OLPC aggiorna il proprio Linux

Pronta una nuova versione del sistema operativo Linux-based per XO basato sul giovane codice di Fedora 9. Molte nuove funzionalità, come quella per l'update automatico

Roma – Il progetto One Laptop Per Child ( OLPC ) ha annunciato una versione aggiornata di XO Software, la propria distribuzione Linux progettata per i famosi laptop a basso costo XO.

il dispositivo La nuova versione del sistema operativo, la 8.2.0, poggia sul codice di Fedora 9 – la precedente release derivava invece da Fedora 7 – ed aggiorna tutti i principali componenti del sistema, inclusa l’interfaccia grafica Sugar e le applicazioni per la didattica.

OLPC spiega che XO Software 8.2.0 aggiunge al nucleo di codice di Fedora 9 diversi componenti personalizzati, tra i quali driver per il wireless e il power management, un file system per le memorie NAND flash, Open Firmware ed altro ancora.

La nuova versione del sistema operativo migliora la ricerca e l’organizzazione delle attività, lo switching tra le attività in esecuzione e la collaborazione tra utenti di XO. La distribuzione include poi un nuovo pannello di controllo grafico per configurare lingua, rete e risparmio energetico; un tool per eseguire l’aggiornamento automatico del software; un servizio per il backup del sistema sui server scolastici; e un nuovo manuale elettronico di XO.

OLPC afferma infine di aver aggiornato diverse traduzioni del software e di aver corretto centinaia di bug. Le note di rilascio di XO Software 8.2.0 si trovano qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • faku scrive:
    é una vergogna
    è una vergogna che non sia disponibile la rai all'estero. io sono a Lione (francia) x studio. sarò qui 6 mesi. sono a poco più di 100 km dall'italia e neanche io posso vedere la rai. ho visto che ci sono addirittura dei sii che forniscono la rai a pagamento. purtroppo e la solita mafia e massoneria (che sono affini), ladri, le cose dovranno cambiare. alzate la voce!!!
    • sovietbear scrive:
      Re: é una vergogna
      se usi ubuntu linux prova questo_=http://www.istitutomajorana.it/index.php?option=com_content&task=view&id=987&Itemid=33- Scritto da: faku
      è una vergogna che non sia disponibile la rai
      all'estero. io sono a Lione (francia) x studio.
      sarò qui 6 mesi. sono a poco più di 100 km
      dall'italia e neanche io posso vedere la rai. ho
      visto che ci sono addirittura dei sii che
      forniscono la rai a pagamento. purtroppo e la
      solita mafia e massoneria (che sono affini),
      ladri, le cose dovranno cambiare. alzate la
      voce!!!
  • Goleador scrive:
    vedere rai dall'estero
    (idea) http://nuke.goleador.info ragazzi è ottimo qui si vede tutta la rai da tutto il mondo
  • ruis2000 scrive:
    E` UNA VERGOGNA !!!
    Certo che si, certo che quando arriva il momento per prendere un voto, lo andrebbero a prenderselo magari sulla Luna o su Marte, allora si che siamo cittadini di prima categoria, prima scelta, serie A, cittadini importanti anche se viviamo all`estero, come lo siamo quando c`e` bisogno di raggiungere una certa cifra di Euro per aiutare l`Abruzzo, (purtroppo per quelle popolazioni vorremmo che non succedessero mai cose cosi` tristi e noi siamo piu` che felici di offrire il nostro supporto) ma in ritorno cosa chiediamo ? Chiediamo di vedere, sentire quell`Italia che amiamo forse piu` di quelle persone che vivono nel Bel Paese. Scrivo dall`Australia, una terra che mi ha ospitato e che mi ha dato molto di piu` della stessa terra che ancora amo la vostra Italia, visto che e` solo nostra quando hanno bisogno loro.Chiedo scusa per il mio scrivere un po` confuso, ma non la mente, spero che presto qualcuno venga a noi in suffragio e che e che ci porti la buona notizia, quella di poter vedere la nostra televisione di stato, cordiali saluti e grazie.
  • tullio salomone scrive:
    programmi rai estero
    grande italia discriminata NO rai programmi..PERCHE?????
  • simone berti scrive:
    canone
    io tra l'altro pago il canone in italia, ma spesso sto in Germania per periodi anche abbastanza lunghi.Penso che sarebbe una cosa carina avere un codice associato al mio abbonamento rai, in modo da poter vedere i programmi.
  • Alex residente in USA scrive:
    E' una vergogna!
    Non ci sono commenti. Il nuovo sito Rai che finalmente potrebbe rendere meno distante chie è costretto a risiedere all'estero per ragioni di lavoro ... è precluso proprio a quegli utenti...Tante chiacchiere sui residenti all'estero e poi ...
  • necnec scrive:
    Rai
    Sapete perche non possiamo vedere la Rai all`estero su internet?Perche noi la Rai la vediamo ma solo un canale che trasmette un po di Rai 1 2 3 e la paghiamo tutti i mesi
    in alcuni paesi come il Canada sono $ 2.50 negli stati Uniti$10 al mese ecc.Ora capite perche la Rai non si vedra mai all`estero
    • ruis2000 scrive:
      Re: Rai
      Non e` vero niente, io vivo in Australia e vedo lo stesso canale Rai International o meglio Raitalia, pago quello che c`e` da pagare, mi sembra $14 Austd, se la RAI mettesse una cifra tot da pagare, io sarei disposto a farlo pur tenendo quello che gia` ho. Dov`e` il problema ? Quello che proprio mi fa incavolare e` il fatto che la TV online porterebbe molti piu` vantaggi alla stessa Italia per 1000 altre ragioni e loro fanno finta di non capire ?! Hanno l`oro Italiano all`estero e quello siamo noi e non lo sanno sfruttare, siamo alle solite comiche Italiane, povera Italia !!!! Comunque cordiali saluti dall`Australia
  • Marcello Ponsiglion e scrive:
    Concordo
    Vivo a Bonn, concordo in pieno. La prima volta che mi e' apparsa la scritta della rai ''spiacente, ... '' mi e' sembrata una beffa. Ma come, nessuno dovrebbe essere ''spiacente'' se, vivendo all' estero ho voglia di vedermi il Tg in diretta! P.S. In molte (tutte?) altre nazioni europee questo problema non sussiste
  • Il Lordo scrive:
    l'assurdo della notizia...
    .. è che qualcuno voglia guardare la rai.. non ho parole...
  • Gino il Pollo scrive:
    Alternativa Livestation
    http://www.livestation.com/
  • Giorgio scrive:
    italian country
    senza parlare che "Sorry, this content is reserved to the users in the italian country" si traduce con il servizio è riservato agli utenti nella campagna italiana, quella notoriamente con l'adsl!:D(e poi, se li facessero tutti in flash i contenuti, invece che con WMV, sarebbe meglio, io ho dovuto installare VMWAre solo per vedere la rai)
    • ullala scrive:
      Re: italian country
      - Scritto da: Giorgio
      senza parlare che "Sorry, this content is
      reserved to the users in the italian country" si
      traduce con il servizio è riservato agli utenti
      nella campagna italiana, quella notoriamente con
      l'adsl!
      :D

