P2P, il parere di un'autrice

Tra le non poche lettere di autori che in queste settimane hanno scritto alla redazione pubblichiamo l'intervento di un'autrice italiana che lamenta la fossilizzazione degli attuali modelli di protezione delle opere


Roma – Salve gentile redazione di PI, vi scrivo perchè, seguendo le notizie e le polemiche sul P2P e sul DL Urbani, ho notato che nessun autore ha ancora espresso un parere in materia (non contando l’ottima proposta dei Thematika che avete pubblicato ). Vorrei mettere in luce alcuni punti sulla situazione di noi autori rispetto a SIAE e major, e cercare di mostrare quali sono i veri ostacoli che hanno portato alla lotta pro-contro il P2P.

Il bollino SIAE dev’essere applicato all’opera IN OGNI CASO, anche se l’autore non ha nulla a che vedere con la SIAE. Questo comporta una spesa extra per il mio distributore a cui io autrice non ho i mezzi per sottrarlo. Inutile dire che i bollini vanno richiesti alla SIAE, e si pagano (pure salati, a quel che so).

Nel caso l’autore fosse registrato alla SIAE e avesse depositato lì le sue opere, non può più decidere liberamente come usarle. Per esempio, se vuole dare i propri personaggi gratis per farli dipingere sui muri del reparto pediatrico di un ospedale, non può farlo. L’ospedale DEVE pagare la SIAE e quando l’autore riceve i soldi (ma li riceve? molti dicono di no) può restituirli all’ospedale. Nemmeno una lettera dell’autore che autorizza l’uso gratuito serve a nulla: l’ospedale deve comunque pagare.

Inoltre, l’autore è proprietario dell’opera a prescindere. Certo, in tribunale bisogna provarlo. Peccato che molti contratti con publisher e produttori “nascondano” clausole di cessione dell’IP (proprietà intellettuale) dietro un linguaggio oscuro e incomprensibile. L’autore che ci casca è defraudato perchè a quel punto viene pagato una tantum e il resto dei soldi li guadagnerà a vita il produttore, che ha pieno potere sull’opera.

Molti produttori si tutelano pretendendo una liberatoria prima che l’autore presenti i lavori per un’eventuale pubblicazione. Il testo dice più o meno “io (autore) comprendo che ricevete centinaia di lavori al giorno, e se pubblicate qualcosa che assomiglia a quello che vi ho mandato io non significa che avete copiato/utilizzato la mia roba”.
Dal lato dell’autore sembra assurda, ma onestamente se fossi io il producer la utilizzerei perchè, ora come ora, è l’unico modo per evitare di finire in decine se non centinaia di cause legali e chiudere l’azienda.

All’inizio la SIAE forniva essenzialmente il deposito delle opere, a formare una prova di paternità in caso di controversie sul diritto d’autore. Insomma, qualcosa di simile a un brevetto: “l’ho depositato = è mio”. Peccato che un atto notarile sia molto più protettivo a livello legale, e costa molto meno della SIAE, ma nessuno lo dice.

Il produttore deve rientrare le spese prima possibile. Altrimenti l’investimento va in perdita. Per ottenere ciò, ammettendo che abbia investito 100.000 Euro in un videogioco, gli conviene vendere 1000 copie a 100 Euro piuttosto che 10.000 a 10 Euro. A vendere 10.000 copie ci vuole molto più tempo.

Vorrei anche porre in evidenza il fatto che il P2P non permette di calcolare con la precisione necessaria un ritorno di mercato, per esempio sapere quante copie sono state scaricate, in quanto tempo e in quali nazioni. Senza questi dati per una qualsiasi azienda è impossibile decidere se investire ancora o no, ed è a mio parere il maggiore ostacolo nella lotta tra P2P e major.

Cordiali saluti,
Francesca Urbinati

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    OT: La foto di Paolo
  • Anonimo scrive:
    Grazie On.le Carlucci
    Grazie On.le Carluccifinalmente qualcuno che mette fine al far west di internet dove ognuno può fare a suo piacimento infischiandosene di pilastri come la proprietà intellettuale e i diritti d'autore.Vi piacerebbe se qualcuno usasse un oggetto da voi creato senza darvi neanche un cent?Pensateci cari amici.Volete ascoltare un cd del vostro cantante preferito?Volete assistere ad un film su un dvd del vostro attore/attrice/regista preferiti?COMPRATEVELO!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie On.le Carlucci
      - Scritto da: Anonimo
      Grazie On.le Carlucci
      finalmente qualcuno che mette fine al far
      west di internet dove ognuno può fare
      a suo piacimento infischiandosene di
      pilastri come la proprietà
      intellettuale e i diritti d'autore.
      Vi piacerebbe se qualcuno usasse un oggetto
      da voi creato senza darvi neanche un cent?Più che altro per gli 'oggetti' che creo io (foto e filmini) i 'cent' li devo dare io alla SIAE quando compro i CD per salvarli.Ma forse di questo a te non frega nulla. A me invece non frega nulla se qualche strapagato cantante deve rinunciare ad un metro o due di panfilo....
      Pensateci cari amici.
      Volete ascoltare un cd del vostro cantante
      preferito?Il mio 'cantante preferito' ha smesso di esistere da tempo, e francamente non mi interessa la musica delle bellone semisvestite che ululano alla Luna che oggi vanno per la maggiore.
  • Anonimo scrive:
    URBANI,PIRATERIA?COMPRENSIVI COI GIOVANI
    CINEMA: URBANI, PIRATERIA? SIAMO COMPRENSIVI CON I GIOVANI(AGI) - Roma, 14 apr. - "Pugno di ferro per chi ruba a scopo di lucro, massima comprensione per chi lo fa a scopo individuale, che poi sono soprattutto i giovani". Il ministro Urbani, a margine della presentazione della societa' "Arcus" per la valorizzazione della cultura, parla anche del decreto antipirateria cinematografica. Il decreto, ora in sede di conversione parlamentare "sta andando - a giudizio del ministro - molto bene, dopo una prima perplessita' da parte di alcuni verso la necessita' di colpire la pirateria a scopo individuale, quella dei giovani". Il "punto di equilibrio" raggiunto, spiega il ministro, e' stato quello di "prevedere sanzioni penali per tutti coloro che rubano a scopo di lucro. Per chi invece compie il furto a scopo di consumo individuale scattano due fattispecie: se l'opera non e' coperta dal diritto di autore non accade nulla, chi ha rubato non paga alcun fio perche' ha attinto ad una 'terra di nessuno'; restano piccole sanzioni amministrative a scopo simbolico - conclude Urbani - se invece l'opera era coperta dal diritto d'autore". (AGI) . 141548 APR 04
  • Anonimo scrive:
    Ed anche la sinistra contro Report
    E dovrebbe vergognarsi....http://www.ilriformista.it/documenti/articolo.asp?id_doc=21438
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
    ma volete capire o no con chi avete a che fare?il suo presidente(di urbani)promise, prima della elezione a membro della corte costituzionale a mancuso che se nn si fosse presentato lui gli avrebbero nominato il nipote.nn accadde.poi ha detto a pannella che a sofri sarebbe stata concessa la grazia e nn credo accadrà a meno di liberare tutti gli estremisti parafascisti implicati in tutte o quasi le stragi italiane,vista l'opposizione di forze della maggioranza,e tornando a noi il suo ministro ha fatto una rapida piroetta per far approvare una legge ancora + dura del suo decreto.ridicolo che le forze come i ds e i verdi che prima osteggiavano questo giro di vite anticostituzionale ora appoggiano la legge ancora + dura....mica temevano mancati finanziamenti ai film di qualche regista e autore di sinistra....?boo?tanto io sono abbonato a sky ma nn comprerò + un dvd o un cd musicale neanche se fosse indispensabile per salvarmi la vita.
  • Anonimo scrive:
    Associazione a delinquere
    Altri soldi a questa associazione a delinquere :http://www.report.rai.it/ram/vid20011004.ram
  • Anonimo scrive:
    Blowing in the Web
    Quante strade devono percorrere questi governanti prima di capire che i loro interessi personali non sono quelli degli italiani..e quante strade devono ancora percorrere prima di capire che la politica non è il loro affare privato...quante strade devono percorrere prima di capire che sono stati votati dagli italiani.....quante strade devono percorrere prima di capire che stanno facendo gli interessi della mafia ...e quante strade ancora dovranno percorrere prima di capire che sono in grado di farsi soltanto leggi inutili.... La risposta amici miei soffia nel WebThe answer i blowinin'g in the web
  • Anonimo scrive:
    Un CHIARIMENTO per favore...
    Ho letto l'emendamento della CArlucci seconda versione, e in esso si dice che mettere a disposizione del pubblico per fini di lucro un'opera è punito con 154 euro di multa...Mentre si lascia l'articolo precedente della legge sul diritto d'autore così com'è, nel quale si parla di chi fruisce di un opera senza menzionare il fine di lucro, anch'esso punito con 154 euro di multa...Ora questo significa che chi condivide in buona fede non viene multato, mentre chi scarica da questa persona in buona fede prende 154 euro di multa.... non vi sembra quantomeno singolare?!? Spiegatemi.....
  • Anonimo scrive:
    Leggete qui:)
    http://www.lastampa.it/_web/_INTERNET/meglio_del_web/internet/default.asp
  • Anonimo scrive:
    Re: Domanda di riepilogo...
    ma che te fai le domande, quelli stanno inserendo vaselina anche dentro i cavi della rete allo scopo di :prepare your cools to a new event, you will be happy eternally without to know why!
  • Anonimo scrive:
    Domanda di riepilogo...
    Quindi volendo ricapitolare quello che è successo, le sanzioni per uso personale sono state abolite? o solamente abbassate a 154 ?? se sono state abbassate il sequestro dei beni viene lo stesso effettuato? anche se le opere scaricate sono ad uso personale?
  • Anonimo scrive:
    Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
    Mettiamo che io voglia farmi in casa un mirror della sissa e di simtel, degli archivi pubblici ACM e IEEE senza passare dalle solite università. Mettiamo anche che sia un appassionato di retrocomputing e abandonware, intendo *VERO* abandonware per *VERI* programmatori: compilatori tools librerie introvabili e non supportati da 10 anni/4 versioni, (non giochini di due anni fa passati di moda e spacciati per retro/abandon). Sono migliaia di files, TUTTI PERFETTAMENTE LEGALI, una dimostrazione lampante di uso intelligente della banda (che poi è lo stesso uso che si faceva 15-20 anni fa su FIDOnet e BBS varie). 1) Dobbiamo invocare il controllo puntuale dei contenuti e mostrare sistematicamente al casellante il culo, la carta igienica, il cesso e le piastrelle per non essere confusi con gli scrocconi illegali ?2) In quale lingua bisogna pregare e quanti soldi bisogna versare per avere una DSL
    2Mb flat e con garanzia di banda minima decente in questo paese delle banane ?
    • lupocattivo scrive:
      Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
      Aoh e mika sono la Carlucci!!!!Avevo chiesto aiuto.... se l'idea poteva andare...E visto che ho le tue stesse passioni.... tipo un sistema operativo che stava in un floppy (System7 Mac) e progs da max 64k Multitools.... trisnonno di excel, mi ero fatto venire un'idea per tappare....la bocca a quei politicanti!Creare account "low-speed/low-cost" mi sembrava cosa buona e giusta. Per altre tipologie non mi ero spremuto piu' di tanto.... Il discorso del "controllo" ti confesso mi e' ESTREMAMENTE ODIOSO ma forse possiamo concederlo. Se pensiamo che eravamo in grado di "spremere" uno Z80 come un limone, non credo ci possa spaventare mettere insieme qualcosa tipo "cluster".........L'alternativa per ora è che ci sniffano e ci tassano (lo facevano lo stesso anche prima, ma almeno era illegale).Ciao
    • lupocattivo scrive:
      Re: ADSL: ECONOMICA.....ripensandoci..
      WOWWWWW Kaspiterina..... per fare quello che dici tu...magari....Beh il NOSTRO pc sniffato..MAI!!!! la connessione NEMMENO, ma potremmo chiedere (pretendere) un PROXY di connessione dove loro "cercano" di non far passare materiale protetto... con garanzia di banda minima e ovviamente a prezzo scontato per noi.....Se vogliono proteggere il diritto d'autore qualcosa devono cedere in cambio....Kazzarola.... voglio vederli uscire pazzi!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: ADSL: ECONOMICA.....ripensandoci..
        l'uso del computer e internet costano già troppo, se fate i conti quasi quanto l'uso di un'automobile se aumentano ancora i prezzi la gente non comprerà più.
  • Anonimo scrive:
    battaglia persa
    questa è una battaglia persa in partenza perchè chi fa la legge confonde il p2p con la rete dei pirati della tortuga. Hanno pure scatenato in rete il loro grande capitan Drake, corsaro della rete per combattere i piratini bambini furfantini che sono l'umus dove dovrebbe crescere l'occulto pubblicitario come uno psicovirus ad azione prolungata.
  • grossogrosso scrive:
    Re: D.Urbani: precisazioni
    Premetto che a me Attivissimo sta simpatico, lo apprezzo ma so, come gia' ho avuto modo di constatare, che qualche volta si occupa di cose che sa poco, soprattutto quando si parla di leggi e dintorni. In quei casi le spara grosse con una certa sicumera.In questo caso si vede che non conosce i provider.
    Il ridicolo deriva dal dubbio che sta
    tormentando in questi giorni i provider: di
    preciso come dovrebbero rispettare
    quest'obbligo?
    resta il problema non trascurabile di associare il nickname
    dell'utente con una persona. E' inutile denunciare l'utente
    pincopalla732 alle autorità di polizia, se non si sa a chi
    corrisponde. Il provider può risalire facilmente all'indirizzo IP
    di pincopalla732, ma qui si ferma: solo le autorità di polizia
    possono associare un indirizzo IP, magari dinamico,
    all'utente al quale era assegnato in un dato momento,
    seguendo un iter non certo semplice.Questo e' tutto meno che ridicolo. Basta andare in qualsiasi provider per scoprire che oggi passano tutto, qualsiasi cosa, alla magistratura per paura delle multe (che sono rimaste nel dl).Non capire che i guai arriveranno dalle misure preventive dei provider credo sia tutto meno che un "chiarimento".
  • Anonimo scrive:
    Re: DOMANDA IMPORTANTE
    Al di là di piccole operazioni di "maquillage" non vedo sostanziali cambiamenti nel provvedimento.A mio parere resta facilmente oppugnabile in sede di "giudizio", certo resta il fatto che se ti "beccano", anche uscendone assolto ti costa una cifra e parecchia rottura di....Ma il fatto più GRAVE per me resta quello dei "REGALI" che il DL prevede nei commi successivi.La prima parte è solo "fumo" per distoglere l'attenzione dalla parte più criticabile. Del resto l'on. Carlucci nonostante abbia criticato Urbani per le "sovvenzioni" alla sua amichetta, quella parte del DL non si sogna nemmeno di toccarla.
  • Anonimo scrive:
    D.Urbani: precisazioni
    Paolo Attivissimo su http://www.apogeonline.com/webzine/2004/03/17/01/200403170101 da risposte a molte disinformazioni sul Decreto Urbani. Ve ne scarto qualcuna.______________Il fatto che i circuiti di scambio si prestino a usi perfettamente legali fa precipitare nel ridicolo l'altra apparente novità del decreto Urbani: l'obbligo, per i provider e per i fornitori di servizi, di segnalare alle autorità di polizia chi viola il diritto d'autore usando il P2P o siti Web (e a dire il vero il decreto sembra pensare più al Web che al P2P).[...]Il ridicolo deriva dal dubbio che sta tormentando in questi giorni i provider: di preciso come dovrebbero rispettare quest'obbligo? Devono pattugliare attivamente la Rete, o limitarsi a segnalare i casi di violazione in cui si imbattono? Non si sa. E in entrambi i casi, come fanno a verificare che si tratti davvero di violazione? Per sapere se un utente sta violando il diritto d'autore in un circuito P2P, occorre intercettare il suo traffico di dati, ma già questo pone seri problemi di legalità, perché la riservatezza della comunicazione telematica è tutelata dalla legge.[...]resta il problema non trascurabile di associare il nickname dell'utente con una persona. E' inutile denunciare l'utente pincopalla732 alle autorità di polizia, se non si sa a chi corrisponde. Il provider può risalire facilmente all'indirizzo IP di pincopalla732, ma qui si ferma: solo le autorità di polizia possono associare un indirizzo IP, magari dinamico, all'utente al quale era assegnato in un dato momento, seguendo un iter non certo semplice.[...]Insomma, il provider, trasformato in improvvisato gendarme senza stipendio, può al massimo presentare alle autorità di polizia una lista di nickname e di indirizzi IP. Il fatto è che la lista, come ben sa chiunque apra anche una singola schermata di WinMX, rischia di essere talmente lunga e continuamente aggiornata da rendere impraticabile ogni azione. Come possono reagire le autorità di polizia se ricevono tutti i giorni dieci o ventimila segnalazioni di nickname di scambiatori illegali? Da chi cominciano le indagini? Che si fa, si tira a sorte?[...]Oltretutto sabotare un sistema di sorveglianza di questo genere è banale, come ben sanno quelli della RIAA, che tentarono di bloccare Napster imponendo un filtro che conteneva i titoli delle canzoni: gli utenti le rinominarono usando l'alfabeto farfallino. E' altrettanto banale saturare i circuiti di file i cui nomi corrispondono a titoli di film (il decreto Urbani, curiosamente, tutela soltanto le "opere cinematografiche e assimilate") ma contengono tutt'altro, magari un filmetto amatoriale: il gendarme dovrà scaricarsi tutto il file e guardarselo per intero, perché potrebbe contenere spezzoni di opere vincolate. Se poi il filmetto è a luci rosse o mostra due ore di traffico autostradale, tedio e imbarazzo avranno presto la meglio anche sul tenente Sheridan più ligio.Ciliegina sulla torta, queste leggi di tutela del diritto d'autore si estendono a tutti i film. Compresi, dunque, i film porno, ai quali è obiettivamente difficile abbinare il concetto di proprietà intellettuale, ma che sono comunque "opere cinematografiche e assimilate". I diritti violati dei pornografi potranno finalmente essere salvaguardati con tutto il rigore della legge. Forse non era proprio questo che il ministro aveva in mente, ma vedo già i titoli: "Decreto Urbani salva Cicciolina. E il suo cavallo".[...]Nonostante tutti questi bei tentativi di vietare per legge al vento di soffiare, gli utenti dei circuiti P2P che scambiano file vincolati sono troppi per poterli rincorrere tutti. Se ne potrà forse bastonare qualcuno per educarne altri, come è già stato fatto con patetici effetti boomerang negli USA, ma il fenomeno non cesserà di certo: semplicemente si evolverà come ha già fatto in passato, introducendo altre forme di scambio non intercettabili, per esempio creando reti di utenti che scambiano file cifrati e lo fanno soltanto con altri utenti la cui identità è loro nota, in modo da tener fuori gli spioni. Una sorta di grande circolo privato, ai quali si accede soltanto su invito, come già si fa con i circuiti di amici come Orkut.
  • Anonimo scrive:
    DOMANDA IMPORTANTE
    Ho letto l'emendamento della CArlucci seconda versione, e in esso si dice che mettere a disposizione del pubblico per fini di lucro un'opera è punito con 154 euro di multa...Mentre si lascia l'articolo precedente della legge sul diritto d'autore così com'è, nel quale si parla di chi fruisce di un opera senza menzionare il fine di lucro, anch'esso punito con 154 euro di multa...Ora questo significa che chi condivide in buona fede non viene multato, mentre chi scarica da questa persona in buona fede prende 154 euro di multa.... non vi sembra quantomeno singolare?!? Spiegatemi.....
  • Anonimo scrive:
    ???
    http://www.tgcom.it/ArticoloTgCom/articoli/30/articolo178630.shtml
  • Anonimo scrive:
    Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
    io mi trovo una idea totalmente stupido!come fa dire adsl per tutti??? abito un paese e non supporta adls. che legge e' questa?perche io devo pagare di piu con modem 56k mentre loro con abbonameno adls e pagano a costi irrisori??parliamo di queste cose!!!mi trovo un cittadino privo ..... informazione........... e io non sono uguale per tutti??ladri telecom!pensa solo soldi!!!!!!!!! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
      Ma dove hai studiato l' italiano alla cepu con del piero????
      • Anonimo scrive:
        Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
        perche? tu mi offendi!sono sordomuto e sii rispettino!!8)
        • lupocattivo scrive:
          Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
          Non ti preoccupare.... per foruna di "sapientini" non ce ne sono poi così tanti....Io comunque ho apprezzato la tua critica.Ciao da Lupcattivo
    • Anonimo scrive:
      Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
      Ottima osservazione.... bisognerebbe convincerli a proporre anche un flat-dialup a 5 euro/mese in attesa che sviluppino le infrastrutture.
      • Anonimo scrive:
        Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
        Ripeto: con chi ha fastweb come la mettiamo?Io uso fastweb soprattutto per la tv via cavo,quindi mi serve una banda bella ampia: seguendo quella tabella o pago mezzo miliardo,o mi limitano la banda.Non trovo la cosa molto sensata.
        • lupocattivo scrive:
          Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE

          Ripeto: con chi ha fastweb come la mettiamo?
          Io uso fastweb soprattutto per la tv via
          cavo,quindi mi serve una banda bella ampia:
          seguendo quella tabella o pago mezzo
          miliardo,o mi limitano la banda.
          Non trovo la cosa molto sensata.Ripeto anch'io.... mi sembra di aver contemplato anche il caso dell'utente....."SUPERONESTO"... Allora ripeto: per gli utenti che utilizzano grande ampiezza di banda per impieghi "legittimi" non dovrebbero essere messi in campo oneri aggiuntivi di nssun tipo!!! Pagano già anche troppo...Comunque la mia voleva essere una proposta... "DALLA PARTE DEL CONSUMATORE". Piu' che critiche mi aspettavo "CONSIGLI". Mi piacerebbe un mondo che riuscissimo a produrre un Disegno di Legge tale da tappare la bocca a quei quattro "marpioni".....
  • Anonimo scrive:
    qual'è la pena x chi uppa??
    ok, a quanto sembra hanno addolcito la pena x i downloader...ma x gli uploader che pena è prevista??grazie x un eventuale rispostaciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
    - Scritto da: lupocattivo
    Chiedo scusa se riposto, ma mi è
    sembrato che l'idea non fosse poi
    così cattiva....Se qualcuno mi aiuta
    a sintetizzarla meglio, forse potrebbe
    risolvere il problema.

    OBBIETTIVO: ADSL a varie
    velocità e prezzo proporzionato.
    ovvio che l'abbonamento deve essere FLAT
    (così sappiamo quello che spendiamo)
    e opzione ADSL piuttosto che dial-up per
    evitare dialers ed avere il telefono libero.

    ADSL-56k costo 5 euro/mese
    -- Utente "light" puo' fare praticamente
    tutto anche p2p ma per scaricare 640 Mega
    forse 10 giorni non bastano.Dopo il primo DL
    gli passa la voglia.

    ADSL-128k costo 10 euro/mese
    -- Utente "light-plus" come per il "light"
    ma con una marcia in più per il p2p
    quindi 2 euro sono per la SIAE

    ADSL-256k costo 25 euro/mese
    -- Utente "multi" con tassa SIAE 3 euro

    ADSL-640k costo 35 euro/mese
    -- Utente "pro" con tassa SIAE 5 euro

    ADSL-1200-Pro 40 euro/mese
    -- Utente "enterprise" senza tassa SIAE, ma
    con limitazioni e sanzioni in caso di
    violazioni

    Risultati:
    UTENTI: Tutti connessi senza neuro-patologie;
    ISP: meno sprechi di banda (leggi più
    contratti ADSL);
    SIAE e Ministro; accontentati, pace sociale
    raggiunta.

    Vi prego non prendete alla lettera le fasce
    proposte... La mia è soltanto un'idea
    che mi piacerebbe sviluppassimo tutti
    assieme. Il vantaggio sarebbe quello di
    accontentre
    "formalmente" tutti, Utente ISP SIAE e
    Ministro...



    ==================================
    Modificato dall'autore il 11/04/2004 19.06.30Io che ho fastweb in fibra quanti miliardi dovrei dare per usare internet?
    • lupocattivo scrive:
      Re: ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
      Visto che la limitazione della banda avviene interponendo dei filtri....l'opzione potrebbe riguardare anche FastWeb, anche se non gli piacerà molto. Ora come ora le uniche opzioni possibili sono tenerla o disdire.....Per tutto questo ringrazino Urbani e le Majors.
  • Anonimo scrive:
    Re: non solo p2p
    Esatto!I miei complimenti.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: direttive euoropee ignorate
    c'e' del marcio anche in europa, ma bisogna cominciare a mandare a casa chi usa la politica spudoratamente per risolvere problemi personaliusiamo il nostro voto
  • Anonimo scrive:
    non solo p2p
    leggo con piacere che c'e' molto fermento e un malcontento che cresce e viene espresso pubblicamente con forza.rendiamoci contro pero' che il p2p e' solo un piccolissimo aspetto della nostra societa': fate un po' di attenzione ed un piccolo sforzo e vedrete che dappertutto intorno a noi ci sono delle cose che non vanno e di cui nessuno ci ha chiesto che ne pensiamo....
  • Anonimo scrive:
    direttive euoropee ignorate
    quindi le direttive euorpee sono state completamente ignorate...di questo me ne faccio molta meraviglia..allora a cosa servono queste direttive se ognuno fa quel che gli pare? aservono a occupare seggiole in piu'?
  • Anonimo scrive:
    Re: vaselina
    Ma... sei sicuro che sia vasellina ?Magari è soltano OLIO banalissimo Oleum Ricini
  • Anonimo scrive:
    vaselina
    un nutrito stuolo di autobotti contenenti vaselina stanno partendo per la distribuzione. Preparare los orificios.Non saranno tollerati tappi di protezione.
  • lupocattivo scrive:
    ADSL: ECONOMICA, PER TUTTI e... LEGALE
    Chiedo scusa se riposto, ma mi è sembrato che l'idea non fosse poi così cattiva....Se qualcuno mi aiuta a sintetizzarla meglio, forse potrebbe risolvere il problema. OBBIETTIVO : ADSL a varie velocità e prezzo proporzionato.ovvio che l'abbonamento deve essere FLAT (così sappiamo quello che spendiamo) e opzione ADSL piuttosto che dial-up per evitare dialers ed avere il telefono libero.ADSL-56k costo 5 euro/mese-- Utente "light" puo' fare praticamente tutto anche p2p ma per scaricare 640 Mega forse 10 giorni non bastano.Dopo il primo DL gli passa la voglia.ADSL-128k costo 10 euro/mese-- Utente "light-plus" come per il "light" ma con una marcia in più per il p2p quindi 2 euro sono per la SIAEADSL-256k costo 25 euro/mese-- Utente "multi" con tassa SIAE 3 euroADSL-640k costo 35 euro/mese-- Utente "pro" con tassa SIAE 5 euroADSL-1200-Pro 40 euro/mese-- Utente "enterprise" senza tassa SIAE, ma con limitazioni e sanzioni in caso di violazioni Risultati :UTENTI: Tutti connessi senza neuro-patologie;ISP: meno sprechi di banda (leggi più contratti ADSL);SIAE e Ministro; accontentati, pace sociale raggiunta.Vi prego non prendete alla lettera le fasce proposte... La mia è soltanto un'idea che mi piacerebbe sviluppassimo tutti assieme. Il vantaggio sarebbe quello di accontentre "formalmente" tutti, Utente ISP SIAE e Ministro...==================================Modificato dall'autore il 11/04/2004 19.06.30
  • Anonimo scrive:
    Re: MAJOR E CLUB CALCIO VALGONO PIU DI NOI
    credo siano piu' o meno 40 anni che l'italiano e' schifatoschiafati lo siamo tutti ma non mi sembra che si sia mai presa uniniziativa per cercare di cambiare le cosea mio modesto parere e credo sia il parere di molti altri il nostro caro stato invece di preoccuparsi tanto per la cinematografia italiana che sta andando male (e' da quando e' nata che va male) dovrebbe preoccuparsi di cose ben piu0 importanti di questa..sono così indaffarati a dividersi le torte (e lo fanno in maniera spudoratamente aperta) che non si rendono nemmeno conto che ormai la grande maggioranza degli italiani sta facendo i miracoli per andare avanti con la vita..il caro vita aumenta in maniera spaventosa mese per mese mentre gli stipendi restano gli stessi per anni!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: MAJOR E CLUB CALCIO VALGONO PIU DI NOI
      - Scritto da: Anonimo
      credo siano piu' o meno 40 anni che
      l'italiano e' schifato
      schiafati lo siamo tutti ma non mi sembra
      che si sia mai presa uniniziativa per
      cercare di cambiare le cose

      a mio modesto parere e credo sia il parere
      di molti altri
      il nostro caro stato invece di preoccuparsi
      tanto per la cinematografia italiana che sta
      andando male (e' da quando e' nata che va
      male) dovrebbe preoccuparsi di cose ben piu0
      importanti di questa..sono così
      indaffarati a dividersi le torte (e lo fanno
      in maniera spudoratamente aperta) che non
      si rendono nemmeno conto che ormai la grande
      maggioranza degli italiani sta facendo i
      miracoli per andare avanti con la vita..il
      caro vita aumenta in maniera spaventosa mese
      per mese mentre gli stipendi restano gli
      stessi per anni!!!!Di sicuro i commercianti e le aziende che con l' Euro hanno raddoppiato i prezzi sono gli unici che hanno avuto un grosso aumento di stipendio, indipendentemente dal fatto che di questo non ne abbiano giovato i loro dipendenti... La disonestà diffusa che vede lucrare in maniera incontrollata blaterando un supposto "libero mercato" che detta i prezzi fa solo ridere i polli !Un tempo il reato di frode veniva perseguito in tutti gli stati capitalisti, oramai non solo non si interviene contro le frodi dei grandi gruppi sui prezzi dei prodotti ma neppure sui piccoli commercianti che con l' Euro hanno fatto ogni possibile schifezza per frodare i cittadini !
      • Anonimo scrive:
        Re: MAJOR E CLUB CALCIO VALGONO PIU DI NOI
        Si, però il venerdì sera i pubbetti che vendono bottiglie di birra a minimo cinque euro ed i cocktails a dieci, son sempre pieni di gente. I cinema il sabato sera (costo sette euro), stessa cosa. Di fronte al caro sigarette, il massimo che qualcuno ha fatto è stato passare dalla marca precedente alle Fortuna o alle Sax, e, almeno tra i miei amici, dal più povero al più ricco, non ce ne è uno che rinunzia alle quattro ruote in favore di un autobus o della metropolitana. Questo vuol dire che la gran parte della gente prima si fa fregare, poi si lamenta !Saluti,Piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: MAJOR E CLUB CALCIO VALGONO PIU DI NOI
          e' così da sempre..il popolo italiano sa solo blaterare ma alla fine le cose gli stanno bene così
      • Anonimo scrive:
        Re: MAJOR E CLUB CALCIO VALGONO PIU DI NOI
        ah si il marcio c'è proprio dai piccoli commercianti e anche alle fonti che con l'euro hanno raddoppiato i prezzi.pero' abbiamo gli amati sindacati (la cisl sopratutto che si proclama difensore dell'operaio) che fa una campagna contro questi prezzi ma alla fine stanno zitti e quieti senza concludere niente...ma dopotutto si sa che contrariamante a quanti molti pensano..i sindacati non hanno MAI fatto l'interesse dell'operaio ma del padrone!sinceramente sono schifata nel constatare (non da ora e certamente non solo per questo decreto) che il nostro stato è marcio...non si preoccupano nemmeno di nascondere le porcate che fanno e l'italiano sta sempre zitto..dovremo essere un po' piu' uniti e forse risolveremo qualcosa..se potessi rinnegherei l'Italia e me ne andrei..peggio di così non starei di certo
  • Anonimo scrive:
    Alla fine della fiera?
    Alla fine quindi? C'è sempre il rischio di essere beccati? Solo con la differenza di una multa di 150 euro..... Giusto? Quindi non è stata portata aventi la "cosidetta" proposta di non sanzionare l'uso privato. O sbaglio?:o
  • Anonimo scrive:
    proposta tassazione
    E se la facessimo ancora più semplice?Dunque... - la siae ci da un programmino con il quale, con un click, possiamo creare tanti file hash (che identificano univocamente ogni file) quanti sono i file che abbiano nella nostra cartella condivisione.- la siae si occupa, scaricando a campione, che a quel hash sia associato un certo tipo di contenuto (posso chiamare, per esempio, "l signore degli anelli" con il nome "giustina, la p0rn0vampira", quindi devono essere sicuri);- Noi ci pagliamo la nostra bella tassa proporzionale alla larghezza di banda che abbiamo (naturalmente se dichiariamo di voler usare P2P, tutti gli altri perchè dovrebbero pagare^);- A questo punto la popolarità di un dato contenuto (musica o film o ecc...) viene calcolata in base a quante persone condividono quel dato contenuto... in base a cio si possono redistribuire i soldi da noi pagati a coloro che possiendono il relativo copyright.Fatemi sapereCiao gente
  • Anonimo scrive:
    Re: MAJOR E CLUB CALCIO VALGONO PIU DI N
    - Scritto da: Anonimo
    Forse non a tutti e` sfuggito ma e` bene
    ripeterlo.
    In Italia l`economia va a rotoli e tutto
    cio` e` normale.
    Si pensa a aiutare i club di calcio e a
    soddisfare ogni richieste delle major
    perche` altrimenti rischiano la chiusura (io
    non ci credo affatto) mentre
    all`imprenditore piccolo e medio che ha
    difficolta` e sta per chiudere si succhia
    tutto fino all`ultimo cent, a costo di
    portargli via la casa per recuperare tutti i
    soldi. Ma l`Italia chi la manda avanti i
    lavoratori e le piccole e medie imprese o le
    major e berlusconi col suo milan?La seconda che hai detto; se grandi gruppi come quelli che hai citato crollassero, l'economia ne avrebbe un colpo durissimo (vedi caso Parmalat...) se viceversa un piccolo imprenditore che fattura 100000? all'anno chiude bottega non se ne accorge nessuno...può non piacere ma tant'è...
  • Anonimo scrive:
    Re: non vi piace nemmeno questo? PALLADI
    - Scritto da: Anonimo
    allora e' inevitabile.. quando la m$ tirera'
    fuori palladium l'europa non potra' fare
    nulla per opporsi, la pirateria va
    combattuta, le cose non possono andare
    avanti cosi' e peggioreranno all'aumentare
    della banda a disposizione. State fornendo a
    m$, intel, amd e affini l'assist per la
    transizione verso Palladium e nemmeno ve ne
    rendete contoPerchè, tu pensi che se il p2p si fermasse dall'oggi al domani, le 5 sorelle abbandonerebbero l'idea di Palladium? Illuso.
  • Anonimo scrive:
    MAJOR E CLUB CALCIO VALGONO PIU DI NOI
    Forse non a tutti e` sfuggito ma e` bene ripeterlo.In Italia l`economia va a rotoli e tutto cio` e` normale.Si pensa a aiutare i club di calcio e a soddisfare ogni richieste delle major perche` altrimenti rischiano la chiusura (io non ci credo affatto) mentre all`imprenditore piccolo e medio che ha difficolta` e sta per chiudere si succhia tutto fino all`ultimo cent, a costo di portargli via la casa per recuperare tutti i soldi. Ma l`Italia chi la manda avanti i lavoratori e le piccole e medie imprese o le major e berlusconi col suo milan?Un italiano sempre piu` schifato.
  • Anonimo scrive:
    Re: non vi piace nemmeno questo? PALLADIUM
    No problem, usciranno dei mod-chip tipo quelli usati per la X-box che per la cronaca ha già installato il sistema palladium....PS Buona Pasqua!
  • Anonimo scrive:
    Re: non vi piace nemmeno questo? PALLADIUM
    Ne dai un po' anche a me?
  • Anonimo scrive:
    non vi piace nemmeno questo? PALLADIUM
    allora e' inevitabile.. quando la m$ tirera' fuori palladium l'europa non potra' fare nulla per opporsi, la pirateria va combattuta, le cose non possono andare avanti cosi' e peggioreranno all'aumentare della banda a disposizione. State fornendo a m$, intel, amd e affini l'assist per la transizione verso Palladium e nemmeno ve ne rendete conto, i centesimi che risparmiate oggi a scaricare a scrocco li pagherete centuplicati fra qualche anno, le proteste del tipo "boicottiamo" saranno inutili perche' non si potra' piu' tornare indietro, nemmeno le minacce di usare il voto saranno inutili (non rivotate chi? bill gates?)
    • Anonimo scrive:
      Re: non vi piace nemmeno questo? PALLADI
      - Scritto da: Anonimo
      allora e' inevitabile.. quando la m$ tirera'
      fuori palladium l'europa non potra' fare
      nulla per opporsi, la pirateria va
      combattuta, le cose non possono andare
      avanti cosi' e peggioreranno all'aumentare
      della banda a disposizione. State fornendo a
      m$, intel, amd e affini l'assist per la
      transizione verso Palladium e nemmeno ve ne
      rendete conto, i centesimi che risparmiate
      oggi a scaricare a scrocco li pagherete
      centuplicati fra qualche anno, le proteste
      del tipo "boicottiamo" saranno inutili
      perche' non si potra' piu' tornare indietro,
      nemmeno le minacce di usare il voto saranno
      inutili (non rivotate chi? bill gates?)
      guarda che palladium andrà avanti comunque, fa parte di un progetto ben più ampio del p2p, l'unico scopo è rendre la piattaforma x86 legata indissolubilmente a M$, spazzando via la concorrenza (linux in primis...)
    • Anonimo scrive:
      Re: non vi piace nemmeno questo? PALLADIUM
      non credo, tanto nessuno come io, non compro mai computer con sistema palladium, povero stupido bill gates!tornero ad usare carta e pena e dischi in vinile! cosi non avro la nostalgia!:)
    • Anonimo scrive:
      Re: non vi piace nemmeno questo? PALLADIUM
      La risposta la darà il mercato.Legge della Domanda e dell' Offerta.Vuol dire che Bill l'offerta la farà solo in.... chiesa...
    • Pulsar scrive:
      Re: non vi piace nemmeno questo? PALLADI
      - Scritto da: Anonimo
      allora e' inevitabile.. quando la m$ tirera'
      fuori palladium l'europa non potra' fare
      nulla per opporsi, la pirateria va
      combattuta, le cose non possono andare
      avanti cosi' e peggioreranno all'aumentare
      della banda a disposizione. State fornendo a
      m$, intel, amd e affini l'assist per la
      transizione verso Palladium e nemmeno ve ne
      rendete conto, i centesimi che risparmiate
      oggi a scaricare a scrocco li pagherete
      centuplicati fra qualche anno, le proteste
      del tipo "boicottiamo" saranno inutili
      perche' non si potra' piu' tornare indietro,
      nemmeno le minacce di usare il voto saranno
      inutili (non rivotate chi? bill gates?)
      Chi ti costringe a comprare una macchina Palladium? non è che sei obbligato a comprarla, poi non esistono mica solo i PC? se i PC del domani saranno Palladium sarà la volta buona che mi compro un MAC
  • Anonimo scrive:
    cinema diritto!
    io sono sordo e non vedo perche non mette sottotoli nei cinema, non e' giusto!!!sono dei menefreghisti
    • Anonimo scrive:
      Re: cinema diritto!
      shhhh, non dire niente se no ora mettono una tassa sui sottotitoli da devolvere alla famiglia di charlie chaplin!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: cinema diritto!
        non esageriamo!!!!ci mancherebbe!!!!ma chissa se e' cosi!!anche dvd, tv ??e' possibile mettere tassa per sottotitoli?:'(
  • TPK scrive:
    Carlucci in TV
    Nel ring della (credo) anticipazione del flop di socci su rai due il lunedi'Oltre a rivalutare il fascismo per le leggi sul cinema :| , ha parlato del p2p.Riassunto estremo (ma nemmeno tanto):- Per uso illegale personale si verra' avvisati :s- I file legali saranno etichettati :|Tutto questo dopo essersi bullata di aver ascoltato un sacco di gente in commissione per sentire tutte le opinioni.Dei casini tra gli utenti internet dei giorni precedenti nemmeno un accenno.Io non ho voglia di commentare, fatelo voi... :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Carlucci in TV
      ma in che programma è intervenuta?? grazie
      • TPK scrive:
        Re: Carlucci in TV
        - Scritto da: Anonimo
        ma in che programma è intervenuta??
        grazieExcalibur Anteprima Luned'Italia.Ho pure trovato un link:http://spettacoli.tiscali.it/feed/news/2004/04/09/adn/adndADN20040409161653.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Carlucci in TV
      In che senso avvisati?:|Grazie della notizia in ogni caso...e buona pasqua;)
      • TPK scrive:
        Re: Carlucci in TV
        - Scritto da: Anonimo
        In che senso avvisati?:|Boh!Secondo me non lo sapeva nemmeno lei... :s
        • Anonimo scrive:
          Re: Carlucci in TV
          - Scritto da: TPK

          - Scritto da: Anonimo

          In che senso avvisati?:|

          Boh!
          Secondo me non lo sapeva nemmeno lei... :sse applicarenno a internet la legge gia' esistente e in vigore allora ci sara' prima una sanzione amministrativa di 154 euro (questo presuppongo sia l'avviso), e in caso di recidiva la sanzione e' di 1032 euro + sequestro.ancora non e' chiaro per i condivisori che accadra' ma mi pare che rischiano i soliti 30 milioni+ il carcere nonche' l'obbligo di vigilare per i provider;in pratica si vuole tagliare le gambe agli uploader rendendo di fatto impossibile il download anche se autorizzato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Carlucci in TV
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: TPK



            - Scritto da: Anonimo


            In che senso avvisati?:|



            Boh!

