Opera per Android è fuori dalla beta

E' disponibile la prima versione "ufficiale" del browser per dispositivi Android, un software che ha un motore standard (Webkit) e le caratteristiche di Opera già apprezzate dagli utenti

Roma – A meno di tre mesi dalla distribuzione della prima beta della sua app per Android, Opera Software rilascia ora la prima “versione finale” del browser omonimo con nuove funzionalità e le caratteristiche già note ma da tempo apprezzate dagli utenti del software di navigazione web “alternativo” per definizione.

Opera per Android è la prima versione del browser ad adottare Webkit come layout engine al posto di Presto, un passaggio che in qualche modo ha già fatto la storia del settore e che è destinato a riverberarsi anche sulla controparte PC del navigatore androide.

Webkit a parte, Opera su Android offre la stessa funzionalità Speed Dial – per l’accesso veloce ai siti preferiti dall’utente da scheda vuota – già introdotta da anni su Opera Mini e Opera desktop, e la possibilità di accedere a versioni dei siti web ottimizzate per il traffico mobile tramite proxy, caratteristica che anche Google ha deciso di offrire agli utenti del suo browser.

Il nuovo Opera è stato realizzato a partire dalle “specifiche native della piattaforma Android”, spiega la corporation norvegese, così da risolvere i problemi di design presenti in precedenza. Uno degli obiettivi del nuovo corso è offrire agli utenti uno strumento per scoprire nuovi “angoli” del web, e a tale scopo Opera consiglia i siti interessanti per l’utente sin dalla schermata Home del browser.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francesco scrive:
    Airbnb, l'affitto illegale a New York
    Prima di parlare informatevi. Il turismo è il settore più competitivo che possa esistere.L'affitto a breve è già vietato in Italia. Esistono le leggi regionali e regolamenti provinciali che regolamentano l'affitto a turisti attraverso le autorizzazioni di Bed & Breakfast, Case Vacanza, Affittacamere, etc.L'ospitalità non può essere improvvisata ma bisogna rispettare le regolamentazioni in termini di sicurezza, igiene, etc.L'affitto abusivo di privati è il modo per gestire a nero e non pagare tasse. In Italia si contano circa 20.000 strutture abusive.In questo paese le leggi esistono ma nessuno le rispetta perché fa comodo così. Abbiate almeno la decenza di non criticare coloro che sono più civili di noi.
  • panda rossa scrive:
    Ecco perche' Blockbuster ha chiuso!
    Ora capisco perche' BB ha chiuso.Non potevano affittare le VHS per durate inferiori ad 1 mese.
  • Skywalkersenior scrive:
    Che strano
    Me la sarei aspettata in Italia una legge così ridicola!Spero che i nostri legislatori non leggano P.I. altrimenti prenderanno subito spunto!
    • bubba scrive:
      Re: Che strano
      - Scritto da: Skywalkersenior
      Me la sarei aspettata in Italia una legge così
      ridicola!
      Spero che i nostri legislatori non leggano P.I.
      altrimenti prenderanno subito
      spunto!in effetti la ratio di quella cosa e' un po fumosa e bizzarra...... pero' a leggere [*] sembra partire dal fatto che molti furboni usavano l'idea per gestire dei pseudohotel volanti, senza pagare dazio ..[*] http://betabeat.com/2011/05/airbnb-takes-manhattan-with-2k-bookings-a-night-but-many-listings-may-be-illegal/
    • Pastoso scrive:
      Re: Che strano
      - Scritto da: Skywalkersenior
      Me la sarei aspettata in Italia una legge così
      ridicola!
      Spero che i nostri legislatori non leggano P.I.
      altrimenti prenderanno subito
      spunto!Ti stupiresti nello scoprire quali e quante leggi e leggine esistono in Italia sull'argomento.Numero di giorni in cui puoi affittare consecutivamente, numero di mesi totali nell'anno, numero di camere, numero di bagni per persone, più le varie eccezioni a seconda della zona in cui si affitta.Cose senza senso. Si parte con l'idea di tutelare il cliente, si finisce per danneggiarlo riducendo la concorrenza.
      • me medesimo scrive:
        Re: Che strano
        Gli unici tutelati sono i burocrati che su leggi e leggine tovano la loro ragion d'essere (se non una fonte di reddito aggiuntiva percepita in buste bianche)
Chiudi i commenti