      (e poi, se li facessero tutti in flash i
      contenuti, invece che con WMV, sarebbe meglio, io
      ho dovuto installare VMWAre solo per vedere la
      rai)Ma veramente a me funziona VLC...
    • ullala scrive:
      Re: italian country
      - Scritto da: Giorgio
      senza parlare che "Sorry, this content is
      reserved to the users in the italian country" si
      traduce con il servizio è riservato agli utenti
      nella campagna italiana, quella notoriamente con
      l'adsl!
      :D

      (e poi, se li facessero tutti in flash i
      contenuti, invece che con WMV, sarebbe meglio, io
      ho dovuto installare VMWAre solo per vedere la
      rai)ah...mi scordavo...VLC c'è anche per windows... ma io lo uso su linux è un grandissimo tool e in più volendo fa anche trasmissione (non solo ricezione)
    • MeX scrive:
      Re: italian country
      su mac basta Flip4mac
  • ZZol scrive:
    Siamo alle comiche finali?
    Avete anche il diritto per il biglietto pagato per tornare a casa una volta al mese per andare allo stadio?Ma di che diritti state parlando? Del diritto di vedere la Rai mentre siete all'estero o emigrati?Senza pagare il canone, senza pagare le tasse italiane, senza risiedere in Italia... per di più citando la costituzione. Ma per favore...A questa stregua avreste anche il diritto di usufruire del SSN e del medico di base? E come la mettiamo con l'esenzione dal ticket per i pensionati italiani residenti in Argentina?O con gli sconti sulla mensa scolastica per i figli degli Italiani Canadesi poco abbienti ? O con gli incentivi all'agricoltura per gli italiani che coltivano vigneti in Sudafrica?Siamo tutti uguali davanti alla costituzione, ma penso ancora di essere un po' più uguale di che non spartisce gli oneri e pretende gli onori della cittadinanza.Questa lettera /articolo e' veramente grottesco.E poi che diamine, voi che sapete di Internet dal Nicaragua e dalla Svezia: ci sono servizi online che vi consentirebbero di "risolvere" il problema con un clic, senza sollevare una contestazione ridicola...cordialmenteZZol
    • G.C. scrive:
      Re: Siamo alle comiche finali?
      Non sono d'accordo. L'informazione dovrebbe essere fruibile a chiunque in qualsiasi parte del mondo, e non dovrebbe essere soggetta alle tasse e/o ai diritti-doveri che citi.Non ha senso il paragone che fai, anche se è solo provocatorio.
    • MeX scrive:
      Re: Siamo alle comiche finali?
      sono d'accordo in parte, sulla RAI concordo con te, sul SSN, beh dipende, io ora sto all'estero ma ho pagato le tasse per 10 anni tra i 18 e i 28, e saró andato tre volte all'ospedale... quindi mi sembra giusto che possa usufruire della mia carta sanitaria qui in Irlanda fino alla sua scadenza... su tutto il resto condivido, chi vive in Italia é piú italiano di chi é scappato (io piú che altro non mi riconoscevo piú nella nazione in cui vivevo)
    • francomur99 scrive:
      Re: Siamo alle comiche finali?
      Risp a ZZOL: Lei da come parla mi sembra un gran fascista potrei anche sbagliarmi ma sara' difficile.Innanzitutto qua a Londra noi italiani all'estero riusciamo a vedere canali da quasi tutto il mondo tranne che l'Italia, e quindi la dice lunga sul servizio televisivo...non si riesce a capire perche' l'Italia debba sempre fare una figura di M***A. Siete rimasti 30 anni indietro, avete una televisione che fa schifo e per ginta avete anche un giullare come primo ministro. Datevi una mossa!!!e svegliatevi dal lungo sonno.
  • unaDuraLezione scrive:
    ma piuttosto...
    contenuto non disponibile
  • dissidente scrive:
    villaggio globale
    La rai acquista i diritti per trasmettere pacchetti solo su territorio nazionale. Se trasmettesse in streaming in tutto il mondo i diritti verrebbero a costare molto di più.E' l'ennesima prova che il villaggio è globale solo fin quando fa comodo a qualcuno, in nome del sacro $.
  • Guybrush scrive:
    Pagare
    Volete vedere la rai? Pagate.Il canone rai, per l'esattezza.Dal canto suo la rai dovrebbe aggiungere la funzione di accesso mediante inserimento di key user & password e se mette il key user = codice di abbonamento rai prende due piccioni con 1 fava.Da un lato percepisce il canone, dall'altro effettua un bel controllo su chi paga e chi fruisce.GT
    • Paolino scrive:
      Re: Pagare
      - Scritto da: Guybrush
      Volete vedere la rai? Pagate.
      Il canone rai, per l'esattezza.Proponi di traformarla in PPV?
    • Max-B scrive:
      Re: Pagare
      Si, dovrebbe farlo. Ma soprattutto si dovrebbe fare chiarezza su chi deve pagare l'abbonamento tv. Poichè di "abbonamento TV" si tratta e non di "canone RAI", quindi indipendente dal fatto che tu fruisca o meno dei programmi RAI...ciao,Max- Scritto da: Guybrush
      Volete vedere la rai? Pagate.
      Il canone rai, per l'esattezza.