            Secondo me non lo sapeva nemmeno lei...
            :s

            se applicarenno a internet la legge gia'
            esistente e in vigore allora ci sara' prima
            una sanzione amministrativa di 154 euro
            (questo presuppongo sia l'avviso), e in caso
            di recidiva la sanzione e' di 1032 euro +
            sequestro.

            ancora non e' chiaro per i condivisori che
            accadra' ma mi pare che rischiano i soliti
            30 milioni+ il carcere nonche' l'obbligo di
            vigilare per i provider;

            in pratica si vuole tagliare le gambe agli
            uploader rendendo di fatto impossibile il
            download anche se autorizzato.No, peggio. Di fatto si sta prendendo in giro la popolazione facendo credere che sia cambiato qualcosa rispetto alla prima stesura del decreto.. nella realtà le retate sono state solo posticipate, fioccheranno denunce ovunque e chissà quanta gente verrà bollata come condivisore a fini di lucro pur non essendolo ! :(E' un vero schifo !Tutto questo non fa che dimostrare come vi sia un grande inciucio che vede sinistra, destra, centro tutti concordi nel fregare i cittadini, fregare i soldi delle tasse e sanzionare come criminali i cittadini onesti, mentre terroristi e mafiosi fanno quello che vogliono e mentre dei manager incompetenti e che frodano lo stato di continuo possono fare il bello e cattivo tempo, scampando ad ogni legge ed aumentando i prezzi a dismisura con ovvia frode ai danni dei cittadini !
          • Anonimo scrive:
            Re: Carlucci in TV
          • Anonimo scrive:
            Re: Carlucci in TV
          • Anonimo scrive:
            Re: Carlucci in TV

            mentre terroristi e mafiosi fanno quello che voglionosto cercando di capire la differenza tra terroristi mafiosi e politicimah?!
          • Anonimo scrive:
            Re: Carlucci in TV

            ancora non e' chiaro per i condivisori che
            accadra' ma mi pare che rischiano i soliti
            30 milioni+ il carcere nonche' l'obbligo di
            vigilare per i provider;dove l'hai letto questo??? :|è la prima volta che ne sento parlare...non credevo fosse così grave la situazione
          • Anonimo scrive:
            Re: Carlucci in TV
            - Scritto da: Anonimo

            ancora non e' chiaro per i condivisori
            che

            accadra' ma mi pare che rischiano i
            soliti

            30 milioni+ il carcere nonche'
            l'obbligo di

            vigilare per i provider;

            dove l'hai letto questo??? :|
            è la prima volta che ne sento
            parlare...
            non credevo fosse così grave la
            situazioneInfatti non lo è: la cassazione si è già espressa più di una volta sulla differenza tra lucro e il risparmio che si ha copiando invece di comprare(anche perchè rimane tutto a livello teorico: sfido chiunque a dimostrare che Tizio si sarebbe comprato il l'articolo X se non avesse potuto scaricarlo).E' anche assurdo pensare che non ci sarebbe una rivolta popolare se qualcuno venisse accusato di pirateria a scopo di lucro(che è un reato e con sanzioni non lievi)quando in realtà condivideva e scaricava(e quando a quasi ogni angolo di molte città si trovano persone che vendono cd masterizzati alla luce del sole: più lucro di quello non c'è nulla).Finchè parte qualche multa la gente se ne può fare una ragione,se si va oltre ho fortissimi dubbi.
  • Anonimo scrive:
    Mute: la soluzione definitiva
    Signore e signori, vi presento la soluzione ai problemi di tutti.Sembra che nè le major, nè i nostri governanti abbiano intenzione di legalizzare il p2p, ma temo proprio che saranno costretti a farlo.Infatti l'attuale deterrente che viene utilizzato fa leva sulle mancanze di sicurezza del p2p.In pratica, la maggior parte di noi scarica con l'IP in bellavista, e chiunque può vedere ciò che ogni utente condivide.:|Questo costituisce una bella violazione alla nostra privacy. Anche i pochi che riescono ad utilizzare un proxy server possono lo stesso essere tracciati, anche se con maggiore difficoltà. Ma per fortuna è nata la soluzione a tutti questi problemi: si chiama MUTE.Mute è un programma che si ispira dal sistema di comunicazione delle formiche (!), ed è semplice e geniale.Innanzitutto nasconde l'ip, tutelando la nostra privacy dietro un IP fittizio: ma questo è il meno, sarebbe possibile comunque risalire all'IP originario. Mute fa molto di più.Innanzitutto il flusso di dati in upload e in download è criptato a 1024 Bit di default (circa 9 volte più sicuro delle varie pagine in cui è possibile inserire il proprio numero di carta di credito in rete), ma volendo si può aumentare.In secondo luogo (e questa è la vera rivoluzione) tutti diventano proxy e firewall di tutti; come?In pratica, l'utente A che vuole scaricare dall'utente B, lo fa passando attraverso agli utenti B, C, E, ecc, per un numero di passaggi che è possibile scegliere all'avvio di Mute. Più computers filtrano i dati più si è sicuri (ma più rallenta il traffico); un numero di 5 passaggi rappresenta a mio avviso un elevatissimo standard di sicurezza e una velocità ragionevole. Il bello è che gli utenti attraverso i quali i nostri dati passano non possono sapere quale sia la destinazione, l'origine e il contenuto dei dati in passaggio.Non sarà più possibile risalire nè chi farà lo sharing nè chi farà il downloading!!!Purtroppo per ora il programma funziona bene solo per files di piccole dimensioni come gli mp3, poichè è ancora in versione beta e non permette nè il resume nè il download da fonti multiple, ma gli autori garantiscono che queste funzioni saranno implementate a breve :DChiunque volesse risalire a un qualsiasi utente che avesse in sharing qualcosa potrebbe riuscirci solo con ricerche lunghe, costosissime, e che potrebbero risultare in un nulla di fatto, poichè potrebbero far risalire a chi fa sharing di pochissimi files! La rivoluzione è cominciata. L'unica via di scampo per le major è quello di far legalizzare il P2P con un piccolo abbonamento. O non riusciranno più a beccare nessuno.Ah, un ultima cosa:dove si scarica questa meraviglia?qui http://mute-net.sourceforge.net/e qui troverete tutte le informazioni in italiano http://www.p2psicuro.it/mute/index.htm.Buon download a tutti :pMizio
    • Anonimo scrive:
      Re: Mute: la soluzione definitiva
      Che palle...postato mille volte...ti ringrazio mio signore che mi hai illuminato con questo post...ma dico ma l'hai provato?Fa ribrezzo per adesso
      • Anonimo scrive:
        Re: Mute: la soluzione definitiva
        sì, l'ho provato.e' in versione0.3 (leggasi la terza beta uscita) e non ci si può aspettare molto. ma funziona, anche se non troppo bene. Ho già scaricato un po' di roba piccola (non più di 10 mb).La via giusta è stata imboccata. Basta aspettare un po' che questo nuovo sistema si affermi e che il programma venga terminato, implementando tutte le principali opzioni quali resume e download da più di una fonte. Non ci vorrà molto. Anche se fossero 6-8 mesi per un po' si potrà campare ancora utilizzando anche i vecchi sistemi.Una volta passati a mute il P2P sarà ufficialmente inarrestabile, e finalmente le major avranno 2 sole opzioni, non potendo più beccare chi scarica: 1) fregarsene, e non lo faranno di sicuro. 2) spingere verso la legalizzazione del p2p in cambio di un piccolo e ragionevole obolo da parte degli utenti.E secondo me il giorno della svolta non è poi così lontano. Chi vivrà vedrà.Ciao a tuttiMizio
        • Anonimo scrive:
          Re: Mute: la soluzione definitiva
          se solo su Mute si incrementa l'utenza in maniera significativa sta certo che lo miglioreranno anche prima dei 6/8 mesi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Mute: la soluzione definitiva

        Che palle...postato mille volte...
        ti ringrazio mio signore che mi hai
        illuminato con questo post...
        ma dico ma l'hai provato?
        Fa ribrezzo per adessoConcordo, è inutilizzabile.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mute: la soluzione definitiva
          siete diventati tutti delle signorine con la puzza sotto il naso!!!dio che schifo questo dio che schifo quest'altro..qualcuno qui sta solo dandovi un consiglio per evitarvi problemi e state certi che in questi primi tempi non vi arriveranno solo se avete culo...ma a quanto pare le signorine si schifano dei consigli quindi sgommate a scaricare dove lo fate sempre!! chi se ne frega se vi beccano????Una volta avevamo il commodore e pensavamo di avere il massimo della vita..poi le cose sono cambiate..quindi non vedo la ragione di questo vostro schifo visto che anche Mute cambiera'!
      • Anonimo scrive:
        Re: Mute: la soluzione definitiva
        ok fa ribrezzo allora continua con quello che stai usando e fatti beccare..affari tuoi
    • Anonimo scrive:
      Re: Mute: la soluzione definitiva
      sul fatto che dici sia dispersivo e costoso rintracciare un utente direi non sia proprio così...per il semplice fatto che rintracciare uno è pressoche' impossibile....questo per il fatto che quando entri in Mute il tuo IP cambia e te ne viene assegnato uno virtuale...però la particolarita' e' che quell'IP virtuale che avrai non sarai l'unico ad averlo..lo stesso IP potrebbero averlo moltissimi altri utenti..parlamo di qualche migliaio di utenti con lo stesso IPnon pensi sia complicato risalire a un utente in particolare con questo metodo? I progettatori di questo programma ( e non solo loro) dicono che e' pressoche' impossibile rintracciare uno specifico utenteComunque almeno per ora il problema di Mute è il resume e le fonti..ma come dici tu sicuramente faranno dei miglioramenti..speriamo presto e speriamo che molti altri utenti si buttino su Mute
      • Anonimo scrive:
        Re: Mute..resume e multidownload da fare
        mute come soluzione sembra ottima, ma bisognera' vedere come reggera' con milioni di utenti, e comunque aspettiamo una release con: multidownload (per incrementare la velocita') e resume delle fonti. inoltre consiglierei di approntare anche un meccanismo di share dei files migliore...tipo: condivido questa, questa e quest' altra cartella, cosi' almeno si iniziera' a vedere un po' piu' di roba in giro...spero che il team di sviluppo si dia da fare...cmq nel complesso idea geniale...chissa' forse e' lui che fara' da padrone nei prossimi anni...bye
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebul
    - Scritto da: PDA

    Ciao
    grazie per complimenti e rilievi.Grazie a voi per l'impegno e la professionalità.
    Non posso parlare per tutti ma l'entusiasmo
    io non l'ho proprio capito. Il P2P rimane
    illegale, e' ed era vietato scaricare e
    condividere file protetti, cio' su cui si
    discute sono, evidentemente, gravita'
    dell'atto e, dunque, metodi di indagine,
    nonche' quali forme di coinvolgimento dei
    provider.Secondo me è questo punto a fare la differenza, e il dato grave è che pochi lo hanno capito. Eppure è la stessa differenza che, in altri ambiti, passerebbe tra una condanna con condizionale e la sedia elettrica. Non si comprende la differenza abbissale in termini di conseguenze per i nostri diritti e il nostro lavoro tra una multa di 154 euro e il rischio di un sequestro (non si sa nemmeno se con successiva restituzione o meno) che ci priverebbe di dati fondamentali per l'attività creativa o professionale, configurando non solo l'esproprio, per molti di noi, di migliaia e migliaia di euro di beni acquisiti con il frutto di un lavoro onesto, cosa che non si prevede nemmeno per le proprietà dei mafiosi, ma anche una grave lesione della segretezza delle comunicazioni e della privacy, dato che, si sa, se la polizia postale sequestra un PC non e' certo per usarlo come soprammobile bensì per frugarne l'HD in ogni anfratto. Secondo me fra il primo e il secondo scenario risiede la distinzione fra un norma giusta e misurata e tra una legge ignobilmente repressiva e distruttiva per le vite e i diritti dei cittadini.Più di un avvocato si è pronunciato su P.I., ribadendo che per gli illeciti amministrativi non sono previsti ne' perquisizioni ne' sequestri. Il dato inquietante è che, a dispetto di questo elementare dato giuridico, sembra vigere la massima confusione su questo punto. Prima di tutto non conosciamo ancora in base a quali ragioni è stata compiuta la retata ai danni di gestori di server open nap e altri utenti, speriamo, a questo punto, che la ragione debba rintracciarsi in eventuale software condiviso perchè e' l'unica fattispecie nella quale il profitto equivale al lucro, con tutte le conseguenze del caso, altrimenti significherebbe che, fermo restando il semplice illecito amministrativo, la finanza o la polizia postale possono arbitrariamente compiere dei "raid" intimidatori a casa dei semplici condivisori di musica, con l'intento di scoraggiare quanti più utenti possibili da questa pratica che non ha conseguenze nè penali nè civili in se, ma che in pratica finirebbe per averne. Anche il decreto Urbani in questo senso era estremamente nebuloso e pericoloso, perchè parlava genericamente di sequestro dei mezzi, anche se non si capiva con riferimento a quale fattispecie, aggiungendo confusione a confusione e configurando un possibile conflitto normativo spaventoso.

    La direttiva europea non e' ratificata e ci
    vorranno probabilmente 2 anni per farlo. In
    ogni caso non autorizza il file sharing, da
    quello che io ho capito leggendola lascia ai
    singoli stati la possibilità di
    stabilire sanzioni. Di certo non rappresenta
    un attacco ad alzo zero contro il P2P.Indubbiamente, ma forse in altri Paesi europei i cittadini sono piu' informati ed agguerriti e tendono a contrastare ferocemente norme pesantemente repressive anche in ambiti relativamente nuovi come quelli della "cittadinanza digitale" mentre l'impressione è che, in Italia, si possano introdurre impunemente leggi smaccatamente pro-lobby fidando nell'ignoranza sostanziale del segmento piu' ingente della popolazione, almeno su questi temi. D'altraparte lo abbiamo visto, sono bastate 30.000 firme, un'inezia sia rispetto ai navigatori internet che ai frequentatori di sistemi P2P a far arrivare la nostra protesta in Parlamento e a scatenare un qualche tipo di reazione, anche se poi gli internet provider e le altre associazioni ci hanno messo sicuramente del loro. Se le firme per questioni simili fossero 500.000 o un milione sono sicuro che potrebbero controbilanciare le costanti pressioni delle lobby e ristabilire un qualche equilibrio. Gli utenti ci sono già, ma bisogna fare informazione, in questo senso P.I. ha già ricoperto un ruolo importantissimo. Vorrei aggiungere una considerazione sulla questione P2P e diritto nel suo insieme: sono convinto che la caccia alle streghe in atto, alla lunga, non servirà a niente, e che sia anzi controproducente per gli interessi degli stessi detentori dei diritti, e non solo, come è ovvio, degli utenti. Infatti il rischio ormai concreto è che il P2P sfugga definitivamente a qualsiasi tipo di controllo, questo lascierebbe al palo sia le major che, cosa piu' grave, la polizia, che non potrebbe agire contro i casi piu' rilevanti. Secondo me volendo uniformare illeciti e reati nel P2P, come sembra sia tanto il desiderio dei discografici (che parlano sempre di "reato" in riferimento al download di musica protetta) si rischia di perdere qualsiasi proporzione e misura nel trattamento di questo fenomeno con il grave rischio di generare una risposta altrettando radicale da parte della comunità degli utenti (i programmatori di MUTE non sono terroristi, ma semplici cittadini offesi dalla politica della RIAA), che finirebbe per diffondere e legittimare l'uso di sistemi che sfuggono a qualsiasi tipo di controllo. Sarebbe meglio, finchè si è in tempo, trovare un punto d'incontro tra le legittime richieste degli autori e le esigenze dei condivisori, come proposto peraltro dalla EFF, in modo da conservare la trasparenza e rintracciabilità degli scambi on line per intervenire nei casi che realmente sono dannosi per la vita degli individui. Naturalmente le major attuali con la loro visione del mercato sono lo scoglio piu' grande ad una simile soluzione, e per i prossimi anni, forse, potremo solo assistere ad un progressivo degenerarsi della situazione, con una persecuzione inutile ed esagerata ai danni dei soliti sprovveduti mentre la massa confluirà in sistemi di condivisione anonimi frustrando completamente le intenzioni delle major e generando altre, più gravi, conseguenze per noi tutti. Gianluca Cardinale
  • Anonimo scrive:
    modesta proposta per tassare lo sharing
    Visto che una tassa sulla connettività colpirebbe in modo indiscriminato ogni utente adsl, una soluzione non impossibile da realizzare per legalizzare lo sharing potrebbe essere la seguente:1) L'utente "Pippo" dichiara al suo provider quello che ha intenzione di sharare, e paga un contributo secondo un "listino" che potrebbe essere stabilito in accordo con major e associazioni consumatori. Musica, mp3, libri: a seconda della quantità e della qualità di quello che intende mettere in condivisione ogni utente paga una certa somma. 2) Il provider si fa carico di: a) "autenticare" l'avvenuto pagamento dei diritti d'autore da parte di Pippo, comunicandogli un codice identificativo -- univoco e personale (vedi sotto), chiamiamolo "codice sharing" -- che Pippo avrà cura di rendere visibile nella sua cartella condivisi; b) trasmettere alla SIAE la lista dei condivisi di Pippo con annesso codice sharing (beninteso: *non* le sue generalità anagrafiche) e naturalmente il denaro raccolto, che la SIAE poi ridistribuisce agli autori, senza sapere, di fatto, da quale utente gli è pervenuto.3) Come controllare che l'utente non sgarri e condivida più di quello per cui ha pagato? Qui parto dal concetto che il provider *non* può e non deve fare controlli sull'utente a casaccio o in modo sistematico. Fare controlli interessa alla SIAE. Bene! Come detto al punto 2b) la SIAE possiederebbe già la lista condivisi e i codici identificativi di tutti gli utenti "legali". Opera una serie di browse di controllo sulle cartelle condivise degli utenti, e le confronta con le liste. A questo punto si presentano tre situazioni:a) l'utente browsato non ha alcun codice sharing;b) l'utente browsato ha il suo codice sharing, ma la sua lista condivisi non coincide con quella depositata in SIAE;c) la lista dell'utente browsato coincide con quella depositata in SIAE. Nel caso c) l'utente è in regola.Nei casi a) e b) l'utente non è in regola. Cosa fa la SIAE, che (lo ripeto) *non* possiede le generalità anagrafiche dell'utente, ma solo il suo codice sharing e il suo IP? Va alla GdF e dice: ci risulta che questo utente stia violando la legge sui diritti d'autore, fate voi. 4) Per il caso a) -- Pippo non possiede alcun codice sharing -- la GdF, munita di IP dell'utente, va direttamente al provider e si fa dare le generalità di Pippo. Scatta la multa.Per il caso b) -- Pippo possiede il codice sharing ma condivide più di quanto dichiarato -- la GdF ripete il browse, rintracciando l'utente tramite questo codice e verifica le violazioni denunciate dalla SIAE. A questo punto, accertato l'illecito, munita di IP e codice sharing, va dal provider e si fa dare le generalità di Pippo. Scatta la multa.Questo sistema secondo me presenta almeno due importanti garanzie per l'utente:a) garantisce la privacy dell'utente, i cui dati personali sarebbero sempre e comunque in possesso del solo provider, che li comunicherebbe alla GdF solo in caso di accertato illecito;b) l'accertamento illecito non non si baserebbe esclusivamente sulle verifiche della SIAE (ossia di un privato), che sarebbe obbligata, per conoscere il nome del violatore, a rivolgersi alla GdF, la quale a sua volta dovrebbe ripetere il controllo e in modo del tutto non lesivo della privacy (con un semplice browse).Domande:a) sì ma se Pippo è furbo e usa un codice sharing contraffatto? Risposta: i codici comunicati dal provider a Pippo e a tutti gli altri utenti "in regola" sono in possesso anche della SIAE, che nel browsare gli utenti, nel contempo verifica l'autenticità del codice. Se il codice non risulta essere tra quelli che sono stati depositati alla SIAE Pippo ricade nel caso a) (nessun codice posseduto) e scatta la multa;b) sì ma se Pippo è *ancora* più furbo e nella sua lista condivisi allega un codice sharing copiato da un altro utente? In effetti in questo caso, la SIAE sarebbe tratta in inganno perché, tramite questo codice sharing scambiato incolperebbe di illecito un utente che non c'entra nulla.Risposta (su cui sono possibilista perché non possiedo le competenze tecniche): la generazione di un codice sharing potrebbe essere fatta da un software che analizzi la lista condivisi e, su questa base, generi una stringa alfanumerica che identifichi *univocamente* quella lista (un po' come l'hash dei singoli file).La SIAE si preoccuperebbe, tramite lo stesso software, di verificare l'effettiva corrispondenza tra codice sharing e la lista di Pippo. Se non è così Pippo ricade nel caso a) e scatta la multa. (Si può aggiungere poi che lo stesso provider può ulterirmente verificare la corrispondenza tra codice sharing e lista condivisi, confrontando il suddetto codice con l'IP dell'utente).Naturalmente l'intera baracca si regge sui seguenti punti fermi:a) il download (per uso personale, s'intende) è legale a prescindere: *qualsiasi* utente si può scaricare qualsiasi cosa da *qualsiasi* utente, in regola o meno. Se però, a sua volta, lo vuole condividere (uploadare, sharare), lo deve dichiarare e paga una certa somma.b) le major devono muovere le chiappe dai loro obsoleti sistemi di distribuzione e vendita di musica e film e rendersi conto che anche con il p2p possono fare i loro bei soldini (ho letto in questo forum che ci sono utenti che sarebbero disposti a spendere anche un terzo del loro abbonamento ADSL in più, pur di legalizzare il p2p.. IMHO con questo sistema i soldi sarebbero molti meno, e soprattutto proporzionati alla quantità di materiale sharato)c) gli utenti p2p si devono mettere in testa che il "voglio tutto e gratis" non è uno slogan con cui potranno mai ottenere qualcosa, se non inasprimenti di multe e criminalizzazione del file sharing.Naturalmente la mia è solo una proposta. Mi aspetto critiche e contributi.. chissà, magari è la strada buona.Nel frattempo, buona Pasqua a tuttiCiaoEugen
    • Anonimo scrive:
      Re: modesta proposta per tassare lo sharing
      Vedi cosa ne pensi....http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=598791poi si potrebbe fare:56k -
      5 euro/mese flat64K -
      7 euro/mese flat128 --
      ......E così di seguito. Prezzi proporzionali alla banda e STOP!Voglio proprio vedere se con 56k di banda mi chiamano Heavy.Downloader!!!Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: modesta proposta per tassare lo sharing
        - Scritto da: Anonimo
        Vedi cosa ne pensi....

        punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=598791

        poi si potrebbe fare:

        56k -
        5 euro/mese flat
        64K -
        7 euro/mese flat
        128 --
        ......

        E così di seguito. Prezzi
        proporzionali alla banda e STOP!

        Voglio proprio vedere se con 56k di banda mi
        chiamano Heavy.Downloader!!!
        Ciao
        Così però penalizzi gli utenti vogliono un abbonamento l'adsl ma non usare il p2p, non trovi?CiaoEugen
        • Anonimo scrive:
          Re: modesta proposta per tassare lo sharing
          Vediamo allora come mi è venuta l'idea...1) sono passato dal 56K all'ADSL principalmente per non avere lo stress da bolletta. Il mio desiderio era potermi collegare a mio piacere senza tener d'occhio il cronometro.2) Per il fatto di avere la linea telefonica libera.Fermo restando che i PROVIDERS dovrebbero offrire abbonamenti tipo "flat" (i famosi "senza canone" a consumo o a tempo sono imbrogli belli e buoni), la larghezza di banda è correlata al tipo di uso che se ne fa.E' evidente che gli streaming audio-video sono i piu' affamati di banda ecco perchè (generosamente) ci hanno passati tutti a 640....Poi penseranno bene di venderci audio e video a pagamento, ma se il p2p sopravvive allora sono fregati in partenza... Riassumendo, io credo che l'utente medio con 56k va alla grande, se casomai deve mandare un allegato da 5 o 6 mega che differenza fa 1 minuto piuttosto che 10?Detto questoavevo pensato di...GRADUARE gli abbonamenti proprio per differenziare l'impiego, Quindi gli utenti NORMALI a 56k, poi li devono lasciare in pace senza rompergli piu' i maroni!!!Per gli altri si inventino pure una scala tariffaria adeguata alle "loro paure"Ho tenuto conto anche dell'utenza professionale. Essendo "professionale" e quindi a "scopo di lucro" possono accettare di spendere di piu', tanto poi si rifannoPreciso che questa era solo un'idea su cui lavorare.Ciao a tutti
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta PRECISAZIONI
            Ovviamente intendevo il 56K con ADSL...Chiedo scusa se il ragionamento e' un po' disarticolato ma avevo iniziato postando:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=598791Tanto per evidenziare che il problema non siamo certo noi utenti a crearlo.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            Secondo me bisognerebbe dichiarare il p2p.Mi spiego, vado dal provider e dico che uso il p2p.Loro mi fanno pagare una tassa in più (diciamo 10 euro).Chi non lo dichiara, non usa il p2p.Se viene pizzicato ad usare un qualsiasi progr. p2p gli fanno la multa come bisogna fare.Una specie di autoregolamentazione,insomma...;)
          • lupocattivo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            Credo che non vada bene.... esiste anche un p2p del tutto legittimo (opere non coperte da copyright o anche semplicemente di pubblico dominio).Anzi il p2p è di per se legittimo l'illecito è ciò che eventualmente si scambia....Visto che sembrano essere "incriminati" files di notevoli dimensioni la soluzione a "fasce di banda" pur non impedendo il p2p lo renderebbe meno "dirompente" oltretutto, visto che hanno voluto aprire il caso credo che valga la pena che i poveri utenti "Utonti" abbiano accesso alla rete a costi "popolari" . Avevo in mente una soluzione di compromesso tipo salvare "capra e cavoli"Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            lupocattivo....tu parli che sul p2p ci sono anche file non coperti da copyright...questo è vero ma allo stesso tempo credo che lo scambio di questi file sia non di più del 2% degli interi scambi.prendiamo ad esempio una distro linux.....tu la scarichi una volta la metti su un cd ed è finita... gli aggiornamenti li fai (generalmente) dal sito della distro stessa....quante distro l'anno escono generalmente?? 3... 4.... dai facciamo 5.sai benissimo che invece di film ogni anno ne escono una 50inaquindi smettiamola di dire che sul p2p c'è anche scambio di file "legali" come se la maggioranza degli scambi siano di questi ultimi.
          • lupocattivo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            Esatto ! Avevo pensato proprio a quello....Se con una connessione "veloce" te la cavi in 4 - 5 orette..con la connessione 56K-ADSL ce ne vorrebbero 40 - 50 di orette, quindi se non sei un Heavy-Downloader credo sia uno svantaggio accettabile (quel 2% da te citato).La NOVITA' sta nel fatto che chi usa Internet in maniera "leggera" (posta e navigazione) potrebbe fruire di costi accettabilissimi pensavo a 5 Euro/mese col vantaggio del telefono sempre libero.Se poi proprio vuole scaricarsi l'ultimo film invece di andare dai "tarocchini" allora paga in termini di TEMPO (diciamo che gli ci vogliono una decina di giorni...dopo il primo non ci prova più)Per tutti gli altri impieghi (leggi ADSL piu' veloce) si tratta di graduare il costo-connessione in modo da "compensare" lo scambio. (un tot a favore della SIAE)Da ultimo se proprio troviamo quello "SUPERONESTO" che usa ADSL per trasferimenti del tutto legittimi (vedi services di stampa) è sufficiente prevedere connesioni "dedicate" allo scopo con tutte le restrizioni per impedire abusi.Morale del ragionamento:1) Utonti connessi a modico prezzo e con poco utilizzo di banda.2) Utenti semi-professionali con più banda e con parziale pagamento di "tassa SIAE"3) Utenti professionali-multipurpose con broadband e pagamento completo di "tassa SIAE"4) Utenti profesionali-dedicati con broadband ed esenzione tassa, ma con RESTRIZIONI Risultati:UTENTI: Tutti connessi senza neuro-patologie;ISP: meno sprechi di banda (leggi più contratti ADSL);SIAE e Ministro; accontentati, pace sociale raggiunta.Buona Pasqua a tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            seee lo dici te che uno che ha un 56 k non ci prova piu'...eccome se ci provo..e altro che 10 giorni per scaricare un film..3 giorni sono accettabili no? e poi che mi frega quanto tempo ci vuole....mica che devo stare li a guardare mentre si scarica il file
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            il 2% degli interi scambi ? Ma che è, uno scherzo ? il 99% di ciò che viene scambiato su internet è coperto da copyright, questa è la verità.L' 1% di tutta la banda mondiale per Internet è, diciamo, lecita, il resto è tutta ad uso di scambio di file "illegali" ...Ed è su questo che negli ultimi 5 anni c'è stata la crescita continua di banda in tutto il mondo, ed è osceno che ora vogliano mettere in galera le persone questa massa di ipocriti senza cervello che sanno solo fare fallimenti e chiedere aiuti statali !- Scritto da: Anonimo
            lupocattivo....
            tu parli che sul p2p ci sono anche file non
            coperti da copyright...
            questo è vero ma allo stesso tempo
            credo che lo scambio di questi file sia non
            di più del 2% degli interi scambi.
            prendiamo ad esempio una distro linux.....
            tu la scarichi una volta la metti su un cd
            ed è finita... gli aggiornamenti li
            fai (generalmente) dal sito della distro
            stessa....
            quante distro l'anno escono generalmente??
            3... 4.... dai facciamo 5.
            sai benissimo che invece di film ogni anno
            ne escono una 50ina
            quindi smettiamola di dire che sul p2p
            c'è anche scambio di file "legali"
            come se la maggioranza degli scambi siano di
            questi ultimi.
          • lupocattivo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            Leggi meglio... aveva scritto che il 2% e' lecito.....Ciao e Buona Pasqua
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            Signori state proponendo cose inattuabili, troppo complicate e troppo lunghe, nessun ente avrebbe le risorse, il tempo e soldi per stare dietro a queste cose. A mio parere l'unica soluzione e che chi scarica, indipendentemente da cosa scarica, possa mettersi in regola pagando una piccola tassa ( in alcuni stati già lo fanno) di 10-20 euro, coloro che scaricano senza essere regolarizzati, scatta mega multone
          • lupocattivo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            Vero! prova a vedere quello che ho cercato di sintetizzarehttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=599201Mi farebbe piacere sentire anche la vostra opnione...
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            l'adsl nasce come 640, se avevamo prima la 256, era perchè venivano applicati dei filtri che riducevano la velocità. Quindi per avere una 56k adsl, la telecom dovrebbe darti una 640, e poi ridurla a 56, perderebbe troppi soldi. Una flat di qualsiasi tipo, non puo costare 5 euro. La domanda che sorge spontanea, leggendo il mio post e': ma perchè la telecom prima ci manda a 256, e poi a 640? non faceva prima a darci direttamente la 640? semplicemente cosi, ha tastato il mercato e proponendo la 256, a messo un prezzo + basso in modo che si diffondesse. Se telefonate al 187, o fate una ricerca troverete conferma di cio' che dico
          • lupocattivo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            CERTO!!! funziona proprio come dici tu, ma visto che hanno sollevato il "polverone" tanto vale che gli utenti si ritaglino una fettina di vantaggi da portare a casa... Se gli metiamo la "patata bollente" in mano vediamo se magari ci riesce a farli scannare tra loro.utopia ?
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            bene..siamo partiti con una tassa di 5 euro e ora dopo pochi giorni siamo arrivati a 20..l'asta prosegue..qualcuno offre di piu'???gia' che ci siamo perche' a fine mese non prendiamo lo stipendio e lo evolviamo direttamente a Siae????così facciamo prima ed eviktiamo proposte contorte e inattuabili
          • Anonimo scrive:
            Re: modesta proposta per tassare lo sharing
            bene..siamo partiti con una tassa di 5 euro e ora dopo pochi giorni siamo arrivati a 20..l'asta prosegue..qualcuno offre di piu'???gia' che ci siamo perche' a fine mese non prendiamo lo stipendio e lo evolviamo direttamente a Siae????così facciamo prima ed evitiamo proposte contorte e inattuabili
    • Anonimo scrive:
      Re: modesta proposta per tassare lo sharing
      E se la facessimo ancora più semplice?Dunque... - la siae ci da un programmino con il quale, con un click, possiamo creare tanti file hash (che identificano univocamente ogni file) quanti sono i file che abbiano nella nostra cartella condivisione.- la siae si occupa, scaricando a campione, che a quel hash sia associato un certo tipo di contenuto (posso chiamare, per esempio, "l signore degli anelli" con il nome "giustina, la p0rn0vampira", quindi devono essere sicuri);- Noi ci pagliamo la nostra bella tassa proporzionale alla larghezza di banda che abbiamo (naturalmente se dichiariamo di voler usare P2P, tutti gli altri perchè dovrebbero pagare^);- A questo punto la popolarità di un dato contenuto (musica o film o ecc...) viene calcolata in base a quante persone condividono quel dato contenuto... in base a cio si possono redistribuire i soldi da noi pagati a coloro che possiendono il relativo copyright.Fatemi sapereCiao gente
      • Anonimo scrive:
        Re: modesta proposta per tassare lo sharing
        sto leggendo troppe proposte assurde..meglio vado a dormire che e' piu' utile che leggere sta robaciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: modesta proposta per tassare lo sharing

