Opera si "carbonizza" su MacOS X

Il noto browser alternativo, dopo essersi convertito al Mac, arriva ora in versione ottimizzata per MacOS X
Il noto browser alternativo, dopo essersi convertito al Mac, arriva ora in versione ottimizzata per MacOS X


Oslo – In attesa del rilascio della versione definitiva di Opera 5 per Mac, attualmente ferma alla Beta 2, Opera Software ha annunciato la disponibilità della prima versione beta del noto browser per Mac OS X.

Questa prima beta di Opera 5 per Mac OS X si basa sulle API native “Carbon” che le consentono di sfruttare a fondo le peculiarità del nuovo sistema operativo di Apple.

Come afferma Opera Software, gli utenti di Mac OS X potranno ora avvalersi di un supporto specifico per la loro piattaforma, della funzionalità “auto-completion” per gli URL e di un insieme di pulsanti extra che ben si integrano con il look and feel dell’interfaccia grafica di OS X.

Opera 5 for Mac OS X Carbon Beta 1 ha poi anche funzionalità di ricerca potenziate che permettono all’utente di muoversi con agilità fra i più popolari motori e cercare termini, nomi di dominio o quotazioni azionarie.

Questa versione di Opera 5 supporta la crittografia a 128 bit e tutti i maggiori standard del Web: TLS 1.0, SSL 2 e 3, CSS1 e CSS2, XML, HTML 4.01, HTTP 1.1, ECMAScript, DOM e WAP/WML.

Il software è scaricabile gratuitamente, in lingua inglese, da qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 09 2001
Link copiato negli appunti