Ologrammi nella nebbia

Immagini tridimensionali da vedere e da toccare, proiettate su flussi di nebbia fredda. Per un effetto decisamente spiritico

Roma – La possibilità di interagire con un ologramma , di toccare con mano immagini proiettate non è più fantascienza. In questi ultimi anni sono stati compiuti diversi passi avanti nel settore e qualche team ha presentato dei progetti veramente interessanti, realizzabili con un budget ragionevole.

Anche la ricerca portata avanti dalla russa DisplAir utilizza una webcam ad infrarossi per gestire il multi-touch, l’interazione tra le dita dell’utente e gli oggetti digitali, ma non passa dalla stessa identica strada di Kinect .

Il prototipo presentato dall’azienda proietta le immagini contro un flusso di nebbia fredda, presumibilmente creata con del ghiaccio secco, per ricreare l’effetto tridimensionale in salotto. L’effetto finale è quello di un ologramma spiritico: una sorta di fantasma digitale.

Questo nebuloso sistema non riesce ovviamente a creare figure perfettamente definite, soprattutto per quanto riguarda i bordi della proiezione, e c’è anche un ritardo sui movimenti leggermente superiore a quello di Kinect (0,2 secondi). I tecnici DisplAir sono riusciti comunque a creare un multi-touch da 1500 punti di contatto e la precisione di questa scansione può arrivare ad 1 centimetro.