      Visto che una tassa sulla connettività
      colpirebbe in modo indiscriminato ogni utente adslinvece quelli di fastweb o quelli che si collegano normalmente non sarebbero tassati vero?comunque la tua proposta è troppo complicata
  • Anonimo scrive:
    [OT] - Non stressiamo i politici...
    Salve, basta lamentele...non vogliamo la tassa, ne paghiamo già troppe, vogliono tutto loro e bla bla bla.....basta stressare quei poveracci...:D:D:D:D:D:D:Dhttp://news2000.libero.it/editoriali/edp102.html
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] - Non stressiamo i politici...
      Sai... credo tu abbia ragione.... Quasi quasi vado a dare una mano.... Conttattare:Sig. Randello De Legno (specializzato Xilomassaggio)Se non mi trovate lascate pure un messaggio alla Sig.ra Incatenata Spranga
    • Anonimo scrive:
      Re: Non stressiamo i politici...
  • Anonimo scrive:
    La prova del 9...
    Buongiorno sig.Provider... Vorrei cambiare il mio contratto ADSL....Vorrei che fosse "limitato" a 56Kb.... e vorrei pagare 5 euro al mese invece di 40....Perchèeee?1) perchè così Urbani la pianta di chiamarmi ladro!2) per l'uso che ne faccio mi basta a 56K3) lo voglio FLAT così non mi fate "sorprese"4) lo voglio ADSL perchè mi serve anche il telefono.Se po' fa' ?
    • Anonimo scrive:
      Re: La prova del 9...
      Scusa ma...che gliene può fregare al provider se limiti la banda...sei un po stupido,senza offesa.Ti saluto 56k
      • Anonimo scrive:
        Re: La prova del 9...
        Ecco.... vedi il provider vuole guadagnare... e allora se non vuole perdere il cliente gli toccherà prevedere anche un contratto di questo tipo: 56K ADSL.....Ovviamente non gli piacerà molto farlo allora toccherà a noi Utonti, ma UTANTI farglielo capire.... Vedrai che dopo le disdette che si profilano all'orizzonte piacerà anche a loro...
      • Anonimo scrive:
        Re: La prova del 9...
        se cominci a disdire un contratto adsl o fastweb vedrai come gliene frega eccome se gliene frega!!!!
  • Anonimo scrive:
    ehehehehe
  • Anonimo scrive:
    Non ho ancora capito
    Non ho ancora capito bene.1)La modifica al decreto prevista, aggiungerà come sembra altre tasse sui dispositivi e sui software di duplicazione, (per altro sappiamo tutti che i supporti sono già tassati).2)Questa nuova tassa dovrebbe presumibilmente andare a "risarcire" la SIAE per i diritti persi sui contenuti protetti condivisi.Il risultato logico a questo punto quale dovrebbe essere?Messa cosi', a buon senso, sembrerebbe che la quota alla SIAE per i contenuti protetti sia in qualche modo salvaguardata, per cui denunce, controlli e sanzioni dovrebbero interessare (ammesso che esista) chi, dopo aver scaricato da un circuito p2p fa commercio con altre copie di quanto scaricato.Sbaglio? Mi sfugge qualcosa? Ho semplificato troppo?Boh?:
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho ancora capito
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho ancora capito
        Salve, secondo me il problema è un altro.La tassa sui supporti e l'hardware oppure una tantum mensile (senza esagerare, ovvio) è più che sensata se va nelle mani giuste.Il controsenso però è che a questo punto dovrebbe sparire ogni tipo di sanzione nei confronti del file-sharing senza scopo di lucro, anche i famosi 154 euro.Chi fa utilizzo di ADSL e supporti per uso professionale dovrà godere di rimborso.Potrebbe essere una soluzione che accontenta un pò tutti, no?
        • TPK scrive:
          Re: Non ho ancora capito
          - Scritto da: Anonimo
          Potrebbe essere una soluzione che accontenta
          un pò tutti, no?Non hai capito niente! ;)La soluzione deve accontentare solo SIAE e majors, perche' se anche altri sono contenti a loro non va bene!
        • Anonimo scrive:
          Re: Non ho ancora capito
          credo sarebbe la soluzione che acceteremmo tutti..peccato che gli unatantum italiani siano SEMPRE esageraticome ho detto in un precedente messaggio hanno la bocca piu' larga del c...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho ancora capito
      Non c'è ulla di nuovo....!PIU' TASSE e Meno LIBERTA'....E' una vita che va avanti così; che ci sarà mai di nuovo da capire ?
  • Anonimo scrive:
    per saperne di più
    http://deputati.camera.it/Gabriella.Carlucci/Rassegna_Stampa.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: per saperne di più
      Lasciamo perdere la pubblicità....vedere http://deputati.camera.it/Gabriella.Carlucci/Attivita_Parlamentare.htmE comunque resta cofirmataria dei progetti.....
  • Anonimo scrive:
    che legge strana negli anni 90
    quando avevo commodore 64, spesso compravo sempre edicola le famose cassette e dischi, con giochi tradotti italiani e con titoli italiano, per non apparire originalità, poi negozi vendevano sottobanco migliaia dischetti anche per amiga e atari.oggi i negozi sono diventati già ricchi grazie alla pirateria ai tempi passati e non erano perseguibile.ma perche devono toccare anche noi utenti???strana legge anni 90e oggi parlate di p2p che devono punire chi abusa i programmi e film. ma mi faccia ridere!!!!!!!!!!!scusate io sono ragazzo sordomuto!ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: che legge strana negli anni 90
      anche io ricordo quei bei tempi..andavo in edicola e compravo prima cassette e dischi epr C64, poi dischi epr Amiga senza neppure rendermi conto che compravo roba contraffatta...solo negli ultimi 10 anni è venuta fuori la paura delle major di non poter più arraffare soldi dalle nostre tasche...ricordo che nell'89-90 compravi bellissimi giochi originali epr Amiga a 18000-20000 lire e CD audio a 15000 lire...poi due o tre anni dopo i prezzi sono raddoppiati per i CD e quadruplicati per i giochi...e poi le major hanno cominciato a lamentarsi della pirateria...ma che si vergognino!!!! non pensano mica che la soluzione migliore è quella di abbassare i prezzi..come già detto migliaia di volte che mettano i CD audio al massimo 7-8 euro e nessuno li scaricherà più da internet e li comprerà masterizzati...che mettano un DVD a 10-12 euro max con le medesime conseguenze...ma dato che le major non ci sentono vuol dire che hanno paura di guadagnare meno soldi, hanno paura di non poter andare alle seychelles qua per pasqua..biosgna comprenderli no quelle facce di merda???? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: che legge strana negli anni 90
        e' vero!! anchio avevo ero come te, ma non capisco una cosaera legale vendere in edicola i giochi taroccato e tradotti in italiano? mi ricordo dei simbolo o marchio siae . ma era regola all'epoca?perche non sono punibile quelli che vendono in negozio programmi pirata? che mi ricordo scaricava con bbs con modem 300 baud!!ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: che legge strana negli anni 90
          - Scritto da: Anonimo
          e' vero!! anchio avevo ero come te, ma non
          capisco una cosa
          era legale vendere in edicola i giochi
          taroccato e tradotti in italiano? mi ricordo
          dei simbolo o marchio siae . ma era regola
          all'epoca?
          perche non sono punibile quelli che vendono
          in negozio programmi pirata? che mi ricordo
          scaricava con bbs con modem 300 baud!!
          ciaonon era per niente legale eprchè erano giochi fatti in inghilterra taroccati in italiano....quelli dei negozi è difficile..loro sai che ti danno windows Xp e Office piratato, ma se la GdF fa dei controlli nei loro negozi loro fanno vedere che hanno tutto originale..e cmq credo che saprai che anche la stessa M$ manda in giro degli agenti camuffati da compratori per vedere dove stanno le truffe...
  • Anonimo scrive:
    [OT] Ottimo questo sistema dei voti
    cosi' si favoriscono gli user registrati e i messaggi inutili (il 98%) restano in fondo a marcire well done
  • Anonimo scrive:
    ---
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
    Una cosa è certa: il file-sharing è stato e resta illegale peril materiale coperto da diritti.Nessun giudice potrà un giorno decidere in modo difformeda quanto un D.L. afferma.Per chi scarica sembra ci sarà solo una multa, piccola la prima volta e ben più pesante se si viene beccati di nuovo.E' quindi inutile illudersi di poter andare contro la legge,giusta o ingiusta che si ritenga.Questa modifica risulta a mio avviso un pò fuorviante per i più.Pagare una multa non significa che poi si potrà fare quello che si vuole.In effetti visto che al Governo servono soldi (vanno bene anche pochi, purchè subito), questa variante permette di riempire le casse dello Stato senza criminalizzare più di tanto; almeno in un primo momento.Ma dei soldi sprecati di giorno in giorno nessuno parla:finanziamenti a chi sta già bene e non ne ha bisogno, aumenti delle pensioni a chi non ha pagato un tubo di tassa, tagli di quà e di la per risanare, e chi più ne ha più ne metta.E in un modo o nell' altro i buchi li tappiamo sempre noi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
      In Canada un giudice ha sentenziato poco tempo fa sulla legalità del file sharing equiparandolo ad una fotocopiatrice... non vedo perchè in Italia non dovrebbe accadere lo stesso...... a parte il fatto che sicuramente i giudici italiani sono assai peggiori di quelli canadesi e sarà difficile trovarne anche solo 1 disposto ad andare contro il sistema ed inimicarsi mezzo mondo politico/economico di sinistra,destra e centro.- Scritto da: Anonimo
      Una cosa è certa: il file-sharing
      è stato e resta illegale per
      il materiale coperto da diritti.
      Nessun giudice potrà un giorno
      decidere in modo difforme
      da quanto un D.L. afferma.
      Per chi scarica sembra ci sarà solo
      una multa, piccola la
      prima volta e ben più pesante se si
      viene beccati di nuovo.
      E' quindi inutile illudersi di poter andare
      contro la legge,
      giusta o ingiusta che si ritenga.
      Questa modifica risulta a mio avviso un
      pò fuorviante per i più.
      Pagare una multa non significa che poi si
      potrà fare quello che si vuole.
      In effetti visto che al Governo servono
      soldi (vanno bene anche pochi, purchè
      subito), questa variante permette di
      riempire le casse dello Stato senza
      criminalizzare più di tanto; almeno
      in un primo momento.
      Ma dei soldi sprecati di giorno in giorno
      nessuno parla:
      finanziamenti a chi sta già bene e
      non ne ha bisogno, aumenti delle pensioni a
      chi non ha pagato un tubo di tassa, tagli di
      quà e di la per risanare, e chi
      più ne ha più ne metta.
      E in un modo o nell' altro i buchi li
      tappiamo sempre noi.
  • Anonimo scrive:
    Il decreto salterà non è valido
    Questa è l'unica strada possibile.La Commissione UE indaga sul decreto Urbani. Il Governo tra blocco e sfida all'Europa: si fermerà la corsa del ministro?http://key4biz.metsviluppo.it/index.jsp?urlChiamata=visNotizParCal.jsp¬izia=142923&tabExt=ARTICOLI
    • Anonimo scrive:
      Re: Il decreto salterà non è valido
      la notizia non è freschissima!e la commissione non ha ancora dato risposta!facciamo attenzione a come postiamo, grazie!
    • Anonimo scrive:
      La UE non sta indagando
      Ancora leggi quella roba?Una denuncia e' stata presentataquesto NON vuol dire che la UE sta indagandoletta gia' su PI un paio di giorni facerchiamo di non aggiungere casini ai casini grazie
  • Anonimo scrive:
    qualcuno risponda
    scusa ma io non ho capito ma come possono essere certi d quello che scarichi e come possono farti multe se nn hanno la possibilita di perquisire senza un motivo penale? come fanno a denunciarti?qualcuno risponda...
  • Anonimo scrive:
    Ventilata proposta canone file sharing
    Ringrazio Paolo De Andreis per la cortese risposta al mio post forse blandamente provocatorio ma cmq benevolo: non mi sarei comunque aspettato certezze in questo momento storico o di più di quanto letto.(http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=597842)Non vorrei essere frainteso, il diritto al copyright e' sacrosanto per gli autori e deve essere economicamente riconosciuto, anche se potremmo discutere per mesi su come le risorse ottenute non siano equamente redistribuite dal perverso sistema in vigore (come già evidenziato da diversi articoli di PI).Ritengo invece questo momento storico favorevole per cercare di ottenere una normativa piu' equa e chiara, grazie alla sensibilizzazione pubblica, governativa e dei media.E mi dispiacerebbe vedere questa occasione sprecata per tornare al clima di illegalita' e di fronda che ha caratterizzato il P2P negli ultimi anni.Quando un reato viene commesso da milioni di persone ed è quindi difficilmente perseguibile dalle autorità preposte, si puo essere erroneamente portati a pensare che la relativa impunità avalli il comportamento dei singoli.Questo comportamento per quanto deprecabile dovrebbe dare un input alle autorità preposte e fare capire la presenza di un malessere sociale non risolvibile esasperando le sanzioni gia esistenti.Nessuna persona ragionevole cercherebbe di creare un movimento di opinione di tale dimensione per la liberalizzazione dei reati di furto od omicidio ...Ma l'Italia è avezza a problemi di questo genere da anni, i condoni edilizi e fiscali non sono che alcuni dei tanti esempi di risoluzione di problemi di massa con caratteristiche non poi così dissimili da quelli del P2P.Il canone RAI, imposto come tassa patrimoniale sul possesso del televisore per risolvere la vasta evasione, non sollevò tanto scalpore (non commento sulla qualità delle trasmissioni ...).Detta tassa comporta un esborso di 100 euro l'anno pari a circa 8.3 euro mensili, è obtorto collo ormai universalmente accettata ed e' un'altro esempio di soluzione all'italiana di un problema di massa.Avevo quindi visto favorevolmente la proposta ventilata dalla Carlucci su una tassa mensile equa quale pagamento a forfait dei diritti d'autore per uso personale, che avrebbe senza dubbio risolto il problema alla radice:- Soluzione legale chiara ed efficiente- Certezza dell'introito: il provider come sostituto di imposta- Ripetibilità, argomento sempre condiviso dall'amministrazione dello stato- Con solo 5 euro al mese, introiti superiori ai tradizionali condoni e paragonabili ad una mini finanziaria- Quantità di denaro neanche paragonabile a quella che gli attuali strumenti normativi repressivi in corso di discussione potrebbero ottenere- Beneficio per il popolo della rete in termini di tranquilla accessibilità a qualunque contenuto digitale per uso personale con un modesto contributo (non dimentichiamo che stiamo spendendo circa 8 euro al mese per il canone RAI per avere molto meno)- Possibilità anche per le classi meno abbienti di accedere a qualunque contenuto digitale ottenendo una maggiore eguaglianza nei diritti sociali- Notevole risparmio di tempo e denaro pubblico per le preposte forze dell'ordine già oberate in indagini per reati commessi in rete ben piu' gravi quali la lotta alla pedofilia ed alle violazioni del copyright per scopo di lucroE' chiaro che questa è una opinione personale, e francamente non condivido chi si azzuffa in questo forum per avere tutto gratis, lo trovo un atteggiamento ingiusto e non produttivo.Sarebbe ora che chiunque con coscienza e buon senso capisse che nessuno lavora gratis, e che la discussione dovrebbe piuttosto vertere su quali siano le cifre eque per l'accesso a contenuti che costano a chi li produce.Come sarebbe anche ora che chi governa si rendesse conto di quanto sia stupido ed inutile criminalizzare i giovani che scaricano musica e film che comunque MAI acquisterebbero per motivi economici o di qualità dei contenuti (e questo detto da chi più giovane non è).Inutile aggiungere la miopia di chi non capisce che i tempi stanno cambiando, che la tradizionale distribuzione sarà sempre più erosa dalla più pratica ed economica vendita online, che i cali di vendite sono dovuti ad alti prezzi ed ad una grave crisi economica europea che rende difficoltoso l'acquisto anche di beni primari.Ma rischio di cadere in sterile polemica e me ne scuso.Questo post voleva solo sensibilizzare su una soluzione alternativa, ventilata dalla Carlucci e pare dimenticata negli attuali orientamenti della legge.Ma è compito dei media e dei movimenti di opinione abbracciare e proporre alternative in virtù dei numeri e del consenso di cui dispongono, quindi spero solo di avere dato qualche input positivo, sempre nel rispetto dell'autonomia ed imparzialità che distingue questa testata.E ringrazio Paolo e PI per avermene dato l'opportunità.Sempre vostro affezionato lettore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ventilata proposta canone file sharing
      Salve, concordo in tutto tranne che nella parte finale dove si parla delle vendite online....io sinceramente non le trovo così economiche anzi:rosso alice - cd "9" eros ramazzotti:13 canzoni * 1,79 ? cad. = 23,27 ?saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ventilata proposta canone file sharing
      Quoto in pieno il tuo discorso..effettivamente questo sarebbe il momento di fare chiarezza,5 euro al mese sarebbero una giusta quota sia x la maggior parte di noi sia x chi detiene i diritti di Copring...Forse sarebbe l'occasione x l'Italia di fare qualcosa x prima ...anche xchè a questo problema non vedo molte soluzioni possibili
      • Anonimo scrive:
        Re: Ventilata proposta canone file sharing
        si anche io sarei d'accordo per un canone di 5 euro al mese.tanto nn è che noi acquisteremmo mai quello che scarichiamo.e 5 euro per milioni di utenti adsl permetterebbe di accontentare questi ingordi e avari che piangono sempre miseria pur guadagnando milioni di euro all'anno.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ventilata proposta canone file sharing
          e... se facessimo cosi'?http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=598791
    • Anonimo scrive:
      Re: Ventilata proposta canone file sharing

      Non vorrei essere frainteso, il diritto al
      copyright e' sacrosanto per gli autori e
      deve essere economicamente riconosciuto,Sono d'accordo... ma il post-mortem di 70 anni?Io credo che essendo un diritto "strettamente personale" appartenga "strettamente all'AUTORE", quindi tale clausola debba essere quantomeno rivista.
      Ritengo invece questo momento storico
      favorevole per cercare di ottenere una
      normativa piu' equa e chiara, grazie alla
      sensibilizzazione pubblica, governativa e
      dei media.Esatto!!! Ciò che deve essere ridiscusso (ridimensionato) è proprio il "diritto d'autore" non il p2p !!!
      Quando un reato viene commesso da milioni di
      persone ed è quindi difficilmente
      perseguibile dalle autorità preposte,
      si puo essere erroneamente portati a pensare
      che la relativa impunità avalli il
      comportamento dei singoli.Spesso, in democrazia, occorre tenere presente dei mutamenti sociali e tecnologici. All'epoca del facismo era reato posedere una RADIO ed ascoltare Radio-Londra.....
      Avevo quindi visto favorevolmente la
      proposta ventilata dalla Carlucci su una
      tassa mensile equa quale pagamento a forfait
      dei diritti d'autore per uso personale, che
      avrebbe senza dubbio risolto il problema
      alla radice:Paghiamo già a forfait dei diritti d'autore per uso personalee se fai due conti non sono poca cosa (0.23 Euro a supporto oltre 3% su apparecchiature ecc.).Nota bene che li paghiamo anche se non utilizziamo le cosiddette copie personali.....
      - Con solo 5 euro al mese, introiti
      superiori ai tradizionali condoni e
      paragonabili ad una mini finanziariaGli utenti ADSL sono circa 3.000.000, il gettito di tale "tassa" sarebbe 15.000.000 di Euro.... E se poi li danno ad "amici" e "parenti" (vedi produzioni Titania...) allora sono solo denaro buttato.....
      una soluzione alternativa, ventilata dalla
      Carlucci e pare dimenticata negli attuali
      orientamenti della legge.Ti ricordo che la summenzionata è stata RELATRICE del DL !!! Quindi ogni sua nuova proposta mi trova molto dubbioso. Almeno per una questione di "decenza" farebbe meglio ad astenersi.In conclusione il vero PROBLEMA è la situazione di evidente MONOPOLIO dell'arte che oltre a consumare preziose risorse economice impedisce di fatto lo sviluppo della creatività artistica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebul
    Nell'articolo "DL Urbani, interviene l'on Carlucci" leggo:la sanzione amministrativa è stata ridotta da 1.500 a 154 euro, che salgono a 1.032 soltanto in caso di recidivae, più in basso:Il decreto conferma la liceità della cosiddetta "copia privata", ovvero della riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi, effettuata da persona fisica per uso esclusivamente personale, senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commercialima se la copia non a fini di lucro è lecita, quand'è che scatta la multa???(parlo sempre riguardo alle copie per uso privato...)
  • baudolino scrive:
    Notizia fresca fresca da Bruxelles ...
    Che ve ne pare ??http://www.lastampa.it/forum/forum2.asp?IDforum=136:D8)...comunque questa Masera bisogna tenerla d'occhio ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Notizia fresca fresca da Bruxelles ...
      notizia già vecchia e che fa sperare molto..una cosa è certa..chi ha fatto la denuncia non ha rivelato il suo nome...è quindi evidente che si tratti di qualche azienda molto nota che non vuole che il suo nome venga reso noto per evitare le ire di Urbani e delle major, mmm..chi sarà mai??? a febbraio quando enkey fu chiuso, la decisione fu presa da una nota azienda italiana che non voleva far sapere chi era, ma poi si seppe che era una azienda che nonr icordo il nome che faceva CD e DVD con tutta la giurisprundenza italiana, mmmm.... 8)
  • Anonimo scrive:
    La DL Urbani dovrebbe esser --:I
    ---:I (impiccato)Quindi quello che dicevo la Dl Urbani dovrebbe esser affossata! :@Se si finanziassero politiche serie sul lavoro con quei soldi che buttano nel cinema a quest'ora c'era molta più occupazione! :@Andate al diavolo major : invece di dare colpa alla pirateria studiatevi delle strategie di marketing decenti! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: La DL Urbani dovrebbe esser --:I
      - Scritto da: Anonimo
      ---:I   (impiccato)
      Quindi quello che dicevo la Dl Urbani
      dovrebbe esser affossata! :@
      Se si finanziassero politiche serie sul
      lavoro con quei soldi che buttano nel cinema
      a quest'ora c'era molta più
      occupazione! :@
      Andate al diavolo major : invece di dare
      colpa alla pirateria studiatevi delle
      strategie di marketing decenti! :@Shhhh! non vorrei che si svegliassero all'improvviso e poi si salvano proprio adesso!Coraggio si agitano e' vero ma sono gli ultimi spasmi dell'agonia! :D
  • Anonimo scrive:
    Adsl time e spendi meno.
    Come da oggetto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Adsl time e spendi meno.
      - Scritto da: Anonimo
      Come da oggetto.Ma chi sei il sostituto di carosello? :-P
      • Anonimo scrive:
        Re: Adsl time e spendi meno.
        Dicevo che se uno usa l' adsl solo per i divx (di pessimaqualità), tanto vale spendere lo stretto necessario e riservarei restanti soldi alle copie dei dvd; se proprio non si può fare a meno dei film!!!Personalmente di film e musica posso farne a meno, come hosempre fatto.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    date uno sguardo
    sulla home di libero ...leggete un po :D :D http://news2000.libero.it/index_speciali.html
    • Anonimo scrive:
      Re: date uno sguardo
      - Scritto da: Anonimo
      sulla home di libero ...leggete un po :D :D
      news2000.libero.it/index_speciali.html Ma francamente i grossi ISP mi hanno rotto i c... tanto quanto le majors!Sono sempre pronti ad approfittare delle loro "rendite di posizione" (wind=enel=monopolista) salvo strizzare l'occhio all'utente se corrono il rischio di ridurre il business della banda larga, ma sempre senza il coraggio di prendere posizione, meglio restare nella loro abituale posizione (90 gradi) di fronte ai politici che gli garantiscono le posizioni di predominio e monopolio in vari settori! :DBasta con questi mafiosi! cosa credono che non riconosciamo la zampa del lupo perche' ci hanno messo sopra un po di farina? credono di spacciarsi per agnello?... ma per favoreeee!
      • Anonimo scrive:
        Re: date uno sguardo
        - Scritto da: Anonimo
        Sono sempre pronti ad approfittare delle
        loro "rendite di posizione"
        (wind=enel=monopolista) salvo strizzareWind=Enel=Infostrada --
        Aziende statali....Alla faccia della privatizzazione.....!Ed è uno schifo che queste aziende che erano private nella scorsa legislatura siano tornate di proprietà dello stato !Un pò come con il corriere SDA che nella scorsa legislatura hanno fatto comprare alle Poste Italiane, di fatto rendendolo statale. Alla faccia delle sbandierate privatizzazioni ! Le nostre tasse servono per loschi affari e compravendite di aziende che poi si scopre che fanno il botto.....e noi paghiamo!
  • Anonimo scrive:
    Il futuro dell'informatica
    Se Microzozz vince sui rivali:1. Ogni volta che verrebbe rifatta la segnaletica stradale bisognera', pure, acquistare una macchina nuova.2. Occasionalmente, il motore si fermera' in autostrada senza alcuna ragione apparente, dovrai semplicemente accettare il fatto, riavviare il motore e ripartire dal casello da dove eri entrato.3. Occasionalmente, l'esecuzione di una manovra fara' si' che la tua macchina si fermi e rimanga definitivamente bloccata; potrai, quindi, ovviare all'inconveniente reinstallando il motore.4. Potrai avere, soltanto una persona alla volta a bordo, a meno che tu non decida di acquistare "Macchina 95" o "Macchina NT". Poi, dovrai comprare i sedili addizionali.5. Con la Apple (Macintosh) le cose sarebbero ben diverse, essa sarebbe in grado di progettare una macchina alimentata ad energia solare, affidabile, cinque volte piu' veloce e due volte piu' facile da guidare ma che potrà girare solo sul 5% delle autostrade.6. L'ultimo problema potra' essere ovviato molto facilmente, acquistando degli upgrades carissimi per adadttarsi allo autostrade Microsoft, ottenendo delle prestazioni dimezzate rispetto ad una macchina analoga di Microsoft.7. Le spie dell'olio, benzina, freno e batteria sarebbero rimpiazzate da un unico segnale che dice "Questa macchina ha eseguito un'operazione illegale e sara' arrestata".8. I nuovi sedili costringeranno tutti ad avere la stessa misura del "culo".9. Prima di entrare in FUNZIONE, l'airbag ti chiederebbe "Sei sicuro di voler eseguire questa operazione?".10. In caso di collisione, non avrai la minima idea di che cosa sia accaduto a te alla macchina e di come ripararla e di dove sei.========================================Se cerchi lavoro:Un disoccupato sta cercando lavoro come uomo delle pulizie alla Microsoft. L'addetto del dipartimento del personale gli fa fare un test (scopare il pavimento), poi lo intervista e alla fine gli dice:
    .L'uomo, sbigottito, risponde che non ha il computer, né tantomeno la posta elettronica.Il tipo gli risponde che se non ha un indirizzo e-mail significa che virtualmente non esiste e quindi non gli possono dare il lavoro.L'uomo esce, disperato, senza sapere cosa fare e con solo 10 $ in tasca. Decide allora di andare al supermercato e comprare una cassa di 10 chili di pomodori. Vendendo porta a porta i pomodori in meno di due ore riesce a raddoppiare il capitale, e ripetendo l'operazione altre 3 volte si ritrova con 160$.A quel punto realizza che può sopravvivere in quella maniera, parte ogni mattina più presto di casa e rientra sempre più tardi la sera, e ogni giorno raddoppia o triplica il capitale. In poco tempo si compra un carretto, poi un camion e in un batter d'occhio si ritrova con una piccola flotta di veicoli per le consegne.Nel giro di 5 anni il tipo è il proprietario di una delle più grandi catene di negozi di alimentari degli Stati Uniti.Allora pensa al futuro e decide di stipulare una polizza sulla vita per lui e la sua famiglia.Contatta un assicuratore, sceglie un piano previdenziale e quando alla fine della discussione l'assicuratore gli chiede l'indirizzo e-mail per mandargli la proposta, lui risponde che non ha il computer né l'e-mail.
    , osserva l'assicuratore,
    .L'uomo riflette e risponde:
    .Morale n°1: Internet non ti risolve la vita.Morale n°2: Se vuoi essere assunto alla Microsoft, cerca di avere una e-mail.Morale n°3: Anche se non hai una e-mail ma lavori tanto puoi diventare miliardario.Morale n°4: Se hai ricevuto questa pagina via e-mail hai più possibilità di diventare uomo delle pulizie che miliardario!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro dell'informatica
      chiedo scusa..manca uan cosa nella seconda parte dell'impiegato dopo il segno maggiore:Sei assunto, dammi il tuo indirizzo di e-mail, così ti mando un modulo da riempire insieme al luogo e la data in cui ti dovrai presentare per iniziare
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro dell'informatica
      e mancano parti alla fine dell'impiegato:chiede l'indirizzo e-mail per mandargli la proposta, lui risponde che non ha il computer né l'e-mail.
      , osserva l'assicuratore,
      .L'uomo riflette e risponde:
      .
  • Anonimo scrive:
    DL Urbani e Cinematografia
    Ho letto più volte il testo della trasmissione televisiva Report, non riesco a capire una cosa, se lo stato sovvenziona il nostro cinema e nel 90% la somma non viene più restituita, significa che IO ho pagato tramite le imposte fiscali anche per quei film, quindi se i produttori non ridanno indietro i soldi sta a significare che il film è anche mio.Ultima cosa: il film di Gibson La Passione è costato 25 milioni di dollari, in 15 giorni nel mondo ha già guadagnato 300 milioni di dollari ma quanto ancora vogliono guadagnare e per quanti anni?
    • Anonimo scrive:
      Re: DL Urbani e Cinematografia
      - Scritto da: Anonimo
      Ho letto più volte il testo della
      trasmissione televisiva Report, non riesco a
      capire una cosa, se lo stato sovvenziona il
      nostro cinema e nel 90% la somma non viene
      più restituita, significa che IO ho
      pagato tramite le imposte fiscali anche per
      quei film, quindi se i produttori non
      ridanno indietro i soldi sta a significare
      che il film è anche mio.
      Ultima cosa: il film di Gibson La Passione
      è costato 25 milioni di dollari, in
      15 giorni nel mondo ha già guadagnato
      300 milioni di dollari ma quanto ancora
      vogliono guadagnare e per quanti anni?Beh sai com'e' l'appetito vien mangiando.... e se poi scopro che lamentandomi e stracciandomi le vesti mi fanno incassare ancora di piu' tramite tasse sui supporti i registratori le connessioni e compagnia (manco a farlo apposta) cantante che male c'e' :D ?
    • Anonimo scrive:
      Re: DL Urbani e Cinematografia
      - Scritto da: Anonimo
      Ultima cosa: il film di Gibson La Passione
      è costato 25 milioni di dollari, in
      15 giorni nel mondo ha già guadagnato
      300 milioni di dollari ma quanto ancora
      vogliono guadagnare e per quanti anni?Se presti 1.000 e te ne fai restituire 1.100 ti chiamano "usuraio", "strozzino", "cravattaro, ecc....
  • Anonimo scrive:
    Grazie, grazie, grazie mille!!!!!!!!
    Si vede proprio che i nostri Legislatori la sanno lunga....eh eh eh........E' così che si combatte la pirateria!Anzi, se fossi in loro, lascerei le pene iniziali, e pure gli obblighi di controllo per i provider.......E' la cosa piu intelligente da fare!Ma.....................a nessuno è passato per la mente...........che forse tutto cio, al posto di combattere la pirateria ottiene proprio l'effetto contrario??????Ragazzi!Siamo nel 21° secolo!Che si credono di fare?Innanzitutto, facciamo una precisazione:file-sharing, scambio di file!e, mi risulta, a titolo puramente gratuito!che gliene viene in tasca a coloro che sharano in film o un'Mp3????Ora proviamo a pensare cosa potrebbe succedere se non esistesse il P2P.........Trovo il "vu-cumprà" che mi vende il CD all'angolo della strada e io al posto di spendere 20 Euro, ne spendo 5 e lo compero......oppure trovo la copia di un DVD che mi interessa e con 7-8 Euro lo porto a casa!Oppure........... vado da Blockbuster, mi noleggio il DVD e me lo copio........... e qui mi viene anche un dubbio..........Tutti sanno di chi è la catena Blockbuster..... non sarà che vogliono spingerci a noleggiare i DVD????Quei signori che ci governano devono, come si dice qui da noi, "venir giù dalla pianta" e guardare in faccia la realtà!Non possono sperare che tutti noi ci limitiamo a lavorare, dormire, e pagare le tasse!Gli interessi della vita moderna sono molteplici, e pure i costi!Se cercassero di rendere le cose un po piu facili a tutti, e si rendessero conto che non si puo sperare di "mettere sull'attenti" milioni di persone, forse sarebbe meglio!Tutto quel che stanno facendo, è solo cercar di tirare su un po di soldi!Un paio di info, prima di concludere.....1 DVD vergine Printable costo 1 Euro1 fotocopia a colori, 80 Cent.1 Custodia DVD, 35 Cent.Serigrafia ( e qui facciamo proprio le cose per benino) sul DVD, all'incirca 90 Cent. con la Epson R300....E tutti sanno benissimo quanto è facile copiare un DVD......E, dulcis in fundo..... voglio proprio vedere come fanno a beccare qualcuno che si copia i DVD a casa propria.....forse stanno pensando di incorporarci una microtelecamera in mezzo agli occhi!Mah...... tutto è possibile!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie, grazie, grazie mille!!!!!!!!
      voglio proprio
      vedere come fanno a beccare qualcuno che si
      copia i DVD a casa propria.....quindi mi pare di capire che se non ci fosse la polizia "che ti becca" tu andresti a fare la spesa rubando al supermercato, per poi prendere un abito rubandolo e vedere un film entrando al cine senza pagare. Eh si'... questo governo non ha capito proprio una mazza ;D io mi chiedo, invece di tentare di insegnare a gente del genere il rispetto delle regole sociali non si fa prima a chiuderli in carcere o e espellerli dall'europa? Tanto uno cosi' che apporto potra' mai dare al paese? Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie, grazie, grazie mille!!!!!!!!
        - Scritto da: Anonimo

        voglio proprio

        vedere come fanno a beccare qualcuno
        che si

        copia i DVD a casa propria.....

        quindi mi pare di capire che se non ci fosse
        la polizia "che ti becca" tu andresti a fare
        la spesa rubando al supermercato, per poi
        prendere un abito rubandolo e vedere un film
        entrando al cine senza pagare.
        Eh si'... questo governo non ha capito
        proprio una mazza ;D
        io mi chiedo, invece di tentare di insegnare
        a gente del genere il rispetto delle regole
        sociali non si fa prima a chiuderli in
        carcere o e espellerli dall'europa? Tanto
        uno cosi' che apporto potra' mai dare al
        paese?

        Saluti
        La storia e' vecchia caro mio il furto e la copia sono cose diverse mi spiace per lei torni quando avra' capito la differenza che questo fa' per il codice!:-P
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie, grazie, grazie mille!!!!!!!!
        - Scritto da: Anonimo

        voglio proprio

        vedere come fanno a beccare qualcuno
        che si

        copia i DVD a casa propria.....

        quindi mi pare di capire che se non ci fosse
        la polizia "che ti becca" tu andresti a fare
        la spesa rubando al supermercato, per poi
        prendere un abito rubandolo e vedere un film
        entrando al cine senza pagare.
        Eh si'... questo governo non ha capito
        proprio una mazza ;D
        io mi chiedo, invece di tentare di insegnare
        a gente del genere il rispetto delle regole
        sociali non si fa prima a chiuderli in
        carcere o e espellerli dall'europa? Tanto
        uno cosi' che apporto potra' mai dare al
        paese?

