OpenGL 3.2 dà una spinta alle performance

La nuova specifica 3.2 di OpenGL, il celebre standard per la grafica 2D/3D, nella nuova versione promette migliorie alla qualità grafica e alle prestazioni

Roma – Dopo il recente aggiornamento di marzo, il consorzio Khronos ha rilasciato una nuova versione, la 3.2, delle sue famose librerie grafiche aperte OpenGL.

Khronos Group, di cui fanno parte aziende come AMD, Nvidia, Apple, Intel, IBM e Nokia, spiega in questo comunicato che OpenGL 3.2 introduce delle funzionalità che migliorano ulteriormente la qualità grafica incrementando, al tempo stesso, le performance 3D. L’ultima specifica promette poi semplificare la portabilità delle applicazioni basate sulle librerie Direct3D di Microsoft.

Il gruppo di lavoro OpenGL ARB (Architecture Review Board) ha aggiornato anche il linguaggio OpenGL Shading, giunto alla versione 1.5, che gli sviluppatori possono utilizzare per programmare i moderni chip grafici. OpenGL 3.2 include poi due differenti profili per lo sviluppo delle applicazioni: uno, detto Core , che si avvale di tutte le più recenti funzionalità dello standard a sacrificio della compatibilità con il passato; un secondo, detto Compatibility , che conserva la piena compatibilità con le precedenti versioni di OpenGL.

Sul versante desktop lo standard OpenGL è importante soprattutto sulle piattaforme non-Windows, come Mac OS X e Linux, e sta assumendo un ruolo chiave anche nel panorama dei device mobili, dove si trova alla base della specifica OpenGL ES (supportata, tra gli altri, da iPhone). L’evoluzione di OpenGL condiziona poi da vicino anche lo sviluppo di altri standard del Khronos Group, tra i quali quello OpenCL per il computing parallelo e quello WebGL per il Web 3D. Khronos afferma che, nel mondo, le GPU compatibili con OpenGL 3.x superano oggi i 150 milioni di unità.

È noto come il framework grafico del sistema operativo di Apple, Mac OS X, poggi sulle librerie OpenGL. La versione implementata in Leopard è l’ormai attempata 2.1, ma l’imminente Mac OS X 10.6 Snow Leopard dovrebbe introdurre il supporto a OpenGL 3.x e a OpenCL.

Nvidia ha già introdotto la compatibilità con OpenGL 3.2 in una recente versione beta dei suoi driver per Windows, Linux, FreeBSD e Solaris.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nome e cognome scrive:
    Con le dx11 alle porte ...
    ... ha senso fare un nuovo proXXXXXre dx10.1? capirei se fosse a consumo ultrabasso, ma cosi' ... non lo capisco.
    • vitello tonnato scrive:
      Re: Con le dx11 alle porte ...
      Infatti. Mah, forse avranno una qualche oscura strategia commerciale dietro le quinte...
    • DarkSchneider scrive:
      Re: Con le dx11 alle porte ...
      - Scritto da: nome e cognome
      ... ha senso fare un nuovo proXXXXXre dx10.1?
      capirei se fosse a consumo ultrabasso, ma cosi'
      ... non lo
      capisco.Dato che ancora escono giochi in DX9.0 e soprattutto, visto che si tratta di una scheda video integrata direi che il mancato supporto alle DX11 nemmeno si avvertirà.
      • LuNa scrive:
        Re: Con le dx11 alle porte ...
        quoto, i titoli in dx 10 sono ancora pochi. la stragrande maggioranza sono dx 9. personalmente comunque, anche con la mia scheda dx 9 faccio girare decentemente giochi dx 10 (certo ad un livello di dettaglio umano e non extraterrestre) e per quello che gioco la scheda sta li ancora anni.
    • Hanyuu scrive:
      Re: Con le dx11 alle porte ...
      Non è una scheda nata per i videogiochi, e soprattutto quando uscirà Win7, in teoria le DX10.1 sono sufficenti per ottenere tutte le potenzialità grafiche e di calcolo necessarie.
Chiudi i commenti