Open source, Microsoft apre al dialogo

L'azienda scrive al senatore dei Verdi Cortiana per dar vita ad un'occasione di dialogo su codice chiuso e codice aperto, interoperabilità e opportunità per il paese. Al centro il ddl 1188 sul pluralismo informatico


Roma – Una lettera trasmessa da Microsoft al senatore dei Verdi Fiorello Cortiana , primo firmatario del ddl sul pluralismo informatico , accende nuovi e potenti riflettori sul possibile e costruttivo dialogo in tema di software libero e proprietario, di interoperabilità tra i sistemi, di necessità per aziende e pubblica amministrazione e, dunque, di mercato.

A parlarne in questo modo è lo stesso Cortiana che ha reso pubblica la lettera con cui Microsoft Italia auspica un confronto costruttivo su temi evidentemente centrali per il colosso americano del software ma non solo. “Sono lieto che Microsoft, la più grande azienda ICT del mondo e la più convinta sostenitrice del software proprietario – ha dichiarato Cortiana – riconosca che solo in un contesto di pluralismo e sinergia è possibile una ulteriore crescita e sviluppo”.

L’opportunità da cogliere, secondo Cortiana, è dunque quella degli open standard , ritenuti un volano per l’intero comparto del software, al di là delle distinzioni commerciali e di sviluppo.

“È tempo – ha affermato Cortiana – che l’Italia assuma una posizione d’avanguardia che superi la frattura tra i diversi modelli di sviluppo , open source da un lato e software proprietario dall’altro. Apprezziamo il senso politico di questa disponibilità di Microsoft e ci auguriamo che venga accolta anche dai colleghi dei diversi gruppi”.

Nella missiva, Microsoft afferma che il proprio obiettivo è quello dell’interoperabilità “mantenendo al tempo stesso ” il principio di neutralità e di libera scelta nelle decisioni d’acquisto di beni e servizi nella Pubblica Amministrazione, così da evitare il rischio di discriminare singoli fornitori o categorie di fornitori”.

L’azienda ricorda che per “open standard” non si deve intendere un particolare modello di sviluppo ma qualcosa che è al di sopra di tutto questo. E sottolinea anche come Microsoft si sia da tempo mossa verso forme di condivisione del codice con una serie di operazioni, dallo Shared Source al progetto per la trasparenza del codice per governi ed istituzioni. “Grazie alla Sua iniziativa legislativa – prosegue la lettera a Cortiana -, ci troviamo di fronte alla grande opportunità di ampliare la discussione ed estendere l’ambito di lavoro all’intero settore dell’Information Technology per muovere verso soluzioni concrete ed utili sia per il settore pubblico che per gli stessi consumatori”.

“Alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva – ha commentato Cortiana -, sarà urgente convocare un tavolo dei diversi attori e utenti che consenta di giungere ad un testo condiviso. Il riconoscimento del nostro lavoro, capace di interloquire con tutti i soggetti del settore, e questa responsabilità che Microsoft ci consegna, rende necessario rafforzare il percorso legislativo attraverso l’approvazione del DDL 1188 che consentirà di fornire un quadro chiaro, pluralista e stabile alle imprese e agli utenti”.

Di seguito il testo completo della lettera di Microsoft .


Ill.mo Sen.
Fiorello Cortiana
Senato della Repubblica
Palazzo Madama
00186 Roma

Egregio Senatore Cortiana,

Le scrivo in merito ad una questione che negli ultimi anni è stata sempre più oggetto di un acceso dibattito nell’ambito del settore informatico e da parte del legislatore, sia in Italia che all’estero, e che ritengo meriti di essere approfondita. Il tema riguarda il concetto di pluralismo informatico nell’ambito della Pubblica Amministrazione e l’esigenza di assicurare l’interoperabilità fra diversi sistemi. Dibattito che Lei ha promosso con successo grazie alla proposta di legge (S1188) e sulla quale si sono espressi il Ministro dell’Innovazione Tecnologica e la Commissione Affari Costituzionali del Senato, ricordando l’importanza del principio di neutralità e imparzialità come criterio da seguire nell’acquisto da parte della Pubblica Amministrazione dei sistemi informatici.

Come Lei ricorda, Microsoft ha assunto sin dall’inizio una posizione trasparente e responsabile sul tema, sottolineando l’importanza di promuovere in primis l’interoperabilità e mantenendo al tempo stesso il principio di neutralità e di libera scelta nelle decisioni d’acquisto di beni e servizi nella Pubblica Amministrazione, così da evitare il rischio di discriminare singoli fornitori o categorie di fornitori. In particolare, mi riferisco al tema dell’Open Source e, più in generale, a quello delle pari condizioni ed opportunità di mercato grazie alle quali ciascun cliente deve poter scegliere in base alle proprie necessità e ad un’attenta valutazione di costi e benefici, senza condizionamenti di carattere normativo.

Microsoft guarda all’Open Source con estrema attenzione dimostrando di aver ben compreso ed accolto positivamente le ragioni che sono alla sua origine. In particolare, l’aspetto di collaborazione con comunità che condividono interessi analoghi sulla base della condivisione del codice sorgente che è un elemento importante dello sviluppo informatico. In effetti, Microsoft ha imparato molto da queste esperienze e si è recentemente impegnata lanciando i suoi programmi di Shares Source, con i quali dà visibilità del sorgente delle piattaforme di sistema operativo a università, governi, costruttori di sistemi, partner.

A tutto ciò si aggiungono programmi più recenti di libero accesso al codice sorgente di componenti importanti del proprio ambiente si sviluppo, due dei quali sono stati rilasciati con licenza di tipo Public, e pubblicati su sourceforge.org. Questi fatti testimoniano la volontà di Microsoft di incoraggiare modelli aperti di collaborazione tra le comunità degli sviluppatori, come dimostra anche la presenza di oltre 6000 workgroup presenti su www.gotdotnet.org. Analogamente, gli schemi documentali in formato XML generati dai pacchetti di produttività di Office System 2003, che sono stati resi pubblici nell’ambito del nostro programma Office XML Schema Licensing, riflettono la volontà di Microsoft di incrementare la trasparenza e l’interoperabilità fra i vari ed eterogenei sistemi e soluzioni informatiche presenti sul mercato.

Grazie alla Sua iniziativa legislativa, ci troviamo di fronte alla grande opportunità di ampliare la discussione ed estendere l’ambito di lavoro all’intero settore dell’Information Technology per muovere verso soluzioni concrete ed utili sia per il settore pubblico che per gli stessi consumatori.

A nostro parere, il tema centrale è quello di una sempre crescente interoperabilità tra i diversi sistemi hardware e software. L’interoperabilità, per essere realmente tale, deve prescindere da un particolare modello di sviluppo – sia esso commerciale o open source – e dalle specifiche tecnologiche delle piattaforme e dei sistemi che intendono dialogare reciprocamente e interscambiare informazioni. Solo una diffusa interoperabilità, infatti, abilita i consumatori ad accedere ed usare un crescente numero di prodotti e servizi per mezzo di un sempre più alto numero di dispositivi e tecnologie; è grazie ad una più diffusa interoperabilità tra tecnologie diverse che l’utente finale può guadagnare discrezionalità e flessibilità nelle scelte riguardanti l’informatica.

Come Lei sa, negli ultimi anni gli investimenti di molte aziende in Information Technology sono cresciuti in modo consistente; e, man mano che l’industria ha abbandonato il modello di sviluppo verticale – nel quale lo stesso produttore forniva l’hardware, il software e i servizi – per spostarsi verso un più ampio insieme di aziende fornitrici in ognuno di questi segmenti, gli utenti hanno finalmente iniziato a trarre vantaggio dai benefici della concorrenza fra aziende produttrici di software o di hardware, ognuna alla ricerca di un modo per differenziarsi dalle altre.

In un contesto così dinamico, le aziende IT hanno un forte incentivo di business ad assicurare che i loro prodotti interoperino con altri. Un modo comune col quale le aziende IT promuovono tale interoperabilità è rendendo note su base volontaria informazioni tecniche chiave, come interfacce applicative di programmazione (APIs) e protocolli, così che altri vendor possano utilizzare queste informazioni nel progettare prodotti e servizi interoperanti.

Particolare rilevanza inoltre riveste l’interoperabilità per i Governi; questi, infatti, hanno molteplici responsabilità:
– devono garantire che le proprie Amministrazioni possano cooperare sulla base di una infrastruttura di servizi evoluta, (obiettivo di molti progetti di e-Government);
– devono dare garanzia al cittadino che ciò avvenga senza ledere i suoi diritti di scelta, nel rispetto della sua sicurezza e privacy;
– devono dare spazio all’innovazione, assicurando un mercato florido e competitivo secondo regole chiare e trasparenti;
– devono consentire l’accesso alla conoscenza e lo sviluppo di competenze da immettere sul mercato del lavoro.
– devono favorire una politica di riuso, per l’attuazione della quale il fattore interoperabilità rappresenta il presupposto imprescindibile;
– devono permettere ad ogni cittadino una partecipazione più attiva alla vita politica del paese (e-democracy).

E’ interesse dei Governi che il processo che porta all’interoperabilità avvenga secondo principi di trasparenza e di pluralismo.

L’interoperabilità è una delle componenti di base del pluralismo informatico e un modo per giungere a questo è mantenere un’alta focalizzazione sugli aspetti tecnici che soddisfano i bisogni in costante evoluzione dei Governi e su come questi bisogni possano essere soddisfatti attraverso un uso flessibile di standard aperti.

Con questo termine vogliamo indicare la definizione di specifiche tecniche che portino a dei risultati implementabili indipendentemente da specifiche tecnologie e piattaforme o da specifici modelli di sviluppo, specifiche tecniche generate da un processo diffuso e consensuale tale da produrre una larga accettazione da parte del mercato e delle comunità tecniche e scientifiche.

L’indipendenza da piattaforme tecnologiche e modelli di sviluppo rende uno standard aperto realizzabile sia all’interno di prodotti commerciali che a codice sorgente aperto, dando quindi la massima garanzia all’utente finale di poter effettuare una libera scelta secondo i propri criteri di preferenza. Da questo punto di vista Open Standard non si identifica con un modello di sviluppo e in particolare non si identifica con il modello di sviluppo Open Source, ma ne è al di sopra.

Ad oggi esiste purtroppo una diffusa confusione su questo tema: un prodotto Open Source viene automaticamente identificato come Open Standard. Riteniamo, sostenuti in questo da esperti del settore, che non esista alcuna correlazione tra il modello di sviluppo e di licensing di un software e l’implementazione in esso di standard di interoperabilità. Essi sono completamente separati e distinti.

Ci riferiamo ad esempio, agli standard aperti per i contenuti Internet codificati in HTML, XML – e formati relativi – che hanno prodotto un nuovo e più elevato livello di interoperabilità fra dispositivi hardware, sistemi operativi e applicazioni diverse. Analogamente, il servizio di messaggi brevi (SMS) per telefoni mobili e simili dispositivi wireless hanno raggiunto alti livelli di interoperabilità poiché il formato standardizzato per i dati SMS consente che tali dati siano trasportati da molteplici piattaforme concorrenti su terminali GSM e 3G.

Standard documentali basati su XML permettono inoltre, attraverso la creazione di schemi, di velocizzare e strutturare in modo sicuro i processi di interscambio di dati tra applicazioni diverse di enti diversi, ponendo le premesse per una possibile eliminazione della carta e riducendo sensibilmente i costi e il rischio di errori in numerosi processi di e-government e di business.

L’importanza dell’adozione di formati standard aperti è testimoniata anche dalle attività svolte dalla Commissione europea, in ambito IDA (Interchange of Data between Administration), che nel documento “European Interoperability Framework for pan-European eGovernment Services” raccomanda lo sviluppo di semantiche comuni sulla base dello standard XML e auspica collaborazioni con gli enti di standardizzazione; in particolare, i vocabolari XML dovrebbero essere sviluppati tenendo conto degli elementi base specifici per l’eGovernment.

Questa impostazione è la sola che, a nostro parere, è in grado di permettere alle imprese o ai singoli sviluppatori di porre la questione dell’interoperabilità nel giusto contesto, ovvero come obiettivo chiave dei sistemi informatici, degli enti incaricati degli acquisti pubblici e dei consumatori. Da questo punto di partenza, le decisioni relative agli acquisti dovranno quindi essere basate su considerazioni oggettive centrate su fattori oggettivi come il rapporto costi benefici e la domanda dei consumatori.

Saremmo quindi lieti di poter riprendere con Lei la discussione sul tema affinché accogliesse questa analisi come un motivo di stimolo per condividere il tema con l’intera industria. Riteniamo, infatti, che sia solo dal confronto che si possano trovare soluzioni idonee o raggiungere significativi traguardi.

Ci auguriamo quindi che, così com’è avvenuto di recente, in occasione della legge di conversione del decreto legge Urbani, in cui l’intero settore dell’Information Technology ha espresso il proprio supporto al di là delle singole scelte tecnologiche, si possa lavorare insieme con spirito costruttivo.

Cordiali saluti,

Pier Luigi Dal Pino
Responsabile Rapporti Istituzionali
Microsoft Sud Europa

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    non tutti sono così: CAPAREZZA
    http://news2000.libero.it/webmagazine/wmp88.htmlD: "Verità supposte" ha riscosso molto successo, quante copie ha vendutofino a oggi?R: Circa 100 mila copie...D: Parliamo un po' della musica e di internet: cosa pensi di chi scaricale canzoni dalla rete?R: Ormai tutti scaricano musica da internet. Anch'io lo faccio, se poi unacanzone non mi piace la butto via. Ma se penso che ne valga la pena, se diun disco mi piacciono sei, sette brani allora non posso fare a meno dicomprare l'intero album così so che anche fra vent'anni potròriascoltarmelo, l'originale e non un cd con una scritta fatta colpennarello e un'improbabile copertina fotocopiata.commento da it.comp.software.p2p:Non ci volevano le parole di un cantante per dimostrare che il p2p èquesto. Se un album ne vale lo si compra, altrimenti via nel cestino. Noilo diciamo da sempre, ma voi cantanti non lo volete capire.Avete fatto fare una legge apposta contro il popolo del p2p, ma mi sa cheandrà a finire che ne dovremo fare una contro voi sciacalli che non sapetecantare e corrompete i politici...gia corrotti per loro natura etradizione.
  • Anonimo scrive:
    P2P o non P2P...
    ... Il modo di evitare di comprare l'originale c'era anche prima.Bastava scendere in strada e buttare l'occhio sui vari plaid stesi in terra dagli extracomunitari.Poi hanno introdotto le mega multe a partire dai 154 euro per chi compra e confisca del materiale + alcune migliaia di euro (non ricordo bene) per chi vende. Anche se questo non ha fatto cessare del tutto il fenomeno. Il P2P e` il loro ennesimo nemico da combattere.Poveri "artisti", bisogna ammettere che la loro vita si sta facendo dura.Il gioco a guardie e ladri continua...PS:Nonostante tutto, un mio amico, peraltro scaricatore folle, nonche` amministratore di rete per mestiere, si e` comprato il singolo originale di Masini di San Remo... Roba da dare le capocciate al muro! (In rete gia c'era l'intera compilation la sera prima che uscisse nelle edicole).
  • Anonimo scrive:
    Leggete leggete
    http://www.rai.it/news/articolonews/0,9217,82704,00.html La protezione del diritto d'autore e' un ostacolo allo sviluppo delle telecomunicazioni o questo sviluppo uccidera' il cinema, l'editoria e l'industria del disco? Le due posizioni estreme si sono fronteggiate nel corso del convegno romano su 'La pirateria contro le opere dell'ingegno' organizzato dall'autorita' per le garanzie nelle Comunicazioni. Da una parte Vito Alfano, rappresentante della Siae, con la difesa a oltranza del diritto d'autore e la richiesta di sanzioni anche contro l'uso personale e privato di registrazioni pirata e di copie da Internet. Dall'altra la posizione del relatore Vincenzo Franceschelli dell'universita' di Milano-Bicocca, che vede un conflitto fra la tutela troppo stretta del diritto d'autore e il libero sviluppo delle telecomunicazioni e in particolare di internet. Nel suo intervento lo studioso ha ripercorso la breve ma tumultuosa storia della cosiddetta pirateria: dalle fotocopie illegali di testi scritti, alla pratica di scaricare dalla Rete gratuitamente i brani musicali, fino al boom delle videocassette e dei dvd pirata e ai film scaricati da internet. Secondo Franceschelli, il punto di equilibrio e' nella difesa dell'uso personale delle registrazioni: un modo per non imbrigliare (messo che sia tecnicamente possibile) lo sviluppo delle telecomunicazioni. L'uso personale non garantisce un bel nulla, ribatte il rappresentante della Siae: nel momento in cui ci si avvia a una situazione in cui tutti avranno un computer a disposizione e un facile accesso a internet, tutti potranno ascoltare musica e vedere film gratis, le industrie della musica, del cinema e del libro chiuderanno. "Se io fossi Bin Laden- ha detto per paradosso Alfano - anziche' spendere tempo e denaro ad addestrare piloti suicidi per gli aeroplani, aprirei un piccolo sito in un paese africano o asiatico e metterei in Rete gratuitamente tutti i nuovi film. Cosi' in un paio d'anni Hollywood chiuderebbe e la nostra stessa civilta' occidentale andrebbe in crisi con i suoi valori di libera circolazione delle idee e di produzione culturale". MORALE:meno male che c'è gente come Alfano che tutela i diritti degli autori...io proporrei per mandarlo a Zelig...ATTENTATO!!! oppure 1) è il solito raccomandato del politico di turno 2) Ha davvero paura che non si possa più comprare l'ultima Ferrari 3) si è fatto una canna molto potente
  • Anonimo scrive:
    Re: Lettera aperta agli artisti "Robin Hood"
  • smarteos scrive:
    ma quali perdite?
    mi sono informato x un concerto (Nn faccio nomi!) 37 euri tondi tondi...moltiplicate questa cifra x tutte le persone che ci vanno e x tutte le date dei concerti!E dopo hanno pertite?Che pensino a fare Musica con la M maiuscola!!::@
  • Anonimo scrive:
    p2p:popolo=rivoluzione_francese:popolo
    LOL !Ma scrivono testi privi di ogni senso e significato, per di più spesso per sotto commissione. Poi sotto piazzano una colonna musicale ripettitiva, al max con un ritornello cosi da canticchiare in spiaggia. Poi la vendono a 30? in un CD che pesa più per i bollini e le etichette che si ritrova che per la quantità di plastica che lo costituisce.Signori miei il P2P è il popolo ! Voi siete contro il popolo, quelli che sino a ieri vi hanno dato da mangiare. Ora vi stiamo dicendo di andare a lavorare, e visto che siete degli artisti dovreste anche essere CREATIVI quindi inventatevi un nuovo lavoro. Magari vendete i vostri cd, via posta, a 5? dal vostro sito.
  • Anonimo scrive:
    Questi sono talmente sfigati
    Questi sono talmente sfigati che non ho mai pensato di comprare un loro cd. Non ho mai neppure pensato di scaricare un mp3 con una loro canzone: la loro "creatività" (Venditti fa da lustri canzoni sempre uguali, Ramazzotti ha sempre le adenoidi e le sue canzoni di 10 anni fa sono uguali a quelle di oggi, Er Piotta è agghiacciante, Paola e Chiara si sono buttate sul sado maso per fare notizia perchè nessuno le fila più di striscio, Morandi lo ascolta mia nonna ecc ecc), la loro creatività, stavo dicendo, non vale neppure 4 mega del mio hd.Ma andate a lavorare.
  • Anonimo scrive:
    live
    i veri artisti dovrebbero imparare a fare i soldi con la musica live. e usare la musica registrata solo per promozione dei concerti. La musica è nata per le esibizioni non per altro. Basta seguire il festivalbar, per capire tutto:1) è la prima volta che cantano dal vivo2) è la prima volta che li sento tutti stonatiIo faccio il fonico live e conosco centinaia di cantanti meno noti che cantano molto meglio ( dal vivo ).
  • Anonimo scrive:
    i motivi sono per lo più
    copiati da opere classiche o recenti di altri artisti non identiche ma col metodo parallelo o tangenziale, cioè vengono impiegate note vicine nella scala musicale o frasi con sinonimi o altre figure retoriche. A mio parere tutte le opere di ingegno contengono qualcosa prodotto da altri ed è per questo che i brevetti e i diritti di autore non avrebbero motivo di sussistere
  • Anonimo scrive:
    Re: Lettera aperta agli artisti "Robin Hood"
    Magari non sai che questo appello salva soprattutto i dipendenti delle case discografiche....un artista prende MENO DI 1 EURO ogno cd...è con le serate che guadagna...le case discografiche stanno licenziando MIGLIAIA di persone....e sono case disco/distribuzione/siae a gravare sul costo.. non il compenso degli artisti....
    • redhotdandy scrive:
      Re: Lettera aperta agli artisti "Robin Hood"
      a me sembra che si facciano molti discorsi al vento e ci sia molta disinformazione. Forse se le case discografiche e gli artisti stessi fossero più trasparenti e dicessero che fine fanno i soldi che la gente spende nei cd, qualcuno potrebbe anche capire... inoltre non vedo come una casa discografica debba avere tutti sti dipendenti, e soprattutto non vedo come non riescano ad essere pagati. Inoltre smettiamola con questo mito che le vendite di dischi sono calate in maniera paurosa. sono calate si, si è parlato pure di crisi, ma alla fin fine la gente continua a comprarli i cd.Inoltre gli "artisti" parlano di accessibilità. Ma quale accessibilità? sono libero di ascoltare le loro opere senza possederle? se nn ho soldi ma voglio farmi una cultura musicale, dove vado? le discoteche non sono l'equivalente musicale delle biblioteche...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera aperta agli artisti "Robin Hood"
  • Anonimo scrive:
    Chi sono, chi sono....
    buono a sapersi cosi non li ascolto piu'.morti di fame !!!!andate a strimpellare per strada.
  • Anonimo scrive:
    Prevedo boom di artisti improvvisati...
    ...facciamocela da soli, la musica.Che ci vuole?prima o poi scrivo un programmino che riconosce la frequenza di note fischiettate o canticchiate, scrive da solo lo spartito, e possa funzionare poi come sequencer di strumenti campionati. Prima si mette un ritmo, poi si fischietta il sottofondo, poi ci si inventa sopra qualche linea melodica, poi il testo e il gioco e` fatto...
    • smarteos scrive:
      Re: Prevedo boom di artisti improvvisati...
      in effetti..Ultimamenti quasi tutti gli artisti fanno pena!finche' sono in playback,tutto ok...Ma azz quando cantano dal vivo nn hanno voce!!!Beati gli anni 80-90...
    • Anonimo scrive:
      Re: Prevedo boom di artisti improvvisati...
      certo ci sono dei grandi artisti che con programmi riescono a creare delle vere opere d'arte...ma sono degli artist e di musica se ne intendono: la sanno fare con o senza i programmini. la tecnologia nn è arte. a ciascuno il suo.bb
  • Anonimo scrive:
    è a rischio il patrimonio comune...
    degli artisti di non poter fare più la bella vita! Ecco perché si uniscono!cavolo ma io dico, va bene fai la musica ma perché te che scrivi UNA canzone ci devi vivere di rendita per tutta la vita e ci scappa anche per i tuoi figli, mentre un povero impiegato deve sudare le sette camicie per portare a casa lo stipendio mensile?Va bene, paghiamo la musica ma riequilibriamo tutto! Non dico di rubare a voi il vostro operato, ma neanche voi a noi i nostri soldi!
  • Anonimo scrive:
    Musicisti
    Avete rotto, siamo noi che vi manteniamo, non ci rompete senno vi lasciamo senza il posto di lavoro e andrete sotto i ponti a cantare per 2 monete.. :(
  • Anonimo scrive:
    chi ne sa qualcosa?
    ma qundo la cambiano sta legge urbani?'vedendo l'andazzo anche negli altri paesi(canada)nn la cambieranno piu..mi ricordo che su questo sito (se nn mi sbaglio)era apparso un articolo dove diceva che la legge sarebbe cambiata a fine di questo meso ma io nn ci credo tanto ache se mancano 2 settimane..chi ne sa qualcosa mi faccia sapere...
  • Anonimo scrive:
    HitParadeItalia sulla petizione
    Eccellente il commento di HitParade alla petizione firmata dagli artisti/FIMI:http://www.hitparadeitalia.it/a_petizione.htmda leggere e rileggere
  • Anonimo scrive:
    Proprio Bravi
    Visto che si sentono tanto danneggiati, questi 60 artisti potranno essere sicuri di vendere di meno con questa loro lettera. Mi ritengo un medio acquirente di CD, specie di musica italiana. E come "medio acquirente" spendo circa 80? al mese per comprare CD, spesso degli autori che hanno scritto questa lettera. Sono un bel po' di soldi.Ma non è tanto per questo. Ultimamente la qualità del prodotto musicale è calata notevolmente, tanto che se prima un album lo si ascoltava con gusto dall'inizio alla fine, ora di un album si ascoltano con piacere solo due o tre canzoni, il resto fa volume. E' chiaro che molte persone prima di tirare fuori 20 o più euro faticosamente guadagnate, ascoltano il prodotto per vie traverse e se vale lo comprano. Gli acquirenti sono riluttanti, a mio giudizio, ad acquistare a scatola chiusa come faceva prima proprio perchè non esiste più la garanzia di un prodotto di qualità come anni fa accadeva.Quindi gli artisti tornino a fare musica di qualità, che è il loro lavoro, e la gente riprenderà a comprare "a scatola chiusa".Personalmente mi impegno a non comprare più niente degli artisti che hanno firmato la lettera, con rammarico nel caso di alcuni, con soddisfazione nel caso di altri che si spacciano per artisti ma che tra un anno o due musicalmente non li ricorderà nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proprio Bravi
      80 euro al mese?ok tenendo conto che i cd in 10 anni costano "circa" sempre lo stesso prezzo...facciamo che per 10 anni hai speso 60 euro al mese (forfait)60 euro x 12 mesi x 10 anni = 7200 euro.....circa 14'000'000 di vecchie lirozze....mecojoni
  • Anonimo scrive:
    Andate a lavorare!!!
    Invece di comporre e creare opere d'arte, con il rischio che le gente ve le "rubi"...ANDATE A LAVORARE!Prendete l'autobus pieno o beccatevi la coda in Tangenziale come fanno TUTTI quelli che comprando i vostri dischi vi hanno permesso di essere dei privilegiati.Andate a lavorare!!! Invece di cheidere la galera per chi si scarica una canzone!
  • Anonimo scrive:
    POVERI RICCHI!!!
    poverini per colpa del p2p anzichè guadagnare 100 miliardi ne guadagnano 80!! non è meglio che il cittadino che guadagna 800 euro al mese ne dia 20 al mese per comprare un loro cd? almeno questi cantanti possono comprarsi il secondo ferrari e l'ottava casa.
  • Anonimo scrive:
    La correzione è giusta
    Non ANDREBBE?Fortuna che correggiInfatti è corretto: se avessi scritto "se il p2paro non andasse comunque a comprare",avrei scritto una cosa diversa(descriverei,cioè,l'ipotesi in cui il p2paro smettesse di comprare)mentre con "se il p2paro non andrebbe comunque mai a comprare",dico che il p2paro non compra mai.Se devi fare lo splendido con le correzioni,almeno intervieni a proposito.
  • Anonimo scrive:
    Francesco TRicarico.. artista? :O
    Addirittura??? Francesco Tricarico artista? :o:o:o
  • Anonimo scrive:
    Non comperate i loro MERDOSI dischi
  • Anonimo scrive:
    NON COMPERATE MAI PIU' I LORO DISCHI !!!
  • Anonimo scrive:
    Non comperate i loro MERDOSI dischi
  • avvelenato scrive:
    L'ARTISTA nn devessere libero d decidere
    (mi scuso per il titolo in sms-style)L'artista non deve essere libero di decidere come distribuire la sua opera, imho.ci dovrebbero essere delle tutele, per preservare l'arte dal dimenticatoio.oggi mi stavo ascoltando gli "aroma di amore" (band culto belga della wave '80), e ho pensato di cercarmi l'album dove stava "mama is sterker", giusto per vedere quanto avrei dovuto pagare e chi avrei dovuto pregare, per averlo.http://users.pandora.be/aroma.di.amore/ZonderOmzien.htmeccolo qua.peccato sia solo in vinile.e dunque io come faccio?ok, un giorno mi comprerò un lettore di vinili, è una vita che lo dico.... però intanto...?ecco perché dico che ci vorrebbe un minimo di legislazione per regolamentare la distribuzione di opere. Anche per mettere ordine e salvaguardare il mercato, e impedire boiate, truffe ai consumatori, standard morti, e per permettere la salvaguardia di album che non vengono più considerati "commerciabili" e quindi non vengono proposti sui nuovi media. Ma in una società dove, pur di salvaguardare alla disney rendite centenarie dovute alle royalities sui disegni di topolino (http://punto-informatico.it/p.asp?i=42746 ) si impediscono attività non commercialmente interessanti ma culturalmente importantissime stile liberliber (biblioteche virtuali di libri dai (c) scaduti), credete davvero che arrivi un legislatore a imporre al detentore dei diritti sul master degli Aroma di Amore "o fai un cd ad avvelenato, o ti tolgo il master"? Sono molto scettico.
  • Anonimo scrive:
    Sito artisti emergenti
    Qualcuno mi sa indicare qualche sito dove possa scaricare musica di cantanti e musicisti emergenti da cui si possano scaricare le loro canzoni? Boicottare quei pagliacci per premiare questi artisti (se meritevoli, e solo loro non le case discografiche) potrebbe essere un buon modo per far capire a certi dipendenti delle major, che non riuscendo a firmare autografi firmano petizioni, che non è il p2p il vero male della musica di oggi.Chi mi risponde??ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Sito artisti emergenti
      http://stage.vitaminic.it/twenty_four_hours/poi clicca su tutti i brani (25 !!! gratis e presto ci sarà tutto il nuovo album scaricabile Gratis)Recensione su Rockerilla di Luglio-Agosto
    • Anonimo scrive:
      Re: Sito artisti emergenti
      Approvo in pieno!!!
  • Anonimo scrive:
    mi sono stufato
    c'è chi dice che scaricare uccida l'arte.c'è chi dice che l'arte senza remunerazione dell'artista non esisterebbe.c'è chi dice che l'artista può stabilire ogni prezzo e chi vede può accettare o attaccarsi.c'è chi dice che l'artista ha il diritto di metterci nella testa una canzone passandola ogni secondo alla radio e poi asserire che sia un bene "secondario" io dicola pirateria uccide il mercatoviva la pirateria.
  • Anonimo scrive:
    Per la serie...
    ...probabilmente non abbiamo la minima idea di cosa significhi e quindi chiudiamoci su un futile protezionismo che porterà solo a danni.Per la serie, abbiamo firmato solo perchè le nostre case produttrici ci han fatto una testa tanta.
  • Anonimo scrive:
    Vivere di rendita con una canzone...
    Anni fa ho saputo che l'autore della sigla del Tg5 (pare sia il tastierista della PFM) prendeva dalle 5 alle 700.000 delle vecchie lire al giorno di diritti SIAE per tutte le volte che veniva suonato il gingle nelle varie edizioni giornaliere. Provate a calcolare quindi quante radio italiane trasmettono ogni giorno il nuovo singolo di Tiziano Ferro o di Ramazzotti e fate due conti...:|
    • TPK scrive:
      Re: Vivere di rendita con una canzone...
      E questo e' niente in confronto alla musica di sottofondo di Onda Verde... :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: Vivere di rendita con una canzone...
        Infatti, non ho detto che il gingle di OndaVerde rende una cosa come pocomeno di un miliardo delle vecchie lire all'anno...
  • Anonimo scrive:
    parlano di furto del loro genio? leggete
    ULTIMO SINGOLO DI TRICARICO.......CHE GENIO!!!!! ME LA COMMENTATE?C'e' una capra che mangia una montagna c'e' una palma che corre sopra l'erba c'e' un pesce che corre sopra al mare c'e' una rosa che lieve corre svelta c'e' il sultano che va in giro col cammello c'e' il coniglio che corre sul castello e io...e lei... nel cuore nel cuore nel cuore nel cuore l'amore l'amore l'amore nel mare nel mare nel mare nel mare c'e' il sale c'e' il sale c'e' il sale ciao ciao e poi se ne ando' ciao ciao e non ritorno' ciao ciao era tutto blu ciao ciao e non torno' piu' una stella che corre sopra l'acqua un desiderio se lo dici non e' vero una camomilla che si mangia una frittella n lullullullino che prende il suo cappello ... ... corre un topolino che diventa un cavallino che diventa un elefante che diventa tutto il mondo e io...e lei... nel cuore nel cuore nel cuore nel cuore l'amore l'amore l'amore nel mare nel mare nel mare nel mare c'e' il sale c'e' il sale c'e' il sale ciao ciao e poi se ne ando' ciao ciao e non ritorno' ciao ciao era tutto blu ciao ciao e non torno' piu' ciao ciao
    • avvelenato scrive:
      Re: parlano di furto del loro genio? leg
      - Scritto da: Anonimo
      ULTIMO SINGOLO DI TRICARICO.......CHE
      GENIO!!!!! ME LA COMMENTATE?
      (segue: delirio di tricarico)semplice: siccome hanno perso l'intelletto, accusano a noi di averglielo rubato!
    • Kama scrive:
      Re: parlano di furto del loro genio? leg
      - Scritto da: Anonimo
      ULTIMO SINGOLO DI TRICARICO.......CHE
      GENIO!!!!! ME LA COMMENTATE?Certo !
      C'e' una capra© che mangia una montagna©

      c'e' una palma© che corre sopra l'erba ©
      c'e' un pesce© che corre sopra al mare ©
      c'e' una rosa© che lieve corre svelta ©
      c'e' il sultano© che va in giro col cammello ©
      c'e' il coniglio © che corre sul castello ©

      e io©...e lei©...
      ok ok...mi fermo qua :D
    • Anonimo scrive:
      Re: parlano di furto del loro genio? leggete
      Ma che è?Una barzelletta?Un aforisma?Un trattato di pace?Ma cos'è?Ma cos'è? Ma cos'è? Ma cos'è? Ma cos'è? Ma cos'è? ... azz... si è rotta la mia sedia dal troppo ridere.Complimenti all'autore... proprio bravo...
    • Anonimo scrive:
      Re: parlano di furto del loro genio? leggete
      di fronte a tanto supergenio l'universo si ferma d'un tratto e difficilmente potrà far altro che ripetersela mille volte.
  • Anonimo scrive:
    NON COMPRATE NESSUN CD DEI FIRMATARI.
    E' semplice, no?Bye!
  • Anonimo scrive:
    Bene...
    ...ora so quali CD non comprare mai e invito tutti a fare altrettanto.È chiaro che questi tizi non sanno cosa hanno firmato, probabilmente presi dal loro ego, hanno pensato di fare un autografo e hanno firmato senza pensarci su... già me l'immagino il povero Ligabue ad essere costretto a rinunciare alla limousine per andare dalla camera da letto alla cucina della sua villa perché un cattivone di bambino di 12 anni (questa criminalità minorile...) si è scaricato il suo prezioso album anziché implorare i propri genitori per comprarglielo.Che schifo.Bye, Luca
  • Pinocchio scrive:
    Situazione tristissima.................
    Innanzitutto sarebbe ora di stare attenti a ciò che si affermaDare dei ladri ai propri clienti non ha mai giovato a nessuno!E comunque, cerchiamo di tenere bene a mente che la COPIA NON E' UN FURTO!.Secondo, prima di preparare petizioni, sarebbe il caso se lor signori si facessero un esamino di coscienza.....e magari si vergognassero un po!Prima di criminalizzare gli altri pensassero un po a se stessi!Non c'è autore che non abbia fatto i soldi copiando il materiale degli altri.E inoltre, pensassero a far togliere tutte le tasse appippate ai consumatori per mantenere loro!Dopo, casomai, potrebbero andare a lamentarsi, magari giustamente!Ora come ora, non hanno nessun diritto di dare dei ladri a delle persone che, nella maggior parte, faticano ad arrivare in fondo al mese, la cui unica colpa è stata quella di far parte dei cosiddetti invisibili, cioè coloro che non hanno possibilità di far valere le proprie opinioni!Ma probabilmente, anzi, lo spero proprio, questa iniziativa farà loro solo danni.Adesso sappiamo chi sono i "lecchini" delle major..........Unico augurio che posso far loro è che tutti i soldi finora guadagnati, debbano presto spenderli in medicinali!Sarò un bastardo, ma in questo momento non mi sento proprio di provare pena per dei microcefali........................
    • smarteos scrive:
      Re: Situazione tristissima.................
      concordo pienamente!!!Noi sempre a tiar cinghia e loro una macchina diversa ogni mese..ecc..ecc..;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Situazione tristissima.................
      mi sembra che ci sia molta rabbia inutile, nei messaggi di questo forum... gli autori prendono circa 2 euro a cd. i prezzi sono stabiliti dall'autore, ma dall'intera catena della distribuzione, come per ogni altro prodotto. ciò che si può chiedere - e che dovrebbero chiedere anche gli autori per trasparenza nei confronti del consumatore, è conoscere il prezzo all'origine anche x questo tipo di prodotti.bb
  • Anonimo scrive:
    Non cambia praticamente nulla
    Non compravo un cd prima causa costi assurdi e non li comprerò certo dopo che hanno firmato una petizione invece di fare qualcosa per fare abbassare i prezzi .Pessima mossa punto in meno !
  • LoneWolf scrive:
    Re: Lettera aperta agli artisti "Robin Hood"
    Ci sono tanti VERI artisti che fanno musica per passione, nel tempo libero, e non per lavoro come quelli che firmano la petizione.Mi chiedo come fanno ad essere così ipocriti artisti come Dalla, che ha i soldi che gli escono dalle orecchie, una villa megagalattica alle tremiti, uno yatch di metri e metri, o Paola e Chiara, che cantano canzoncine commerciali insignificanti e scritte da altri, che sono diventate famose perché erano le coriste degli 883; come fanno a farsi chiamare "artisti"?E Pappalardo? Ha fatto una canzone e poi nulla più; in televisione, sull'isola dei "presunti famosi", non è andato certo a cantare...Mi chiedo come fa gente simile a vantare pretese?E come mai non scendono mai nel merito dei prezzi inverosimili che i negozi ci chiedono per le loro "opere"?Bah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera aperta agli artisti "Robin Hood"
      avete mille ragioni! Comunque riusciranno la fatina Carlucci e il maghetto Adornato a salvare i poveri ragazi italiani dalle grinfie dei mostri che vogliono segregarli?
    • teobaz scrive:
      Re: Lettera aperta agli artisti "Robin H
      Il giorno in kui Paola e Chiara si metteranno a fare "concept album" alla Pink Floyd, magari potrei pure sborsare 40? per acquistarli...ma credeghe!:D
  • Anonimo scrive:
    Poverini....
    :'(Immaginandomi Eros Ramazzotti o altri di loro:Come si fa'.... come faro' mai a mantenere le mercedes, 5 bodygard, la villa al mare e quella in città e tutto il resto... con quelle poche decine di miliardi che guadagno all'anno... ora mi hanno detto che se viene modificata la legge sulla P2P rischio di guadagnare di meno.... :'( :'( :'(Ma tu vedi quella gente, si ammazzano per prendere quell'autobus, mahhh, chi gielo fa' fare... e poi come sono rozzi, ma che vestono... per fortuna che io vado da D&G!!!Mahh, ora non mi ricordo in che ristorante sono stato invitato a pranzare... ahh stasera devo andare a quella discoteca, forse non ci vado, mi da solo 6000 euro per 10 min...SENZA PAROLEe si lamentano!!!
  • Anonimo scrive:
    La miglior musica è...
    il silenziospecie per questi "artisti" ;)
  • Anonimo scrive:
    tricarico = trash
    Ma quale artista !!
  • Anonimo scrive:
    freud diceva...
    (o qualche altro psicoanalista) ... che certi giudizi sugli altri in realtà non sono che proiezioni sugli altri di giudizi su se stessi.Io aggiungo che questo è sicuramente il caso quando chi emette questi giudizi lo fa senza cognizione di causa.E oggi ho visto tanti che hanno dato degli "Ipocriti" ai firmatari, spesso senza dare delle motivazioni valide.Il fatto che i CD costino troppo è opinabile, ma non è opinabile il fatto che gli artisti non obbligano nessuno a comprarli, e che non sono dei beni di prima necessità.Semplicemente loro chiedono a chi vuole godere del frutto del loro lavoro, una ricompensa; che sia equa o no, non importa, sono loro che offrono e voi a giudicare in libero arbitrio se ne vale la pena. Tutto il resto sono arrampicate sugli specchi per giustificare un comportamento ingiustificabile.
    • GranMogol scrive:
      Re: freud diceva...
      - Scritto da: Anonimo
      (o qualche altro psicoanalista) ... che
      certi giudizi sugli altri in realtà
      non sono che proiezioni sugli altri di
      giudizi su se stessi.

      Io aggiungo che questo è sicuramente
      il caso quando chi emette questi giudizi lo
      fa senza cognizione di causa.

      E oggi ho visto tanti che hanno dato degli
      "Ipocriti" ai firmatari, spesso senza dare
      delle motivazioni valide.

      Il fatto che i CD costino troppo è
      opinabile, ma non è opinabile il
      fatto che gli artisti non obbligano nessuno
      a comprarli, e che non sono dei beni di
      prima necessità.

      Semplicemente loro chiedono a chi vuole
      godere del frutto del loro lavoro, una
      ricompensa; che sia equa o no, non importa,
      sono loro che offrono e voi a giudicare in
      libero arbitrio se ne vale la pena.

      Tutto il resto sono arrampicate sugli
      specchi per giustificare un comportamento
      ingiustificabile.

      Dal tuo discorso si evedenzia una cosa certa:che tu, o sei uno dei 60 firmatari oppure uno che vive alle loro spalle .....Perche' se i tuoi danari sarebbero sudati non saresti qui a dirci queste tue assurde considerazioni.SUDATI IL PANE POI CI SAPRAI RISPONDERE CON PIU'SERENITA' ED OBBIETTIVITA'
    • paperinox scrive:
      Re: freud diceva...
      - Scritto da: Anonimo
      (o qualche altro psicoanalista) ... che
      certi giudizi sugli altri in realtà
      non sono che proiezioni sugli altri di
      giudizi su se stessi.mai creduto nella psicoanalisi..... non è una scienza esatta, e ci sono mille scuole che dicono tutto e il contrario di tutto..... imho è un modo come un altro per arrampicarsi sugli specchi tentando di spiegare l'inspiegabile......

      Io aggiungo che questo è sicuramente
      il caso quando chi emette questi giudizi lo
      fa senza cognizione di causa.

      E oggi ho visto tanti che hanno dato degli
      "Ipocriti" ai firmatari, spesso senza dare
      delle motivazioni valide.

      Il fatto che i CD costino troppo è
      opinabile, ma non è opinabile il
      fatto che gli artisti non obbligano nessuno
      a comprarli, e che non sono dei beni di
      prima necessità.