        Saluti Ma che paragoni imbecilli vai scrivendo ?!?!E' ora di farla finita con queste idiozie che le copie senza fini di lucro equivalgono a rubare !Allora che bandissero tutti i sistemi di registrazione esistenti, che bandissero le fotocopiatrici, perchè a meno che tu non voglia fotocopiarti gli attributi non penso che ci sia modo di farne un uso che non risulti in copie illegali... ! Idem per il resto dei sistemi di copia/registrazione....
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie, grazie, grazie mille!!!!!!!!
        Per quelli dell'Arma istituiremo un apposito corso di LOGICA e di SEMANTICA....Almeno astenetevi da postare scemenze....
  • Anonimo scrive:
    Multe
    Siccomne non ho capito bene una cosa la chiedo qui:se vengo scoperto pagherò 154 euro forfettarie, non a file, giusto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Multe
      No, in teoria a file.
      • Anonimo scrive:
        Re: Multe
        scusa ma lo dici perchè lo sai per certo o perchè lo credi tu?allora era meglio il sequestro del pc..perchè se shari 10 pezzi con la multa te lo ricompreresti
      • Anonimo scrive:
        Re: Multe
        - Scritto da: Anonimo
        No, in teoria a file.no, in teoria per ogni "opera" messa in condivisione; la legge è vecchia e risali a tempi in cui non esisteva il concetto di file; 150? per ogni file è ridicolo, basterebbe averne un migliaio (non mi risulta essere cosa rara...) per trovarsi a dover pagare 150.000? di multa, come a dire, mettemi in galera che fate prima...se veramente fosse così erano meglio i 1500? di urbani
  • Anonimo scrive:
    Complimenti a Montemagno
    guardate qui http://www.studiocelentano.it/l'unico che ha avuto il coraggio di dire ai nostri governanti come stanno le coseGrazie da tutti:)
  • Andy Dufresne scrive:
    E con Tim E Fastweb come la mettono?
    La nuova legge, oltre che con gli utenti peer deve fare i conti con le aziende che forniscono le super-connessioni. Nel senso: se da domani nessuno può più DL oppure non lo fa per paura o altro, i contratti da 40-80 euro al mese per mantenersi le super-connessioni vengono rescissi, perchè chi è il dritto che si mantiene una grassa fibra se praticamente non la può più sfruttare?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: E con Tim E Fastweb come la mettono?
      Questa mi pare una ragione per affossare il DL
      • Anonimo scrive:
        Re: E con Tim E Fastweb come la mettono?
        - Scritto da: Anonimo
        Questa mi pare una ragione per affossare il
        DLSecondo me non faranno proprio niente di niente: hanno messo su un teatrino solo per far vedere come sono bravi nel combattere la pirateria e per giustificare una nuova tassa(sperperando moltissimi soldi pubblici per questa farsa).Rendiamoci conto che alla fine non hanno fatto niente di niente,si ritorna esattamente alla vecchia legge: chi ha mai visto controlli con la vecchia legge?Nessuno,perchè a nessuno conviene(come viene giustamente sottolineato,già per molti è inutile un'adsl,ma di sicuro tutte le connessioni oltre l'adsl 256 sono inutili per il 99,9% delle persone: a cosa serve 1,2 mega di banda se non ci lavori o scarichi?)e lo sanno bene anche loro(chi si comprerebbe l'hard disk nuovo,i cd vuoti,il lettore mp3 o divx ecc. se non si potesse scaricare? E' un danno economico e un danno per le casse dello stato,perchè è tutta roba tassata da cui si ricavano parecchi soldi).
        • Anonimo scrive:
          Re: E con Tim E Fastweb come la mettono?
        • Anonimo scrive:
          Re: E con Tim E Fastweb come la mettono?
          Sono perfettamente daccordo con te, con il modo attuale ci guadagnano tutti.Bene o male c'è un certo consumo di materiale stra-tassato che dovrebbe risarcire la SIAE del "danno" subito (non erano state messe a posta quelle tasse?).Chi scarica, sempre per uso personale, si accontenta della qualità che trova e tra masterizzatori e software a corredo, hard disk, CD vergini, riparazioni, abbonamenti flat, di soldi ne fanno girare comunque parecchi, distribuendoli a vari settori (forse è proprio questo che le major non vogliono).Aggiungere altre tasse, stipulare altre forme di "contratto" per il p2p è pericoloso, perchè probabilmente ci ritroveremo una tassa in più che non legalizza niente.Le tasse sui supporti ci sono già, se non bastano potrebbero al limite alzare quelle. La volontà mascherata è solo quella di proteggere gli interessi delle Major.
          • Anonimo scrive:
            Re: E con Tim E Fastweb come la mettono?
            qui mi pare che urbani abbia un interesse un po' piu' "profondo" da difendee che non quelli delle majorO no?
          • Anonimo scrive:
            Re: E con Tim E Fastweb come la mettono?
            qui mi pare che urbani abbia un interesse un po' piu' "profondo" da difendere che non quelli delle majorO no?
          • Anonimo scrive:
            Re: E con Tim E Fastweb come la mettono?
            qui mi pare che urbani abbia un interesse un po' piu' "profondo" da difendere che non quelli delle major in generale O no?
          • Anonimo scrive:
            Re: E con Tim E Fastweb come la mettono?
            e urbani non è il solo che in questa storia ha "interessi" personali
  • Anonimo scrive:
    Il modello di business non regge più
    Io ritengo che il problema vero del mercato che verte intorno alla commercializzazione delle opere coperte dal diritto d'autore, risiede nell'inerzia che le major hanno, non essendo dei soggetti "agili", a capire che il vecchio modello di business, benchè ancora attualmente usato, non è più adeguato a soddisfare il mercato. Un tempo pochissimi consumatori, se non i veri estimatori o appassionati, ritenevano utile adoperarsi in costose ricerche, in termini di tempo e denaro, alla ricerca delle opere che avrebbero dato loro la massima soddisfazione. Di conseguenza, solo pochi estimatori erano in grado di valorizzare al massimo i loro acquisti. Tutti gli altri, non ritenendo opportuno investire nella ricerca di ciò che realmente piace, si "affidavano" alle scelte dei produttori/distributori. Questi ultimi operano quindi campagne di marketing al solo scopo di "convincere" il mercato che il loro prodotto è buono, sollevando quindi il consumatore dell'onere della ricerca, ma addebitando il costo dell'operazione di cernita che svolgono. Tuttavia la soddisfazione media del consumatore, inevitabilmente, diminuisce, in quanto una scelta operata da un terzo non può massimizzare la soddisfazione di ognuno. Oggi ogni consumatore ha la possibilità di effettuare delle scelte a basso costo e molto più velocemente che in passato, ritenendo, sempre più frequentemente, che il costo delle opere non è adeguato alla soddisfazione che scaturirebbe da un loro eventuale acquisto. In tale contesto, il p2p ha permesso ai consumatori di massimizzare la soddisfazione e, contemporaneamente, di diminuire i costi di ricerca. Tale ricerca rimane comunque faticosa, in quanto in ogni caso è necessario aspettare i tempi di download, verificare che quanto scaricato corrisponde ai canoni minimi di qualità che ci si aspettava, per non parlare del contesto illegale in cui questo fenomeno avviene. Inoltre non si godrebbe del valore aggiunto che esiste nei prodotti commerciali, come un bel cd, una bella copertina i testi etc..etc.. Il p2p, unito al taglio dei costi derivanti dall'eliminazione della fase di "cernita" operata al posto e per conto del consumatore ed alle massice spese di marketing, che rappresentano il grosso del costo dell'opera, genererebbe un incremento significativo delle vendite. Il consumatore cerca attraverso il p2p, trova ciò che gli piace e lo acquista ad una qualità nettamente maggiore di quella disponibile in rete (vedi dvd) e ad un prezzo nettamente più basso di quello derivante dal precedente modello di business. Gli autori non sarebbero più sottoposti alla cernita dei produttori ma a quella del mercato. I produttori non si inimicherebbero il mercato e continuerebbero a fare profitti.Il p2p è un nemico da combattere in quanto distrugge l'attuale modello di business. Il problema vero è che nessun produttore/distributore pensa veramente che questo vada cambiato al più presto in quanto incompatibile con il mercato attuale.Fonte (in inglese) : http://www.kuboid.com/music/onlinemusic-bw.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: SPIEGHIAMO un esempio
    ciao intendevo l'hash infatti.E concordo che tutti condividono i .part ma comunque anche molti condividono i files interi...probabilmente qquesto non succederà più, o per lo meno, in Italia e in Cina.
  • Anonimo scrive:
    Varie
    Sono parzialmente soddifatto dalla depenalizzazione e dagli sconti sulle multe, e mi trovo d'accordo sul porre in qualche modo delle tasse che tutelino "gli autori", non su quelle che tutelano la SIAE....Se devo pagare il mio piccolo contributo per poter scaricare, sono felice di farlo, non voglio essere uno scroccone, ma di certo non voglio spendere come comprare originale...Pensiamo anche all'indotto che il p2p indirettamente crea, e pensiamo come la criminalità non possa approfittarne.Comunque leggevo ed ho trovato un link interessante...http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_Aprile/07/urbani.shtmlCommentate...
    • Anonimo scrive:
      Re: Varie
      - Scritto da: Anonimo
      Sono parzialmente soddifatto dalla
      depenalizzazione e dagli sconti sulle multe,depenalizzazione?? quando??
      e mi trovo d'accordo sul porre in qualche
      modo delle tasse che tutelino "gli autori",giusto...
      non su quelle che tutelano la SIAE....ancor più giusto...
      Se devo pagare il mio piccolo contributo per
      poter scaricare, sono felice di farlo, non
      voglio essere uno scroccone, ma di certo non
      voglio spendere come comprare originale...anche perchè scaricando la qualità non è quella dell'originalema una piccola tassa è giusta a fronte di una TOTALE depenalizzazione, non come adesso....
      Pensiamo anche all'indotto che il p2p
      indirettamente crea, e pensiamo come la
      criminalità non possa approfittarne.ancora una volta giusto.....ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Varie
      - Scritto da: Anonimo
      Sono parzialmente soddifatto dalla
      depenalizzazione e dagli sconti sulle multe,
      e mi trovo d'accordo sul porre in qualche
      modo delle tasse che tutelino "gli autori",
      non su quelle che tutelano la SIAE....

      Se devo pagare il mio piccolo contributo per
      poter scaricare, sono felice di farlo, non
      voglio essere uno scroccone, ma di certo non
      voglio spendere come comprare originale...Ecco bravo pagatelo tu il tuo "piccolo contributo" io ne ho gia' abbastanza! e non vedo perche' debba pagare a te i tuoi sfizi e alla siae e alle majors la loro rendita di posizione!Io non ho nessun interesse diretto al p2p e non mi da' nessun fastidio!Il mio interesse e' mantenermi in un mondo Libero.Non sono disposto a pagare balzelli che finiscono nelle tasche di privati!E tantomeno sono disposto a rinunciare alla liberta' di parola opinione e senza censure!La costituzione credo valga un poco di piu' degli interessi della siae delle majors di Urbani e di qualche amante miracolata e qualche "eletto" con la pubblicita' di mediaset!Mi SONO ROTTO CHIARO! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Varie

      Se devo pagare il mio piccolo contributo per
      poter scaricare, sono felice di farlo, non
      voglio essere uno scroccone, ma di certo non
      voglio spendere come comprare originale...guarda.. con tutto il rispetto che posso avere per un mio simile: mi fai schifo
    • Anonimo scrive:
      Re: Varie
      Subiamo di già un cosiddetto PRELIEVO FISCALE da PAURA......Questa è la verità e..la madre di tutti gli "illeciti".
  • Anonimo scrive:
    Tirando le somme...
    1) Se si scarica un qualsiasi file protetto da copyright ove il creatore abbia espresso il volere di non divulgare la propria proprietà intellettuale se non tramite previo pagamento e per uso personale (di una somma che, comunque, rimane decisa arbitrariamente dalle major e da chi ha composto la "PROPRIETA' INTELLETTUALE").Pertanto, se un bel giorno, per un CD ti cacciano 100? o paghi o fischi...Da antefatto detto, si deve pagare anche per uso personale, se ti beccano. 154 ? o duemilaquatrosientotrentados dolares sempre soldi sono...2) Non si capisce più chi debba controllare le reti pidupì (scrivere "P2P" è illegale, non si è mai letto in queste pagine che tale censura sia stata rimossa).3) Il tutto, ad occhio e croce, è rimasto quasi invariato da prima.. Bene... buono a sapersi...E' bene tener contro di un fatto:1) Babbo Natale non esiste...2) La giustizia è un utopia3) Nel mondo capitalista, l'unico modo per vivere (mah.. questo lo chiamate vivere?) è quello di fregarsene di tutti, fare soldi anche calpestando la vita altrui e, quando i problemi di esistenza normale son stati risolti, inventarsene di nuovi per fingere di avere una vita pesante lo stesso...Fatemi capire.. tutto questo sarebbe quello che mi aspetta fuori casa? Oh Signore..."Chi vuole far un figlio di questi tempi compie un freddo atto di crudeltà" tratto dal Film "The Rock" (c).
    • Anonimo scrive:
      Re: Tirando le somme 2...
      Ah.. dimenticavo..Oltre ad essere nello stesso caso di prima:- Non puoi più dire P2P che ti fucilano all'istante, mentre qualche mafioso scappa con 100.000.000 ? e, se lo beccano, o dice di non essere in grado di intendere e volere, pertanto lo liberano subito, oppure dice di costituirsi, un modo come un altro per dire "Ho preso i soldi in modo illegale, e adesso con un trucco me li gusto in modo legale".- Oltre ad essere sanzionati tutti quanti (chi realmente rovina il Cinema ecc.. adesso starà già scaricando il film di Passion in un P2P privato e cryptato), hanno avuto la brillante idea di piazzare una tassa che tutti dovranno pagare sia per il software di masterizzazione, sia per il masterizzatore.Pertanto, masterizzare roba protetta da (c) è vietato e per essere sicuri di continuare a guadagnare, ti fanno pagare una tassa sul macinato dalle origini assurde... incredibile...Un bel giorno vedremo tassare pure l'aria che respiriamo e il fatto che esistendo stiamo consumando la proprietà intellettuale di qualcun altro (DIO forse?) e pertanto dobbiamo pagare chi, con tale diritto, non ha proprio nulla a che fare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tirando le somme...
      Scusa...è opera tua??complimenti azz !!!(io ci metterei il copyright!!)
      • Anonimo scrive:
        Re: Tirando le somme...
        - Scritto da: Anonimo
        Scusa...
        è opera tua??
        complimenti azz !!!
        (io ci metterei il copyright!!)no no..l'ho presa da un sito troppo forte: http://web.tiscali.it/scarpettina/ e clicca su STORIELLE :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Tirando le somme...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Scusa...

          è opera tua??

          complimenti azz !!!

          (io ci metterei il copyright!!)

          no no..l'ho presa da un sito troppo forte:
          web.tiscali.it/scarpettina / e clicca su
          STORIELLE :)allora occhio, potresti essere perseguibile per riproduzione di opera non tua....;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
    ciao a tutti... anch'io sono molto allibito per quello che leggo in questo bel sito sul nostro amico Urbani & Co. è chiaro che vogliono spillarci un sacco di euro... è vero che potremmo non comprare + dc,dvd però dopo cosa succede... basta vedere con la fiat ecc.. metteranno nuove tasse per sostenere le cristi di queste grosse aziende... anch'io penso che i "nostri" mastini non abbiano capito una cosa molto fondamentale che ha portato alla diffusione del files sharing e cioè che è tutto caro... se invece abbassasero i prezzi forse qualc'1 in + comprerebbe dell'originale, me compreso...
  • Anonimo scrive:
    non capisco...
  • Anonimo scrive:
    FINO a 70 anni dopo......
    Se si estende oltre la morte deve essere anche un diritto "sovrumano", diciamo "divino". E poi scusate tanto, se il defunto ha una progenie dissennata a che titolo debbono ereditare questo "diritto" e relativi proventi? Qual'è il loro merito?Se un operaio crepa prima di aver maturato il diitto alla pensione ai suoi eredi col CIUFOLO che gli danno qualcosa!!!E anche se ha maturato tale DIRITTO, la reversibilità interviene a decurtare la somma....Chi aveva detto che tutti i cittadini sono uguali ? Caro Urbani hai scoperchato il vasodi Pandora....E mò so ...zzi neri !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebul
    [cut]

    Per favore vogliate illuminarci con un

    articolo chiaro, perchè
    l'impressione

    dell'uomo della strada, è che
    nulla

    sia cambiato in meglio, anzi sembra che

    tutto stia cambiando in peggio e che
    l'unico

    a cantare vittoria qui sia proprio il

    Ministro Urbani.

    Che stia cambiando in peggio penso sia sotto
    gli occhi di tutti. Non credo che sia
    sensato proporre un articolo, oggi, che dice
    il contrario. Non saprei nemmeno cosa dire
    in un articolo del genere ;)

    Un saluto, a presto
    PaoloDi solito mi danno del pessimista, ma qualcosqa di buono riesco a vederla comunque in questa storia:1- Il P2P continua a crescere nonostante tutti gli attacchi, scommetto che nemmeno il DL Urbani 1.0 sarrebbe riuscito a fermarlo.2- Urbani a dovuto fare retromarcia (o almeno fingere di farla) grazie alla potente campagna di informazione messa in moto dagli utenti di internet. Ricordo che le TV non hanno trattato l'argomento nemmeno marginalmente. Internet comincia a diventare il mezzo di informazione principe, e questa è già di per se una buona notizia.3- Gli introiti legati al mercato della musica calano, sicuramente vittima della crisi economica, sicuramente vittima dei nuovi media quali i videogiochi, ma anche il boicottaggio ha fatto la sua parte. I consumatori stanno scoprendo il loro potere.Sicuramente c'è poco da stare allegri, ma un articolo positivo ogni tanto fa bene al morale. E poi il panico fa diminuire le fonti e quindi concede un vantaggio alle major di cui decisamente non hanno bisogno
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
    tutti quesiti leciti, ma è ora di finirla con il download di opere protette dal copyright.Boicotta il copyright scarica e condividi solo opere no copyright nessuno ti potrà accusare di nulla.Esisteva un unico problema per le opere libere dal copyright la distibuzione ora non c'è più bisogno di parassiti che campano con la distribuzione delle opere altrui, c'è il P2P.
  • Anonimo scrive:
    continuano a prenderci in giro
    Che governo di merda che abbiamo...
    • Anonimo scrive:
      Re: continuano a prenderti in giro
      - Scritto da: Anonimo
      Che governo di merda che abbiamo...Ricordatene quando compri e ricordatene quando voti!non e' difficile! e almeno come risultato avrai quello di non sentirti preso in giro! che e' gia' qualcosa! alla lunga e' meglio "mazziato" che "cornuto e mazziato" ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: continuano a prenderti in giro
        sisi votiamo i comunisti che è meglio...così facciamo fa fine della cina e cuba, lì si che c'è la vera censura su internet
        • Anonimo scrive:
          Re: continuano a prenderti in giro
          - Scritto da: Anonimo
          sisi votiamo i comunisti che è
          meglio...
          così facciamo fa fine della cina e
          cuba, lì si che c'è la vera
          censura su internetE chi ti ha detto di votare i comunisti?Vota chi ti pare ma guarda come si comporta quando vota lui nelle sedi in cui lo hai eletto e decidi di conseguenza!E allo stesso modo quando compri leggi cosa compri! e regolati di conseguenza!Se non ti dicono chiaramente cosa ti vendono e con quali clausole non comprare! Troppo difficile anche questo?Troppo difficile da capire? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: continuano a prenderti in giro
            babene..... dimmi tu allora chi votare...io vedo che sono tutti e dico tutti interessati.... intendo personalmente interessati..... basta vedere come hanno votato in commissione europea.gli unuci sono i radicali ma loro non contano niente...a no.... forse una parte politica in europa ha votato unita contro la leggiè alleanza nazionalemi sa che voto loro la prox volta
          • Anonimo scrive:
            Re: continuano a prenderti in giro
            - Scritto da: Anonimo
            babene..... dimmi tu allora chi votare...Ma coro mio decidilo tu io ho le mie opinioni e tu le tue (suppongo)
            io vedo che sono tutti e dico tutti
            interessati.... intendo personalmente
            interessati..... basta vedere come hanno
            votato in commissione europea.Appunto c'e' un bellissimo elenco di come hanno votato! e se lo leggi scopri che con poche eccezzioni e' "trasversale" .
            gli unuci sono i radicali ma loro non
            contano niente...
            a no.... forse una parte politica in europaCosi come F.I. ha votato compatta a favore ;-)
            ha votato unita contro la leggi
            è alleanza nazionaleMi spiace per te' non e' cosi' leggi che ti conviene!
            mi sa che voto loro la prox voltaSe e' "compatibile" con le tue idee...Purche' tu scelga sulla base dei fatti concreti "chi" voti piu' che il partito!Prova a usare questo metodo vedrai che non te ne penti! ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: continuano a prenderti in giro
            il sottomarino giallo sconfiggerà i biechi blu
  • Anonimo scrive:
    il nocciolo del problema
    Si sta perdendo di vista IL vero problema del decreto Urbani:la limitazione delle libertà personali,qui si possa di botto al concetto che chiunque si colleghi al p2p è un criminale fino a prova contraria,mentre si dovrebbe essere innocenti fino a prova contraria. Da quando in qua la Digos è diventata il braccio armato della Warnes Bros,Sony Pictures e SKG? E con che diritto un provider deve monitorare la mia attività per poi fare la delazione? Pensateci un attimino,questa non è una legge scritta con competenza,questa è una legge pensata per TERRORIZZARE gli utenti,le persone oneste che usano il p2p anche per altri scopi oltre al download selvaggio. Trovo molto criticabile questa mentalità,questo modo da stato di polizia che antepone i diritti di una multinazionale straniera a quelli di tutti gli italiani. Non ha senso un discorso poilitco:tutti,di ogni schieramento e partito lo hanno votato.Poi la colpa non è solo degli utenti:pubblicità di linee adsl perchè permette di scaricare più velocemente mp3 e x-vid,riviste "serie" che spiegano come copiare i dvd protetti;se convinci la gente,il grosso pubblico che il pc e la rete servono solo a questo poi te ne lamenti?Infine i lamenti delle Major sono ridicoli:se io mi scarico un album mi ritrovo con 15? in più non spesi in tasca? Seguendo questa logica,moltiplicate il prezzo di un cd,15?,un singolo,5?,un dvd,20?,per quanto affermeno di non aver venduto:gli italiani si ritroverebbero con 10-20 miliardi di ? in più in tasca! E questi,spesi in altri campi (turismo,elettrodomestici,sport,vestiti)avrebbero generato quella ripresa economica tanto agongata dai politici;se non è avvenuto,forse ma molto forse secondo le Major,dipende dal fatto che i soldi in tasca son quelli e che la gente non avrebbe comprato lo stesso quei prodotti se non esistesse il p2p.Infine il p2p non danneggi acertamente il cinema italiano:questo è quasi totalmente finanziato dallo stato con le tasse che io pago,non è un prodotto da un privato,ma dallo stato con menatlità totalmente sganciata dalla logica del mercato (film costati migliaia di ? incassano pochissime presenze) e per finanziarli adesso si ricorre alle multe sul p2p.E se la gente smette discaricare e le vendite non aumentano? Multano chi compra un masterizzatore perchè può fare copie illegali? Bloccano i videonoleggi? Aumentano le tasse per aiutare le Major' Infatti,lo stanno già facendo:tassa sul cd-dvd-vhs vergine,sul masterizzatore,ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: il nocciolo del problema
      Approvo pienamente. Ricordo a tutti solo una cosa. I nostri governanti pensano solo ed esclusivamente alle loro tasche... e cosi sempre sarà, sia con la destra che con la sinistra
      • Anonimo scrive:
        Re: il nocciolo del problema
        forse un PELINO di piu' a destra non credi?http://www.internazionale.it/pagine/dvd/citizen.html
    • Anonimo scrive:
      Re: il nocciolo del problema
      - Scritto da: Anonimo
      Si sta perdendo di vista IL vero problema
      del decreto Urbani:la limitazione delle
      libertà personali,qui si possa di
      botto al concetto che chiunque si colleghi
      al p2p è un criminale fino a prova
      contraria,mentre si dovrebbe essere
      innocenti fino a prova contraria. Da quando
      in qua la Digos è diventata il
      braccio armato della Warnes Bros,Sony
      Pictures e SKG? E con che diritto un
      provider deve monitorare la mia
      attività per poi fare la delazione?
      Pensateci un attimino,questa non è
      una legge scritta con competenza,questa
      è una legge pensata per TERRORIZZARE
      gli utenti,le persone oneste che usano il
      p2p anche per altri scopi oltre al download
      selvaggio. Trovo molto criticabile questa
      mentalità,questo modo da stato di
      polizia che antepone i diritti di una
      multinazionale straniera a quelli di tutti
      gli italiani. Non ha senso un discorso
      poilitco:tutti,di ogni schieramento e
      partito lo hanno votato.
      Poi la colpa non è solo degli
      utenti:pubblicità di linee adsl
      perchè permette di scaricare
      più velocemente mp3 e x-vid,riviste
      "serie" che spiegano come copiare i dvd
      protetti;se convinci la gente,il grosso
      pubblico che il pc e la rete servono solo a
      questo poi te ne lamenti?
      Infine i lamenti delle Major sono
      ridicoli:se io mi scarico un album mi
      ritrovo con 15? in più non spesi in
      tasca? Seguendo questa logica,moltiplicate
      il prezzo di un cd,15?,un singolo,5?,un
      dvd,20?,per quanto affermeno di non aver
      venduto:gli italiani si ritroverebbero con
      10-20 miliardi di ? in più in tasca!
      E questi,spesi in altri campi
      (turismo,elettrodomestici,sport,vestiti)avreb
      Infine il p2p non danneggi acertamente il
      cinema italiano:questo è quasi
      totalmente finanziato dallo stato con le
      tasse che io pago,non è un prodotto
      da un privato,ma dallo stato con
      menatlità totalmente sganciata dalla
      logica del mercato (film costati migliaia di
      ? incassano pochissime presenze) e per
      finanziarli adesso si ricorre alle multe sul
      p2p.
      E se la gente smette discaricare e le
      vendite non aumentano? Multano chi compra un
      masterizzatore perchè può fare
      copie illegali? Bloccano i videonoleggi?
      Aumentano le tasse per aiutare le Major'
      Infatti,lo stanno già facendo:tassa
      sul cd-dvd-vhs vergine,sul
      masterizzatore,ecc.Appunto il vero problema è quello delle libertà personali accettare un siffatto decreto vuol dire infischiarsene delle libertà personali e della ns. costituzione; con esso si avalla non la presunzione di inocenza ma quella di colpevolezza, per tutelare che cosa poi? Gli interessi economici di qualche major straniera che vede l'internet come il fumo negli occhi a scapito del progresso e della tecnologia, soltanto perchè loro non hanno voglia di cambiare il loro modello di business?Se loro non cambiano cambieremo NOI non comprando più niente dei contenuti proposti da lorsignori.Voglio proprio vedere se si inventeranno una legge che mi obbliga a comprare.....Sul lato politico concordo in parte con quello che hai detto però le responsabilità sono di granlunga quelle della maggioranza non penso che l'opposizione al suo posto avrebbe partorito un simile decreto di tale portata illiberale.
  • Anonimo scrive:
    VENDETTA
    • Anonimo scrive:
      Re: VENDETTA
      Beh dai......tutto il decreto non va, come altre leggi dopotutto....ma il male non si augura a nessuno....
      • Anonimo scrive:
        Re: VENDETTA
        - Scritto da: Anonimo
        Beh dai......
        tutto il decreto non va, come altre leggi
        dopotutto....
        ma il male non si augura a nessuno....Augurarlo e' molto meno che farlo non trovi? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: VENDETTA
        con queste legge che favoriscono solo questi della siae e delle case discografiche e cantanti etc....stai sicuroche io non compro + un cazzo di niente... anzi faccio la propaganda ad altri di non comprare + un cazzo di niente del materiale che vendono questi ingordi ....mi sono sempre stati sul cazzo.....mi stanno sul mio buco del cuload urbano che mi stai sul mio anoti prego di metterlo nell'ano ad qualcuno altrose me lo metti nell'ano poi ti rovino .....
  • Anonimo scrive:
    Re: poveri loro poveri noi. +loro che noi !
    .....................
    COPYRIGHT.neanche un bellissimo film del 55
    un americano a roma di sordi si potrebbe
    scaricare, è sanzionabile di una .....................Non si può..... i diritti poi li acquisisce la DeAgostini o altri che ti vendono 1000 fascicoli:1° uscita --- ? 2,902° uscita --- ? 4,90uscite dalla 3° alla 1000° --- ? 14,90chiaro il concetto?
    • Anonimo scrive:
      Re: poveri loro poveri noi. +loro che noi !
      Un americano a Roma di Sordi non si può scaricare ma ci sono moltissimi film di publico dominio ovvero che non sono più coperti da diritto d'autore per svariati motivi (non sono stati rinnovati, sono stati banditi, sono stati coinvolti in diatribe legali, etc).In questo link troverai molti film del generehttp://www.retrofilm.com/index2.html
  • Anonimo scrive:
    Re: sono soddisfatto.. grazie
    Forse non ti senti troppo bene!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: sono soddisfatto.. grazie
      - Scritto da: Anonimo
      Forse non ti senti troppo bene!!!perche'? Anch'io sono d'accordo.. chi ha la coscienza pulita non ha nulla da temere e tutto da guadagnare, il p2p usato in modo illegale come adesso ci portera' dritti a palladium
      • Anonimo scrive:
        Re: sono soddisfatto.. grazie
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Forse non ti senti troppo bene!!!

        perche'? Anch'io sono d'accordo.. chi ha la
        coscienza pulita non ha nulla da temere e
        tutto da guadagnare, il p2p usato in modo
        illegale come adesso ti portera' dritti a
        palladiumCorrezione! al tuo post! :D se lo vuoi comprare te lo meriti! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: sono soddisfatto.. grazie
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Forse non ti senti troppo bene!!!

        perche'? Anch'io sono d'accordo.. chi ha la
        coscienza pulita non ha nulla da temere e
        tutto da guadagnare, il p2p usato in modo
        illegale come adesso ci portera' dritti a
        palladiumUtilissimo invece il p2p visto come illegale a prescindere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Facciamo un esempio
    Se vai al cinema, non ti lasciano il cd/dvd da portare a casa...quindi tu hai pagato SOLO i diritti per la visione del film (anche se a volte ci vuole coraggio a chiamarlo tale).Se quindi supponiamo che l'ISP o la PP (o chiunque dovrà controllare) abbia in mano il tuo IP, il volume di traffico e abbia sniffato i pacchetti ovvero la prova tangibile dell'illecito, tu sei perseguibile per aver visionato (o ascoltato) il film (o l'mp3) senza averne pagato i diritti.Se non ho afferrato la domanda dimmelo...ciao
    • Andy Dufresne scrive:
      Re: Facciamo un esempio
      Perfetto, hai afferrato la domanda. Ed infatti a questo punto mi pongo il problema successivo: moltiplichiamo pinco pallino per migliaia di utenti perchè diciamocelo ragazzi: l' andazzo principale è vedersi il film a sbafo.... e ancora moltiplichiamo gli mp3 per milioni di utenti.... che fanno li vanno a prendere tutti? Siamo punto e a capo mi pare, con la sola differenza che ora, se fanno un controllo a campione e ne beccano un centinaio, si spargerà la voce, tutti si cagh?ranno sotto, i colpiti sborseranno un pò di euro e poi si ricomincia... Ma attenzione: se beccano ad esempio un utente fibra o adsl (e oramai lo siamo tutti) i canoni sono costosi e il malcapitato,cmq cliente, disdice l' abbonamento, perchè se non può + scaricare con sicurezza non sborsa nemmeno + 40-80 euro al mese all' azienda che gli dà in mano la super-connessione....non credo che a tali aziende ciò faccia molto piacere, che ne pensi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo un esempio
        Ciao,infatti! Sparando nel mucchio (perchè credo che questo accadrà) ci sarà qualcuno che pagherà per tutti (è un modo di dire) e pagherà anche al posto di chi fa lucro e ancora non è stato beccato.....Purtroppo l'evoluzione delle disdette è un processo secondo me lento visto che l'ISP per contratto te la impone per 1 anno...Di sicuro i dwnloaders a quel punto diminuiranno per la paura (ancor più giustificata di ora).....COmunque ho notato che nei post si tralascia il fatto che la commissione europea ha appena "tirato le orecchie" all'Italia per questa iniziativa.... bisogna cercare più fonti su questo fatto e tenersi informati anche perchè si potrebbe assistere all'n-esima figura di M dell'Italia....
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamo un esempio
          I'm sorryintendevo l'ISP impone per un anno il contratto ADSL quindi supponendo che ho la linea ADSL dal 10 marzo 2004 ovvero 5 giorni prima del decreto, me la devo tenere fino al 2005 (con forte pentimento) perchè diciamocelo:a meno di usi professionali l'ADSL o la fibra ottica si sceglie per il file-sharing, poche balle......
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamo un esempio
            Beh....i providers (escluso mamma telecom) vivono di adsl, per non parlare di fastweb.....hanno investito tutto e una disdetta quasi totale (perchè chi per lavoro o chi non usa adsl solo per P2P ci sarà sempre)...significa andare in bancarotta.ciao
          • Andy Dufresne scrive:
            D'accordo con te
            Sono d' accordo con te, e cmq credo che al di là di tutto il vero problema non è solo chi scarica, ma tutto il sistema che, tanto per cambiare, non è trasparente. Buona Pasqua ciao (se postiamo ancora con altri titoli e ti va di rispondere i miei quesiti metti un asterisco almeno so che sei tu perchè qua siete tutti anonimi...)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: D'accordo con te
            Ciao buone feste anche a te.PS te ne metto un pò di asterischi così:******anzi ci metto il copyright!!:)
  • Anonimo scrive:
    Videoregistratori e masterizzatori
    Vengo a conoscenza solo ora (ah, beata ignoranza :$) che noi gia paghiamo una tassa sull'acquisto di videoregistratori e audioregistratori.Fino ad oggi non immaginavo il pericolo che correvo: La visita della guardia di finanza e la confisca di tutte le videocassette con tutto quello registrato dalla televisione.Infatti, se cmq rimane un reato amministrativo scaricare (con multe, sequestri e quant'altro) pur esistendo la tassa su cd e masterizzatori, alla stessa stregua deve essere trattato chi videoregistra il film da qualunque canale televisivo.E' un ragionamento sbagliato il mio?
    • maciste scrive:
      Re: Videoregistratori e masterizzatori
      - Scritto da: Anonimo
      Vengo a conoscenza solo ora (ah, beata
      ignoranza :$) che noi gia paghiamo una tassa
      sull'acquisto di videoregistratori e
      audioregistratori.

      Fino ad oggi non immaginavo il pericolo che
      correvo: La visita della guardia di finanza
      e la confisca di tutte le videocassette con
      tutto quello registrato dalla televisione.

      Infatti, se cmq rimane un reato
      amministrativo scaricare (con multe,
      sequestri e quant'altro) pur esistendo la
      tassa su cd e masterizzatori, alla stessa
      stregua deve essere trattato chi
      videoregistra il film da qualunque canale
      televisivo.

      E' un ragionamento sbagliato il mio?la legge consente la videoregistrazione per visione posticipata, gli puoi sempre dire che tutte le videocassette ancora non le hai viste :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Videoregistratori e masterizzatori
      altro che sbagliato..e pensare che io tutit gli anni registro e conservo tutti i GP di formula 1..che pirata che sono...
      • jank scrive:
        Re: Videoregistratori e masterizzatori
        Ma se io dichiaro di aver gia visto il film (o il GP) che conservo in videocassetta sono passibile di multa???Lo so che apparentemente sembra un discorso da pazzi, ma sto cercando di seguire un filo logico...:sP.S.L'autore del thread sono io, solo che non mi ero "loggato" quando ho scritto l'intervento...==================================Modificato dall'autore il 09/04/2004 14.41.03
        • Ataru73 scrive:
          Re: Videoregistratori e masterizzatori
          - Scritto da: jank
          Ma se io dichiaro di aver gia visto il film
          (o il GP) che conservo in videocassetta sono
          passibile di multa???

          Lo so che apparentemente sembra un discorso
          da pazzi, ma sto cercando di seguire un filo
          logico...:sNon sono un giurista (--
          eventualmente qualche giurista corregga :P), ma credo che, dato che la fonte della registrazione (televisione) i diritti li ha pagati,si possa videoregistrare e conservare, ad uso personale (teoricamente, però, non si può prestare la cassetta agli amici :).
          • Anonimo scrive:
            Re: Videoregistratori e masterizzatori

            Non sono un giurista (--
            eventualmente
            qualche giurista corregga :p), ma credo che,
            dato che la fonte della registrazione
            (televisione) i diritti li ha pagati,
            si possa videoregistrare e conservare, ad
            uso personale (teoricamente, però,
            non si può prestare la cassetta agli
            amici :).Nemmeno io sono un giurista, ma a furia di leggere quì ho il sospetto che sia.....VIETATO TUTTO E NIENTE. Una volta si può e l'altra no... ke 2 marroni!!!! Oggi ho fatto un esperimento: ho messo un toast nel mio DVD-RECORDER.....Nulla! Allora ho avuto la RIVELAZIONE... Quell'aggeggio serve per REGISTRARE i DVD che gli metto dentro... Punto e basta!
      • Anonimo scrive:
        Re: Videoregistratori e masterizzatori
        - Scritto da: Anonimo
        altro che sbagliato..e pensare che io tutit
        gli anni registro e conservo tutti i GP di
        formula 1..che pirata che sono...E pensa se ti fai i DVD con i menù personalizzati con qualche programma... ! :DMinimo minimo ti accusano di essere il capo di un'associazione mafiosa dedita "allo spaccio" di prodotti contraffatti.. :sPoi già che ci sono diranno che nascondevi filmati pedofili all'interno dei DVD o roba del genere... :(:(Perchè altrimenti come possono giustificare il grande arresto in pompa magna di un cittadino e vantarsi davanti alle telecamere per aver buttato i soldi dei contribuenti ? Cioè di noi che paghiamo le tasse come nel medioevo rischiamo la galera per non commettere alcun reato vero ?!Ovviamente nel frattempo i veri criminali vengono sistematicamente scarcerati, ed è un dato di fatto...
  • Akiro scrive:
    l'on.Gabriella Carlucci
    tempo fa non osavo pensare a questo famoso on. Carlucci come alla Gabriella della tv... adesso che lo so mi viene da piangere.La tv è proprio vero che fa il lavaggio del cervello... ci ritroviamo che scarti della televisione (e già quelli di prima scelta sono delle ciofeche) possono dettar legge in Italia.no no, andiamo bene... avanti con la pubblicità prego.(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: l'on.Gabriella Carlucci
      quoto appieno..la Carlucci è una esperta di CULTURA vero???? ha fatto la politica da anni e anni vero??? sigh...rimpiango i tempi della cicciolina quando era in parlamento coi radicali...
    • Anonimo scrive:
      Re: l'on.Gabriella Carlucci
      ti diro' anche io la pensavo come te', ma dopo la puntata di report in cui la carlucci sputtana senza mezzi termini Urbani, perche' ha favorito la sua amante nell'ottenre dei finanziamenti statali per dei film (l'amante fa la produttrice di ciofeche cinematografiche), e dopo aver letto i suoi vari commenti sul DL urbani, trovo che forse li in mezzo e' quella che ne capisce di piu'.Stefano
      • Anonimo scrive:
        Re: l'on.Gabriella Carlucci
        .....
        dopo la puntata di report in cui la carlucci
        sputtana senza mezzi termini Urbani, perche'
        ha favorito la sua amante......Ha anche detto che era "documentata" a riguardo...Adesso cosa devo pensare? Nonostante fosse a conoscenza di tutto si è prestata a fare la "relatrice" al decreto !!! Salvo poi "cavalcare" l'indignazione popolare.Credo che ogni commento sia superfluo.
      • lunmarmergioven scrive:
        Re: l'on.Gabriella Carlucci
        - Scritto da: Anonimo
        ti diro' anche io la pensavo come te', ma
        dopo la puntata di report in cui la carlucci
        sputtana senza mezzi termini Urbani, perche'
        ha favorito la sua amante nell'ottenre dei
        finanziamenti statali per dei film (l'amante
        fa la produttrice di ciofeche
        cinematografiche), e dopo aver letto i suoi
        vari commenti sul DL urbani, trovo che forse
        li in mezzo e' quella che ne capisce di
        piu'.