Per il momento la tecnologia non è in vendita, DisplAir sta cercando investitori interessati, ma prodotto in grandi quantità il sistema potrebbe avere un costo variabile tra i 4mila e i 30mila dollari. L’azienda russa ha dichiarato di poter produrre flussi di nebbia fredda con dimensioni pari a schermi classici tra i 40 e i 140 pollici.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Hasta la victoria scrive:
    tutti al lavoro!
    Proprio per non restare disoccupati raccontano quello che gli fa comodo....!
  • Funz scrive:
    Danni incalcolabili
    tutta la storia del climategate era una bufala vergognosa, eppure ha causato danni pazzeschi a livello politico e nell'opinione pubblica. Abbiamo perso anni preziosi e probabilmente causato danni oramai irreversibili.Ricapitoliamo: qualcuno ha rubato qualche migliaio di mail vecchie di dieci anni, e da tutta questa massa ha estrapolato UNA frase che, a voler proprio pensare male, potrebbe essere interpretata come volontà di taroccare i dati mentre, a una lettura normale, testimonia solo la discussione in corso su come interpretare i dati stessi.Su questa minuscola ca**ata hanno montato un caso *enorme*, con lobby, politici e media coalizzati nello sparare addosso alla climatologia e agli scienziati che la studiano. Una vergogna per l'umanità intera. Tra vent'anni saranno considerati alla stregua di quelli che per decenni hanno spergiurato che il fumo non fa danni alla salute. Ma il danno sarà già fatto, e stiamo già iniziando a pagarne le conseguenze.Vedere che adesso questi criminali ci riprovano, fa ribollire il sangue.La realtà dei fatti è che il riscaldamento globale è reale, è causato dall'uomo, e coloro che studiano seriamente la materia sono pressoché unanimi. A chi volesse ribattere consiglio di informarsi un minimo, prima di ripetere le fesserie che gli sono state inculcate da gente in cattiva fede.
    • acno scrive:
      Re: Danni incalcolabili
      Calma, nessuno su questo pianeta e' in grado di affermare che sia in atto un riscaldamento globale di origine antropica. Non e' una mia fantasia, ma una semplice deduzione derivata da quello che chiamiamo metodo scientifico e chiunque abbia fatto almeno le scuole medie e' in grado di arrivare a questa stessa conclusione.Poi, se vogliamo fare ipotesi, c'e' spazio per tutto, ma di prove certea favore non ce ne sono, ma solo tante indiziarie, anzi molte prove altrettanto indiziarie ci sono anche sul fronte opposto.Ben venga cercare di limitare "eventuali" "possibili" danni, ma attenzione, non sappiamo assolutamente cosa puo' succedere se limitiamo drasticamente le emissioni serra, il riscaldamento potrebbe fermarsi, potrebbe aumentare o portarci a una nuova era glaciale, non siamo assolutamente in grado di saperlo. Chiunque dica il contrario fa solo propaganda.L'atmosfera terrestre e' il sistema fisico in assoluto piu' complesso con cui abbiamo a che fare. Le uniche leggi che la governano con cui possiamo lavorare sono quelle del caos (matematico) e ancora oggi non riusciamo a fare previsioni con attendibilita' superiore al 50% a 3/5 giorni di distanza (mediamente). Tutte le teorie sul riscaldamento o raffreddamento globale si basano su macromodelli in cui una minima variazione anche di un solo parametro puo' portare a stravolgimenti nel risultato finale. Se ti interessa, Meteolive ha nel suo archivio parecchi articoli sull'argomento, a mio umile parere molto obbiettivi.
      • Funz scrive:
        Re: Danni incalcolabili
        - Scritto da: acno
        Calma, nessuno su questo pianeta e' in grado di
        affermare che sia in atto un riscaldamento
        globale di origine antropica. Non e' una miaNessuno a parte la totalità della comunità scientifica che studia il clima...
        fantasia, ma una semplice deduzione derivata da
        quello che chiamiamo metodo scientifico e
        chiunque abbia fatto almeno le scuole medie e' in
        grado di arrivare a questa stessa
        conclusione.No, deduzione a partire da letture sballate, di parte e complottistiche...
        Poi, se vogliamo fare ipotesi, c'e' spazio per
        tutto, ma di prove
        certe
        a favore non ce ne sono, ma solo tante
        indiziarie, anzi molte prove altrettanto
        indiziarie ci sono anche sul fronte
        opposto.Ma neanche per sogno. Informati, studia e poi ripassa...
        Ben venga cercare di limitare "eventuali"
        "possibili" danni, ma attenzione, non sappiamo
        assolutamente cosa puo' succedere se limitiamo
        drasticamente le emissioni serra, il
        riscaldamento potrebbe fermarsi, potrebbe
        aumentare o portarci a una nuova era glaciale,
        non siamo assolutamente in grado di saperlo.
        Chiunque dica il contrario fa solo
        propaganda.Stupidaggini, studia.
        L'atmosfera terrestre e' il sistema fisico in
        assoluto piu' complesso con cui abbiamo a che
        fare. Le uniche leggi che la governano con cui
        possiamo lavorare sono quelle del caos
        (matematico) e ancora oggi non riusciamo a fare
        previsioni con attendibilita' superiore al 50% a
        3/5 giorni di distanza (mediamente). bla bla bla senza senso.Abbiamo modelli sempre più raffinati e calcolatori sempre più potenti. Il comportamento generale di atmosfera + oceani è assolutamente ben noto.
        Tutte le teorie sul riscaldamento o
        raffreddamento globale si basano su macromodelli
        in cui una minima variazione anche di un solo
        parametro puo' portare a stravolgimenti nel
        risultato finale.Non è vero. Inizia a studiarli da chi ne sa di più.
        Se ti interessa, Meteolive ha nel suo archivio
        parecchi articoli sull'argomento, a mio umile
        parere molto
        obbiettivi.A mio parere ben poco obiettivi... te che sei complottista, non ti viene qualche sospetto? A me si...
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Danni incalcolabili
      - Scritto da: Funz
      tutta la storia del climategate era una bufala
      vergognosa, eppure ha causato danni pazzeschi a
      livello politico e nell'opinione pubblica.
      Abbiamo perso anni preziosi e probabilmente
      causato danni oramai
      irreversibili.Siamo agli atti di fede?
      Ricapitoliamo: qualcuno ha rubato qualche
      migliaio di mail vecchie di dieci anni, e da
      tutta questa massa ha estrapolato UNA frase che,
      a voler proprio pensare male, potrebbe essere
      interpretata come volontà di taroccare i dati
      mentre, a una lettura normale, testimonia solo la
      discussione in corso su come interpretare i dati
      stessi.In questo caso, ma in quello rpima hanno taroccato di brutto e dicendoselo chiaramente.Inoltre molti pseudo modelli dati per certi, si sono dimostrati quantomeno discutibili da ricerche successive.
      Su questa minuscola ca**ata hanno montato un caso
      *enorme*, con lobby, politici e media coalizzati
      nello sparare addosso alla climatologia e agli
      scienziati che la studiano.Che sono lobby, politici e media coalizzati altettanto, anzi pure di più (in tv, praticamente danno per certa la tesi antropica)
      Una vergogna per l'umanità intera. Tra vent'anni
      saranno considerati alla stregua di quelli che
      per decenni hanno spergiurato che il fumo non fa
      danni alla salute.Oppure per quelli che davano per certe alcune catastrofi mai avvenute
      Ma il danno sarà già fatto, e
      stiamo già iniziando a pagarne le
      conseguenze.Già, miliardi di euro spesi a fermnare uan cosa "più grande di noi" invece di usarli per mettere in sicurezza la gente (togliendo la gente da sotto i costoni o nelle depressioni)
      Vedere che adesso questi criminali ci riprovano,
      fa ribollire il
      sangue.Vedo, ma fai un bel respiro...
      La realtà dei fatti è che il riscaldamento
      globale è reale, è causato dall'uomo, e coloro
      che studiano seriamente la materia sono pressoché
      unanimi."amen"?
      A chi volesse ribattere consiglio di informarsi
      un minimo, prima di ripetere le fesserie che gli
      sono state inculcate da gente in cattiva
      fede.Eggià, un classico argomento dei complottisti.Se non credi alla tesi discutibile è perchè hai subito il lavaggio del cervello, neh?Uno dei tanti aspetti non considerati nella tua fede, per esempio è roba anche tipo questa:http://www.lescienze.it/news/2011/11/19/news/se_il_clima_dipende_dai_lemming_le_variazioni_nelle_condizioni_climatiche_delle_regioni_pi_settentrionali_non_dipendono_uni-670309/
      • Izio01 scrive:
        Re: Danni incalcolabili
        - Scritto da: Surak 2.0
        - Scritto da: Funz

