenza. Cerchiamo di informarci un poco sui diritti dei cittadini.
    • corwyn scrive:
      Re: la privacy degli altri
      quoto in pieno
    • Eretico scrive:
      Re: la privacy degli altri
      - Scritto da: massimof
      la cosa sorprendente e' che tutti questi paladini
      della privacy dei cittadini usa, vorrebbero poi
      che in Italia ci fosseeo intercettazioni
      indiscriminate di tutte le conversazioni, non
      solo, ma anche la liberta di pubblicarle su
      giornali e
      giornaletti...mah...Infatti. Ma qui vige la seguente regola:Bush = schifo -
      aumento intercettazioni = schifo. Berluscini = schifo -
      diminuzione intercettazioni = schifo. L'importante è avere le idee chiare e cantare sempre nel coro. Bocca aperta e cervello spento.
      • 01234 scrive:
        Re: la privacy degli altri
        appunto --- minestroncione di tutto....ammettendo che esista un giusto mezzo tra gli estremi, bush viene criticato perché con le intercettazioni di massa anche senza mandato - fosse sincero o meno nelle motivazioni - finiva per diminuire la privacy della massa, appunto, e per renderla ospite di chissà quali pericoli. Indistintamente.Il XXXXXXXXXX invece viene criticato perché con la scusa di voler difendere la privacy dei cittadini - motivazione giusta ma invocata pelosissimamente - vuole impedire alla magistratura di effettuare le intercettazioni per qul ristretto numero di persone che si sospettano criminali. Tra cui, guarda un po', politici etc (LUI COMPRESO)Tralasciamo poi la faccenda della libertà di stampa...E' buffo che il suo entourage invece prema per intercettare i comuni cittadini nel tentativo di bloccare i download di file protetti da DDA...quindi non solo disonesto, questo governo, ma anche contraddittorio (caratteristiche tipicamente collegate, comunque)Ere'....bocca aperta e cervello spento...oppure no?
      • anonymous scrive:
        Re: la privacy degli altri

        Infatti. Ma qui vige la seguente regola:
        Bush = schifo -
        aumento intercettazioni =
        schifo. Berluscini = schifo -
        diminuzione
        intercettazioni = schifo. L'importante è avere le
        idee chiare e cantare sempre nel coro. Bocca
        aperta e cervello
        spento.L'importante sarebbe riuscire a masticare anche concetti un po' più complessi. Ovvero:le intercettazioni DI MASSA A COMUNI CITTADINI ai fini di schedatura preventiva delle opinioni = MALELe intercettazioni PER INDAGARE SU QUALUNQUE REATO istituite anche SULLA BASE DI IPOTESI INVESTIGATIVA e non solo sulla persona (es: tutti quelli che hanno usato il cellulare nella zona della cella x da cui hanno rivendicato un delitto e non come l'attuale legge vorrebbe solo ai fini "probatori") = BENEla PUBBLICAZIONE di intercettazioni a VIP eseguite per il motivo di cui sopra, anche in brani NON PERTINENTI ma CHE CONCERNONO LA LORO IMMAGINE PUBBLICA anche negativamente (per esempio il papa che bestemmia) = BENE (rientra nel diritto di cronaca, le ipocrisie non sono soggette a privacy, se un sedicente baciapile si rivela XXXXXXXXXX lo devo sapere perchè mi ha truffato vendendomi un'immagine -politica e/o mediatica che sia- falsa)la PUBBLICAZIONE di intercettazioni/foto/indirizzo a cittadini comuni SOLO quando il gip ritiene ci siano gli elementi per la prosecuzione = BENE la stessa quando ci sono solo arresti per evitare inquinamenti prove o fughe o addirittura appena si apre un'ipotesi investigativa (vedi stupratore rumeno presunto ma innocente della capitale) = MALEcerto assimilare questi concetti vuol dire non poter usare questo post per veicolare il messaggio che ti sta a cuore:"oppositori incoerenti, contestano al nostro presdelcons il contrario di quello che contestano all'ex presidente usa"che non mi pare tanto fuori del coro: lo cantano su tutti i main media da 15 annicomunque se vuoi valutare la coerenza, leggiti le cronache italiane su qualche quotidiano (estero) degli ultimi 15 anni e poi ripensa a quella storiella della trave e la pagliuzza...
        • Eretico scrive:
          Re: la privacy degli altri
          - Scritto da: anonymous

          Infatti. Ma qui vige la seguente regola:

          Bush = schifo -
          aumento intercettazioni =

          schifo. Berluscini = schifo -
          diminuzione

          intercettazioni = schifo. L'importante è avere
          le

          idee chiare e cantare sempre nel coro. Bocca

          aperta e cervello

          spento.