      Dal canto suo la rai dovrebbe aggiungere la
      funzione di accesso mediante inserimento di key
      user & password e se mette il key user = codice
      di abbonamento rai prende due piccioni con 1
      fava.
      Da un lato percepisce il canone, dall'altro
      effettua un bel controllo su chi paga e chi
      fruisce.

      GT
      • Illo Illi scrive:
        Re: Pagare
        E comunque non e' un abbonamento ma una tassa di possesso TV. Anche se viene proposta sotto mentite spoglie.
        • Max-B scrive:
          Re: Pagare
          ...è vero!- Scritto da: Illo Illi
          E comunque non e' un abbonamento ma una tassa di
          possesso TV. Anche se viene proposta sotto
          mentite
          spoglie.
  • markbern scrive:
    No al criptaggio RAI
    Come italiani residenti in Russiahttp://www.italiarussia.suabbiamo lanciato una petizione contro il criptaggio della programmazione RAI via satellite:http://firmiamo.it/nocriptaggioraiVi saremo grati per la sua diffusione.Mark Bernardini-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 ottobre 2008 09.58-----------------------------------------------------------
  • paoloholzl scrive:
    E lo chiamano servizio pubblico
    Lo streamnig delle trasmissioni RAI, una vergogna!Chi ha strategie commerciali (youtube, Mediaset ecc.) usa formati che portino alla massima fruibilità del materiale, in pratica oggi il player Flash.E' paradossale che proprio chi dovrebbe avere nella propria 'mission' la massima accessibilità, usi una struttura proprietaria tagliando di fatto il servizio a un gran numero di cittadini (che oltretutto la pagano).Chi ha fatto una scelta di questo tipo per favore la giustifichi, anche perchè scelte apparentemente assurde portano a pensar male.
  • MeX scrive:
    io vivo all'estero...
    e di vedere la TV Italiana in diretta non potrebbe fregarmene di meno!L'unica cosa che guardo é AnnoZero dal sito RAI e che io sappia si puó guardare pure Ballaró e Report.Poi, cari italiani all'estero, ma che ve frega della TV Italiana? per l'informazione potete comprarvi i giornali, e poi scusate, in Italia uno deve pagare il canone, noi all'estero non lo paghiamo e mi sembra giusto non essere trattati allo stesso livello dei nostri poveri concittadini vessati da tale balzello...Gioite e godetevi giá solo la leggerrezza di non subire ogni giorno i calci dello stivale nel fondoschiena...
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: io vivo all'estero...
      - Scritto da: MeX
      e di vedere la TV Italiana in diretta non
      potrebbe fregarmene di meno!io sto all'estero per lavoro, e per vedere la TV italiana ho fatto l'abbonamento a Sky.Se già prima la RAI la guardavo poco, ora non la guardo per niente, e quasi nulla i canali Mediaset.
      • MeX scrive:
        Re: io vivo all'estero...
        appunto, se uno ci vuole proprio provare si abbona a SKY... ma invocare "diritti" per vedere la RAI su Yalp mi pare davvero eccessivo
        • Fulmy(nato) scrive:
          Re: io vivo all'estero...
          - Scritto da: MeX
          appunto, se uno ci vuole proprio provare si
          abbona a SKY... ma invocare "diritti" per vedere
          la RAI su Yalp mi pare davvero
          eccessivobeh, a dirla tutta, ci sarebbe anche da precisare che i satelliti non si vedono tutti da tutte le parti del mondo, e non tutti trasmettono gli stessi canali.
          • MeX scrive:
            Re: io vivo all'estero...
            vabbéh amen, se uno cambia paese dev'essere pronto anche ad accetarne le conseguenze, e perdere la RAI mi sembra una delle ultime preoccupazioni...
          • Joliet Jake scrive:
            Re: io vivo all'estero...
            Giusto. Io infatti risiedo permanentemene all'estero e non mi lamento.Ma come hanno fatto notare nell'articolo, ci sono persone che per lavoro o per studio sono solo temoraneamente all'estero e magari hanno già pagato il canone per l'anno in corso.
          • MeX scrive:
            Re: io vivo all'estero...
            vabbeh, anche li... si guardassero la TV locale cosí migliorano la lingua e imparano qualcosa di nuovo...
          • Scimmione scrive:
            Re: io vivo all'estero...
