Opera 7 porta DHTML sugli smartphone

Il browser che viene dal freddo arriva in una nuova versione per smartphone e PDA che, per la prima volta, eredita dalla versione desktop un completo supporto agli standard del Web, fra cui il Dynamic HTML
Il browser che viene dal freddo arriva in una nuova versione per smartphone e PDA che, per la prima volta, eredita dalla versione desktop un completo supporto agli standard del Web, fra cui il Dynamic HTML


Oslo (Norvegia) – Il browserino di Opera Software destinato all’uso sui dispositivi mobili ha beneficiato di un nuovo ed importante aggiornamento che lo ha reso molto più simile, nelle funzionalità e nel supporto agli standard, alla versione desktop.

La nuova release 7 di Opera per Smartphone/PDA eredita infatti dall’equivalente release del suo fratello maggiore, già da tempo disponibile per Windows , Linux e Unix, lo stesso nucleo alla base del motore di rendering detto “Presto”. Questo fa sì che anche la versione “pocket” del noto browser Web norvegese supporti pienamente lo standard Document Object Model (DOM) e il Dynamic HTML (DHTML).

Il W3C descrive lo standard DOM come “una piattaforma e un’interfaccia neutrale al linguaggio che consente ai programmi e agli script di accedere e aggiornare dinamicamente il contenuto, la struttura e lo stile dei documenti”.

“Disporre del supporto a DOM in un browser mobile garantisce che anche nei piccoli dispositivi si possano visualizzare le stesse pagine Web dinamiche che sono disponibili sui PC desktop”, ha spiegato Hakon Lie, CTO di Opera Software. “Con il supporto superiore di Opera agli standard non c’è più bisogno di separare il Web fra mobile e desktop”.

Visto che i dispositivi mobili devono in ogni caso fare i conti con le esigue dimensioni dei loro display, la nuova versione “lite” di Opera continua a fare affidamento sulla tecnologia Small-Screen Rendering (SSR) per ridimensionare automaticamente le pagine Web e ottimizzarne la visualizzazione alle basse risoluzioni.

Opera Software afferma poi che il suo è il solo browser mobile in circolazione ad offrire piena compatibilità con quello che definisce lo “Street HTML”, ossia il codice non standard utilizzato dagli sviluppatori per ottimizzare il look dei loro siti con Internet Explorer. Opera 7 per Smartphone/PDA fornisce poi un supporto più esteso a JavaScript, una maggiore modularità e una migliore portabilità verso altri sistemi operativi.

Lo scorso mese Opera Software ha annunciato una collaborazione con Motorola per l’integrazione, nel proprio browser, del supporto allo standard WAP.

La nuova versione embedded di Opera è già stata inclusa da Kyocera nei sui nuovi modelli di telefoni cellulari basati sul sistema operativo ITRON e commercializzati in Asia. Opera per Spartphone/PDA verrà presto rilasciato anche per i sistemi operativi SymbianOS e Linux. Versioni precedenti di questo browser sono state adottate nello Zaurus SL-6000 di Sharp e negli smartphone P800 di Sony Ericsson e 3650 di Nokia .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 03 2004
Link copiato negli appunti