          L'importante sarebbe riuscire a masticare anche
          concetti un po' più complessi.Infatti.
          Ovvero:
          le intercettazioni DI MASSA A COMUNI CITTADINI ai
          fini di schedatura preventiva delle opinioni =
          MALE

          Le intercettazioni PER INDAGARE SU QUALUNQUE
          REATO istituite anche SULLA BASE DI IPOTESI
          INVESTIGATIVA e non solo sulla persona (es: tutti
          quelli che hanno usato il cellulare nella zona
          della cella x da cui hanno rivendicato un delitto
          e non come l'attuale legge vorrebbe solo ai fini
          "probatori") = BENEEh certo. Mi mettono sotto controllo il telefono solo perchè uno, nella cella di zona, ha usato il cellulare per rivendicare un delitto ? Complimenti. E quelli dovrebebro sapere i caxxi miei così... e per quanto tempo ? E quanto ci costa l'itercettazione a strascico ? Poi che facciamo, diamo in mano tutto al primo consulente che passa ?Genchi non ti dice nulla ? E' una cosa normale secondo te vero ?
          la PUBBLICAZIONE di intercettazioni a VIP
          eseguite per il motivo di cui sopra, anche in
          brani NON PERTINENTI ma CHE CONCERNONO LA LORO
          IMMAGINE PUBBLICA anche negativamente (per
          esempio il papa che bestemmia) = BENE (rientra
          nel diritto di cronaca, le ipocrisie non sono
          soggette a privacy, se un sedicente baciapile si
          rivela XXXXXXXXXX lo devo sapere perchè mi ha
          truffato vendendomi un'immagine -politica e/o
          mediatica che sia falsa)Le cose private non rientrano nel diritto di cronaca.E, giusto per capirci, il sedicente baciapile non l'ho votato. Percui... "Cantante da coro" lo vai a dire a qualcun'altro.
          la PUBBLICAZIONE di
          intercettazioni/foto/indirizzo a cittadini comuni
          SOLO quando il gip ritiene ci siano gli elementi
          per la prosecuzione = BENESi infatti. Come se non avessero mai preso delle cantonate clamorose rovinando la vita alla gente. Sono infallibili i gip. Eh certo...
          la stessa quando ci sono solo arresti per evitare
          inquinamenti prove o fughe o addirittura appena
          si apre un'ipotesi investigativa (vedi stupratore
          rumeno presunto ma innocente della capitale) =
          MALE

          certo assimilare questi concetti vuol dire non
          poter usare questo post per veicolare il
          messaggio che ti sta a cuore:

          "oppositori incoerenti, contestano al nostro
          presdelcons il contrario di quello che contestano
          all'ex presidente usa"Hai proprio ragione. Ma lo hai letto il testo dellla DDL o spari a caso. O meglio. Continui a cantare nel coretto.
          che non mi pare tanto fuori del coro: lo cantano
          su tutti i main media da 15 anniPeccato che non faccio parte del coro. DI NESSUN CORO. Ma non mi piaciono le prese di posizione a personam.
          comunque se vuoi valutare la coerenza, leggiti le
          cronache italiane su qualche quotidiano (estero)
          degli ultimi 15 anni e poi ripensa a quella
          storiella della trave e la pagliuzza...Ah si la stampa internazionale. Buona quella.
          • anonymous scrive:
            Re: la privacy degli altri
            - Scritto da: Eretico
            - Scritto da: anonymous


            Infatti. Ma qui vige la seguente regola:


            Bush = schifo -
            aumento intercettazioni =


            schifo. Berluscini = schifo -
            diminuzione


            intercettazioni = schifo. L'importante è avere

            le


            idee chiare e cantare sempre nel coro. Bocca


            aperta e cervello


            spento.



            L'importante sarebbe riuscire a masticare anche

            concetti un po' più complessi.

            Infatti.