            MeX, sei un idiota.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: io vivo all'estero...
            - Scritto da: MeX
            vabbéh amen, se uno cambia paese dev'essere
            pronto anche ad accetarne le conseguenze, e
            perdere la RAI mi sembra una delle ultime
            preoccupazioni...infatti mi preoccupa più il non trovare facilmente un espresso decente :D
          • MeX scrive:
            Re: io vivo all'estero...
            giusto fratello! :'(
    • Illo Illi scrive:
      Re: io vivo all'estero...
      Anchio vivo all'estero da un anno e una delle infinite note positive e' l'assenza della spazzatura che spande la TV italiana!NO alla diffusione del modello italiano! ;)
  • Pino scrive:
    Diritti radio televisivi
    Non tutta la RAI è uguale, infatti i cittadini residenti all'estero non dovrebbero aver problemi a collegarsi ai siti radiofonici dell'emittente nazionale. Così si fa della BBC o della Radio della Svizzera italiana.Se però mi collego dall'Italia alla tv svizzera o anche ad ARTE sono preclusi perfino i download dai servizi di podcast.Potreste quindi provare a questo indirizzohttp://www.vcast.it/register/reg.phpQuesto servizio consente di registrare come fosse il vostro registratore di casa. Con ARTE funziona.Auguri.
  • Simone scrive:
    Non solo irraggiungibile ma anche WMV
    di tutte le tecnologie più marcie, la rai giustamente nell'era di youtube e dei player flash, ti va a cercare il wmv in streaming.Non voglio pensare quanto hanno speso per licenziare il tutto...Fatto sta che con le connessioni del cavolo che ci sono dalle mie parti (nonostante adsl 4mb) è impossibile usufruire del servizio, a meno di non usare programmi geek per scaricarsi i video. In pratica a meno che non mi collego alle 4 di notte viaggio in media a 32kb/s.Sarebbero da uccidere gli imbecilli che hanno consentito questo schifo, un portale megagalattico, con una tecnologia del cavolo, neanche fossero scaricabili i contenuti.Peccato perchè è veramente una gioia la tv on demand, e pagherei anche più volentieri il canone fossero (anche) scaricabili i programmi, con licenza CC. Mi basterebbero Blu Notte, Report, Annozero, e qualche altra trasmissione mitica della Dandini.
    • azas scrive:
      Re: Non solo irraggiungibile ma anche WMV
      Con Mplayer hai opzione di dump.A volte non si vedono programmi sia da windows, che dal gnu/linux che da Mac, dall'estero o tramite un proxy italiano, semplicemente han problemi in rai nel pubblicarli (?).Slackware 12.1 dall'estero.
    • paoloholzl scrive:
      Re: Non solo irraggiungibile ma anche WMV
      - Scritto da: Simone
      di tutte le tecnologie più marcie, la rai
      giustamente nell'era di youtube e dei player
      flash, ti va a cercare il wmv in
      streaming.Straquoto!
    • asdrubale scrive:
      Re: Non solo irraggiungibile ma anche WMV
      la prima volta che firefox 3 ha crashato, c++zo di uindous mediaplayer
    • NomeCognome scrive:
      Re: Non solo irraggiungibile ma anche WMV
      Qualche tecnicismo.Con Windows non ci sono problemi, purtroppo Raiclick e' fatto apposta.Con Linux (Ubuntu) ci sono parecchie difficolta', ma tutte aggirabili anche se non semplicissime.In generale:$ mplayer -dumpstream funziona e ti scarica il file.L' indirizzo io lo ottengo su Firefox con un plugin (MediaPlayerConnectivity) che funziona benissimo.Ci riesco a vedere Report, Annozero e Blu Notte.Dovrebbe bastarti!Spero aiuti.
    • Gino il Pollo scrive:
      Re: Non solo irraggiungibile ma anche WMV
      quello della RAI è l'unico sito al mondo con cui il mio browser (Firefox) crasha ! :-/per fortuna uso Livestation
  • cristo scrive:
    a me non funzionano neanche dall'italia!
    yalp mi dice che non ho un ip proveniente dall'italia... eppure sono connesso con telecom italia!mentre il sito rai.tv mi fa vedere perfettamente la pubblicita' di intro mentre lo streaming no...uso Debian GNU/linux con FireFox e mplayer
    • Massi cadenti scrive:
      Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
      - Scritto da: cristo
      yalp mi dice che non ho un ip proveniente
      dall'italia... eppure sono connesso con telecom
      italia!

