OpenGL fa 3.1, Mozilla vuole un Web 3D

Khronos Group ha rilasciato una nuova versione delle API grafiche OpenGL, capace di sfruttare più a fondo le GPU moderne. Contestualmente, Khronos, Mozilla e Google hanno lanciato un'iniziativa per portare le OpenGL sul Web
Khronos Group ha rilasciato una nuova versione delle API grafiche OpenGL, capace di sfruttare più a fondo le GPU moderne. Contestualmente, Khronos, Mozilla e Google hanno lanciato un'iniziativa per portare le OpenGL sul Web

Frutto di circa nove mesi di lavoro, le famose API grafiche OpenGL hanno raggiunto la versione 3.1. Sviluppate dal consorzio Khronos , che raccoglie big del settore come AMD, Nvidia, Apple, Intel, IBM e Nokia, le nuove API migliorano il supporto alle architetture grafiche di nuova generazione e rappresentano un nuovo passo avanti verso la convergenza con lo standard OpenGL ES , dedicato al mondo dei device mobili ed embedded.

OpenGL fa 3.1, Mozilla vuole un Web 3D Come si apprende dal comunicato stampa , le principali novità di OpenGL 3.1 sono date dall’inclusione di una nuova versione del linguaggio di shading GLSL , la 1.40, una maggiore programmabilità dei moderni hardware grafici, un più efficiente vertex processing, più estese funzionalità di texturing e una più elevata flessibilità nella gestione del buffer video.

Khronos Group continua poi sulla strada intrapresa con la versione 3.0 di OpenGL, il cui traguardo è quello di semplificare tali API e di farle convergere con la variante OpenGL ES, così da unificare lo sviluppo di applicazioni grafiche basate sullo standard OpenGL.

Secondo gli analisti di Jon Peddie Research oggi le GPU in grado di supportare le OpenGL 3.0 sono oltre 100 milioni in tutto il mondo, e sono prodotte da AMD, Nvidia e S3/VIA. I primi driver ad implementare la specifica 3.1 sono di Nvidia , e possono essere scaricati da qui in versione beta. AMD ha fatto sapere che supporterà le nuovi API OpenGL nei prossimi driver aggiornati per GPU Radeon e FirePro.

Lo scorso settembre SGI, sviluppatrice originaria dello standard OpenGL, ha rilasciato le proprie API sotto licenze ancora più libere e aperte, rendendole così pienamente compatibili con quelle di Free Software Foundation e capaci di soddisfare i requisiti stabiliti dall’Open Source Initiative.

Oltre alle nuove librerie OpenGL, Khronos ha rilasciato anche OpenSL ES 1.0 , un insieme di API per l’audio processing multipiattaforma, e un’anteprima di OpenCL 1.0 , specifica dedicata GPGPU computing. Il consorzio ha infine annunciato una collaborazione con Mozilla e Google per la realizzazione di uno standard finalizzato ad accelerare la grafica 3D sul Web . Il progetto verrà portato avanti da un gruppo di lavoro guidato da Mozilla, ed il suo compito sarà quello di partorire una specifica libera da royalty che permetta agli sviluppatori JavaScript di sfruttare le API OpenGL nelle proprie applicazioni web.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 03 2009
Link copiato negli appunti