            Ovvero:

            le intercettazioni DI MASSA A COMUNI CITTADINI
            ai

            fini di schedatura preventiva delle opinioni =

            MALE



            Le intercettazioni PER INDAGARE SU QUALUNQUE

            REATO istituite anche SULLA BASE DI IPOTESI

            INVESTIGATIVA e non solo sulla persona (es:
            tutti

            quelli che hanno usato il cellulare nella zona

            della cella x da cui hanno rivendicato un
            delitto

            e non come l'attuale legge vorrebbe solo ai fini

            "probatori") = BENE

            Eh certo. Mi mettono sotto controllo il telefono
            solo perchè uno, nella cella di zona, ha usato il
            cellulare per rivendicare un delitto ?
            Complimenti. E quelli dovrebebro sapere i caxxi
            miei così... e per quanto tempo ?
            E quanto ci
            costa l'itercettazione a strascico ? Poi che
            facciamo, diamo in mano tutto al primo consulente
            che passa
            ?per dire se stuprano una sulle scale del tuo palazzo e il portiere dice che nessuno é entrato e uscito perquisiscono tutti gli appartamenti venendo a conoscenza dei cavoli tuoi e degli altri, costa di più, se valutano che un laboratorio é più attrezzato per certe perizie (per quelle balistiche succede, vedi chi le ha fatte per ilaria alpi e carlo giuliani) gli affidano i reperti anche se é del primo che passa, ma questo non ti disturba, vero, ragazzo fuori dal coro ?
            Genchi non ti dice nulla ? E' una cosa normale
            secondo te vero
            ?su genchi non é stato accertato niente e tutto gli é stato dissequestrato, genchi mi dice solo che c'é chi ha la coda di paglia

            la PUBBLICAZIONE di intercettazioni a VIP

            eseguite per il motivo di cui sopra, anche in

            brani NON PERTINENTI ma CHE CONCERNONO LA LORO

            IMMAGINE PUBBLICA anche negativamente (per

            esempio il papa che bestemmia) = BENE (rientra

            nel diritto di cronaca, le ipocrisie non sono

            soggette a privacy, se un sedicente baciapile si

            rivela XXXXXXXXXX lo devo sapere perchè mi ha

            truffato vendendomi un'immagine -politica e/o

            mediatica che sia falsa)

            Le cose private non rientrano nel diritto di
            cronaca.questo lo dici tu, vedi clinton, i rimborsi per XXXXX e i contributi alla colf che hanno fatto licenziare ministri in UK,USA, germania ecc. ma anche le cronache su altri tipo michael jackson, sui sacerdoti e chierichetti, ecc.
            E, giusto per capirci, il sedicente baciapile non
            l'ho votato. Percui...per cui chi l'ha votato é giusto che sappia chi ha votato,chi compra merce da chi si fa beccare zeppo di coca con la casa piena di trans é giusto che lo sappia, chi va alla casa del popolo diretta da uno stupratore é giusto che lo sappia (DOPO che é stato accertato, però!), se uno si fa scrivere i discorsi da uno che va a trans é giusto che si sappia
            "Cantante da coro" lo vai a dire a qualcun'altro.?!? guarda che era una definizione tua:"L'importante è avere le idee chiare e cantare sempre nel coro. Bocca aperta e cervello spento."io mi sono limitato a dire che ANCHE la tua opinione non é certo marginale, anzi sui media di regime é maggioritaria, anche se tu non ti riconosci nel regime o magari lo contrasti

            la PUBBLICAZIONE di

            intercettazioni/foto/indirizzo a cittadini
            comuni

            SOLO quando il gip ritiene ci siano gli elementi

            per la prosecuzione = BENE

            Si infatti. Come se non avessero mai preso delle
            cantonate clamorose rovinando la vita alla gente.
            Sono infallibili i gip. Eh certo...i gip non sono infallibili ma intanto scremano molto d'altra parte se ti tengono in carcere più di tanto sei socialmente sXXXXXXXto lo stesso, in ogni caso citami qualche esempio di onesto cittadino sXXXXXXXto gratuitamente dai media DOPO le indagini preliminari, poi contali e comparali con quelli sXXXXXXXti da arresti arbitrari e giornalisti frettolosi o in malafede (un direttore di testata governativa si é dovuto dimettere per foto e indirizzi di presunti pedofili che NON gli hanno fornito nè forze dell'ordine nè magistratura, ricordi ?)

