Oracle sfida tutti sui Web service

Oracle sfida tutti sui Web service

Nella guerra fra piattaforme di sviluppo dei Web service concorrenti, Oracle attacca con un rinnovato tool integrato in Java: Oracle9i JDeveloper
Nella guerra fra piattaforme di sviluppo dei Web service concorrenti, Oracle attacca con un rinnovato tool integrato in Java: Oracle9i JDeveloper


Redwood Shores (USA) – I Web service fanno gola anche a Oracle che ieri ha annunciato ufficialmente la sua nuova versione di Oracle9i Jdeveloper, un ambiente di sviluppo Java profondamente rinnovato e basato sulla piattaforma Java2 Enterprise Edition (J2EE) e XML.

Oracle sostiene che questo componente della sua piattaforma Oracle9i rappresenta una importante unificazione delle tecnologie chiave per lo sviluppo di applicativi per Internet: Java, XML e SQL. Oracle 9i JDeveloper, che si va pertanto a classificare come un Integrated Development Environment (IDE), offre il supporto all'UML (Unified Modeling Language), allo sviluppo di tipo Rapid Application Development attraverso wizard e alla costruzione di report, query e analisi per la business intelligence integrata.

Oracle, fra le protagoniste di quella lotta che eleggerà la piattaforma ideale per lo sviluppo di Web service – una battaglia che vede impegnati colossi come Sun, Microsoft, IBM e HP – sostiene che la nuova versione di Oracle 9i Jdeveloper aiuterà gli sviluppatori a scrivere codice Java corretto e ottimizzato e che, grazie al supporto di standard come SOAP, UDDI e WSDL, garantirà interoperabilità fra servizi e massima integrazione con le applicazioni preesistenti.

Il nuovo Oracle9i JDeveloper verrà rilasciato il prossimo mese per una varietà di piattaforme, fra cui Linux, Unix e Windows, e potrà essere scaricato liberamente da tutti gli sviluppatori attraverso Oracle Technology Network . Oracle9i Jdeveloper, che è stato scritto totalmente in Java, farà parte anche della Oracle9i Developer Suite.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 11 2001
Link copiato negli appunti