      Semplicemente loro chiedono a chi vuole
      godere del frutto del loro lavoro, una
      ricompensa; che sia equa o no, non importa,
      sono loro che offrono e voi a giudicare in
      libero arbitrio se ne vale la pena. giustissimo e io, come molti, mi astengo dall'acquisto da oltre 10 anni, in quanto giudico i prezzi troppo alti, anche in considerazione della qualità sicuramente non eccelsa delle esecuzioni dei 60 "artisti" firmatari.quindi per parte mia possono stare tranquilli: non ho scaricato nè scaricherò mai roba "loro", semplicemente perchè non ne vale la pena :D

      Tutto il resto sono arrampicate sugli
      specchi per giustificare un comportamento
      ingiustificabile.fortunatamente per me ho molti conoscenti, sparsi un pò in tutto il mondo, i quali mi permettono di non perdere contatto con la musica.... quella vera però, non certamente le lamentazioni di questi cosiddetti "artisti"...... (potrebbero al massimo registrare la colonna sonora di un film tipo "Una Notte sul Water", interpreti :Katerina Katepurghe e Dolores De Panza........)è ingiustificabile tutto questo?? non credo proprio, si è sempre fatto e sempre si farà, fin da quando si registravano per gli amici le cassette degli lp appena acquistati....quindi, per cortesia, non scomodare illustri azzeccagarbugli del calibro di freud..... tanto ciò che NON è percepito come illegale non sarà mai soppresso per legge (il proibizionismo americano docet) :D
      • Anonimo scrive:
        Re: freud diceva...
        se qualche "supergenio" che ha potere di decidere, alzandosi la mattina dopo un incubo qualunque decide che gli asini devono volare e ne fa una legge vedremo gli asini volare in cielo, questa è la verità.
    • Anonimo scrive:
      Re: freud diceva...
      - Scritto da: Anonimo

      Semplicemente loro chiedono a chi vuole
      godere del frutto del loro lavoro, una
      ricompensa; che sia equa o no, non importa,
      sono loro che offrono e voi a giudicare in
      libero arbitrio se ne vale la pena. altrimenti?
  • Anonimo scrive:
    A loro "artisti"
    "artisti" la vostra musica fa cagare! se c'è qualcuno che compra i vostri cd con 3 canzonette al prezzo di 25? e poi lo scambia con quello di uno sconosciuto gruppo epic metal svedese dovreste iniziare a pensare che siete VECCHI e mentalmente poveri. Hanno molta più creatività le band di ragazzi che si mettono a suonare nel fine settimana e spacciano tutte le loro canzoni sulle reti p2p. E godono nel vedere che sul sito altri ragazzi come loro ordinano i cd a 3? l'uno (ogni cd ha un minimo di 8 traccie)Cosa vuol dire? vuol dire che siete vecchi dinosauri dipendenti dalla mentalità degli anni 70-80.Fatevi un upgrade celebrale.
  • Anonimo scrive:
    tutti artisti falliti
    Li chiamate artisti?sono artisti falliti e senza scrupoli.loro e le case discografiche sono un associazione a delinquere.perchè scaricarsi unloro mp3 è pirateria?sono ascoltatori di musica che si affezionano all'artista.In questo modo fanno solo la figura deiFALLITI !
  • golbez scrive:
    what the f###...
    CIoè... Io dovrei dare da mangiare a questi qua? Voglio dire.. io dovrei smettere di mangiare, perché volendo fare un paragone stupido.. un cd costa come 8 big mac... e mangio per una settimana... Questi nuotano nel lusso e ora vengono a fare petizioni? ma che cavolo vogliono?? Io dovrei dare soldi a questi tizi che nuotano nel lusso..?? no no.. Devono tornare come i menestrelli di una volta e fare la musica per passione e di qualità.. non per vendere deffecate e poi metterle su un cd con scritto "merd d'artist" ...
  • Anonimo scrive:
    io glieli do volentieri i loro soldi !
    quando compro un CD e lo pago 40 euro, quanta ne va all'artista ? forse 5 euro, ma secondo me molti di meno... va bene, te li do volentieri i tuoi 5 euro, e guarda ne posso pagare anche altri 5 per la distribuzione, il trasporto, il negozio, etc... dammi la possibilità di comrpare un CD tipo "bulk", con la copertina brutta, il CD non serigrafato, senza fascicoletto con le solite 4 cacchiate scritte dal poeta zen di turno, e dammelo ad un prezzo decente e onesto (10 euro mi sembra già discreto). Se vuoi fai anche l'edizione strafighetta, fosforescente con il CD che sembra una navetta di guerre stellari e la copertina incisa con inchiostro bagnato nell'oro, e vendila a quanto ti pare. Ma io voglio solo sentire la tua musica, non me ne frega nulla del packaging. Dammi quello che voglio per 10 euro, sennò tieniti il tuo CD da 40 euro e io mi scarico le canzoni che mi piacciono; vedi tu cosa ti conviene!Vuoi farmi pagare 2 euro per ogni canzone che scarico ? va bene ! lo faccio volentieri ! dammi il modo di farlo !Ma non fare la faccia del morto di fame, che c'hai i miliardi che ti escono dal c... mentre io tiro a campare !
    • avvelenato scrive:
      Re: io glieli do volentieri i loro soldi
      - Scritto da: Anonimo
      dammi la possibilità di
      comrpare un CD tipo "bulk", con la copertina
      brutta, il CD non serigrafato, senza
      fascicoletto con le solite 4 cacchiate
      scritte dal poeta zen di turno, e dammelo ad
      un prezzo decente e onesto (10 euro mi
      sembra già discreto). http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=683622
  • Anonimo scrive:
    CREATIVITA' ??.. ma se è uno scopiazza..
    :| Creatività .... ma se col giro di DO ... avete fatto i soldi aggratisse, canticchiando canzoni del MENGA...MAPPEPPIACERE..... GO BUY LEZIONI di ARMONIA
  • Anonimo scrive:
    Ma Avvelenato...
    Quanti post ha fatto oggi in questo thread? non ne posso più.sarà forse un musicista, cantautore? o è in ferie ?non sono azz.. miei.cmq quelli che hanno firmato la petizione sono proprio imbullonati ad una ganga ragazzi...smettiamola di alimentarli, non compriamo i loro dischi.Chi è causa del suo mal... pianga quel fesso.
    • avvelenato scrive:
      Re: Ma Avvelenato...
      - Scritto da: Anonimo
      Quanti post ha fatto oggi in questo thread?
      non ne posso più.
      sarà forse un musicista, cantautore?mi piace la musica e sono sensibile alle tematiche del p2p
      o è in ferie ?
      non sono azz.. miei.beh, potevi chiedere a me personalmente.cmq sì, sono in ferie.

      cmq quelli che hanno firmato la petizione
      sono proprio imbullonati ad una ganga
      ragazzi...
      smettiamola di alimentarli, non compriamo i
      loro dischi.
      Chi è causa del suo mal... pianga
      quel fesso.
      oh, beh, io non è che mi lascio condizionare da una petazione simile.se compro o se non compro lo decido con altri criteri, tra cui1) dando priorità a gruppi meno noti2) dando priorità a chi offre un cd a prezzi decenti3) evitando gruppi dei quali ho già troppo di originale4) privilegiando chi offre i cd direttamente ai concerti, a prezzi stracciati.5 ma importantissimo) senza alcun drmse un artista dei petazionari rispettasse questi 5 princìpi di base, gli compro il cd al volo, chemmifrega... tanto si sa che sono costretti a fare il gioco delle loro mamme-case discografiche.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma Avvelenato...
        - Scritto da: avvelenato
        condizionare da una petazione simile. :D :D :D :D :D :D :D :D :D :DScusa, "petazione" e` un typo divertente!Aggiungo il mio parere stringato per non rendere vano il post: non compro, non scarico, sento la radio, ma questo appello e` abbastanza comico. Ci sono rimasti proprio male e stanno reagendo in modo idiota pensando che dopotutto il loro pubblico dev'essere composto da imbecilli. Quindi oltre al danno, la beffa. E` normale che la gente gli faccia il dispetto di scaricare, poi. Normalissimo e molto, molto, molto giusto.
  • Anonimo scrive:
    Siamo proprio in Italia...
    Non vi piace la musica di Er Piotta , Al Bano, Tiziano ferro & Co?Allora non comprate i loro CDRitenete che costino troppo i CD Er Piotta , Al Bano, Tiziano ferro & Co?Allora non comprate il loro CDI nostri "artisti" e le loro case discografiche sono liberissimi di chiedere anche 100 euro per uno dei loro CD, e se la cosa non ci piace per mille ragioni, non siamo comunque giustificati a scaricare la loro musica col p2p....vabbè che siamo un popolo di mediocri accattoni che vive di espedienti, a tutti i livelli, ma anche la più bieca ipocrisia ha un limite :'(
    • TPK scrive:
      Re: Siamo proprio in Italia...
      - Scritto da: Anonimo
      ...vabbè che siamo un popolo di
      mediocri accattoni che vive di espedienti, a
      tutti i livelli, ma anche la più
      bieca ipocrisia ha un limite :'(Hai ragione, il p2p e' un fenomeno esclusivamente italiano!Sei veramente un (troll) di basso livello...
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo proprio in Italia...
      HAHAHAHAHAAAAAHAHAHAHAHAAAAA.......ME STO' A SCOMPISCIA'......vai a Zelig, lì sì che avrai un futuro luminoso ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo proprio in Italia...
        Se vuoi che la gente compri un prodotto devi fare in modo che questo sia alla sua portata. Altrimenti lo vendi senza pubblicizzarlo. Gli artisti pubblicizzano i loro prodotti al popolo e pretendono di vendere a prezzi sempre meno accessibili.E' come pubblicizzare una Ferrari a tutti gli operai: questi non se la possano permettere e non se la comprano ma se tutti i giorni gliela sventoli davanti prima o poi te la ciulano.Così fanno gli artisti: ti spappolano con le loro canzoni cercando di convincerti ad acquistare ma non ti mettono in condizione di farlo.La musica non è un bene primario ma è comunque parte delle cultura popolare e come tutte le forme di cultura deve essere alla portata di tutti. Il discorso non vale per la musica di certi artisti che non sarà mai cultura musicale ma solo accozzaglia di note e parole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo proprio in Italia...
      - Scritto da: Anonimo
      I nostri "artisti" e le loro case
      discografiche sono liberissimi di chiedere
      anche 100 euro per uno dei loro CD, e se la
      cosa non ci piace per mille ragioni, non
      siamo comunque giustificati a scaricare la
      loro musica col p2p.
      e se lo scarichiamo lo stesso? :@
  • Anonimo scrive:
    Ma io non capisco...
    Scusate ma se quando compriamo un masterizzatore una parte dei soldi va alla siae, se quando compriamo cd vergini, audiocassette, vhs, dvd vergini e chi ne ha più ne metta una parte dei soldi va alla siae, se quando compriamo cd musicali, film in dvd o vhs una parte dei soldi va alla siae...ma allora questi 60 artisti dovrebbero regalarceli i loro dischi visto che prendono una barca di soldi, mi sa che qui c'è qualcuno che ha voglia di vivere alle mie spalle e si lamenta pure.ANDATE A LAVORARE!!!
  • Anonimo scrive:
    artisti contro ladri 1-0
    ormai il ladro metropolitano ha le ore contate, sensibilizzata l'opinione pubblica grazie alle grandi testate, ora ha contro in modo chiaro e definito anche gli artisti italiani che hanno il coraggio di schierarsi. Sia chiaro che per un artista come per un politico (vedi la sinistra che invece di votare contro la urbani non vota) e' sempre piu' conveniente non prendere posizioni nette quindi lode agli artisti che hanno firmato la petizione contro i ladri, se ne fate un'equivalente per il popolino saro' lieto di firmarla anch'io.. ora io giochi sono fatti, lo scroccone e' alle corde, riconosciuto e deriso.. ci si aspetta solo una decisa presa di posizione delle forze dell'ordine che sembra si stiano appiattendo sempre piu' contro i presunti "pedofili" che scaricano immaginine via internet , invece chi scarica film o pezzi musicali danneggiando realmente il mercato continua a farla franca. Buon Lavoro
    • Anonimo scrive:
      PLEASE, DON'T FEED THE TROLL
    • Anonimo scrive:
      Re: artisti contro ladri 1-0
      NON CIBATE IL TROLLModeratore, va meglio? Visto che in Inglese lo censuri?
    • Anonimo scrive:
      Re: artisti contro ladri 1-0
      HAHAHAHAHAAAAAHAHAHAHAHAAAAA.......ME STO' A SCOMPISCIA'......vai a Zelig, lì sì che avrai un futuro luminoso ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: artisti contro ladri 1-0
      - Scritto da: Anonimo
      ormai il ladro metropolitano ha le ore
      contate, sensibilizzata l'opinione pubblica
      grazie alle grandi testate, ora ha contro in
      modo chiaro e definito anche gli artisti
      italiani che hanno il coraggio di
      schierarsi. Allora facciamo così: che gli artisti ridiano indietro tutti i soldini sui balzelli sui cd ai LADRI, così ci mettiamo la coscienza a posto prima di fare petizioni
    • Anonimo scrive:
      Re: artisti contro ladri   1-0
      Che Poveretto....:@
  • Psyco scrive:
    Un mondo di stelle
    I privilegi che fino ad ora godono gli artisti di spettacolo sono messi in crisi dalle nuove tecnologie. Il mondo cambia e cambiano anche i privilegi. Magari faranno più concerti dal vivo, Comunque a mio avviso è importante trovare la giusta forma per legalizzare il P2P senza cedere al liberismo più sfrenato e senza cedere al proibizionismo della galera. Come su altri fronti....(linux)
  • Anonimo scrive:
    un pò di informazione...
    :) http://www.jei.it/approfondimentigiuridici/notizia.php?ID_articoli=354Ma sperano di farci sentire in colpa? Io non ho il minomo rimorso di coscienza, dormo beatamente :)
  • Buridano scrive:
    Non è una notizia
    Certo che loro non sono d'accordo. Ci campano ! Ma il loro parere è chiaramente di parte. Come chiedere al macellaio se la su carne è tenera ....
  • Anonimo scrive:
    NON TUTTE LE SANZIONI SONO UGUALI...
    SInceramente non capisco questa lettera...Mi sembra grave che molti artisti non capiscano che con la modifica della legge non si chiede di legalizzare lo scambio (e non il FURTO, sia ben chiaro) di file musicali e non, ma semplicemente di ritornare sui binari di una sanzione proporzionata al fatto compiuto... sanzione amministrativa non vuol dire impunità...La sanzione penale è davvero esagerata...e la cosa che mi fa incazzare è che si ergono a paladini di questa norma assurda gente che va ai girotondi, sventola bandiere arcobaleno, denuncia censure, si dichiara preogressista...salvo poi avallare la galera per chi scarica le sue canzoni...GanfoNero
  • Anonimo scrive:
    come ha fatto la Minetti a firmare?
    come da oggetto....che bastardo che sono
  • lupo57 scrive:
    COMPRENDO MA NON APPROVO
    La guerra è fatta al p2p senza chiedersi perchè esiste lo scambio su internet. Molti pensano alla gratuicità del prodotto ed è il primo errore. Un collegamento internet costa, la corrente costa, il computer costa, l'eventuale CD vergine per masterizzare l'album costa. Quindi gratis non mi sembra. Credo che sia corretto che gli artisti abbiano un ricavato per il loro operato ma credo che si debba consentire a tutti di acquistare un Cd a prezzi decenti. Potrebbero pensare a diversificare i prezzi in funzione dell'anzianità del Cd. spendere ancora 20 euro per un Cd di 2 anni fà è giusto? Come in tutte le cose il troppo storpia e ormai in ogni cosa che riguarda lo spettacolo si tiene conto dei guadagni degli Artisti e delle case di produzione e non del servizio che viene offerto all'utente finale
    • Anonimo scrive:
      Re: COMPRENDO MA NON APPROVO
      - Scritto da: lupo57
      Potrebbero pensare a diversificare i prezzi
      in funzione dell'anzianità del Cd.
      spendere ancora 20 euro per un Cd di 2 anni
      fà è giusto? ...il cofanettino di DVD degli stravecchi telefilm UFO del '75 '76 (quelli della shado e Striker): costano la bellezza di 143 euro !!
    • Tony Sarnano scrive:
      Re: COMPRENDO MA NON APPROVO
      - Scritto da: lupo57
      Spendere ancora 20 euro per un Cd di 2 anni
      fà è giusto? Come in tutte le
      cose il troppo storpia e ormai in ogni cosa
      che riguarda lo spettacolo si tiene conto
      dei guadagni degli Artisti e delle case di
      produzione e non del servizio che viene
      offerto all'utente finaleEsatto. Purtroppo i discografici continuano a partire da un assunto assai discutibile, ma che essi non pensano nemmeno a mettere in discussione: sono convinti che per il pubblico la loro musica sia come l'eroina per un tossico .In nome di questo assunto non si fanno problemi ad agire in modo ostile e vessatorio nei confronti del loro stesso pubblico (o pubblico potenziale), ma a mio modo di vedere gli assunti su cui si basano iniziative e prese di posizione come quelle di Enzo Mazza della FIMI (o di Aurelio De Laurentiis nel mondo del cinema) hanno basi molto più ideologiche che analitiche.Personalmente non mi sento un tossico e la pratica del boicottaggio (tanto del P2P quanto dell'acquisto di nuovi CD o DVD) non mi pesa più di tanto. Ho i miei vecchi CD, nastri e vinili, ho la radio FM, ho lo streaming delle web-radio. Mi può bastare, almeno finché i produttori e i distributori, realisticamente, non ripenseranno il proprio modello di business in modo rispettoso della dignità dell'utenza e tenendo conto della diffusione inarrestabile del digitale, che - piaccia o no - non può essere arrestata per legge.So anche di non essere l'unico a pensarla in questo modo e credo che presto o tardi anche le major dovranno prendere atto che le loro pratiche commerciali e lobbystiche da squali famelici non hanno alcuna possibilità di sotire i risultati sperati, dato che il pubblico non è un limone che può essere spremuto all'infinito.
      • Anonimo scrive:
        Re: COMPRENDO MA NON APPROVO
        Un film in dvd del'80 o più vecchi, come per esempio The Barbarians" l'ho acquistato ?23. Solo per passione, ma è stata l'ultima volta
  • Anonimo scrive:
    siete gia' tutti in condivisione
    mi avete talmente spaventato che vi ho gia' messo tutti in condivisione, cari i miei cani.colgo l'occasione per invitare tutti gli utenti di PI a fare lo stesso.saluti
    • TPK scrive:
      Re: siete gia' tutti in condivisione
      - Scritto da: Anonimo
      mi avete talmente spaventato che vi ho gia'
      messo tutti in condivisione, cari i miei
      cani.

      colgo l'occasione per invitare tutti gli
      utenti di PI a fare lo stesso.

      salutiMi meraviglio che tu sia stato il primo a scriverlo... ;)Una domanda: dove hai trovato la discografia di Toto Cotugno con il p2p?:o
      • Anonimo scrive:
        Re: siete gia' tutti in condivisione

        Mi meraviglio che tu sia stato il primo a
        scriverlo...
        ;)
        ci conosciamo? :o
        Una domanda: dove hai trovato la discografia
        di Toto Cotugno con il p2p?
        :ol'ho rippata dai cd dei miei :p
        • TPK scrive:
          Re: siete gia' tutti in condivisione
          - Scritto da: Anonimo

          Mi meraviglio che tu sia stato il primo
          a

          scriverlo...

          ;)



          ci conosciamo? :oCredo di no...Intendevo che un modo per boicottare quei signori non e' il non scaricarli, ma condividerli il piu' possibile...Cosi' magari Toto Cotugno passa da 1 a 0 cd venduti in un anno...Mi sembrava che nessuno lo avesse scritto finora.
          • Anonimo scrive:
            Re: siete gia' tutti in condivisione

            Intendevo che un modo per boicottare quei
            signori non e' il non scaricarli, ma
            condividerli il piu' possibile...
            Cosi' magari Toto Cotugno passa da 1 a 0 cd
            venduti in un anno...
            Mi sembrava che nessuno lo avesse scritto
            finora.Chi si è comprato il cd di Toto Cutugno quest'anno???Mahhh forse un parente!?
  • Anonimo scrive:
    E'ora di finirla..
    Credo sia ora di smetterla di dare la colpa al P2P, di questi signori che sparano cifre di perdite astronomiche non in base al guadagno degli anni precedenti ma alle previsioni di guadagno.. , anche io prevedevo di vincere alla lotteria ma non è successo..Il P2P ed i musicisti sono solo alcuni fattori dell'equazione il problema che è una torta che vogliono dividersi in troppi..SalutiStefano
  • Larispigas scrive:
    Artisti e artieri
    Così io ruberei la creatività del Piotta? Pare di si, altrimenti perchè dovrei pagare tutta una serie di balzelli quando compro un cd-r, un dvd-r un qualsiasi dispositivo di memorie di massa?Questi "artisti" e le case discografiche per anni hanno guadagnato molto con il minimo sforzo ed hanno applicato prezzi ingiustificati (che abbiano rubato?).Allora io progongo di ricordargli che le loro fortune si fondano sul lavoro delle persone. Facciamo una cosa semplice: per un anno nessuno compri cd di questi fantastici musicisti ed interpreti.Sinceramente per molti ho fastidio ad usare il termine "artisti" e proporrei di cambiarlo in "artieri" cioè coloro che tentano di produrre arte e spesso non vi riescono.Concludo con una raccomandazione: comprate tutto quello che è gravato di tasse ingiuste all'estero, privilegiate i veri artisti e mandate a lavorare tutti gli altri.==================================Modificato dall'autore il 14/07/2004 14.55.07
  • Anonimo scrive:
    Leggete questo articolo
    http://www.dslatina.it/index.php?cmd=dettaglio&ident=980&tipo=notizia&PHPSESSID=5c2988f8a3be5f796e329988872a27a4
  • Anonimo scrive:
    poveri i nostri artisti
    poverini gli rubiamo la loro musichetta .... ma sono impazziti ...35 euro un cd di tiziano ferro ?? : non riescono a comprarsi la villa magari , ma non si vergognano e noi dovremmo pagare i supporti per masterizzare ..... non scherziamo ....se abbassassero il prezzo dei cd magari scaricheremmo meno ( non certo loro comunque ) ..... poverini
  • Anonimo scrive:
    Ma andate a lavorare in miniera!
    Poi se ne riparla! :@I Cd costano troppo e danno la colpa al P2P,ma tanto io il P2P lo utilizzo non certo per scaricare la stessa musica!Volete mettere il filmatino dell'intervista a Maria Carey senza mutandine? ;) :p:p:p:p:p:p:p:p
  • Anonimo scrive:
    anche i nomadi !
    14 lug 13:02 Musica: petizione dei cantanti contro la musica gratisonline MILANO - Oltre 60 musicisti italiani hanno firmato una petizione contro"l'ipocrisia della musica gratis". Tra i firmatari dell'appello nomi noticome Biagio Antonacci, Giorgia, Andrea Bocelli, Eros Ramazzotti, Ligabue,Tiziano Ferro, Elisa e Raf. D'accordo con i colleghi anche Beppe Carletti,leader dei Nomadi. "Se la gente pretende di avere la musica gratis tra unpo' di tempo nessuno fara' piu' dischi - ha dichiarato Carletti ad Agr - E'come andare dal fornaio e chiedere il pane gratis, non ha senso pretenderedi scaricare gratis la musica". (Agr)
  • Anonimo scrive:
    Tricarico Piotta.un insulto agli artisti
    Si definiscono pure artisti.Ma nascondetevi !
  • Anonimo scrive:
    Vorrei fare una richiesta
    Ho visto e scontato che tutti i messaggi di questo forum che ha per tema il discorso p2p, copia, pirati, cd, soldi spesso sono di parte , mi piacerebbe che intervenissero anche gli autori citati i causa o perlomeno una parte piu' intelligente e rappresentativa delle major, e ci fosse una sana e costruttiva chiaccherata, non capisco se queste nostre opinioni lo leggono anche loro, oppure siano tutti messaggi futili e sterili.....e se lo loggono perche' non intervengono?
  • Anonimo scrive:
    d'accordissimo !
    pagate il parrucchierepagate l'idraulicopagate la battonae allora pagate almeno chi scrive e produce musicaMa a voi vi pagano o lavorate gratis ?
    • TPK scrive:
      Re: d'accordissimo !
      - Scritto da: Anonimo
      pagate il parrucchiere
      pagate l'idraulico
      pagate la battona
      E' un caso che le categorie descritte siano quelle che non ti rilasciano mai la ricevuta, e che quindi probabilmente evadono allegramente le tasse?
      e allora pagate almeno chi scrive e produce
      musica
      Ma a voi vi pagano o lavorate gratis ?Hai ragione, ora scrivo una petizione, la faccio firmare ai miei colleghi e la portiamo al capo per avere un aumento.Vediamo cosa ci dice...
    • Anonimo scrive:
      Re: d'accordissimo !
      - Scritto da: Anonimo
      pagate il parrucchiere
      pagate l'idraulico
      pagate la battona

      e allora pagate almeno chi scrive e produce
      musica
      Ma a voi vi pagano o lavorate gratis ?Infatti li paghiamo. Anche se non ascoltiamo o comperiamo nulla di "chi scrive e produce musica" ogni volta che acquisti un hard disk, un cd registrabile etc. per archiviare i tuoi lavori paghi alla SIAE l'equo compenso che viene girato direttamente a quelli "che scrivono e producono musica", anche se non ti hanno dato nessun servizio.
  • Anonimo scrive:
    Nuova canzone di Lucio Dalla :)
    Giusto per sdrammatizzare.... :)Caro pirata io firmo, così ti distruggo un pò e siccome sei ladro di artisti, più forte ti schiveròDa quando mi hai copiato c'è una grossa novità il grande gioco è finito oramai, ma qualcosa ancora qui non va Si guadagna poco la sera, compreso quando è festa e c'è chi ha messo delle tasse per noi sopra la tua testa E si sta senza guadagnare per intere settimane e a quelli che non hanno da mangiare del tempo ne rimane Ma la stampa ha dettoche Urbani portera' una trasformazione, e tutti quanti noi stiamo gia' aspettando Sarà tre volte la pena e festa per noi tutto il giorno ogni pirata andrà in galera e anche i soldi faranno ritorno E ci sarà per noi da mangiare, e soldi tutto l'anno anche la FIMI potrà guadagnare mentre alla SIAE già lo fanno E si farà denaro, ognuno come gli va anche gli artisti potranno farlo, e fino a tarda età E senza grandi disturbi qualche pirata sparirà saranno forse i troppo furbi o i cretini di ogni età Vedi caro pirata, cosa ti scrivo e ti dico e come sono contento di essere qui in questo momento Vedi vedi vedi vedi, vedi caro pirata cosa bisogna inventare per poter viverci sopra, per continuare a sperare E se quest'anno poi passasse in un istante vedi pirata mio, come diventa importante che in quest'istante firmi anch'io L'anno che sta arrivando tra un anno passerà io mi sto preparando ... è questa la novità
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuova canzone di Lucio Dalla :)
      - Scritto da: Anonimo
      Giusto per sdrammatizzare.... :)

      Caro pirata io firmo, così ti
      distruggo un pò
      e siccome sei ladro di artisti, più
      forte ti schiverò

      Da quando mi hai copiato c'è una
      grossa novità
      il grande gioco è finito oramai, ma
      qualcosa ancora qui non va

      Si guadagna poco la sera, compreso quando
      è festa
      e c'è chi ha messo delle tasse per
      noi sopra la tua testa

      E si sta senza guadagnare per intere
      settimane
      e a quelli che non hanno da mangiare del
      tempo ne rimane

      Ma la stampa ha detto
      che Urbani portera' una trasformazione, e
      tutti quanti noi stiamo gia' aspettando

      Sarà tre volte la pena e festa per
      noi tutto il giorno
      ogni pirata andrà in galera e anche i
      soldi faranno ritorno

      E ci sarà per noi da mangiare, e
      soldi tutto l'anno
      anche la FIMI potrà guadagnare mentre
      alla SIAE già lo fanno

      E si farà denaro, ognuno come gli va
      anche gli artisti potranno farlo, e fino a
      tarda età

      E senza grandi disturbi qualche pirata
      sparirà
      saranno forse i troppo furbi o i cretini di
      ogni età

      Vedi caro pirata, cosa ti scrivo e ti dico
      e come sono contento di essere qui in questo
      momento

      Vedi vedi vedi vedi, vedi caro pirata cosa
      bisogna inventare
      per poter viverci sopra, per continuare a
      sperare

      E se quest'anno poi passasse in un istante
      vedi pirata mio, come diventa importante che
      in quest'istante firmi anch'io

      L'anno che sta arrivando tra un anno
      passerà
      io mi sto preparando ... è questa la
      novitàla tua opera è in copyleft? così almeno posso copiare ed incollare!
    • teobaz scrive:
      Re: Nuova canzone di Lucio Dalla :)
      se poi ci pensate...saran 20 anni che dalla propina merdaal posto delle stupende canzoni come questa!- Scritto da: Anonimo
      Giusto per sdrammatizzare.... :)

      Caro pirata io firmo, così ti
      distruggo un pò
      e siccome sei ladro di artisti, più
      forte ti schiverò

      Da quando mi hai copiato c'è una
      grossa novità
      il grande gioco è finito oramai, ma
      qualcosa ancora qui non va

      Si guadagna poco la sera, compreso quando
      è festa
      e c'è chi ha messo delle tasse per
      noi sopra la tua testa

      E si sta senza guadagnare per intere
      settimane
      e a quelli che non hanno da mangiare del
      tempo ne rimane

      Ma la stampa ha detto
      che Urbani portera' una trasformazione, e
      tutti quanti noi stiamo gia' aspettando

      Sarà tre volte la pena e festa per
      noi tutto il giorno
      ogni pirata andrà in galera e anche i
      soldi faranno ritorno

      E ci sarà per noi da mangiare, e
      soldi tutto l'anno
      anche la FIMI potrà guadagnare mentre
      alla SIAE già lo fanno

      E si farà denaro, ognuno come gli va
      anche gli artisti potranno farlo, e fino a
      tarda età

      E senza grandi disturbi qualche pirata
      sparirà
      saranno forse i troppo furbi o i cretini di
      ogni età

      Vedi caro pirata, cosa ti scrivo e ti dico
      e come sono contento di essere qui in questo
      momento

      Vedi vedi vedi vedi, vedi caro pirata cosa
      bisogna inventare
      per poter viverci sopra, per continuare a
      sperare

      E se quest'anno poi passasse in un istante
      vedi pirata mio, come diventa importante che
      in quest'istante firmi anch'io

      L'anno che sta arrivando tra un anno
      passerà
      io mi sto preparando ... è questa la
      novità:D;)
  • Anonimo scrive:
    In miniera!
    E' dove dovrebbero andare i "sedicenti" artisti firmatari della ridicola petizione. Non ho mai scaricato ne mai scaricherò la musica di questi tali, se non altro perchè è un vero campionario di mediocrità, luoghi comuni, vaccate e piagnistei. E se già vomito al pensiero di ascoltarla, dovrei forse andare a comprare il cd originale di tiziano (tocco) ferro? cos'è? una cura omeopatica contro la gioia di vivere?i sessanta zozzoni hanno giustamente paura di restare in povertà...non preoccupatevi, la vostra vecchiaia sarà dura e miserevole almeno quanto la nostra vita, costretti come siamo a sentire i vostri continui e penosi gnè gnè.Sinceramente l'unico firmatario di cui mi meraviglio (e di cui mi dispiace) è Raiss...una volta era un figlio di annibale, ora è solo un nipotino delle major.fotteteviStephunk!
    • Anonimo scrive:
      Re: In miniera!
      c' è anchr gente che si è fatta un culo così per arrivare dove è arrivata, vedi Amalia Grè, io non sono così contrario.
  • Anonimo scrive:
    Si, che bello!
    Si, giusto, bellissimo! Scarichiamo gratis i Led Zeppelin, i Beatles e i Ten Years After, e paghiamo invece gli album di Paola e Chiara e del Piotta!
  • Anonimo scrive:
    Chi non ha firmato
    Considerato che la firma sarà stata chiesta a tutti i cantanti italiani, sarebbe interessante conoscere le motivazioni di chi non ha firmato (Pooh, Baglioni, Zucchero, Pausini, ....)
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non ha firmato
      14 lug 13:02 Musica: petizione dei cantanti contro la musica gratisonline MILANO - Oltre 60 musicisti italiani hanno firmato una petizione contro"l'ipocrisia della musica gratis". Tra i firmatari dell'appello nomi noticome Biagio Antonacci, Giorgia, Andrea Bocelli, Eros Ramazzotti, Ligabue,Tiziano Ferro, Elisa e Raf. D'accordo con i colleghi anche Beppe Carletti,leader dei Nomadi. "Se la gente pretende di avere la musica gratis tra unpo' di tempo nessuno fara' piu' dischi - ha dichiarato Carletti ad Agr - E'come andare dal fornaio e chiedere il pane gratis, non ha senso pretenderedi scaricare gratis la musica". (Agr)
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi non ha firmato

        D'accordo con i
        colleghi anche Beppe Carletti,
        leader dei Nomadi. Grazie. Segnato anche lui nella kill list.
        • TPK scrive:
          Re: Chi non ha firmato
          E' interessante, perche' ero convinto che i Nomadi facessero soldi fondamentalmente con i concerti (ne fanno un sacco, nei paesini piu' sperduti)Ho il sospetto che i vari cantanti non sappiano nemmeno cosa sia il p2p, e che i loro manager/discografici facciano loro un sacco di discorsi "alla Mazza", ai quali credono ciecamente...
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi non ha firmato
          - Scritto da: Anonimo



          D'accordo con i

          colleghi anche Beppe Carletti,

          leader dei Nomadi. hai capito il "compagnuccio"
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non ha firmato

      Considerato che la firma sarà stata
      chiesta a tutti i cantanti italiani, sarebbe
      interessante conoscere le motivazioni di chi
      non ha firmato (Pooh, Baglioni, Zucchero,
      Pausini, ....)Niente, erano al mare.
  • Anonimo scrive:
    risate
    ahahahahahahaha.....mi fate solo ridere quasi quasi vi compro un cd.....anzi preferisco dare quei 22 euro in beneficenza almeno arrivano a chi ne ha veramente bisogno.....sono gli ingordi come voi che fanno del mondo una merda.....non meritate di essere chiamati artisti
  • Anonimo scrive:
    e questi sarebbero artisti?
    allora chick corea cos'è? pat metheny? e telemann cos'era? bach? stockhausen? per piacere...
  • Anonimo scrive:
    code di paglia
    Il tono di molti post dimostra che tra i p2pari c'è qualcuno che ha veramente la coda di paglia.Se leggete bene la petizione, vedrete che nessuno di quegli artisti minaccia di mandarvi in galera.Questi artisti vogliono solo cercare di fare leva sulla vostra coscienza, per chi ancora ce l'ha.Certo, sono anche preoccupati per il loro lavoro, ma ne hanno il diritto, e mi sembra che hanno esercitato il loro diritto nell'unico modo possibile. Se qualcuno poi si è sentito minacciato e ha reagito non sul loro stesso piano, per me è solo un sintomo che ad essere dalla parte del torto è lui.
    • Anonimo scrive:
      Re: code di paglia

      Il tono di molti post dimostra che tra i
      p2pari c'è qualcuno che ha veramente
      la coda di paglia.

      Se leggete bene la petizione, vedrete che
      nessuno di quegli artisti minaccia di
      mandarvi in galera.La petizione dice sostanzialmente "sì alla copia personale, no alla condivisione di mp3". In pratica, l'ennesima condanna del p2p.E quindi li segno sulla kill list. E dirotto i miei soldi su Elio, Battiato e quelli che cavalcano le nuove tecnologie per inserirci il loro discorso artistico, invece di demonizzarle con parole imbecilli e gravi come "rubare".-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    albero di carciofi
    giuro su quello che vuoi che non scaricherò mai i prodotti della loro creatività....se l'allbero si vede dai frutti,loro devono essere dei carciofifinchè loro penseranno "IO stò perdendo soldi per colpa loro""IO ci stò rimettendo""MI stanno derubando" e pretendono che li si prenda sul serio,non smetteranno di essere ridicoli
  • Anonimo scrive:
    ARTISTI? DOVE?!?!
    Quell'accozzaglia di personaggi per i quali non spenderei due centesimi nemmeno se ne andasse della mia vita, si definiscono artisti? Paola e Chiara? Tiziano Ferro? E' uno scherzo vero? Però il primo aprile è passato da un pezzo...
  • Anonimo scrive:
    PETIZIONE DEGLI UTENTI PER LA CREATIVITÁ
    NELL'ERA DIGITALE?SI alla musica legale su internet?NO al furto attuale agli utenti per comprare della musica?SI alla copia personale NO alla "pirateria" personale?SI, noi utenti desideriamo avere una accesso più ampio possibile alle vostre opere?NO alla demagogia e all'ipocrisia della ?musica gratis? in rete.E' normale pagare un computer, una connessione o unabbonamento, il trasporto... in regime di concorrenza a parità di servizio.Rubare i contenuti, la vostra creatività è conseguenza del vostro atteggiamento e delle case discografice nei nostri confronti?SI al rapido sviluppo e alla promozione di servizi legali per ladistribuzione di musica online?NO, non troviamo normale che il frutto della vostra creativitàsovvenzioni lo sviluppo della banda larga o l'accesso alla rete?SI, voi volete continuare a negoziare liberamente i vostridiritti con i produttori, a capito delle vostre tasche?NO alla licenza legale per il peer to peer?SI a internet che permetta a tutti di comunicare, di moltiplicarel'offerta e l'accesso alle opere e a remunerare coloro che creano eche producono, nel rispetto dei propri clienti, bene primario.Per fortuna che non possiedo nessun album e cmq non ascolto nessuno dei BUGIARDI che ha firmato la petizione.Mi ritengo un discreto appassionato di musica house (non quella che si sente qui nelle discoteche, sia chiaro) e ogni acquisto di CD, oltretutto oltre oceano, è una soddisfazione. Gli artisti del settore che seguo, non fanno la vita e le chiacchere dei firmatari della petizione-fantoccio oggetto dell?articolo. Vergognatevi Vergognatevi Vergognatevi. Se fosse per me, visto il documento, metterei tutti, ma dico tutti gli album di questi fantocci nel P2P, e poi li inviterei a scaricarseli. (anche quelli del 1836 riguardo a ALtaleBANO)!inFischietti
    • Anonimo scrive:
      Re: PETIZIONE DEGLI UTENTI PER LA CREATIVITÁ

      Mi ritengo un discreto appassionato di
      musica house (non quella che si sente qui
      nelle discoteche, sia chiaro)Sono OT ma ne approfitto: secondo te come mai nelle discoteche italiane non ho mai sentito nemmeno un accenno a un pezzo di Timo Maas o di Van Dik? Eppure sono i dj più venduti del mondo, e io che odio le discoteche ci farei la firma per passare una serata con la loro musica.Voglio dire, secondo te è colpa del discotecaro medio italiano totalmente rintronato da DJ Francesco e Tiziano Ferro, o è un'imposizione delle major discografiche?
  • Anonimo scrive:
    PETIZIONE DEGLI UTENTI PER LA CREATIVITÁ
    NELL'ERA DIGITALE:?SI alla musica legale su internet?NO al furto attuale agli utenti per comprare della musica?SI alla copia personale NO alla "pirateria" personale?SI, noi utenti desideriamo avere una accesso più ampio possibile alle vostre opere?NO alla demagogia e all'ipocrisia della ?musica gratis? in rete.E' normale pagare un computer, una connessione o unabbonamento, il trasporto... in regime di concorrenza a parità di servizio.Rubare i contenuti, la vostra creatività è conseguenza del vostro atteggiamento e delle case discografice nei nostri confronti?SI al rapido sviluppo e alla promozione di servizi legali per ladistribuzione di musica online?NO, non troviamo normale che il frutto della vostra creativitàsovvenzioni lo sviluppo della banda larga o l'accesso alla rete?SI, voi volete continuare a negoziare liberamente i vostridiritti con i produttori, a capito delle vostre tasche?NO alla licenza legale per il peer to peer?SI a internet che permetta a tutti di comunicare, di moltiplicarel'offerta e l'accesso alle opere e a remunerare coloro che creano eche producono, nel rispetto dei propri clienti, bene primario.Per fortuna che non possiedo nessun album e cmq non ascolto nessuno dei BUGIARDI che ha firmato la petizione.Mi ritengo un discreto appassionato di musica house (non quella che si sente qui nelle discoteche, sia chiaro) e ogni acquisto di CD, oltretutto oltre oceano, è una soddisfazione. Gli artisti del settore che seguo, non fanno la vita e le chiacchere dei firmatari della petizione-fantoccio oggetto dell?articolo. Vergognatevi Vergognatevi Vergognatevi. Se fosse per me, visto il documento, metterei tutti, ma dico tutti gli album di questi fantocci nel P2P, e poi li inviterei a scaricarseli. (anche quelli del 1836 riguardo a ALtaleBANO)!inFischietti
  • grassman scrive:
    Artisti insignificanti o in tramonto
    "Tra quelli italiani che hanno firmato vi sono Biagio Antonacci, Samuele Bersani, Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara, Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso Zanello (Piotta)."Altrove ho trovato anche indicati "Ligabue e Albano, Ramazzotti e Morandi, Piotta e Bobby Solo"Innanzi tutto voglio tranquillizzarli: non ho mai scaricato la loro musica. Ne faccio volentieri a meno.Faccio a meno degli urli da cavallo di Albano, delle canzonette delle sorelle Iezzi, della voce a singhiozzo di Ferro.Di supercafoni ne ho già tanti tra i piedi che il piotta può stare dove vuole. Dalla, Morandi, Venditti hanno di buono solo vecchie canzoni strasentite a stufo.Bobby Solo... ma sta ancora a piagne?Ramazzotti chi è? L'amaro?Ligabue non è quello che ha fatto un album intero con una sola canzone, radiofreccia?Tranquilli, miei cari artisti. Da parte mia non vi rubo niente.Siete voi che rubate da noi i soldi, con quella orrenda tassazione sui supporti di memorizzazione. Perchè se faccio delle foto devo pagare voi acquistando una smart media?Perchè se faccio il backup dei miei dati devo pagare il balzello sul cd?Perchè la tassa sull'hard disk.Cari artisti, fatevi un esame di coscienza, avete già i vostri bei ricavi. Sappiate accontentarvi, anche perchè ci sono molte persone che vivono in condizioni precarie e a cui volete pure levare la musica.Vergogna
    • Anonimo scrive:
      Re: Artisti insignificanti o in tramonto
      Verissimo, artisti dei miei stivali, ridatemi i soldi che incassate tramite SIAE se compro dei cd dove masterizzare "Il gabinetto del dottor Caligari" o le foto delle vacanze!
      • Anonimo scrive:
        Re: Artisti insignificanti o in tramonto
        Concordo, uno che come me non mai ascoltato la loro musica (tranne in radio a volte..ma che onestamente trovo alquanto scialba), non vedo perchè devo pagare anche la tassa sul cd vergine se in questo ci metto i dati di backup dei miei documenti!E poi scusate, cosa gli verrà in meno se uno si scarica qualche brano da loro composto (di certo in un cd, solo una o al massimo due canzoni son degne di essere ascoltate...) le altre son fetecchie..indi spendere 20 ? ...per andarli a dare a loro, mi sembra un furto bello e buono!!Ricordatevi cari artisti...che qua c'è molta gente che a fine mese ci arriva a stento..e se non lavora, sta ancora in famiglia..e di certo manco lontanamente, pensa ad arricchirvi la cassa, fate solo schifo..voi come i calciatori e tutti i coloro che guadaganano cifre assurde senza fare un cazzo!!!!
        • 3p scrive:
          Re: Artisti insignificanti o in tramonto
          - Scritto da: Anonimo
          Ricordatevi cari artisti...che qua
          c'è molta gente che a fine mese ci
          arriva a stento..e se non lavora, sta ancora
          in famiglia..e di certo manco lontanamente,
          pensa ad arricchirvi la cassa, fate solo
          schifo..voi come i calciatori e tutti i
          coloro che guadaganano cifre assurde senza
          fare un cazzo!!!!Ohè! Ricordati che Vieri a volte ha lavorato anche 8 ore al giorno!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Artisti insignificanti o in tramonto
      - Scritto da: grassman
      "Tra quelli italiani che hanno firmato vi
      sono Biagio Antonacci, Samuele Bersani,
      Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara,
      Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco
      Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso
      Zanello (Piotta)."