      mentre il sito rai.tv mi fa vedere perfettamente
      la pubblicita' di intro mentre lo streaming
      no..

      .uso Debian GNU/linux con FireFox e mplayerLa seconda è perché mi sa tanto che il sito rai.tv funziona bene solo con winsozz.Per quanto riguarda yalp... boh. Dando per scontato che tu non stia usando un proxy (nel qual caso la soluzione è talmente ovvia che neanche sento il bisogno di dirla), prova a scrivere all'assistenza di yalp segnalando il tuo indirizzo ip e facendogli ben presente che appartiene alla rete Telecom Italia.
      • Marco scrive:
        Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
        - Scritto da: Massi cadenti
        - Scritto da: cristo

        yalp mi dice che non ho un ip proveniente

        dall'italia... eppure sono connesso con telecom

        italia!



        mentre il sito rai.tv mi fa vedere perfettamente

        la pubblicita' di intro mentre lo streaming

        no..



        .uso Debian GNU/linux con FireFox e mplayer

        La seconda è perché mi sa tanto che il sito
        rai.tv funziona bene solo con
        winsozz.Non per nulla Windows è lo standard di fatto.Hai voglia a dire che esiste Linux, ma quando poi vedi che metà del web e dei programmi non è accessibile da questi sistemi, uno coscientemente decide di fare la cosa più semplice e adattarsi ad usare Windows.
        • azas scrive:
          Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
          Ecco i clowns
        • dont feed the troll scrive:
          Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
          - Scritto da: Marco
          Non per nulla Windows è lo standard di fatto.E' esattamente per questo, programatori incapaci che non capiscono che i contenuti web devono essere fruibili indipendentemente dalla macchina client che vi accede.Il problema non è tecnologico, ma culturale.
      • david scrive:
        Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
        A me sinceramente i programmi "ondemand" non vanno nemmeno da windows.
        • Massi cadenti scrive:
          Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
          - Scritto da: david
          A me sinceramente i programmi "ondemand" non
          vanno nemmeno da
          windows.A me vanno, con firefox 3, plugin di media player e win xp.
    • Marco scrive:
      Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
      - Scritto da: cristo
      yalp mi dice che non ho un ip proveniente
      dall'italia... eppure sono connesso con telecom
      italia!Sicuro?Questo è un problema che dava tempo fa, mi pare l'avessero corretto, perché dall'italia dopo un primissimo periodo ho ottenuto anche io l'accesso (Infostrada).
    • Unter scrive:
      Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
      Vero, usando linux/BSD ottengo sempre il messaggio "IP non italiano", mentre usando Vista questo messaggio non appare (e l'indirizzo IP è lo stesso).
      • Giorgio Migazzi scrive:
        Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
        A me invece funziona perfettamente con l'ADSL Telecom mentre con una chiavetta USB HSDPA Alice, mi dice che non sono in Italia. Fantastico! Per fortuna che è un servizio legato direttamente ad Alice...
      • Mariuzzo scrive:
        Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
        Mah, pure io uso Debian Lenny/Sid + Iceweasel (~ Firefox) e la Rai in streaming la vedo senza problemi, sui siti segnalati.Cosa mai c'entrera' l'IP del vs. provider con il sistema operativo che usate ....
    • Max-B scrive:
      Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
      - Scritto da: cristo
      .uso Debian GNU/linux con FireFox e mplayerA me "ogni tanto" con Ubuntu 8.04 funzionano. Tieni presente che ho installato tutti i restricted extras per leggere i formati proprietari (http://wiki.ubuntu-it.org/Multimedia/FormatiProprietari).Se metto in pausa poi si inchiodano ma in genere funzionano. Quando clicco sul filmato parte lo spot di intro poi apperentemente si blocca. Faccio un doppio clik sull'immagine del video e parte...Comunque è un sito fatto veramente alla cazzo e senza alcun rispetto per la compatibilità dei diversi sistemi. A dire il vero a parte BluNotte, Report e AnnoZero si perde davvero poco...ciao,Max
    • molok scrive:
      Re: a me non funzionano neanche dall'italia!
      Io riesco a vedere lo streaming con il plugin di Xine per mozilla.
  • Risposta alla notizia scrive:
    Io sarei ben contento
    ...di non vederla più questa televisione da str@p@zzo piena zeppa di programmi riciclati e format importati. Non riesco proprio a capire che cosa spinge queste persone a lamentarsi cosi tanto per dei contenuti televisivi molti discutibili.
    • Billo scrive:
      Re: Io sarei ben contento