            la stessa quando ci sono solo arresti per
            evitare

            inquinamenti prove o fughe o addirittura appena

            si apre un'ipotesi investigativa (vedi
            stupratore

            rumeno presunto ma innocente della capitale) =

            MALE



            certo assimilare questi concetti vuol dire non

            poter usare questo post per veicolare il

            messaggio che ti sta a cuore:



            "oppositori incoerenti, contestano al nostro

            presdelcons il contrario di quello che
            contestano

            all'ex presidente usa"

            Hai proprio ragione. Ma lo hai letto il testo
            dellla DDL o spari a caso. O meglio. Continui a
            cantare nel coretto.ho letto che le intercettazioni sono consentite solo dopo l'accertamento del reato (in pratica solo a fini processuali e non istruttori), me lo confermi ?


            che non mi pare tanto fuori del coro: lo cantano

            su tutti i main media da 15 anni

            Peccato che non faccio parte del coro. DI NESSUN
            CORO.ormai per quelli che cantano fuori dal coro come te hanno affittato un palasport e ciclostilato la partitura, tanto la musica é sempre la stessa e nessuno stecca di una nota
            Ma non mi piaciono le prese di posizione a personam.neanche a me, io prendo posizione sulle regole, però quando una persona le trasgredisce e se le aggiusta tutte la conseguenza é naturale

            comunque se vuoi valutare la coerenza, leggiti
            le

            cronache italiane su qualche quotidiano (estero)

            degli ultimi 15 anni e poi ripensa a quella

            storiella della trave e la pagliuzza...

            Ah si la stampa internazionale. Buona quella.no, ma rispetto a quella italiana ...
      • Pao scrive:
        Re: la privacy degli altri
        - Scritto da: Eretico
        - Scritto da: massimof

        la cosa sorprendente e' che tutti questi
        paladini

        della privacy dei cittadini usa, vorrebbero poi

        che in Italia ci fosseeo intercettazioni

        indiscriminate di tutte le conversazioni, non

        solo, ma anche la liberta di pubblicarle su

        giornali e

        giornaletti...mah...

        Infatti. Ma qui vige la seguente regola:
        Bush = schifo -
        aumento intercettazioni =
        schifo. Berluscini = schifo -
        diminuzione
        intercettazioni = schifo. L'importante è avere le
        idee chiare e cantare sempre nel coro. Bocca
        aperta e cervello
        spento.Appunto, hai dimostrato di avere cervello spento perche' non distingui le cose.Le intercettazioni indiscriminate alla Bush = SchifoDiminuzione indiscriminata delle intercettazioni (per evitare ai delinquenti di essere beccati... con la scusa della privacy... ROTFL) alla Berlusconi = Schifo.Le intercettazioni devono essere usate correttamente: ne Bush ne berlusconi fanno gli interessi dei cittadini, ma i loro. Per questo sono -
        schifo (per usare un termine a te noto... eh..)
    • Pao scrive:
      Re: la privacy degli altri
      - Scritto da: massimof
      la cosa sorprendente e' che tutti questi paladini
      della privacy dei cittadini usa, vorrebbero poi
      che in Italia ci fosseeo intercettazioni
      indiscriminate di tutte le conversazioni, non
      solo, ma anche la liberta di pubblicarle su
      giornali e
      giornaletti...mah...Esempio di uno che non ha capito nulla...Le intercettazioni devono essere utilizzate correttamente.Senza intercettazioni indiscriminate (Bush) e senza strumentalizzare la privacy per difendere i propri interessi (Berlusconi) e quello degli amici degli amici...
      • Eretico scrive:
        Re: la privacy degli altri
        - Scritto da: Pao
        - Scritto da: massimof

        la cosa sorprendente e' che tutti questi
        paladini

        della privacy dei cittadini usa, vorrebbero poi

        che in Italia ci fosseeo intercettazioni

        indiscriminate di tutte le conversazioni, non

        solo, ma anche la liberta di pubblicarle su

        giornali e

        giornaletti...mah...

        Esempio di uno che non ha capito nulla...

