Open source nell'Europarlamento

Il gruppo dei Verdi/ALE chiede al Parlamento una svolta in sostegno del software libero. Per aiutare - dicono - l'industria europea. Contro Echelon e i brevetti


Roma – Adottare il software open source nelle infrastrutture informative del Parlamento europeo per sostituire le piattaforme proprietarie, oggi utilizzate per la grande maggioranza. Questo il singolare appello rivolto alle istituzioni europee dal gruppo dei parlamentari Verdi/ALE.

In una lettera inviata a Julian Priestly, segretario generale del Parlamento europeo, a Monica Frassoni e Daniele Cohn-Bendit, vicepresidenti dell’assemblea, i Verdi hanno spiegato di ritenere importante il passaggio all’open source per sostenere l’industria del software europea, garantire l’accesso ai dati nel tempo grazie a formati documentali aperti, sostenere l’indipendenza tecnologica dell’Europa e ridurre gli oneri di spesa.

“Una decisione in questo senso – ha dichiarato il senatore verde Fiorello Cortiana – darebbe attuazione alla risoluzione del Parlamento europeo su Echelon che raccomandava l’utilizzo di software libero per rafforzare la sicurezza informatica e tecnologica”.

“Questa proposta – ha continuato Cortiana – è coerente con la posizione di contrarietà alla brevettazione del software assunta dal gruppo Verdi sulla direttiva McCarthy, che speriamo possa divenire maggioranza nella sede europea. La Direttiva, che sarà messa ai voti mercoledì prossimo, rischia infatti di bloccare l’innovazione tecnologica europea, trasformando l’impegno per la ricerca in una corsa a slalom tra i brevetti. Prosegue, pertanto – ha concluso Cortiana – la raccolta di firme tra Senatori e Deputati italiani per invitare il Parlamento Europeo a bloccare questo tentativo di subalternità ai monopolisti che avrebbe il solo esito di distruggere il patrimonio di piccole e medie imprese dell’Unione”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma si sono ..
    ...bevuti il cervello ? mha
  • Anonimo scrive:
    manca il personal computer!!!!!!!!!!!!!!
    :-)
  • Strict scrive:
    Re: I furgoni blindati portavalori ?
    anche io quando l'ho letto sono rimasto basito... .ma quello che piu mi ha fatto riflettere sono, per la maggior parte, tutte invenzioni create per la tutela delle proprietà private o per utilizzi commerciali o aziendali... invenzioni fatte per la collettività non ne vedo...
  • Anonimo scrive:
    Ce ne sono di cose da menzionare...
    ...tipo la televisione, l'aereo, il computer, il fax e tanti altri, effettivamente il furgone blindato mi sembra un'enorme boiata!
  • Anonimo scrive:
    Re: ma non manca qualcosa?
    - Scritto da: Anonimo
    Non si sono dimenticati, fermo restando al
    quesito della ricerca, il personal computer?be', se guardiamo alle invenzioni che hanno contribuito alla "circolazione del denaro" probabilmente anche il piccì ci sarebbe stato bene, nella lista: ma ciò che lo collega all'economia mondiale è indiretto, quasi labile, e probabilmente non tutti i banchieri che leggono quelle righe riescono a cogliere le conseguenze che uno strumento che non maneggia denaro può avere sullo stesso...vuoi mettere un bel furgone portavalori?con quello sì che i soldi circolano: su strada! :Dciao
  • Africano scrive:
    Re: motivazioni da banchieri
    Ho avuto anch'io la tua stessa impressione però nell'articolo è spiegato che sono le invezioni importanti per la circolazione del denaro.- Scritto da: Anonimo
    - i registratori di cassa elettronici
    - la moneta elettronica
    - i furgoni blindati portavalori
    - le agenzie che forniscono informazioni di
    carattere finanziario sulle imprese
    - il bancomat
    - le carte di credito
    - i codici a barre
    - le smart card
    - i fogli elettronici

    pero' non ho ancaro letto l'originale
  • Anonimo scrive:
    Invenzioni dipendenti
    Effettivamente queste invenzioni sono considerate le più importanti sostanzialmente per l'incremento dei consumi.Sono tutti mezzi che in un modo o nell'altro sono collegate a banche ed istituti di credito, che fanno poi girare i soldi.Diciamo che sono senza dubbio importanti, direttamente ed indirettamente per tutti noi.Tuttavia fare queste classifiche mi sembra una cazzata, dato che molte delle invenzioni sono dipendenti da altre invenzioni fatte sempre nel secolo scorso (suona strano detto cosi considerando che tutti noi siamo nati nel 20secolo, sembra passato chissa quanto).Alcune sono ridicole (il blindato portavalori) mentre ad esempio non compare, che ne so, l'aereo per il trasporto merci.Non c'è mezione del computer (la moneta elettronica senza computer va a farsi friggere per dire) e i microchip e i componenti chiave dei calcolatori, senza i quali meta delle invenzioni citate semplicemente non avrebbero senso.E i database in cui sono memorizzati i dati che rendono possibili le transazioni?Ne mancano tremila di cose.Queste sono le più importanti di un certo tipo, riguardanti certe applicazioni e considerando solo applicazioni di altre tecnologie.Insomma con tutto il rispetto per l'associazione che senz'altro si occuperà di ricerche meritevoli e interessanti, QUESTE classifiche sono, lo ripeto, cazzate.Nopn c'è bisogno di fare classifiche su tutto, altrimenti facciamo la classifica delle scoperte che hanno portato le invenzioni determinanti per costruire le infrastrutture che permettono la realizzazione degli ovini kinder.Oppure le scoperte fisiche che hanno reso possibile il gioco del frisbee.per dire..
  • Anonimo scrive:
    ma non manca qualcosa?
    Non si sono dimenticati, fermo restando al quesito della ricerca, il personal computer?
  • Anonimo scrive:
    I furgoni blindati portavalori ?
    Che cazzo di invenzione è ?Ho letto le motivazioni sul sito ufficiale, d'accordo che hanno favorito qua e là, ma si tratta di prendere un furgone e saldargli sopra dei pezzi di lamiera, mi sembra assurdo che sia considerata un'invenzione...
  • avvelenato scrive:
    Re: motivazioni da banchieri
    diccelo
  • Anonimo scrive:
    motivazioni da banchieri
    - i registratori di cassa elettronici- la moneta elettronica- i furgoni blindati portavalori- le agenzie che forniscono informazioni di carattere finanziario sulle imprese- il bancomat- le carte di credito- i codici a barre- le smart card- i fogli elettronicipero' non ho ancaro letto l'originale
Chiudi i commenti