        StefanoPerò tieni conto che in quel momento in cui ha detto quelle cose credeva che la telecamera non fosse in funzione.
        • Anonimo scrive:
          Re: l'on.Gabriella Carlucci
          ma se ha detto che con la legge non viene toccata la privacy del popolo italiano, ma allora non ci capisce nulla di unternet, e per di più della privacy non glie ne freca un fico.Per me fa l'ingenua come sempre.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'on.Gabriella Carlucci
            Per me è ingenua davvero!Anzi... non ci capisce proprio niente!...e lo ha ampiamente dimostrato nel suo ultimo intervento a RAI 2 Venerdì sera, quando tentava di spiegare che avrebbero messo (nel P2P) un "bollino" che distinguesse i files "permessi" da quelli "non permessi"! E all'intervistatore che le obiettava che così sarebbe stata violata la privacy, rispondeva che non era vero! :((
    • Anonimo scrive:
      Re: l'on.Gabriella Carlucci
    • Anonimo scrive:
      Re: l'on.Gabriella Carlucci
      Non meravigliatevi, guardate in america che ci danno sempre dei buon esempi, e noi li seguiamo con passione.W swarzenegger, Grande governatore d'america, e ora si è messo a fare l'eroe davvero salvando gente che annega, secondo me tutto combinato.E noi ci meravigliamo per la carlucci??? in 50 anni ho visto solo attori al governo, pensateci bene.ciao.
  • Anonimo scrive:
    Proposta per i grandi condivisori!
    al bando tutti gli scrocconi e puzzoni che scrivono in questo forum....credi veramente nel p2p?sei uno di quelli che condivide davvero??ECCO LA SOLUZIONE.io condivido mediamente 160 Gb e decreto o non decreto continuerò a farlo... perkè così posso scaricare le cose più rare e ricercate.1) già settato tutti i tool del mio winmx per fare browser su ogni utente.... mette in ignore chi non condivide almeno 50 Gb. 2) Status trasfert (0 : 0 avvaible) e monitor per far scaricare solo chi mi fa scaricare da lui.in questo modo faccio fuori gli scrocconi, puzzoni che non avete niente nella shered list e faccio fuori i controlli perkè per scaricare da me e quindi avere il mio ip devono necessariamente farmi scaricare da loro... e questa è istigazione a commettere reato.se c'è tanta attenzione sul p2p è solo colpa di 1000iaia di utenti che sanno solo scroccare...a questi ultimi consiglio di andare da mamma e papà a farsi dare i dindini per comprare i CD e non intasare le reti p2p
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta per i grandi condivisori!
      Non ti preoccupare.. se ti browsano a loro volta possono farsi autorizzare a fare qualunque cosa, più o meno fanno come gli infiltrati. Inoltre ricordati che sei TU, con i tuoi dati, a incitare alla pirateria.... parti dalla parte del torto....In bocca al lupo
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i grandi condivisori!
        autorizzarsi a fare cosa?chi incolpano?se loro non scaricano da me conoscono soltanto il mio nick e la mia shered listniente altro! mi dici come possono arrivare a me?in Italia le forze dell'ordine non possono contravvenire alle stesse leggi tranne per rarissime eccezioni.... vedi traffico d'armi, stupefacenti, terrosismo e reati di mafia. e cmq sono tutti reati penali e non illeciti amministrativi e io fin quando condivido commetto solo un illecito amministrativo.se parcheggio la macchina in divieto di sosta (illecito amministrativo) e scappo via, non possono mica spararmi dietro o commettere alcun tipo di reato per rilevare la mia infrazione.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i grandi condivisori!
        - Scritto da: Anonimo
        Non ti preoccupare.. se ti browsano a loro
        volta possono farsi autorizzare a fare
        qualunque cosa, più o meno fanno come
        gli infiltrati. Inoltre ricordati che sei
        TU, con i tuoi dati, a incitare alla
        pirateria.... parti dalla parte del
        torto....a me sa tanto che l'autore del post ha ragione..se costringi a scaricare da te se non hai tanti giga a diosposizione vuol dire che allora pure la pula dovrebbe avere tanti tanti giga di roba da condividere...DivX e software vario??? am dato che chi condivide può essere loggato ecco che se la pula ti viene in casa puoi dimostrare che chi scaricava da te aveva tanta bella roba illegale e puoi far passare un brutto quarto d'ora pure alla pula...
        • Anonimo scrive:
          Re: Proposta per i grandi condivisori!

          a me sa tanto che l'autore del post ha
          ragione..se costringi a scaricare da te se
          non hai tanti giga a diosposizione vuol dire
          che allora pure la pula dovrebbe avere tanti
          tanti giga di roba da condividere...DivX e
          software vario??? am dato che chi condivide
          può essere loggato ecco che se la
          pula ti viene in casa puoi dimostrare che
          chi scaricava da te aveva tanta bella roba
          illegale e puoi far passare un brutto quarto
          d'ora pure alla pula...guarda che se la condicio sine qua non è che la polizia o la gdf condivida anche 200GB di roba illegale stai pur sicuro che lo faranno senza problemi, pensare di salvarsi così è da ingenui
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta per i grandi condivisori!
            - Scritto da: Anonimo
            guarda che se la condicio sine qua non
            è che la polizia o la gdf condivida
            anche 200GB di roba illegale stai pur sicuro
            che lo faranno senza problemi, pensare di
            salvarsi così è da ingenuie chi te lo dice che la condizione essenziale è quella?? se io dimostro che pure la GdF aveva roba illegale potrei fargli causa pure a loro...e a loro converrebbe??
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta per i grandi condivisori!
            ohhh ma che dite???loro non possono commettere un reato per rilevare il tuo reato!!ricordate la storia dei contrabbandieri in puglia che sfrecciavano senza fari con mezzi blindati e corazzati e spuntoni??per fermare questi automezzi la GdF non poteva usare gi stessi metodi!e parliamo di contrabbando ossia un reato penale!!figuriamoci per un illecito amministrativo
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta per i grandi condivisori!

            e chi te lo dice che la condizione
            essenziale è quella?? se io dimostro
            che pure la GdF aveva roba illegale potrei
            fargli causa pure a loro...e a loro
            converrebbe??a parte il fatto che non ci vuole molto a condividere anche decine di GB di materiale perfettamente legale, cosa ti fa pensare che riuscirai ad ottenere qualcosa dalla tua denuncia? su quali basi la puoi fare e soprattutto chi denunci?
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta per i grandi condivisori!
            e secondo te io mi metterò mai a scaricare qualcosa di legale??e cosa me ne faccio?ricorda che se io non scarico da qualcuno quest'ultimo non scaricherà mai niente da mestatus transfert : (0 : 0 avaible)
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta per i grandi condivisori!
            - Scritto da: Anonimo
            e secondo te io mi metterò mai a
            scaricare qualcosa di legale??
            e cosa me ne faccio?
            ricorda che se io non scarico da qualcuno
            quest'ultimo non scaricherà mai
            niente da me
            status transfert : (0 : 0 avaible)sacrosante parole..per convincere a scaricare anche la GdF dovrà pur allettare i presunti pirati..mettendo in condiviosione LA PASSIONE DI CRISTO ad esempio..e se io tramite il mio avvocato vengo a sapere che erano proprio loro che lo mettevano in condivisione???
        • Ataru73 scrive:
          Re: Proposta per i grandi condivisori!
          - Scritto da: Anonimo
          a me sa tanto che l'autore del post ha
          ragione..se costringi a scaricare da te se
          non hai tanti giga a diosposizione vuol dire
          che allora pure la pula dovrebbe avere tanti
          tanti giga di roba da condividere...DivX e
          software vario??? am dato che chi condivide
          può essere loggato ecco che se la
          pula ti viene in casa puoi dimostrare che
          chi scaricava da te aveva tanta bella roba
          illegale e puoi far passare un brutto quarto
          d'ora pure alla pula...Ammesso e non concesso che sia istituzione a delinquere.......1. io sono la pula2. mi faccio un file di testo lungo 700 MB scrivendo la frase "ti ho beccato, piratuncolo :P" qualche milione di volte3. copio il file qualche centinaio di volte con nomi tipo "Utlimo film fichissimo.avi"4. Sharo il tuttoRisultato: sto condividento qualche terabyte e non contravvengo a nessuna legge.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta per i grandi condivisori!
            - Scritto da: Ataru73

            - Scritto da: Anonimo

            a me sa tanto che l'autore del post ha

            ragione..se costringi a scaricare da te
            se

            non hai tanti giga a diosposizione vuol
            dire

            che allora pure la pula dovrebbe avere
            tanti

            tanti giga di roba da
            condividere...DivX e

            software vario??? am dato che chi
            condivide

            può essere loggato ecco che se la

            pula ti viene in casa puoi dimostrare
            che

            chi scaricava da te aveva tanta bella
            roba

            illegale e puoi far passare un brutto
            quarto

            d'ora pure alla pula...

            Ammesso e non concesso che sia istituzione a
            delinquere.......

            1. io sono la pula
            2. mi faccio un file di testo lungo 700 MB
            scrivendo la frase "ti ho beccato,
            piratuncolo :p" qualche milione di volte
            3. copio il file qualche centinaio di volte
            con nomi tipo "Utlimo film fichissimo.avi"
            4. Sharo il tutto

            Risultato: sto condividento qualche terabyte
            e non contravvengo a nessuna legge.E chi mi iimpedirebbe di fare a mia volta lo stesso scherzo alla "pula"?e di aspettarli con uno stuolo di avvocati?Giusto per farmi un po di pubblicita' sui giornali ? Cosa che loro fanno spesso? :-P
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta per i grandi condivisori!
            ciao ataru sono l'autore del Thread....ci siamo già sentiti su un altro commento e mi dicevi che l'ip lo vedi lo stesso con un programma.... (anche se continua a sembrarmi strano)il discorso è che è vero che tu puoi fare un file di 700 Mb fake e lo chiami come ti pare, ma devi fare l'hash che permette la ricerca di quel file..... altrimenti chi entra in coda per scaricare La_passione_di_Cristo.avi?dai sai benissimo che nn basta nominare un file... ci cascherebbero solo i polli....certo tutto si può fare... sono daccordo... ma a quali costi?? e con quali tempi?? e soprattutto ne verrebbe la pena??p.s.anche io se mi impegno potrei costruirmi un aereoplano da solo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i grandi condivisori!
        tu ti vedi troppi film americani.gli infiltrati li possono fare per reati penali gravi:terrorismo,pedofilia,traffico di droga o armi,nn per un banale reato amministrativo.per cui nn possono farti scaricare da loro perchè si chiama istigazione a delinquere.
    • Anonimo scrive:
      Re : somaro !
      Somaro !Con la mia 56K ho condiviso per lo più versioni mp3 di brani live registrati alla radio nel corso degli ultimi anni. Moltissimi utenti hanno scaricato da me più di quanto io abbia fatto da loro. Alcuni si sono complimentati con me per il lavoro di encoding. Stiamo parlando di circa 200 files. Se c'è tanta attenzione sul P2P è perchè c'è gente come te che non conosce limiti, è ingorda oltre l'inverosimile, maneggia materiale mediatico fruibile per dieci vite. I personaggi come te, nella scena emulativa, si chiamano "puttanelle mangiaromz".Dai, torna a condividere i tuoi 160 GBytes con i tuoi pari, mi raccomando, lascia fuori tutti gli "scrocconi". Mi auguro con tutto cuore che, se vittime di questa repressione debbano esserci, tu sia la prima.Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: Re : somaro !
        vuoi negare che c'è gente che non condivide niente??questo forum è pieno di persone che parlano solo di scaricare... scaricare e scaricareavessi sentito uno che fosse preoccupato del fatto che nn può condividere.......sai quanta gente ti manda messaggi sul p2p e ti dice; "mi fai partire?"magari vuole un film particolare che pochi hanno o un film appena uscito.....vai a vedere cosa condividono.... solo una manciata di canzoni. a me questo non sembra giusto. è questa la gente che rovina il p2p.... prima scarica e poi toglie subito i file dalla condivisione.... che senso ha??cmq grazie per il buon augurio che mi fai però permettimi di farmi una bella grattata.io da parte mia ti rinnovo i complimenti che hai in precedenza avuto per il fatto che condividevi 200 mp3 con un 56k anche io quando ero con il 56k lo facevo.... ma devi ammettere che sono in pochi a farlo. pensa invece a tutta l'altra massa di scrocconi che con la banda larga condividono 4 foto di donnette nude e poi vorrebbero scaricare un film o un album completo
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta per i grandi condivisori!
      A sniffare ci penseranno l' ISP tanto più quanto più traffico gli fai, con la scusa che per legge è obbligato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i grandi condivisori!
        E' giusto quello che dici, ma il decreto che tra poco saràlegge intima agli ISPs di segnalarti se commetti degli illeciti.E' anche vero che non dice di sniffare il tuo traffico, ma concede una scappatoia al provider se vuole segnalarti.Non dimentichiamoci che proprio su P.I. i providers si sonolamentati spesso del p2p alcuni mesi fa.E' facile trovare una scusa per individuarti a maggior ragionese crei traffico.Quello che nessuno ha mai detto, però, è che la vera rovinadi Internet sono le VPN.Quando a qualcuno di noi la connessione va lenta o non funziona, le VPN che gravano sulle stesse apparecchiature fungono alla grande.E tutto questo perchè le connessioni punto a punto (le CDN)sono molto più costose dell' XDSL. Le aziende lo hanno capito.Non si può essere più al sicuro proprio perchè i tuoi dati perun motivo o per un altro (ovviamente giustificando il tutto)possono essere analizzati proprio dal tuo ISP.E se ci sono problemi di banda l' ISP può giustificarsi dicendo che in seguito a problemi di rete ha fatto dei controllie ha scoperto per caso che tu stavi intasando la rete con ilfile-sharing.Così rispetta la legge segnalandoti, si toglie dalle scatole unutente scomodo e non deve rispondere di rallentamenti a quegli utenti che pagano profumatamente la connessione emagari hanno contratti con penali varie.
        • Anonimo scrive:
          Re: Proposta per i grandi condivisori!
          Aggiungo solo che se ognuno di noi iniziasse ad usarein modo continuo streaming audio e video ne vedremmodelle belle. Ci sono un sacco di tv e radio che trasmettono sul web e sono di buona qualità (banda permettendo).Il p2p sarà nulla a confronto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta per i grandi condivisori!
            hai anticipato la mia risposta.... heheehehhehecome vedi affrontiamo lo stesso problema allo stesso modo....forse io sono un po + provocatoriotutto qui
        • Anonimo scrive:
          Re: Proposta per i grandi condivisori!
          secondo me quanto dici vale fino ad un certo punto soprattutto ora che ci sono tanti servizi multimediali....prendi ad esempio rossoalicese ti vuoi vedere un film in streaming ti giochi tutta la tua banda a disposizione almeno per un ora.... gli isp dovreanno pure attrezzarsi se vogliono che io mi compri i loro contenuti no??col file sharing anche se lasci il pc connesso h24 non scarichi sempre a banda piena per tanto non credo che l'intasamento della rete sia tanto elevato come quello prodotto da un portale tipo rossoalice.... sempre se dovesse decollare visto che costa + un album in MP3 che un cd classico.... senza contare ovviamente la qualità del prodotto......
  • Anonimo scrive:
    Sul bollino (tipo ciquita???)
    dunque...il suddetto (tipo ciquita???) sarà una specie di firma digitale, del resto dovrà essere ben protetta...dato che però qualsiasi protezione si fa nel giro di 1-2 ore salta, penso che ben presto le reti di file-sharing sarà piena di file con falsi bollini...e poi penso..stò cavolo di bollino vorrebbe dire che chi fa un programma P2P dovrebbe inserire un codice riguardante il riconoscimento del bollino? cioè il programma P2P dovrebbe controllare se il file che hai deciso di scaricare ha il bollino: se non ce l'ha allora non dovrebbe fartelo scaricare..ma la stronzata galattica è che i programmi P2P sono quasi tutti open source e NESSUNO metterà mai una protezione del genere..e allora? i programmi P2P dovrebbero essere closed soruce a pagamento??? ma dai...altra stronzata galattica della commissione che dimostra di non sapere di che sta parlando quando parla pure di bollini...
  • Anonimo scrive:
    siamo alle solite
    in questo paese tutto, o quasi, è apparentemente regolato da leggi e decreti che puntualmente non vengono mai applicati (solo ufficialmente ma mai praticamente), se tutto va come sempre (!!!) tra 1-2 settimane tutto questo battage sarà solo un pallido ricordo e tutti ricominceremo a scaricare in pace e tranquillità (voglio dire, l'unione è europea o noi siamo solo "confinanti"?)
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo
      in questo paese tutto, o quasi, è
      apparentemente regolato da leggi e decreti
      che puntualmente non vengono mai applicati
      (solo ufficialmente ma mai praticamente), se
      tutto va come sempre (!!!) tra 1-2 settimane
      tutto questo battage sarà solo un
      pallido ricordo e tutti ricominceremo a
      scaricare in pace e tranquillitàecco, vai avanti tu e facci sapere
      • Anonimo scrive:
        Re: siamo alle solite
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        in questo paese tutto, o quasi, è

        apparentemente regolato da leggi e
        decreti

        che puntualmente non vengono mai
        applicati

        (solo ufficialmente ma mai
        praticamente), se

        tutto va come sempre (!!!) tra 1-2
        settimane

        tutto questo battage sarà solo un

        pallido ricordo e tutti ricominceremo a

        scaricare in pace e tranquillità

        ecco, vai avanti tu e facci sapere Basta leggere per sapere che il p2p aumenta :D
  • Anonimo scrive:
    Bravo Vittorio!!!!
    Andate a leggere tutto sul sitohttp://www.report.rai.it/2liv.asp?s=188VITTORIO SGARBIProbabilmente sono una consuetudine. Cioè l'idea di finanziare amici o parenti o di utilizzare il danaro pubblico per consentire alla propria amante di affermarsi, che è esattamente quello che io ho denunciato per primo e che si è poi verificato sulle carte e che ha fatto niente di meno il ministro della cultura Urbani che dopo anni di astinenza, sua dal punto di vista sessuale, della sua partner dal punto di vista dei finanziamenti, ha realizzato la quadratura del cerchio: lui ha soddisfatto le sue esigenze sessuali e lei ha avuto i finanziamenti. (IDA DE BENEDETTO - Titania Produzioni)Mi pare che le due cose, il nesso sia talmente perverso?VITTORIO SGARBIMi sembra che questa cosa che ho indicato e non per mia invenzione ma attraverso dei documenti che mi sono stati forniti da un parlamentare della maggioranza che è nientemeno Gabriella Carlucci, la quale aveva i documenti con indicazioni di cifre a film che erano stati finanziati dal ministero e prodotti dall'amante del ministro, la quale non prendeva finanziamenti dai tempi di Craxi.IDA DE BENEDETTO - Titania ProduzioniIo sono un'attrice come tale e l'ho dimostrato e lo dimostro, Sono una donna che ha una personalità, non ho mai avuto bisogno di essere protetta, forse sono stata io a proteggere troppo gli altri, non ho bisogno di nessuno. La mia vita privata è la mia vita privata: chi amo, se amo , da quanto tempo amo, sono fatti miei. Chiaro?D - Che cosa vuol dire che in commissione l'hanno favorita?GABRIELLA CARLUCCI - Deputato F.I. Commissione CulturaSi, ma non solo, scusa, lo scandalo più grave di tutti: fra la prima e la seconda commissione passano almeno sei mesi. Fra l'ICN e la commissione credito passano come minimo sei mesi. A lei le hanno fatto aprire la commissione ad agosto, per farle avere i soldi, anche di questo ci sono testimonianze.LUCA BARBARESCHIE' un paese con una democrazia inesistente perché è un paese dove ancora la gestione del potere è vissuta come un momento di arroganza assoluta e il delirio. Vorrei fare una legge che preveda che solo chi dimostra d aver fatto uso di droghe, abbia fatto l'amore in gioventù, cioè che abbia fatto tutto quando era giusto farlo abbia un luogo di potere perché nel 90% dei casi non appena hanno il potere perdono la testa per le donne, per la droga..
  • maciste scrive:
    Re: sono soddisfatto.. grazie

    Un grazie al Governo che ancora una volta si
    e' dimostrato serio e ragionevolequali sono state le altre volte in cui si è dimostrato serio e ragionevole? scherzavi vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: sono soddisfatto.. grazie
      - Scritto da: maciste


      Un grazie al Governo che ancora una
      volta si

      e' dimostrato serio e ragionevole

      quali sono state le altre volte in cui si
      è dimostrato serio e ragionevole?ad esempio il decreto "grande fratello", cancellato dopo la discussione in parlamento, non si puo' dire che questo governo si sia mai arroccato a difendere posizioni indifendibili.. parlo ovviamente dell' ambito informatico perche' questo non e' un forum di politica generale
      • maciste scrive:
        Re: sono soddisfatto.. grazie

        ad esempio il decreto "grande fratello",
        cancellato dopo la discussione in
        parlamento, non si puo' dire che questo
        governo si sia mai arroccato a difendere
        posizioni indifendibili.. su questo si potrebbe discutere, 24 mesi di data retention sono a mio avviso cmq troppi, ma è solo un opinione.parlo ovviamente
        dell' ambito informatico perche' questo non
        e' un forum di politica generaleti sei salvato in calcio d'angolo...
  • Anonimo scrive:
    Complimenti a REPORT
    Ragazzi guardate qua ... vedete come questi ********** si fanno le leggi a proprio uso e misura http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=188
    • zuglio scrive:
      Re:Complimenti a REPORT
      e sono anche stati querelati da IDA DI BENEDETTO...
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti a REPORT
      - Scritto da: Anonimo
      Ragazzi guardate qua ... vedete come questi
      ********** si fanno le leggi a proprio uso e
      misura www.report.rai.it/2liv.asp?s=188 Probabilmente sei stato un po' off-line ultimamente...Ti riporto il link del lunghissimo forum su REPORT:http://punto-informatico.it/forum/poc.asp?tfid=2&fid=47668
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti a REPORT
      complimenti e onore a REPORT!
  • Anonimo scrive:
    Ecco perchè hanno cambiato idea...
    http://www.studiocelentano.it/editorial/articolo.asp?id=911
  • Anonimo scrive:
    non ho capito..ma la multa.....
    ma la multa per uso personale C'E O NON C'E'????
    • Anonimo scrive:
      Re: non ho capito..ma la multa.....
      - Scritto da: Anonimo
      ma la multa per uso personale C'E O NON
      C'E'????cazz....prova a sforzarti di leggere qualcosina prima di postare............
  • Anonimo scrive:
    Il bollino blu
    Il bollino blu dovrebbe servire a certificare che il materiale e' liberamente distribuibile.Ma se-I provider non devono intervenire per vedere che propri utenti condividano materiale senza bollino, ma solo mettere un visibile banner sui "rischi" del materiale senza bollino-Il 99% del materiale sulle varie P2P resta senza bollinoA che serve il bollino?Solo a non far presumere la buona fede di chi scarica senza bollino.Immagino che molti downloader pensassero che gli artisti distribuissero gratuitamente via mp3...Allora se non c'e' la buona fede (perche' io ho scaricato materiale dove non c'e' il bollino), cosa succede?Tornano le multe prima del decreto.E allora:Dove e' il regalo?Si e' parlato per un mese per partorire questo?A questo sono srvite le "audizioni"?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bollino blu
      - Scritto da: Anonimo
      Il bollino blu dovrebbe servire a
      certificare che il materiale e' liberamente
      distribuibile.e io sto pensando..il bollino (tipo ciquita???) sarà una specie di firma digitale, del resto sarà ben protetta...dato che però qualsiasi protezione si fa nel giro di 1-2 ore salta, penso che ben presto le reti di file-sharing sarà piena di file con falsi bollini...e del resto poi penso..stò cavolo di bollino vorrebbe dire che chi fa un programma P2P dovrebbe inserire un codice riguardante il riconoscimento del bollino? cioè il programma P2P dovrebbe controllare se il file che hai deciso di scaricare ha il bollino: se non ce l'ha allora non dovrebbe fartelo scaricare..ma la stronzata galattica è che i programmi P2P sono quasi tutti open source e NESSUNO metterà mai una protezione del genere..e allora? i programmi P2P dovrebbero essere closed soruce a pagamento??? ma dai...altra stronzata galattica della commissione che dimostra di nons apere di che sta parlando quando parla pure di bollini blu tipo ciquita...
  • Anonimo scrive:
    E' tutta colpa di...
    APPLE!!!!Oramai tutti sanno che Apple sta spingendo le lobbies politiche di tutto il mondo a frenare il P2P, nemico delle politiche arraffone e succulente di Apple...Salviamo il P2P e fermiamo la APPLE non acquistando più i suoi prodotti.Un mercato senza Apple significherà più P2P per tutti... Non dimenticatevi:APPLE = BWUAHAHAHAHAHAHAHAAHHHHInoltre tutti sanno che Urbani, prima di mettersi in politica, lavorava come consulente per Apple Italia...fate un po' 2 + 2 e capirete quella verità che nessuno vuole dirvi...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tutta colpa di...
      - Scritto da: Anonimo
      APPLE!!!!


      Oramai tutti sanno che Apple sta spingendo
      le lobbies politiche di tutto il mondo a
      frenare il P2P, nemico delle politiche
      arraffone e succulente di Apple...

      Salviamo il P2P e fermiamo la APPLE non
      acquistando più i suoi prodotti.Un
      mercato senza Apple significherà
      più P2P per tutti...

      Non dimenticatevi:

      APPLE = BWUAHAHAHAHAHAHAHAAHHHH

      Inoltre tutti sanno che Urbani, prima di
      mettersi in politica, lavorava come
      consulente per Apple Italia...

      fate un po' 2 + 2 e capirete quella
      verità che nessuno vuole dirvi...E' incredibile!!! Io non sapevo questa storia di Urbani... è terribile, delle corporation come Apple ci stanno uccidendo giorno dopo giorno...sono concorde con te, non compriamo più questi prodotti e gridiamo tutti insieme: APPLE = BWUAHAHAHAHAHAHAHAAHHHHgrazie per il tuo post ragionevole e moderato
  • Anonimo scrive:
    Tassa "preventiva": altri esempi?
    io non capisco (non essendo avvocato ne' giurista) in base a quale principio si puo' sanzionare preventivamente un comportamento che rimane comunque illecito e come tale perseguibile.voglio dire, se anche un giorno dovessero perquisirmi nella mia abitazione (mi dicono essere impossibile, dato che le perquisizione nel domicilio non sono previste per illeciti amministrativi ma solo per reati penali), supponiamo comunque che accada. troverebbero molta roba originale e tantissima non originale, tutta scaricata da internet e non acquistata sulle bancarelle abusive. le copie non autorizzate sono salvate su supporti per i quali ho anche pagato un "compenso". questo non toglie che io sia comunque perseguibile a norma di legge. quello che vorrei chiedere a voi e' : esistono altri esempi di queste sanzioni "preventive", che non abbiano nulla a che fare con la legge sul diritto d'autore? che siano previste e applicabili in campi totalmente estranei alla musica, al cinema o all'editoria? che ne so, in campo industriale, o nella gestione di un ' impresa, o in qualsiasi altro campo dell'attivita' umana e sociale.grazie per gli eventuali chiarimenti.
  • Anonimo scrive:
    Alle prossime votazioni...
    ...tutti a casa e senza passare dal via! :@Nani, ballerine e burattini! Tutti fuori dalle palle! :@:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Alle prossime votazioni...
      - Scritto da: Anonimo
      ...tutti a casa e senza passare dal via! :@

      Nani, ballerine e burattini! Tutti fuori
      dalle palle! :@:@per ritrovarsi cicciobelli , spie del kgb, prosciutti, ex segretari del PC, gente che nascondeva i soldi nel puffo? ROTFL!!no grazie.. mi turo il naso e rivoto questi ciaoooooo
  • Anonimo scrive:
    Certificato di sharabilità?
    Dall'intervento dell'on. Carlucci:"La nuova norma prevede che qualsiasi opera dell'ingegno resa disponibile su internet, anche con sistemi di condivisione (file-sharing), debba recare un avviso relativo l'avvenuto rispetto degli obblighi previsti dalla legge sul diritto d'autore."Mi spiegate cosa significa?Hanno inventato il certificato di sharabilità?In cosa consiste?Francesco Vinci(Zievatron - Il Nuovo Druido)
  • Anonimo scrive:
    Cortiana dove sei?
    Qui c'e' ancora molto da fare sembra....
  • Anonimo scrive:
    scoop! Da leggere subito assolutamente
    ho finalmente scoperto la relazione dell'esperto che ha parlato in parlamento a favore del p2phttp://italy.indymedia.org/news/2004/04/521492.phphttp://www.yakom.it/new_p2p_ways.htmper fortuna che c'è qualcuno che ha parlato in nostra difesa !:|8)
    • TPK scrive:
      Re: scoop! Da leggere subito assolutamen
      Si, ma siccome probabilmente il reddito dichiarato dall'autore dell'articolo non supera il 1,000,000 di euro, Urbani non lo leggera' nemmeno... :|
      • Anonimo scrive:
        Re: scoop! Da leggere subito assolutamen
        mi sa che invece l'ha dovuto ascoltare perchè l'hanno fatto parlare durante le audizioni;)(linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: scoop! Da leggere subito assolutamen
          - Scritto da: Anonimo
          mi sa che invece l'ha dovuto ascoltare
          perchè l'hanno fatto parlare durante
          le audizioni;)(linux)Guarda che Urbani non c'era alle audizioni
    • Anonimo scrive:
      Re: scoop! Da leggere subito assolutamente
      - Scritto da: Anonimo
      ho finalmente scoperto la relazione
      dell'esperto che ha parlato in parlamento a
      favore del p2p
      italy.indymedia.org/news/2004/04/521492.php
      www.yakom.it/new_p2p_ways.htm

      per fortuna che c'è qualcuno che ha
      parlato in nostra difesa !
      :|8)La seconda proposta, (di legalizzazione del file sharing NDR) presentata dal Prof. Fisher della Stanford University (probabilmente lo studio più esaustivo svolto ad oggi in materia di file sharing), suggerisce l'imposizione di una tassa a monte sull'accesso a banda larga (ISP access) e/o sui supporti che ruotano attorno al file sharing (masterizzatori di CD, CD vergini, lettori MP3, ecc.). Grandi i nostri politici, hanno preso da Fisher l'idea della tassa ai supporti dimenticandosi della prima parte ......la legalizzazione del P2P.
      • massim69 scrive:
        Re: scoop! Da leggere subito assolutamente
        infatti... se pago sono dentro la legge...ma è difficile che accadrà intempi brevi, vista l'aria
      • Anonimo scrive:
        Re: scoop! Da leggere subito assolutamen

        Grandi i nostri politici, hanno preso da
        Fisher l'idea della tassa ai supporti
        dimenticandosi della prima parte ......la
        legalizzazione del P2P.Il P2P e' legale.
        • Anonimo scrive:
          Re: scoop! Da leggere subito assolutamen
          - Scritto da: Anonimo

          Grandi i nostri politici, hanno preso da

          Fisher l'idea della tassa ai supporti

          dimenticandosi della prima parte
          ......la

          legalizzazione del P2P.

          Il P2P e' legale.come no!!anche andare ai 250 in autostrada, almeno fino a quando ti ritirano la patente
          • Alessandrox scrive:
            Re: scoop! Da leggere subito assolutamen
            - Scritto da: Anonimo

            Il P2P e' legale.
            come no!!
            anche andare ai 250 in autostrada, almeno
            fino a quando ti ritirano la patenteSe condivido materiale non coperto da copyright o comunque con permesso di redistribuzione non commetto alcun illecito.
          • Anonimo scrive:
            Re: scoop! Da leggere subito assolutamen
            E soprattutto non rischio di schiantarmi alla prima curvetta !Saluti,Piwi
    • massim69 scrive:
      Re: scoop! Da leggere subito assolutamente
      nelle conclusioni dice che andrebbe bene pagare qualcosa (quanto??) agli editori e legalizzare il p2p...e io pagoooomah
    • Anonimo scrive:
      Re: scoop! Da leggere subito assolutamente
      Ottimo scritto, bisognerebbe farlo leggere a politici e discografici in generale: il p2p non si può fermare quindi ne prendano atto e cerchino un modo per convivere con tutto ciò...Poi è ora che capiscano veramente qual' è il problema:Alla ricerca di Nemo in DVD= ?17,90Elephunk dei Black Eyed Peas in CD=?22!Dopo questo non ho altro da aggiungerebuona giornata a tutti
  • Anonimo scrive:
    Non e' cambiato niente!!!
    Beh...tutto e' come era un mese fa...SE, NEL CASO, PER UN ASSURDO MOTIVO, CHISSA' PERCHE', DOVESSE CAPITARE che vi beccano allora si pagano sti 153 euro di multa e non se ne parla piu', nessun sequestro, nessuna gogna...poi...NEL CASO ACCADA ognuno decide sul dafarsi per il futuro visto che la recidivita' costa 1033 euro....praticamente e' tutto identico identico a un paio di mesi fa...e' da chiarire la parte sui provider, ma oltre al fatto che piu' volte hanno chiarito che non ci sara' mai nessun controllo preventivo....dubito fortemente che mai accada che i provider denuncino....quindi...aspettiamo solo il 21 aprile per non rischiare :)
  • Anonimo scrive:
    Reato o non reato per uso privato...
    "Infine, è stato introdotto un prelievo del 3 per cento sul prezzi al listino dei masterizzatori di dvd (esiste già, dal 1992, un prelievo simile per i videoregistratori e registratori audio)."Quindi introducendo genericamente una tassa sui prodotti si autorizza il furto di quest'ultimi? Varrà anche per le mele dal fruttivendolo?Ma che politica è?
    • Terra2 scrive:
      Re: Reato o non reato per uso privato...

      Quindi introducendo genericamente una tassa
      sui prodotti si autorizza il furto di
      quest'ultimi? No... il possesso di materiale protetto da diritto d'autore in violazione della licenza d'uso resta illegale :) Bello no? Tuttavia, non punendo come reato lo scaricamento da internet per fini personali si solleva il provider dall'obbligo di controllare "cosa" scarichino i propri clienti dalla rete.Il possesso del materiale scaricato dovrebbe essere consentito solo nella quantità di 1 copia per opera già preventivamente posseduta. Ovvero, Prima ti comperi un disco o un DVD e poi sei autorizzato a trattenerne, per uso personale, una copia prelevata da internet...
      Varrà anche per le mele dal fruttivendolo?Solo se riesci a downloadarle...
    • Anonimo scrive:
      Re: Reato o non reato per uso privato...
      - Scritto da: Anonimo
      Quindi introducendo genericamente una tassa
      sui prodotti si autorizza il furto di
      quest'ultimi?
      Varrà anche per le mele dal
      fruttivendolo?direi di sì..in fondo è come la tassa sui CD vergini..tassa che va agli autori "per i mancati introiti dovuti alla pirateria" (seeee...Lucio Dalla ne ha biosgno vero di quei soldi altrimenti va a mendicare vero???) in pratica è come se compri una macchina nuova e ti tassano di 200 euro sulle multe che tanto prima o poi beccherai..quindi meglio rpevenire che curare no???