      - Scritto da: Risposta alla notizia
      ...di non vederla più questa televisione da
      str@p@zzo piena zeppa di programmi riciclati e
      format importati. Non riesco proprio a capire che
      cosa spinge queste persone a lamentarsi cosi
      tanto per dei contenuti televisivi molti
      discutibili.Già e molti fun di rai tre non sanno che alcune trasmissioni come "Che Tempo Che fa" sono prodotte dalla Endemol ovvero.. da chi produce Il Grande Fratello! :)
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Io sarei ben contento
        - Scritto da: Billo
        Già e molti fun di rai tre non sanno che alcune
        trasmissioni come "Che Tempo Che fa" sono
        prodotte dalla Endemol ovvero.. da chi produce Il
        Grande Fratello!
        :)La Endemol è forse la più grande casa di produzioni TV al mondo, oltre al grande fratello ha i format di chi vuol essere milionario, di affari tuoi, credo anche le iene o sos tata e qualche altra vagonata di programmi, questo per citare i primi che mi vengono in mente.Dopo la Endemol credo ci sia solo Magnolia a quel livello, ma comunque dietro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 ottobre 2008 02.02-----------------------------------------------------------
      • molok scrive:
        Re: Io sarei ben contento
        Per la cronaca l'autore del format di "Che Tempo Che Fa" è Fabio Fazio, il quale poi lo distribuisce attraverso Endemol.
    • Marco scrive:
      Re: Io sarei ben contento
      - Scritto da: Risposta alla notizia
      ...di non vederla più questa televisione da
      str@p@zzo piena zeppa di programmi riciclati e
      format importati. Non riesco proprio a capire che
      cosa spinge queste persone a lamentarsi cosi
      tanto per dei contenuti televisivi molti
      discutibili.Ragazzi che noia, se non vi piace non guardatela.A me personalmente piacciono i telefilm e me li gusto in lingua originale sul digitale terrestre, se non mi piace buona domenica, semplicemente non lo guardo.Non pretendo che in tv trasmettano sempre e solo quello che interessa a me.
  • Cobra Reale scrive:
    Anche la BBC lo fa
    Tempo fa, PI pubblicò la notizia di un archivio di trasmissioni BBC accessibile solo dalla Gran Bretagna, se non erro in modo tale da impedirne la fruizione a chi non avesse pagato il canone. Credo che la RAI abbia seguito la stessa strada, anche se è una scelta che non condivido: potrebbero consentire agli Italiani all'Estero di registrarsi, magari pagando una piccola quota mensile, evitando di bloccare tutte le richieste di accesso provenienti da IP non Italiani.
    • Marco scrive:
      Re: Anche la BBC lo fa
      - Scritto da: Cobra Reale
      Tempo fa, PI pubblicò la notizia di un archivio
      di trasmissioni BBC accessibile solo dalla Gran
      Bretagna, se non erro in modo tale da impedirne
      la fruizione a chi non avesse pagato il canone.
      Credo che la RAI abbia seguito la stessa strada,
      anche se è una scelta che non condivido:
      potrebbero consentire agli Italiani all'Estero di
      registrarsi, magari pagando una piccola quota
      mensile, evitando di bloccare tutte le richieste
      di accesso provenienti da IP non
      Italiani.E, conoscendo gli Italiani, tempo un'ora e tutto il mondo avrebbe i codici per accedere ai programmi...
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Anche la BBC lo fa
      - Scritto da: Cobra Reale
      Tempo fa, PI pubblicò la notizia di un archivio
      di trasmissioni BBC accessibile solo dalla Gran
      Bretagna, se non erro in modo tale da impedirne
      la fruizione a chi non avesse pagato il canone.
      Credo che la RAI abbia seguito la stessa strada,
      anche se è una scelta che non condivido:
      potrebbero consentire agli Italiani all'Estero di
      registrarsi, magari pagando una piccola quota
      mensile, evitando di bloccare tutte le richieste
      di accesso provenienti da IP non
      Italiani.Pagare? Di nuovo??? E se uno è solo temporaneamente all'estero e il canone per quell'anno lo ha già pagato?
      • Cobra Reale scrive:
        Re: Anche la BBC lo fa
        - Scritto da: Joliet Jake
        - Scritto da: Cobra Reale

        Tempo fa, PI pubblicò la notizia di un archivio

        di trasmissioni BBC accessibile solo dalla Gran

        Bretagna, se non erro in modo tale da impedirne

        la fruizione a chi non avesse pagato il canone.

        Credo che la RAI abbia seguito la stessa strada,

        anche se è una scelta che non condivido:

        potrebbero consentire agli Italiani all'Estero
        di

        registrarsi, magari pagando una piccola quota

        mensile, evitando di bloccare tutte le richieste

        di accesso provenienti da IP non

        Italiani.

