Opera 11.60 è qui

La software house norvegese rilascia la nuova versione del suo browser web, con novità importanti e qualche pezza pensata per chiudere alcune vulnerabilità
La software house norvegese rilascia la nuova versione del suo browser web, con novità importanti e qualche pezza pensata per chiudere alcune vulnerabilità

In attesa dell’ accelerazione hardware dedicata della GPU, Opera Software rilascia l’ultima versione intermedia del suo browser web: Opera 11.60 è più sicuro e contiene alcune novità architetturali importanti, incluso il restyling del client email integrato “M2”.

La sicurezza prima di tutto: l’ultima release di Opera – nome in codice “Tunny” – chiude tre diverse vulnerabilità sfruttabili per leggere cookie senza autorizzazione su particolari nomi di dominio di primo livello a due o tre lettere, intercettare le comunicazioni sicure su protocolli SSL v3.0 e TLS 1.0 e ottenere informazioni cross-domain non autorizzate via JavaScript.

Le novità architetturali di Tunny comprendono invece un nuovo parser HTML (nome in codice “Ragnarök”), il primo upgrade in quindici anni idealmente capace di velocizzare il caricamento delle pagine web – incluse quelle protette dal protocollo SSL.

Della versione ammodernata del mail client integrato M2 si nota infine soprattutto il restyling , mentre la casa norvegese sottolinea come il componente di Opera dedicato alla posta elettronica sia ora divenuto più facile da usare e configurare rispetto a passato.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 12 2011
Link copiato negli appunti