      Ma che politica è?quella che c'è in Italia, fatta da gente che per scaldare un seggio in parlamento guadagna 30-40 milioni al mese senza fare un cazzo di niente
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
    Perche' P.I. non gira queste domande all'On.Carlucci? Sarebbe la soluzione definitiva ai nostri dubbi :)
  • Anonimo scrive:
    FINI INDIRETTAMENTE COMMERCIALI...
    è proprio con questa frase che pochi hanno colto che ce la vogliono mettere in quel posto... secondo la giurisprudenza un fine indirettamente commerciale si ha quando un soggetto trae un profitto consistente dal mancaro esborso di denaro... nel senso che se mi scarico l'ultimo album di vasco rossi che costa 20 euro ho perseguito un fine indirettamente commerciale perchè non ho speso 20 euro ma mi ascolto l'opera...UNA PAROLA PESA PIU' DI UN MACIGNO...
    • Anonimo scrive:
      Re: FINI INDIRETTAMENTE COMMERCIALI...
      - Scritto da: Anonimo
      è proprio con questa frase che pochi
      hanno colto che ce la vogliono mettere in
      quel posto... secondo la giurisprudenza un
      fine indirettamente commerciale si ha quando
      un soggetto trae un profitto consistente dal
      mancaro esborso di denaro... nel senso che
      se mi scarico l'ultimo album di vasco rossi
      che costa 20 euro ho perseguito un fine
      indirettamente commerciale perchè non
      ho speso 20 euro ma mi ascolto l'opera...
      UNA PAROLA PESA PIU' DI UN MACIGNO...Quella frase limita la copia privata ossia la copia che puoi fare ad uso personale quando sei il regolare possessore dell'originale.La riproduzione privata è consentita, eccezionalmente, in tutti quei casi in cui non si configuri, non solo, lo "scopo di lucro" , ma nemmeno "fini direttamente o indirettamente commerciali" . Secondo la prevalente interpretazione, effettuare una copia ad uso personale di un'opera dell'ingegno non acquistata ma ottenuta, ad esempio, in prestito, porrebbe in essere un fine "indirettamente commerciale" , laddove indurrebbe il privato a non acquistare l'opera sul mercato, apportando quindi un ingiusto danno patrimoniale all'autore.
    • Anonimo scrive:
      Re: FINI INDIRETTAMENTE COMMERCIALI...
      Come possono dimostrare che quello che scarico..sarei disposto, eventualmente, pure ad acquistarlo?????
      • Anonimo scrive:
        Re: FINI INDIRETTAMENTE COMMERCIALI...
        - Scritto da: Anonimo
        Come possono dimostrare che quello che
        scarico..
        sarei disposto, eventualmente, pure ad
        acquistarlo?????Non hai capito, loro non hanno bisogno di dimostrare nulla.Tu sei OBBLIGATO all'acquisto , pena la galera. Ecco come la vedono RIAA,MPAA,SIAE e compagnia bella....E se per caso compri qualcosa e lo dividi con un amico ed anche solo poi ve lo prestate senza copiarlo , idem, sempre in galera devi andare. Anzi, sei pure un ricettatore... :s:s
        • Anonimo scrive:
          Re: FINI INDIRETTAMENTE COMMERCIALI...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Come possono dimostrare che quello che

          scarico..

          sarei disposto, eventualmente, pure ad

          acquistarlo?????

          Non hai capito, loro non hanno bisogno di
          dimostrare nulla.
          Tu sei OBBLIGATO all'acquisto , pena la
          galera. Ecco come la vedono RIAA,MPAA,SIAE e
          compagnia bella....
          E se per caso compri qualcosa e lo dividi
          con un amico ed anche solo poi ve lo
          prestate senza copiarlo , idem, sempre in
          galera devi andare. Anzi, sei pure un
          ricettatore... :s:sE via,esageriamo: ti dirò,se condividi ti entrano in casa e ti fucilano seduta stante.Stiamo coi piedi per terra: la cassazione si è espressa molto chiaramente più di una volta in termini molto chiari,ovvero che il lucro è lucro punto e basta,ovvero chiedere soldi.
  • Anonimo scrive:
    Costi e ricavi DVD
    Analisi costi e ricavi nella produzione industriale e nella vendita al dettaglio di DVD a contenuti cinematografici coperti da diritti d'autore.La seguente stima viene effettuata tenedo conto dei costi al dettaglio (per quantità) dei materiali e dei servizi disponibili sul mercato della Comunità Europea (pregasi verificare prima di commentare).Alcune voci di stima sono state ricavate con metodo comparativo.costo supporto DVD: 50 cent.costo cover per DVD: 40 cent.costo serigrafia superfice DVD: 30 cent.costo stampa locandina esterna DVD: 30 cent.totale costi per DVD: 1,5 eurostima dell'abbattimento del costo al dettaglio per produzione industriale sul totale costi: 33%stima totale costo produzione industriale per DVD: 1 euro.Prezzo medio al pubblico di un DVD a contenuto cinematografico: 23 euro.Ricavi per singolo DVD a contenuto cinematografico: 23-1 = 22 euro.Visto che non si riescono a fare valutazioni attendibili: C'é qualcuno dei lor Signori, come il Min. Urbani e l'On. Carlucci o uno degli altri apprezzabili Onorevoli di Sinistra e di Destra facenti parte della compagine parlamentare che ha partecipato al dibattito, che ci sappia dire, prima di approvare qualsiasi DL sull'argomento che ha suscitato così tante polemiche, come e a chi vengono distribuiti questi 22 euro ? E' solo una curiosità.Magari qualcuno di Voi, visti i mandati elettorali e i compiti istituzionali, si potrebbe occupare di suggerire, se è il caso, un calmiere sui prezzi di un bene, a così alta diffussione e tale da rappresentare un settore trainante dell'economia Italiana, come il DVD.In attesa cortese risposta, si inviano distinti saluti.Un saluto al popolo della rete.
    • Anonimo scrive:
      Re: Costi e ricavi DVD

      Magari qualcuno di Voi, visti i mandati
      elettorali e i compiti istituzionali, si
      potrebbe occupare di suggerire, se è
      il caso, un calmiere sui prezzi di un bene,
      a così alta diffussione e tale da
      rappresentare un settore trainante
      dell'economia Italiana, come il DVD.non sono un bene trainante dell'economia italiana.e appurato che hanno un prezzo alto, nessuno ti obbliga a comprarli. Non c'e' un prezzo fisso per il pane figurati per i cd/dvd e fuffa simile.Piantatela di regalare soldi a questi mercanti di aria fritta
      • Anonimo scrive:
        Re: Costi e ricavi DVD
        - Scritto da: Anonimo

        Magari qualcuno di Voi, visti i mandati

        elettorali e i compiti istituzionali, si

        potrebbe occupare di suggerire, se
        è

        il caso, un calmiere sui prezzi di un
        bene,

        a così alta diffussione e tale da

        rappresentare un settore trainante

        dell'economia Italiana, come il DVD.

        non sono un bene trainante dell'economia
        italiana.ah però! il bello è che nonostante tutto ci fanno leggi che sembrano repressione allo stato puro, su quei beni. Pecché? :)
        e appurato che hanno un prezzo alto, nessuno
        ti obbliga a comprarli. Non c'e' un prezzo
        fisso per il pane figurati per i cd/dvd e
        fuffa simile.
        Piantatela di regalare soldi a questi
        mercanti di aria frittaEh purtroppo se ti tassano anche le mutande sarà sempre più difficile non regalarli...
    • Anonimo scrive:
      Re: Costi e ricavi DVD
      Ti rispondo con un semplice esempio.Tempo fa ho acquistato da un privato un DVD americano a 29.00 Euro totali (spese sped. comprese). Due miei amici mi hanno chiesto di procurarlo anche per loro, e queste copie le ho ordinate in un negozio di fiducia. Costo del DVD = 46.00 Euro. La differenza di prezzo tra le copie E' SOLO DI TASSA DOGANALE PER L'IMPORTAZIONE. Questo ti fa capire come tra tasse e ditte distributrici il prezzo lieviti in maniera impressionante.:
      Nime
      • Anonimo scrive:
        Re: Costi e ricavi DVD
        - Scritto da: Anonimo
        Ti rispondo con un semplice esempio.
        Tempo fa ho acquistato da un privato un DVD
        americano a 29.00 Euro totali (spese sped.
        comprese). Due miei amici mi hanno chiesto
        di procurarlo anche per loro, e queste copie
        le ho ordinate in un negozio di fiducia.
        Costo del DVD = 46.00 Euro. La differenza di
        prezzo tra le copie E' SOLO DI TASSA
        DOGANALE PER L'IMPORTAZIONE. Questo ti fa
        capire come tra tasse e ditte distributrici
        il prezzo lieviti in maniera impressionante.

        :
        NimeNi: le tasse doganali le hanno inasprite quando si sono accorti che molta gente comprava all'estero perchè costa nettamente meno.Si trovano giochi come metal gear per gamecube a 29 euro(dal Canada e comprese le spese di spedizione: da noi tra i 65 e i 70 euro......se quella differenza è dovuta alle tasse io sono Michael Jordan)o anime che si comprano con una cinquatina di euro(serie complete)quando da noi chiedono 27 euro per 3 episodi.Qui ci vogliono mangiare tutti,è quello il problema,non sono le tasse.Da parte mia auguro con tutto il cuore che falliscano tutti(sarebbe ora che certa gente cominciasse a lavorare davvero),così chi produce i contenuti potrebbe distribuirli direttamente,con costi infinitamente minori,giusta retribuzione sua e giusti prezzi per chi compra.Intanto continuo a comprare all'estero.
        • Anonimo scrive:
          Re: Costi e ricavi DVD
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          Ti rispondo con un semplice esempio.

          Tempo fa ho acquistato da un privato un
          DVD

          americano a 29.00 Euro totali (spese
          sped.

          comprese). Due miei amici mi hanno
          chiesto

          di procurarlo anche per loro, e queste
          copie

          le ho ordinate in un negozio di fiducia.

          Costo del DVD = 46.00 Euro. La
          differenza di

          prezzo tra le copie E' SOLO DI TASSA

          DOGANALE PER L'IMPORTAZIONE. Questo ti
          fa

          capire come tra tasse e ditte
          distributrici

          il prezzo lieviti in maniera
          impressionante.



          :
          Nime

          Ni: le tasse doganali le hanno inasprite
          quando si sono accorti che molta gente
          comprava all'estero perchè costa
          nettamente meno.
          Si trovano giochi come metal gear per
          gamecube a 29 euro(dal Canada e comprese le
          spese di spedizione: da noi tra i 65 e i 70
          euro......se quella differenza è
          dovuta alle tasse io sono Michael Jordan)o
          anime che si comprano con una cinquatina di
          euro(serie complete)quando da noi chiedono
          27 euro per 3 episodi.
          Qui ci vogliono mangiare tutti,è
          quello il problema,non sono le tasse.
          Da parte mia auguro con tutto il cuore che
          falliscano tutti(sarebbe ora che certa gente
          cominciasse a lavorare davvero),così
          chi produce i contenuti potrebbe
          distribuirli direttamente,con costi
          infinitamente minori,giusta retribuzione sua
          e giusti prezzi per chi compra.
          Intanto continuo a comprare all'estero.Infatti il problema sta nella disonestà diffusa, ed in Italia è doppia minimo rispetto al resto del pianeta, visto che i prezzi dei prodotti sono quasi sempre doppi... ehhh.. che "furbi" gli italiani, eh ?Che imprenditori! Che venditori! Che commercianti !E poi tutti a piangere e chiedere aiuto al governo di turno che mette a noi le tasse e poi ci deve pure sbattere in galera perchè altrimenti come fanno dopo i vari venditori e la trafila a piangere ? Devono per forza far apparire criminali i clienti, altrimenti come possono giustificare i loro prezzi da frode ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Costi e ricavi DVD

            Infatti il problema sta nella
            disonestà diffusa, ed in Italia
            è doppia minimo rispetto al resto del
            pianeta, visto che i prezzi dei prodotti
            sono quasi sempre doppi... ehhh.. che
            "furbi" gli italiani, eh ?
            Che imprenditori! Che venditori! Che
            commercianti !
            E poi tutti a piangere e chiedere aiuto al
            governo di turno che mette a noi le tasse e
            poi ci deve pure sbattere in galera
            perchè altrimenti come fanno dopo i
            vari venditori e la trafila a piangere ?
            Devono per forza far apparire criminali i
            clienti, altrimenti come possono
            giustificare i loro prezzi da frode ?Per quanto mi riguarda faccio gli stessi danni di un pirata,dato che in Italia è oltre un anno che non compro assolutamente nulla: di essere preso per il naso sono stufo(mi ricordo due fantastiche sorprese riguardanti un viaggio mio in Spagna e uno di un amico negli Usa: io ho comprato 4 cd in Spagna per un prezzo con cui in Italia ne avresi presi due e mi sarebbero rimaste 5.000 lire,visto che costavano meno i nuovi e molto meno i vecchi,che da noi invece aumentano per adeguare i prezzi coi cd nuovi......mi sembra giusto; un mio amico ha fatto un viaggio negli Usa in estate e ha trovato cd ITALIANI ad un costo inferiore rispetto all'Italia.........)e di regalare soldi a quelli che considero dei truffatori non ne ho proprio voglia(non posso considerare giuste delle leggi che vengono fatte per difendere lobby molto potenti: è troppo comodo avere ragione solo perchè si hanno i soldi,loro,stranamente,le poche regole che dovrebbero rispettare le infrangono SEMPRE,come il rispetto della concorrenza,assente ingiustificato,l'assistenza(qualcuno ha mai provato a farsi cambiare dai produttori un cd/dvd che nel libretto è dato come in garanzia solitamente per 30 giorni? Ecco,vi auguro di non doverlo mai fare,perchè quelli che sono disposti a mandarvene uno nuovo sono pochissimi),la funzionalità di quello che vendono(ad esempio: alcuni giochi per pc non funzionano su certe configurazioni per mesi,finchè non si decidono a far uscire una patch che risolva il problema; ovviamente nessuno si sogna di scrivere che il problema sussiste sulla confezione)o comportamenti che sfociano chiaramente in pubblicità ingannevole(che dovrebbe essere punita)o truffe(vogliamo parlare delle schede video per pc,che hanno nomi altisonanti e prestazioni inferiori alle vecchie schede?).Quando cominceranno ad essere onesti anche loro si potrà discutere,ma per ora non accetto moralismi da chi si comporta come e peggio di chi scarica(che fino a prova contraria lo fa comunque senza lucro nella maggioranza dei casi,mentre chi produce si comporta sempre in modo scorretto a fini di lucro).
    • Akiro scrive:
      Re: Costi e ricavi DVD
      io purtroppo non ho tempo ne la voglia di informarmi, tanto la penso proprio come te, e penso anche che non serve a nulla lamentarsi del prezzo dei dvd o dei cd perkè tanto troveranno sempre da ridire quelli che lo vendono a quel prezzo, il problema è che i soldi fanno gola soprattutto a chi ne ha tanti...e, beffa delle beffe, siamo comandati da persone piene di soldi... cosa vuoi che importi a loro se noi (popolo) con uno stipendio annuale pari ad 1/1000 del loro stipendio mensile non possiamo svagarci?tanto siamo al mondo per lavorare... e per servire lor... pardon, il paese!(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Costi e ricavi DVD
        - Scritto da: Akiro
        io purtroppo non ho tempo ne la voglia di
        informarmi, tanto la penso proprio come te,
        e penso anche che non serve a nulla
        lamentarsi del prezzo dei dvd o dei cd
        perkè tanto troveranno sempre da
        ridire quelli che lo vendono a quel prezzo,
        il problema è che i soldi fanno gola
        soprattutto a chi ne ha tanti...
        e, beffa delle beffe, siamo comandati da
        persone piene di soldi... cosa vuoi che
        importi a loro se noi (popolo) con uno
        stipendio annuale pari ad 1/1000 del loro
        stipendio mensile non possiamo svagarci?

        tanto siamo al mondo per lavorare... e per
        servire lor... pardon, il paese!

        (linux)Perchè tu pensi che se ti governa chi ha pochi soldi, e quindi governando ha la sicura possibilità di fregarsene a tonnellate, ti possa tutelare meglio ? Ah,ah,ah!La storia italiana dimostra come quelli che sono andati al potere senza soldi sono rimasti al potere pieni zeppi di quattrini e se ne sono fregati del popolo. Preferisco fidarmi di chi i soldi già li ha, comunque sia ad un certo punto sono anche annoiati dal correre a farli e quindi ti fregheranno comunque meno di chi invece ha la smania di farli e non guarda certo in faccia il popolo pur di farli (la storia dell' Italia lo dimostra).
        • Anonimo scrive:
          Re: Costi e ricavi DVD
          ci sono certe cariche e certi doveri in questa Nazione, che per essere svolti in maniera TRASPARENTE, dovrebbero essere "controllati" da leggi severe, da meccanismi che diano piena fiducia al popolo.A me invece sembra che ci sia l'immunità, che a volte si svegliano e se gli gira si aumentano lo stipendio, e che dopo 3 anni possano già avere diritto alla pensione. 3 anni..Non credo che negli altri Paesi ci sia così tanta ipocrisia. E di sicuro non funziona così (vai a vedere come vengono passati al microscopio i politici negli Stati Uniti, ad esempio). E questo mi rattrista.
        • Anonimo scrive:
          Re: Costi e ricavi DVD


          Perchè tu pensi che se ti governa chi ha pochi soldi, e
          quindi governando ha la sicura possibilità di fregarsene a
          tonnellate, ti possa tutelare meglio ? Ah,ah,ah!
          La storia italiana dimostra come quelli che sono andati al
          potere senza soldi sono rimasti al potere pieni zeppi di
          quattrini e se ne sono fregati del popolo.
          Preferisco fidarmi di chi i soldi già li ha, comunque sia ad
          un certo punto sono anche annoiati dal correre a farli e
          quindi ti fregheranno comunque meno di chi invece ha la
          smania di farli e non guarda certo in faccia il popolo pur di
          farli (la storia dell' Italia lo dimostra).Beh, visto che sei proprio tu a parlare dell'insegnamento della storia italiana, direi che e' fin troppo facile imparare da essa, senza neanche andare troppo lontano, anzi, parliamo proprio dei giorni nostri. Il discorso che fai tu poteva valere prima, ora non piu': c'e' tanta gente che pensa che l'attuale governo ti smentisca con i fatti e non con le parole. Chi lo ha detto che chi e' ricco e' stufo di imbrogliare e truffare e rubare? Io direi che probabilmente lo sa gia' fare cosi' bene che continuera' a farlo con estrema facilita' facendoti credere il contrario, e direi da come parli che ci riesce fin troppo bene, o almeno ci riesce con una parte degli italiani, per fortuna non con tutti...
        • Anonimo scrive:
          Re: Costi e ricavi DVD
          cavoli, c'è ancora qualcuno che pensa che il nano pelato sorridente sia entrato in politica per aiutare noi italiani ..... pensavo fosse una razza in via di estinzione, invece devo dire che + vado avanti e + dico che abbiamo quello che ci meritiamoma che libro di storia Italiana hai letto? .... sono curioso
    • Anonimo scrive:
      Re: Costi e ricavi DVD
      Un paio di anni fa leggevo su una rivista (non ricordo + quale... :$) che, con la diffosione del DVD il prezzo dei film si sarebbe automaticamente abbassato...Sostenevano questo in quanto rispetto alle videocassette i DVD hanno costi molto ridotti!Un DVD vergine costa molto meno di un vhs in quanto non contiene parti meccaniche e la sua produzione è molto più semplice e veloce.La masterizzazione avviene in modo molto più rapido rispetto alla registazione di una videocassetta, contribuendo ad abbassare il costo di produzione.Oltretutto il minor ingombro fa diminuire i costi di trasporto e di stoccaggio... se nello spazio di una videocassetta ci stanno tre DVD anzichè 30 camion te ne bastano 10 per portali in giro!!!Oltre a queste erano indiacate anche altre ragioni per le quali il costo dei film sarebbe dovuto scendere in modo naturale, ma purtoppo adesso non le ricordo bene...Insomma questo è quello che leggevo entusiasta qualche tempo fa... quello che vedo oggi nei negozi, invece, è la realtà...
      • Anonimo scrive:
        Re: Costi e ricavi DVD
        - Scritto da: Anonimo
        Un paio di anni fa leggevo su una rivista
        (non ricordo + quale... :$) che, con la
        diffosione del DVD il prezzo dei film si
        sarebbe automaticamente abbassato...
        Sostenevano questo in quanto rispetto alle
        videocassette i DVD hanno costi molto
        ridotti!
        Un DVD vergine costa molto meno di un vhs in
        quanto non contiene parti meccaniche e la
        sua produzione è molto più
        semplice e veloce.
        La masterizzazione avviene in modo molto
        più rapido rispetto alla registazione
        di una videocassetta, contribuendo ad
        abbassare il costo di produzione.
        Oltretutto il minor ingombro fa diminuire i
        costi di trasporto e di stoccaggio... se
        nello spazio di una videocassetta ci stanno
        tre DVD anzichè 30 camion te ne
        bastano 10 per portali in giro!!!
        Oltre a queste erano indiacate anche altre
        ragioni per le quali il costo dei film
        sarebbe dovuto scendere in modo naturale, ma
        purtoppo adesso non le ricordo bene...

        Insomma questo è quello che leggevo
        entusiasta qualche tempo fa... quello che
        vedo oggi nei negozi, invece, è la
        realtà...Ehhh..ma i vari gruppi e produttori ti pagano senza problemi fior fiori di "laureati" ed "esperti" che possono confutare qualsiasi cosa.... Saprebbero confutarti anche che la Terra è sferica e dirti che il Sole ruota attorno ad essa....
  • Ekleptical scrive:
    Ottima l'idea del bollino!!
    Il bollino è un'ottima idea, altrochè, soprattutto se la consideriamo nell'accezione di licenza, più che di bollino SIAE, che non è fisicamente possibile, in questo caso.Basta prendere il modello della GPL, che obbliga ad allegare la licenza anche al file redistribuito.La soluzione è semplicissima e fai da te. Basta creare un programmino Open Source (che si fa in 10 minuti), che crea una licenza di autorizzazione con firma PGP, MD5 del file (così è identificato univocamente sia il file, che l'autore) e magari una mail di riferimento per chiarimenti eventuali. Si genera un bel file di testo e voilà, in un attimo ho pronto il tutto.Preferibilmente il programma va fatto fare a livello statale e messo a disposizione liberamente su sito Ministeriale per chiunque voglia certificarsi.Se voglio distribuire il mio corto/libro/brano gratuitamente lo scrivo nella licenza, allego il testo (con obbligo di redistribuzione) insieme al file in uno zip, rar o quel che voglio e fatta. Non c'è da pagare nessuno e si può fare tutto in casa in massima libertà.Ovviamente qualsiasi file senza licenza a questo punto va considerato illegale e quindi ne va vietata la diffusione. Chi condivide senza licenza è fuorilegge e si può bastonare legalmente anche in modo pesante.Chi falsifica il bollino spacciando una licenza che non aveva titolo di emettere va in galera al quadrato e sul serio.Chi scarica se non trova la licenza una volta finito il download, sa che è un file illegale e quindi veda lui.Adottato a livello internazionale, in un attimo risolti tutti i problemi! Il p2p di materiale legale non ha nulla da temere.Poi mando una mail alla Carlucci per proporglielo.==================================Modificato dall'autore il 09/04/2004 10.47.44
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!
      a me, ma pare na strunzata
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!
    • TPK scrive:
      [OT] voti
      Perche' i post di Ekleptical devono valere 2 come gli altri?Non potrebbero avere (0, uff) di default?:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!

      Ovviamente qualsiasi file senza licenza a
      questo punto va considerato illegale e
      quindi ne va vietata la diffusione.

      A quel punto chi condivide senza licenza
      è fuorilegge e si può
      bastonare legalmente anche in modo pesante.
      Chi falsifica il bollino spacciando una
      licenza che non aveva titolo di emettere va
      in galera al quadrato e sul serio.Seee e tu te li vedi i GdF (o chi per loro) a passare le giornate a unzippare i files che si sono scaricati dai presunti violatori di (c)...? Ma per favore,,,
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ottima l'idea del bollino!!

        Seee e tu te li vedi i GdF (o chi per loro)
        a passare le giornate a unzippare i files
        che si sono scaricati dai presunti violatori
        di (c)...? Ma per favore,,, Non mi pare che i fnianzieri bussino casa per casa per controllare che i CD che hai siano bollinati SIAE!Il concetto è semplicemente quello di individuare in modo chiaro il pirata dal legale. Se capita un controllo per qualche motivo la differenza è chiara al primo colpo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottima l'idea del bollino!!

          Non mi pare che i fnianzieri bussino casa
          per casa per controllare che i CD che hai
          siano bollinati SIAE!
          Il concetto è semplicemente quello di
          individuare in modo chiaro il pirata dal
          legale. Guarda che questo ce lo hanno chiaro TUTTI, utenti e major.., è evidente che la maggiorparte dei file scambiati via p2p sono illegali, se sono album o film aopena usciti o di artisti famosi...O forse per i computer degli ecclesiastici Mel Gibson ha previsto che The Passion venga distribuito con licenza GPL?I file (musicali o film) di cui ci potrebbe essere qualche dubbio se siano legali o meno, sono èerò anche quellli di cui frega di meno alle major... ergo il bollino è un sistema inutile!
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ottima l'idea del bollino!!

            Guarda che questo ce lo hanno chiaro TUTTI,
            utenti e major.., è evidente che la
            maggiorparte dei file scambiati via p2p sono
            illegali, se sono album o film aopena usciti
            o di artisti famosi...Ma sono tutti (a parole) a favore della difesa del diritto d'autore, dai provider alle associazioni dei consumatori. Persino Punto Informatico!Ad una simile proposta non c'è obiezione che tenga.Io cmq la mail alla Carlucci la mando sul serio; la sto scrivendo...==================================Modificato dall'autore il 09/04/2004 11.08.28
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'idea del bollino!!

            Io cmq la mail alla Carlucci la mando sul
            serio; la sto scrivendo...Guarda che non ti fermerò certo io... sarebbe una pacchia se con questo sistema del bollino così come lo pensi tu i nostri governanti pensassero di aver risolto il problema.... :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'idea del bollino!!

            Io cmq la mail alla Carlucci la mando sul
            serio; la sto scrivendo...contribuendo all'ennesima falsa soluzione all'italiana; il bollino è soltanto uno specchietto per le allodole, non serve ad un tubo e non cambierà le cose...penso proprio che i downloader debbano preoccuparsi di altri aspetti del decreto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottima l'idea del bollino!!
        idea utopistica come l'dea che nel tuo cervello vi siano più di 10 neuroni...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottima l'idea del bollino!!
        idea utopistica come l'dea che nel tuo cervello vi siano più di 10 neuroni...
    • maciste scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!

      Adottato a livello internazionale, in un
      attimo risolti tutti i problemi! Il p2p di
      materiale legale non ha nulla da temere.Ti faccio notare che se ora tu condividi le tracce di un cd o un divx di un film, sei nell'illegalità anche se possiedi l'originale perché cedi a terzi la copia che dovrebbe essere solo tua; adesso i sistemi p2p sono ricolmi di file di questo tipo e sono tutti illegali, quindi i condivisori sono nell'illegalità; introducendo un sistema di questo tipo non cambierebbe nulla, perché ci ritroveremmo con milioni di files senza bollino o con bollini fasulli e si riproporrebbe il problema di identificare milioni di trasgressori e dia vviare altrettante cause.
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ottima l'idea del bollino!!

        adesso i
        sistemi p2p sono ricolmi di file di questo
        tipo e sono tutti illegali, quindi i
        condivisori sono nell'illegalità;Certo, ma quello che cambia è la facilità di constatare l'illegalità. Non c'è la licenza? E' illegale.Tutti gli mp3, gli avi, mpg lisci sono illegali. Chi li condivide va incontro a conseguenze. Non c'è bisogno di nessuna lunga indagine, nè grandi complessità investigative.Questo vale, ovviamente, più che per il filmato della domenica, per i film/cd nuovi che escono DOPO l'entrata in vigore di una simile norma.E' l'uovo di Colombo!
        • maciste scrive:
          Re: Ottima l'idea del bollino!!

          Certo, ma quello che cambia è la
          facilità di constatare
          l'illegalità. Non c'è la
          licenza? E' illegale.
          Tutti gli mp3, gli avi, mpg lisci sono
          illegali. Chi li condivide va incontro a
          conseguenze. Non c'è bisogno di
          nessuna lunga indagine, nè grandi
          complessità investigative.Forse non ti è ben chiaro che la difficoltà di colpire il p2p risiede principalmente nel NUMERO dei trasgressori e non nella difficoltà di individuarli; anche adesso non ci vuole niente ad individuare un utente del p2p che condivida materiale illegale, ciò che è più difficile è ottenerne l'identità, passare alle denunce e quindi alla sanzione. Se s'introduce lil bollino e poi nessuno lo utilizza ci ritroveremo nello stesso mare di utenti potenzialmente denunciabili ma con la stessa impotenza di fronte a siffatta moltitudine; quindi il bollino non è bello né brutto, molto più semplicemente è inutile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!
      sei proprio fuori di testatorna a giocare con le macchinine
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!
      Sinceramente....gran bella stronzata!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!
      ciao, sono d'accordo con te, ma....- Scritto da: Ekleptical
      Adottato a livello internazionale, in un
      attimo risolti tutti i problemi! Il p2p di
      materiale legale non ha nulla da temere....ecco questo e' il punto IMHO piu' importante: deve essere adottato a livello internazionale.infatti con internet "sconfini" fuori dall'Italia in un men che non si dica! :)

      Poi mando una mail alla Carlucci per
      proporglielo.
      ecco.....fagli capire che c'e' tutto un mondo intorno a lei!8)8)
    • Anonimo scrive:
      [OT]COSA?????
      ...
      Basta prendere il modello della GPL, che
      obbliga ad allegare la licenza anche al file
      redistribuito.GPL????
      La soluzione è semplicissima e fai da
      te. Basta creare un programmino Open Source
      (che si fa in 10 minuti), che crea una....Open Source???Di' la verita'. Ti sei divertito ieri sera, vero? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!
      ma se quelli della commissione gli parli di open source si fanno il segnod ella croce perchè pensano che sia una bestemmia... non sanno neanche di che parli..vagli a parlare di PGP, MD5 e quelli ti arrestano per oltraggio a pubblico ufficiale...questa sarebbe una stronzata degna di Urbani che guarda caso è stato messo da parte..a proposito caro Ekle...io penso che la Carlucci è stata mess aal posto di faccia di pitale perchè FI ha riconosciuto la stronzata solenne che stava facendo..e ora cercano di correre disperatamente ai ripari per non fa scappare i buoi dal recinto..che ne dici????
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'idea del bollino!!
      - Scritto da: Ekleptical
      Il bollino è un'ottima idea,
      altrochè, soprattutto se la
      consideriamo nell'accezione di licenza,
      più che di bollino SIAE, che non
      è fisicamente possibile, in questo
      caso.

      Basta prendere il modello della GPL, che
      obbliga ad allegare la licenza anche al file
      redistribuito.

      La soluzione è semplicissima e fai da
      te. Basta creare un programmino Open Source
      (che si fa in 10 minuti), che crea una
      licenza di autorizzazione con firma PGP, MD5
      del file (così è identificato
      univocamente sia il file, che l'autore) e
      magari una mail di riferimento per
      chiarimenti eventuali. Si genera un bel file
      di testo e voilà, in un attimo ho
      pronto il tutto.

      Preferibilmente il programma va fatto fare a
      livello statale e messo a disposizione
      liberamente su sito Ministeriale per
      chiunque voglia certificarsi.

      Se voglio distribuire il mio
      corto/libro/brano gratuitamente lo scrivo
      nella licenza, allego il testo (con obbligo
      di redistribuzione) insieme al file in uno
      zip, rar o quel che voglio e fatta. Non
      c'è da pagare nessuno e si può
      fare tutto in casa in massima
      libertà.

      Ovviamente qualsiasi file senza licenza a
      questo punto va considerato illegale e
      quindi ne va vietata la diffusione. Chi
      condivide senza licenza è fuorilegge
      e si può bastonare legalmente anche
      in modo pesante.
      Chi falsifica il bollino spacciando una
      licenza che non aveva titolo di emettere va
      in galera al quadrato e sul serio.

      Chi scarica se non trova la licenza una
      volta finito il download, sa che è un
      file illegale e quindi veda lui.

      Adottato a livello internazionale, in un
      attimo risolti tutti i problemi! Il p2p di
      materiale legale non ha nulla da temere.

      Poi mando una mail alla Carlucci per
      proporglielo.Mandane una anche ad ekleptical e digli da parte mia di far pace col cervello! :D
  • Anonimo scrive:
    Alla fine è come sempre...
    Sono piu' potenti le Major o gli ISP?E' questa la domanda da porsi.Se sono piu' potenti gli ISP allora possiamo stare tranquilli perchè noi, essendo clienti, non verremo mai traditi (a meno che si riscontri un'intenzione a delinquere) dalle persone a cui diamo da mangiare.Se sono piu' forti le Major... beh, siamo fritti.Comunque, a me sembra sempre piu' chiaro l'intento di questo DL inutile: far passare in secondo piano gli 80.000.000 di euro che lo stato (a scapito di noi che paghiamo le tasse) darà come sovvenzione ai piccoli cineasti che si intascheranno la cifra senza fare manco un film (ricordiamo l'ormai ultra citata Titania...)Per il resto sono stufo di parlarne... aspettiamo la legge definitiva e poi vedremo se piangere o stare tranquilli come prima.Salutos
  • Anonimo scrive:
    Testo della Legge
    Se qualcuno ha il link per favore lo posti, grassie :D
  • Anonimo scrive:
    Re: abbiamo perso, spiego perche`
    - Scritto da: Anonimo
    le multe c'erano anche prima del DL e sono
    la cosa MENO importante, (pensate solo al
    fatto che vi sequestrano tutti i computer e
    supporti e questo e` piu` che abbastanza per
    superare i 1500 euro)Prima non era previsto il sequestro e comunque il sequestro non è la stessa cosa della confisca, quindi direi che dal punto di vista sanzioni la marcia indietro è significativa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
    Forse e purtroppo, prima di avere il testo della legge, essere nebulosi è normale.Il mio punto di vista? E' stata solo ridotta la multa. Se i provider non faranno gli sceriffi, beccarci sarà veramente dura, quindi, metteranno tasse su tasse!!!ciao
  • Anonimo scrive:
    [OT]Vendite Cd e DVD
    Andate sul corriere di oggi:http://www.corriere.it/speciali/2004/Spettacoli/dvd_musicali/index.shtmlvedrete che il p2p non c'entra niente con il calo delle vendite di cd
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]Vendite Cd e DVD
      "Il mercato dei cd è in crisi, ma il nuovo formato vola nelle vendite." Ma allora, sto mercato è in crisi oppure no? nn lo sanno nemmeno loro? che cazzo vengono a rompere allora?
  • Anonimo scrive:
    Sapete chi votare!
    Di questo decreto non mi fido.
    • Anonimo scrive:
      Con il prossimo Voto.....
      La prossima volta che andiamo a votare mandiamo questi liberal-paracul-lobb-fetecc-immanicat-opprt-filo-RIIA-SIAE a fare gli attori in tv o gli zerbini di silvio..... tutti a casa a fare altro!!!!! Sveglia che la libertà è stata messa in gabbia non posso più respirare perche una lobby a brevettato il respiro con il DRM cosi posso solo respirare se scarico PAGANDO da un sito certificato www.siae-respira.it.Ma fare la cacca è una violazione di una norma sul diritto d'autore ho sto violando una legge comunitaria (la lobby ti vede) meglio diventare stitici. In tutti i sensi... non più una lira o euro per qesti pagliacci.ciao(c)brevetto 929292 del 10.01.1902: @
      • Anonimo scrive:
        Re: Con il prossimo Voto.....
        - Scritto da: Anonimo
        La prossima volta che andiamo a votare
        mandiamo questi
        liberal-paracul-lobb-fetecc-immanicat-opprt-f
        Ma fare la cacca è una violazione di
        una norma sul diritto d'autore ho sto
        violando una legge comunitaria (la lobby ti
        vede) meglio diventare stitici. In tutti i
        sensi... non più una lira o euro per
        qesti pagliacci.

        ciao(c)
        brevetto 929292 del 10.01.1902: @Sì, e chi voti ? Immagino tu ingenuamente pensi che l'opposizione sia meno filo RIAA,MPAA,SIAE , eh ? Ehhh... ! Sbagliato! Non per nulla anche quando erano al potere loro hanno inasprito per primi le leggi sul copyright....Non per nulla negli USA è stata l' amministrazione Clinton a creare l'infame DMCA che sta causando tutto questo....
  • ryoga scrive:
    Ma la privacy?
    Se loro non mi spiano, non sapranno mai che scarico materiale protetto.Se loro mi spiano, lo sapranno.A me non interessa la multa che prendero' o meno ( beh....in effetti 1500 euro come multa era veramente esagerata ), ma che non mi controllino i siti dove vado e cosa ci faccio.Posso capire se mettono siti civetta o cose simili, ma se mi controllano in generale, penso a chi ha idee religiose, problemi di salute ed altro e sapere che qualcuno lo sta "spiando".NO AL GRANDE FRATELLO!!!!!Tutto il resto e' solo 1 copertura per finanziare ulteriormente un settore che non dovrebbe esser finanziato in alcun modo.
  • Anonimo scrive:
    HI TECH.... REVENGE !
    Antenna wifi 160 euro portata 15,8 Kilometri...banda 100 Mb/sTecnologia wifi chiave di accesso a 256 kbReti "chiuse".... 1 file -
    molti client -
    molte copie -
    bancarella......Ecco il futuro! Anzi con i nuovi masterizzatori veloci il "tarocchino" ci farà le copie "on the fly"
    • Anonimo scrive:
      Re: HI TECH.... REVENGE !
      - Scritto da: Anonimo
      Antenna wifi 160 euro portata 15,8
      Kilometri...
      banda 100 Mb/s
      Tecnologia wifi chiave di accesso a 256 kb
      Reti "chiuse".... 1 file -
      molti client
      -
      molte copie -
      bancarella......
      Ecco il futuro! Anzi con i nuovi
      masterizzatori veloci il "tarocchino" ci
      farà le copie "on the fly"
      Ma il wi-fi "al di fuori della propria abitazione" non era stato vietato da una legge??
      • Anonimo scrive:
        Re: HI TECH.... REVENGE !