      Altrove ho trovato anche indicati "Ligabue e
      Albano, Ramazzotti e Morandi, Piotta e Bobby
      Solo"

      Innanzi tutto voglio tranquillizzarli: non
      ho mai scaricato la loro musica. Ne faccio
      volentieri a meno.

      Faccio a meno degli urli da cavallo di
      Albano, delle canzonette delle sorelle
      Iezzi, della voce a singhiozzo di Ferro.
      Di supercafoni ne ho già tanti tra i
      piedi che il piotta può stare dove
      vuole.
      Dalla, Morandi, Venditti hanno di buono solo
      vecchie canzoni strasentite a stufo.
      Bobby Solo... ma sta ancora a piagne?
      Ramazzotti chi è? L'amaro?

      Ligabue non è quello che ha fatto un
      album intero con una sola canzone,
      radiofreccia?

      Tranquilli, miei cari artisti. Da parte mia
      non vi rubo niente.

      Siete voi che rubate da noi i soldi, con
      quella orrenda tassazione sui supporti di
      memorizzazione. Perchè se faccio
      delle foto devo pagare voi acquistando una
      smart media?
      Perchè se faccio il backup dei miei
      dati devo pagare il balzello sul cd?
      Perchè la tassa sull'hard disk.

      Cari artisti, fatevi un esame di coscienza,
      avete già i vostri bei ricavi.
      Sappiate accontentarvi, anche perchè
      ci sono molte persone che vivono in
      condizioni precarie e a cui volete pure
      levare la musica.

      VergognaPiù che gli artisti chi ci guadagna sono siae e major. C'è da dire però che loro per paura di perdere la loro fetta sono capaci di azioni ipocrite come questa petizione.
  • Anonimo scrive:
    Punto Informatico o Punto Musicale ?
    Ma che e' ??!! Di colpo siete tutti diventati super-espertoni di musica, critici ultra-obbiettivi senza pieta' capaci di suddividere i falsi artisti da quelli veri. Infatti i critici musicali di questo thread hanno sentenziato che:Artisti italiani fasulli 98 %Artisti veri 2 % (mina e pochi altri)Vorrei poter guardare negli harddisk di questi presunti critici. Sentenzio, anch'io, che troverei:Mp3 degli artisti presunti fasulli 98%Mp3 dei veri artisti 2%(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
      E poi:BASTA SPUTTANARE TIZIANO FERRO !!!!!!!C'e' un sacco di gente che canta, male, canzoni discutibili. Perche' ve la prendete sempre con lui ? Capisco le prime hits, Xdono, Rosso relativo, ecc.. Ma le ultime del suo ultimo album (che, per chi se lo volesse scaricare, si chiama 111 ) non sono male. anzi.il tutto chiaramente IMHO, espressione questa che molti del forum stamattina hanno buttato nella tazza del ce$$o. (troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?

          dello squallore della "frase"
          ?Si è mangiato un pezzo:...della frase "di sere nere che non c'è tempo non c'è spazio e mai nessuno capirà"
          • avvelenato scrive:
            Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
            - Scritto da: Anonimo



            dello squallore della "frase"
            ?

            Si è mangiato un pezzo:

            ...della frase "di sere nere che non
            c'è tempo non c'è spazio e mai
            nessuno capirà"beh però la canta bene dai! :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
      • avvelenato scrive:
        Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
        - Scritto da: Anonimo
        E poi:

        BASTA SPUTTANARE TIZIANO FERRO !!!!!!!

        C'e' un sacco di gente che canta, male,
        canzoni discutibili.
        Perche' ve la prendete sempre con lui ?
        Capisco le prime hits, Xdono, Rosso
        relativo, ecc.. Ma le ultime del suo ultimo
        album (che, per chi se lo volesse scaricare,
        si chiama 111 ) non sono male. anzi.

        il tutto chiaramente IMHO, espressione
        questa che molti del forum stamattina hanno
        buttato nella tazza del ce$$o.

        (troll)sarai pure troll, ma Tiziano Ferro canta bene. Le prime canzoni facevano pena, le ultime rendono, anche se non sono il mio genere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
        - Scritto da: Anonimo
        E poi:

        BASTA SPUTTANARE TIZIANO FERRO !!!!!!!

        C'e' un sacco di gente che canta, male,
        canzoni discutibili.
        Perche' ve la prendete sempre con lui ?
        Capisco le prime hits, Xdono, Rosso
        relativo, ecc.. Ma le ultime del suo ultimo
        album (che, per chi se lo volesse scaricare,
        si chiama 111 ) non sono male. anzi.

        il tutto chiaramente IMHO, espressione
        questa che molti del forum stamattina hanno
        buttato nella tazza del ce$$o. tu invece lì ci hai buttato il cervello.... IMHO :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto Informatico o Punto Musicale ?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma che e' ??!! Di colpo siete tutti
      diventati super-espertoni di musica, critici
      ultra-obbiettivi senza pieta' capaci di
      suddividere i falsi artisti da quelli veri.
      Infatti i critici musicali di questo thread
      hanno sentenziato che:

      Artisti italiani fasulli 98 %
      Artisti veri 2 % (mina e pochi altri)

      Vorrei poter guardare negli harddisk di
      questi presunti critici. Sentenzio, anch'io,
      che troverei:

      Mp3 degli artisti presunti fasulli 98%
      Mp3 dei veri artisti 2%

      (troll)Vieni pure, nel mio hd di tutti gli 'artisti' firmatari di questa petizione troverai una manciata di mp3 di Bersani (ascoltati una volta) e di Neffa (scaricati per un amico). Che sicuramente scompariranno appena avrò bisogno di liberare spazio.
  • Grissom scrive:
    Er Piotta un artista?
    Ma per favore! :@
  • trepz scrive:
    Tiziano Ferro!
    auhauhauhauhau tiziano ferro può stare tranquillo, non mi sogno nemmeno di "rubare" la sua "musica" ahuahuahu :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tiziano Ferro!
      L'ho visto in tv al festivalbar che cantava in diretta: ad un certo punto è andato giù d'intonazione di un quarto di tono ed ha continuato come se niente fosse, stringendo le mani delle ragazzine che lo osannavano.
  • Anonimo scrive:
    Tutti cantanti di sinistra dichiarati...
    in particolare mi meraviglia il Venditti... bravo bravo...si vede bene che sono di sinistra... parlano bene e razzolano male...a linari.... SVEGLIAAAA !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti cantanti di sinistra dichiarati...
      Bravo hai colto nel segno. Sono, per lo più, gli stessi che vanno al concerto del I maggio, organizzato dai sindacati anche attraverso il prelievo automatico della quota di iscrizione fatto sulle pensioni dei poveri!!!Viva il Comunismo della Libertà!!!!:@:@:@:@:@
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutti cantanti di sinistra dichiarat
        Siete due cerebrolesi, cosa c'entrano i Linari con Venditti? Poi tra i firmatari non vedo nessuno che abbia mai partecipato al concerto del primo maggio almeno di recente. A ripigliatevi fenomeni!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutti cantanti di sinistra dichiarat
          Ah si?Pelù e Renzulli in uno degli ultimi anni insieme... al concerto del 1° Maggio proprio non ti vengono in mente? (non vorrei sbagliarmi ma forse c'è stato pure Venditti)........comunque.......Il mio nome è mai più...... comprerò i vostri dischi......
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti cantanti di sinistra dichiarat
      - Scritto da: Anonimo
      in particolare mi meraviglia il Venditti...
      bravo bravo...

      si vede bene che sono di sinistra... parlano
      bene e razzolano male...

      a linari.... SVEGLIAAAA !!!sono solo artisti da tempo sul viale del tramonto, destra o sinistra qui non centrano. Sei solo un winaro fascio frustrato.
  • Anonimo scrive:
    Date a Cesare quel che e' di Cesare...
    E data spazio a nuovi artisti che possono utilizzare il web per farsi conoscere e magari distribuire i loro lavori a prezzi onesti senza passare per i soliti canali.A proposito della petizione vi ricordate.. "Non mettetemi alle strette sono solo canzonette... " :D
  • Anonimo scrive:
    Dati alla mano
    tutto (o quasi) viene detto è vero, ma quello che conta sono i dati ( nel mio ,lavoro se non dimostri di lavorare e produrre...zac ti decapitano..)allora, qualcuno di voi ha in mano i dati di quanti Cd-dvd in meno sono stato venduti/noleggiati da quando è in vigore il DL Urbani?Il noleggio, il cinema e quant'altro hanno subito un calo vero, quantificabile?
  • w00binda scrive:
    E intanto al di là dell'oceano...
    ...Michael Moore sdogana a modo suo il p2p...ne ha scritto Repubblica http://www.repubblica.it/2004/g/sezioni/spettacoli_e_cultura/mmoore/mooredownload/mooredownload.html
  • Anonimo scrive:
    Sono finiti anche sulla Repubblica
    anche il sito di repubblica ne parla....io se fossi in loro mi vergognerei!
  • Anonimo scrive:
    Sparo a zero sui firmatari...
    Sparo a zero sui firmatari (definirli artisti mi sembra ridicolo):Le CARIATIDIAdriano Pappalardo, Albano Carrisi, Antonello Venditti, Biagio Antonacci, Bobby Solo, Chiara Iezzi (Paola & Chiara), Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Giuseppe Mango, Ivan Cattaneo, Luca Carboni, Lucio Dalla, Marina Fiordaliso, Paola Iezzi (Paola & Chiara), Piero Pelù, Raf, Rosalino Cellamare (Ron), Toto Cutugno, Tullio De PiscopoCari signori, non avete fatto una canzone di successo da mille mila anni. Prima di parlare ritrovate l'ispirazione, tornate a essere degli artisti e smettetela di difendere la vostra "seconda pensione" (ovvero il catalogo) - di soldi ne avete fatti abbastanza.I NOMIPERCASOAmalia Grè, Angelo Pandolfi, Anna Tatangelo, Daniele Groff, Diego Leoni, Dolce Nera, Fabrizio Rubessi, Francesco Tricarico, Gianpaolo Viani, Giorgia Roberto Feltracco, Linda Valori, Marco Ghislandi, Marco Piraccini, Mario Rosini, Massimiliano Colombo, Massimo Chiti Conti, Neffa, Paola Peroni, Paolo Jannacci, Paolo Martella, Patrizia Laquidara, Raiz, Ruben Paganelli, Silvio Uboldi, Simona Bencini, Stefano RaffainiFondamentalmente:a) Chi vi conosce?b) Siete sfruttati fino all'osso dalle case discografiche, se non fate soldi è colpa loro, non nostra.c) Il p2p favorisce la gente come voi, se non lo capite cambiate mestiere.I SANREMARIAnnalisa Minetti, Antonio Calò (Bungaro), Federico Zampaglione (Tiromancino), Francesco Renga, Luigi Di Agostino, Mietta, Samuele Bersani, Sergio CammarierePer definirsi un artista non basta andare a Sanremo. Per quello bastano i soldi. Alle gente non interessate. Andate via. Puzzate.I VIALEDELTRAMONTOAndrea Bocelli, Elisa, Eros Ramazzotti, Gigi D?Alessio, Massimo (Max) Pezzali, Tiziano Ferro, Tommaso Zanello (Piotta)I soldi li avete fatti, ma l'ispirazione l'avete persa da anni (oppure si è trattato di culo?). E' ora di ritirarsi e di dimostrare un po' di classe. Preoccupatevi dei giovani artisti che non campano della musica, invece di pensare solo ad arricchirvi un po' in più.Gianni FiorellinoSei un raccomandato, che cazzo hai mai fatto nella musica (o nella vita)?Luciano LigabueIl massimo dell'ipocrisia, ti sei sempre lamentato del fatto che l'industria musicale ti ha ignorato per anni. Col p2p non avresti avuto nessun problema allora, chiaro che non vuoi che escano altri artisti innovativi visto che tu fai sempre la stessa roba.A quando una canzone nuova? Hai ri-registrato la stessa canzone su 10 album, hai un po' rotto le palle...I NONDACCORDO (mie aggiunte)Questi NON hanno firmato perchè sono ricchi sfondati, ma almeno tacciono: Vasco Rossi, Adriano Celentano, Claudio Baglioni, Edoardo Bennato...Questi NON hanno firmato, ma almeno si possono definire artisti: Mina, Franco Battiato, Premiata Forneria Marconi, Angelo Branduardi...Nino D'Angelo non ha firmato, lo apprezzo per coerenza (visto che lui si fa le copie pirata da solo per battere la concorrenza nei mercatini di Napoli...)!!!
    • JRoger scrive:
      Re: Sparo a zero sui firmatari...
      AHAHAHAH!!!!! Eccoti qua! Straquoto tutto!!!!!!!!! :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Sparo a zero sui firmatari...
      Non fa una piega!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sparo a zero sui firmatari...
      - Scritto da: Anonimo
      Sparo a zero sui firmatari (definirli
      artisti mi sembra ridicolo):imho, giusto ?

      Le CARIATIDI
      Antonello Venditti, mi piace
      Biagio Antonacci, non male
      Enzo Jannacci, un mito
      Giuseppe Mango,onesto
      Luca Carboni, che ricordi (sniff) Silvia lo saiiii
      Piero Pelù, Uno dei miei preferiti
      Raf, Sei la piu' bella del mondoooo
      Francesco Tricarico,Putt..., putt..., putt.. la maestra ! (te lo ricordi adesso ?)

      Fondamentalmente:
      a) Chi vi conosce?io, non tutti ma buona parte. ma tu c'hai tempo per ascoltare la radio o sei sempre li che scarichi.? :D
      c) Il p2p favorisce la gente come voi, se
      non lo capite cambiate mestiere.Signore, sissignore.
      Francesco Renga, Samuele Bersani, ...

      Per definirsi un artista non basta andare a
      Sanremo. Per quello bastano i soldi. Alle
      gente non interessate. Andate via. Puzzate.Cioe', fammi capire, ce l'hai con Renga e Bersani ?? ma allora vuoi proprio litigare :p


      I VIALEDELTRAMONTO
      Tiziano
      Ferro, Tommaso Zanello (Piotta)Viale del tramonto questi ? ma se cantano da pochi anni !
      Gianni Fiorellino
      Sei un raccomandato, che cazzo hai mai fatto
      nella musica (o nella vita)?Su questo sono d'accordo.


      Luciano Ligabue
      Il massimo dell'ipocrisia, ti sei sempre
      lamentato del fatto che l'industria musicale
      ti ha ignorato per anni.
      Col p2p non avresti avuto nessun problema
      allora, chiaro che non vuoi che escano altri
      artisti innovativi visto che tu fai sempre
      la stessa roba.
      A quando una canzone nuova? Hai
      ri-registrato la stessa canzone su 10 album,
      hai un po' rotto le palle...Anche su questo sono d'accordo.


      I NONDACCORDO (mie aggiunte)

      Questi NON hanno firmato perchè sono
      ricchi sfondati, ma almeno tacciono: Vasco
      Rossi, Adriano Celentano, Claudio Baglioni,
      Edoardo Bennato...

      Questi NON hanno firmato, ma almeno si
      possono definire artisti: Mina, Franco
      Battiato, Premiata Forneria Marconi, Angelo
      Branduardi...

      Nino D'Angelo non ha firmato, lo apprezzo
      per coerenza (visto che lui si fa le copie
      pirata da solo per battere la concorrenza
      nei mercatini di Napoli...)!!!Vabbe', non posso non essere d'accordo. Pero', scusa, non ti sembra di essere un po' troppo sputasentenze ? Giggi
  • Anonimo scrive:
    Una frase per tutte
    "NO alla demagogia e all'ipocrisia della ''musica gratis'' in rete.Questo dovrebbero deciderlo i singoli autori, non la FMI. Le licenze Creative Commons, ad esempio, sono nate anche per questo.E poi dicono di voler difendere la propria ''creatività'': a quanto pare poco importa se per (tentare di) farlo devono impedire quella altrui (messa al bando del P2P -- che poi non vedo che differenza faccia rispetto all'e-mail -- e quant'altro).Infine resta da vedere quante delle persone elencate hanno effettivamente sottoscritto quel documento; io ho qualche dubbio ...
  • Anonimo scrive:
    Ma lo sapete che...
    le case discografiche prima di lanciare un conntante si fanno pagare fior fior di quattrini?La sorella del coiffeur dove mi servo, ha tentato molte volte di entrare in quel mondo affidandosi alla sua bella voce, ebbene per andare a Sanremo le hanno chiesto (un po' di anni fa) 200 milioni vecchie lire, lei non ha gran fisico e né soldi quindi continua a cantare nel piano bar dove ogni tanto vado ad ascoltarla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma lo sapete che...
      - Scritto da: nessuno53
      le case discografiche prima di lanciare un
      conntante si fanno pagare fior fior di
      quattrini?
      La sorella del coiffeur dove mi servo, ha
      tentato molte volte di entrare in quel mondo
      affidandosi alla sua bella voce, ebbene per
      andare a Sanremo le hanno chiesto (un po' di
      anni fa) 200 milioni vecchie lire, lei non
      ha gran fisico e né soldi quindi
      continua a cantare nel piano bar dove ogni
      tanto vado ad ascoltarla.E sarei pronto a scommettere che se le proponessi di farle un sito e distribuire gratis le sue canzoni ne sarebbe più che felice!!
    • marcodilenardo scrive:
      Re: Ma lo sapete che...
      - Scritto da: nessuno53
      le case discografiche prima di lanciare un
      conntante si fanno pagare fior fior di
      quattrini?
      La sorella del coiffeur dove mi servo, ha
      tentato molte volte di entrare in quel mondo
      affidandosi alla sua bella voce, ebbene per
      andare a Sanremo le hanno chiesto (un po' di
      anni fa) 200 milioni vecchie lire, lei non
      ha gran fisico e né soldi quindi
      continua a cantare nel piano bar dove ogni
      tanto vado ad ascoltarla.Vorrei ascoltarla, metti on line le sue canzoni............mia e-mail: marcodilenardo@aliceposta.it
  • Anonimo scrive:
    Ma che bella lista nera......
    ........ ci mancava proprio il capro espiatorio fra gli artisti, ho pubblicato la lista sulla mailing list e sulla pagina web.Se qualcuno di loro spiegasse che non e' stato suo vloere firmare e si dissocia provvedero' a pubblicare una errata corrige riportando le eventuali spiegazioni.
  • GranMogol scrive:
    PETIZIONE ALL'INVERSO
    Avete mai pensato voi artisti di proporreuna petizione finalizzata ad abbassare gli assurdi prezzi delle vostre opere e degli ingressi ai vostri concerti??Colgo l'occasione per rammentarvi; una citazione contenuta in una canzone di un'artista tra quelli firmatari.                   " IN QUESTO MONDO DI LADRI"rifletteteci!! anche nel vostro interesse... chi in realta' e' il vero ladro ed approfittatore ?Ciao==================================Modificato dall'autore il 14/07/2004 12.09.00==================================Modificato dall'autore il 14/07/2004 12.09.51
    • ale2000 scrive:
      Re: PETIZIONE ALL'INVERSO
      Per dirla breve:questi sedicenti artisti, poverini, hanno dei contratti da difendere.Molti di loro non possono dire pubblicamente che quelle organizzazioni a delinquere delle case discografiche rubano per (non) dare a loro, altrimenti si ritrovano a chiedere spiccioli alla stazione; d'altro canto altri non possono nemmeno dar contro alla Siae perché alcuni di loro sono esattamente quelli che incassano tutti i soldi - mica ci sarà ancora qualcuno che crede che la Siae ripartisca equamente davvero i soldi a tutti gli artisti a cui dovrebbe, vero?Cosa ci si può aspettare dunque, sono dei poveracci anche loro.Moralmente indecenti perché parlano della loro creatività, su cui ci sarebbe da discutere in molti casi di plagiarismo, ma meglio non andare fuor di tema...
    • LoneWolf scrive:
      Re: PETIZIONE ALL'INVERSO
      - Scritto da: GranMogol
      Colgo l'occasione per rammentarvi;
      una citazione contenuta in una canzone di
      un'artista tra quelli firmatari.
                         " IN QUESTO MONDO DI LADRI"Attento a citare strofe di canzoni, potrebbero chiederti di pagarne i diritti!!! :D
  • PabloMoroe scrive:
    Mah...
    Guadagnate fior fior di milioni e vi lamentate che la gente scarica un vostro pezzo che magari nei negozi di dischi non si trova neanche.Pensate a migliorare la qualità, piuttosto di dar la colpa al peer-to-peer. Perchè di comprare un album con 10 canzoni, 2 delle quali piacciono ai prezzi che proponete non passa per la mente a nessuno.E non date del ladro a chi scarica, i veri ladri sono coloro che stabiliscono i prezzi dei vostri album.Provate a mettere gli album a prezzi popolari: l'incremento delle vendite non sarà vertiginoso, ma almeno significativo.
  • Anonimo scrive:
    "non rubate la nostra creativita'"
    ma andate a zappare
  • Anonimo scrive:
    Vorrei sapere...
    dove trovo la lista completa dei firmatari dato che non nessuna intenzione di comprare mai più nulla prodotto da loro.
  • Anonimo scrive:
    Elisa. Ci spieghi?
    Siccome mi piace molto come cantante e vedo che ha firmato la petizione (e per questo è stata richiamata più volte in questo forum) vorrei che faccesse un intervento diretto qui a P.I. che ci faccia "Luce" sul suo pensiero e che ci dia modo di valutare se possiamo continuare a seguirla oppure no. Chiedo troppo da una artista che ho sempre apprezzato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Elisa. Ci spieghi?
      - Scritto da: Anonimo
      Siccome mi piace molto come cantante e vedo
      che ha firmato la petizione (e per questo
      è stata richiamata più volte
      in questo forum) vorrei che faccesse un
      intervento diretto qui a P.I. che ci faccia
      "Luce" sul suo pensiero e che ci dia modo di
      valutare se possiamo continuare a seguirla
      oppure no. Chiedo troppo da una artista che
      ho sempre apprezzato?Ti rispondo con piacere, caro mio fan Anonimo. Quello che ti posso dire e' che DEVI comprare tutti i miei cd e scaricare tutte le mie suonerie per il tuo cellulare. Inoltre devi ASSOLUTAMENTE cancellare tutti gli mp3 delle mie fantastiche canzoni dal tuo cd, altrimenti ti mando a casa la Guardia di Finanza, i Carabinieri, il Ministro Urbani e il Commissario Rex, che ti arresteranno e ti metteranno dentro una buia e umida prigione senza aria condizionata e con Tiziano Ferro a palla per i prossimi 50 anni (l'ergastolo mi sembra un po' eccessivo)Un bacio dalla tua cantante preferita.Elisa (troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Elisa. Ci spieghi?

        con Tiziano Ferro a palla per i prossimi 50
        anni (l'ergastolo mi sembra un po'
        eccessivo)L'ergastolo eccessivo? Molto meglio che 50 anni con Tiziano Ferro a palla :D.
  • Anonimo scrive:
    Questione di principio
    Siamo d'accordo che il modello di distribuzione e' vecchio.Siamo d'accordo che strapaghiamo la musica.Però io penso che un'opera sia dell'autore, e che l'autore debba decidere le sorti dell'opera. E se uno sceglie di farsi pagare, non ci vedo niente di scandaloso. E se la qualita' della musica non ne vale i soldi richiesti, allora semplicemente non compero.Alla fine e' una questione di principio. Se devo combattere un modello che non mi piace, non lo farò rubando la musica perche' mi sembra sleale nei confronti degli autori. Personalmente non compero' piu' cd audio da anni, ma videogames e dvd li ho sempre presi originali perche' m pareva giusto... perche' c'e' gente che ha lavorato per farli..... tutto qua
    • TPK scrive:
      Re: Questione di principio
      - Scritto da: Anonimo
      E se la qualita' della musica
      non ne vale i soldi richiesti, allora
      semplicemente non compero.Mi spieghi che danni fa il p2p ad Albano, Pappalardo, Bobby Solo e Toto Cutugno???????
      • Anonimo scrive:
        Re: Questione di principio
        - Scritto da: TPK

        - Scritto da: Anonimo

        E se la qualita' della musica

        non ne vale i soldi richiesti, allora

        semplicemente non compero.

        Mi spieghi che danni fa il p2p ad Albano,
        Pappalardo, Bobby Solo e Toto Cutugno???????Te lo spiego io: gia' vendono poco, se una parte dei loro potenziali clienti scarica la loro musica e la ascolta gratis finiscono sotto un ponte.Cosa dici ? non finiscono sotto un ponte ma prendono il sole su uno yacht ormeggiato a Montecarlo ? Ringrazia la SIAE....(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Questione di principio

        Mi spieghi che danni fa il p2p ad Albano,
        Pappalardo, Bobby Solo e Toto Cutugno???????Il mio era un discorso generale.
    • JRoger scrive:
      Re: Questione di principio
      Quoto le tue sante parole:
      Però io penso che un'opera sia dell'autore, e che l'autore
      debba decidere le sorti dell'opera.Ecco, appunto. Secondo te, COSA decide l'autore, adesso, e COSA o se preferisci QUANTO ci mettono su FIMI, SIAE, RIAA e delinquenti similari?
      • Anonimo scrive:
        Re: Questione di principio

        Ecco,
        appunto. Secondo te,
        COSA decide l'autore, adesso, e COSA o se
        preferisci QUANTO ci mettono su FIMI, SIAE,
        RIAA e delinquenti similari?Non c'e' dubbio che il sistema sia da cambiare.Esprimevo solo un dubbio su come si possa cambiare(non pagando la musica) e su cosa si possa ottenere (musica gratis ora..ma poi? ed e' giusto?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione di principio
      Si ma è proprio il sistema che non funziona....se un minatore vuole 100? in più all'anno gli tocca sputare sangue e prendere mazzate dalla polizia. Le case discografiche e gli "artisti" vogliono milioni su milioni e per loro è concesso farsi leggi su misura, creare nuove tasse e mettere in galera persone!! NON E' GIUSTO!!! Quando vedrò aumentare tasse a favore di minatori e spazzini inizierò a pagare anche gli "artisti" "Voi, gente per bene che pace cercatela pace per far quello che voi voletema se questo é il prezzo vogliamo la guerra vogliamo vedervi finir sotto terra,ma se questo é il prezzo l'abbiamo pagatonessuno più al mondo dev'essere sfruttato."Io credo solo in quello!!
    • avvelenato scrive:
      Re: Questione di principio
      - Scritto da: Anonimo
      Siamo d'accordo che il modello di
      distribuzione e' vecchio.
      Siamo d'accordo che strapaghiamo la musica.

      Però io penso che un'opera sia
      dell'autore, e che l'autore debba decidere
      le sorti dell'opera. E se uno sceglie di
      farsi pagare, non ci vedo niente di
      scandaloso. E se la qualita' della musica
      non ne vale i soldi richiesti, allora
      semplicemente non compero.

      Alla fine e' una questione di principio. Se
      devo combattere un modello che non mi piace,
      non lo farò rubando la musica perche'
      mi sembra sleale nei confronti degli autori.

      Personalmente non compero' piu' cd audio da
      anni, ma videogames e dvd li ho sempre presi
      originali perche' m pareva giusto...
      perche' c'e' gente che ha lavorato per
      farli..... tutto quaio ho bisogno di musica, ne finanzio parecchia (il biglietto di ogni locale reca il timbro siae), vado ai concerti, e se c'è un banco cd ci smeno sempre qualche foglio di quelli blu, addirittura a volte quelli rossi.A volte me li faccio anche spedire; anche se ho messo un freno rispetto a quanto facevo tempi addietro.ma ho fatto un calcolo, e attualmente, per potermi procurare ciò che ascolto dovrei spendere circa 10mila euro. Più le spedizioni degli album che spesso non si trovano qua.Credo sia piuttosto inumano. Penso sia ovvio che io mi limiti a comprare un disco a gruppo, privilegiando i gruppi più sconosciuti.cmq aspetto il condono del p2p, il berlusca l'ha promesso, dopo il condono fiscale e quello edilizio! :D
  • zerod scrive:
    cosa volevano dire?
    E' normale pagare un computer, una connessione o unabbonamento, il trasporto... e rubare i contenuti, la nostracreatività ?questa non l'ho capita....bisogna rispondere si?
    • TPK scrive:
      Re: cosa volevano dire?
      - Scritto da: zerod
      E' normale pagare un computer, una
      connessione o un
      abbonamento, il trasporto... e rubare i
      contenuti, la nostra
      creatività ?

      questa non l'ho capita....bisogna rispondere
      si?Guarda che per contenuti non si intende la motherboard del pc... :D
      • zerod scrive:
        Re: cosa volevano dire?
        - Scritto da: TPK

        - Scritto da: zerod

        E' normale pagare un computer, una

        connessione o un

        abbonamento, il trasporto... e rubare i

        contenuti, la nostra

        creatività ?



        questa non l'ho capita....bisogna
        rispondere

        si?

        Guarda che per contenuti non si intende la
        motherboard del pc...
        :Dok, grazie, un dubbio me lo sono tolto, ma...io ho l'abbonamento del treno (60 euri)... quindi? devo prendere 2 cd e andare a piedi...:D :|
    • maciste scrive:
      Re: cosa volevano dire?
      - Scritto da: zerod
      E' normale pagare un computer, una
      connessione o un
      abbonamento, il trasporto... e rubare i
      contenuti, la nostra
      creatività ?

      questa non l'ho capita....bisogna rispondere
      si?credo alludano al fatto che se paghi per avere il pc, la connessione dovresti pagare anche la musica anziché rubarla.
      • zerod scrive:
        Re: cosa volevano dire?
        - Scritto da: maciste

        - Scritto da: zerod

        E' normale pagare un computer, una

        connessione o un

        abbonamento, il trasporto... e rubare i

        contenuti, la nostra

        creatività ?



        questa non l'ho capita....bisogna
        rispondere

        si?

        credo alludano al fatto che se paghi per
        avere il pc, la connessione dovresti pagare
        anche la musica anziché rubarla.si ok, cmq e' una frase di mer..
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa volevano dire?

        credo alludano al fatto che se paghi per
        avere il pc, la connessione dovresti pagare
        anche la musica anziché rubarla.Ehhh....finalmente ci risiamo! La ciliegina la metto io: "ma se rubo una Ferrari..."
        • maciste scrive:
          Re: cosa volevano dire?
          - Scritto da: Anonimo

          credo alludano al fatto che se paghi per

          avere il pc, la connessione dovresti
          pagare

          anche la musica anziché rubarla.

          Ehhh....finalmente ci risiamo! La ciliegina
          la metto io: "ma se rubo una Ferrari..."sono stato un pò succinto nella mia spiegazione e mi hai frainteso, ovviamente questo è quello che intendono dire loro, io non la penso così...:)
  • Anonimo scrive:
    coerenza del p2p
    Leggendo i post di quest forum si evince che per molti che condividono musica e film col p2p, la musica attuale come pure il cinema producono soprattutto merda quindi non vale la pena buttare via i soldi (tanti) per comprare o vedere robaccia.Immagino quindi che queste persone non scarichino col p2p musica e film di merda, che senso avrebbe scaricare robaccia schifosa ? la merda non e' arte.Quindi desumo che lor signori scaricano col p2p solo musica e film degni di essere difiniti arte, giusto ? Ma se reputano la roba che scaricano arte, dovrebbero anche comprarla perche' vale la pena spendere soldi per musica e film artistici. giusto ?no, sbagliato: non la comprano, la scaricano e basta. mmmhhh.. qui c'e' qualcosa che non torna....(troll)
    • JRoger scrive:
      Re: coerenza del p2p
      - Scritto da: Anonimo
      Leggendo i post di quest forum si evince che
      per molti che condividono musica e film col
      p2p, la musica attuale come pure il cinema
      producono soprattutto merda quindi non vale
      la pena buttare via i soldi (tanti) per
      comprare o vedere robaccia.E fin qui...
      Immagino quindi che queste persone non
      scarichino col p2p musica e film di merda,
      che senso avrebbe scaricare robaccia
      schifosa ? la merda non e' arte.
      Quindi desumo che lor signori scaricano col
      p2p solo musica e film degni di essere
      difiniti arte, giusto ? Ma per taaaanta spazzatura, come puoi definirla tale se PRIMA non l'hai ascoltata/vista?Un mare di download si fanno "al buio", apposta per provare che roba sia...
      Ma se reputano la roba che scaricano arte,
      dovrebbero anche comprarla perche' vale la
      pena spendere soldi per musica e film
      artistici. giusto ?E infatti qualche euro l'ho pure cacciato. Quelle RARE volte che ne valeva veramente la pena. Lo sai che ce ne sono tantissimi che fanno cosi'?????
      no, sbagliato: non la comprano, la scaricano
      e basta.
      mmmhhh.. qui c'e' qualcosa che non torna....Sicuro! Quelli scaricano e basta, non comprerebbero neance ad un cent, ai fini di mercato contano ZERO, altro che mancato ricavo o che altro si fuma il Mazza.

      (troll)Ah, ecco, mi pareva in effetti.... :)
      • Anonimo scrive:
        Re: coerenza del p2p
        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=687361(troll)
        • JRoger scrive:
          Re: coerenza del p2p
          E quindi?
          • Anonimo scrive:
            Re: coerenza del p2p
            - Scritto da: JRoger
            E quindi?E quindi non fare domande di cui sai gia la risposta.(troll)
          • JRoger scrive:
            Re: coerenza del p2p
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: JRoger

            E quindi?

            E quindi non fare domande di cui sai gia la
            risposta.

            (troll)Vabbe' va... Complimenti per la dialettica e la propositivita'.Addio.
    • Anonimo scrive:
      Re: coerenza del p2p
      " Ma se reputano la roba che scaricano arte, dovrebbero anche comprarla perche' vale la pena spendere soldi per musica e film artistici. giusto ?"la facessero pagare di meno...o aumentassero i nostri stipendi...facile no?
    • Anonimo scrive:
      Re: coerenza del p2p
      - Scritto da: Anonimo
      Leggendo i post di quest forum si evince che
      per molti che condividono musica e film col
      p2p, la musica attuale come pure il cinema
      producono soprattutto merda quindi non vale
      la pena buttare via i soldi (tanti) per
      comprare o vedere robaccia.
      Immagino quindi che queste persone non
      scarichino col p2p musica e film di merda,
      che senso avrebbe scaricare robaccia
      schifosa ? la merda non e' arte.
      Quindi desumo che lor signori scaricano col
      p2p solo musica e film degni di essere
      difiniti arte, giusto ?
      Ma se reputano la roba che scaricano arte,
      dovrebbero anche comprarla perche' vale la
      pena spendere soldi per musica e film
      artistici. giusto ?
      no, sbagliato: non la comprano, la scaricano
      e basta.
      mmmhhh.. qui c'e' qualcosa che non torna....

      (troll)...stai sbagliando, la gente scarica, ascolta, guarda e se è realmente arte va immediatamente in negozio e compra! Il guaio è che i prezzi sono altissimi, così, invece di comprare il cd o dvd originale si accontenta della copia!!...di cos'hanno paura? secondo me che nel diminuire i prezzi vedrebbero che su 100 "artisti" solamente 2-3 verrebbero considerati tali mentre tutto il resto SPAZZATURA CHE NON RIUSCIREBBE MAI A CAMPARE CON IL RUMORE CHE PRODUCONO!!
      • Anonimo scrive:
        Re: coerenza del p2p
        - Scritto da: Anonimo
        ...stai sbagliando, la gente scarica,
        ascolta, guarda e se è realmente arte
        va immediatamente in negozio e compra! Il
        guaio è che i prezzi sono altissimi,
        così, invece di comprare il cd o dvd
        originale si accontenta della copia!!
        ...di cos'hanno paura? secondo me che nel
        diminuire i prezzi vedrebbero che su 100
        "artisti" solamente 2-3 verrebbero
        considerati tali mentre tutto il resto
        SPAZZATURA CHE NON RIUSCIREBBE MAI A CAMPARE
        CON IL RUMORE CHE PRODUCONO!!Il ragionamento mi sembra costruito ad hoc per farci stare con la coscienza pulita: si scarica tutto (arte e non) , non si compra quasi niente (perche' quasi tutto non e' arte e i prezzi sono altissimi), e se costasse meno comunque non si comprerebbe perche' non e' arte. Guarda caso alla fine si ascolta TUTTO e GRATIS: che culo ! :p(troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: coerenza del p2p
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          ...stai sbagliando, la gente scarica,

          ascolta, guarda e se è realmente
          arte

          va immediatamente in negozio e compra!
          Il

          guaio è che i prezzi sono
          altissimi,

          così, invece di comprare il cd o
          dvd

          originale si accontenta della copia!!

          ...di cos'hanno paura? secondo me che
          nel

          diminuire i prezzi vedrebbero che su 100

          "artisti" solamente 2-3 verrebbero

          considerati tali mentre tutto il resto

          SPAZZATURA CHE NON RIUSCIREBBE MAI A
          CAMPARE

          CON IL RUMORE CHE PRODUCONO!!

          Il ragionamento mi sembra costruito ad hoc
          per farci stare con la coscienza pulita: si
          scarica tutto (arte e non) , non si compra
          quasi niente (perche' quasi tutto non e'
          arte e i prezzi sono altissimi), e se
          costasse meno comunque non si
          comprerebbe   perche' non e'
          arte. Guarda caso alla fine si ascolta
          TUTTO e GRATIS: che culo ! :p

          (troll)E che ora oltre che essere obbligato ad acuistare e pagare un CD che non mi interessa, devo anche pagare per ascoltarlo??solo un (troll)(troll)(troll)(troll)(troll) può ragionare così.....:(:'(:'(
          • Anonimo scrive:
            Re: coerenza del p2p:errata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            ...stai sbagliando, la gente
            scarica,


            ascolta, guarda e se è
            realmente

            arte


            va immediatamente in negozio e
            compra!

            Il


            guaio è che i prezzi sono

            altissimi,


            così, invece di comprare il
            cd o

            dvd


            originale si accontenta della
            copia!!


            ...di cos'hanno paura? secondo me
            che

            nel


            diminuire i prezzi vedrebbero che
            su 100


            "artisti" solamente 2-3 verrebbero


            considerati tali mentre tutto il
            resto


            SPAZZATURA CHE NON RIUSCIREBBE MAI
            A

            CAMPARE


            CON IL RUMORE CHE PRODUCONO!!



            Il ragionamento mi sembra costruito ad
            hoc

            per farci stare con la coscienza
            pulita: si

            scarica tutto (arte e non) , non si
            compra

            quasi niente (perche' quasi tutto non e'

            arte e i prezzi sono altissimi), e se

            costasse meno comunque non si

            comprerebbe   perche' non e'

            arte. Guarda caso alla fine si ascolta

            TUTTO e GRATIS: che culo ! :p



            (troll)
            E che ora oltre che essere obbligato ad
            acquistare (!!!) e pagare un CD che non mi
            interessa, devo anche pagare per
            ascoltarlo??
            solo un (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
            può ragionare
            così.....:(:'(:'(
          • Anonimo scrive:
            Re: coerenza del p2p:errata
            - Scritto da: Anonimo

            E che ora oltre che essere obbligato ad

            acquistare (!!!) e pagare un CD che non
            mi

            interessa, devo anche pagare per

            ascoltarlo??

            solo un
            (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)

            può ragionare

            così.....:(:'(:'(Nessuno obbliga nessuno ad acquistare niente. (troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: coerenza del p2p:errata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            E che ora oltre che essere
            obbligato ad


            acquistare (!!!) e pagare un CD
            che non

            mi


            interessa, devo anche pagare per


            ascoltarlo??


            solo un

            (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)


            può ragionare


            così.....:(:'(:'(

            Nessuno obbliga nessuno ad acquistare
            niente.

            (troll)Stando alle major si perché se non compri causi un mancato guadagno e quindi un nocumento (danno in termine non avvocatese) a loro!:@E' più chiaro così?:(:$
        • warrior666 scrive:
          Re: coerenza del p2p
          mettiamola così, senza ipocrisia, finchè c'è questo sistema ce ne aprofittiamo un pò tutti, quando non ci sarà più amen!chi non ne riesce a fare a meno continuerà a comprare qualsiasi cosa gli venga propinata dalla pubblicità e gl'altri si troveranno nuovi passatempi e riscopriranno sapori ed emozioni ormai quasi dimenticate. Quando ci sarà qualcosa d'interessante che non si vuole pagare ce lo faremo passare dagl'amici.Non ci sarà più bisogno o diciamo utilità ad avere il broadband e alla fine ci smeneranno un pò tutti..- Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          ...stai sbagliando, la gente scarica,

          ascolta, guarda e se è realmente
          arte

          va immediatamente in negozio e compra!
          Il

          guaio è che i prezzi sono
          altissimi,

          così, invece di comprare il cd o
          dvd

          originale si accontenta della copia!!

          ...di cos'hanno paura? secondo me che
          nel

          diminuire i prezzi vedrebbero che su 100

          "artisti" solamente 2-3 verrebbero

          considerati tali mentre tutto il resto

          SPAZZATURA CHE NON RIUSCIREBBE MAI A
          CAMPARE

          CON IL RUMORE CHE PRODUCONO!!