        Le intercettazioni devono essere utilizzate
        correttamente.Genchi ne è un esempio vero ?
        Senza intercettazioni indiscriminate (Bush) e
        senza strumentalizzare la privacy per difendere i
        propri interessi (Berlusconi) e quello degli
        amici degli amici...Leggiti bene il DDL. La legge vale per tutti e non solo per uno.
        • anonymous scrive:
          Re: la privacy degli altri




          Le intercettazioni devono essere utilizzate

          correttamente.

          Genchi ne è un esempio vero ?genchi non ha neanche intercettato (non registrava le conversazioni ma ora e durata delle chiamate)ma tu garantista della privacy altrui, non hai protestato quando genchi é stato dipinto come uno spione quando poi tutti i capi contro di lui si sono rivelati inconsistenti (gli hanno anche ridato l'attrezzatura e gli elenchi)?

          Senza intercettazioni indiscriminate (Bush) e

          senza strumentalizzare la privacy per difendere
          i

          propri interessi (Berlusconi) e quello degli

          amici degli amici...

          Leggiti bene il DDL.
          La legge vale per tutti e non solo per uno.la legge vale per tutti ma persegue gli interessi di pochi, questo é un problema, l'altro é chi non se ne rende conto
  • mik.fp scrive:
    Meglio tardi che mai.
    Anche i riconoscimenti ufficiali, per quanto non raccontano niente di nuovo, sono importanti. E' il vaccino! Adesso che l'hanno fatto, ne hanno pagato i costi, e non ne hanno dedotto nessuna utilita', difficilmente ripeteranno lo stesso errore... per lo meno si spera...Nel frattempo le persone a cui questo modus operandi ha provocato danni, che fanno? Chi paga? Tutti quei ragazzi che sono cresciuti con la paranoia di essere intercettati, di non poter parlare liberamente, la condizione sociale angusta in cui hanno vissuto, i soldi che sono venuti a mancare nelle cose utili e che invece erano spesi in cose inutili... chi gli ripaga 10 anni di vita? Chi cancella la paranoia generata da quella visione perversa delle cose? C'e' gente che ancora oggi ti ferma per strada inXXXXXXX se stai a fare una fotografia al ponte di Brooklyn, pensando che potresti essere un terrorista che sta progettando un attentato... ci sono stati casi in cui l'americano ha tirato fuori la pistola per far desistere il turista... roba che se non l'avessi visto con i miei occhi non ci crederei. Questi sono danni a medio e lungo termine...
    • Eugenio Odorifero scrive:
      Re: Meglio tardi che mai.

      Nel frattempo le persone a cui questo modus
      operandi ha provocato danni, che fanno? Chi paga?
      Tutti quei ragazzi che sono cresciuti con la
      paranoia di essere intercettati, di non poter
      parlare liberamente, la condizione sociale
      angusta in cui hanno vissuto, i soldi che sono
      venuti a mancare nelle cose utili e che invece
      erano spesi in cose inutili... chi gli ripaga 10
      anni di vita? Chi cancella la paranoia generata
      da quella visione perversa delle cose? La paranoia si cancellerà un po' alla volta, basta creare un po' di certezze. Di Bush non ne ho più notizia, non so neanche se è vivo o in galera. Di sicuro sta in silenzio, e francamente non mi piace. Anche per tutta la paranoia che ha generato dovrebbe andare in carcere. Per il reato di procurato allarme più grande della storia. Ti ricordo che oltre la paranoia, tutto è finito con la crisi internazionale, grazie a lui e a quei cretini di neocons e teocons. Ora non rimane che il tempo, il ritorno alla pace sempre troppo lento, e la lenta ripresa economica. E poco a poco, si spera, i nervi a stelle e strisce si distenderanno un po', sperando che Obama continui per la sua strada.
      • Ricky scrive:
        Re: Meglio tardi che mai.
        Sinceramente...ma lo avete visto in faccia?Ma chi SANO DI MENTE gli avrebbe mai dato in mano le sorti del paese.Gli americani ci sfottono perche' abbiamo Mr.B. (Mr. 3% per gli amici) ma farebbero bene a guardarsi in casa.Adesso hanno Obama...vediamo se anche noi DOPO IL TRUFFOLO avremo qualche cosa di vagamente comparabile.
  • 3my78 scrive:
    ahi
    Dai perché anche loro non fanno una legge bavaglio, gli mandiamo Alfano che lui se ne intende...http://3my78.blogspot.com/
Chiudi i commenti