        tutta la storia del climategate era una bufala

        vergognosa, eppure ha causato danni pazzeschi a

        livello politico e nell'opinione pubblica.

        Abbiamo perso anni preziosi e probabilmente

        causato danni oramai

        irreversibili.

        Siamo agli atti di fede?
        No: se ti informi da fonti multiple ed affidabili, emerge che qualcosa come il 98% degli scienziati che studiano il fenomeno ne è convinto. Il restante 2% fa molto rumore perché è sponsorizzato da interessi forti, ma è pur sempre un 2%. Una volta ho letto un articolo su Ars Technica che parlava proprio di questa tattica, impiegata in svariati campi.O almeno questa è la conclusione a cui sono arrivato io, che NON sono uno scienziato e quindi non posso dimostrartelo sulla base delle MIE conoscenze, ma solo di seconda mano :-)
        • GGG scrive:
          Re: Danni incalcolabili
          - Scritto da: Izio01

          No: se ti informi da fonti multiple ed
          affidabili, emerge che qualcosa come il 98% degli
          scienziati che studiano il fenomeno ne è
          convinto.Il 98% degli scienziati che studiano il problema sarebbe disooccupato se il problema non esistesse.Ti dice qualcosa, questo?-- GGG
        • marco scrive:
          Re: Danni incalcolabili
          Anche se fosse il 99,99% , la scienza non si basa sul consenso .E meno male.- Scritto da: Izio01
          - Scritto da: Surak 2.0

          - Scritto da: Funz


          tutta la storia del climategate era una bufala


          vergognosa, eppure ha causato danni pazzeschi
          a


          livello politico e nell'opinione pubblica.


          Abbiamo perso anni preziosi e probabilmente


          causato danni oramai


          irreversibili.



          Siamo agli atti di fede?



          No: se ti informi da fonti multiple ed
          affidabili, emerge che qualcosa come il 98% degli
          scienziati che studiano il fenomeno ne è
          convinto. Il restante 2% fa molto rumore perché è
          sponsorizzato da interessi forti, ma è pur sempre
          un 2%. Una volta ho letto un articolo su Ars
          Technica che parlava proprio di questa tattica,
          impiegata in svariati
          campi.
          O almeno questa è la conclusione a cui sono
          arrivato io, che NON sono uno scienziato e quindi
          non posso dimostrartelo sulla base delle MIE
          conoscenze, ma solo di seconda mano
          :-)
          • Ultrafox scrive:
            Re: Danni incalcolabili
            ciao,non vorrei banalizzare troppo ma la scienza si basa sul consenso, o più correttamente esistono modelli che sono variamente accettati. Ovviamente la natura non segue i modelli e fa quel che vuole.Comunque un modello largamente accettato è improbabile che sia di colpo defenestrato!Quanto alle proprie opinioni i ricercatori, come tutti gli umani, possono essere in buona o cattiva fede.L'esempio di illustri luminari della medicina che negarono i danni del fumo è molto indicativo.
      • Funz scrive:
        Re: Danni incalcolabili
        - Scritto da: Surak 2.0
        - Scritto da: Funz

        tutta la storia del climategate era una bufala

        vergognosa, eppure ha causato danni pazzeschi a

        livello politico e nell'opinione pubblica.