          Il ragionamento mi sembra costruito ad hoc
          per farci stare con la coscienza pulita: si
          scarica tutto (arte e non) , non si compra
          quasi niente (perche' quasi tutto non e'
          arte e i prezzi sono altissimi), e se
          costasse meno comunque non si
          comprerebbe   perche' non e'
          arte. Guarda caso alla fine si ascolta
          TUTTO e GRATIS: che culo ! :p

          (troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: coerenza del p2p
            - Scritto da: warrior666
            mettiamola così, senza ipocrisia,
            finchè c'è questo sistema ce
            ne aprofittiamo un pò tutti, quando
            non ci sarà più amen!OOOhhhhhh !!! Finalmente qualcuno che lo ammette. Ti meriti un bel BRAVO, senza polemiche. APPLAUSI, prego.(troll) Che adesso se ne torna a scaricare, perche' lo fa anche lui, non temete.
  • Anonimo scrive:
    Meditate
    http://it.geocities.com/merlin_vx/Manifesto.txtSecondo me questa è la verità...
  • Anonimo scrive:
    "cari" artisti
    i firmatari chiedono a noi di non rubare le loro idee...dicano alle case discografiche di non rubare i nostri soldi.e poi forse non si rendono conto di essere loro stessi fregati dalle case discografiche viste le percentuali di profitto che arrivano a loro sul prezzo del disco.un altro buon motivo per copiare,grazie mille!!!
  • Anonimo scrive:
    ranquilli...
    Tanto di nessuno di voi acuisterei mai un CD.. da un terzo di quei firmatari un CD non lo vorrei ascoltare nemmeno regalato.. gli altri val la pena giusto di ascoltarli in P2P... :D
  • Anonimo scrive:
    poche chiacchiere...
    lorsignori, gli "artitsti, le major, gli urbani vari, devono dimostrare che c'è correlazione fra p2p e calo delle vendite dei dischi, fornendo dati seri, attendibili e non quelli fasulli da loro propinati un mese si e un mese no per prendersi qualche sovvenzione statale. Altrimenti questa è la solita fuffa buona per qualche articoletto sui giornali...A proposito cari miliardari della musica. Non fate paura a nessuno, i dati sulle connessioni degli ultimi tempi dimostrano che il p2p è ormai pratica consolidata e che sarà bene che vediate di modificare le vostre "strategie" commerciali.Ad esempio io ancora non capisco perchè questi cervelloni delle case discografiche non abbiano messo online un programma di condivisione "legale" ben fornito a prezzi modici, del tipo qualche dollaro al mese. Sai che affaroni........e intanto il mio mulo continua a scalciare :D
  • Anonimo scrive:
    C'è anche Ligabue li nel mezzo
    Non so se avete notato ma c'è anche Ligabue nella lista.....mi è caduto un mito....ADDIO LIGA!!!! ...proprio l'altro giorno ero li li per comprare il dvd di radiofreccia...10? mi sembravano onesti...vah beh...li spenderò in un buon libro!!
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è anche Ligabue li nel mezzo
      Il Liga!! è da quando è saltato fuori che non lo sopporto, le sue canzoni sono la banalità tradotta in musica (a parte 'certe notti' che chissà come gli è venuta...), è uno dei rocker più finti che mi vengono in mente, è più pataccone lui dei rolex che vendono i patacchari a 5 euri, A LAVORARE!!!
  • Anonimo scrive:
    per carità,il bue dice cornuto all'asino
    ma comunque se chiedete questo consideratevi mercenari e non artisti.un artista degno di questo nome è interessato esclusivamente alla divulgazione dell'opera e i prezzi dei cd sono circa 10 volte superiori al valore reale affinchè non possa essere chiamato valore aggiunto ingiustificato.da 15 anni non compro nè scarico musica, nè con bollini della siae, nè senza nè scaricata.mi accontento di ciò che sento alla radio (l'unico cd acquistato in 15 anni è "il mio nome è mai più" 5 anni fa, il cui ricavato anche dal bollino è stato devoluto a emergency)
  • Anonimo scrive:
    PIEEEEEEEEEEEERO
    perchè hai firmato???? questo non me lo dovevi fare :'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(I tuoi cd li compro seeeeeeeeeempre; scarico solo una o due candoni di quei cantanti che non conosco per ascoltare cos'hanno da dire. Albano non lo comprerei maaaaai, non lo scarico nemmeno, chi se ne frega se ha firmato. Ma tu NOOOOOOOOOOOOO, tu sei fra i miei preferiti, tu sei il mio animale di zona. UUUUAHHHHHH :'(
    • JRoger scrive:
      Re: PIEEEEEEEEEEEERO
      Ma daaaaaaiiiii, su.....Una volta, magari, ai gloriosi tempi dei Litfiba. Ormai e' diventato un trombone come tanti, tutto pose-da-fico-trasgressiv/alternativo ma poi -come abbiamo appena visto- saldamente imbullonato al portafoglio e basta.O peggio, cosi' imborgnito da credere ai deliri dei vari Mazza e firmare una simile vergogna.
      • Anonimo scrive:
        Re: PIEEEEEEEEEEEERO
        [cut]
        tutto
        pose-da-fico-trasgressiv/alternativo ma poi
        -come abbiamo appena visto- saldamente
        imbullonato al portafoglio e basta.Complimenti per la calzante descrizione... :)
      • Anonimo scrive:
        Re: PIEEEEEEEEEEEERO
        Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr :pNon me lo demolire io non lo guardo ...... LO ASCOLTO!!!!
        • JRoger scrive:
          Re: PIEEEEEEEEEEEERO
          - Scritto da: nessuno53
          Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
          Non me lo demolire io non lo guardo ......
          LO ASCOLTO!!!!Mia cara Pat, contenta tu.... ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: PIEEEEEEEEEEEERO
          - Scritto da: nessuno53
          Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
          rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
          rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr :p
          Non me lo demolire io non lo guardo ......
          LO ASCOLTO!!!!Devi sentirci male se non hai notato differenze da 5-6 anni a questa parte :)
    • avvelenato scrive:
      Re: PIEEEEEEEEEEEERO
      - Scritto da: nessuno53
      perchè hai firmato???? questo non me
      lo dovevi fare :'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(
      I tuoi cd li compro seeeeeeeeeempre; scarico
      solo una o due candoni di quei cantanti che
      non conosco per ascoltare cos'hanno da dire.

      Albano non lo comprerei maaaaai, non lo
      scarico nemmeno, chi se ne frega se ha
      firmato.
      Ma tu NOOOOOOOOOOOOO, tu sei fra i miei
      preferiti, tu sei il mio animale di zona.
      UUUUAHHHHHH :'(dovresti scrivere il messaggio in Peluese, altrimenti non ti capisce: peeeeurcheeeeeeeeeeeuuuuuuua hai firmatooooooouuuu???? questouuuuuua non me loouuuuaa doveviiiiiia fareeeeei '(:'(:'(:'(:'(:'(:'( I tuoiiiiiiiiia cd li comprooooouuuuaaa seeeeeeuuuuumpreeeeeeuuu; scaaaauuricooooouua solo uunaaaaae o duuuuei canzoooounioiiiiia di queiiiiiiia cantantiiiiiiiia che noooooouun conoscoooooooua per ascoltareeeeeeeeeeei cos'hannoooooooou da direeeeeeeeièh! eccetera.
      • Anonimo scrive:
        Re: PIEEEEEEEEEEEERO
        - Scritto da: avvelenato
        dovresti scrivere il messaggio in Peluese,
        altrimenti non ti capisce:

        peeeeurcheeeeeeeeeeeuuuuuuua hai
        firmatooooooouuuu???? questouuuuuua non me
        loouuuuaa doveviiiiiia fareeeeei
        '(:'(:'(:'(:'(:'(:'(
        I tuoiiiiiiiiia cd li comprooooouuuuaaa
        seeeeeeuuuuumpreeeeeeuuu;
        scaaaauuricooooouua solo uunaaaaae o duuuuei
        canzoooounioiiiiia di queiiiiiiia
        cantantiiiiiiiia che noooooouun
        conoscoooooooua per ascoltareeeeeeeeeeei
        cos'hannoooooooou da
        direeeeeeeeièh!

        eccetera.Ma chi e', un parente del Pastore (tm) ?Giggi
      • Anonimo scrive:
        Re: PIEEEEEEEEEEEERO
        hai pagato i diritti per diffondere il testo?non sto scherzando ma credo che non sia possibile.......
      • Anonimo scrive:
        Re: PIEEEEEEEEEEEERO
        cut
        lo preferivo quando cantava Istanbul:

        Ho viaggiato nel freddo
        Faccia a faccia con la mia
        Ombra che si gettava
        Nel bianco velo del tempo
        Istanbul Istanbul
        Ho viaggiato nel freddo
        Senza volto senza età
        Pilotando un
        Corpo senza guida a Istanbul,
        Istanbul
        Istanbul baluardo sacro per
        L'incrocio delle razze degli uomini
        brucerà
        L'ho cercato nel freddo
        Se ne stava solo là
        Il mio volto nel fango di Istanbul,
        Istanbul Istanbul baluardo sacro per
        L'incrocio delle razze degli uomini
        brucerà
        Istanbul, Istanbul
        Forze oscure in Istanbul
        Istanbul, Istanbul
        Forze oscure in Istanbul
        Istanbul, Istanbul D'accordo è bella ma ce ne sono altre come: (haaaaaa questa canzone la associo a....)Tammuria più forte stanotte non voglio pensare a niente Tammuria sui tetti sui muri E le strade le strade le strade Tammuria muria Tammuria mu... Che amara bellezza c'è nell'incertezza del domani E la tentazione puttana ci fa tutti uguali...oh no Il sole nasce su di noi E caldo come noi e scalda se lo vuoi Il sole nasce su di noi rispettalo se vuoi Tammuria muria la luce che da.... Se un dittatore dal nuovo balcone Spaccia in TV la gioia Tu scuoti la noia e gli sguardi Di chi non lo capisce Se oggi e come ieri ammazzi ogni futuro Tammuria muria mu... Il sole nasce su di noi Amico se lo vuoi è uguale per tutti Un sole nasce tra di noi E scalda se lo vuoi brucia se lo vuoi Il sole... Il sole uguale a tutti noi E tu Tammuria... Orari vecchie coincidenze Sbagliate saltate perdute Risposte sui muri a nessuna domanda Speranze nell'aria senza risposte Il sole nasce su di noi Amico se lo vuoi è uguale per tutti Un sole nasce tra di noi E scalda se lo vuoi rispettalo se puoi Il sole ... Il sole nasce tra di noi
        • Anonimo scrive:
          Re: PIEEEEEEEEEEEERO
          Tammuria.... bellissima!se la mente non mi inganna:Spirito 1994 (credo 1994)allora Pelù?leggi PI ?cosa dici?vuoi venire a casa mia?ti faccio vedere tutti i tuoi dischi!pagati, regolarmente pagati!!!!!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: PIEEEEEEEEEEEERO
            - Scritto da: Anonimo
            Tammuria.... bellissima!
            se la mente non mi inganna:

            Spirito 1994 (credo 1994)

            allora Pelù?
            leggi PI ?
            cosa dici?
            vuoi venire a casa mia?
            ti faccio vedere tutti i tuoi dischi!
            pagati, regolarmente pagati!!!!!!!!!! :D manca "P2P "
    • Anonimo scrive:
      Re: PIEEEEEEEEEEEERO
      anche io ho tutta la discografia originale, anche il 1° album in vinile "Eneide di Krypton" ed. Suono Firenze......per completare la discografia, ho acquistato anche i prodotti dei 2 gruppi separati (Pelù e Litfiba) mai ascoltati...addirittura gli ultimi 2 sono ancora "incellophanati".......mi manca l'ultimo di Pelù.....ma da ora lo lascio sullo scaffale del supermercato. :@:@:@che rogne che si stanno creando......
      • avvelenato scrive:
        Re: PIEEEEEEEEEEEERO
        - Scritto da: Anonimo
        anche io ho tutta la discografia originale,
        anche il 1° album in vinile "Eneide di
        Krypton" ed. Suono Firenze......ehm.... sei bravo a rippare da vinile? :Dno chiedevo così, tanto per.... :$
        • Anonimo scrive:
          Re: PIEEEEEEEEEEEERO
          avvelenato non ho gli strumenti...di dove sei, al massimo te lo presto.....
          • Anonimo scrive:
            Re: PIEEEEEEEEEEEERO...
            ... MA VA A LAURA', BARBU' ! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: PIEEEEEEEEEEEERO...
            - Scritto da: Anonimo
            ... MA VA A LAURA', BARBU' ! :@Unno/visigoto? pastore bergamasco? senza dentiera?
          • avvelenato scrive:
            Re: PIEEEEEEEEEEEERO
            - Scritto da: Anonimo
            avvelenato non ho gli strumenti...guarda che non serve nulla che non puoi avere... un cavo jack maschio to jack maschio (in pratica hai presente il cavo delle cuffie? ecco un capo che abbia la stessa presa da entrambi i capi)cooledit craccatoun po' di pazienza.colleghi il giradischi alla presa line-in del tuo pc (la presa line-in è quella che non è quella del microfono e non è quella delle casse, e solitamente tutti si domandano "ma a che cacchio serve?"), selezioni da cooledit che la sorgente audio è la porta line-in, regoli il volume, inizi a registrare un po', regoli di nuovo il volume in modo che la registrazione sia al massimo volume possibile senza distorsione (clipping)a quel punto basta: opzionalmente una normalizzazione, una passata o due di filtro antirumore, nel caso dei vinili potrebbe venir comodo anche un filtro di tipo declick, et voilà!poi bisogna dividere le traccie e rinominarle a mano, insomma, due palle quadrate! Ma ho dovuto fare questo lavoro con non so quante cassette.ovviamente cmq scherzavo quando parlavo di ripping, è una cosa che fanno solo appassionati, generalmente per evitare di consumare il vinile con troppi ascolti.
            di dove sei, al massimo te lo presto.....sono tra milano e varese, ma anche volendo, non possiedo un giradischi...
          • Anonimo scrive:
            Re: PIEEEEEEEEEEEERO
            :oazz abitiamo vicinissimi!!nemmeno io ho il giradischi.... ce l'avevo poi se l'è fregato mio fratello.....se ti interessa, trova un modo per metterci in contatto e troviamo il modo per :DciaoDaitarn
        • Anonimo scrive:
          Re: PIEEEEEEEEEEEERO
          subito dopo desaparecido dai un colpo a "17 re" poi mi dirai...
        • Anonimo scrive:
          Re: PIEEEEEEEEEEEERO
          - Scritto da: avvelenato
          (cmq la mia era una battuta, è
          ovvio che su p2p l'album si trova.. solo
          devo ancora metabolizzare desaparecido prima
          di ascoltare 1album nuovo.)mica tanto ovvio :-) eneide di krypton è un album poco diffuso, e il rip da cd l'ho trovato relativamente da poco tempo (e neanche mi interessava, perché fortunatamente mi hanno prestato il cd originale..) cmq da desaparecido ti conviene proseguire in avanti (17re, litfiba3) piuttosto che tornare indietro. chiudiamo l'OT, ciao!!
          • avvelenato scrive:
            Re: PIEEEEEEEEEEEERO
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato


            (cmq la mia era una battuta, è

            ovvio che su p2p l'album si trova.. solo

            devo ancora metabolizzare desaparecido
            prima

            di ascoltare 1album nuovo.)

            mica tanto ovvio :) eneide di krypton
            è un album poco diffuso, e il rip da
            cd l'ho trovato relativamente da poco tempo
            (e neanche mi interessava, perché
            fortunatamente mi hanno prestato il cd
            originale..) cmq da desaparecido ti conviene
            proseguire in avanti (17re, litfiba3)
            piuttosto che tornare indietro. chiudiamo
            l'OT, ciao!!oh beh, io ci tenevo a trovarlo per "questioni affettive" (un'amica me lo ha consigliato)cmq non credo che dopo 17re troverò qualcosa di bello (apparte che alcune canze ce le ho in versione "live" su Pirata, w i nice price), mi piace l'atmosfera wave che sento allontanarsi da desaparecido a 17re.meglio cercarsi qualcosa dei Diaframma! ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: PIEEEEEEEEEEEERO
            - Scritto da: avvelenato
            cmq non credo che dopo 17re troverò
            qualcosa di bello (apparte che alcune canze
            ce le ho in versione "live" su Pirata, w i
            nice price), mi piace l'atmosfera wave che
            sento allontanarsi da desaparecido a 17re.bè quello è il periodo in cui il baricentro si sposta su ghigo, maroccolo se ne andrà anche per questo motivo

            meglio cercarsi qualcosa dei Diaframma! ;)buongustaio!! :-)
  • Larry scrive:
    per il beone Ekleptical
    " in verità nessuno dei grossi artisti musicali ha mai fatto la fame. Se la passavano tutti relativamente bene. L'unico sfigato, da cui è nato il mito romantico, è Mozart. Ma si sa..." non direi, innanzitutto nei secoli scorsi non si stampavano dischi e non si tenevano concerti davanti a 500.000 persone. Brahms, Mozart, Beethoven, Wagner, Bach, Berlioz, Vivaldi e compagnia bella erano MANTENUTI da nobili e benefattori, ripeto Beethoven riceveva 700 fiorini all'anno, l'equivalente oggi per una segretaria, vero, era perennemente ospite della nobilta' e mangiava e viaggiava a spese altrui ma,1) capito' anche a Beethoven come a tanti altri che il suo magnate cadesse in miseria e sospendesse il vitalizio2) accadde a molti musicisti, anche solo per una frase sbagliata, di cadere in disgrazia e perdere tutti gli agi.3) anche allora ogni nobile cercava di avere per suo protetto il musicista piu' bravo, piu' alla moda ecc, quindi se il tuo protettore ne trovava uno meglio di te, finivi sulla strada.4) a dimostrazione di cio' la maggior parte dei musicisti nascevano poveri, componevano e suonavano (talvolta) nell'agio e morivano poveri, le loro famiglie povere...5) non mi sembra che questo stile di vita sia propriamente "invidiabile"certo, se tu consideri la vita del musicista solo quegli anni in cui suona e compone...ancora, sarebbe come dire che oggi tutti i grandi del Pop Rock sono miliardari ricordando fra un secolo solo in nomi dei Pink Floyd, Madonna e Jackson, e ovviamente non ricordando i Kraftwerk, Nick Cave e Laurie Anderson...
  • Anonimo scrive:
    Alzi la mano
    chi si vuole arrogare di decidere come le opere di un artista debbano essere pubblicate
    • TPK scrive:
      Re: Alzi la mano
      Sai, per la legge del mercato se qualcosa non viene comprato si cerca di fare in modo di rendere il prodotto piu' vendibile, non di imporre leggi e ricevere aiuti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alzi la mano
        - Scritto da: TPK
        Sai, per la legge del mercato se qualcosa
        non viene comprato si cerca di fare in modo
        di rendere il prodotto piu' vendibile, non
        di imporre leggi e ricevere aiuti.Si vabbè. Ma e se uno viene piratato? Vuol dire che il prodotto è appetibile ma che lo è di più a scrocco... il mercato per definizione non può essere illegale...
        • TPK scrive:
          Re: Alzi la mano
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: TPK

          Sai, per la legge del mercato se
          qualcosa

          non viene comprato si cerca di fare in
          modo

          di rendere il prodotto piu' vendibile,
          non

          di imporre leggi e ricevere aiuti.

          Si vabbè. Ma e se uno viene piratato?
          Vuol dire che il prodotto è
          appetibile ma che lo è di più
          a scrocco... il mercato per definizione non
          può essere illegale...Quindi tu sei l'unico che non conosce gente che scarica e poi compra l'originale, e meno costano gli originali e piu' ne compra.Magari sei anche quello che l'altro giorno diceva che c'e' un grosso giro di vendita tra amici e colleghi.O magari lavori per SIAE e soci e quindi del mondo del p2p non conosci assolutamente NIENTE ...
        • DuDe scrive:
          Re: Alzi la mano
          - Scritto da: TPK

          Si vabbè. Ma e se uno viene piratato?
          Vuol dire che il prodotto è
          appetibile ma che lo è di più
          a scrocco... il mercato per definizione non
          può essere illegale...Che sia appetibile scroccare e' lapalissiano, ma come detto in vari threadh l'influenza degli scrocconi e' pari o tendente a zero! ti voglio solo fare l'esempio di me stesso, mi sono perso Band of Brothers quando l'hanno passato su r4 li ho cercati via p2p e qualcuno l'ho beccato, poi leggendo su una rivista che c'era il cofanetto, l'ho accattato per natale trovandolo giusto (72 euro 8 dvd) quindi a chi piace veramente qualcosa se la compra se il prezzo e' equo, se costa troppo la scrocca! e comunque non RUBA nulla!
        • Anonimo scrive:
          Re: Alzi la mano
          - Scritto da: Anonimo
          il mercato per definizione non
          può essere illegale...Uh che str0nz4t4... la definizione 'mercato nero' da dove viene fuori, secondo te?Le leggi di mercato (qualsiasi cosa si intenda 8) sono indipendenti dal riconoscimento legale...
    • avvelenato scrive:
      Re: Alzi la mano
      - Scritto da: Anonimo
      chi si vuole arrogare di decidere come le
      opere di un artista debbano essere
      pubblicateio.
    • maciste scrive:
      Re: Alzi la mano
      - Scritto da: Anonimo
      chi si vuole arrogare di decidere come le
      opere di un artista debbano essere
      pubblicateIo non la alzo, non mi interessa "come" vengono distribuite, file, cd, sacd, dvd audio, l'essenziale è che il prezzo sia congruo, e ripeto "congruo", non stracciato. Mi arrogo quindi il diritto di spender ei miei soldi come voglio, quindi in questo caso le mani te le alzo tutte e due.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alzi la mano
      - Scritto da: Anonimo
      chi si vuole arrogare di decidere come le
      opere di un artista debbano essere
      pubblicateEMI (mano alzata) VIVENDI-UNIVERSAL (mano alzata) SONY MUSIC (mano alzata) BMG-ARIOLA (mano alzata) WARNER BROS (mano alzata) Artisti (mano abbassata)
      • maciste scrive:
        Re: Alzi la mano
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        chi si vuole arrogare di decidere come
        le

        opere di un artista debbano essere

        pubblicate

        EMI (mano alzata) VIVENDI-UNIVERSAL (mano
        alzata) SONY MUSIC (mano alzata) BMG-ARIOLA
        (mano alzata) WARNER BROS (mano alzata)
        Artisti (mano abbassata)PUBBLICO (mano sul portafoglio)
  • Anonimo scrive:
    la mia petizione
    NO al mazzaNO alla FIMINO alla SiaeNO alla fapavNO alla tassa sui verginiNO a qualsiasi altra associazione assimilabileNO alle protezioni cd che non mi consentono di sentirlo dove cazzo voglioNO agli mp3 a 1.2 ?NO ai cd a 20 ?NO ai dvd a 25 ?SI ai giusti compensi agli artisti ma a prezzo


    equo
  • Anonimo scrive:
    una zappa a testa
    Biagio Antonacci, Samuele Bersani, Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara, Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso Zanello (Piotta)... andate a zappare meglio !!!
    • Anonimo scrive:
      Restituire il favore
      - Scritto da:
      Biagio Antonacci, Samuele Bersani, Lucio Dalla,
      Tiziano Ferro, Paola e Chiara, Enzo Jannacci,
      Gianni Morandi, Francesco Tricarico, Antonello
      Venditti e Tommaso Zanello (Piotta)... andate a
      zappare meglio!!!I pomodori li tiriamo noi... ;)Una volta si pensava che una persona cercasse di guadagnarsi una posizione solida e tranquilla, raggiunta la quale (e all'aumentare dell'età) trasformasse parte del proprio impegno in ritorni alla società (nel senso di cittadini, non di azienda).Ora molti di costoro non dovrebbero avere basilari esigenze personali da soddisfare: non sarebbe ora che la smettessero di allearsi con il diavolo e venissero a restituire l'aiuto a chi li ha aiutati ad aver successo? Si vede che l'anima è venduta, e non si puù riscattare. Poveri loro. 8)
  • Anonimo scrive:
    La soluzione tende(rebbe) ad essere ..
    .. la più semplice e mai adottata.Quando vado al supermercato vedo FIORDE di gente accalcata al banco dei cd in offerta tra 5 e 10 euro, in genere in questo "scatoloni" si trova roba a ZILLIONATE che ne conosco, ne avrei creduto mai che essere umano comprasse ...... noto, comunque che gli "scatoloni" vengono puntualmente ripuliti, sintomo evidente che "qualcuno" li compra ....... ordunque, se qualcuno compra "roba" del genere, mi immagino che se nello "scatolone" ci fosse l'ultimo di [aggiungete qui il nome del vs. gruppo/cantante preferito] questo "scatolone" si svuoterebbe in un battibaleno ..... da questo semplice sillogismo ne deduco che il prezzo sia la "chiave" che decide l'acquisto del cd ...[riflessione, che avrete fanno un miliardo di volte..]... perchè le case discografiche continuano a spendere miliardate di euro per la caccia alle streghe anzichè scegliere la soluzione PIU OVVIA e riscontrabile sotto i loro occhi ogni giorno? ...... un P2Pista (neologismo: colui che pratica il P2P) non comprerebbe COMUNQUE, nemmeno a 20 Eurocent il "ballo del qua qua", costui è gia "drogato" di quel qualcosa che gli è stato concesso ...... chi ama la musica (e credo e spero di essere tra quelli), ha anche il senso e la misura, non smetterò mai di dire che con il "filesharing" (paura!!!) ho scoperto tanti artisti nuovi tra cui P!nk (al di la che possa piacere o meno ..) della quale ho comprato tutti i suoi cd, ho potuto scoprire la musica degli anni 60 e 70 (all'epoca non ero ancora nato) e ad oggi faccio fatica a recuperarla "legalmente" ! (non posso pagare 20 euro di cd + 25 di spedizione con la speranza che mi arrivi rotto, e poi stando a quello che è la legge possiederei un cd ILLEGALE in quanto sprovvisto di bollino siae!) ... ... amo la musica, ho vissuto quella degli anni 80 fino ad oggi, e COMUNQUE non ho avuto il tempo di poter "assaggiare" tutta la musica di quegli anni e di questi .... non posso comprare MILIONATE di cd per capire se un gruppo mi piace o meno ... ... non dimentichiamoci che non tutti hanno la "fortuna" (?!) di avere sotto casa, o nei pressi, un music-center da cui poter attingere, ascoltare, scegliere, valutare un'artista ..... odio i paradossi delle major, e ogni volta mi piace seguire il percorso:* Le major decidono che il vinile costa troppo e che il cd è un qualcosa di rivoluzionario, lo adottano.* Concordano sul formato e sugli standard da adottare, in "grossisima" teoria i lettori di casa NON dovrebbero leggere i CDR ne tantomeno i CDRW* Qualche "major" decide di "aggiungere" al proprio impianto hi-fi la possibilità di leggere anche quelli ...* Qualche "major" per "riciclare" i suoi "vecchi" hi-fi che non supportano tale features (!) aggira l'ostacolo proponendo supporti che vengono "visti" anche dagli impianti hi-fi vecchi (mai visti i CDR/CDRW cosidetti "for audio" ??)* Non contenti, iniziano a vendere i supporti, sempre più veloci, sempre meno costosi .. ma vabbè è l'indotto ...* Non contenti ancora, ci invitano a comprare i loro masterizzatori, sempre più veloci, sempre più precisi per il rip della musica (lo dicono loro, è una features ...)* Avvento dell'mp3, le major fanno i loro lettori, leggono di tutto* E che facciamo ? in macchina non l'ascoltiamo i CDRW con gli mp3? allora ecco il MULTICHANGER (uno non basta) con il supporto all'mp3* E le memorie ? dove pensiamo di mettere tutta questa roba se non sulle "loro" memorie, spesso anche custom!* Signori, volete copiare VELOCEMENTE tutta la roba che avete? nessun problema, il software che vi forniamo copia gli mp3 sul minidisc alla magica velocità di 24x ... nessun attesa, nessuna formalità!un'ultima riflessione: "400 Disc MegaStorage. CD Changer" il modello CDP-CX455, è un jukebox, carica 400 (quattrocento ...) cd, legge gli mp3 costa meno di 300 dollari ... ;-)COSA CREDE LA SONY IO CI POSSA METTERE IN QUESTO CARICATORE??Buona giornata a tutti[Manfrys]
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione tende(rebbe) ad essere ..
      gli mp3 che hai comprato sui siti a cui la Sony Music ha affidato la distribuzione
      • Anonimo scrive:
        Le aziende vogliono utili
        - Scritto da:
        gli mp3 che hai comprato sui siti a cui la Sony
        Music ha affidato la
        distribuzioneLa Sony, come tutte le grandi aziende, non ha una sola testa. Se posso tentare un paragone che non vuole essere irrispettoso per i dipendenti Sony (ma, insisto, vale per tutte le aziende articolate in tanti settori) assomiglia a un essere vivente pluricellulare in cui ogni cellula cerca di avere nutrimento abbondante, anche a discapito della cellula vicina, se serve.La divisione che tratta PC e masterizzatori probabilmente se ne fa un baffo degli obiettivi della divisione musica, che a sua volta se ne frega degli obiettivi di chi vuole vendere il nuovo videoregistratore digitale (perfetto per catturare i videoclip da MTV, ripulire la pubblicità ecc. ecc.).Ogni tanto immagino che qualche boss tenti di raddrizzare il timone, ma alla fine conta solo cosa recita il bilancio finale rispetto al pianificato per l'anno fiscale: se l'azienda fa soldi gli azionisti se ne fregano di quale divisione li abbia procurati, ma certamente ne vorranno ancora; si chiederanno quale divisione ha perso terreno e cominceranno a far pressione (trascinando il molosso in un'altra direzione per qualche mese, poi si vedrà al prossimo forecast di bilancio).
  • Anonimo scrive:
    Vi siete sbagliati!! State tranquilli
    Guardate che vi siete sbagliati a firmare quella petizione, se a voi mancano i soldi è solo perchè non fate musica...ma solo rumore!! I vostri cd non li vuole cmq nessuno!!! E nemmeno gli mp3...vi assicuro che non ho nemmeno una vostra canzone! E quasi sicuramente anche tutti i miei amici non hanno nemmeno una vostra canzone!! Meditateci su!
  • Anonimo scrive:
    VIVA ELIO, VIVA IL CD BRULE'!!!
    se i soldi andassero soprattutto agli artisti, non ci sarebbero problemi!Aridateci qualita' e originalita', i soldi arriveranno di conseguenza...
  • Anonimo scrive:
    Re: Riflessione personale
    D'accordo con te .. tanto rumore per nulla ...i soldi li hanno già fatti e li stanno continuando a fare.Queste manovre devono farle una tantum ...giusto per.
  • wuillow scrive:
    Ma fatemi il piacere.... Ipocriti !!
    voglio proprio vedere quanti di questi "artisti" santarellini non scaricano file, soprattutto i film in divX......
    • ilmusico scrive:
      Re: Ma fatemi il piacere.... Ipocriti !!
      Sig. Wuillow , nessun dubbio su fatto che lo scaricare da internet sia ormai lo ...sport più diffuso e non vado a sindacare ,su questo punto. Non sto contestando quanto da Lei scritto:,al contrario: concordo! E ora dico alcune cosette ai burattini delle case discografiche,fermo restando la Loro Valentia Artistica,che non metto in discussione ,essendo io stesso un Musicista anche se molto meno fortunato di coloro che hanno firmato la petizione. Parlando con amici,persone conosciute in incontri occasionali,sento dire spesso:"Se facessero pagare meno i loro CD musicali,la pirateria accuserebbe il colpo!". Poi domando quanto costano e devo convenire con quelli che affermano essere troppo alti i prezzi di questi CD per cui,o scaricano da internet o li acquistano dai "Vu cumprà" pur sapendo che spesso prendono delle....sonore fregature! Personalmente,pur avendo anch'io la possibilità di scaricare canzoni ,preferisco eseguirle io stesso,nella mia stanza ,con la mia tastiera: è più gratificante e non danneggio gli Artisti che le hanno composte.A proposito: per qual motivo ,non si scagliano contro coloro che fotocopiano le canzoni dai loro album che amici compiacenti,hanno prestato per far copie a minor costo? Questo fenomeno delle fotocopie di brani musicali,danneggia o non danneggia,coloro che hanno composto delle belle canzoni ? Eppure,il clamore dell ' Mp 3 è maggiore,magari perché più praticato. E poi,il cliente,non ha sempre ragione?In questo caso,il cliente è colui che acquista i costosi cd,cassette audio o assiste dal vivo ad un loro concerto.Ma se non disponesse di molto denaro,dovrebbe arrangiarsi,no? Sapete da quanto tempo non acquisto cd dei Pink Floyd? Ho perso il conto! Ma non ci penso neppure per un attimo a danneggiarli scaricando loro musiche più recenti...Nutro un sacro rispetto verso questo Super Complesso.Preferisco suonare le Loro Musiche. Ciao!
      • ryoga scrive:
        Re: Ma fatemi il piacere.... Ipocriti !!
        Forse dico una vaccata.Ma se non sbaglio, se registri su cd la musica che suoni ( composta da altri artisti ), entri anche tu nella rete dei pirati in quanto anche tu pirateggi.Almeno....cosi credo che sia...i musicisti da piano bar, pagano un tot (o almeno...dovrebbero ) per ogni canzone "interpretata".Ciao
        • ilmusico scrive:
          Re: Ma fatemi il piacere.... Ipocriti !!
          E' vero,quanto dici: infatti ,nei locali pubblici,ristoranti e così via,coloro che eseguono brani di autori più o meno attuali,devono riempire quello che chiamano "borderò" .con tutti i brani eseguiti,gli autori ,poi mettono il loro nome,codice fiscale e altri parametri del genere..Il problema nasce se,chi riempie il modulo e lo firma ,non è in regola con l'ENPALS, ovvero ,non ha il tesserino .Anni fa,seppi di un complesso che ,sorpreso da Finanza,Carabinieri ed Enpals,fu multato per la "modica cifra " di 120 milioni di vecchie lire (o 60.000 Euro,se preferisci)-Poi ,i sei componenti,patteggiarono e ciascuno pagò "soltanto" 5000 euro ciascuno! Se fossero stati in regola,non avrebbero certamente subito quella mazzata. E tuttora,capita di incontrare dei tastieristi ,chitarristi che vanno a suonare con la speranza di non essere beccati..Quanto a pagare per ogni brano eseguito,non ti saprei dire. Conosco una persona che ,appoggiandosi ad un'agenzia del settore,non ha problemi di sorta...Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma fatemi il piacere.... Ipocriti !!
      - Scritto da: wuillow
      voglio proprio vedere quanti di questi
      "artisti" santarellini non scaricano file,
      soprattutto i film in divX......Ah ah ah ah , LOL , ma te li immagini BOBBY SOLO e ALBANO CARRISI mentre si scaricano i film di Cicciolina e si scolano un fiasco di vino impagliato ........ eh eh eh eh 8)
    • Anonimo scrive:
      inquisitore
      - Scritto da: wuillow
      voglio proprio vedere quanti di questi
      "artisti" santarellini non scaricano file,
      soprattutto i film in divX......Sai cosa distingue te da un inquisitore del 1600? niente:Anche tu hai emesso un giudizio sulla base di una presunzione.E se qualcuno di loro fosse veramente integro moralmente ? (a parte Elisa, ho capito)Perfavore se c'è qualcuno fuori dal coro come me, che è disgustato da questa valanga di post vergognosi mi quoti.
      • TPK scrive:
        Re: inquisitore
        - Scritto da: Anonimo
        Perfavore se c'è qualcuno fuori dal
        coro come me, che è disgustato da
        questa valanga di post vergognosi mi quoti.Un "voto 0: inutile" ti va bene lo stesso? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: inquisitore
        - Scritto da: Anonimo
        E se qualcuno di loro fosse veramente
        integro moralmente ? (a parte Elisa, ho
        capito)

        Perfavore se c'è qualcuno fuori dal
        coro come me, che è disgustato da
        questa valanga di post vergognosi mi quoti.Bello mio, ma quale inquisizione d'egitto: non si è mai visto il panettiere sotto casa che ti minaccia con una pistola per comprare il suo pane, così come è scandaloso che qualcuno voglia mandarti in galera per una STRONZATA DI MP3 perrchè tu poi vada a comprare i suoi cd a prezzo da furto.Ormai il buonsenso non fa più parte della nostra cultura, lo si vede da queste porcate.
        • Anonimo scrive:
          Re: inquisitore

          Bello miograzie per il complimento
          non si è mai visto il panettiere
          sotto casa che ti minaccia con una pistola
          per comprare il suo pane, così comema ti sembra un paragone applicabile?
          è scandaloso che qualcuno voglia
          mandarti in galera per una STRONZATA DI MP3
          perrchè tu poi vada a comprare i suoi
          cd a prezzo da furto.ma tu vaneggi.nessuno di questi ti obbliga a comprare nienteti dicono solo: se hai intenzione di goderne (e non è obbligatorio, non è certo come il pane) vorremmo perfavore essere pagati per i nostri sforzi.
          Ormai il buonsenso non fa più parte
          della nostra cultura, lo si vede da queste
          porcate.porcata può essere mettere in galera per un mp3, ma esternare le proprie preoccupazioni per il proprio lavoro è solo un diritto.buonsenso ne vedo poco invece in post come il tuo.Ma come fai a dire "questi ti obbligano a comprare" sei dotato di libero arbitrio? puoi riuscire a vivere senza comprare CD?
          • Anonimo scrive:
            Re: inquisitore

            ma tu vaneggi.
            nessuno di questi ti obbliga a comprare
            niente
            ti dicono solo: se hai intenzione di goderne
            (e non è obbligatorio, non è
            certo come il pane) vorremmo perfavore
            essere pagati per i nostri sforzi. Io invece vorrei evitare di pagare gli artisti quando mi masterizzo le mie foto e i miei dati e di pagare 4 tasse per farmi una copia di back up.Dicevi che nessuno ti obbliga a comprare?Vero,infatti è ancora più subdolo: paghi anche se non compri.
  • Anonimo scrive:
    BASTA DAR SODDISFAZIONI
    Per piacere piantatela di scaricare le musiche di questi artistie sopratutto piantatela di comprare i loro cd.Mandiamoli tutti a zappare la terraartisti siae e discografici.Un artista fa buono 2 al massimo 3 album il resto serve solo per far soldi.
  • Anonimo scrive:
    Perchè nessuno fa notare... (?)
    ...che la sovrattassa SIAE che ha affossato il mercato dei supporti di memorizzazione era già stato presentato come un risarcimento per la cosiddetta "pirateria personale"?Adesso non solo piangono miseria pretendendo sovvenzioni... ma vogliono affossare anche il P2P.La domanda sorge spontanea...Il prezzo sociale da pagare per quattro canzuncelle non sta diventando un po' troppo elevato?Da sottolineare anche il tempo speso dal Ministero dei Beni Culturali e da tutti noi intorno alla questione.Quando i veri problemi purtroppo non mancano...
  • Anonimo scrive:
    Aaaarrrghhhh
    Pure BOBBY SOLO ha firmato !!!!! Quindi per non offenderlo non mi posso piu' scaricarmi il suo "gritest its". Sigh, mi spunta una lacrima sul viso ............
    • Anonimo scrive:
      Re: Aaaarrrghhhh
      - Scritto da: Anonimo
      Pure BOBBY SOLO ha firmato !!!!! beh non è il solo...c'e' il fior fiore della musica italiana...cavolo!Albano, Simona Bencini - Massimo Chiti Conti - Toto Cutugno - Luigi Di Agostino - Dolce Nera ? Roberto Feltracco ? Gianni Fiorellino - Marco Ghislandi - Amalia Grèecc...ecc...la maggior parte di questi non li ho mai sentiti..e poi ..ma chi scarica sta roba?
    • sonicher scrive:
      Re: Aaaarrrghhhh
      Bobby Solo? Ma non era morto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Aaaarrrghhhh
        che tragica risposta! adesso si stà toccando:D cmq hanno preso due tre famosi e 50 disperati senza soldi, " se firmi ti diamo 20 euro in + al mese " e così hanno fatto 60 firme invece hanno dato laute somme a tiziano ferro e antonacci :@
  • Anonimo scrive:
    L'IMMAGINE
    A mio parere il vero artista è quello che riesce ad emozionarti anche per radio quando tu lo ascolti senza averlo mai visto. Tempo fa mi capitò di vedere in TV il videoclip di un cantante straniero di cui non ricordo il nome. Mi resi conto che quel brano era basato tutto sull'immagine. Ascoltato per radio sarebbe stato un vero schifo. Se certi cantanti intendono vendere dischi fatti di videoclip, ok, ma altrimenti io dovrei comprare un loro disco perché rimasto impressionato dal loro modo strano di vestirsi o di gesticolare? Non sto dicendo che l'immagine non conti nulla, può essere indicativa del modo di essere di un artista. Ma quando l'immagine conta più della musica, più della voce e delle parole, allora siamo di fronte ad un inganno vero e proprio. E purtroppo molti comprano dischi non per la qualità della musica o dei testi, non per le qualità artistiche del cantante o del musicista, ma per come tale personaggio si è proposto visivamente al pubblico. Un consiglio: se volete capire se un artista è un artista, insomma se vale davvero, cercate di valutare con molta sincerità quello che ascoltate cercando di dissociarlo da quello che avete visto. Vi renderete conto che alcuni dei vostri beniamini sono praticamente dei cani.C'è un problema di fondo: la gente non è educata all'ascolto della buona musica, non è in grado di distinguere ciò che è talento da ciò che è spazzatura. E questo dipende dalla globalizzazione anche nel mondo della musica e dal pensiero unico che ci viene proposto in TV. Rarissimamente è possibile ascoltare qualche artista che esca dal seminato. Per la maggior parte i cantanti che vediamo in TV sono molto uniformati. Lo vediamo a Sanremo, lo vediamo al Festival Bar e ad altre manifestazioni canore. C'è una totale mediocrità. E sono proprio questi artisti che vendono più dischi di tutti. Questo ti fa capire quanto sia mediocre la cultura musicale della gente. Esistono tantissimi stili musicali, ma in radio e TV passano sempre le solite canzonette. E c'è gente che fa a gara per scaricare quintali di mp3 di pura spazzatura. Dall'altro lato ci sono i produttori di spazzatura che si lamentano. Che mondo stupendo!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'IMMAGINE

      ciò che è spazzatura. E questo
      dipende dalla globalizzazione anche nel
      mondo della musica e dal pensiero unico che
      ci viene proposto in TV. Hai ragione sul fatto che i video vendano la musica alterando la percezione ma mi sembra qualunquista tirare in ballo la globalizzazione al solito modo, che non significa altro che la diffusione su scala planetaria di informazione, merci, persone percio' non certo una novita' ... e' successo ai tempi dei Greci, ai tempi dei Macedoni, soprattutto ai tempi dei Romani che hanno portato cultura, igiene, strade, terme, teatri in tutto il mondo di allora ... insomma la diffusione di beni e servizi e gli scambi sono al centro di ogni societa' evoluta e no nsono certo un elemento negativo. Certo che questo porta in competizione realta' diverse ma e' giusto che sia cosi' e che su tutto cio' operi la selezione naturale ...Quanto alla musica, rimane molta buona musica a prezzi stracciati, a partire dalla mucisa classica fino al legittimo erede, il jazz. Certo per apprezzare si deve imparare ad apprezzare, ma lo stesso si potrebbe dire di alcune bellissime equazioni, per molti solo degli scarabocchi, per altri il poema della natura. Percio' il punto e' la scuola e quello che insegna, certo se ci fossero gli insegnanti di inizio secolo con solidissime basi di cultura sia umanistica che scientifica, i giovani non sarebbero facile preda di MTV o delle suonerie per cellulari ... ma la realta' e' che ci ritroviamo ben altri insegnanti, abituati a leggere il quotidiano in classe (i quotidiani sono delle mostruosita' culturali, infarciti di pressapochismo con una prosa vuota e leziosa), abituati a discutere di attualita' e di tutto il nulla che ci cresce sopra. E cosa ancora piu' tragica, non e' nemmeno piu' la generazione formatasi nel '68 degli esami di gruppo e dei voti politici, saimo ormai alla F1, alla generazione successiva, a quelli generati dalla F0 eh eh eh ... una edizione ancor piu' scadente ... e non oso a pensare a quelli che ne verranno fuori.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'IMMAGINE
        Sai bene cosa intendo per globalizzazione, intendo omologazione ed è quello che vediamo ogni giorno in TV. Il Jazz c'era coi governi di centrosinistra, ora è sparito. C'era la domenica un programma sulla danza (classica, moderna, jazz)... e non c'è più. Nell'era di Berlusconi conta solo ciò che porta i soldoni e cioè roba commerciale e di bassissimo valore culturale. Un pizzico di buona musica e di danza che non sia sculettamento ci è stato fortunatamente offerto da quei "comunisti" di Dose e Presta di "Dove osano le quaglie" con i Klezroym e il balletto di Maria Grazia Sarandrea. Andava in onda ovviamente dopo mezzanotte affinché non turbasse il sano nanopensiero dominante.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'IMMAGINE
      ... MUSICA è ...citavano le parole di un deluso canzonettaro di borgata ... fosse questa davvero l'arte ......ma per favore
  • Anonimo scrive:
    Petizioni e proclami falsi
    Vorrei ricordare approposito di un convegno che la FIMI organizzo' a Napoli contro i pericolosi criminali (cioe' i pirati) in cui c'erano molti nomi compresi Daniele Sepe, Bennato e altri nomi partenopei....il punto e' che non solo questi artisti non sapevano nulla di questo convegno, ma addirittura Daniele Sepe e' favorevolissimo al P2P (i suoi brani si scaricano dal sito) e contrario alle major e associazioni a delinquere come FIMI/SIAE e venne a dirlo anche in rete.Insomma per dire....possibilissimo che per l'appoggio a questa petizione non si sia chiesto niente agli artisti che rimangono delle bamboline che purtroppo appena hanno firmato un contratto con uno di quelli si sono venduto praticamente mente e corpo e non hanno piu' vita propria
    • TPK scrive:
      Re: Petizioni e proclami falsi
      Probabilmente quando firmano un contratto autorizzano la casa discografica a firmare a loro nome qualsiasi cosa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Petizioni e proclami falsi
        Io credo che lo abbiano firmato veramente loro... è singolare infatti che, quelli che hanno successo, non perdono tempo a firmare petizioni... :o
        • Anonimo scrive:
          Re: Petizioni e proclami falsi
          Non credo sia tanto una questione di successo, ma piuttosto di valore. I firmatari della petizione io non lo chiamerei nemmeno artisti. Direi piuttosto vip, fighetti. La maggior parte della loro musica è insopportabile e di bassa qualità, ma non sembra a nessuno di loro che questo comporti loro problemi economici. Credo che dovrebbero ritenersi fortunati a fare una vita da nababbi (almeno rispetto alla stragrande maggioranza di noi) solo grazie ad alcune canzonette di poco valore piazzate sul mercato al momento giusto. Quando tra qualche anno (forse tra qualche decennio) il P2P avrà concluso la sua fase infantile e avrà imposto un modello democratico e orizzontale di produzione e fruizione delle opere d'arte (non delle canzoni di Paola e Chiara o Bobby Solo) di questi signori non si ricorderà più nessuno. Quelli che sentiamo sono urla di un sistema che sta agonizzando, verticalistico e basato su assurdi privilegi di stampo medievale. Portate pazienza.PS: chissà se dopo questa storia i download delle canzoni di Bobby Solo sono aumentate sulle reti P2P. Ho i miei dubbi, ma se ci fosse stato anche un solo download di roba simile, la gente come lui dovrebbe ringraziare il loro dio...
    • Anonimo scrive:
      no, mi dispiace ma non ci sei

      Daniele Sepe e' favorevolissimo al P2P (i
      suoi brani si scaricano dal sito) scusa ma questo dimostra che non hai capito niente.Se scarichi dal suo sito, tanto per cominciare non è P2P almeno da un punto di vista tecnico, perchè se scarichi da un sito, stai usando una modalità client-server, non "da pari a pari"Poi non è P2P neanche da un punto di vista legale:è lui che ha *scelto* di mettere online i suoi brani, non tu che li scarichi da un tuo "pari" che ha comprato il suo CD e lo ha rippato.
      Insomma per dire....possibilissimo che per
      l'appoggio a questa petizione non si sia
      chiesto niente agli artisti che rimangono
      delle bamboline che purtroppo appena hanno
      firmato un contratto con uno di quelli si
      sono venduto praticamente mente e corpo e
      non hanno piu' vita propriama insomma basta con questa storia degli artisti che si sono venduti... vivere di arte è già difficilissimo, è giusto che questi ci guadagnino. Devono farlo gratis, in nome del diritto dell'universalità della musica? a nessuno di voi viene in mente che se sono così tanti, veramente il loro lavoro non sia in pericolo?
      • TPK scrive:
        Re: no, mi dispiace ma non ci sei
        - Scritto da: Anonimo


        Daniele Sepe e' favorevolissimo al P2P
        (i

        suoi brani si scaricano dal sito)

        scusa ma questo dimostra che non hai capito
        niente.