        Pagare? Di nuovo??? E se uno è solo
        temporaneamente all'estero e il canone per
        quell'anno lo ha già
        pagato?Naturalmente non mi riferivo a chi è solo temporaneamente all'estero.
  • Massi cadenti scrive:
    Problemi di diritti
    Cari amici sudamericanisul satellite (ad esempio) anche in Europa alcuni eventi della RAI (ad es. la Formula 1, o le partite) sono codificati (e visibili ufficialmente solo se si è abbonati a Sky, cosa possibile solo se si risiede in Italia).In Sud America via satellite c'è sicuramente visibile Rai International, mi rendo conto io per primo che non è granché. Si potrebbe pensare che la RAI possieda i diritti per l'estero almeno per le proprie produzioni, in realtà non è tecnicamente così, nel senso che li ha ma potrebbe volerli rivendere a network a pagamento o (nel caso di fiction) canali o importatori locali, guadagnando sicuramente più soldi che non dandoli via gratis via internet.Poi è ovvio, se andiamo nell'illegale ci sono tanti modi, il primo che mi viene in mente (non in diretta) è youtube o i p2p dove più o meno tutte le produzioni di un certo rilievo (penso alle fiction anche perché ormai ultimamente la RAI fa solo quelle) si trovano abbastanza presto poco dopo la loro trasmissione.Purtroppo, cari amici, tutto gira intorno ai money.Se è possibile (non lo so) accedere dall'estero al sito raiclick.it (che è diverso dal sito rai.tv), posso dirvi che potrete comunque accedere, NON in tempo reale, quantomeno ad alcune produzioni storiche nonché agli ultimi telegiornali. So che non è molto. In ogni caso, per quel che vi possa aiutare, ultimamente la RAI (ma in generale la TV generalista italiana, tranne forse La7) è molto scesa come livello qualitativo, a favore (ma neanche troppo) delle TV tematiche a pagamento (sia digitale terrestre sia soprattutto sul satellite). Una cosa che comunque, mediamente in misura minore di qua bisogna dire, è successa in generale in quasi tutti i Paesi europei (tranne in Svizzera dove la TV pubblica è di ottimo livello, ma solo perché lì non hanno la paytv). Per quel che ho potuto apprezzare via satellite, quando m'è capitato, delle TV sudamericane, ho notato che sono mediamente paragonabili alla nostra RAI.Un italiano che vi invidia non poco :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 ottobre 2008 00.21-----------------------------------------------------------
  • Simon Bolivar scrive:
    Cari concittadini all'estero...
    Si capisce che voi la televisione italiana non l'avete proprio mai vista... e infatti non sapete cosa vi perdete. Beati voi! Un consiglio? Restate così, perché in questo caso è davvero meglio rimanere nell'"ignoranza".Usate internet per comunicare con altri italiani, ascoltate le radio a onde corte, fatevi spedire libri, telefonate, ma... non guardate la TV italiana! Vi fareste solo del male! E' un consiglio che vi do col cuore!!Anzi... però... a pensarci bene un lato positivo potrebbe esserci... guardare la TV italiana vi farebbe sicuramente apprezzare di avere un oceano di distanza da questo stivale ormai completamente affondato nella melma!
    • Marco scrive:
      Re: Cari concittadini all'estero...
      - Scritto da: Simon Bolivar
      Si capisce che voi la televisione italiana non
      l'avete proprio mai vista... e infatti non sapete
      cosa vi perdete. Beati voi! Un consiglio? Restate
      così, perché in questo caso è davvero meglio
      rimanere nell'"ignoranza".Caro concittadino italiano, tu forse non hai idea di quanto faccia schifo la televisione non italiana.La presenza di due grossi gruppi italiani (Rai e Mediaset) in Italia permette una programmazione più varia (sì, più varia) di quanto non avvenga oltre confine.Mi trovo io all'estero e le poche volte che resto a casa, la tv è proprio inguardabile, si potrebbe quasi sentire la mancanza di Maria De Filippi, giusto per farti capire quanto sia estremamente basso il livello qualitativo all'estero.Certo, non parlo degli Usa, ma di realtà più piccole e comparabili con la nostra.
      Usate internet per comunicare con altri italiani,
      ascoltate le radio a onde corte, fatevi spedire
      libri, telefonate, ma... non guardate la TV
      italiana!Pensa che su Internet è pieno di programmi tv italiani, dici che la gente li mette perché non ha altro da fare? YouTube è un contenitore di programmi made in Mediaset e Rai, direi proprio che la gente è interessata e li guarda, altrimenti difficilmente ci sarebbero.
      questo stivale ormai completamente
      affondato nella
      melma!Perché non alzi il *sedere* e cominci a pulire allora, invece di stare a lamentarti come al solito?? Italiani, popolo che sa sempre e solo lamentarsi.
      • azas scrive:
        Re: Cari concittadini all'estero...
        - Scritto da: Marco
        - Scritto da: Simon Bolivar