        Abbiamo perso anni preziosi e probabilmente

        causato danni oramai

        irreversibili.

        Siamo agli atti di fede?Non diciamo cavolate, per favore.

        Ricapitoliamo: qualcuno ha rubato qualche

        migliaio di mail vecchie di dieci anni, e da

        tutta questa massa ha estrapolato UNA frase che,

        a voler proprio pensare male, potrebbe essere

        interpretata come volontà di taroccare i dati

        mentre, a una lettura normale, testimonia solo
        la

        discussione in corso su come interpretare i dati

        stessi.

        In questo caso, ma in quello rpima hanno
        taroccato di brutto e dicendoselo
        chiaramente.Sbagliato, informati. Io parlavo proprio del vecchio caso.
        Inoltre molti pseudo modelli dati per certi, si
        sono dimostrati quantomeno discutibili da
        ricerche
        successive.Sai, la scienza funziona per affinamenti progressivi, e non di rado tentando vie che si rivelano poi sbagliate. Però non vuol dire che tutta la scienza sia sballata, e insinuare una cosa del genere è errato e fuorviante.Lo scetticismo è giusto e necessario, ma ci vuole anche buona fede.

        Su questa minuscola ca**ata hanno montato un
        caso

        *enorme*, con lobby, politici e media coalizzati

        nello sparare addosso alla climatologia e agli

        scienziati che la studiano.

        Che sono lobby, politici e media coalizzati
        altettanto, anziah, certo, la potente lobby dei climatologi contro quella dei potentati energetici, economici, politici...
        pure di più (in tv, praticamente danno per certa
        la tesi
        antropica)e' certa, non "data per". A sentire chi ne sa veramente, senza interessi in ballo. Perché di solito gli scienziati vengono pagati indipendentemente dal risultato delle loro ricerche.

        Una vergogna per l'umanità intera. Tra vent'anni

        saranno considerati alla stregua di quelli che

        per decenni hanno spergiurato che il fumo non fa

        danni alla salute.

        Oppure per quelli che davano per certe alcune
        catastrofi mai
        avvenuteNostradamus lo lasciamo a voi finto-scettici...

        Ma il danno sarà già fatto, e

        stiamo già iniziando a pagarne le

        conseguenze.

        Già, miliardi di euro spesi a fermnare uan cosa
        "più grande di noi" invece di usarli per mettere
        in sicurezza la gente (togliendo la gente da
        sotto i costoni o nelle
        depressioni)Magari prevenire agendo sulle cause, invece di andare a tamponare i danni? Che poi non si faccia niente per prevenire i dissesti idrogeologici è pacifico, d'altronde costa caro e non porta consensi...

        Vedere che adesso questi criminali ci riprovano,

        fa ribollire il

        sangue.

        Vedo, ma fai un bel respiro...


        La realtà dei fatti è che il riscaldamento

        globale è reale, è causato dall'uomo, e coloro

        che studiano seriamente la materia sono
        pressoché

        unanimi.

        "amen"?amen

        A chi volesse ribattere consiglio di informarsi

        un minimo, prima di ripetere le fesserie che gli

        sono state inculcate da gente in cattiva

        fede.

        Eggià, un classico argomento dei complottisti.
        Se non credi alla tesi discutibile è perchè hai
        subito il lavaggio del cervello,
        neh?
        Uno dei tanti aspetti non considerati nella tua
        fede, per esempio è roba anche tipo
        questa:
        http://www.lescienze.it/news/2011/11/19/news/se_ilNon parliamo di fede quando si trattano questioni scientifiche. Non basta un articolo contrario (magari errato, magari in malafede) a smentire una massa enorme di studi favorevoli.
      • QkhFOgvTGER Rk scrive:
        Re: Danni incalcolabili
        http://antabuseorderingfromuk.nu/#9595 antabuse,
  • Tzi scrive:
    "Tutti i modelli sono sbagliati"
    ...ma qualcuno è utile =)Potrebbe in effetti esser meglio considerare le informazioni all'interno del loro contesto.Ovviamente, sarei felice di sapere che il riscaldamento globale non è causato dall'intervento umano =)
Chiudi i commenti