        Se scarichi dal suo sito, tanto per
        cominciare non è P2P almeno da un
        punto di vista tecnico, perchè se
        scarichi da un sito, stai usando una
        modalità client-server, non "da pari
        a pari"

        Poi non è P2P neanche da un punto di
        vista legale:
        è lui che ha *scelto* di mettere
        online i suoi brani, non tu che li scarichi
        da un tuo "pari" che ha comprato il suo CD e
        lo ha rippato.Di cognome fai Azzeccagarbugli?
      • Anonimo scrive:
        Re: no, mi dispiace ma non ci sei

        ma insomma basta con questa storia degli
        artisti che si sono venduti... vivere di
        arte è già difficilissimo,
        è giusto che questi ci guadagnino.
        Devono farlo gratis, in nome del diritto
        dell'universalità della musica? a
        nessuno di voi viene in mente che se sono
        così tanti, veramente il loro lavoro
        non sia in pericolo?Dipende di quali artisti stiamo parlando. Perché se ti riferisci a quelli che hanno firmato, hanno poco da lamentarsi. Mentre chi vuole vivere di musica vive di concerti, certo anche vendendo CD, ma lì poi il problema è sui margini delle case discografiche che fanno schizzare i prezzi. Insomma, tutta 'sta gente dell'artista ha ben poco, sono solo vippettini fighetti. I veri artisti che vivono della loro arte possono ricavarsi il loro spazio anche grazie al p2p, che li può svincolare dai tentacoli delle major. La strada è l'autoproduzione e l'abbattimento di mostri inutili come la SIAE, che parassitano sia chi produce arte che chi ne fruisce. Vedrai che tolti di mezzo certi ostacoli ci sarà un rapporto più diretto tra la qualità delle opere prodotte e la retribuzione degli artisti. Ora abbiamo Antonacci, Pezzali, Paola e Chiara e chi più ne ha più ne metta che straguadagna con canzoncine idiote, e fior fior di musicisti che sbarcano il lunario pur proponendo ottima musica. Il mercato introduce una mediazione falsa, soprattutto perché le case discografiche si trincerano dietro affermazione tipo "noi diamo alla gente quello che vuole sentire", e la gente poi da sentire ha solo quello che le viene calato dall'alto. Quello di cui si ha bisogno è un modello orizzontale e democratico, piuttosto che verticale e aristocratico.
  • TPK scrive:
    +19% anche per loro?
    RIAA, la forza non serve: in forte aumento il P2P Oltre 3500 denunce non sono evidentemente bastate: +19% il numero degli utenti dediti al P2P in Giugno 2004 rispetto ad un anno prima, 1 miliardo i brani musicali a disposizione. Tra i video e le immagini domina il contenuto pornografico. http://webnews.html.it/news/2208.htmChissa' se nell'ultimo anno sono stati scaricati il 19% in piu' dei brani dei firmatari della petizione... :D
  • Anonimo scrive:
    Giusta petizione
    Ma quanti begli artisti hanno frimato questa petizione! ben 60! Signori, dove eravate quando c'era da firmare quella per ridurre l'iva al 4%? Quando vedete che la vostra etichetta mette i vostri nuovi cd a 20? perché non vi arrabbiate? non lo sapete forse che queste sono cifre un pò esose per i vostri fan, che fino a prova contraria vi danno da mangiare? Cosa vi succede, per caso la vostra mont blanc stilografica si rompe quando dovete firmare qualcosa in favore dei vostri ammiratori?
  • Anonimo scrive:
    Ipocrisia e ridicolaggine
    Posto che se dipendesse da me...potrebbero restar tranquilli (ma chi me lo farebbe fare di scaricare Paola e Chiara, Antonacci o Er Piotta???); noto con fastidio che tale appello è lanciato anche da chi ha realizzato le ultime interviste trasmesse dalla RAI stravaccato nel proprio Yacht (vero sig. Dalla??). Eppoi basta!! Non se ne può più!! Il piacere di acquistare un CD originale è giustificato a mio avviso solo da motivi profondamente affettivi nei confronti di questo o quell'artista. Solo per un gesto d'affetto infatti si può pensare di gettare 23 euri per un supporto che ne vale meno della metà. Personalemnte non ne posso più dell'ipocrisia di questa gente che guadagna (se artisti affermati) paccate di quattrini e riesce a trovare il coraggio di piangere miseria...Che IPOCRITI!!
  • ryoga scrive:
    Ipocriti!
    Biagio Antonacci, Samuele Bersani, Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara, Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso Zanello (Piotta)---------------------------------------------------------Il 1° Maggio li vedi belli a "condividere" emozioni e musica con migliaia e migliaia di persone a Roma.Gli altri 364 giorni sono come tutti gli altri "vip" scudieri delle major a sostenere che la loro proprietà è loro e non va toccata nei secoli dei secoli.Oltre a ribadire che NON COMPRERO' MAI cd audio perche' per le mie necessità basta la musica trasmessa in radio ed online, ritengo che codeste persone devono essere bersagliate dalla finanza un giorno si e uno no per controllare i loro movimenti bancari ed eventuali soldi non dichiarati.Sono persone molto ricche e andrebbero tassate al 90% dei loro introiti.Dovremmo creare un albo di "Free Artists", cioe' di artisti che amano il p2p e fare in modo che i "consumatori" premino _SOLO_ ed esclusivamente questi artisti, mentre desertino ogni concerto o evento di quegli artisti che vanno contro l'arte.Una cosa assurda : Si definiscono artisti.L'arte per definizione è una cosa che va condivisa con l'umanità.Loro non vogliono condividerla, ma specularci sopra ( come quelli che comprano un quadro e lo rivendono all'asta ).Costoro non sono artisti e il Ministero dei Beni Culturali non dovrebbe + sostenere tali persone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipocriti!

      Sono persone molto ricche e andrebbero
      tassate al 90% dei loro introiti. Questa frase ti squalifica e ti rende un ipocrita peggiore!Che vorresti dire che le tasse devono variare con la ricchezza ... ma che stai dicendo? Le tasse SONO GIA' UNA PERCENTUALE, sono gia' in proporzione! Si puo' stabilire che debbano essere il 90%, oppure il 60% o il 30% non importa MA devono essere UGUALI per TUTTI!Le tasse NON servono per RUBARE ad alcuni in favore di altri, sono il CONTRIBUTO che OGNUNO secondo le PROPRIE possibilita' fornisce allo Stato per la conduzione della cosa pubblica! Non sono NE un sitema di vendetta, NE n sistema di ridistribuzione della ricchezza che NON sarebbe ETICO in quanto la proprieta' e' INVIOLABILE.Lo so che poi il mondo e' imperfetto e si applica quella vergogna morale che si chiama aliquota ... ma almeno non parliamo a vanvera!
      • avvelenato scrive:
        Re: Ipocriti!
        - Scritto da: Anonimo
        Che vorresti dire che le tasse devono
        variare con la ricchezza ... ma che stai
        dicendo? Le tasse SONO GIA' UNA PERCENTUALE,
        sono gia' in proporzione! Si puo' stabilire
        che debbano essere il 90%, oppure il 60% o
        il 30% non importa MA devono essere UGUALI
        per TUTTI!ovviamente non è vero, il sistema è a progressione crescente. (anche se nei sogni più turpi del nostro premier si vorrebbe porre fine a questo sistema)
      • ryoga scrive:
        Re: Ipocriti!
        - Scritto da: Anonimo

        Sono persone molto ricche e andrebbero

        tassate al 90% dei loro introiti.

        Questa frase ti squalifica e ti rende un
        ipocrita peggiore!
        Stai fatto
        Che vorresti dire che le tasse devono
        variare con la ricchezza ... ma che stai
        dicendo? Le tasse SONO GIA' UNA PERCENTUALE,
        sono gia' in proporzione! Una domanda : le paghi?
        Si puo' stabilire
        che debbano essere il 90%, oppure il 60% o
        il 30% non importa MA devono essere UGUALI
        per TUTTI!Cioe'..... io mi faccio in 4 lavoro 8 ore al giorno e pago il 23% di tasse... Berlusconi non fa un *azzo guadagna 10000 volte cio' che guadagno io e deve pagare anche lui il 23% ?Stai sognando.E per informazione...con l'attuale riforma, lui va a pagare il 33%.Poi distinguiamo meglio cio' che volevo dire.Le major fanno cartello ed impongono un prezzo.Benissimo.Dato che vogliono imporre un prezzo, "spropositato" allora si configurano 2 ipotesi :a) L'opera, e' un opera commerciale e quindi non destinata all'arte. In tal senso dovrebbe venir esclusa da qualsiasi fondo e/o aiuto dal ministero dei beni culturali.b) L'opera, viene intesa come arte e deve essere accessibile ( nei modi e nei costi ) a TUTTI. Deve poter costare pochi euro ( e non superiori ai 10? ) cosi come il prezzo di un biglietto ad un museo nazionale dove ci sono MIGLIAIA di opere DUPLICABILI ( tramite video e foto ) e senza protezioni di nessun genere.In tal contesto ( b ) , il ministero dei beni pubblici puo' sovvenzionare gli "artisti".
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipocriti!
          - Scritto da: ryoga
          Cioe'..... io mi faccio in 4 lavoro 8 ore al
          giorno e pago il 23% di tasse... Berlusconi
          non fa un *azzo guadagna 10000 volte cio'
          che guadagno io e deve pagare anche lui il
          23% ?8 ore al giorno vuol dire che fai appena quello che c'è da fare...Berlusconi non fa un *azzo? bene, allora vai a fare il suo lavoro cosi' non farai un *azzo anche tu e guadagnerai come uno sfondato... semplice no?italiani popolo di allenatori e politicanti.
      • TPK scrive:
        Re: Ipocriti!
        - Scritto da: Anonimo

        Sono persone molto ricche e andrebbero

        tassate al 90% dei loro introiti.

        Questa frase ti squalifica e ti rende un
        ipocrita peggiore!

        Che vorresti dire che le tasse devono
        variare con la ricchezza ... ma che stai
        dicendo? Le tasse SONO GIA' UNA PERCENTUALE,
        sono gia' in proporzione! Si puo' stabilire
        che debbano essere il 90%, oppure il 60% o
        il 30% non importa MA devono essere UGUALI
        per TUTTI!Ma chi sei, Tremonti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ipocriti!
        - Scritto da: Anonimo
        NE n sistema di ridistribuzione
        della ricchezza che NON sarebbe ETICO in
        quanto la proprieta' e' INVIOLABILE.In effetti non vedo perche' le tasse non potrebbero essere un sistema di ridistribuzione della ricchezza.Per quanto riguarda l'altra c4zz4t4, la proprieta' non e' un diritto divino calato dal cielo, e lo Stato si riserva di violarla in certi casi (es. esproprio per pubblica utilita').
  • Anonimo scrive:
    e questi sono artisti???
    con me possono stare tranquilli.non mi è mai balenata l'idea di ascoltare la loro "arte"..ahaahahhaahhahhapatetici e buffoni
  • Anonimo scrive:
    Ma STRALOL!!! Piotta???
    Sèèèèè figurati...Piotta fino a due giorni prima come minimo stava dai marocchini in via tiburtina a comprarsi due film e qualche cd!!! BUAHAHAHAHA!!Poi Tiziano Ferro!!!!! O Maddonna Santa aiutatic tu!!! Ma che firma a fare...le sue non sono opere d'arte ma delle lamentele assurde!!! (che giusto le ragazzine si possono sentire!!!)...
  • Anonimo scrive:
    Diteci chi NON HA FIRMATO
    Io i nomi di chi non ha fermato voglio!Ma che mi frega di sapere chi ha firmato una baggianata simile .. di che dobbiamo parlare ancora?Dateci i nomi di chi si è imposto!E giuro che mi farò tutti i concerti di questi tipi.Come mi farò un concerto di Elio per appoggiare la loro coraggiosa iniziativa del CD Brulè (e non sono un loro fan!).
  • Anonimo scrive:
    ILLUSI
    "Tra quelli italiani che hanno firmato vi sono Biagio Antonacci, Samuele Bersani, Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara, Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso Zanello (Piotta)."Ma chi li scaricherà mai???????POVERI "ILLUSI"
  • Locke scrive:
    Scusate, scusate tanto...
    Avete ragione.Rimuovo subito i vostri MP3 dal mio hard disk.Perdonatemi, non lo faccio più.Allora, vediamo...ma... aspetta un secondo?Ma voi chi siete? Antonacci...? Bersani? Dalla? Paola e Chiara????Ma chi la vuole la vostra roba? Ma andatevene via! Non rompetemi l'anima, io NON ho vostri MP3 sul PC e NON INTENDO prenderne! Nè MP3 nè CD!
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate, scusate tanto...
      - Scritto da: Locke
      Avete ragione.
      Rimuovo subito i vostri MP3 dal mio hard
      disk.
      Perdonatemi, non lo faccio più.

      Allora, vediamo...

      ma... aspetta un secondo?

      Ma voi chi siete?

      Antonacci...? Bersani? Dalla? Paola e
      Chiara????

      Ma chi la vuole la vostra roba? Ma
      andatevene via! Non rompetemi l'anima, io
      NON ho vostri MP3 sul PC e NON INTENDO
      prenderne! Nè MP3 nè CD!LuL
  • Anonimo scrive:
    Mai e poi Mai vorrei rubar...
    Non mi sognerei mai di rubare la loro creatività...con le schifezze che sparano fuori non mi azzardo nemmeno a cercarla la loro monnezza... per l' amor del cielo, che vadano a zappare la terra, nessuno così gli ruberà la "creatività", anzi magari è la volta buona che producono qualcosa di utile....
  • Anonimo scrive:
    Re: Brano 'regolare', er Piotta
    Che ridere. Anzi che piangare.
  • osolnon scrive:
    alcuni punti
    Vedo che la discussione su questo argomento e' (ovviamente) calda, perche' oltre a toccare il portafoglio della siae e delle major, che hanno tutti gli strumenti per portare le loro motivazioni su tv e giornali, c'e' anche un problema di giustizia e di liberta'.Vorrei solo dare alcuni spunti dei quali alcuni gia' discussi:1. se le major potessero usare il loro marchio come fanno le aziende che producono abbigliamento (nike, adidas, rebbok, ecc...) chi scarica e copia sarebbe gia' perseguibile da anni nel senso che ci sono gia' le leggi ad hoc. Se potessero farlo lo avrebbero gia' fatto (se volete leggetevi "No logo" di Naomi Klein).2. Il fenomeno della copia dell'originale e' sempre esistito anche quando non c'erano i cd. Basta pensare semplicemente alle fotocopie e alle cassette, per le quali non mi sembra che ne' editori ne' autori siano andati sul lastrico. 3. Altro elemento e' la siae che gode delle "marchette" del governo per cui mi trovo a pagare una tassa per il supporto vergine, una tassa per il masterizzatore, una tassa per l'hard-disk. Questo cosa c'entra con il diritto d'autore?Ricordo che la siae e' una associazione non e' un organismo governativo, perche' ha tutto questo potere?4. Tutti i giorni cercano di riempirci la testa sul libero mercato, la concorrenza e balle del genere. Come mai allora tutte le case discografiche hanno fondamentalmente gli stessi prezzi? Ovviamente ci sono le offerte, le serie a prezzo speciale, ecc.., ma io parlo dei cd nuovi.5. Credo inoltre che per un autore sia importante la diffusione della conoscenza nel mondo del suo nome e delle sue opere. La "possibilita'" di ottenere copie "gratuite" mi consente di conoscerlo ed eventualmente in futuro se mi interessa di comprare. Ad oggi nessun autore a quanto mi risulta ha mai saputo dire quanti soldi ha perso perche' gli hanno copiato un cd (magari ne aveva venduti 10milioni).Scusate la lunghezza.
    • ryoga scrive:
      Re: alcuni punti
      state dimenticando il sovvenzionamento da parte del Ministro dei Beni Culturali ( Giuliano Urbani ) a tutti gli artisti e le case di produzione ( non solo film ).Tali sovvenzioni, sono un ulteriore TASSA che gli italiani pagano in nome dell'arte e che oggigiorno viene data alle persone sbagliate.
  • allanon scrive:
    Articolo republica
    Finalmente qualcuno nomina la legge Urbani, chi sa perchè solo in questa occasione...http://www.repubblica.it/2004/e/sezioni/scienza_e_tecnologia/decrurbani/controp2p/controp2p.htmlAlmeno l'articolo conclude dicendo una cosa sacrosanta. Chi sa come la prenderà la SIAE, e pensare che ci mettono tanto danaro a commissionare sondaggi che dichiarono il p2p in calo dopo le lore crociate... ;)
  • Anonimo scrive:
    Vasco non c'è!
    Noto con piacere che manca la firma del Blasco .....8)8)8)8)8)8)8)8)8)8)8)8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Vasco non c'è!
      p2p o meno ogni volta che vasco mette il naso in qualche stadio fa il pienone..... che gli importa a uno come lui che in tre serate a s.siro fa 300.000 spettatori a 40 euri l'uno?alcuni dei firmatari della petizione 300.000 copie non le vendono neanche in 3 anni..... altro che 3 serate.e questo perkè?? per la qualità della musica.dolce nera, fiorellino, Anna Tatangelo, Mietta... senza elencare altri che per me sono perfetti sconosciuti (spero solo che abbiano dei nome d'arte + conosciuti)andassero a lavorare sul serio e producessero canzoni musicalmente decenti
  • Anonimo scrive:
    Ridicoli (e un pò ipocriti)
    Posto che se dipendesse da me...potrebbero restar tranquilli (ma chi me lo farebbe fare di scaricare Paola e Chiara, Antonacci o Er Piotta???); noto con fastidio che tale appello è lanciato anche da chi ha realizzato le ultime interviste trasmesse dalla RAI stravaccato nel proprio Yacht (vero sig. Dalla??). Eppoi basta!! Non se ne può più!! Il piacere di acquistare un CD originale è giustificato a mio avviso solo da motivi profondamente affettivi nei confronti di questo o quell'artista. Solo per un gesto d'affetto infatti si può pensare di gettare 23 euri per un supporto che ne vale meno della metà. Personalemnte non ne posso più dell'ipocrisia di questa gente che guadagna (se artisti affermati) paccate di quattrini e riesce a trovare il coraggio di piangere miseria...Che IPOCRITI!!
  • fasibia scrive:
    Re: Brano 'regolare', er Piotta

  • Anonimo scrive:
    Io... 40 anni sulle spalle....
    Quanto vorrei che tutti si rendessero conto della realtà, tutti sono leggati a vecchie concezioni di mercato che, se erano tagliate a pennello 20 anni fa, per una popolazione ancora ignorante, per la tecnologia ancora in fase di sviluppo, per un utente che si accontentava e chiudeva gli occhi su ciò che gli propinava... non può essere applicata all'attuale stato delle cose.Inutile inventarsi storie di "salvaguardia dell'intelletto", tutte balle, la maggiorparte dei cantanti attuali, usa il 10% del proprio talento, cosa glie ne frega di "dedicarsi a fondo" alla creazione di opere e musiche per cui valga la pena davvero ottenere un sostentamento dal popolo con acquisto del proprio album... tanto, vende lo stesso, 10 canzoni buttate giù in un giorno, magari mentre siete al cesso e riuscite a concentrarvi su qualcosa, e 1 o max 2 canzoni leggermente sopra le altre...Quante di queste non sono altro che fotocopie arrangiate di musica di altri o vostri vecchi brani??? Direi almeno il 50%Quindi quale sarebbe l'intelletto da proteggere?? quello che applicate per poter vendere al popolo dei brani che neanche i cani vorrebbero ascoltare??? I vostri album fanno pena, la musica ha subito un tracollo indescrivibile, poco o nulla di ciò che propinate vale davvero il prezzo che viene applicato...Per non parlare del cinema... poveri noi, ma vi rendete conto che non avete più idee?? la maggiorparte dei film è di una noia mortale, sempre le stesse cose, riprendete idee di vecchi film e provate a ripropinarle magari con scene tirate su col computer, e, le presentate come colossal di milioni di dollari, ma fatemi il piacere.... Degli ultimi 200 film che ho visto, serbo il ricordo si o no di 5... 6 film, il resto è nullità, nulla per cui sia valsa la pena del prezzo del biglietto del cinema, o dell'acquisto del dvd che ho sostenuto...Siete voi che non valete più nulla, e adesso piangete perchè non riuscite ad arricchirvi come vorreste, perchè non sapete accontentarvi di quanto riuscite a guadagnare, siete avidi, altro che artisti.... gli artisti salivano sul palco tirando fuori tutto se stessi per divertire o far piangere il proprio pubblico a seconda delle occasioni, si dannavano per trovare idee che potessero far trattenere il fiato o incantare il proprio pubblico.... voi invece che riuscite a fare di tutto questo??? nulla... e vi dichiarate artisti... sieti solo falsi e ipocriti e vi nascondete dietro società ancora più luride di quanto voi potreste essere, società che lucrano su tutto e tutti, e voi non vi accorgete che sono loro, che vi stanno dissanguando... sono loro... che dissanguano il popolo che deve sostentarvi....Ladri noi??? Guardatevi allo specchio una volta sola in modo reale, guardate a fondo ciò che vedete e, se avete ancora un briciolo di intelligenza... vedrete che i ladri... siete voi...Io, popolano di 40 anni, sono 40 anni che vi regalo soldi, prima di me i miei genitori, io... che ho speso davvero un capitale tra cinema e musica... sono stanco e disgustato da tutto questo, io come il 90% delle persone... dico basta, e il P2P è solo una forma di protesta da parte mia, come di migliaia di altre persone, un modo di dirvi... basta con la merda che ci propinate, con lo sfruttamento che attuate... basta!!!!!!!!!!(e non ho parlato del software e dei giochi... altro argomento... stessa solfa....)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io... 40 anni sulle spalle....
      Parole sante. (io ne ho 36)E quello che mi fa più incazzare è che solo loro sono creativi e noi siamo solo un branco di ignoranti.Anche il povero sfigato operaio che guadagna una miseria al mese usa l'intelligenza per compiere il suo lavoro.A suo modo è creativo pure lui.Che facciamo?Istituiamo il diritto d'autore per ogni prodotto che utiliziamo?E' un assurdo.Io la schifezza che producete e che fate pagare a caro prezzo non la compro (Preferisco la vecchia musica anni 80 che ascolto GRATIS in streaming con winamp).1) Bisognerebbe abolire il diritto d'autore che ha creato ormai una razza padrona avida di soldi.2) Pagarvi una sola volta un compenso sul lavoro prodotto e basta.3) Abbassare i profitti incamerati dalle case discografiche.4) Eliminare la sanguisuga SIAE.5) Il resto della rimanenza usarlo per aiutare i poveracci.Cari artisti se tutto questo non vi va avete solo da cambiare mestiere e piegare la schiena come fa la maggior parte del popolo italiano.
  • Anonimo scrive:
    Una strada sbagliata...
    Il cd di Sanremo quest'anno, boicottato dalle case discografiche è stato campione di incasso perchè presentato al pubblico ad un prezzo onesto.Un costo d'acquisto alto pone il prodotto fuori mercato disincentivando la diffusione della musica e penalizzando oltre ai musicisti affermati ormai carichi di soldi (e con fan che comprano anche a 20 euro) soprattutto gli artisti emergenti (e questo dispiace) artisti che stentano per tale motivo ad avere un vasto ascolto.Riguardo al p2p nei paesi dove c'è più benessere uno studio universitario ha dimostrato che nonostante l'assenza di leggi repressive le vendite dei dischi non sono in calo. A mio avviso il p2p può essere un incentivo per far conoscere generi musicali e diffondere la cultura musicale ad un pubblico sempre più ampio. Se il lavoro di un artista, magari conosciuto per merito del p2p, piace possono nascere nuove passioni e scoprirsi nuovi fan con un effetto moltiplicatore sulle vendite. (non dimentichiamo che un cd originale è un pò meglio di qualche mp3 raffazzonato)Il prezzo di vendita deve essere onesto, i contributi alla SIAE devono essere ridimensionati su tutti i fronti (è ingiusta ad esempio la tassa sui supporti, supporti usati magari per registrare propri dati personali che nulla hanno a che vedere con musica o film), la legge deve essere cambiata penalizzando severamente chi agisce a fini di lucro e depenalizzando il ragazzino che scarica qualche canzone magari per ascoltare quelle tracce che non vengono trasmesse alla radio.Sostanzialmente La musica è cultura, i modi per diffonderla ci sono, per difendere gli interessi di ricche lobby è stata intrapresa una strada sbagliata, strada che deve essere abbandonata al più presto se non vogliamo che la diffusione della musica raggiunga purtroppo dei minimi storici.
  • Anonimo scrive:
    Elisa?
    Il prezzo dei CD non consente ai giovani di godere della musica. Che dev'essere alla portata di tutti" anche via Napster. E i mancati introiti? "Non mi importa, posso sempre fare la parrucchiera". Ecco cosa diceva fino ad un pò di tempo fa cosa è successo è finto lo shampoo?ps è una buona artista ma ci vuole un pò di coerenza ca**o!
  • Anonimo scrive:
    Petizione = 300.000 firme! PERDENTI!!!!!
    1 firma LORO vale come 5000 NOSTRE?La legge è uguale per tutti... e quella che è stata fatta è carta straccia non petizione!Studiatevi le basi del diritto prima di parlare!SVEGLIA!
  • Anonimo scrive:
    mi sembrate un pò ipercritci
    Dal tono dei commenti, mi sembra che la maggior parte di voi non ha neanche letto il testo della petizione. Io l'ho fatto e mi sembra ragionevole. Non mi sembra di vedere la loro volontà di mandarvi in galera se vi scaricate un mp3. Mi sembra piuttosto un tentativo di far desistere le persone dal fare p2p facendo leva sulla loro coscienza/responsabilità più che sulla minaccia di applicazione di leggi.E'interessante vedere poi come alcuni di quelli che hanno postato si sono sentiti traditi da questo o quel cantante di "sinistra". La percezione quindi è che chi è di sinistra dovrebbe automaticamente escludersi dalla logica del profitto, di qualunque entità esso sia. (Mia curiosità: scusate, ma tra quelli in lista, esistono cantanti "di destra"?)Altri invece credono che questi cantanti navighino nell'oro. Ma insomma; se mediamente un cantante guadagna 1 euro a CD; qui in italia un milione di CD ormai neanche Vasco Rossi riesce più a farlo. Quante copie può vendere un disco di, poniamo, Samuele Bersani? 50000? 70000? pur non essendo sufficienti a comprare la famosa villa in sardegna, sarebbero tanti soldini comunque se paragonati ad uno stipendio medio, però tenete conto che nella vita di un artista non tutti i dischi vanno bene, e se anche ne fai tanti nella tua carriera, non saranno più di 12 (mediamente) poi interviene l'inevitabile declino.
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembrate un pò ipercritci
      Poi ci metti i concerti, le magliettine, i vari diritti di immagine, i gettoni del maurizio costanzo, i greatest hits!Mo vuoi vedè che bersani sta peggio di me no?!- Scritto da: Anonimo
      Ma insomma; se mediamente un cantante
      guadagna 1 euro a CD; qui in italia un
      milione di CD ormai neanche Vasco Rossi
      riesce più a farlo. Quante copie
      può vendere un disco di, poniamo,
      Samuele Bersani? 50000? 70000? pur non
      essendo sufficienti a comprare la famosa
      villa in sardegna, sarebbero tanti soldini
      comunque se paragonati ad uno stipendio
      medio, però tenete conto che nella
      vita di un artista non tutti i dischi vanno
      bene, e se anche ne fai tanti nella tua
      carriera, non saranno più di 12
      (mediamente) poi interviene l'inevitabile
      declino.
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembrate un pò ipercritci
      - Scritto da: Anonimo
      bene, e se anche ne fai tanti nella tua
      carriera, non saranno più di 12
      (mediamente) poi interviene l'inevitabile
      declino.In quel caso, soldi a parte, non starebbero ne meglio ne peggio di un qualsiasi poveraccio che viene licenziato. Quindi potrebbero sempre cercarsi un lavoro, magari come commessi di un negozio di dischi a 800 euro al mese, poi voglio vedere se non cominciano a masterizzarsi i cd pure loro 8)
    • avvelenato scrive:
      Re: mi sembrate un pò ipercritci
      - Scritto da: Anonimo
      Dal tono dei commenti, mi sembra che la
      maggior parte di voi non ha neanche letto il
      testo della petizione.

      Io l'ho fatto e mi sembra ragionevole. Non
      mi sembra di vedere la loro volontà
      di mandarvi in galera se vi scaricate un
      mp3. Mi sembra piuttosto un tentativo di far
      desistere le persone dal fare p2p facendo
      leva sulla loro
      coscienza/responsabilità più
      che sulla minaccia di applicazione di leggi.a me sembra estremamente ipocritca invece.e ovviamente la vedo come spinta dagli editori al fine di mettere artisti contro clienti.non riescono a capire che quando il comportamento problematico è sociale, il problema è macroscopico. Eppure non ci vuole una laurea in chissà quale strana disciplina.il p2p è nato in risposta ad alcuni problemi che moltissimi hanno avuto. Quei pochi che non hanno avuto questi problemi, fingono che essi siano inesistenti, beh, se ne accorgeranno.gli artisti dovrebbero quindi stare attenti a rilasciare dichiarazioni del genere, prima di prendere seri provvedimenti per sconfiggere i problemi che costringono al p2p molti amanti di musica.

      E'interessante vedere poi come alcuni di
      quelli che hanno postato si sono sentiti
      traditi da questo o quel cantante di
      "sinistra". La percezione quindi è
      che chi è di sinistra dovrebbe
      automaticamente escludersi dalla logica del
      profitto, di qualunque entità esso
      sia. (Mia curiosità: scusate, ma tra
      quelli in lista, esistono cantanti "di
      destra"?)destra o sinistra è uguale.è legittimo desiderare retribuzione per il proprio lavoro...è illegittimo pensare di poter fermare il flusso dell'arte pur di poter guadagnare molto più del necessario, anche perché esiste evidentemente una grossa sproporzione delle ricchezze, tra i clienti e molti di questi artisti.il punto è: di chi è la colpa? del cliente che non compra abbastanza? o di tutti quelli che si mangiano percentuali delle rendite del disco alla faccia dell'artista?

      Altri invece credono che questi cantanti
      navighino nell'oro.
      Ma insomma; se mediamente un cantante
      guadagna 1 euro a CD; qui in italia un
      milione di CD ormai neanche Vasco Rossi
      riesce più a farlo. Quante copie
      può vendere un disco di, poniamo,
      Samuele Bersani? 50000? 70000? pur non
      essendo sufficienti a comprare la famosa
      villa in sardegna, sarebbero tanti soldini
      comunque se paragonati ad uno stipendio
      medio, però tenete conto che nella
      vita di un artista non tutti i dischi vanno
      bene, e se anche ne fai tanti nella tua
      carriera, non saranno più di 12
      (mediamente) poi interviene l'inevitabile
      declino.appunto, hai detto tutto te, il problema è quel fottutissimo 1 euro su ogni 21 di cd.non sarebbe meglio pagarne 5 all'artista e 3 al resto (stampa e distribuzione, ovviamente senza tasse e senza siae)?
      • Anonimo scrive:
        il vostro problema

        a me sembra estremamente ipocritca invece.ipocrita: persona che auspica che gli altri si comportino secondo alcune regole morali, e invece per interesse personale si comporta esattamente al contrario.Mi dici cosa c'è di ipocrita nel proporre un bene di non prima mecessità a pagamento, senza obbligare nessuno a comprarlo? loro ti propongono un prezzo, tu valuti se è il caso di comprarlo o meno.
        non riescono a capire che quando il
        comportamento problematico è sociale,
        il problema è macroscopico. prima del 2000 (ovvero prima dell'avvento di mp3, napster, p2p, masterizzatori a basso prezzo) i prezzi dei CD, in proporzione agli stipendi, erano più o meno quelli di adesso. Eppure non mi ricordo che ci fosse alcun "problema a livello sociale". La gente si copiava lo stesso i CD, ma la tecnologia di allora poneva un limite al numero di copie e alla reperibilità degli originali. Non mi ricordo di artisti preoccupati dalle copie vinile-cassette, e nemmeno da quelle CD-CD, anche quando i masterizzatori cominciavano ad essere abbordabili. Il "problema sociale" di cui parli probabilmente è che alcune persone non sopportano l'idea di non poter prendere più le cose a sbafo.
        il p2p è nato in risposta ad alcuni
        problemi che moltissimi hanno avuto. ma stiamo scherzando? ora non avere i soldi per comprare un bene come un CD è vissuto come un "problema"?
        pochi che non hanno avuto questi problemi,
        fingono che essi siano inesistenti, beh, se
        ne accorgeranno.quello di cui ci accorgeremo, di questo passo, è che usciranno cose sempre più scadenti, perchè le case discografihe avranno sempre meno soldi da investire.
        gli artisti dovrebbero quindi stare attenti
        a rilasciare dichiarazioni del genere, prima
        di prendere seri provvedimenti per
        sconfiggere i problemi che costringono al
        p2p molti amanti di musica. ma insomma prima del 1999 i ragazzi potevano vivere comprando 1 CD al mese (come facevo io) e copiandosi qualcosa su cassetta, e dopo il 1999 improvvisamente la quantità di musica nuova "necessaria per vivere" è aumentata di colpo??? come mai???
        anche perché esiste evidentemente una
        grossa sproporzione delle ricchezze, tra i
        clienti e molti di questi artisti.hmmm... inanzitutto bisogna vedere qual'è l'età dell artista, e l'età media del suo pubblico. Sicuramente se si rivolge alla fascia 14-25 c'è grande sproporzione, perchè per la maggior parte in quella fascia sono ragazzi che non lavorano/studenti.Ma non credo che un Samuele Bersani (32 anni o giù di lì) alla fine guadagni molto di più di un suo coetaneo che lavora nel terziario.Per farti un esempio: l'anno scorso ho conosciuto il tastierista dei Bluvertigo. Mi ha detto che comunque lui per vivere lavora anche come grafico (e guarda che i Bluvertigo hanno fatto dischi, e hanno seguito).
        il punto è: di chi è la colpa?
        del cliente che non compra abbastanza? o di
        tutti quelli che si mangiano percentuali
        delle rendite del disco alla faccia
        dell'artista?I mangioni in mezzo sicuramente hanno influenza, ma è curioso vedere come nessuno pensa ai costi di *produzione* e di *promozione*. Dal tono dei post, sembra che il CD originale venga fuori da sè. Quasi nessuno in questo forum ha la minima idea del costo delle atrezzature di studio necessarie per fare registrazioni professionali.
        appunto, hai detto tutto te, il problema
        è quel fottutissimo 1 euro su ogni 21
        di cd.
        non sarebbe meglio pagarne 5 all'artista e 3
        al resto (stampa e distribuzione, ovviamente
        senza tasse e senza siae)?"3 al resto: stampa e distribuzione"Perfetto. Questo è il problema: per te e tanti altri come te il "resto" è composto da stampa e distribuzione. Vi dimenticate di una cosa ENORME:Ammettiamo anche non ci sia bisogno della promozione, facciamo finta che le canzoni nel CD siano così buone che la promozione avvenga per passaparola (come è successo col primo disco di Elio)Tu parli di "stampa". Ma stampa da cosa? da dei master prodotti in uno studio di registrazione. Si fanno da soli quei master? no. Che cosa ci vuole per farli? te lo dico io:STUDIO DI REGISTRAZIONE (con tutte le apparecchiature da MILIONI di euro da ammortizzare):PRODUTTOREMIXERISTAFONICISESSIONMENSTRUMENTI MUSICALITECNICI PER GLI STRUMENTIARRANGIATORIADDETTI AL MASTERINGEcco, il problema è che nella vostra visione tutto quello che ho elencato sopra semplicemente non esiste.
        • avvelenato scrive:
          Re: il vostro problema
          - Scritto da: Anonimo

          ipocrita: persona che auspica che gli altri
          si comportino secondo alcune regole morali,
          e invece per interesse personale si comporta
          esattamente al contrario.

          Mi dici cosa c'è di ipocrita nel
          proporre un bene di non prima
          mecessità a pagamento, senza
          obbligare nessuno a comprarlo? loro ti
          propongono un prezzo, tu valuti se è
          il caso di comprarlo o meno. 1) ho sempre negato con forza il concetto di musica come "bene di non prima necessità" o addirittura bene di lusso.2) i cartelli (per i quali le case discografiche hanno già ricevuto condanne) hanno fatto lievitare il prezzo dei cd; inoltre il mercato manca di differenziazione, quella che esisteva prima quando si poteva scegliere tra cassette (poco costose e qualitative) e cd.

          prima del 2000 (ovvero prima dell'avvento di
          mp3, napster, p2p, masterizzatori a basso
          prezzo) i prezzi dei CD, in proporzione agli
          stipendi, erano più o meno quelli di
          adesso. Eppure non mi ricordo che ci fosse
          alcun "problema a livello sociale". La gente
          si copiava lo stesso i CD, ma la tecnologia
          di allora poneva un limite al numero di
          copie e alla reperibilità degli
          originali. Non mi ricordo di artisti
          preoccupati dalle copie vinile-cassette, e
          nemmeno da quelle CD-CD, anche quando i
          masterizzatori cominciavano ad essere
          abbordabili. invece c'era. Ovviamente i problemi prima di "esplodere" devono maturare.