        Ma il wi-fi "al di fuori della propria
        abitazione" non era stato vietato da una
        legge??Che io sappia in giro (stazioni ferroviarie) ci sono una discreta quantità di cosiddetti Hot-Spot (prova con google).Secondariamente tutti i nuovi laptop (portatili) sono muniti di dispositivo WIFI integrato !!!! Non serve nemmeno comprare la scheda PCMCIA.La tecnologia wifi utilizza le fequenze della telefonia cellulare, quindi anche i cellulari dovrebbero essere VIETATI !!!Ultima considerazione: ho scritto "tarocchino" intendendo che il venditore, per definizione, se ne SBATTE! Era solo un esempio di come sia fin troppo facile per la malavita farsi beffe di decreti e decretini.
        • Anonimo scrive:
          Re: HI TECH.... REVENGE !
          - Scritto da: Anonimo

          Ma il wi-fi "al di fuori della propria

          abitazione" non era stato vietato da una

          legge??

          Che io sappia in giro (stazioni ferroviarie)
          ci sono una discreta quantità di
          cosiddetti Hot-Spot (prova con google).
          Quelli sono fatti dai "provider buoni" secondo il nostro caro Gasparri!
          Secondariamente tutti i nuovi laptop
          (portatili) sono muniti di dispositivo WIFI
          integrato !!!! Non serve nemmeno comprare la
          scheda PCMCIA.
          Si e no ;-)
          La tecnologia wifi utilizza le fequenze
          della telefonia cellulare, quindi anche i
          cellulari dovrebbero essere VIETATI !!!
          Ciufolate! si tratta di 2.4 ghz ;-)
          Ultima considerazione: ho scritto
          "tarocchino" intendendo che il venditore,
          per definizione, se ne SBATTE! Era solo un
          esempio di come sia fin troppo facile per la
          malavita farsi beffe di decreti e de"cretini".Con la correzzione allultima riga mi sembrava migliore! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: HI TECH.... REVENGE !
            Scusa... hai ragione.... dovevo dire cordless, ma non volevo essere ipertecnlogico....http://www.just-electronics-online.com/directory/Cordless_Phones/Cordless_2.4_Gigahertz_Phone
          • Anonimo scrive:
            Re: HI TECH.... REVENGE !
            - Scritto da: Anonimo
            Scusa... hai ragione.... dovevo dire
            cordless, ma non volevo essere
            ipertecnlogico....


            Si ho capito! non te la prendere e' solo che e' sempre meglio essere precisi in quello che si dice altrimenti meglio non dire!Per il resto anzi si potrebbero suggerire divertenti trucchetti per sfruttare i WiFi della stazione e dell'aeroporto!Sono cosi' facili da bucare che e' come rubare le caramelle ad un bambino!L'unica cosa che mi trattiene dal pubblicare tutto su una pagina web e' che molti sfrutterebbero la cosa a fini "spammatori" e anzi alcuni gia' lo fanno...Del resto il "war driving" e' una collezione di tecniche tuttaltro che segrete e con un po' dii buona volonta' si possono mettere assieme anche senza il mio suggerimento ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: HI TECH.... REVENGE !
            OK.... non me la sono presa. Desideravo solo togliere quel velo di "magia nera" che avvolge il mondo di Internet e della tecnologia in genere, citando ad esempio, le tecnologie già acquisite a livello di massa.Tu pensa che dove lavoro...stanno bloccando tutti i PC (ative directory) se vuoi installare una nuova stampante, devi chiamare il sysadmin.....Internet poi non la puo' usare nessuno...il firewall blocca tutti o quasi. E sai come fanno?usano il PC del "capo" (tanto non c'è mai) e la password ???Facile !!! sta scritta su un post-it......Proprio come rubare le caramelle !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: HI TECH.... REVENGE !
      dove posso trovare questa antenna ?ciao
  • Anonimo scrive:
    Decreto insensato....
    ...non ci siamo proprio.. non ha senso così , alcun senso !E' un decreto che creerà solo danni perchè non chiaro e tutto fuorchè preciso.Se il decreto passerà così come è ora sarà un disastro e la magistratura foraggiata da RIAA,MPAA,SIAE e via dicendo farà ciò che stava per fare prima, inizierà a sbattere in galera centinaia, migliaia di persone accusandole di scopo di lucro per semplice condivisione su P2P di file e programmi !Ora, se l' on.Carlucci non corre ai ripari e mostra un pò di vero coraggio, e non solo metà come sembra aver fatto fin qui, ci ritrovreremo nella stessa identica situazione di prima ma con in più lo stato che aumenta del 3% il costo dei masterizzatori di DVD. Ed uno stato che continua ad alzare le tasse senza depenalizzare è uno stato che è al servizio dei "regalini" ....Così non ci siamo proprio.. non ci siamo !Da elettore di FI sono preoccupato e allibito.Pretendo che l' on.Carlucci vada fino in fondo.Ridicola l'opposizione che canta vittoria come se fosse tutto perfetto e gli utenti non debbano più preoccuparsi... O il decreto diventa chiaro e di fatto depenalizza al 100% lo scambio di file protetti da copyright oppure siamo all'inizio delle retate, visto che non sarà difficile per la magistratura accusare come prima privati cittadini di fine di lucro solo per avere dei programmi P2P attivi o per aver inviato magari degli MP3 per e-mail ad un amico.:(:(
    • Anonimo scrive:
      Re: Decreto insensato....
      - Scritto da: Anonimo

      stava per fare prima, inizierà a
      sbattere in galera centinaia, migliaia di
      persone accusandole di scopo di lucro per
      semplice condivisione su P2P di file e
      programmi !
      si tipo i 10000 di savona... ma LOOOOL
    • Anonimo scrive:
      Re: Decreto insensato....

      Da elettore di FI sono preoccupato e
      allibito.hai voluto la bicicletta??
      • Anonimo scrive:
        Re: Decreto insensato....
        - Scritto da: Anonimo

        Da elettore di FI sono preoccupato e

        allibito.

        hai voluto la bicicletta??... e ora pedala
        • Anonimo scrive:
          Re: Decreto insensato....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Da elettore di FI sono preoccupato
          e


          allibito.



          hai voluto la bicicletta??

          ... e ora pedalaCome se infatti votando a sinistra si sia più tutelati, eh?Infatti vedi che grandi risultati ottiene la sinistra per difendere il popolo ? Eh! Bhè, non per nulla i finanziamenti dei film sono praticamente tutti, ad esclusione dell'amante di Urbani, a produttori di sinistra che fanno film di sinistra con chiaro intento politico.. addirittura quelli della Medusa di Berlusconi.. roba da matti !Il servizio di Report è stato singolare visto che in pratica ha dovuto per forza di cose attaccare anche i propri compagni di schieramento, visto che lì c'è un losco giro di soldi , e noi paghiamo....
          • Anonimo scrive:
            Re: Decreto insensato....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo



            Da elettore di FI sono
            preoccupato

            e



            allibito.





            hai voluto la bicicletta??



            ... e ora pedala

            Come se infatti votando a sinistra si sia
            più tutelati, eh?
            Infatti vedi che grandi risultati ottiene la
            sinistra per difendere il popolo ? Eh! Amico mio il problema e' tuo! io non sono amico di medusa di urbani o berlusconi piu' di qunato non lo sia di bertinotti!io voto guardando come ha votato in precedenza il candidato e stai pur sicuro che non voto bertinotti che si e' astenuto sulla questione patent in europa!Questo non fa si che io voti urbani! anzi!probabilmente fa si che io scelga nell'ambito di una "certa compatibilita'" con le mie idee se votare o setenere o meno un certo candidatoforse se tu cominciassi a pensare in termini meno idologici e piu' concreti te la caveresti meglio! ;-)Saluti caro "elettore di F.I."
    • Anonimo scrive:
      Re: Decreto insensato....
      - Scritto da: Anonimo
      ...non ci siamo proprio.. non ha senso
      così , alcun senso !
      E' un decreto che creerà solo danni
      perchè non chiaro e tutto
      fuorchè preciso.

      Se il decreto passerà così
      come è ora sarà un disastro e
      la magistratura foraggiata da RIAA,MPAA,SIAE
      e via dicendo farà ciò che
      stava per fare prima, inizierà a
      sbattere in galera centinaia, migliaia di
      persone accusandole di scopo di lucro per
      semplice condivisione su P2P di file e
      programmi !

      Ora, se l' on.Carlucci non corre ai ripari e
      mostra un pò di vero coraggio, e non
      solo metà come sembra aver fatto fin
      qui, ci ritrovreremo nella stessa identica
      situazione di prima ma con in più lo
      stato che aumenta del 3% il costo dei
      masterizzatori di DVD.
      Ed uno stato che continua ad alzare le tasse
      senza depenalizzare è uno stato che
      è al servizio dei "regalini" ....
      Così non ci siamo proprio.. non ci
      siamo !

      Da elettore di FI sono preoccupato e
      allibito.
      Pretendo che l' on.Carlucci vada fino in
      fondo.

      Ridicola l'opposizione che canta vittoria
      come se fosse tutto perfetto e gli utenti
      non debbano più preoccuparsi...

      O il decreto diventa chiaro e di fatto
      depenalizza al 100% lo scambio di file
      protetti da copyright oppure siamo
      all'inizio delle retate, visto che non
      sarà difficile per la magistratura
      accusare come prima privati cittadini di
      fine di lucro solo per avere dei programmi
      P2P attivi o per aver inviato magari degli
      MP3 per e-mail ad un amico.Concordo in parte con il tuo discorso; ma cosa c'entra la magistratura ? I giudici applicano le leggi che i Governi parlamentari, votati da taliani ingenui creano per i loro sporchi interessi. Non dubito che esistano anche giudici corrotti, ma sicuramente i ns. politici quanto a corruzione e malaffare battono qualsiasi categoria corporativa.La magistratura a ben vedere e basta informarsi ha dimostrato sicuramente più buon senso dei ns. politici le condanne ad oggi sono state pochissime ed anche oltre Manica è accaduto lo stesso, (vedi Canada) tutto ciò statisticamente parlando in relazione ad un fenomeno il P2P diffuso a livello di mondiale.Quello che fa incazzare che in Italia al posto di fare Leggi sensate che siano veramente applicabili a tutti e non soltanto a pochi con la logica del "a chi tocca tocca" ci si ostina a fare questi obbrobri pensando così di rendere un servizio al paese.On.Carlucci per quanto incompetente (capendo poco o nulla di Internet ma sempre più di Urbani) non farà mai quello da Lei auspicato per il semplice motivo che sono entrambi in malafede in quanto tesi a difendere in primis interessi economici di pochi; come definire se non in tal modo una proposta che prima afferma di togliere le sanzioni creando una specie di zona franca se la condivisione è fatta per uso non commerciale (ovvero personale) e poi invece facendola permanere anche se in misura ridotta ma con il limite ambiguo dei fini commerciali indiretti? Ed inoltre tanto perchè le Major sono povere in canna fargli pure il regalo della tassa sui masterizzatori?Sa perchè hanno scelto la tassa sui masterizzatori e non quella sul Broadband o sul P2P? E' solo perchè nel secondo caso si sarebbe potuto legalizzare il P2P mentre nel primo permane l'assurdo concetto che chi fa una copia è un pirata alias un criminale degno di essere sbattuto in galera.Intanto l'amante del ns.ineffabile Min.come evidenziato da RAI REPORT riceve i ns. soldi come finanziamento per opere che non hanno nulla di artistico e che non incasseranno la milionesima parte di quello investito.Chi sono i veri criminali? Quelli che scaricano a scrocco qualche film che tanto non compreranno mai, o quelli che utilizzando i ns. soldi pubblici truffano bellamente lo Stato di risorse importanti per la ns. cultura?
  • Garantito scrive:
    Aria fritta: ecco perche'
    Se il decreto Urbani era stato definito anche da dei tecnici come Andrea Rossato "aria fritta", a me sembra che questa nuova legge, se manterra' fede a quanto si legge, sara'...aria rifritta.Vengono eliminate le sanzioni per chi "scarica"?Non e' vero: tornano come prima. Ma, di fatto, sono secondo me inattuabili.Ecco perche':-Alle major non e' mai interessato colpire "chi scarica", come viene scritto erroneamente sui giornali. Se leggiamo bene le notizie, anche su forum esteri, RIAA, MPA, discografici inglesi, FIMI, colpiscono o cercano di colpire, chi CONDIVIDE, non chi scarica. Anche nelle diverse interviste rilasciate dalla GdF, si e' sempre letto che individuare chi scarica e' troppo oneroso, e non serve a nulla. Molto piu' facile individuare chi condivide: basta un browse di Winmx, un bel netstat, ed ecco fatto.-Non e' possibile ottenere sequestri o perquisizioni a carico di chi scarica: e' un illecito amministrativo, e piu' volte i giuristi che scrivono qui hanno dichiarato che per gli illeciti amministrativi non vengono effettuate perquisizioni.-Come detto, non si puo' individuare chi scarica senza intercettare il traffico (cosa vietata e che sara' sempre vietata)-Gli mp3 che qualcuno ha scaricato potrebbero essere "copie private" di un cd prestato a qualcuno. Anche questo e' legale.Riassumendo, "legalizzare" o meglio far tornare come prima le sanzioni per chi scarica, e' come ribadire che e' di fatto impossile individuare e perseguire chi fa download.Resta il fatto del mitico "bollino blu" che certificherebbe che le opere sono messe in condivisione legalmente.Qui secondo me siamo alla fantascienza; nella pratica, sara' un modo di reintrodurre il famigerato bollino SIAE sui cd. Una ulteriore odiosa "gabella" o adempimento burocratico per chi distribuisce legalmente opere open source o free, sul piano pratico del tutto inutile contro lo scambio "illegale". O qualcuno pensa di costringere i provider a mettere il bollino blu sugli mp3 come sulle note banane?Non si capiscono, per finire, due cose:-Chi condivide, cosa rischia? Sembra essere tutto come prima. Quindi chi condivide opere illegalmente (senza il bollino blu?!), anche prima del decreto, rischiava una perquisizione o un sequestro, perche', anche se molti giuristi come Daniele Minotti ci hanno spiegato che senza fine di lucro resta comunque illecito amministrativo anche la condivisione, alcuni giudici hanno autorizzato perquisizioni e sequestri in fase di indagine. Questo in casi eclatanti, secondo me, dove il valore dell'opera o la quantita' di materiale facevano individuare lo scopo di lucro con il "mancato profitto" causato a chi si vede la propria opera condivisa illegalmente.-Quale e' il ruolo del provider? Ma se non puo' intercettare (e sarebbe fantascientifico, perche' incostituzionale), cosa deve fare? Dare i nominativi di chi condivide ai titolari dei diritti senza ordine dell'Autorita' Giduziaria? Mi sembra impossibile, sarebbe incostituzionale. Mettere i banner? E a cosa servono? Mettere i bollini blu? E cosa sono?Beh, scusate la lunghezza...Io ho capito cosi'...Gli interventi di tutti sono ben accetti :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Aria fritta: ecco perche'

      erroneamente sui giornali. Se leggiamo bene
      le notizie, anche su forum esteri, RIAA,
      MPA, discografici inglesi, FIMI, colpiscono
      o cercano di colpire, chi CONDIVIDE, non chi
      scarica. Anche nelle diverse intervisteC'e' una piccola nota xo': i sistemi p2p "evoluti" come il mulo o bt sono strutturati in modo che mentre si scarica si condivide in automatico i pezzi che si e' gia' scaricato quindi, come la mettiamo col tuo discorso ? :-)
      • Garantito scrive:
        Re: Aria fritta: ecco perche'
        - C'e' una piccola nota xo': i sistemi p2p
        "evoluti" come il mulo o bt sono strutturati
        in modo che mentre si scarica si condivide
        in automatico i pezzi che si e' gia'
        scaricato quindi, come la mettiamo col tuo
        discorso ? :)Lo so :-) Quello e' a rischio, pero' bisogna vedere se verra' davvero perseguito chi condivide un pezzo di file, oppure prima chi condivide in chiaro migliaia di files con Winmx.Il fatto e' che a me sembra che si sia parlato tanto, ma si sia sempre allo stesso punto
        • Anonimo scrive:
          Re: Aria fritta: ecco perche'
          Credo non ci sia l'organizzazione e tantomeno la voglia per multare chi shara 2 film e una manciata di mp3.Si mirerà a chi condivide grosse quantità di files.Cmq ,ripeto, il punto focale sarà il ruolo degli ISP
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            Abbiamo parlato di sistemi come il mulo. E se invece parliamo di DC? Li' spesso per entrare nel network si e' "costretti" a condividere di solito qualche GB di dati....la conseguenza logica sembrerebbe quindi che sistemi tipo DC spariranno. O sbaglio?
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Anonimo
            Abbiamo parlato di sistemi come il mulo. E
            se invece parliamo di DC? Li' spesso per
            entrare nel network si e' "costretti" a
            condividere di solito qualche GB di dati....
            la conseguenza logica sembrerebbe quindi che
            sistemi tipo DC spariranno. O sbaglio?ci sono hub che ti chiedono 80GB e hub che ne chiedono solo 1, molto probabilmente non sparirà nulla ma i gestori degli hub abbasseranno le soglie minime, anche perché c'è una cosa che sfugge a tutti, le leggi che ci sono in italia non valgono anche negli altri paesi, quindi le sorti del p2p internazionale non sono legate a doppio filo alle leggi italiane...
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            sbagliato..le leggi del p2p quindi di internet sono mondiali non internazionali o italiane!!!!!nessun stato puo' fare cio' che vuole con un bene che interessa l'intera popolazione mondialeIl decreto urbani è semplicemente una sua iniziativa ABUSIVA!!!!
          • Garantito scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Anonimo
            Abbiamo parlato di sistemi come il mulo. E
            se invece parliamo di DC? Li' spesso per
            entrare nel network si e' "costretti" a
            condividere di solito qualche GB di dati....
            la conseguenza logica sembrerebbe quindi che
            sistemi tipo DC spariranno. O sbaglio?I sistemi come DC rischiavano anche prima del Decreto e delle modifiche.La vera differenza e' stata che prima si chiudeva un occhio, anzi due. Poi si e' cominciato a dar seguito alle indagini e a indagare davvero. Il rischio per quei sistema era e resta alto, indipendentemente dal decreto e modifiche.Per cui a che serve il decreto, se bastava far applicare la legge?
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            vuoi mettere avere una legge con il tuo nome?? sai quanto fa per uno malato di protagonismo che è sempre passato piuttosto inosservato????
        • Anonimo scrive:
          Re: Aria fritta: ecco perche'
          quindi da quello che dici l'illegalita' subentra solo nella quantita'?se io condivido un file non mi fanno niente se tu ne condividi 1000 ti segano, non mi pare che funzioni a questo modo sai?
      • Anonimo scrive:
        Re: Aria fritta: ecco perche'
        compliemnti è quello che ho detto io!!!!hai ragione!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Aria fritta: ecco perche'
      - Scritto da: Garantito
      "aria fritta", a me sembra che questa nuova
      legge, se manterra' fede a quanto si legge,
      sara'...aria rifritta.
      ah certo se per te la chiusura di tutti i siti di p2p italiani rientra nella definizione di aria fritta..entro 24 ore dalla notizia del DL erano gia tutti chiusi
      erroneamente sui giornali. Se leggiamo bene
      le notizie, anche su forum esteri, RIAA,
      MPA, discografici inglesi, FIMI, colpiscono
      o cercano di colpire, chi CONDIVIDE, e la differenza qual'e` ?ma l'hai usato un prog di p2p o parli a vanvera ?scaricare condividere... e` la stessa cosa, 3 milioni di italiani continuano ad essere criminali
      -Non e' possibile ottenere sequestri o
      perquisizioni a carico di chi scarica: e' un
      illecito amministrativo, e piu' volte i
      giuristi che scrivono qui hanno dichiaratoSi quegli stessi brillanti giuristi che dichiaravano che il link era legale, che i siti come enkey o i server non potevano essere toccati ecc ecc Cumulo di cazzate, la GdF ha ampiamente dimostrato di poter agire oltre ogni nostra aspettativa, oltre al famoso enkey sono stati chiusi e perquisiti decine di server opennap e anche alcuni semplici utenti, la perquisizione e` onnipresente altro che illeciti amministrativi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Aria fritta: ecco perche'

        e la differenza qual'e` ?
        ma l'hai usato un prog di p2p o parli a
        vanvera ?
        scaricare condividere... e` la stessa cosa,
        3 milioni di italiani continuano ad essere
        criminaliprobabilmente tu non hai mai utilizzato più di un sistema p2p, ce ne sono diversi ed anche molto diffusi con i quali puoi decidere tu cosa condividere e cosa no e mentre scarichi non condividi il file a meno che la cartella nel quale lo stai scaricando non sia appunto condivisa.
        Si quegli stessi brillanti giuristi che
        dichiaravano che il link era legale, che i
        siti come enkey o i server non potevano
        essere toccati ecc ecc
        Cumulo di cazzate, la GdF ha ampiamente
        dimostrato di poter agire oltre ogni nostra
        aspettativa, oltre al famoso enkey sono
        stati chiusi e perquisiti decine di server
        opennap e anche alcuni semplici utenti, la
        perquisizione e` onnipresente altro che
        illeciti amministrativi...su questo ti do ragione, purtroppo se la gdf ti entra in casa credo che un buon motivo per farti passare un brutto quarto d'ora lo possa trovare comunque e sempre.
        • Anonimo scrive:
          Re: Aria fritta: ecco perche'
          ohh ma sei duro di comprendonio eh??vorrei sapere cosa centra usare uno o piu' p2p...lo ripeto..se nessuno condivide tu che cazzo scarichi????
        • Anonimo scrive:
          Re: Aria fritta: ecco perche'
          per venire a casa tua ci vuole il mandato del giudice...capito o no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            ho scritto il breve post di prima.come dite voi sembra che il finanziere mentre passeggia in strda siccome ancora nn è ora di pranzo sale a casa di qualcuno a fare un controllo così per passare un pò di tempo.ripeto ci vuole il mandato del giudice,senza questo in casa tua nn devi far entrare assolutamente nessuno.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Aria fritta: ecco perche'
        a me sembra aria fritta questo post... senza offesama mi spiegate che senso ha un p2p dove tutti non condividono niente o solo cose legali??da chi li scaricate i film?dal fesso di turno??a me il vostro sembra il solito discorso degli scrocconi e puzzoni... che vogliono l'ultimo film e condividono .jpg e .gif pur di far vedere cxhe hanno file in condivisione.beh una cosa è certa.... io condivido mediamente 160 Gb e decreto o non decreto continuerò a farlo... perkè così posso scaricare le cose più rare e ricercate.ho già settato tutti i tool del mio winmx per fare browser su ogni utente.... mette in ignore chi non condivide almeno 50 Gb. Status trasfert (0 : 0 avvaible) e monitor per far scaricare solo chi mi fa scaricare da lui.in questo modo faccio fuori gli scrocconi, puzzoni come voi che non avete niente nella shered list e faccio fuori i controlli perkè per scaricare da me e quindi avere il mio ip devono necessariamente farmi scaricare da loro... e questa è istigazione a commettere reato.
        • Garantito scrive:
          Re: Aria fritta: ecco perche'
          - Scritto da: Anonimo
          a me sembra aria fritta questo post... senza
          offesa
          ma mi spiegate che senso ha un p2p dove
          tutti non condividono nienteNessuno.Infatti dicevo proprio che rendere legale il download non e' un gran bel regalo, se poi si persegue effettivamente chi fa upload.E' come dire: non proibisco le auto a benzina, ma vieto severamente la vendita di benzina.E poi ti faccio passare per regalo l'avere tolto il divieto di auto a benzina.
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            il sensa offesa voleva dire proprio che non ce l'avevo con te ma con tutti gli scrocconi che commentandoti proponevano di non condividere per poter scaricare senza che nessuno potesse dirgli niente...col C***o che scarica da me questa gentaglia
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            infatti è quello che lo stato ha fatto...non ha reso illegali le auto a benzina super ma ha solo escluso la vendita di questa benzina heheheh
        • Ataru73 scrive:
          Re: Aria fritta: ecco perche'
          - Scritto da: Anonimo
          e faccio fuori i controlli
          perkè per scaricare da me e quindi
          avere il mio ip devono necessariamente farmi
          scaricare da loro... e questa è
          istigazione a commettere reato.Giusto per informazione, per avere un IP non è necessario scaricare nulla. Alcuni programmi (tipo xmule su linux) danno l'IP dell'utente direttamente dal browse, per altri è sufficiente provare a scaricare ed il server opennap mi manda l'ip da contattare. Che il tuo PC poi non faccia partire il download interessa relativamente.Per l'istigazione a delinquere bisogna chiedere ad un giurista, ma non penso che in questo caso valga... se trovo per strada un diamante da un milione di euro non sono autorizzato a portarmelo a casa :p==================================Modificato dall'autore il 09/04/2004 15.33.11
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            forse mi sbaglio ma faccio questo ragionamento....io sono collegato su winmx in secondary connection, questo vuol dire che sfrutto la banda di un altro pc collegato in primary connection per la ricerca dei file.questo pc alla ricerca dei file mi fa anche da ponte per effettuare i browser e i whois oltre che a permettermi di mandare messaggi.tranne nello sfigato caso in cui incappassi nella primary connection della PT o della gdf, come fa un'altro utente ad avere il mio IP se non c'è nessun collegamento diretto col mio pc?credo che l'unico modo è quello di scaricare da me o di scaricare io da lui.....
          • Ataru73 scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            Sì, ma non è necessario che il download parta per forza... nel senso1. Io sono la GDF e non sharo nessun file2. Ti faccio un browse3. Provo a scaricare qualcosa da te4. Il server Opennap mi manda il tuo IP5. Provo a collegarmi a te6. La connessione cadeSe sniffo il pacchetto al 4 il gioco è fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Ataru73
            Sì, ma non è necessario che il
            download parta per forza... nel senso

            1. Io sono la GDF e non sharo nessun file
            2. Ti faccio un browse
            3. Provo a scaricare qualcosa da te
            4. Il server Opennap mi manda il tuo IP
            5. Provo a collegarmi a te
            6. La connessione cade

            Se sniffo il pacchetto al 4 il gioco
            è fatto.e' fatto se sei un pollo! e non hai un avvocato competente! al 4 tu non hai scaricato un tubo e non sei affatto in grado di dimostrare che quel file fosse davvero disponibile sul mio pc (piuttosto che in un proxy) e tantomeno che il mio pc a mia isaputa sia stato bucato con SO.BIG (come tantissi windoze sono) e che quindi ti trovi enella ipossibilita' materiale di dimostrare alcunche' (come quasi sempre succede) in sede giudiziaria! :-P
          • Ataru73 scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Anonimo
            e' fatto se sei un pollo! e non hai un
            avvocato competente! al 4 tu non hai
            scaricato un tubo e non sei affatto in grado
            di dimostrare che quel file fosse davvero
            disponibile sul mio pc (piuttosto che in un
            proxy) e tantomeno che il mio pc a mia
            isaputa sia stato bucato con SO.BIG (come
            tantissi windoze sono) e che quindi ti trovi
            enella ipossibilita' materiale di dimostrare
            alcunche' (come quasi sempre succede) in
            sede giudiziaria! :p Vero. Però mi sa che se condividi tanto e per lungo tempo un mandato prima o poi lo recuperano... Per i condivisori più grandi possono sempre presumere il fine di lucro e quindi venire a casa e sequestrare il tutto...Se poi al processo questo viene confermato è un'altra questione, però intanto non è che ti passi i 10 minuti più belli della tua vita...
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Ataru73

            - Scritto da: Anonimo

            e' fatto se sei un pollo! e non hai un

            avvocato competente! al 4 tu non hai

            scaricato un tubo e non sei affatto in
            grado

            di dimostrare che quel file fosse
            davvero

            disponibile sul mio pc (piuttosto che
            in un

            proxy) e tantomeno che il mio pc a mia

            isaputa sia stato bucato con SO.BIG
            (come

            tantissi windoze sono) e che quindi ti
            trovi

            enella ipossibilita' materiale di
            dimostrare

            alcunche' (come quasi sempre succede) in

            sede giudiziaria! :p

            Vero. Però mi sa che se condividi
            tanto e per lungo tempo un mandato prima o
            poi lo recuperano...
            Per i condivisori più grandi possono
            sempre presumere il fine di lucro e quindi
            venire a casa e sequestrare il tutto...
            Se poi al processo questo viene confermato
            è un'altra questione, però
            intanto non è che ti passi i 10
            minuti più belli della tua vita...E invece si che li passo se voglio finire sul giornale e fare vedere a tutti ce il problema della privacy sta prima e sopra delle pretese delle major di conservare un mercato costi quel che costi!Io il sito col boccone "avvelenato" glilo ho preparato e lo sposto continuamente come farebbe un vero condivisore ... prima o poi abboccano!e allora vediamo chi passa i 10 minuti piu' belli!C'e' una intera associazione e uno stuolo di avvocati coi denti affilati che li aspettano con ansia! :D
          • Ataru73 scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Anonimo
            E invece si che li passo se voglio finire
            sul giornale e fare vedere a tutti ce il
            problema della privacy sta prima e sopra
            delle pretese delle major di conservare un
            mercato costi quel che costi!Guarda che il condividere il mondo sul p2p (che da qualunque parte la guardi è e rimane ilegale) e la questione della privacy non è che ci sia molto in comune...
            Io il sito col boccone "avvelenato" glilo ho
            preparato e lo sposto continuamente come
            farebbe un vero condivisore ... prima o poi
            abboccano!Mi auguro per te che sia più poi che prima...
            e allora vediamo chi passa i 10 minuti piu'
            belli!

            C'e' una intera associazione e uno stuolo di
            avvocati coi denti affilati che li aspettano
            con ansia! :DMi auguro per te che tu abbia anche tanti soldi da spendere... gli avvocati non sono famosi per fare beneficenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Ataru73
            - Scritto da: Anonimo

            E invece si che li passo se voglio
            finire

            sul giornale e fare vedere a tutti ce il

            problema della privacy sta prima e sopra

            delle pretese delle major di conservare
            un

            mercato costi quel che costi!

            Guarda che il condividere il mondo sul p2p
            (che da qualunque parte la guardi è e
            rimane ilegale) e la questione della privacy
            non è che ci sia molto in comune...I diritti civili vengono ben prima e hanno ben diverso peso che non il copyright.Se tu avessi un minimo di cultura giuridica non potresti neppure paragonare diritti "fondamentali" (che stanno nella costituzione) con meri diritti commerciali (ordinamento giuridico ordinario)..O pensi che la corte costituzionale esista perche' tutte le leggi hanno uguale peso?E non invece perche' la costituzione viene prima?


            Io il sito col boccone "avvelenato"
            glilo ho

            preparato e lo sposto continuamente come

            farebbe un vero condivisore ... prima o
            poi

            abboccano!

            Mi auguro per te che sia più poi che
            prima...Abbiamo speranze diverse! :D


            e allora vediamo chi passa i 10 minuti
            piu'

            belli!



            C'e' una intera associazione e uno
            stuolo di

            avvocati coi denti affilati che li
            aspettano

            con ansia! :D

            Mi auguro per te che tu abbia anche tanti
            soldi da spendere... gli avvocati non sono
            famosi per fare beneficenza.Quando sono quelli dell'associazione e sono anche parlamentari che credono in una battaglia civile questo e' l'ultimo dei problemi! Caro saccentino :D
          • Ataru73 scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Anonimo
            I diritti civili vengono ben prima e hanno
            ben diverso peso che non il copyright.

            Se tu avessi un minimo di cultura giuridica
            non potresti neppure paragonare diritti
            "fondamentali" (che stanno nella
            costituzione) con meri diritti commerciali
            (ordinamento giuridico ordinario)..
            O pensi che la corte costituzionale esista
            perche' tutte le leggi hanno uguale peso?
            E non invece perche' la costituzione viene
            prima?Non sono un giurista, ma non credo serva esserlo per rendersi conto che il diritto alla privacy è sicuramente più importante del diritto al copyright (che, tra parentesi sono profondamente convinto dovrebbe essere riformato)Sono però anche convinto che uno che va in giro a raccontare che condivide il mondo "perkè così posso scaricare le cose più rare e ricercate" non sia molto credibile come paladino della privacy :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            sono colui che condivide il mondo che ti ha scritto anche nell'altro Thread ....vedi in un mondo dove tutti tirano l'acqua al proprio mulino e le case discografiche sono le prime visto che vendono una canzone formato Mp3 ad un prezzo medio + alto di quello che costerebbe se si comprasse un CD (senza contare il rapposto prezzo qualità).....stavo proponendo solo un modo per tirare l'acqua al mio mulino... e quindi trovare un modo per girare l'ostacolo...visto che alle case discografiche non frega niente di mangiarci sopra a ogni cosa, visto che se ne fregano della mia privacy e tante altre cose... mi spieghi perkè dovrei pormi io questo problema?fino a prova contraria dovrebbero essere loro a dare il buon esempio e non io che sono un brufolo in cu..o al mondo...non ti pare?
          • Ataru73 scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Anonimo
            sono colui che condivide il mondo che ti ha
            scritto anche nell'altro Thread ....
            vedi in un mondo dove tutti tirano l'acqua
            al proprio mulino e le case discografiche
            sono le prime visto che vendono una canzone
            formato Mp3 ad un prezzo medio + alto di
            quello che costerebbe se si comprasse un CD
            (senza contare il rapposto prezzo
            qualità).....
            stavo proponendo solo un modo per tirare
            l'acqua al mio mulino... e quindi trovare un
            modo per girare l'ostacolo...
            visto che alle case discografiche non frega
            niente di mangiarci sopra a ogni cosa, visto
            che se ne fregano della mia privacy e tante
            altre cose... mi spieghi perkè dovrei
            pormi io questo problema?
            fino a prova contraria dovrebbero essere
            loro a dare il buon esempio e non io che
            sono un brufolo in cu..o al mondo...
            non ti pare?Guarda... sono fondamentalmente daccordo con tutto quello che dici (intendiamoci... non è che io non scarichi nulla :p)Sono d'accordo che1. i prezzi di CD e DVD sono assolutamente assurdi2. gli autori in realtà guadagnano una frazione trascurabile di quel prezzo... a meno magari che non si chiamino Madonna o simili3. L'atteggiamento che le major hanno verso internet ricorda molto (troppo) da vicino quello dell'inquisizione dei "bei" tempi andati.Modi per aggirare l'ostacolo ce ne sono sicuramente (ad esempio MUTE) e sono certo che, se la situazione non cambierà in tempi abbastanza rapidi, sorgeranno come funghi nuovi protocolli p2p cifrati e davvero decentralizzati che, magari, non avranno queste prestazioni da capogiro, ma garantiranno in modo pressoccè assoluto (almeno per un certo periodo) l'anonimato degli utenti.Quello che volevo dire era semplicemente che, puroppo, al momento la legge (una legge sbagliata e falsata dai milioni di dollari che loro hanno speso e stanno spendendo per questo) è dalla loro parte e IMHO l'atteggiamento del "tanto io riesco comunque a fregarvi" faccia semplicemente il loro gioco, perchè:1. da un lato possono dire "vedete, noi ci abbiamo provato a venire in contro agli utenti, ma questi non ne vogliono sapere" (vedi gli accordi extragiudiziali della RIA)2. il danno economico che ne ricevono non è particolarmente rilevante (tanto la maggior parte delle cose che vengono scaricate non sarebbero state comunque acquistate).La cosa davvero difficile non è trovare sistemi per "fregare" le major... è far capire a chi di dovere che non è normale che gli interessi di 10 o 20 aziende che non vogliono adattarsi ad un mercato che cambia possano dettare legge su milioni e milioni di persone che dicono "non è giusto".
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Ataru73
            - Scritto da: Anonimo

            I diritti civili vengono ben prima e
            hanno

            ben diverso peso che non il copyright.



            Se tu avessi un minimo di cultura
            giuridica

            non potresti neppure paragonare diritti

            "fondamentali" (che stanno nella

            costituzione) con meri diritti
            commerciali

            (ordinamento giuridico ordinario)..

            O pensi che la corte costituzionale
            esista

            perche' tutte le leggi hanno uguale
            peso?

            E non invece perche' la costituzione
            viene

            prima?