        Si capisce che voi la televisione italiana non

        l'avete proprio mai vista... e infatti non
        sapete

        cosa vi perdete. Beati voi! Un consiglio?
        Restate

        così, perché in questo caso è davvero meglio

        rimanere nell'"ignoranza".
        Caro concittadino italiano, tu forse non hai idea
        di quanto faccia schifo la televisione non
        italiana.Caro concittadino, forse ti conviene impararla la lingua nazionale del paese che ti ospita.
        La presenza di due grossi gruppi italiani (Rai e
        Mediaset) in Italia permette una programmazione
        più varia (sì, più varia) di quanto non avvenga
        oltre
        confine.
        Intendi rispetto alla Lituania?
        Mi trovo io all'estero e le poche volte che resto
        a casa, la tv è proprio inguardabile, si potrebbe
        quasi sentire la mancanza di Maria De Filippi,
        giusto per farti capire quanto sia estremamente
        basso il livello qualitativo
        all'estero.Sei in Spagna!
        Certo, non parlo degli Usa, ma di realtà più
        piccole e comparabili con la
        nostra.
        Ah beh! Io guardo spesso la televisione Francese, Belga ed Inglese.Certamente ci sono canali e canali, ma si sa' che veline e starlets non sono cosi' massiccie. Di programmi generalisti ne e' pieno l'etere, su questo hai ragione.

        Usate internet per comunicare con altri
        italiani,

        ascoltate le radio a onde corte, fatevi spedire

        libri, telefonate, ma... non guardate la TV

        italiana!
        Pensa che su Internet è pieno di programmi tv
        italiani, dici che la gente li mette perché non
        ha altro da fare? YouTube è un contenitore di
        programmi made in Mediaset e Rai, direi proprio
        che la gente è interessata e li guarda,
        altrimenti difficilmente ci
        sarebbero.
        Prova ad usare keywords in lingue diverse dall'italiano.

        questo stivale ormai completamente

        affondato nella

        melma!
        Perché non alzi il *sedere* e cominci a pulire
        allora, invece di stare a lamentarti come al
        solito?? Italiani, popolo che sa sempre e solo
        lamentarsi.Grande suggerimento dal mangiamelma ;-)
      • tozzi fan scrive:
        Re: Cari concittadini all'estero...


        questo stivale ormai completamente

        affondato nella

        melma!
        Perché non alzi il *sedere* e cominci a pulire
        allora, invece di stare a lamentarti come al
        solito?? Italiani, popolo che sa sempre e solo
        lamentarsi.cominci tu che sei così bravo? ah no... non puoi.... sei all'estero!
        • Ricky scrive:
          Re: Cari concittadini all'estero...
          Che l'Italia faccia ANGUSCIA e' palese...che gli ALTRI siano messi meglio invece e' tutto da chiarire.Certo e' che a me , da italiano, interessa poco dicome si incasinano la vita quelli ALTROVE, ho gia' abbastanza casini da gestire in casa mia.Infatti sono attivamente impegnato a cambiare le cose nel mio paese, in tutti i modi per me possibili.Tempo (poco), soldi (pochi),competenze (tante ma spesso poco utili per i nostri problemicontingenti).Non sono in moltissimi a "darci dentro" per risolevare questo stivale martoriato ma comunque pare che siamo sempre di piu'.Invito chiunque,qui o all'estero, che ha animo itaiano a farsi avanti.Abbiamo bisogno di tutti...e la fruizione o meno della RAI e' proprio l'ultimo dei nostri pensieri.
          • Illo Illi scrive:
            Re: Cari concittadini all'estero...
            - Scritto da: Ricky
            Che l'Italia faccia ANGUSCIA e' palese...che gli
            ALTRI siano messi meglio invece e' tutto da
            chiarire.La prima cosa che mi viene in mente, senza entrare nel merito della qualita' dei programmi, e' la liberta' con la quale vengono riportate le notizie nei telegiornali e aggiungiamoci anche la carta stampata. L'italia e' messa molto male inquanto a liberta'!
            Certo e' che a me , da italiano, interessa poco
            dicome si incasinano la vita quelli ALTROVE, ho
            gia' abbastanza casini da gestire in casa
            mia.
            Infatti sono attivamente impegnato a cambiare le
            cose nel mio paese, in tutti i modi per me
            possibili.
            Tempo (poco), soldi (pochi),competenze (tante ma
            spesso poco utili per i nostri
            problemicontingenti).Se fossi veramente impegnato ci dedicheresti il 100% del tempo.
            Non sono in moltissimi a "darci dentro" per
            risolevare questo stivale martoriato ma comunque
            pare che siamo sempre di
            piu'.
            Invito chiunque,qui o all'estero, che ha animo
            itaiano a farsi
            avanti.La vita e' troppo breve per dedicarla a cambiare un paese di persone che non vogliono cambiare e lo dimostrano i fatti degli ultimi 12 anni in maniera lampante.
            Abbiamo bisogno di tutti...e la fruizione o meno
            della RAI e' proprio l'ultimo dei nostri
            pensieri.E' il primo invece inquanto organo di informazione nazionale e che ha il potere di controllare le persone. Oramani il 99% della gente e' teledipendente ed e' abituata a mangiare talmente tanta spazzatura che gli sembra persino saporita.Inizia con il cambiare gli organi di informazione, fai sapere al popolo la verita', raccontagli come stanno le cose.
Chiudi i commenti