          Il "problema sociale" di cui parli
          probabilmente è che alcune persone
          non sopportano l'idea di non poter prendere
          più le cose a sbafo.no, il problema è che alcune persone non sopportano l'idea di perdere privilegi acquisiti
          ma stiamo scherzando? ora non avere i soldi
          per comprare un bene come un CD è
          vissuto come un "problema"? sì, dal mio punto di vista sì.

          quello di cui ci accorgeremo, di questo
          passo, è che usciranno cose sempre
          più scadenti, perchè le case
          discografihe avranno sempre meno soldi da
          investire.vedremo.

          ma insomma prima del 1999 i ragazzi potevano
          vivere comprando 1 CD al mese (come facevo
          io) e copiandosi qualcosa su cassetta, e
          dopo il 1999 improvvisamente la
          quantità di musica nuova "necessaria
          per vivere" è aumentata di colpo???
          come mai???nel 1999 comprai la cassetta "proud like a god" dei guano apes.tra il 2001 e il 2002 comprai, tra le tante:"Dann habe ich umsonst gelebt" dei L'Âme immortelle"Cinema strange" e "The astonishing eyes of the evening" dei cinema strangela discografia completa dei Lacuna Coil, ep compresinel 2003 acquistai molti niceprice, tra cui"ho ucciso paranoia" dei Marlene Kuntz"electro-shock blues" degli Eels"Black celebration" dei Depeche Modecercai anche molti album, tra cui"Trä" degli Hedningarna (se avessi avuto la carta di credito, all'epoca, l'avrei ordinato)"Only theatre of pain" dei Christian death (ogni volta il negoziante mi continuava a dire "arriva la settimana prossima", alla fine ho preso, da un'altra parte ovviamente, un "the best of rozz williams" import pagato 21euro che mi sono sentito tanto in colpa quasi da vomitare)e ovviamente scaricai alcuni album che sono fuori stampa o magari esistono solo su vinile, tra cui i petali del cariglione, i decibel, gli skeletal family, ecc.vuoi sapere come mai la necessità di musica è aumentata di colpo? Perché la gente che segue il p2p non è più drogata dalla radio, e dalla "music" television, e quindi può esplorare un universo immensamente più vasto.ovviamente chi i soldi li ha avuti, chi ha avuto amici di una certa cultura, o chi ha avuto entrambi, non ha avuto gli stessi miei problemi, che poi sono gli stessi di qualsiasi ragazzo di provincia amante della musica.
          hmmm... inanzitutto bisogna vedere
          qual'è l'età dell artista, e
          l'età media del suo pubblico.
          Sicuramente se si rivolge alla fascia 14-25
          c'è grande sproporzione,
          perchè per la maggior parte in quella
          fascia sono ragazzi che non
          lavorano/studenti.
          Ma non credo che un Samuele Bersani (32 anni
          o giù di lì) alla fine
          guadagni molto di più di un suo
          coetaneo che lavora nel terziario.
          Per farti un esempio: l'anno scorso ho
          conosciuto il tastierista dei Bluvertigo. Mi
          ha detto che comunque lui per vivere lavora
          anche come grafico (e guarda che i
          Bluvertigo hanno fatto dischi, e hanno
          seguito).il fatto che abbia detto "molti artisti" e non "gli artisti" non ti suggerisce nulla?

          I mangioni in mezzo sicuramente hanno
          influenza, ma è curioso vedere come
          nessuno pensa ai costi di *produzione* e di
          *promozione*. Dal tono dei post, sembra che
          il CD originale venga fuori da sè.
          Quasi nessuno in questo forum ha la minima
          idea del costo delle atrezzature di studio
          necessarie per fare registrazioni
          professionali.allora fate registrazioni semiprofessionali, forse il mercato s'è stancato delle ultraproduzioni fighette.
          "3 al resto: stampa e distribuzione"
          Perfetto. Questo è il problema: per
          te e tanti altri come te il "resto" è
          composto da stampa e distribuzione. Vi
          dimenticate di una cosa ENORME:
          Ammettiamo anche non ci sia bisogno della
          promozione, facciamo finta che le canzoni
          nel CD siano così buone che la
          promozione avvenga per passaparola (come
          è successo col primo disco di Elio)
          Tu parli di "stampa". Ma stampa da cosa? da
          dei master prodotti in uno studio di
          registrazione. Si fanno da soli quei master?
          no. Che cosa ci vuole per farli? te lo dico
          io:

          STUDIO DI REGISTRAZIONE (con tutte le
          apparecchiature da MILIONI di euro da
          ammortizzare):non te lo devi comprare, basta che ci vai a suonare, paghi un tot a ora e via.certo, se devi ripetere ogni registrazione 10 volte è ovvio che spendi un bordello.
          PRODUTTORE
          MIXERISTA
          FONICI
          SESSIONMEN
          STRUMENTI MUSICALI
          TECNICI PER GLI STRUMENTI
          ARRANGIATORI
          ADDETTI AL MASTERING

          Ecco, il problema è che nella vostra
          visione tutto quello che ho elencato sopra
          semplicemente non esiste.
          o forse il problema è che nella nostra mente ci sono delle spese da ridurre. Sono convinto che, a meno di non voler convincere una persona che Avril Lavigne è intonata, le spese da te elencate si possano considerevolmente ridurre, considerato che schede audio professionali per la registrazione, per pc e mac, si possono trovare a meno di mille euro.il punto è accettare che queste spese vadano ridotte.il punto è accettare che esiste una fascia di popolazione che non può pagare 20euro per ogni disco che desidererebbe, magari ne paga per uno, o due, ma per 36dischi all'anno fanno 720euro, non sono pochi.Specie per uno studente mantenuto o semimantenuto.io la mia proposta la lancio ogni volta, il mercato sarebbe da differenziare, con mp3 o equivalenti* a 50cents /brano, cd a 10 euro, dvdaudio o sacd a
          • Anonimo scrive:
            Re: il vostro problema

            vuoi sapere come mai la necessità di
            musica è aumentata di colpo?
            Perché la gente che segue il p2p non
            è più drogata dalla radio, e
            dalla "music" television, e quindi
            può esplorare un universo
            immensamente più vasto.questa te la passo, purtroppo però ci sono tanti incoscienti che scaricano l'ultimo disco di una band esordiente "così intanto valuto se comprarmi l'originale" poi dopo 20 ascolti di valutazione si dimenticano dei loro buoni propositi, alla band esordiente non arriva un euro e l'etichetta li scarica.
            ovviamente chi i soldi li ha avuti, chi ha
            avuto amici di una certa cultura, o chi ha
            avuto entrambi, non ha avuto gli stessi miei
            problemi, che poi sono gli stessi di
            qualsiasi ragazzo di provincia amante della
            musica.Vero. Diciamo che se uno prima del p2p poteva permettersi diciamo non più di 2 CD al mese, e dopo il p2p continua comunque a comprarseli, allora benissimo: viva il p2p, ti fa ascoltare musica che altrimenti non avresti mai sentito, e il mercato non ne soffre. Purtroppo le cifre dimostrano che così non è, ma questo secondo me è dovuto alle nuove generazioni , che compiono 14 anni (età in cui si comincia a comprare musica mediamente) quando il p2p è già una realtà: non sono mai stati abituati all'idea di comprare la musica.
            non te lo devi comprare, basta che ci vai a
            suonare, paghi un tot a ora e via.
            considerato che schede audio professionali
            per la registrazione, per pc e mac, si
            possono trovare a meno di mille euro.hai mai provato a fare un demo così? come suona?schede audio: anche a molto meno di 1000 euro, ma il problema non è nella scheda audio.Hai mai provato solo a microfonare una batteria?Per farla suonare *decentemente* dico?Ci vogliono come minimo 6 microfoni, il meno economico dei quali penso che meno di 300 euro non bastino.Ci vuole soprattutto qualcuno che sa come posizionarli; è un lavoro certosino che può richiedere anche una giornata intera. Per non parlare dei mufflers (sordine), accordatura delle pelli etc.Ci vuole una camera insonorizzata. Un submixer. Ogni volta che il batterista urta un asta dei microfoni, bisogna ricalibrare la posizione.E per registrare le chitarre? quasi lo stesso (Se vuoi che suonino decentemente)Sai quanto costa il microfono per la voce più usato (il Neumann?) 4000 euro. Prova ad usare un microfono da 100 euro e senti la differenza.Insomma se si fa da sè nel garage, anche se hai una scheda audio da 1000 euro, le limitazioni sono molto più a monte; la qualità del demo che può venire fuori è paragonabile a uno dei primi due album dei Beatles, che è ascoltabile solo grazie alla qualità delle composizioni (a chi piacciono ovviamente)
            io la mia proposta la lancio ogni volta, il
            mercato sarebbe da differenziare, con mp3 o
            equivalenti* a 50cents /brano, cd a 10 euro,
            dvdaudio o sacd a 20euro, così si
            potrebbero coprire più fascie di
            mercato, accontentando sia chi ha i soldi,
            sia chi non li ha.non sarebbe male, bisognerebbe fare un analisi per vedere se fosse sostenibile, ma non sono un esperto di budget.
          • avvelenato scrive:
            Re: il vostro problema
            - Scritto da: Anonimo

            questa te la passo, purtroppo però ci
            sono tanti incoscienti che scaricano
            l'ultimo disco di una band esordiente
            "così intanto valuto se comprarmi
            l'originale" poi dopo 20 ascolti di
            valutazione si dimenticano dei loro buoni
            propositi, alla band esordiente non arriva
            un euro e l'etichetta li scarica.
            sarei un ipocrita se dicessi che compro tutto ciò che scarico.A molte cose devo rinunciare. Allora se devo scegliere tra un cd di un esordiente che costa 13euro e uno che costa 10euro, prendo il secondo.gli artisti dovrebbero tenerlo presente.

            Vero. Diciamo che se uno prima del p2p
            poteva permettersi diciamo non più di
            2 CD al mese, e dopo il p2p continua
            comunque a comprarseli, allora benissimo:
            viva il p2p, ti fa ascoltare musica che
            altrimenti non avresti mai sentito, e il
            mercato non ne soffre. Purtroppo le cifre
            dimostrano che così non è, ma
            questo secondo me è dovuto alle nuove
            generazioni , che compiono 14 anni
            (età in cui si comincia a comprare
            musica mediamente) quando il p2p è
            già una realtà: non sono mai
            stati abituati all'idea di comprare la
            musica.mah, non so a che cifre ti riferisci. Io effettivamente sto comprando di meno. Prima che chiudesse AudioGalaxy (due anni fa) compravo veramente di tutto spesso a scatola chiusa. Adesso sono estremamente più cauto.(c'è anche da dire che è anche colpa dell'inflazione, senza p2p avrei comunque comprato di meno)ma cmq mi sembra che le perdite nel settore non siano così alte come vorrebbero far credere, considerando che è un periodo di recessione.chiaro cmq che la gente qua spesso non compra consapevole di fare un danno, per mandare un messaggio. L' ipocrisia secondo me sta nel non voler recepire questo messaggio.


            non te lo devi comprare, basta che ci
            vai a

            suonare, paghi un tot a ora e via.


            considerato che schede audio
            professionali

            per la registrazione, per pc e mac, si

            possono trovare a meno di mille euro.

            hai mai provato a fare un demo così?
            come suona?farlo no, ascoltarne parecchi.Alcuni sono disgustosi, altri rendono.(però bisogna dire che io sono di parte, ascoltando tra le altre, "robaccia" tipo Pavement, Unwound, Modest Mouse, Guided By Voices, Dashboard Confessional... :D )

            schede audio: anche a molto meno di 1000
            euro, ma il problema non è nella
            scheda audio.

            Hai mai provato solo a microfonare una
            batteria?
            Per farla suonare *decentemente* dico?
            Ci vogliono come minimo 6 microfoni, il meno
            economico dei quali penso che meno di 300
            euro non bastino.intuisco la natura del problema
            Ci vuole soprattutto qualcuno che sa come
            posizionarli; è un lavoro certosino
            che può richiedere anche una giornata
            intera.
            Per non parlare dei mufflers (sordine),
            accordatura delle pelli etc.
            Ci vuole una camera insonorizzata. intendevi dire una camera anecoica presumo
            Un
            submixer. Ogni volta che il batterista urta
            un asta dei microfoni, bisogna ricalibrare
            la posizione.
            E per registrare le chitarre? quasi lo
            stesso (Se vuoi che suonino decentemente)
            Sai quanto costa il microfono per la voce
            più usato (il Neumann?) 4000 euro.
            Prova ad usare un microfono da 100 euro e
            senti la differenza.lo so, ma mi domando come abbiano fatto alcuni a registrare comunque bene nonostante i mezzi limitati.(forse avranno lavorato di postproduzione.)

            Insomma se si fa da sè nel garage,
            anche se hai una scheda audio da 1000 euro,
            le limitazioni sono molto più a
            monte; la qualità del demo che
            può venire fuori è
            paragonabile a uno dei primi due album dei
            Beatles, che è ascoltabile solo
            grazie alla qualità delle
            composizioni (a chi piacciono ovviamente)
            :) io ci metterei la firma sopra anche subito

            io la mia proposta la lancio ogni
            volta, il

            mercato sarebbe da differenziare, con
            mp3 o

            equivalenti* a 50cents /brano, cd a 10
            euro,

            dvdaudio o sacd a 20euro, così si

            potrebbero coprire più fascie di

            mercato, accontentando sia chi ha i
            soldi,

            sia chi non li ha.

            non sarebbe male, bisognerebbe fare un
            analisi per vedere se fosse sostenibile, ma
            non sono un esperto di budget.il punto è: non ha senso combattere il p2p senza prima offrire un'alternativa.Ho già detto migliaia di volte che io fino a due anni fa ero contro al p2p, e ho altrettante volte detto che sarei il primo a moderare il mio share, se il mercato divenisse un po' più elastico.ecco in cosa consiste l'ipocrisia.(ps: nel mentre che stavo scrivendo questo post mio padre mi ha portato su, direttamente dalla cassetta della posta, un cd nero con dei fiori bianchi, "prodotto" degli altro. 10 euro (tanto per un cd di 19minuti, ma agli altro questo ed altro), love-boat records)
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembrate un pò ipercritci
      direi che sono assolutamente in linea con tutto quello che hai detto . I punti elencato son legittimi , è loro diritto guadagnare sul loro lavoro , non è pretendibile che si possa avallare il download gratuito di canzoni , a prescindere dalla qualità (tot oggettiva) dal colore politico dell'artista o altro .Quello che mi sembra deprecabile è il reato penale , qui ci sarebbe molto da discutere .Cisi
  • Anonimo scrive:
    Elisa? ELISA? Ma... MA????
    http://sky.prohosting.com/deejayni/newsletter082001.htmlMa che fa, dichiara di usare il P2P, di avere CD pirata senza problemi, E FIRMA?C'è dietro qualcosa... :
  • Anonimo scrive:
    PIOTTA...
    ...ma che hai firmato a fare!!A te non ti si inc*la nessuno, nè originale nè pirata!!Anzi, non ti ascolterei neppure se mi pagassero!!:|
    • Anonimo scrive:
      Re: PIOTTA...
      giusto é una lista di artisti che farebbero meglio ad andare in giro a chiedere l'elemosina cantando in metropolitana .... guadagnano giá troppo per quello che valgono !!!!!
  • Anonimo scrive:
    Questi sono solo i disperati!!!
    Lasciate perdere!! Questi sono solo dei "poveretti"!! Scrivono canzoni che fanno pietà, non li vorrebbe nessuno nemmeno se fossero loro a pagare! In Italia abbiamo un'infinità di gruppi più o meno famosi che fanno musica mille volte migliore!! Andiamo alla ricerca di quei gruppi..non di questi "artisti"!!
  • Anonimo scrive:
    l'ennesima bananata
    ci risiamola repubblica delle banane non si smentisce maiche ridicolaggine, quanta ipocrisia !ormai i cittadini (o utenti chiamateli come volete) ne hanno le tasche piene di questa demagogia perchè di questa si tratta, nè più nè meno.e questi sognori si vantano di combattere proprio la demagogia....praticamente fanno le cose contro le quali combattono......Orwell aveva ragione.
  • Anonimo scrive:
    Se io fossi un artista...
    ...il mio più grande desiderio sarebbe che la musica che faccio fosse ascoltata e apprezzata dal più grande numero di persone possibile.Mi riempirebbe di emozione sentire un ragazzino fischiettare un motivetto scritto da me, che importa da dove se l'è procurato? In ogni caso chi apprezza la mia musica e può permetterselo preferisce avere il cd originale che mi permetterebbe comunque di vivere in maniera più che dignitosa.Io ho scoperto un sacco di artisti grazie al P2P che in Italia non vengono neanche importati, e come risultato li ho ordinati via internet. Questi sono veri artisti, a cui il P2P non fa altro che giovare. I firmatari di questa petizione altro non sono che PATACCARI presuntuosi, che pretendono che tot passaggi alla tv (strapagati dalle major) debbano corrispondere a tot soldi che gli arrivano in tasca, a prescindere dalla qualità della loro 'musica'... l'importante è che ogni mese gli paghiamo la rata della Ferrari. Non li degnavo di attenzione prima, figuriamoci adesso, mi fanno sempre più schifo!Saluti a tuttiMic
  • Anonimo scrive:
    Ma chi vi C**A
    e così che mi verrebbe da dire .... ma chi vi s'*****mah mi auguro che al primo plagio di uno di questi "artisti" si muova una adeguata associazione a difesa dei consumatori per studiare la possibilità di una zione legale contro il "plagiatore".. andate a lavorare barboni!
  • Anonimo scrive:
    Ma quale furto ?
    Il parallelo citato, sui PC, è completamente inopportuno ! Quale furto si concretizza se io copio un MP3 ? Dov'è la sottrazione di beni ? Pirateria ? Mai termine più inopportuno ! I pirati saccheggiavano, rubavano ed uccidevano. Se io copio un MP3, cosa saccheggio ? cosa rubo ? cosa uccido ? La verità è che si stanno scagliando contro una realtà diffusa con argomenti fragili e sottili che evidenziano, soltanto, la futilità delle LORO argomentazioni. Dovrebbero prima fare una bella autoanalisi di coscenza ed ammettere che in Italia il mercato stà morendo di eutanasia: prezzi esagerati, film di bassa qualità ed una esagerato mercato sui CD "stagionali": guardate le varie compilation che durano 3 mesi e poco più (intendo musicalmente, io adoro le vecchie BimboMix ;-) ). Personalmente uso il P2P per ricercare opere che non riesco a trovare nei negozi della mia città. Se la mia propensione per gli Astral Projection, Tangerine Dreams ed altri, sconosciuto nel mio negozio di provincia, deve essere considerata ILLEGALE, allora sono ben felice di essere ILLEGALE !
  • Anonimo scrive:
    60 artisti italiani
  • Anonimo scrive:
    Creatività????
    Prima di rubarla bisognerebbe che i suddetti "artisti" dimostrassero di averla veramente la creatività ...invece sono trent'anni che ci propinano la stessa pappa
  • Anonimo scrive:
    No al p2p si ai cd di DJ Francesco a 20?
    Che bello il mondo è ogni giorno migliore del giorno precedente.Il mio motto è (visto la strada che abbiamo imboccato) no al p2p si ai cd di DJ Francesco a 20 ?!!!!!Paghiamo tanto per le porcate ehhhhhhhhhh
    • Anonimo scrive:
      Re: No al p2p si ai cd di DJ Francesco a 20?
      Basta non comprarli... - Scritto da: Anonimo
      Che bello il mondo è ogni giorno
      migliore del giorno precedente.
      Il mio motto è (visto la strada che
      abbiamo imboccato) no al p2p si ai cd di DJ
      Francesco a 20 ?!!!!!
      Paghiamo tanto per le porcate ehhhhhhhhhh
  • Anonimo scrive:
    Giullari
    Piangere miseria dopo aver guadagnato 3000 volte quello che percepisce un operaio comune!Un autore RAI guadagna fino a a quasi 300.000? l'anno!Ipocriti!
  • Anonimo scrive:
    Mi fanno pena questi "poveri artisti"
    Mi commuove sapere che tanti artsti, (Adriano Pappalardo "artista?"), sono arrivati alla disperazione e prossimi alla fame da terzo mondo.Mezzo secolo fa, all’inizio dell’estate, nelle Redazioni Giornalistiche scattava immancabilmente la ricerca frenetica della notizia eccezionale, dello scoop da sbattere in prima pagina, in quel clima pre e post-ferragostiano che vedeva i politici in vacanza, i ricchi in villa ed i poveri sfarinati lungo le spiagge pubbliche, il greto dei fiumi, le rocce dei torrenti e le fontanelle pubbliche delle città deserte.L’input era categorico: “Un morto! Trovate un morto da prima pagina!” “Uno scandalo! Cercate, trovate, create uno scandalo!” “Una rapina! Per favore, una rapina! O un rapimento!”.Se poi nulla del genere succedeva, né morti, né scandali, né rapine, beh… c’era sempre il “Mostro di Lock Ness” pronto nel cassetto.Ma oggi?Oggi di morti ammazzati ne abbiamo a carrettate, le rapine non sappiamo più dove metterle, gli scandali sono roba da ridere, i processi roba da piangere ed i “media” non sanno più a che santo votarsi per fare notizia.Così, per la disperazione, è stato classificato scoop persino il caldo bestiale che si abbatte su di noi in estate ma di cui si parla talmente tanto da suggestionare le nostre fantasie al punto da renderlo l’argomento chiave di tutto.Ma quando finirà? Quando anche il caldo tropicale non farà più notizia? A quale argomento si attaccheranno i nostri fornitori di notizie per tenere imbambolata la gente?Ed io mi domando:Perché, almeno una volta tanto, qualcuno non butta sul tappeto il vero scandalo che da anni, da troppi anni, galleggia nel torbido sotto gli occhi di tutti?Quale scandalo?Quello delle “Sperequazioni dei Compensi”, Ma sì, diciamolo, oggi, per ottenere un aumento di poche lire (pardon, di pochi euro), intere categorie sono costrette a scendere in piazza, a fare scioperi e manifestazioni, bloccando commerci, trasporti, viabilità, ecc.Altri poveri Cristi, pur di assicurarsi un minimo di pensione per vivere sono costretti a comportamenti simili mentre migliaia e migliaia di giovani disoccupati sarebbero disposti a tutto pur di trovare una speranza nel domani.E tutto ciò sempre per quattro euro, appena quelli necessari per pagare fitto, pane, acqua, luce, gas, canone Tv e, ovviamente, le tasse!Pur tuttavia nessuno si mette a gridare quando si viene a sapere che questo o quel “Presentatore”, "Artista", “Conduttore Tv” è stato catturato dalla Rai o da un’altra Emittente con un ingaggio di 15… 16… 18 miliardi!(Dico “miliardi”, non “biliardi”)Nessuno si scandalizza se un Artista musicista accumula denaro dagli introiti di una stupida canzone o per un tour concerto da piazzette e teatrini, stadi etc...(http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82)Perché dunque i grandi Quotidiani o i più famosi Rotocalchi non hanno mai chiesto a chi di dovere e poi pubblicato una “scala” dei guadagni dei “Big”?Perché nessuno si è mai domandato: “Ma quanto guadagnano al giorno, (oltre ai miliardi in diritti d’autore), i signori Maurizio Costanzo, Pippo Baudo, la De Filippi, Amadeus, la Venier, Bonolis, Laurenti, Scotti, Cecchi Paone, Enrico Papi, Piero Angela, Mengacci, Biscardi, Licia Colò, Lucio Dalla, Antonello Venditti, e via via anche tutti gli infiniti altri “intoccabili Artisti”?Quanto guadagnano complessivamente al giorno?È meglio che non lo sappiate altrimenti vi verrebbe da piangere, ma non di commozione, no, di rabbia!Sono milioni e milioni, offerti, aggiunti, presentati su guantiere d’argento, alla faccia di chi in quello stesso momento combatte per una paga di sopravvivenza.Lo stesso dicasi per i Calciatori, quei calciatori che con le loro imprese distraggono l’attenzione dei tifosi dai veri problemi della gente!Debbo convenire che se Lenin definiva le religioni come “l’oppio dei popoli”, oggi il calcio, la Tv, la musica "da clown", i film della serie Vacanze... et simili, sono sicuramente “i narcotici dei semplici”.È dunque mai possibile che non si possa giungere ad un calmiere? Sì, lo so che chiunque di quei “ricchi” artisti che per caso leggesse queste righe ironizzerebbe su di me dicendo: "Parla così perché lui i soldi non li ha fatti… è tutta invidia…”.No, cari ex-amici, io i soldi non li ho fatti, ma ne ho fatti fare tanti a voi! Però quando mi faccio la barba, alla mattina, davanti allo specchio, non devo abbassare gli occhi!Un calmiere lo vorrei non “contro di voi”, ma a favore di noi tutti. A favore di chi lavora accanto a voi e prende poche migliaia di lire perché voi facciate bella figura ed incassiate milioni e milioni!Cari firmatari, ci sarebbero centinaia e centinaia di giovani Artisti bravi almeno quanto voi, se non di più, (ma non hanno una forza e lo sapete bene di chi), e purtroppo finiscono nel dimenticatoio!Per Voi la gente deve ignorare i vostri aurei interessi perché per questi “Grandi Artisti” vale un motto famoso:A chi la gloria? “A Noi”!A chi il potere? “A Noi”!A chi la grana? “A Noi”!A chi le grane? “Agli Altri”!Perché gli altri devono solo “Credere, Obbedire e Combattere”! Combattere per non morire di fame!Egregi Dalla et company, mentre sotto il sole cocente si lavora per asfaltarvi la strada, transitate pure affinchè possiate godervi le vostre meritate vacanze, mentre rifletto se posso privarmi di qualche decina di euro guadagnati con sudore per comprare un vostro CD creato con il vostro "sudore".Ma ho già riflettuto: quelle decine di euro me li tengo io, tenetevi pure i vostri CD... perchè la battaglia è iniziata!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi fanno pena questi "poveri artisti
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi fanno pena questi "poveri artisti"
      mi è piaciuto quello che hai detto! bravo!solo una puntualizzazione:"No, cari ex-amici, io i soldi non li ho fatti, ma ne ho fatti fare tanti a voi! Però quando mi faccio la barba, alla mattina, davanti allo specchio, non devo abbassare gli occhi!"guarda che loro sono così prepotenti da neanche riconoscere le loro colpe.tanto per fare un esempio. Parole dette da un calciatore (mi pare vieri)"Io sono migliore di tutti voi messi assieme..""Alcuni giorni ho lavorato fino a 8 ore"Roba che verrebbe da dirgli:"Ma brutto co***one guarda che tutti lavorano come minimo 8 ore e non prendono lo stipendio di mer*a che prendi tu"Bye, F.
    • Larispigas scrive:
      Re: Mi fanno pena questi "poveri artisti"
      La battaglia è iniziata veramente. Dobbiamo comunicare, diffondere, parlare e diventare un vero esercito.Io penso che ormai abbiamo raggiunto il punto di non ritorno e non dobbiamo più credere che le cosa possano risolversi senza un esemplare intervento.Perchè se è vero che noi la mattina possiamo guardarci allo specchio senza abbassare gli occhi è anche vero che questi "poveri artisti" ad abbassare gli occhi non ci pensano proprio. Rimane allora a noi il compito di tirarli giù dal piedistallo.
  • Anonimo scrive:
    Ora sappiamo cosa NON dobbiamo comprare
    Bella questa lista: i dischi dei suddetti artisti non entreranno piu' in casa mia, ne' in modo legale, ne' col p2p.Alla fine, poca roba, per fortuna: mi dispiace solo per Jannacci (che pensavo un po' piu' intelligente e di piu' ampie vedute).ZB***per il libero scambio di cultura e contro la mercificazione dell'arte***
  • Presid. Scrocco scrive:
    E chi sono?
    "Tra quelli italiani che hanno firmato vi sono Biagio Antonacci, Samuele Bersani, Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara, Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso Zanello (Piotta)." Ma chi li conosce? :
    • soulista scrive:
      Re: E chi sono?
      - Scritto da: Presid. Scrocco
      "Tra quelli italiani che hanno firmato vi
      sono Biagio Antonacci, Samuele Bersani,
      Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara,
      Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco
      Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso
      Zanello (Piotta)."

      Ma chi li conosce? :Ma "Paola&Chiara" valgono come due o come uno? (o come mezzo... ?)
      • 3p scrive:
        Paola e Chiara
        - Scritto da: soulista
        Ma "Paola&Chiara" valgono come due o come uno? (o come mezzo... ?)A questo proposito consiglio di scaricare LIBERAMENTE (sì: LIBERAMENTE!!!) la canzone dei Gem Boy "per Calogero". E' una parodia di Paola e Chiara fatta benissimo.Ne vale la pena!==================================Modificato dall'autore il 14/07/2004 17.21.10
  • Anonimo scrive:
    bene, è fatta la lista ...
    ... degli "artisti" da BOICOTTARE ! Alè !Avanti tutta i giovani e nuovi artisti che, anche grazie al p2p, saranno conosciuti dal grande pubblico e potranno evitare di farsi ricattare tutti i giorni da fetidi impresari delle varie case discografiche.
  • Anonimo scrive:
    60 persone VS migliaia di persone
    ora, se per caso il governo si caga 60 persone, quando non hanno cagato neanche di striscio CINQUANTAMILA persone per la petizione sull'editoria oppure altre migliaia di persone per altre petizioni, vorrei gridare e gridare forte.io rispetto le minoranze, ma fino ad ora in democrazia non vince la minoranza. Ha la sua parte.
  • Anonimo scrive:
    Viva i concerti
    Segnalo Vinicio Capossela mercoledì 23 luglio a Ferrara, 20 euro. Non ha mai firmato contro il p2p, ed è un grande artista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva i concerti
      - Scritto da: Anonimo
      Segnalo Vinicio Capossela mercoledì
      23 luglio a Ferrara, 20 euro. Non ha mai
      firmato contro il p2p, ed è un grande
      artista.
      claro, perchè invece di rompere i maroni LAVORA e si fa seguire dalla gente che lo apprezza.la quale se vuole si piglia il disco, altrimenti comunque lo apprezza dal vivo e quindi paga.il cd è un prodptto promozionale economico.uno spot in tv costa molto di più
  • Anonimo scrive:
    Elisa! :-(
    Elisa mi delude profondamente.Credo che ci penserò d'ora in poi, davanti ai suoi dischi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Elisa!   :-(
      Forse è l'unica che è cosciente......ogni tanto fa allenamento a suonare nelle gallerie della metropolitanta..... :o
  • Anonimo scrive:
    su questi (1)
    Biagio Antonacci posso capirlo, non credo che i fan si precipitino in negozio appena esce un suo cd ... e non credo che spopoli nemmeno nei live... ma del resto sicuramente è uno di quello che prende i soldi con la siae, mentre molti altri no... Simona Bencini non so chi sia.Samuele Bersani , mi dispiace per lui. Se non fosse per la radio non avrei mai nemmeno SENTITO una sua canzone. Non ho mai comprato un suo disco e in fatto di scaricamento, non credo sia molto diffuso il suo contenuto.Andrea Bocelli ... Non credo che gli manchi la pagnotta per via del p2p. E' vero che però è noto in tutto il mondo, quindi magari intende proteggersi dal "furto internazionale". Anche a lui non credo proprio vengano a mancare i soldi a causa del p2p. Antonio Calò (Bungaro) chi è?Sergio Cammariere : il suo ultimo cd era copycontrolled, altro che "si alla copia privata". L'ho regalato a mia sorella e lei (grande!) non lo ascolta per protesta, non lo masterizza, non lo condivide. Non lo butta solo perchè glie l'ho regalato.Luca Carboni ... ma signorini ... i soldi voi li prendete dalle partecipazioni televisive, dalla radio ... è dall'86 che incassi. Se le "contrattazioni con i produttori" vi stanno bene, significa che avete messo via un bel gruzzoletto. Supponiamo che anche solo il 5% della musica in circolazione sia legale (e ho esagerato alla grande) pensa ai fior di quattrini che può avere uno che è al top come lui.Albano Carrisi ...ma quello di AlBano e Romina? hahahahah ... Michael Jackson... adesso il p2p ... e cantare quando?Ivan Cattaneo ... uh? non era morto? mi confondo.Rosalino Cellamare (Ron) non batte chiodo *a prescindere*... piangono il morto, ma quelli che vendono bene, se ne fregano. Infatti mi stupisce la BANDERUOLA Elisa... Massimo Chiti Conti e Massimiliano Colombo non so chi siano. Toto Cutugno?! Ma esiste ancora?!Gigi D?Alessio ... avete mai sentito una analisi comparata delle sue canzoni e di quelle degli ALTRI "molto simili" ?Lucio Dalla ... lui c'è sempre, è molto coerente ... ma è dagli anni 70 che ha smesso di fare qualcosa di vero.Tullio De Piscopo non si capisce di che si lamenti ... sono quasi tutti personaggi invisibili ... chiunque usi il p2p sa che questa roba non gira affatto.Luigi Di Agostino ? Ma che è? ma chi sono? Dolce Nera? Ma allora mi metto in elenco anche io, magari ci guadagno due cent.Elisa!!! Elisa no!!!!! Voltagabbana!!!! Chi è stata Caterina che ti ha fatto cambiare idea?! Eri dura e pura! Ricordo perfettamente la sua candida risposta alla domanda sulla pirateria ... e adesso è tutto sparito?! Vergogna, vergogna!!! :-( Ho comprato tutti i tuoi album, bella, ma ora ci penserò bene, prima dei prossimi.Giorgia. Ecco forse con giorgia si può parlare... ma Ladra di vento era copycontrolled. Quindi non ci vedo niente di vero in quel che afferma: non è vero che vuol garantire la copia personale. La legge dice chiaramente che non si possono aggirare i dispositivi anticopia , per fare la copia garantita per legge. Di questo ve ne siete accorti prima di dire "si, lo faccio copycontrolled" ?(continua)
    • Anonimo scrive:
      Re: su questi (1)
      luigi di agostino credo sia gigi d'agostino quello di l'amour toujour.... un vero artista insomma !!!!!
  • Anonimo scrive:
    Scelta personale?
    Non so se sperare che la scelta di firmare quella petizione di basso livello sia stata fatta volontariamente o sotto costrizione delle case discografiche...Vedere nomi di artisti che godevano della mia stima tra i firmatari mi ha deluso non poco, allo stesso modo in cui in passato, artisti che nelle canzoni cantavano contro il sistema e affermavano che la musica era di tutti, poi chiedevano 70 80 mila lire per un concerto (per uno spettacolo voce e chitarra e pochi effetti speciali...) alla faccia della musica popolare...Purtroppo il problema della pirateria in Italia, come all'estero è grave, ma nulla ha a che fare con il p2p.Io personalmente ho ricominciato a comprare CD grazie ad internet e al p2p che mi ha consentito di conoscere nuovi artisti di cui non sapevo neanche dell'esistenza... La crisi di vendite nasce da uno scadere della qualita' della musica che ormai produce solo merce di facile consumo che inevitabilmente si brucia in poche settimane... e spesso chi scarica file da internet non ascolta neanche una volta quello che ha scaricato....Quando nasceranno nuovi gruppi come Queen, Pink Floyd, Doors, U2, Rolling Stones ne riparleremo... per ora ascoltiamoci i Gazosa, i Blu e i Luna Pop e magari anche Paola e Chiara...Grazie
  • Anonimo scrive:
    propongo
    di scaricare in assa l'intera discografia dei firmatari e di non comprare più un loro cd per un pezzo.:D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Perchè sorprendersi?
    Alcuni artisti penso abbiano riflettuto sulla cosa e concluso che è ingiusto nei loro confronti.Altri penso abbiano firmato perchè imposto dalla casa discografica.D'altronde molti di questi artisti fanno da anni le stesse canzoni, leggermente modificate, senza cambiare di una virgola la sostanza, perchè cmq sanno che è una formula che fa vendere.Musicalmente parlando si discostano poco dal lato commerciale della musica, per cui non vedo perchè aspettarsi affermazioni controcorrente da gente che, escludendo alcuni lavori, per alcuni più per altri meno, fa musica solo per vendere e fare soldi.Nulla di male per carità, certo uno nella storia della musica (italiana) avrà uno spazio in proporzione alla proporzione di artista che c'è in lui.Che non si misura solo coi dischi venduti (per dire Bob Dylan non è mai arrivato al n1 in inghilterra, titolo ottenuto molteplici volte da gruppetti).
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè sorprendersi?

      (per dire Bob Dylan non è mai
      arrivato al n1 in inghilterra, titolo
      ottenuto molteplici volte da gruppetti).I Beatles? :)
  • Anonimo scrive:
    certo che il piotta.......
    certo che il piotta.......poteva evitare di firmare la petizione.........e chi scarica dal p2p le sue canzoni se nn qualche mentecatto che deve solo tenersi buono e ringraziare...???
    • Anonimo scrive:
      Re: certo che il piotta.......
      - Scritto da: Anonimo
      certo che il piotta.......poteva evitare di
      firmare la petizione.....
      ....e chi scarica dal p2p le sue canzoni se
      nn qualche mentecatto che deve solo tenersi
      buono e ringraziare...???Non hai capito....anche qui er Piotta si dimostra per quello che è: un SUPERCAFONE! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: certo che il piotta.......
      Adesso mi scarico la discogfrafia completa di Piotta e Adriano Pappalardo...Ma per piacere...
  • Anonimo scrive:
    Con tutto il rispetto...
    ...provate ad andare a lavorare a meno di 1000 euro al mese, magari in un cantiere o altra azienda dove la sicurezza non è considerata legge o rispetto ma un costo morto da eliminare, con i capetti griffati che ad ogni pretesa di rispetto di accordi o di formalizzazione contrattuale minacciano di prendere un ragazzino con fregola di mettere lavori in curriculum o un extra ancora più disperato di voi, dove i mannagghèr e i markettari vi passano sotto gli occhi con la Murcielago fatta passare come auto aziendale per detassarla, per poi farvi rapinare dalle banche consorziate alla faccia dell'antitrust, per iperpagare beni e servizi scadenti di fornitori altrettanto consorziati sempre alla faccia dell'antitrust e per poi andare a pagare tasse alte per servizi scadenti e per mantenere un sistema di giustizia beffarda e impotente, anche alla luce del sole contro chi più ha (vedi sopra)... poi ripetete questo tutti i giorni per 40 anni, se siete fortunati a non rimanerci e a non essere licenziati...POI venitemi a parlare di quanto può VALERE per chi vive in questo mondo REALE la vostra presunta creatività (si, presunta, i precedenti sono tanti).
    • Anonimo scrive:
      Re: Con tutto il rispetto...
      Concordo. Dovrebbero prima passare due anni come "gente normale" e poi vedere se hanno ancora voglia di "scherzare" e rivedere le loro "strategie" per restare nel favore della gente (sempre ammesso che ce abbiano una).
  • Anonimo scrive:
    PETIZIONE DEI CONSUMATORI
    PETIZIONE DEI CONSUMATORIPER LA FRUIZIONE NELL'ERA DIGITALE· SI alla musica legale su internet· NO al furto dei soldi dei consumatori in nome dell'arte· SI alla copia personale NO alla "pirateria" delle major· SI, noi consumatori desideriamo acquistare ad un prezzo onesto le opere degli artisti· NO alla demagogia e all'ipocrisia del consumatore come mucca da mungere· SI al rapido sviluppo e alla promozione di servizi legali per la distribuzione di musica online· NO, non troviamo normale che il costo di un cd sia 25 E e di un DVD 45 E· SI, noi vogliamo poter usufruire dell'arte e della cultura· NO alla licenza legale del furto dei soldi dei consumatori· SI a internet che permetta a tutti di comunicare, di moltiplicare l'offerta e l'accesso alle opere e a remunerare equamente coloro che creano e che producono senza rubare soldi al consumatore
  • gpozza scrive:
    E io vi dico: Non rubate i nostri soldi!
    Cercate di diminuire i prezzi dei CD e forse la gente preferirà comprare gli originali...
  • Anonimo scrive:
    negoziare liberamente con produttore?
    questa voce è un po' strana ... chi ce l'avrà voluta mettere?che significa esattamente?
  • Anonimo scrive:
    PIOTTA???
    Ma perchè c'è qualcuno che scarica Piotta???????????:D:D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Benvenuti allo scoperto
    Adesso sappiamo chi scaricare...anche se non ci piacciono...e chi NON COMPRARE...anche se ci piacciono..non che abbia mai scaricato quelli della lista...ahahahh...se questi sono GLI ARTISTI italiano anemmu ben...
  • Anonimo scrive:
    Propositivi!!!
    A parte "artisti" minori (Paola e Chiara !?), non vedo molta dignità da parte dei grossi nomi a sottoscrivere un documento per nulla propositivo. Al contrario, sembra una sorta di appello, un richiesta di soccorso. Artisti di chiara fama mondiale, del calibro di Prince, Bowie, George Michael e altri, hanno intrapreso ben altre iniziative per difendere i loro diritti e quelli degli ascoltatori.Proponete, non lamentatevi, che le ville in Sicilia e tutte le comodità le avete già acquisite da tempo. Piuttosto, pensate a chi deve mandare avanti una famiglia con mille euro al mese, e certate, se ci riuscite, ad immedesimarvi nell'atto di acquistare un solo CD originale al modico presso di 27 euro (a tanto li ho trovati ultimamente presso una ricca catena nazionale...). Io ho smesso di comprare originali italiani da tempo. Ormai compro solo su Amazon, e rigorosamente artisti stranieri. E mi costano pure meno...
  • Anonimo scrive:
    Antonacci....Bersani.....Ferro.. etc etc
  • Anonimo scrive:
    Puttana la maestra
    C'è pure lui!!! ;)E pure la porcona della tatangelo.....ROTFL!
  • Anonimo scrive:
    Creatività e Venditti ?
    Certo che è strano leggere il nome di Venditti in coda ad una petizione dove si rivendica il diritto a proteggere la propria creatività... proprio lui che ha fatto i soldi a botta di cover, ovviamente all'insaputa del grande pubblico che solitamente non legge i nomi degli autori delle canzoni scritti in piccolo nei libretti dei CD! :-)
  • Anonimo scrive:
    FORSE...
    Forse si potrebbe risolvere egregiamente la questione facendo in modo che per diciamo un paio di anni un'opera cinematografica o musicale non possa essere liberamente copiata, finito questo periodo copia libera di tutto. Questo spingerebbe oltretutto gli autori a darsi da fare per produrre più cose e di migliore qualità invece di vivere sugli allori di qualcosa realizzata 20 anni fa. Così noi utenti di internet potremmo scambiarci vecchi film e dischi e se proprio sentiamo l'urgenza di vedere l'ultimo film del tale regista o ascoltare l'ultimo disco del tale musicista facciamo uno sforzo e paghiamo regolarmente quel disco o quel film (perché evidentemente ci piace tanto da non poter aspettare). E poi suggerirei prezzi popolari soprattutto per quelle opere considerate non commerciali ma di un certo livello artistico e culturale. Chi è interessato a diffondere la propria arte penserà un po' meno al danaro, chi è interessato a far soldi dovrà accontentarsi di vendere meno dischi. Per quest'ultima cosa non c'è bisogno nemmeno di una legge perché tanto con questi prezzi stratosferici non credo siano molti i giovani che corrono a comprarsi dischi e dvd. Un esempio di questo ce lo ha dato Michael Moore. Quando hanno messo on-line il suo ultimo film ha detto che gli sta bene così. I soldi non fanno schifo a nessuno ed un certo guadagno musicisti e cineasti lo hanno ugualmente. Se il loro scopo è aricchirsi si fregano, se invece è diffondere la propria arte allora non storceranno tanto il naso. Così Eros Ramazzotti le prossime nozze le farà come altri comuni mortali invece che in un castello da favola. La storia ci insegna che molti grandi artisti sono morti poveri ed hanno anche vissto senza troppi lussi. Fin quando la gente non la smetterà di far arricchire a dismisura le persone sbagliate vivremo in una società di Berlusconi, veline e calciatori. Ognuno faccia le proprie scelte. Se Elisa vuole essere una cantante per ricchi continui a fare il gioco delle case discografiche, se invece vuole essere un'artista vera e quindi suonare e cantare per il popolo è libera di farlo. Il vero artista è un bohemien. Con le tasche appesantite da troppi quattrini non si può fare realmente nulla di buono. Ligabue dovrebbe tornare un po' con la mente al suo film Radio Freccia. Ogni artista dovrebbe tornare un po' con la mente ai propri esordi, alla gavetta... e ritrovare una dimensione più umana. E non si vive di sola arte. Ci sono molti bravi artisti che non vivono solo della propria arte ma hanno un lavoro come tanti altri. Ad esempio Gianna Nannini lavora nell'azienda di famiglia che se non erro produce formaggi. Siamo noi che dobbiamo smetterla di premiare le persone sbagliate, dobbiamo smetterla di comprare o scaricare roba di gente il cui scopo non è l'arte ma il danaro. E' un paradosso che certi cantanti nelle proprie canzoni siano dalla parte del popolo e poi pretendono di vendere dischi a peso d'oro. Chi se li dovrebbe comprare?
    • Anonimo scrive:
      Re: FORSE...
      Sì la Nannini passa le giornate a far le Torte della Nonna nella pasticceria di famiglia.Ma fammi il favore,alle volte non vi rendete conto di quello che scrivete.
    • Anonimo scrive:
      Re: FORSE...
      e poi e poi sai cosa ti suggerirei di finirla con i desideri popolari e scoprire se hai qualche talento naturale che ti possa far fare altrettanti soldi.Hanno un talento e lo usano poi è un problerma loro decidere come spendere i soldi non tuo.Altra cosa 2 anni sono un tempo ridicolo per qualsiasi investimento, per meno di 10 anni di sfruttamento il settore morirebbe.
      • Anonimo scrive:
        Re: FORSE...
        E già, perché nella vita vale chi ha i soldi. Basta vedere il Berluska quanto vale. Ma queste sono le vostre logiche mafiose di destra e non valgono un fico secco. Io ho fatto un discorso lungo, sensato e ben articolato. Voi di destra più di 4 parole in fila non riuscite a mettere. E valete quanto vale il vostro portafogli.
        • Anonimo scrive:
          Re: FORSE...
          I sogni son desideri,non son di dx.Ma chi fa certi discorsi non ha ambizioni e si nasconde dietro un egualitarismo di facciata cui oramai non crede nessuno.Basta con questa storia che se sei di sinistra devi essere per forza un morto di fame o una novella madre Teresa.Un mondo giusto dove tutti hanno gli stessi diritti e le stesse opportunità non è un mondo dove tutti siamo grigiamente uguali.Ciao e datti da fare.
          • Anonimo scrive:
            Re: FORSE...
            Ma che cappero dici? Voi di destra avete una bella fantasia, l'unica cosa di cui non scarseggiate. Il mio discorso era ben diverso da come lo hai travisato tu. Siete dei bravi girafrittate, ma non vi serve a molto.
          • Anonimo scrive:
            Re: FORSE...
            Quel che hai scritto è chiaro,scendi tra di noi, le competenze si pagano e bene altro che storielle sulla Nannini che fa il formaggio. La tua è retorica populista e basta, altro che discorso articolato, il fulcro del ragionamento è chiarissimo. Che fai berlusconeggi?
  • Federikazzo scrive:
    aspettate!
    tiziano ferro, paola e chiara, piotta.... e questi sarebbero artisti? PUAH!mi spiace soltanto che in quella lista ci siano i nomi di altri artisti che consideravo "rilevanti" nella scena musicale italiana, ma pazienza: mi sono ricreduto sul loro conto e da ora eviterò come la peste concerti, cd e quant'altro. da me non riceveranno più un eurocent bucato!:Dun artista è davvero "ricco" quando qualcuno apprezza VERAMENTE quello che l'artista crea... perchè l'arte è (ops... ERA) questo. se poi ci guadagna qualcosa bene, altrimenti SI VA A LAVORARE COME FANNO I COMUNI MORTALI!:@ps: scusate x il titolo che non c'entra una mazza con il commento... inizialmente stavo scrivendo un'altra cosa!:$sorry==================================Modificato dall'autore il 14/07/2004 4.10.24
  • Anonimo scrive:
    Popolo della Rete vs Carcerieri 40000a62
    Ciao a tutti,innanzitutto sono deluso dal fatto che tra quelli della Black List vi siano anche alcuni artisti che mi piacevano e altri di cui possiedo alcuni cd originali..Beh sarà spiaciuto anche a molti di voi scoprire che il vostro cantante preferito vi voglia in carcere,o perlomeno che non abbia fatto nulla per non farvici finire..Unica nota positiva di questo periodo è il fatto che la Carlucci abbia detto le mitiche parole "prezzi dei cd troppo alti" ..Mi è sembrato di udire 92 minuti di applausi dopo le magiche parole.. (vedi Fantozzi quando dice "La corazzata Potionkin è una cagata pazzesca!")Anche io ho il dubbio che per molti firmatari siano state le case discografiche a spingere affinchè partecipassero però..Come il comune mortale paga le conseguenze per aver posto una firma senza leggere bene il contratto che gli rifila un enciclopedia da 50 euro al mese per ventanni,così i firmatari pagheranno le conseguenze vedendosi boicottati da quanti contrari al carcere per un mp3..Proprio in questo fine settimana a Genova inizia il Boa Goa,se non sbaglio vi sarà anche il Piotta,beh.. fatevi sentire!Ultima cosa:BOICOTTARE,BOICOTTARE,BOICOTTARE!p.s.:La Legge Urbani è una cagata pazzesca!(gradirei standing ovation e 92 minuti di applausi):D
    • Anonimo scrive:
      Re: Popolo della Rete vs Carcerieri 40000a62
      clap clap clap clap clap clap clap clap clap :)Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Popolo della Rete vs Carcerieri 40000a62
      - Scritto da: casteredandblue
      Ciao a tutti,
      innanzitutto sono deluso dal fatto che tra
      quelli della Black List vi siano anche
      alcuni artisti che mi piacevano e altri di
      cui possiedo alcuni cd originali..
      Beh sarà spiaciuto anche a molti di
      voi scoprire che il vostro cantante
      preferito vi voglia in carcere,o perlomeno
      che non abbia fatto nulla per non farvici
      finire..cazzo! Dieci e lode per la tua analisi puntuale.però rivoltiamola un po' ... forse a loro sarà dispiaciuto sapere che migliaia dei loro fan se ne fregano di farli vivere e guadagnare....
      Unica nota positiva di questo periodo
      è il fatto che la Carlucci abbia
      detto le mitiche parole "prezzi dei cd
      troppo alti" ..chissà in quanti l'hanno sentito, nella vita reale, fuori dalla rete.
      Mi è sembrato di udire 92 minuti di
      applausi dopo le magiche parole.. (vedi
      Fantozzi quando dice "La corazzata Potionkin
      è una cagata pazzesca!")ti è solo sembrato.fuori dalla rete il rumore grigio di fondo è rimasto invariato
      Anche io ho il dubbio che per molti
      firmatari siano state le case discografiche
      a spingere affinchè partecipassero
      però..è una speranza ... certi artisti mi hanno davvero fatto cadere le palle.specie quelli che affermano di essere per la copia personale e poi fanno i cd anticopia... con la legge che c'è, anche se sai come fare sei fuorilegge :(mi dispiace, con quel che costano, scelgo velocemente: mi sono nemici? andrò da qualcuno più affabile.
      Come il comune mortale paga le conseguenze
      per aver posto una firma senza leggere bene
      il contratto che gli rifila un enciclopedia
      da 50 euro al mese per ventanni,così
      i firmatari pagheranno le conseguenze
      vedendosi boicottati da quanti contrari al
      carcere per un mp3..in realtà una minoranza.infatti il controsenso è proprio questo: chi scarica e si informa è la minima parte degli utenti di musica: come può incidere sulle vendite? Altrimenti se fossero tanti, tutta la gente sarebbe informata: invece guardatevi in giro: nessuno sa niente.
      Proprio in questo fine settimana a Genova
      inizia il Boa Goa,se non sbaglio vi
      sarà anche il Piotta,beh.. fatevi
      sentire!io direi di non farsi sentire affatto. silenzio assoluto e abbandono del posto ... al massimo con una lettera al produttore o al tour manager.
      Ultima cosa:

      BOICOTTARE,BOICOTTARE,BOICOTTARE!si ma... dirlo agli altri, farsi capire.fategli vedere che succede con certi cd anticopia ORIGINALI con le vostre autoradio o con i lettori cd-dvd da tavolo!!!! :(
      p.s.:
      La Legge Urbani è una cagata pazzesca!
      (gradirei standing ovation e 92 minuti di
      applausi)
      :Dce l'hai ! ^_________^
    • Anonimo scrive:
      Re: Popolo della Rete vs Carcerieri 40000a62
      Boicotto l'industia musicale/cinematografica da oramai 5 anni.Non scarico manco con P2P, tanto oramai tutta la musica che esce non mi piace. Idem per i film, per i quali aspetto con molta tranquillita' il passaggio televisivo.Reiniziero' ad aquistare quando il prezzo e l'atteggiamento diquesti signori sara' radicalmente rivisto.Intanto ascolto la radio e guardo MTV ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Popolo della Rete vs Carcerieri 40000a62
        [cut]
        Intanto ascolto la radio e guardo MTV ;)Lo sai che il tuo cervello può essere considerato una memoria di massa?Presto dovrai pagare anche per "ricordare" le canzoni che ascolti su radio e TV. ;)E non provare a canticchiarle sotto la doccia che se le pareti sono sottili i vicini sentono... :D
  • Anonimo scrive:
    Ragazzi, uno sballo: leggete qui
  • HostFat scrive:
    Quote da NG e 2 idee ... (post lungo :P)
    Chiedo scusa per la lunghezza del post, credo cmq che si potrebbero trovare vari spunti su cui si potrebbe discutere ...Riporto qui parte di una discussione avvenuta non molto tempo fa su un newsgroup:--------------Enrico scrive:Un saluto cordiale, mi presento, sono nuovo o perlomeno; relativamentenuovo, sono anni che mi documento sul forum, ma di solito non scrivo,preferisco leggere i mess. e normalmente i miei pensieri trovanocorrispondenza con quelli di voi tutti, ma ultimamente non concordo con lacorrente di insensatezza che dilaga nel forum.Premetto che se leggo codesto forum qualche attinenza con il p2p io la devoavere, quindi sono uno di voi, ma sono dispiaciuto che quasi nessuno abbiacercato di trovare una soluzione al problema che non sia il "dare fuoco aBerlusconi o decapitare Urbani o governo ladro ecc. ecc. .Tralasciamo il discorso giustissimo riguardante il prezzo eccessivo delleopere protette da copyrait, che ci spingono al fai da te, e questo e' uneccesso, ma noi stavamo dall'altra parte e sempre in eccesso, era comeandare in un negozio ed infilare nello zaino i programmi o film o cd audioche ci interessavano e poi ringraziando il venditore con una stretta di manoe basta andavamo via con lo zaino pieno di softwere.Ma vi sembra giusto?Ora rosico anche io della fine di cio', ma ho sempre pensato che la pacchiaun giorno sarebbe finita, e allora mi chiedo; ma proposte sensate dove sono?Io ho pensato che si potrebbero diversificare i tempi di protezione delcopyrait, tipo 1 anno per il divieto in rete, un po come e adesso per glialtri sistemi di diffusione, non sono ferrato in materia ma credo che peresempio un film che e' uscito in dvd non possa essere ancora riprodotto intv, ecc.Insomma la mia idea potrebbe essere una cazzata ma vorrei proposte sensatecon l'uso del cervello che la comunita' del p2p ne ha da vendere.--------------Io rispondo:Sai dove credo che stia il problema?Le major e simil in tutti questi anni hanno fatto di tutto per creare unsistema pubblicitario da poter usare +o- ovunque e con chiunque.La TV, il cinema, la musica, i cartelloni pubblicitari e tutto quello che viviene in mente ... messi insieme portano a far credere all'utente/compratoredi aver bisogno di nuovi vestiti alla moda, bere bibite alla moda, nuovimodi di acconciare i capelli e magari se sei un bambino le ultime figurinedei calciatori, l'ultimo omino giocattolo di qualche film o cartoneanimato... Alle major, o cmq quelle persone che stanno dietro a tutto questosistema ci tengono moltissimo a creare questi bisogni insasiabili.Ora hanno un mucchio, un infinità di gente che è disposta a tutto pur dicomprarsi questo, quello e quell'altro... e sono loro a decidere i prezzi...Fra queste cosucce "indispensabili" c'è anche la musica, di persè questaperò dovrebbe essere pura cultura, peccato che anche qua sopra le major cimarcino sopra. Come saprai ogni anno tirano fuori chissa quali "nuoviartisti del momento!". Devi ascoltare la loro musica (denaro), devi vestirecome loro (denaro), devi mangiare quello che mangiano loro (denaro), deviavere la loro stessa macchina (denaro), ecc... ecc...Non ci potremo mai permettere tutto questo, ma il bisogno insaziabile chequesto sistema ci ha infilato nel cervello ( perchè alla fine è un purolavaggio del cervello, anche se detto un pò sul ridere :D ) è da bloccare eda saziare...E' allora nato Napster ... Qui le major hanno perso il controllo di tutto...Se non ci fosse stata questa situzione il p2p sarebbe mai nato?Se il p2p è la soluzione al problema "costi-elevati" e"fabbisogno-insaziabile", chi ha creato questi 2 problemucci? Chi decide iprezzi? Chi ha messo in piedi tutto sto sistema pubblicitario?A parer mio è troppo tardi per sanare questa situazione, chi è causa del suomal pianga se stesso ;)--------------Riketo risponde a me:son d'accordissimo. Il sistema capitalistico ti induce bisogni superflui, tiinstilla delle necessita' inutili, ti crea dipendenza verso le futilita'. Sesi ragiona sopra si vede che son "bisogni" nati in quest'ultimo mezzosecolo, se si ragiona sopra si vede che se ne puo' benissimo fare a meno, magli stimoli per tasformare l'homo sapiens in homo capiens (leggicontenitore) sono talmente forti, talmente permeanti che e' effettivamenteimpossibile sfuggire loro.A quando il metodo "Happy Betty"?(per chi non sapesse di che parlohttp://www.bozzetto.com/features/Vip/vipmiofratellosuperuomo.htm )--------------END ( Era un bel quote e quindi volevo riportarlo )Il tutto per dire che alla fine hanno anche ragione loro, noi a rigor di logica non siano assolutamente costretti ad ascoltarli e comprarli. Possiamo benissimo farne a meno. Ci sono un sacco di artisti che cmq distribuiscono gratis.E' il sistema che ci circonda, questa leggera imposizione che ci costringe a volerli, a possederli ...Rimane un problema però, e questo bisogna risolverlo assolutamente, noi continuamo a pagarli pur non ascoltandoli (leggasi SIAE)Io sono daccordo col smettere di scaricare e ascoltare illegalmente questi artisti. Ma dovranno saltare tutte (TUTTE!) le tasse che noi siamo costretti a pagare. E nessun artista dovrà mai (MAI!) essere costretto a sottostare alla dittatura della SIAE.( belle parole, ma ora? :( )Un altra parte di me però pensa che essendo un bene riproducibile all'infinito, questi non debba essere limitato/tassato.Sempre che questi non vada a danno della maggioranza.Se il pane per magia fosse riproducibile all'infinito i panettieri chiuderebbero. MA! Caxxo direi che la maggioranza avrebbe solo da giovarne. In questa situazione magica/fantastica (situazione di pane infinito) gli unici panettieri a rimenare sarebbero quelli a dare il massimo di loro per la comunità. Per ottenere il miglior pane in assoluto. Tutti a tentare di produrre il miglior pane di un genere. Ogniuno si impegnerebbe a dare il massimo in una qualuque caratteristica del pane.Lo stesso sarebbe per la musica (qua la situazione non è magica, la musica si può già riprodurre all'infinito) ma c'è cmq chi impedisce ciò...
    • Whishper scrive:
      Re: Quote da NG e 2 idee ... (post lungo :P)

      Se il pane per magia fosse riproducibile
      all'infinito i panettieri chiuderebbero. MA!
      Caxxo direi che la maggioranza avrebbe solo
      da giovarne. In questa situazione
      magica/fantastica (situazione di pane
      infinito) gli unici panettieri a rimenare
      sarebbero quelli a dare il massimo di loro
      per la comunità. Per ottenere il
      miglior pane in assoluto. Tutti a tentare di
      produrre il miglior pane di un genere.
      Ogniuno si impegnerebbe a dare il massimo in
      una qualuque caratteristica del pane.
      Lo stesso sarebbe per la musica (qua la
      situazione non è magica, la musica si
      può già riprodurre
      all'infinito) ma c'è cmq chi
      impedisce ciò...Sono d'accordissimo con te. In realtà non scrivo nulla che tu non abbia già detto, volevo solo esplicitare una riflessione che tu mi hai fatto venire in mente:quanti sono contro la fame del mondo? e se quello strumento che genera il pane dal nulla, sarebbe giusto che qualcuno ne impedisse la distribuzione solo perchè manderebbe in rovina i panettieri?cmq in realtà il paragone non è troppo azzeccato: un paragone + vicino sarebbe che un panettiere che creasse una ricetta "super", non vorrebbe vedere replicata su quello strumento la sua ricetta... e tu dici, vabbè, ci accontentiamo di quella std. per accontentare chi muore di fame, e i "ricchi", se vogliono, vanno dal "superpanettirere". Ma questo esiste già: esiste la musica libera, la musica free, la open music licence..facciamo capire a sti panettieri che se vogliono i soldi devono creare delle "superricette", e non 'ste schifezze, e che se vogliamo le alternative libere (in tutte e due le sue accezioni) ci sono eccome... dico: scarichiamo e ascoltiamo le musiche free, e ringraziamo ed incitiamo chi le scrive! la musica non è un mezzo per fare soldi, e NEMMENO UN MEZZO PER FARE CULTURA: è solo uno strumento per esprimere ciò che abbiamo dentro....non facciamola morire così!
      • Anonimo scrive:
        Re: Quote da NG e 2 idee ... (post lungo
        - Scritto da: Whishper

        Se il pane per magia fosse riproducibile

        all'infinito i panettieri
        chiuderebbero. MA!

        Caxxo direi che la maggioranza avrebbe
        solo

        da giovarne. In questa situazione

        magica/fantastica (situazione di pane

        infinito) gli unici panettieri a
        rimenare

        sarebbero quelli a dare il massimo di
        loro

        per la comunità. Per ottenere il

        miglior pane in assoluto. Tutti a
        tentare di

        produrre il miglior pane di un genere.

        Ogniuno si impegnerebbe a dare il
        massimo in

        una qualuque caratteristica del pane.

        Lo stesso sarebbe per la musica (qua la

        situazione non è magica, la
        musica si

        può già riprodurre

        all'infinito) ma c'è cmq chi

        impedisce ciò...

        Sono d'accordissimo con te. In realtà
        non scrivo nulla che tu non abbia già
        detto, volevo solo esplicitare una
        riflessione che tu mi hai fatto venire in
        mente:
        quanti sono contro la fame del mondo? e se
        quello strumento che genera il pane dal
        nulla, sarebbe giusto che qualcuno ne
        impedisse la distribuzione solo
        perchè manderebbe in rovina i
        panettieri?:(Purtroppo la realtà è piu' ancora piu' crudele.....Gli interessi economici vengono sempre prima delle minoranze indifese.Vedi i brevetti sui farmaci.Cosa che di fatto impedisce la produzione a basso costo di farmaci per il terzo mondo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quote da NG e 2 idee ... (post lungo
          - Scritto da: Anonimo

          [CUT]
          Purtroppo la realtà è piu'
          ancora piu' crudele.....
          Gli interessi economici vengono sempre prima
          delle minoranze indifese.
          Vedi i brevetti sui farmaci.
          Cosa che di fatto impedisce la produzione a
          basso costo di farmaci per il terzo mondo.La differenza sta che per i farmaci il brevetto dura 18 anni, per una canzone di Piotta 70 anni.
  • Anonimo scrive:
    MA CHI VI CONOSCE?
    non ho mai riso tanto leggendo commenti tanto azzeccati.primo: come si fa a definire artista sia Tiziano, che Rubens che Max Pezzali?secondo: complimenti per l'espressione pirateria personale, con cui confondete la criminalità organizzata e l'innoqua masterizzazione di una traccia di fiorello. è come equiparare la prostituzione alla masturbazione. suvvia, no anche allo sfruttamento sessuale personale!terzo: ma chi li conosce a Simona Bencini, Massimo Chiti Conti, Massimiliano Colombo, Roberto Feltracco, Marco Ghislandi, Amalia Grè , Paolo Martella, Diego Leoni, Ruben Paganelli, Angelo Pandolfi, Marco Piraccini, Stefano Raffaini, Fabrizio Rubessi, Silvio Uboldi, Linda Valori e Gianpaolo Viani?quarto: il Mazza, non poteva scegliersi dei che almeno su e-mule li trovi?quinto: sessanta firme che percentuale sono in italia? meno dello 0,0001 %. Già meno di uno su un milione.sesto: l'ipocrisia della fimi. questi qui cercano di emergere e la fimi li sbatte subito in bella vista e sputtana tutta la loro carriera. dnq ora fimi e artisti (che coraggio a definirli così ! )ma cosa sperano ora? in un riscontro d'immagine?settimo: pensavo di stamparmi una bella maglietta con questi nomi.ottavo: siete sicuri che la gente sia tanto cogliona che dopo che la spedite in galera, appena esce fa subito un pieno di cd a 22 euro?nono: una volta che non c'era la luce elettrica, si affittavano le bombole a gas. dopodiché la luce elettrica ha consentito un risparmio sui costi, causando d'altro canto una rivoluzione del sistema di distribuzione dell'energia. E l'omino che veniva a casa a consegnarti la bombola ha, ovviamente, perso o cambiato lavoro... chissà perché, nessuno aveva allora pensato di criminalizzare chi accendeva la luce. signori delle major! adattatevi al mondo che cambia!decimo: quanti sono i criminali che solo in italia scaricano mp3? 3 milioni? 4 milioni? vi serve a qualcosa criminalizzare tanta gente solo per ingrassarvi il portafogli? sapete quanti vi bypassano comprando i cd in germania o in austria? non vi rendete conto che siete antipatici e che state esagerando? non vi rendete conto che con questa politica venderete sempre meno? ... fate voi
    • Anonimo scrive:
      Re: MA CHI VI CONOSCE?
      - Scritto da: Anonimo
      non ho mai riso tanto leggendo commenti
      tanto azzeccati.
      primo: come si fa a definire artista sia
      Tiziano, che Rubens che Max Pezzali?

      secondo: complimenti per l'espressione
      pirateria personale, con cui confondete la
      criminalità organizzata e l'innoqua
      masterizzazione di una traccia di fiorello.
      è come equiparare la prostituzione
      alla masturbazione. suvvia, no anche allo
      sfruttamento sessuale personale!

      terzo: ma chi li conosce a Simona Bencini,
      Massimo Chiti Conti, Massimiliano Colombo,
      Roberto Feltracco, Marco Ghislandi, Amalia
      Grè , Paolo Martella, Diego Leoni,
      Ruben Paganelli, Angelo Pandolfi, Marco
      Piraccini, Stefano Raffaini, Fabrizio
      Rubessi, Silvio Uboldi, Linda Valori e
      Gianpaolo Viani?

      quarto: il Mazza, non poteva scegliersi dei
      che almeno su e-mule li trovi?

      quinto: sessanta firme che percentuale sono
      in italia? meno dello 0,0001 %. Già
      meno di uno su un milione.

      sesto: l'ipocrisia della fimi. questi qui
      cercano di emergere e la fimi li sbatte
      subito in bella vista e sputtana tutta la
      loro carriera. dnq ora fimi e artisti (che
      coraggio a definirli così ! )
      ma cosa sperano ora? in un riscontro
      d'immagine?

      settimo: pensavo di stamparmi una bella
      maglietta con questi nomi.

      ottavo: siete sicuri che la gente sia tanto
      cogliona che dopo che la spedite in galera,
      appena esce fa subito un pieno di cd a 22
      euro?

      nono: una volta che non c'era la luce
      elettrica, si affittavano le bombole a gas.
      dopodiché la luce elettrica ha
      consentito un risparmio sui costi, causando
      d'altro canto una rivoluzione del sistema di
      distribuzione dell'energia. E l'omino che
      veniva a casa a consegnarti la bombola ha,
      ovviamente, perso o cambiato lavoro...
      chissà perché, nessuno aveva
      allora pensato di criminalizzare chi
      accendeva la luce. signori delle major!
      adattatevi al mondo che cambia!

      decimo: quanti sono i criminali che solo in
      italia scaricano mp3? 3 milioni? 4 milioni?
      vi serve a qualcosa criminalizzare tanta
      gente solo per ingrassarvi il portafogli?
      sapete quanti vi bypassano comprando i cd in
      germania o in austria? non vi rendete conto
      che siete antipatici e che state esagerando?
      non vi rendete conto che con questa politica
      venderete sempre meno? ... fate voi:D mi sei piaciuto!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: MA CHI VI CONOSCE?
      Ma anche "Ma che volete da noi?" Ah, ho capito un parco buoi che acquisti acquisti acquisti i cd "a prezzi accessibili a tutti" (questa è veramente bella, mai sentita una faccia tosta del genere) come li definiscono loro ? Ma roba da matti..
    • Anonimo scrive:
      Re: MA CHI VI CONOSCE?
      ottima analisi
  • Anonimo scrive:
    La banda del FIMI
    Insomma, un po' come il boicottaggio a Sanremo... le major comandano e gli "artisti" obbediscono.
  • Kama scrive:
    L'accesso più ampio possibile...
    "Noi artisti, musicisti e autori - si legge nel testo - desideriamo che il nostro pubblico abbia l'accesso più ampio possibile alle nostre opere" ...e quindi le proteggiamo con sistemi che le rendano illegibili su molti dispositivi comuni alla faccia del nostro bel pubblico pagante.E forse desiderano anche che il loro pubblico gli paghi qualche spicciolo per ogni cd e dvd vegine che compra...che non fa mai male.(io non ne ascolto 1 di questi sedicenti musicisti ma)boicottare la lista dei firmatari non sarebbe male ;)
  • Anonimo scrive:
    RAIZ, CAMBIATO VITA EH?
    Bocciato!Avanti il prossimo!
    • Anonimo scrive:
      Re: RAIZ, CAMBIATO VITA EH?
      - Scritto da: Anonimo
      Bocciato!

      Avanti il prossimo!manco sapevo chi era, ma mi associo.come per la maggior parte di questi.i Fluxus li conoscete? Sono italiani eh!!!andate a comprarvi un loro cd!sostenete artisti buoni!ma la distribuzione c'è? NOOOOOOOe allora cosa farete? L'artista cosa farà? Preferirà che la sua musica non si diffonda in ALCUN MODO oppure ... in qualche modo, a prescindere dal dinero che tanto nemmeno il suo distributore gli fa arrivare?
  • Anonimo scrive:
    VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
    C'è poco da dire, siamo noi che decidiamo!Firmate firmate pure, ma sappiate che la spuntiate o no, modifiche al DL o no, ormai il Vs nomi noi ce li ricordiamo.Non si comprerà più un vs cd, nè un vs concerto, non si parlerà mai bene delle vs opere con gli amici o i conoscenti.Sarete sconsigliati da tutti a tutti, e il passaparola sarà molto ma molto veloce.Un esempio? la mia ragazza mi stava convincendo ad andare al concerto di Ramazzotti (che già mi faceva schifo prima)...bene caro Eros(e), i miei 50€ te li sogni ormai!!Mazza quanto t'è costata sta firmetta eh?Continuiamo con la Lista nera e vediamo chi vale la pena acquistare e chi dimenticare!
    • Ekleptical scrive:
      Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO

      Non si comprerà più un vs cd,Ma quando mai li compri i CD te. Nel 90% dei casi gli unici CD che ha visto il p2paro sono quelli nei negozi. La perdita per Mazza e soci è zero netto.
      Un esempio? la mia ragazza mi stava
      convincendo ad andare al concerto di
      Ramazzotti (che già mi faceva schifo
      prima)...bene caro Eros(e), i miei 50?
      te li sogni ormai!!Ma va là che, anche facendo finta che fosse vero, non vedevi l'ora di trovare una scusa per svicolare la morosa.Notte e divertitevi.
      • Anonimo scrive:
        Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
        E' notte trollosa!Notte troll, noi intanto si continua per davvero (e salutami l'amico Mazza)(troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
          Io quelli che valgono li compro, molto spesso li regalo.Tra quelli per me e quelli in regali per ora sono una 15ina dall'inizio dell'anno, da maggio 0, 0 cinema, 0 dvd, 0 concerti!Se dovessi riprendere a comprarli cmq i firmatari sono bannati!
      • Anonimo scrive:
        Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
        - Scritto da: Ekleptical

        Non si comprerà più un
        vs cd,

        Ma quando mai li compri i CD te. Nel 90% dei
        casi gli unici CD che ha visto il p2paro
        sono quelli nei negozi. La perdita per Mazza
        e soci è zero netto.



        Un esempio? la mia ragazza mi stava

        convincendo ad andare al concerto di

        Ramazzotti (che già mi faceva
        schifo

        prima)...bene caro Eros(e), i miei 50€

        te li sogni ormai!!

        Ma va là che, anche facendo finta che
        fosse vero, non vedevi l'ora di trovare una
        scusa per svicolare la morosa.

        Notte e divertitevi.Fammi capire: in Italia ci sono moltissime persone che usano il p2p e questi non comprano nessun cd.Poi ci mettiamo quelli che li copiano da amici,quelli che comprano pirata...mi chiedo con cosa si sostenga il mercato,perchè seguendo il tuo ragionamento ci dovrebbe già essere stato un tracollo clamoroso con cd venduti ormai a 5 euro(milioni di italiani on dovrebbero comprare neanche mezzo cd).Io questa crisi devastante non l'ho vista.Come mai?Forse il ragionamento è da rivedere.PS: ma se il p2paro non andrebbe mai in negozio e le perdite delle Major sarebbero a zero,il problema qual è?Perchè,messa così,è praticamente un inno al p2p.
        • Anonimo scrive:
          Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
          Non fa una grinza! ;)- Scritto da: Anonimo

          PS: ma se il p2paro non andrebbe mai in
          negozio e le perdite delle Major sarebbero a
          zero,il problema qual è?
          Perchè,messa così,è
          praticamente un inno al p2p.
          • Anonimo scrive:
            Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
            - Scritto da: Anonimo
            Non fa una grinza! ;)Per la verita', il condizionale al posto del congiuntivo fa molto piu' di una grinza, alla lingua italiana, ovviamente....

            - Scritto da: Anonimo



            PS: ma se il p2paro non andrebbe mai in

            negozio e le perdite delle Major
            sarebbero a

            zero,il problema qual è?

            Perchè,messa così,è

            praticamente un inno al p2p.
        • Anonimo scrive:
          Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO

          PS: ma se il p2paro non andrebbe mai in
          negozio e le perdite delle Major sarebbero a
          zero,il problema qual è?
          Perchè,messa così,è
          praticamente un inno al p2p.Mi autoquoto per correggere il PS,scritto malissimo(l'ho in parte riscritto ma senza adattare tutto il discorso alla nuova forma).Doveva aessere così:PS: ma se il p2paro non andrebbe comunueque mai in negozio e le perdite delle Major fossero quindi zero,il problema qual sarebbe?
          • Anonimo scrive:
            Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
            Che tu sei un ladro ! Perchè vedi è come se tu rubassi una Ferrari, no perchè voglio dire, fruisci di un bene etc.etc.etc.(è uno scherzo, sia chiaro)
          • Anonimo scrive:
            Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO

            Mi autoquoto per correggere il PS,scritto
            malissimo
            PS: ma se il p2paro non andrebbe comunuequeNon ANDREBBE?Fortuna che correggi :D
      • Anonimo scrive:
        Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
        Una, due, tre volte ...... ma nel mio caso è da febbraio che non mette piede in un cinema con me ... perchè è da quell'epoca che non ci vado !Grazie dell'augurio, mi diverto anche senza la merda venduta a peso d'oro.Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
        ''' (0 0) +------oOO----(_)---------------+ | Please don't feed the Troll | +-------------------------oOO----+ |__|__| || || ooO Ooo
    • Anonimo scrive:
      Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
      Nato ai bordi di periferia... sposatosi in un castello da favola. Torni ogni tanto in quella periferia a vedere come vive la gente comune!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
        - Scritto da: Anonimo
        Nato ai bordi di periferia... sposatosi in
        un castello da favola. Torni ogni tanto in
        quella periferia a vedere come vive la gente
        comune!!!Figurati... già ai tempi della canzone diceva "dove non ci torno quasi più".... pensa quanto ci torna ora.Magari si renderebbe conto di cosa sono per la gente comune i 50 euro del suo concerto o i 35 del cd.
      • Anonimo scrive:
        Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
        - Scritto da: Anonimo
        Nato ai bordi di periferia... sposatosi in
        un castello da favola. Torni ogni tanto in
        quella periferia a vedere come vive la gente
        comune!!!Aggiungo che tale tizio parla milanese e tifa Juventus ( senza nessuna polemica nord/sud) praticamente a Roma e' un rinnegato, poi sempre tale tizio, spacciava fumo ai bordi di periferia Vabbe' la smetto che mi viene male a parlare del demente
        • Anonimo scrive:
          Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
          Insomma rinnegato.. all'olimpico c'erano 50000 spettatori!!- Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Nato ai bordi di periferia... sposatosi
          in

          un castello da favola. Torni ogni tanto
          in

          quella periferia a vedere come vive la
          gente

          comune!!!
          Aggiungo che tale tizio parla milanese e
          tifa Juventus ( senza nessuna polemica
          nord/sud) praticamente a Roma e' un
          rinnegato, poi sempre tale tizio, spacciava
          fumo ai bordi di periferia

          Vabbe' la smetto che mi viene male a parlare
          del demente
    • Anonimo scrive:
      Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
      Capirai che gli ferga al mazza... mica rappresenta quelli dei concerti lui... e scommetto che alla tua squinzia hai già scaricato tutto ramazzotti comprese le versioni hiddish...
      • Anonimo scrive:
        Re: VOI FIRMATE E NOI NON VI COMPRIAMO
        squinzia?Azzo siamo tornati paninari eh?Cmq non ho scaricato nulla, al massimo se lo fa lei da sola.ciao- Scritto da: Anonimo
        Capirai che gli ferga al mazza... mica
        rappresenta quelli dei concerti lui... e
        scommetto che alla tua squinzia hai
        già scaricato tutto ramazzotti
        comprese le versioni hiddish...
  • DoubleGJ scrive:
    NON RUBATE I NOSTRI SOLDI
    m imeraviglio del piotta che è uno dei pochi casi a partei suoi cd costano cosi poco che VALE lapena comprarligli altri andassero a trovarsi un vero lavoro :Pio personalmente pagherei sempre i CD se i soldi andassero maggiormente all'artistabasta con la major rubasoldiniil sistema è sbagliato! i FANS voglio pagare i CD e fare guadagnare soldi agli artisti che amano, non alle major che li sfruttano.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON RUBATE I NOSTRI SOLDI
      Si,si spezziamo le catene cos'è Radici. :)
    • Ekleptical scrive:
      Re: NON RUBATE I NOSTRI SOLDI

      il sistema è sbagliato! i FANS voglio
      pagare i CD e fare guadagnare soldi agli
      artisti che amano, non alle major che li
      sfruttano.Li sfruttate più voi che non li pagate o le major che comunque li pagano?
      • Anonimo scrive:
        Re: NON RUBATE I NOSTRI SOLDI
        - Scritto da: Ekleptical
        Li sfruttate più voi che non li
        pagate o le major che comunque li pagano?Facile, con i soldi nostri...Se invertissimo le parti e le major ci regalassero i soldi per pagare gli artisti, compreremmo tutti gli album!
      • pandavr scrive:
        Re: NON RUBATE I NOSTRI SOLDI
  • Anonimo scrive:
    Braccia rubate all'agricoltura....
    Altro che " CREATIVI"............Hanno paura di non potersi cambiare la Ferrari a fine anno, altro che storie.....E' sempre una questione di soldi.....Ma perchè questa gente non va a lavorare in miniera o nelle campagne a raccogliere pomodori o angurie?Io non comprerò mai più nulla di originale, a costo di martellarmi le dita e di incollarmi il portafogli con l'attack....!!A LAVORARE, PECORONI...!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    GABRY PONTE ?
    ha firmato?Duca Conte TB
  • Anonimo scrive:
    via la musica di questi artisti dal p2p!
    ...e accontentiamoli, che liberazione!!!!!! :)E che sara' mai ? E cancellatevilli :DTanto veramente, chi di voi ascolta Pappalardo o Mietta? :DRipuliamo la rete dalle belinate italiane! Per un P2P dove la musica di qualita' possa finalmente trionfare!!! :)
  • Anonimo scrive:
    [sondaggio] suigli e-muli e animali vari
    tirate una riga per indicare che usate ancora e-muli et similia-------------------se non li usate più li avete abbandonati per colpa di "Faccia di Pitale"?
    • Anonimo scrive:
      Re: [sondaggio] suigli e-muli e animali vari
      - Scritto da: Anonimo
      tirate una riga per indicare che usate
      ancora e-muli et similia

      -------------------

      se non li usate più li avete
      abbandonati per colpa di "Faccia di Pitale"?------------------------------------------------------
    • avvelenato scrive:
      Re: [sondaggio] suigli e-muli e animali
      - Scritto da: Anonimo
      tirate una riga per indicare che usate
      ancora e-muli et similia

      -------------------

      se non li usate più li avete
      abbandonati per colpa di "Faccia di Pitale"?io non uso nulla. Ho solo una specie di Messenger, tipo msn ma più bello e con più amici intelligenti, e tante chat... si chiama tipo "cerca-anime"
      • TPK scrive:
        Re: [sondaggio] suigli e-muli e animali



        se non li usate più li avete

        abbandonati per colpa di "Faccia di
        Pitale"?


        io non uso nulla. Ho solo una specie di
        Messenger, tipo msn ma più bello e
        con più amici intelligenti, e tante
        chat... si chiama tipo "cerca-anime"E lo proponi alle tue nuove amiche... ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 23.31-----------------------------------------------------------
        • avvelenato scrive:
          Re: [sondaggio] suigli e-muli e animali
          - Scritto da: TPK

          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da: Anonimo


          tirate una riga per indicare che
          usate


          ancora e-muli et similia





          -------------------





          se non li usate più li avete


          abbandonati per colpa di "Faccia di

          Pitale"?





          io non uso nulla. Ho solo una specie di

          Messenger, tipo msn ma più bello
          e

          con più amici intelligenti, e
          tante

          chat... si chiama tipo "cerca-anime"

          E lo proponi alle tue nuove amiche...
          ;)se proprio non gradiscono il tarallo... :D
  • Anonimo scrive:
    Qui trovate un'altra bella lista
    http://www.ifpi.org/site-content/library/petition2000.pdfSempre contro la pirateria via web (è diviso per nazioni), così vi mettete l'anima in pace.
  • Anonimo scrive:
    E' finita un'epoca
    E' inutile continuare a dibattere sul prezzo alto dei CD e quindi su una certa legittimità o meno di copiare la musica. Copiare la musica oggi è come rubare, su questo non ci piove.Sono ugualmente inutili queste petizioni e questi tentativi tecnici e giuridici di arginare il fenomeno del P2P e della masterizzazione in generale. E' finita l'epoca in cui i cantanti, i musicisti e tutto il mondo che gira attorno potevano guadagnare cifre incredibili. Il fenomeno della condivisione è inarrrestabile e a meno che non si voglia fare una lotta al P2P maggiore di quella che si fa alla Mafia, a meno che non si decida l'ergastolo per chi copia la musica questo fenomeno andrà inevitabilmente ad intaccare i guadagni di moltissimi musicisti. Il punto è che una società si basa su norme condivise prima che imposte. Le persone normali non uccidono in primo luogo perchè è sbagliato e lo sentono moralmente riprovevole. Poi c'è la legge che però non potrebbe nulla se il reato non fosse intimamente considerato dalla popolazione un atto moralmente sbagliato.Tutto questo per dire che le leggi non possono passare sopra il sentire comune e se oggi per la maggior parte delle persone copiare e condividere opere artistiche non è un reato sarà il caso di prenderne atto.Non ci sarà più musica? Nulla di più falso, gli artisti veri continueranno a fare musica, non guadagneranno più miliardi, ma magari arriveranno ad un buon stipendio da dirigente. Che c'è da scandalizzarsi? Mozard è morto povero, se DJ Francesco guadagnerà come un impiegato non vedo cosa ci sia di male. La storia è piena di lavori che per un periodo sono altamente remunerativi e poi piano piano scendono nella scala. Sarà così anche per quello che gira intorno alla musica, con o senza leggi repressive. Quello che i discografici e simili stanno facendo è il canto del cigno.Mi spiace per loro, magari hanno anche ragione, ma è finita un'epoca.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' finita un'epoca
      Secondo me invece non cambierà proprio nulla, anzi nonostante il dilagare del P2P le case discografiche e gli artisti (sic) continueranno ad ingrassare.Una volta c'erano le cassettine, se entravi in un negozio al Sabato ne comperavano a tonellate e via di copia agli amici vinile2tape e tape2tape.SIa le case discografiche che gli autori facevano i super-soldoni.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' finita un'epoca
      - Scritto da: Anonimo
      E' inutile continuare a dibattere sul prezzo
      alto dei CD e quindi su una certa
      legittimità o meno di copiare la
      musica. Copiare la musica oggi è come
      rubare, su questo non ci piove.Equiparare la copia al furto è errato, logicamente e giurisprudenzialmente parlando. Con la legge Urbani è stata intrapresa una strada sbagliata ma non significa che non si debba tornare indietro.
      Sono ugualmente inutili queste petizioni e
      questi tentativi tecnici e giuridici di
      arginare il fenomeno del P2P e della
      masterizzazione in generale.Tecnicamente credo anch'io che il P2P non si possa arginare, ma è al livello politico che si deve agire per non ridursi a fare i carbonari. Non capisco perchè dobbiamo nasconderci quando abbiamo delle proposte da fare e la forza elettorale per presentarle.
      E' finita l'epoca in cui i cantanti, i
      musicisti e tutto il mondo che gira attorno
      potevano guadagnare cifre incredibili. Il
      fenomeno della condivisione è
      inarrrestabile e a meno che non si voglia
      fare una lotta al P2P maggiore di quella che
      si fa alla Mafia, a meno che non si decida
      l'ergastolo per chi copia la musica questo
      fenomeno andrà inevitabilmente ad
      intaccare i guadagni di moltissimi
      musicisti. Sai quanto del prezzo di un CD va agli artisti? Di 21 euro solo un euro circa. C'è una distanza infinita tra gli artisti e i loro clienti, nel mezzo, un'infinità di intermediari, per prime le major, che poi sono coloro che si oppongono a trovare un modo di pagare gli autori combatibile con i sistemi di file sharing. Se riusciamo a ridurre il numero e le richieste degli intermediari gli artisti potranno essere piu' ricchi di prima e il cliente potrà pagare molto meno di oggi. iTunes sta dimostrando che il ruolo delle major puo' essere notevolmente ridimensionato.Il punto è che una
      società si basa su norme condivise
      prima che imposte. Le persone normali non
      uccidono in primo luogo perchè
      è sbagliato e lo sentono moralmente
      riprovevole. Poi c'è la legge che
      però non potrebbe nulla se il reato
      non fosse intimamente considerato dalla
      popolazione un atto moralmente sbagliato.E' per questo che sono convinto che alla fine vinceremo questa battaglia.
      Tutto questo per dire che le leggi non
      possono passare sopra il sentire comune e se
      oggi per la maggior parte delle persone
      copiare e condividere opere artistiche non
      è un reato sarà il caso di
      prenderne atto.
      Non ci sarà più musica? Nulla
      di più falso, gli artisti veri
      continueranno a fare musica, non
      guadagneranno più miliardi, ma magari
      arriveranno ad un buon stipendio da
      dirigente.Il sistema attuale favorisce pochi musicisti ai danni dei molti. Un sistema di pagamento basato sulla legalizzazione dei sistemi di file sharing e la riduzione degli intermediari favorisce una distribuzione piu' uniforme degli introiti a differenza, ad esempio, dell'attuale metodo usato dalla SIAE, e maggior pluralismo. Che c'è da scandalizzarsi?
      Mozard è morto poveroA differenza di quanto tramandatoci dall'iconografia cinematografica moderna Mozart non era povero, guadagnava abbastanza bene ma spendeva molto. E' vero che è morto giovane, secondo i nostri canoni però, all'epoca di Mozart morire a meno di quarant'anni non era un fatto desueto.Comunque hai citato Mozart, che ha vissuto in un'epoca dove non esisteva il diritto d'autore. No, la musica non può morire per colpa del file-sharing, potrà cambiare (cosa che mi auguro) ma non finire., se DJ
      Francesco guadagnerà come un
      impiegato non vedo cosa ci sia di male. Personalmente credo siano braccia rubate all'agricultura, questo mentre gente come L. Einaudi o Amalia Grè si sono fatti una gavetta infinita per guadagnare meno di lui. Storture dell'attuale mercato. E' anche per questo che dovrebbe cambiare.La
      storia è piena di lavori che per un
      periodo sono altamente remunerativi e poi
      piano piano scendono nella scala.
      Sarà così anche per quello che
      gira intorno alla musica, con o senza leggi
      repressive. Quello che i discografici e
      simili stanno facendo è il canto del
      cigno.
      Mi spiace per loro, magari hanno anche
      ragione, ma è finita un'epoca.La loro avidità gli impedisce di accettare la mano che gli stiamo tendendo, ovvero sedersi ad un tavolo istituzionale con i fornitori di connettività, i rappresentanti dei produttori di hardware e le associazioni dei consumatori per definire una licenza collettiva per la distribuzione legale dei contenuti protetti sui sistemi di file sharing, dietro il versamento di una quota forfettaria. Probabilmente quando capiranno che il file sharing è inarrestabile decideranno di riparlarne.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' finita un'epoca
      - Scritto da: Anonimo
      E' inutile continuare a dibattere sul prezzo
      alto dei CD e quindi su una certa
      legittimità o meno di copiare la
      musica. Copiare la musica oggi è come
      rubare, su questo non ci piove.No, porca vacca! Ci piove eccome, se ci piove!Chi lo dice che e' come rubare [una Ferrari]?Lo dicono loro, non certo la gente.E perche' lo dicono?Perche' alla fine la gente finisca col crederlo!E tu ci stai cascando!NON E' RUBARE!Rubare vuol dire togliere qualcosa, non aumentarne la disponibilita'.Anche Gesu' Cristo diceva "Non Rubare" e poi andava a duplicare i pani e i pesci.Troviamo un'altra parola, ma non "rubare".Un po' di rispetto per la lingua italiana e per il diritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' finita un'epoca

      Mozard è morto povero, se DJ
      Francesco guadagnerà come un
      impiegato non vedo cosa ci sia di male. avresti dovuto citare Mozart in maniera leggermente diversa, e l'esempio sarebbe stato perfetto:Il mestiere di musicista esiste di *migliaia* di anni, la discografia esiste solo da un centinaio. Ai tempi di Mozart, e anche prima, il musicista veniva pagato per esibirsi, non esistevano i dischi.Non credo che nessuno possa sostenere che a Mozart veniva "rubata la creatività", perchè non aveva la possibilità di vendere i suoi lavori su pezzi di plastica rotondi.Che i musicisti tornino a fare i musicisti, si facciano pagare per le loro esibizioni, e mettano tutti i loro pezzi gratis, o a prezzi simbolici, su P2P. In questo modo, ci saranno più possibilità per gli sconosciuti di farsi conoscere.Gli unici che scompariranno saranno i discografici. E ben gli sta...PSanni fa, ho fatto il musicista professionista per qualche anno. Non ho mai fatto un disco, si suonava nelle discoteche, ma non ho mai avuto problemi di soldi. Anzi, forse ne giravano di più che ora che faccio l'informatico...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' finita un'epoca
      Sei un mito, ti quoto tutto. Cosi' dovrebbe essere anche per i calciatori e gli inutili showman
  • Anonimo scrive:
    Ma quanti di SX!!???
    la stragrande maggioranza si dichiara simpatizzante o proprio di SX.Senza contare che Lucio Dalla, Antonello Venditti, ma sopratutto Enzo Jannacci sono praticamente nell'organico di SX rif. com. compresa!Ahhhhhh, il capitale ............. come affascina ......... quando lo hai!!!L'ipocrisia vien meno!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quanti di SX!!???
      Dimenticavo:Ligabue è stato anche assessore in un piccolo comune della Romagna in una giunta di C-SX, alcuni anni fà prima di essere famoso.Ora sappiamo di più sulle balle che a SX si raccontano!!!
    • Ekleptical scrive:
      Re: Ma quanti di SX!!???

      Ahhhhhh, il capitale ............. come
      affascina ......... quando lo hai!!!
      L'ipocrisia vien meno!!!Forse t'è sfuggito che l'altro Capitale, quello di Marx non è più tanto in voga da qualche decina d'anni, nemmeno a sinistra. A parte quel delirio umano di Bertinotti, di comunisti ne sono rimasti pochi (e per fortuna). Gli altri si sono svegliati dalle nebbie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quanti di SX!!???
        - Scritto da: Ekleptical

        Ahhhhhh, il capitale ............. come

        affascina ......... quando lo hai!!!

        L'ipocrisia vien meno!!!

        Forse t'è sfuggito che l'altro
        Capitale, quello di Marx non è
        più tanto in voga da qualche decina
        d'anni, nemmeno a sinistra. A parte quel
        delirio umano di Bertinotti, di comunisti ne
        sono rimasti pochi (e per fortuna). Gli
        altri si sono svegliati dalle nebbie.Rif. Comunista 1.971.700 voti 6.1%http://www.repubblica.it/speciale/2004/elezioni/europee/italia.html
        • Ekleptical scrive:
          Re: Ma quanti di SX!!???

          Rif. Comunista 1.971.700 voti 6.1%
          www.repubblica.it/speciale/2004/elezioni/euroUniti nell'Ulivo 30 e rotti %.Credo che Bersani e la gran parte degli artisti di sinistra voti più questo schieramento.Vota DS e odia Bertinotti persino Lindo Ferretti (ultima intervista su Musica 2-3 settimane fa), che all'apparenza e per i suoi trascorsi musicali potrebbe sembrare il più radicale, quindi fai te!!!==================================Modificato dall'autore il 14/07/2004 2.06.35
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma quanti di SX!!???
            - Scritto da: Ekleptical
            A parte quel delirio umano di Bertinotti, di comunisti ne
            sono rimasti pochi (e per fortuna)Rif. Comunista 1.971.700 voti 6.1%www.repubblica.it/speciale/2004/elezioni/euro
            Uniti nell'Ulivo 30 e rotti %.
            Credo che Bersani e la gran parte degli
            artisti di sinistra voti più questo
            schieramento.
            Vota DS e odia Bertinotti persino Lindo
            Ferretti (ultima intervista su Musica 2-3
            settimane fa), che all'apparenza e per i
            suoi trascorsi musicali potrebbe sembrare il
            più radicale, quindi fai te!!!Non sono pochi il 6.1% e si sa come vanno a finire queste cose, vedrai che succederà alle politiche
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma quanti di SX!!???

            Uniti nell'Ulivo 30 e rotti %.
            Credo che Bersani e la gran parte degli artisti di sinistra voti più questo schieramento.
            Vota DS e odia Bertinotti persino Lindo Ferretti (ultima intervista su Musica 2-3 settimane fa), che all'apparenza e per i suoi trascorsi musicali potrebbe sembrare il più radicale, quindi fai te!!!Ma non avevi un esame!!!!!?????? Basta!!!!!!:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quanti di SX!!???
      facile essere di SX con i soldi degli altri ;)ma toccagli i loro e vedrai come ululano :Dcos'è che diceva quel tale?? da ciascuno secondo le sue capacità, a ciascuno secondo i suoi bisogni?? non era Marx??secondo me, a vedere e sentire certe cose si rivolta nella tomba :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quanti di SX!!???
        - Scritto da: Anonimo
        facile essere di SX con i soldi degli altri
        ;)

        ma toccagli i loro e vedrai come ululano :D

        cos'è che diceva quel tale?? da
        ciascuno secondo le sue capacità, a
        ciascuno secondo i suoi bisogni?? non era
        Marx??

        secondo me, a vedere e sentire certe cose si
        rivolta nella tomba :D :DUn detto abbastanza popolare recitava così:"Compagno, tu lavori io magno"Sacco e Vanzetti morti (assassinati) per degli ipocriti:@
  • Tony Sarnano scrive:
    A Patrizia Laquidara vorrei dire...
    Spiace dirlo, ma questa cantautrice siculo-veneta è una tipa davvero brava, ma evidentemente non troppo intelligente.Vorrei dirle che per tanto tempo ho cercato invano sul P2P la sua bellissima versione "a capella" di Ederlezi di Goran Bregovic. Purtroppo non ve ne era traccia. inutile dire che è irreperibile anche su CD al negozio di dischi o music-store, in quanto credo proprio non sia mai stata stampata. La versione in Macromedia Flash (!) "udibile" su www.patrizialaquidara.it non rende giustizia alla bravura dell'artista e, detto francamente, ha una qualità audio che è un'insulto all'orecchio del malcapitato ascoltatore.Spiace vedere che anche altri artisti (penso) desiderosi di emergere come Patrizia risultano tra i firmatari di quella petizione. Posso capire i vari "tromboni" come Dalla, Ramazzotti, Bocelli, D'Alessio, Venditti... gente che ha più d'una ragione per firmare, benché non dettata dall'amore per l'arte e la creatività quanto dal vil denaro e dalla volontà di conservare rendite e privilegi già acquisiti.Non sono un musicista e forse mi sbaglio, ma nei panni di un artista di belle speranze io mi preoccuperei assai nel constatare che nei circuiti P2P a nessuno interessa condividere alcuno dei miei brani. Ci mediterei, prima di dar retta a impresari e produttori con pochi scrupoli e prima di porre l'autografo in calce a documenti tanto arroganti verso il pubblico musicale.Quanto a Ederlezi pazienza... io mi sono stancato e non bazzico più i circuiti P2P (con l'aria che tira!). Non potendo ascoltare la versione di Patrizia Laquidara mi consolo con quella bellissima dei CSI (che possiedo su regolare CD con tanto di bollino) cantata dalla brava Ginevra Di Marco, il cui nome non compare tra i firmatari di quel brutto documento.Intanto è già qualche tempo che la voglia di comprare nuovi CD mi è passata. Continuerò ad ascoltare e riascoltare quelli che già possiedo, e ad ascoltare la radio.Finché in giro ci sarà gente come Mazza e l'allegra combriccola della FIMI il boicottaggio è l'unica via praticabile per conservare la nostra dignità di utenti e ascoltatori.==================================Modificato dall'autore il 14/07/2004 1.37.05
    • mr_setter scrive:
      Re: A Patrizia Laquidara vorrei dire...
      - Scritto da: Tony Sarnano
      Intanto è già qualche tempo
      che la voglia di comprare nuovi CD mi
      è passata. Continuerò ad
      ascoltare e riascoltare quelli che
      già possiedo, e ad ascoltare la
      radio.
      Finché in giro ci sarà gente
      come Mazza e l'allegra combriccola della
      FIMI il boicottaggio è l'unica via
      praticabile per conservare la nostra
      dignità di utenti e ascoltatori.Quoto in pieno quello che hai scritto con l'aggiunta che chi possiede una connessione "decente" si puo' ascoltare tranquillamente degli ottimi brani musicali con winamp di svariati gruppi - io ne ho trovati di assolutamente sconosciuti ma bravissimi ad esempio Marc Antoine con il brano "Mediterraneo" per citarne uno - e puo' anche registrarli con il plug-in streamripper (aho non aspettatevi qualita' a 160 Kbit comunque; se gli beccate a 128 e' gia' grasso che cola.....)Unica pecca non riuscire a "sintonizzarsi" sui canali italiani; chi mi da' una dritta e' il benvenuto......Un saluto festoso a tutti (alla faccia del Mazza......):) :) :) :) :) :) :) :) :)
      • Anonimo scrive:
        Re: A Patrizia Laquidara vorrei dire...
        Tremolante riflessod'immagine remotasfuocata incandescenteimmagine svanita...tutti cantanti da 4 soldi o arrivati alla frutta cmq...i firmatari...che ovviamente intendono la loro "musica" esclusivamente come un business...peccato solo per Dalla e Venditti, ma i loro tempi verdi sono ormai sfioriti...solo ciò che riguarda il mio cuoredi ogni resto non so ricordare.
        • Anonimo scrive:
          Re: A Patrizia Laquidara vorrei dire...
          mah, secondo me gli artisti emergenti sono quelli più danneggiati dal p2p, manco arrivano a guadagnare qualcosa visto che il pubblico cui si rivolgono è di gggiovani che scaricano. Sono i vecchi babbioni che potrebbero fregarsene dato che hanno già un sacco di soldi e uno zoccolo duro di fans che compra comunque...Tutto questo per dire che non mi sorprende che la bravissima (veramente bravissima) Patrizia Laquidara abbia firmato...
          • Tony Sarnano scrive:
            Re: A Patrizia Laquidara vorrei dire...
            - Scritto da: Anonimo
            mah, secondo me gli artisti emergenti sono
            quelli più danneggiati dal p2p, manco
            arrivano a guadagnare qualcosa visto che il
            pubblico cui si rivolgono è di
            gggiovani che scaricano.Caro Anonimo, a mio modestissimo modo di vedere è esattamente il contrario rispetto a quel che tu affermi: gli artisti giovani non guadagnano prima di tutto perché (anche se bravi) nessuno se li fila , dato che nessuno ancora li conosce.Farsi conoscere è il primo punto. I CD degli sconosciuti che non si sono ancora fatti un nome presso una "massa critica" di pubblico non si venderanno mai a scatola chiusa. Questo sarebbe valido anche se non esistesse il P2P.
            Sono i vecchi babbioni che potrebbero
            fregarsene dato che hanno già un
            sacco di soldi e uno zoccolo duro di fans
            che compra comunque...Vero che i vecchi babbioni hanno già un sacco di soldi, ma sono anche quelli che più possono permettersi di essere squali, e ancor di più. Loro hanno comunque i passaggi radiofonici e televisivi, le ospitate, uffici marketing che lavorano per promozionare i loro album... non gli difetta certo la visibilità.Se poi qualche giovane (bravo) resta nell'ombra, per loro tanto meglio. I CD costano cari, le finanze del pubblico sono ristrette, tanto meglio per loro se il pubblico continua a spendere solo sui CD dei soliti vecchi nomi noti.
            Tutto questo per dire che non mi sorprende
            che la bravissima (veramente bravissima)
            Patrizia Laquidara abbia firmato...D'accordo solo sul "bravissima", ma secondo me non altrettanto brava ad amministrare il proprio talnto.SalutiTony
          • Anonimo scrive:
            Re: A Patrizia Laquidara vorrei dire...
            Caro Tony, gli artisti
            giovani non guadagnano prima di tutto
            perché (anche se bravi) nessuno se
            li fila, dato che nessuno ancora li
            conosce.
            Farsi conoscere è il primo punto. I
            CD degli sconosciuti che non si sono ancora
            fatti un nome presso una "massa critica" di
            pubblico non si venderanno mai a scatola
            chiusa. Questo sarebbe valido anche se non
            esistesse il P2P.D'accordo, difatti le case una volta investivano sui nuovi artisti (in pubblicità) perchè pensavano di rifarsi con gli interessi. Ora non lo fanno più: pubblicizzano solo i vecchi babbioni che hanno un seguito e assicurano un minimo di ritorno economico (li posso capire, nel mio negozio mi approvigiono di quello che si vende, mica piglio roba che nessuno compra..). Il p2p penalizza sopratutto questi qui, lo ribadisco.
            Vero che i vecchi babbioni hanno già
            un sacco di soldi, ma sono anche quelli che
            più possono permettersi di essere
            squali, e ancor di più. Loro hanno
            comunque i passaggi radiofonici e
            televisivi, le ospitate, uffici marketing
            che lavorano per promozionare i loro
            album... non gli difetta certo la
            visibilità.Appunto... MA LORO VENDONO, è logico che abbiano tutto questo, mica le etichette sono enti di beneficienza o di promozione della cultura... Difatti i dischi ormai li comprano solo i trentenni come me. E gli artisti che vendono sono gente "da trentenni" ...
            Se poi qualche giovane (bravo) resta
            nell'ombra, per loro tanto meglio. I CD
            costano cari, le finanze del pubblico sono
            ristrette, tanto meglio per loro se il
            pubblico continua a spendere solo sui CD dei
            soliti vecchi nomi noti.Balle! qualunque imprenditore sa che deve cercare di differenziare le fonti di guadagno.. la verità è che i nuovi, tranne rari casi, non sfondano più e i vecchi si vanno corrodendo pian piano... Quanlcuno scriveva che è il canto del cigno della discografia e sono perfettamente d'accordo con lui. Solo mi preoccupa cosa ascolterò domani... se ascolterò qualcosa...Vabbè, tanto siamo d'accordo solo sul fatto che il disco della Patrizia Laquidara è un piccolo capolavoro...Han - Onimo
        • Whishper scrive:
          Re: A Patrizia Laquidara vorrei dire...
          - Scritto da: Anonimo
          Tremolante riflesso

          d'immagine remota

          sfuocata incandescente

          immagine svanita
          Ma sono dei gruppi? premetto che non so molto di artisti contemporanei... mentre leggevo il post pensavo si trattasse di una poesia ;)
          • Tony Sarnano scrive:
            Re: A Patrizia Laquidara vorrei dire...
            - Scritto da: Whishper
            - Scritto da: Anonimo

            Tremolante riflesso



            d'immagine remota



            sfuocata incandescente



            immagine svanita



            Ma sono dei gruppi? premetto che non so
            molto di artisti contemporanei... mentre
            leggevo il post pensavo si trattasse di una
            poesia ;)Caro Whishper, non sono io l'Anonimo che ha scritto quei versi, ma ti posso dire che sono tratti da un bellissimo pezzo dei CSI di Giovanni Lindo Ferretti intitolato Il Resto e ispirato al Giubileo del 2000.Cosa c'entrano qui non lo so, ma restano bei versi ;)
  • Anonimo scrive:
    ma Paolo Meneguzzi
    ha firmato anche lui? tanto non deve preoccuparsi, nessuno scarica le sue vaccate.. che vergogna..
  • Anonimo scrive:
    [Elenco] artisti italiani non firmatari
    Renato Zero
    • Anonimo scrive:
      Re: [Elenco] artisti italiani non firmat
      - Scritto da: Anonimo
      Renato Zerodimenticavo aggiungetene altri
    • Anonimo scrive:
      Re: [Elenco] artisti italiani non firmat
      - Scritto da: Anonimo
      Renato ZeroAdriano CelentanoAlex BrittiAlexiaAmedeo MinghiAnna OxaAntonella RuggieroCesare CremoniniClaudio BaglioniDaniele SilvestriDaniele StefaniEnrico RuggeriFiorella MannoiaFranco BattiatoGianna NanniniGiuni RussoIrene Grandi
    • Anonimo scrive:
      Re: [Elenco] artisti italiani non firmat
      Mi chiedo: ma secondo voi se non hanno firmato allora sono favorevoli al p2p?Questo lo potrete dire quando firmeranno una petizione pro p2p, non prima
      • Anonimo scrive:
        Re: [Elenco] artisti italiani non firmat
        - Scritto da: Anonimo
        Mi chiedo: ma secondo voi se non hanno
        firmato allora sono favorevoli al p2p?
        Questo lo potrete dire quando firmeranno una
        petizione pro p2p, non primaio la prendo come una astensione e siccome(legge sulla Proprietà intellettuale nel parlamento EU)http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=559453si sono astenuti..............
    • Tony Sarnano scrive:
      Re: [Elenco] artisti italiani non firmatari
      CSI / PGRFranco BattiatoCarmen ConsoliSubsOnicA99PosseMorgan / Bluvertigo
    • Anonimo scrive:
      Re: [Elenco] artisti italiani non firmatari
      Mariano Apicella
    • Anonimo scrive:
      Re: [Elenco] artisti italiani non firmatari
      Ecco, ora prendete tutti questi nomi e andate a chiedere a loro cosa ne pensano del p2p, se pensano sia giusto oppure no. Poi vediamo quanti ne rimangono
    • zerod scrive:
      Re: [Elenco] artisti italiani non firmat
      Verdena
  • Anonimo scrive:
    Mandate una mail a .....
  • Anonimo scrive:
    State tranquilli!!!!!
  • Anonimo scrive:
    questi invece no
    Adriano CelentanoAlex BrittiAlexiaAmedeo MinghiAnna OxaAntonella RuggieroCesare CremoniniClaudio BaglioniDaniele SilvestriDaniele StefaniEnrico RuggeriFiorella MannoiaFranco BattiatoGianna NanniniGiuni RussoIrene Grandipoi ho smesso perche' e' tardi. chi vuole aggiunga. faccio notare anche l'assenza di Caterina Caselli (oops)
    • Anonimo scrive:
      Re: questi invece no
      Mi piacerebbe vederli firmare una petizione a favore del p2p. Escluso forse vecchioni (che a suo tempo fece dichiarazioni non sfavorevoli al p2p), ho i miei dubbi che qualcuno degli artisti citati firmerebbe.
    • Anonimo scrive:
      Inizia a togliere questi
      Inizia a togliere Oxa, Alexia, Mannoia e quelli che trovi qui :http://www.ifpi.org/site-content/library/petition2000.pdf
      • Anonimo scrive:
        Re: Inizia a togliere questi
        - Scritto da: Anonimo
        Inizia a togliere Oxa, Alexia, Mannoia e
        quelli che trovi qui :
        www.ifpi.org/site-content/library/petition200Molto prima di sapere dell'esistenza di queste petizioni (oggi) gli unici cd italiani che ho comprato prima del boicottaggio contro la Urbani sono stati proprio un CD di Vecchioni, uno di Capossela e un paio di Battiato. Sono ORGOGLIOSO di vedere che questi tre nomi non hanno mai firmato nulla contro il p2p o a favore del DRM. E vai! ^___^A questo punto gliene compro altri due o tre così finisco la collezione, ma tutti rigorosamente ALL'ESTERO.-- Stefano
        • Anonimo scrive:
          Re: Inizia a togliere questi
          Leggi il pdf sopra così risparmi un po' di soldi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Inizia a togliere questi
            - Scritto da: Anonimo
            Leggi il pdf sopra così risparmi un
            po' di soldi.Appunto, nel pdf sopra non c'è né Battiato, né Vecchioni né Capossela.C'è qualcosa che ti sfugge?-- Stefano
        • Anonimo scrive:
          Re: Inizia a togliere questi

          Molto prima di sapere dell'esistenza di
          queste petizioni (oggi) gli unici cd
          italiani che ho comprato prima del
          boicottaggio contro la Urbani sono stati
          proprio un CD di Vecchioni, negativo. vecchioni era nella trasmissione di 'che tempo fa' di fabio fazio quando c'era ospite urbani, era stato appena approvato il decreto e si preparava la conversione in legge. vecchioni si è dichiarato molto a favore, ed ha chiesto al ministro perché solo il cinema era protetto dal 'furto in rete' e non anche la musica. in fase di conversione, per fortuna, è stato accontentato.
    • Anonimo scrive:
      Re: questi invece no

      poi ho smesso perche' e' tardi. chi vuole
      aggiunga. faccio notare anche l'assenza di
      Caterina Caselli (oops)Giapeccato che la Caselli e' la discografica di Elisa ed altri, quindi e' come se avesse firmato
  • Anonimo scrive:
    No way
    Perche' si dovrebbe anche solo da lontano riporre un po' di attenzione su queste 60 persone? Chi sono? Sbaglio o a firmare        la petizione contro il decreto urbani erano in 40000? 666.6 periodico persone in piu' di quanti siano questi presunti artisti! Chi e' che conta? Noi o loro?
    • Anonimo scrive:
      Re: No way
      - Scritto da: Anonimo
      Perche' si dovrebbe anche solo da lontano
      riporre un po' di attenzione su queste 60
      persone? Chi sono?Sono coloro che hanno prodotto i brani. Decidono loro come, se e quando pubblicarli, e da questo punto di vista contano più loro di tutti voi messi assieme. Ovviamente non è loro diritto decidere come essere tutelati (vedi penale sul p2p), ma sul fatto di protestare per essere tutelati dal p2p di diritti da vendere ne hanno.
  • Anonimo scrive:
    Hanno ragione!!!!
    "No alla demagogia e all'ipocrisia della musica gratis in rete. È normale pagare un computer, una connessione o un abbonamento, il trasporto?"No che non è normale, ora che mi ci avete fatto pensare voglio gratis pure quelli
  • Itan scrive:
    Credete che abbiano firmato loro?
    Ragazzi leggendo il testo della petizione mi è venuta la certezza che gli artisti c'entrino ben poco. La casa discografica che rischia di perdere soldi inserisce i nomi dei propri assisti (che non prendono posizioni per evitare di avere caxxi amari) e finisce così. I tre quarti di quelli che sono su quella lista dal P2P avrebbe solo benefici...IMHO ovviamente!
    • Anonimo scrive:
      Re: Credete che abbiano firmato loro?
      SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII Tranquillo non ne sanno niente la firma si è materializzata dal nulla.
      • Itan scrive:
        Re: Credete che abbiano firmato loro?
        - Scritto da: Anonimo
        SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
        Tranquillo non ne sanno niente la firma si
        è materializzata dal nulla.Non dico questo, dico solo che un qualunque artista (se non è proprio un caxxone) capisce che dal P2P gli vengono solo benefici, specie se è un perfetto sconosciuto come la maggior parte di quelli della lista. A questo punto mi viene il dubbio che le "firme" siano un ordine impartito dalla casa discografica....
        • Ekleptical scrive:
          Re: Credete che abbiano firmato loro?

          Non dico questo, dico solo che un qualunque
          artista (se non è proprio un caxxone)
          capisce che dal P2P gli vengono solo
          beneficiMa quali benefici! Questa è una fissa vostra, per autogiustificarvi! I "benefici" del p2p non li ha mai visti nessun artista.
          • Itan scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Ekleptical

            Non dico questo, dico solo che un
            qualunque

            artista (se non è proprio un
            caxxone)

            capisce che dal P2P gli vengono solo

            benefici

            Ma quali benefici! Questa è una fissa
            vostra, per autogiustificarvi! I "benefici"
            del p2p non li ha mai visti nessun artista.Se sono uno sconosciuto gli unici modi che ho per farmi ascoltare e poi conoscere sono:1)Sperare che qualcuno compri x 20 euri il mio cd a scatola chiusa (impraticabile, almeno per un ragazzo che non nuota nell'oro)2) sperare di essere scaricato e poi, se i brani piacciono che venga acquistato il mio cd o cmq si venga al mio concerto...ecco i vantaggi del P2P....
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Guarda che se vendi piccoli numeri hai chiuso del tutto altro che promozione.Comunque la promozione decidi tu come farla non qualche altro che con la scusa di promuovere scarica e basta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Comunque la promozione decidi tu
            come farla non qualche altro che con la
            scusa di promuovere scarica e basta.Ovvio solo che ho la ferma convinzione che il P2P sia difficilmente arrestabile, quindi forse sarebbe il caso di incominciare a pensare come fonte di guadagno "vera" il live più del disco....
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Loro la pensano in modo diverso. sono gli autori e c'è una legge che li tutela.Messa così ha ragione Mazza quando parla di Far West.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Ekleptical
            Ma quali benefici! Questa è una fissa
            vostra, per autogiustificarvi! I "benefici"
            del p2p non li ha mai visti nessun artista.Mah, una volta tanto ti do ragione. Patrizia Laquidara non si trova mica... :D :D :D
          • avvelenato scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Ekleptical

            Non dico questo, dico solo che un
            qualunque

            artista (se non è proprio un
            caxxone)

            capisce che dal P2P gli vengono solo

            benefici

            Ma quali benefici! Questa è una fissa
            vostra, per autogiustificarvi! I "benefici"
            del p2p non li ha mai visti nessun artista.my sixth shadow e chaos zeroi primi due nomi che mi vengono in mente(fan defecare anche a me, quando ero sul gruppo "goth music" di audiogalaxy (rip?) continuavano a spammare loro canzoni... ma dopo un anno li rivedo sulle copertine delle principali riviste metal... ergo, qualcosa a loro il p2p è valso.)
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Sicuro è stato il p2p,non c'è dubbio.Mah
          • avvelenato scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Anonimo
            Sicuro è stato il p2p,non c'è
            dubbio.Mahha fatto la sua parte. E credici o no, erano gli stessi artisti a spargere le loro canzoni ( a dire il vero le spammavano, ma evidentemente qualcuno gradiva... :S )
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Suppongo ora vendano sotto CC.
          • avvelenato scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Anonimo
            Suppongo ora vendano sotto CC.non lo so, informati. Comunque non è detto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Sei te l'esperto per coerenza... Altrimenti l'equazione che hai presentato non vale.
          • avvelenato scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Anonimo
            Sei te l'esperto per coerenza... Altrimenti
            l'equazione che hai presentato non vale.quale equazione?ekle ha negato la possibilità dell'utilizzo del p2p come veicolo di marketing, e io l'ho smentito.tu ora vorresti smentire me, ma come? non capisco.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Se il p2p è stato così buono per loro lo appoggeranno o hanno aderito al modello delle major?
          • avvelenato scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Anonimo
            Se il p2p è stato così buono
            per loro lo appoggeranno o hanno aderito al
            modello delle major?dipende dalla loro coerenza! io ho fatto un discorso totalmente differente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Quale ? Che il p2p aiuta .... se non aderiscono neanche loro sono d'accordo.
          • avvelenato scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Anonimo
            Quale ? Che il p2p aiuta .... se non
            aderiscono neanche loro sono d'accordo.che il p2p aiuta nel marketing.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Se non aderiscono non sono d'accordo e la tua ipotesi dipartenza è sbagliata.Erano bravi e sono arrivati nonostante il p2p.
          • avvelenato scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Anonimo
            Se non aderiscono non sono d'accordo e la
            tua ipotesi dipartenza è
            sbagliata.Erano bravi e sono arrivati
            nonostante il p2p.non c'è peggior sordo di chi non voglia sentire.vabbé, vorrà dire che appena avrò tempo m'informerò.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Almeno ci togliamo la curiosità ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            -
            Ma quali benefici! Questa è una fissa
            vostra, per autogiustificarvi! I "benefici"
            del p2p non li ha mai visti nessun artista.E no, di solito sono sempre d'accordo sulla tua visione delle cose però questa volta consentimi di dissentire.Ti posso assicurare, per esperienza personale di fruitore di musica, che mi è capitato spesso di scaricare brani di gruppi o autori che non conoscevo e dopo aver valutato essere andato a comperare i cd ( o DVD nel caso dei film).E questo lo fanno moltissime altre persone che conosco.Dal lato artisti, sempre per esperienza diretta, ti posso assicurare che ci sono coloro che del P2P non sono affatto terrorizzati anzi....Un mio amico che suonava in un gruppo quando gli ho detto che il giorno dopo ( ma forse anche prima ....) l'uscita del loro ultimo lavoro c'erano già tutti i brani in internet, mi ha candidamente risposto che loro dalla vendita dei CD non ricavavano un tubo e che i loro introiti arrivavano dalle cover e dai concerti.Anzi, alla mia osservazione che i CD costano effettivamente troppo mi ha risposto che loro alla casa editrice avevano fatto pressione per abbassare il prezzo....La casa editrice si era detta disponibile, a patto naturalmente che la differenza di introito gravasse solo dalla parte dei ragazzi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Tutte anime candide,sicuramente. Una volta ci si scambiava i dischi con lo stesso risultato.E che ti dovevano dire,no guarda non è vero ti sbagli,su......
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            i groove armada li ho scoperti per caso sul p2p e tra pochi giorni vado a dargli i miei bei soldini per ascoltarli live..... allora?
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Quanti altri ne hai piratati prima, sei comunque un investimento a perdere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Di benefici ce ne sono stati per alcuni in gamba. Io ho comprato cd e maglietta dei GemBOY dopo aver scaricato *tutte* le loro canzoni ed essere stato a vederli dal vivo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Prima di parlare, non dico di informarti, ma almeno di ascoltare un minimo prima.Cmq per citare un caso Maroon 5, arrivati alle orecchie di un produttore dopo che col p2p si erano diffusi presso la loro Università.Ekle, per difendere una convinzione non ci si deve suicidare per forza!
            Ma quali benefici! Questa è una fissa
            vostra, per autogiustificarvi! I "benefici"
            del p2p non li ha mai visti nessun artista.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
        • Anonimo scrive:
          Re: Credete che abbiano firmato loro?
          Sconosciuti ?! Non direi proprio.Magari non sono di quelli che vanno per la maggiore tra i ragazzini.Che il p2p serva agli artisti lo dice chi fa p2p loro non l'hanno mai appoggiato.Almeno questi sono usciti allo scoperto e,per questo,meritano rispetto.
          • Itan scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Anonimo
            Sconosciuti ?! Non direi proprio.Hai ragione, ieri ho visto un duetto fantastico tra Peter Gabriel e Patrizia Laquidara....Ti prego... .:D
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            E allora.Che vuol dire .Sul serio non conosci:Biagio Antonacci - Simona Bencini - Samuele Bersani - Andrea Bocelli ?Antonio Calò (Bungaro) - Sergio Cammariere - Luca Carboni ? AlbanoCarrisi - Ivan Cattaneo - Rosalino Cellamare (Ron) - Massimo Chiti Conti- Massimiliano Colombo - Toto Cutugno - Gigi D?Alessio - Lucio Dalla ?Tullio De Piscopo - Luigi Di Agostino - Dolce Nera ? Elisa - GiorgiaRoberto Feltracco - Tiziano Ferro ? Marina Fiordaliso ? Gianni Fiorellino -Marco Ghislandi - Amalia Grè ? Daniele Groff - Chiara Iezzi (Paola &Chiara) - Paola Iezzi (Paola & Chiara) - Enzo Jannacci - Paolo Jannacci ?Patrizia Laquidara - Diego Leoni - Luciano Ligabue - Giuseppe Mango -Paolo Martella ? Mietta - Annalisa Minetti - Gianni Morandi ? Neffa -Ruben Paganelli - Angelo Pandolfi ? Adriano Pappalardo - Piero Pelù -Paola Peroni - Massimo (Max) Pezzali - Marco Piraccini - Raf - StefanoRaffaini - Eros Ramazzotti ? Raiz - Francesco Renga ? Mario Rosini -Fabrizio Rubessi ? Bobby Solo ? Anna Tatangelo - Francesco Tricarico -Silvio Uboldi ? Linda Valori - Antonello Venditti - Gianpaolo Viani -Federico Zampaglione (Tiromancino) ? Tommaso Zanello (Piotta)dai ma fammi il favore e raccontane una più credibile.Rode perchè vi hanno sbugiardati pubblicamente ma questo è un'altro discorso.
          • Itan scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            -
            dai ma fammi il favore e raccontane una
            più credibile.Rode perchè vi
            hanno sbugiardati pubblicamente ma questo
            è un'altro discorso.ci hanno sbugiardati? Io credo che stiano esprimendo una posizione e basta, nessuno sbugiardamento, ognuno ha le sue idee....e cmq tu davvero conosci tutti i nomi di quella lista? ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Sì li conosco,strano che non li conosca tu .Da mesi si sostiene che gli artisti sono a favore, da qui lo sbugiardamento.Mi dai una petizione di artisti favorevoli per favore. Noti di grazia.
          • Itan scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            -
            Scritto da: Anonimo
            Sì li conosco,strano che non li
            conosca tu Patrizia Laquidara tanto per farti l'esempio di prima l'ho sentita oggi x la prima volta... che vuoi fare si vede che non ho la tua cultura musicale
            Da mesi si sostiene che gli
            artisti sono a favore, da qui lo
            sbugiardamento.e io ne sono ancora convinto, tant'è che sostengo siano le case discografiche ad aver imposto questa situazione, in molti casi il P2P conviene agli artisti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Guarda se conosci questi:http://www.ifpi.org/site-content/library/petition2000.pdf
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Scusa ma loro dicono una cosa diversa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            La domanda sorge spontanea: come mai questo fior fiore è uscito allo scoperto solo in questo periodo? Forse perchè si prospettano le famose modifiche alla legge Urbani?
          • Itan scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            - Scritto da: Anonimo
            La domanda sorge spontanea: come mai questo
            fior fiore è uscito allo scoperto
            solo in questo periodo? Forse perchè
            si prospettano le famose modifiche alla
            legge Urbani?mi sa di si.... non so perchè ci ho pensato immediatamente anch'io ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Credete che abbiano firmato loro?
            Il rispetto di sta m....Mangia tu che mangio io .. tutti a cena da Mazza!- Scritto da: Anonimo
            Sconosciuti ?! Non direi proprio.Magari non
            sono di quelli che vanno per la maggiore tra
            i ragazzini.Che il p2p serva agli artisti lo
            dice chi fa p2p loro non l'hanno mai
            appoggiato.Almeno questi sono usciti allo
            scoperto e,per questo,meritano rispetto.
  • Anonimo scrive:
    petizione
    petizione: dal latino petitio, petitionisindica unione di peti
  • Anonimo scrive:
    punto dopo punto
    PETIZIONE DEGLI ARTISTIPER LA CREATIVITÁ NELL'ERA DIGITALE(artisti ???)· SI alla musica legale su internet· NO al furto della musica Quale furto ? il furto è una fattispecie di reato identificata in modo molto chiaro dall'Art. 624 c.p.; lasciamo perdere le parole grosse; e si astengano dal commentare i soliti trolloni dell'esempio della Ferrari, che sappiamo predicare bene, ma non sappiamo razzolare altrettanto bene.· SI alla copia personale NO alla "pirateria" personale Il diritto alla copia personale è ormai infranto costantemente; la pirateria "personale" ... uh, che paura !· SI, noi artisti, musicisti e autori desideriamo che il nostropubblico abbia l'accesso piú ampio possibile alle nostre opere Il P2P permette di raggiungere lo scopo, di conseguenza non rompete il cazzo.· NO alla demagogia e all'ipocrisia della “musica gratis” in rete.E' normale pagare un computer, una connessione o unabbonamento, il trasporto... e rubare i contenuti, la nostracreatività ? Non li rubiamo : voi li avete sempre a vostra disposizione; del resto, io, con i prezzi proposti da voi ed i vostri editori, non potrei comprare un accidente. Indipercui, con me non perdete nulla, statene certi.· SI al rapido sviluppo e alla promozione di servizi legali per ladistribuzione di musica online Come no ? Una canzone ad un euro, protetta da DRM, la sento tre volte, la masterizzo mezza, la copio zero ... ma andatevene affanculo ... io voglio poter fruire del prodotto come accidente mi pare, altro che le assurde limitazioni immaginate dai vostri "promotori".· NO, non troviamo normale che il frutto della nostra creativitàsovvenzioni lo sviluppo della banda larga o l'accesso alla rete Però trovate normale smangiucchiare sovvenzioni e contributi, quando ne arrivano, di provenienza pubblica, eh ? Bella la vita !· SI, noi vogliamo continuare a negoziare liberamente i nostridiritti con i produttori Cazzi vostri.· NO alla licenza legale per il peer to peer Muro contro muro, va bene. Voi siete sessanta, noi siamo milioni. Milioni di clienti, stanchi di essere presi per il culo dal carrozzone dell'"entertainment" moderno, stanchi di vedere in vendita cd pieni di spazzatura a prezzi assurdi, e stanchi di essere additati come criminali. Potrete vincere qualche battaglia, ma alla lunga .... la vedremo ........ !· SI a internet che permetta a tutti di comunicare, di moltiplicarel'offerta e l'accesso alle opere e a remunerare coloro che creano eche producono.Si, la botte piena e la botte ubriacaArtisti firmatariBiagio Antonacci - Simona Bencini - Samuele Bersani - Andrea Bocelli –Antonio Calò (Bungaro) - Sergio Cammariere - Luca Carboni – AlbanoCarrisi - Ivan Cattaneo - Rosalino Cellamare (Ron) - Massimo Chiti Conti- Massimiliano Colombo - Toto Cutugno - Gigi D’Alessio - Lucio Dalla –Tullio De Piscopo - Luigi Di Agostino - Dolce Nera – Elisa - GiorgiaRoberto Feltracco - Tiziano Ferro – Marina Fiordaliso – Gianni Fiorellino -Marco Ghislandi - Amalia Grè – Daniele Groff - Chiara Iezzi (Paola &Chiara) - Paola Iezzi (Paola & Chiara) - Enzo Jannacci - Paolo Jannacci –Patrizia Laquidara - Diego Leoni - Luciano Ligabue - Giuseppe Mango -Paolo Martella – Mietta - Annalisa Minetti - Gianni Morandi – Neffa -Ruben Paganelli - Angelo Pandolfi – Adriano Pappalardo - Piero Pelù -Paola Peroni - Massimo (Max) Pezzali - Marco Piraccini - Raf - StefanoRaffaini - Eros Ramazzotti – Raiz - Francesco Renga – Mario Rosini -Fabrizio Rubessi – Bobby Solo – Anna Tatangelo - Francesco Tricarico -Silvio Uboldi – Linda Valori - Antonello Venditti - Gianpaolo Viani -Federico Zampaglione (Tiromancino) – Tommaso Zanello (Piotta)Firme al 12 luglio 2004Tutti dei "poveracci", per quanto ne so.Io devo arrabbattarmi a studiare, ed alzarmi alle 4:45 quattro giorni a settimana per andare a lavorare, e così sarà per l'intera estate. Come trascorreranno questi artisti le loro mattinate estive ? Palle all'aria sul bordo di una piscina ? Squaquarellati sopra un letto a due piazze di fianco al troione di turno ? Mah ........ almeno, avessero il buon gusto d'accontentarsi di ciò che hanno, senza continuare a trebbiare le palle alla gente che lavora.Saluti,Piwi
    • Ekleptical scrive:
      Re: punto dopo punto

         Però trovate
      normale smangiucchiare sovvenzioni e
      contributi, quando ne arrivano, di
      provenienza pubblica, eh ? Bella la vita !La musica (non classica) qua in Italia non ha mai avuto la minima sovvenzione nè contributi.Inventati un'altra scusa per rispondere.
      • Anonimo scrive:
        Re: punto dopo punto
        - Scritto da: Ekleptical

           Però trovate

        normale smangiucchiare sovvenzioni e

        contributi, quando ne arrivano, di

        provenienza pubblica, eh ? Bella la
        vita !

        La musica (non classica) qua in Italia non
        ha mai avuto la minima sovvenzione nè
        contributi.
        Inventati un'altra scusa per rispondere.mmm... non so come chiamarlo... no no non è un contributo.ma non so come si chiama... comunque prendono fin troppi soldi da cd/dvd verginiah ecco cos'è... "pizzo"