            Non sono un giurista, ma non credo serva
            esserlo per rendersi conto che il diritto
            alla privacy è sicuramente più
            importante del diritto al copyright (che,
            tra parentesi sono profondamente convinto
            dovrebbe essere riformato)
            Sono però anche convinto che uno che
            va in giro a raccontare che condivide il
            mondo "perkè così posso
            scaricare le cose più rare e
            ricercate" non sia molto credibile come
            paladino della privacy :pNon sono io hai sbagliato bersaglio! :DCome succedera' alla GDF :D
          • Ataru73 scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Anonimo
            Non sono io hai sbagliato bersaglio! :D
            Come succedera' alla GDF :DHo notato ^^° (vedi altro post)Come ho detto di la... condivido lo spirito, anche se non il metodo :pSperiamo che anche la GDF (ma soprattutto quelli che danno ordini alla GDF) abbiano una pessima mira :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            - Scritto da: Ataru73

            - Scritto da: Anonimo

            Non sono io hai sbagliato bersaglio! :D

            Come succedera' alla GDF :D

            Ho notato ^^° (vedi altro post)
            Come ho detto di la... condivido lo spirito,
            anche se non il metodo :p

            Speriamo che anche la GDF (ma soprattutto
            quelli che danno ordini alla GDF) abbiano
            una pessima mira :pCome dimostrano gli esiti giudiziari una volta finito lo "strombazzo" mediatico sulla "grande operazione"....Questa volta pero' lo strombazzo sara' al contrario :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Aria fritta: ecco perche'
            abbiamo a che fare con un vero mostro dell'informatica!nei forum ne arriva almeno uno al giorno
        • Anonimo scrive:
          Re: Aria fritta: ecco perche'
          scusa ma non ho mia sentito tante stronzate in una sola volta compreso offese per i vari utentiquindi chiudi quella specie di bocca, anzi legati quelle mani puzzone che hai cos'ì eviti di scrivere fregnacce
      • Anonimo scrive:
        Re: Aria fritta: ecco perche'
        sai cosa ce ne frega a noi di condividere le foto vacanze di altri utenti????
      • Anonimo scrive:
        Re: Aria fritta: ecco perche'

        certo che la chiusura di siti che parlano di P2P o che danno link non e' che diminuisca di molto il fenomeno.a dimostrazione che ormai in Italia non c'è nemmeno piu' la liberta' di parolaunica cosa che ormai ci possono far fare sara' quella di farci mettere a 90° e di questo passo non passera' molto tempo perche' questo avvenga
      • Anonimo scrive:
        Re: Aria fritta: ecco perche'
        se continua così nessun provider avra' obblighi di sroveglianza o li avra' molto ridotti perche' saranno molti a chiudere contratti, sopratutto adsl e fastweb
    • Anonimo scrive:
      Re: Aria fritta: ecco perche'
      scusa tanto ma stai parlando di illegalita' nel upload giusto?mi sembra che i p2p siano nati per scambio di file quindi se nessuno mette file condivisi per l'upload è ovvio che non puo' esserci un download!alla fine girala come vuoi ci sara' l'impedimento automatico a downloadare nei p2p
  • Anonimo scrive:
    Ora, i 2 aspetti da chiarire
    - Ruolo degli ISP- Ruolo dell'upload1. Se il Provider venisse esonerato dall'incarico di sorvegliare la rete, tutto tornerebbe esattamente come prima. In tal caso non capirei quelli che si lamentano: una legge sul diritto d'autore deve pur esistere, ma allo stesso modo deve essere garantita la privacy di chi paga per navigare, e così sarebbe, e a cercare gli sharers continuerebbero ad arrangiarsi le autorità preposte (se sono capaci e se per loro vale la pena, tenendo conto della sanzione).In caso contrario, assisteremmo davvero all'applicazione delle norme e fioccherebbero le multe, ma gli ISP sanno bene che un'ondata forcaiola del genere equivarrebbe a perdere una grossa fetta di torta: di tutti gli utenti che ora minacciano la disdetta con scarsa convinzione, molti la troverebbero dinanzi al fatto compiuto. Non è bello essere accoltellati da chi paghi profumatamente.2. l'upload è considerato lucro? la normativa era già lacunosa prima, si spera venga fatta un pò di chiarezza ora.Concorderete che è un fattore determinante.Saluti, e grazie a chi avrà i mezzi per fare maggiore chiarezza.
    • Garantito scrive:
      Re: Ora, i 2 aspetti da chiarire

      - Ruolo degli ISP
      - Ruolo dell'upload Sono le stesse domande che mi sono posto io 5 minuti fa :)Sono i punti centrali del problema.La verita' e' che il ruolo degli ISP non puo' cambiare piu' di tanto, senza ledere privacy e diritti costituzionaliE che, per quanto alle majors dispiaccia, la dottrina tende a considerare senza fine di lucro anche l'upload. Aspettiamo lasentenza del caso enkeywebiste, e vedremo.Ma salvo casi eclatanti, non credo che il lucro sara' fatto coincidere con il "mancato profitto"Quindi, secondo me che non sono un tecnico, ancora aria rifritta.Poi, mi verrebbe da scrivere dato che siamo in Italia, dipende se la norma, scritta e riscritta, verra' fatta rispettare.Ma allora non bastava fare rispettare quella di prima?==================================Modificato dall'autore il 09/04/2004 9.59.42
    • Ataru73 scrive:
      Re: Ora, i 2 aspetti da chiarire
      - Scritto da: Anonimo
      - Ruolo degli ISP
      - Ruolo dell'uploadIo aggiungerei anche- Ruolo dei server Opennap et similia
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora, i 2 aspetti da chiarire
      - Scritto da: Anonimo
      - Ruolo degli ISP
      - Ruolo dell'upload

      1. Se il Provider venisse esonerato
      dall'incarico di sorvegliare la rete, tutto
      tornerebbe esattamente come prima.
      In tal caso non capirei quelli che si
      lamentano: una legge sul diritto d'autore
      deve pur esistere, ma allo stesso modo deve
      essere garantita la privacy di chi paga per
      navigare, e così sarebbe, e a cercare
      gli sharers continuerebbero ad arrangiarsi
      le autorità preposte (se sono capaci
      e se per loro vale la pena, tenendo conto
      della sanzione).
      In caso contrario, assisteremmo davvero
      all'applicazione delle norme e
      fioccherebbero le multe, ma gli ISP sanno
      bene che un'ondata forcaiola del genere
      equivarrebbe a perdere una grossa fetta di
      torta: di tutti gli utenti che ora
      minacciano la disdetta con scarsa
      convinzione, molti la troverebbero dinanzi
      al fatto compiuto.
      Non è bello essere accoltellati da
      chi paghi profumatamente.

      2. l'upload è considerato lucro? la
      normativa era già lacunosa prima, si
      spera venga fatta un pò di chiarezza
      ora.
      Concorderete che è un fattore
      determinante.

      Saluti, e grazie a chi avrà i mezzi
      per fare maggiore chiarezza.concordo totalmente con il discorso soprattuto perchè chiedre "il controllo" delle reti ai provider sarebbe lesione della privacy ma senza il controllo reale di essa come è possibile trovare e sanzionare i "colpevoli"?sul fatto dell'upload io sonoo molto scettico... infatti se dovessero preservare la possibiltà di "scaricare in buona fede", spiegatemi quale principio puòò salvare chi condivide... che buona fede è? se condivido è per mettere a dispozione quindi anche se non so che uso ne faranno di quel file sicuramente sono consapevole che NE FARANNO UN USO...
  • Anonimo scrive:
    Ma dico io... Ha un senso???????
    ---"Decreto-legge Urbani: attenuate e graduate le sanzioni contro la pirateria (da 1.500 a 154 euro), ma estese a tutte le opere dell'ingegno (musica editoria, software)"---Il decreto conferma la liceità della cosiddetta "copia privata", ovvero della riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi, effettuata da persona fisica per uso esclusivamente personale, senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali.---Cioè fatemi capire... La copia per uso personale è lecita ma la multa rimane sempre? Ma cosa diavolo significa? :(
  • Anonimo scrive:
    allra si può
    allora si può o non si può scaricare qualcosa' qualcuno mi dica qualcosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: allra si può
      - Scritto da: Anonimo
      allora si può o non si può
      scaricare qualcosa' qualcuno mi dica
      qualcosa.oggi, 9 aprile, è ancora in vigore il dl urbani così com'era in origine, quindi ragione di conseguenza...
  • Anonimo scrive:
    Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
    IO NON LE VOGLIO PAGARE!Se l'autore dei dati che archivio sono io, non voglio pagare un forfait per chi non è in grado di contenere il fenomeno della pirateria.NON VOGLIO PAGARE il canone RAI perché possiedo una televisione che uso come monitor per i miei video o pagare qualcosa in più un videoregistratore che uso per gli stessi fini.Sarà certamente più difficile cambiare una legge che un decreto, ma mi sembra tanto ovvio che certe leggi siano da cambiare... Basterebbe un grosso movimento (raccolta sostanziosa di firme o altro) per riprendere in esame delle leggi?Qualcuno che ci capisce qualcosa di legislazione può chiarire? Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.

      NON VOGLIO PAGARE il canone RAI
      perché possiedo una televisione che
      uso come monitor per i miei video o pagare
      qualcosa in più un videoregistratore
      che uso per gli stessi fini.il canone è sul possesso di un apparecchio radiotelevisivo, a loro non importa nulla se poi la tv la vedi o meno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
      l'uso dei media ci viene a costare più di una automobole in esercizio, fate le vostre considerazioni di che mercato vanno a offendere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
      beh quella del canone RAI è uno scandolo...il governo di destra ( di cui continuero' a votare ) promise qualche anno fa (prima di salire al governo) di abolirlo.("Quando saliremo al potere aboliremo il canone rai")Ora siamo nel 2004 e nulla è cambiato.:@e pensare che la Rai è diventata uguale a Mediaset:avete con che frequenza lanciano gli spot pubblicitari?un esempio: le partite di calcio, le trasmissioni ecc....cmq in qualcosa è cambiato :D
      • maciste scrive:
        Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
        - Scritto da: Anonimo
        beh quella del canone RAI è uno
        scandolo...
        il governo di destra ( di cui continuero' a
        votare ) promise qualche anno fa (prima di
        salire al governo) di abolirlo.
        ("Quando saliremo al potere aboliremo il
        canone rai")E' vero, mi ricordo che Gasparri basò tutta la sua campagna elettorale sulle rifrome dell sistema radiotelevisivo parlando di abolizione del canone rai e di privatizzazione; ovviamente una volta diventato ministro aumentò il canone dicendo che "era necessario e che era il più basso d'europa"; per quanto riguarda la privatizzazione...vabbé lo sappiamo tutti che non si farà neanche tra 250 anni...
        • Anonimo scrive:
          Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
          Heyyy dove lo hai letto? su quell'organo di partito chiamato "La Repubblica"?
          E' vero, mi ricordo che Gasparri basò
          tutta la sua campagna elettorale sulle
          rifrome dell sistema radiotelevisivo
          parlando di abolizione del canone rai e di
          privatizzazione; ovviamente una volta
          diventato ministro aumentò il canone
          dicendo che "era necessario e che era il
          più basso d'europa"; per quanto
          riguarda la privatizzazione...vabbé
          lo sappiamo tutti che non si farà
          neanche tra 250 anni...
          • maciste scrive:
            Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
            - Scritto da: Anonimo
            Heyyy dove lo hai letto? su quell'organo di
            partito chiamato "La Repubblica"?Non l'ho letto, Gasparri durante la campagna elettorale andava spesso nelle tv locali di Roma e lì esprimeva i suoi buoni propositi, poi il resto sono fatti e non articoli di giornale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
        ringrazia per tutto il tuo capo
      • Anonimo scrive:
        Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
        - Scritto da: Anonimo
        beh quella del canone RAI è uno
        scandolo...
        il governo di destra ( di cui continuero' a
        votare ) promise qualche anno fa (prima di
        salire al governo) di abolirlo.Complimenti, ti meriteresti una tassa personalizzata per averli votati.
        ("Quando saliremo al potere aboliremo il
        canone rai")
        Ora siamo nel 2004 e nulla è
        cambiato.:@Come sopra...la mamma degli stupidi e` sempre incinta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tasse su CD, HD, masterizzatori ecc.
      sae non vuoi più pagar5e tasse su CD, masterizzatori ecc fai come ve..vai sui siti svizzeri o tedeschi e comprali lì..alla facciazza di faccia di pitale..;)
  • Anonimo scrive:
    Considerazione personale
    Leggo in tutti un certo pessimismo.Certo, è giustificato per il fatto della tassa, del fantomatico bollino blu etc.Cmq, in ottica file sharing e p2p in generale, se (come sembra, ma non ho più certezze) i provider non dovranno fare da sceriffi, mi sembra che sostanzialmente non cambi nulla rispetto a prima, in quanto per richiedere informazioni le forze dell'ordine devono chiedere dei permessi e cmq avviare delle indagini (credo che x 150 euro non lo faranno mai, mentre è più possibile in caso di grandi pirati).Ditemi se sbaglio, attendo commenti;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazione personale

      Cmq, in ottica file sharing e p2p in
      generale, se (come sembra, ma non ho
      più certezze) i provider non dovranno
      fare da sceriffi, dove l'hai letto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Considerazione personale
        Fino a uno o 2 giorni fa era scritto ovunque, cmq ribadisco, non ho più certezze, dato che la Carlucci si è rimangiata tutto quello che aveva detto.Cmq credo che se gli ISP dovessero poter spiare, non rimarebbe una adsl attiva in tutta italia, tranne quelle strettamente necessarie al lavoro.Cmq credo che fino a quando non ci sarà una bozza definitiva del decreto, sono tutte parole buttate al vento;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Considerazione personale
          - Scritto da: Anonimo
          Fino a uno o 2 giorni fa era scritto
          ovunquelo so, il punto è che nelle proposte riportate nella notizia non se ne parla, anche se credo che qualcosa si farà, visto che i provider hanno protestato con veemenza; se non togliessero quegli obblighi la polemica continuerebbe ad libitum...
  • Anonimo scrive:
    link.........
    per favore,qualcuno ha un link che riporti integralmente il testo degliemendamenti "elaborati" dall'amica del NANO?GRAZIE .FRANK
    • Anonimo scrive:
      Re: link.........

      per favore,
      qualcuno ha un link che riporti
      integralmente il testo degli
      emendamenti "elaborati" dall'amica del NANO?

      GRAZIE .
      FRANKprova questo:http://www.camera.it/chiosco.asp?position=Organi%20Parlamentari/Assemblea&content=/_dati/leg14/lavori/schedela/4833.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: link.........
      qui c'e'il resoconto dei lavori della VII commissione del 7 aprile.non ho trovato quelli piu' recenti (cioe' di ieri).il link e' preso dal sito della camera in formato solo testo,piu' accessibile e chiaro IMHO:http://testo.camera.it/organiparlamentari/assemblea/contenitore_dati.asp?tipopagina=&source=http%3A%2F%2Ftesto%2Ecamera%2Eit%2F&position=La%20Camera%20dei%20deputati&Pagina=/_dati/leg14/lavori/bollet/200404/0407/html/07/indice.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: link.........
        Hmmm per me quello che "vale" sta tutto lì dentro...Il resto credo sia solo "SMOKE INTO OUR EYES" (fumo negli occhi).
  • sipario300 scrive:
    Ecco, forse, l'unico modo per contare
    Siamo in Italia....."di galera e fritti misti...dove sei uno di loro o NON ESISTI......."Forse è questo il modo...andate a questo link (bismark.it)http://bismark.extracon.it/security/news/vnews.php?subaction=showfull&id=1080683334&archive =o meglio direttamente il PDFhttp://www.kuht.it/modules/newbb/dl_attachment.php?attachid=20604==================================Modificato dall'autore il 09/04/2004 9.17.08
  • Psyco scrive:
    Abbiamo vinto!
    Multa per l'uso personale, moltiplicata per 10 se recidivogalera per duplicazione per uso non personale tassa sui masterizzatori e similianormativa nei confronti dei fornitori dei servizi internet più o meno invariatadimentico qualche cosa?:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbiamo vinto!
      - Scritto da: Psyco
      Multa per l'uso personale, moltiplicata
      per 10 se recidivo
      galera per duplicazione per uso non
      personale
      tassa sui masterizzatori e similia
      normativa nei confronti dei fornitori dei
      servizi internet più o meno
      invariata
      dimentico qualche cosa?
      :'(il bollino blu....che ancora non si è capito cosa diavolo sia...
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbiamo vinto!
      Tassa su ADSL..... in molti l'hanno ventilata.....Con quasi 4 milioni di connessioni vedrai che non se la fanno sfuggire...
    • danrur scrive:
      Re: Abbiamo vinto!
      la multa x l'uso personale in realtà è la sanzione x la violazione di copyright ke già c'era e se sei un pirata a fini di lucro 3 anni di galera ti fanno solo bene...x gli oneri sui provider penso (ma è un'impressione personale) ke sia stato tutto cancellato o quantomeno nascosto
      • Psyco scrive:
        Abbiamo vinto!

        la multa x l'uso personale in realtà è la sanzione x la violazione di copyright ke già c'era Ah bhe, allora, se c'era già ...nulla cambia sotto il sole..
        e se sei un pirata a fini di lucro 3 anni di galera ti fanno solo bene...xUccidiamoli tutti! Così non ci pensiamo più!
        gli oneri sui provider penso (ma è un'impressione personale) ke sia stato tutto cancellato o quantomeno nascostoTemo che pensi male.. ;)
  • Anonimo scrive:
    Cosi abbassano le imposte :-)
    Infine, è stato introdotto un prelievo del 3 per cento sul prezzi al listino dei masterizzatori di dvd (esiste già, dal 1992, un prelievo simile per i videoregistratori e registratori audio).
  • Anonimo scrive:
    Interpretazione
    [cut]" Il "content" (musica, cinema, audiovisivo, editoria) si conferma come la risorsa più preziosa della cultura e dell'economia nazionale."[cut]".......viene imposto il rispetto di regole essenziali per lo sviluppo delle industrie creative nazionali."[cut]Scritto così, vuol dire che io commetto reato, e sono quindi passibile di qulla salatissima multa (ma quanto costerebbe, arrivare a darmela...?!?!), solo se copio un film, un album, un libro italiano !!!Cicca
  • Anonimo scrive:
    LA RELATRICE ESEGUE CIO' CHE LE DICONO
    • Anonimo scrive:
      Re: LA RELATRICE ESEGUE CIO' CHE LE DICONO
      TRANQUILLO.... Non ho abbassato la guardia...Ho abbattuto tutti i miei consumi e soprattutto evito i "GRANDI NOMI".....Dice il saggio: "E' più facile metterglielo in c.... che nella testa!"
    • Anonimo scrive:
      Re: LA RELATRICE ESEGUE CIO' CHE LE DICONO
      Direi che la chiave di volta saranno le disposizioni che avranno i provider.Se quello che diceva il decreto precedente (cioè fare gli sceriffi del web) sarà abolito, ed i provider dovranno fornire informazioni alle autorità solo in caso di richiesta, non cambierà nulla rispetto a prima.
  • Anonimo scrive:
    Come al solito
    "Infine, è stato introdotto un prelievo del 3 per cento sul prezzi al listino dei masterizzatori di dvd (esiste già, dal 1992, un prelievo simile per i videoregistratori e registratori audio)."il solito furto, giusto per colpire nel mucchio e dragare altri soldi dalle tasche degli italiani.Ciao Bilbo
  • Anonimo scrive:
    E' CHIARAMENTE PEGGIORATIVO
    • Anonimo scrive:
      Re: E' CHIARAMENTE PEGGIORATIVO
      - Scritto da: Anonimo
      A ME PARE PEGGIORATIVO RISPETTO A PRIMA,
      RESTRINGE ULTERIORMENTE LA LIBERTA'
      INDIVIDUALE!Concordo in pieno.... del resto la pregiudiziale lo respingeva per "incostiuzionaltà".... Con una "incipriatina" sembra che ora sia costituzionalmente accettabile.....Mah, misteri della politica.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
    ottimo post!PI, per favore una risposta con cortese urgenza!
    • Anonimo scrive:
      Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
      vedo che abbiamo tutti gli stessi dubbi.......
      • Anonimo scrive:
        Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
        beh nn c'è che dire... concordo con te nella tua saggia risposta ( dubbi ).La gente è piena di dubbi, non si sa se sei in torto o in ragione.Questo decreto ha messo sempre + confusioni in noi poveri mortali. :|
        • Anonimo scrive:
          Re: Egr. PI: articolo estremamente nebuloso
          personalmente penso che se non si sta attenti la prendiamo in quel posto i maniera molto significativa per il solo fatto della poca chiarezza di questo decreto..è subdolo cari amici molto subdolo
  • Anonimo scrive:
    COPIA......
    Saro' anche OT, ma vorrei chiarirmi le idee (poche ma ben confuse).Io avevo empre creduto che la COPIA fosse l'esatto duplicato dell'originale, quant'anche trasferita su differente supporto.Ora tutti noi conosciamo bene la diferenza tra un DVD e un DIVX o tra un CD e un MP3... E solo le nostre carenze sensoriali ci rendono accettbili i SURROGATI delle opere...Provate a pagarli con delle fotocopie di assegni.........
    • maciste scrive:
      Re: COPIA......
      - Scritto da: Anonimo
      Saro' anche OT, ma vorrei chiarirmi le idee
      (poche ma ben confuse).

      Io avevo empre creduto che la COPIA fosse
      l'esatto duplicato dell'originale,
      quant'anche trasferita su differente
      supporto.Non è vietata la copia in quanto copia, è vietata la copia in quanto riproduce su un altro supporto dei contenuti protetti dal diritto d'autore; in parole povere quando tu acquisti il cd compri il supporto ma anche il diritto di ascoltarlo, se lo copi non paghi il diritto di ascoltarlo e quindi è reato.
      • Anonimo scrive:
        Re: COPIA......

        Non è vietata la copia in quanto
        copia, è vietata la copia in quanto
        riproduce su un altro supporto dei contenuti
        protetti dal diritto d'autore; in parole
        povere quando tu acquisti il cd compri il
        supporto ma anche il diritto di ascoltarlo,
        se lo copi non paghi il diritto di
        ascoltarlo e quindi è reato. OK.... domani ti faccio il BACKUP (lossy) al PC....E quando andrai a rivedere i dati..... saranno QUASI UGUALI... Il quesito era posto sul concetto di COPIA e di SURROGATO.Riconfermo l'esempio: prova ad esibire la FOTOCOPIA della tua patente e vediamo che ti dicono.....
        • maciste scrive:
          Re: COPIA......

          Il quesito era posto sul concetto di COPIA e
          di SURROGATO.
          Riconfermo l'esempio: prova ad esibire la
          FOTOCOPIA della tua patente e vediamo che ti
          dicono.....Non esiste il concetto di surrogato, ma di semplice "riproduzione" anche parziale, quindi se tu rippi una traccia da un cd e la trasformi in mp3, anche se la riproduzione è parziale e la qualità non è analoga sei comunque nell'illegalità (a meno che la riproduzione non venga da un originale di tua proprietà, in quel caso si tratta di copia personale ed è consentito...) . In conclusione la legge non tiene conto della qualità della copia. Soddisfatto?
          • Anonimo scrive:
            Re: COPIA......
            Certo che lo sono!!! Ora è chiaro quanto la Legge sul diritto d'autore abbia conservato le proprie radici !!! Nata nel 1941 ovvemente è figlia di quel "periodo"
          • maciste scrive:
            Re: COPIA......
            - Scritto da: Anonimo
            Certo che lo sono!!!
            Ora è chiaro quanto la Legge sul
            diritto d'autore abbia conservato le proprie
            radici !!! Nata nel 1941 ovvemente è
            figlia di quel "periodo"Tra l'altro l'elemento che più mi infastidisce è che è vietata anche la riproduzione "parziale"; ad esempio se io con la mia scheda tv catturo una scena di un film, perché magari è particolarmente comica o perché c'è una bella topa sono comunque nell'illegalità, come se fosse dimostrabile che un gesto del genere rappresenti un danno per gli autori...mah.
  • Anonimo scrive:
    INDECENZA !!!
    Come al solito, stanno "rivoltando" la frittata!.Per prima cosa vorrei porre l'accento sugli "emendamenti" della Carlucci: prima "relatore" poi "fustigatore". Dopo la pubblicazione del DL ci siamo tenuti informati e tra i sostenitori piu' accanitidel provvedimento la Carlucci era tra i piu' accesi. Ora con abile piroetta politica vuole apparire la "paladina" del p2p. Di tutto si discute meno che dei "regali" in esso contenuti (che sono la parte più corposa). Loro possono solo "riconsiderare" le briciole......La ventilata tassa sui masterizzatori... la PAGHIAMO GIA'vedi estratto della Legge citata dalla Carlucci.__________________________________________Art. 71-septies.... Detto compenso è costituito, per gli apparecchi esclusivamente destinati alla registrazione analogica o digitale di fonogrammi o videogrammi, da una quota del prezzo pagato dall'acquirente finale al rivenditore___________________________________________Osservo inoltre che la pregiudiziale dei DS verteva su ipotesi di incostituzionalità, quindi mi è oscuro di come una "riduzione" della sanzione possa rendere il DL costituzionalmente accettabile. Non abbiamo abbassato la guadia, anzi...' "astensione" dagli acquisti prosegue, gli abbiamo chiuso i "rubineti".Non crederanno mica che il poplo della rete sia facilmente raggirabile con quattro chacchere in TV!!!
  • maciste scrive:
    Non capisco una cosa...
    Ok, le sanzioni per il download personale sono state eliminate, quindi si può dire che in questo senso il dl Urbani è stato azzerato; ovviamente questo avrà un costo, ossia la solita tassa del 3% sui masterizzatori (ma non si pagava già?); a pensarci bene non è poi una tragedia, se si considera che su ogni cd-r si pagano 23 cents di tassa, pagare un masterizzatore 103? anziché 100 non è il male peggiore; tuttavia ci sono 2 ma: il primo riguarda gli ISP, gli obblighi a loro carico che fine hanno fatto? e soprattutto:"La nuova norma prevede che qualsiasi opera dell'ingegno resa disponibile su internet, anche con sistemi di condivisione (file-sharing), debba recare un avviso relativo l'avvenuto rispetto degli obblighi previsti dalla legge sul diritto d'autore. " Cos'è questo avviso? e soprattutto, chi lo può mettere in base a cosa? Se si trattasse di un file di testo da affiancare al materiale chi lo rilascia? Secondo me questo punto è molto controverso e puzza molto di norma partorita da inesperti del settore, temo che le polemiche non siano ancora finite...==================================Modificato dall'autore il 09/04/2004 7.28.48==================================Modificato dall'autore il 09/04/2004 7.55.40
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco una cosa...
      "Ok, le sanzioni per il download personale sono state eliminate, quindi si può dire che in questo senso il dl Urbani è stato azzerato"Credo che tu debba leggere meglio la proposta della Carlucci...... mi sembrano molto giste le perplessità a riguardo ......
      • maciste scrive:
        Re: Non capisco una cosa...

        Credo che tu debba leggere meglio la
        proposta della Carlucci...... mi sembrano
        molto giste le perplessità a riguardo"La nuova versione del decreto-legge elimina la sanzione amministrativa inizialmente prevista, riconducendo la trasgressione nell'ambito della vigente normativa sul diritto d'autore: la sanzione amministrativa è stata ridotta da 1.500 a 154 euro, che salgono a 1.032 soltanto in caso di recidiva."in sintesi le sanzioni previste da Urbani sono state cancellate e si è ritornati a quelle preesistenti, quindi dov'è che ho letto male?
        • Anonimo scrive:
          Re: Non capisco una cosa...
          - Scritto da: maciste


          Credo che tu debba leggere meglio la

          proposta della Carlucci...... mi
          sembrano

          molto giste le perplessità a
          riguardo

          "La nuova versione del decreto-legge elimina
          la sanzione amministrativa inizialmente
          prevista, riconducendo la trasgressione
          nell'ambito della vigente normativa sul
          diritto d'autore: la sanzione amministrativa
          è stata ridotta da 1.500 a 154 euro,
          che salgono a 1.032 soltanto in caso di
          recidiva."

          in sintesi le sanzioni previste da Urbani
          sono state cancellate e si è
          ritornati a quelle preesistenti, quindi
          dov'è che ho letto male? Non è che hai letto male ma probabilmente hai mal-interpretato;Scusa ma ancora non hai capito che l'unica zona franca è quella del "backup" cioè della propria copia personale di quello che già possiedi in originale?Le sanzioni di 154 ? sono solo una concessione fittizia xchè se ti beccano x loro dimostrare che c'è un fine indiretto (lucro)sarà abbastanza agevole alla luce di questa norma; e allora scatteranno le sanzioni più pesanti cioè quelle previste per la pirateria vera e propria.Inoltre la cosa ancor più fastidiosa che si rende difficile la condivisione della copia di materiale di cui abbiamo i dirittiimponendo questa specie di autocertificazione o bollino blu come molti lo chiamano.Ribadisco che l'unico modo per manifestare il ns. dissenso è mandare a casa questi "buffoni prezzolati" che al posto di favorire la legalizzazione del P2P (imponendo una giusta tassa forfettaria sul file sharing o sul broadband che risolverebbe tutto una volta per sempre) hanno imposto una tassa sui masterizzatori senza concedere alcunchè.Queste normative oltre ad essere la tomba del "Diritto" favoriscono in modo arbitrario e opportunistico soltanto le Lobbies dei media e conseguiranno l'effetto opposto di quello che si prefiggono favorendo la pirateria ufficiale e sviluppando sempre più l'utilizzo di client crittografati difensori della privacy tipo MUTE , dove è pressochè impossibile controllare alcuno.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non capisco una cosa...
          insomma quando si parte dall'alto e poi viene abbassata la sanzione ci sembra un regalo no?beh per te forse 154 euro sono noccioline ma io..e come me anche altri..lavoro per 5,2 euro all'ora..vedi tu quanto dovrei lavorare per pagare una sanzione!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non capisco una cosa...
        non mi risulta che a tutt'oggi le sanzioni per uso personale siano state eliminate
  • Anonimo scrive:
    Domanda Secca
    Sto andando al lavoro ed ho letto ora la notizia.Non mi interessa il politichese, pongo a voi una domanda secca.Viste le dichiarazioni della Carlucci, il mio provider avrà gli obblighi che aveva prima, quindi non dovrà fare la spia.Potrò usare il P2p, sapendo di rischiare quei 154 euro di multa che nessuno mi farà mai?Insomma, posso tornare a sharare file con dc++ o kazaa come una volta senza patemi d'animo?Grazie mille a tutti.Davide
  • TPK scrive:
    Nessuno commenta questo?????
    Il decreto conferma la liceità della cosiddetta "copia privata", ovvero della riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi, effettuata da persona fisica per uso esclusivamente personale, senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali. Pesanti le sanzioni penali, invece, se il fatto è commesso per uso non personale: reclusione da 6 mesi a 3 anni. Se copi un CD ad un amico (non credo sia uso personale, correggetemi se sbaglio) ti becchi minimo 6 mesi!?!?!?!?!?:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|
    • Kremmerz scrive:
      Re: Nessuno commenta questo?????
      uso non personale = lucro :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno commenta questo?????
        - Scritto da: Kremmerz
        uso non personale = lucro :)Hai dimenticato "i fini commerciali diretti od indiretti", senza questi non si può parlare di lucro devono sussistere entrambi i presupposti (lucro e fini commerciali) poichè quest'ultimo serve anche a delimitare il primoCome ho detto già in precedenza nel post Leggete tutti:....."Quello che molti non capiscono è la differenza tra copia personale o privata (era già lecita prima sicchè ci stanno regalando quello che già avevamo ovvero il nulla...) e copia non personale (illegale ed illecita) di ciò di cui non è stato pagato alcun diritto di copyright.Mi sbaglierò ma sembra che così formulato il Decreto lasci poco spazio ad interpretazioni favorevoli, anche perchèse esistesse davvero una zona franca non si spiega il permanere cmq della sanzione da 154 ?.L'unica zona franca è quella del c.d. backup personale cioè la copia privata dei ns. originali; NON la copia ad uso personale di ciò di cui non disponiamo i diritti....Inoltre la sanzione seppur minima è rafforzata dal fatto di estendere la sua operatività non soltanto x fini non direttamente commerciali ma anche x quelli indiretti;Il che vuol dire che il lucro potrebbe essere ravvisato cmq a prescindere....soltanto per il fatto di condividere, con la conseguenza che scatterebbero sanzioni ben più pesanti;Cmq qui la norma è lacunosa xchè ad ogni modo non spiega che cosa s'intenda o quali siano i parametri per una corretta interpretazione del fine indiretto.Il concetto di uso va purtroppo ed invece letto in relazione al diritto da cui ne scaturisce non in modo a sè stante come qualcuno ha inteso...... "
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno commenta questo?????
        diciamo che urbani vede la cosa cosi' a propria convenienza..ma il lucro e' ben altra cosa che non il copiare un cd ad un amico
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno commenta questo?????
      menziona lo scopo di lucro!!!!! se compro un CD e lo presto a 20 persone , sono in regola...........se per prudenza lo copio , perchè nn si sa mai......magari si potrebbe rovinare....... e lo presto ad altre 20 persone sono sempre in regolaNon è chiaro dove finisce la regola e inizia la frode...
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno commenta questo?????
        di regola quel cd copiato che presteresti a quelle 20 persone sarebbe illegale...puoi fare una copia di un tuo cd originale ma non dovresti farlo uscire di casa altrimenti saresti nell'illegalita'Non so se mi sono spiegata
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno commenta questo?????
      La frode inizia quando tu chiedi al tuo amico del denaro per la copia del tuo originale :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno commenta questo?????

        La frode inizia quando tu chiedi al tuo amico del denaro per la copia del tuo originale giustissimo..se invece il cd è solo prestato subentra la violazione dei diritti di autore perche' prestando quel cd al tuo amico esclude un suo potenziale acquisto appunto di quel cdinsomma è tutto un concatenarsi di cose pauroso!!
  • Anonimo scrive:
    lol
    bho forse sarò pazzo io ma io farei così...1) se ho una morosa che compra cd originali .... la mollo2) se ho una morosa che vuole andare al cinema.... la mollo3) se vuole andare ad un concerto... la mollo4) se ho una morosa che compra o prende a noleggio un dvd ... la mollo5) se ho una morosa che viene in casa mia con un divx....la transtullo per benino e poi ci guardiamo il divx6) se compra un dvd dal maroca ... le dico: "hai fatto bene" a meno che non sia iper-figa ^_^LOL
  • Anonimo scrive:
    Chetatevi: è tutto come prima
    Le sanzioni sono uguali a quelle prima del decreto Urbani, d'altraparte se non si adotta un pagamento alternativo dei diritti d'autore (tipo tassa sul file sharing) le sanzioni amministrative non saranno MAI eliminate, e, devo aggiungere, non sarebbe nemmeno giusto. Io contesto il fatto che si voglia mettere il bavaglio al P2P, non che lo si voglia in qualche modo legalizzare. Insomma, non so cosa vi aspettavate, ma se volete che il P2P venga legalizzato dovrete pagare. Ci conviene fare pressioni sui nostri governanti affinchè prendano in considerazione questa possibilità. Certo, ai discografici non piacerà e non basterà minimamente, loro già carezzavano il pensiero di rifilarci un album senza CD e senza copertina a 16 euro ma di fronte all'eventualità di non vedere nemmeno una lira bucata per via del MUTE ed epigoni forse cambieranno idea.Bisogna riproporre l'idea della tassa come fatto dall'EFF. Per il resto ora tutto torna ad essere come prima, quindi chetatevi e tornate a scaricare in pace.Alberto Scala
    • Kremmerz scrive:
      Re: Chetatevi: è tutto come prima
      Infatti si torna a parlare di sanzioni amministrative...oltretutto ammorbidite....quindi niente perquisizione e dunque non si capisce come possano in ogni caso contestare qualcosa...va beh, aspettiamo il testo definitivo...P.S. Davvero avevi smesso di scaricare?:p
      • Anonimo scrive:
        Re: Chetatevi: è tutto come prima
        io mi domando solo una cosa............... milioni di persone scaricano........ usano ogni sorta di sw "adatto" alle proprie esigenze. Mettiamo anche che qualcuno si metta di impegno a dare la caccia a chiunque condivida 1 file..... finiscono di multare gente alle soglie del 3000?!?!
        • Anonimo scrive:
          Re: Chetatevi: è tutto come prima
          ragazzi queste tasse di supplemento sulle connessioni o utilizzo di sw di sharing (p2p) non servono,già paghiamo assai care connessioni internet, cd-r dvd (supporti vergini) e in + volete che dobbiamo pagare un supplemento sull'utilizzo si sw p2p?io NON ci sto!!!...:@e credo che il mio pensiero sia in testa alla maggior parte degli utenti italiani e anke mondiali.ciao da andrea (milano)
          • Anonimo scrive:
            Re: Chetatevi: è tutto come prima
            - Scritto da: Anonimo
            ragazzi queste tasse di supplemento sulle
            connessioni o utilizzo di sw di sharing
            (p2p) non servono,
            già paghiamo assai care connessioni
            internet, cd-r dvd (supporti vergini) e in +
            volete che dobbiamo pagare un supplemento
            sull'utilizzo si sw p2p?
            io NON ci sto!!!...:@nemmeno io , ero favorevole a multe salate e carcere per i pirati, non voglio un'ulteriore tassa !
          • Anonimo scrive:
            Re: Il lato oscuro del decreto
            quello che dico è solo un opinione su come la penso io anche in base a quello che ho letto quji nel forum e altroveabbiamo un decreto su una legge che gia' esisteva..se non ricordo male meno di un anno fa ci furono aumenti su masterizzatori cd vergini ecc perche' a sentire loro costando queste cose un po' di piu' sarebbe stato un buon limite sopratutto per chi frequntava il p2pè evidente che non c'è stato il riscontro che pensavano...la gente ha comprato lo stesso quella merce anche se costava un po' di piu'ma è anche evidente che non possono aggiungere una tassa a queste cose senza una ragione precisaquindi a questo punto ecco l'idea di un decreto..un decreto fasullo e inutile con sanzioni paurosamente alte..passno pochi giorni e le sanzioni cominciano a calare ma al contempo si vocifera su tasse extra o sui pèrodotti o sui download...un vociferare che si fa sentire sempre piu' fino a portare l'utente ad essere addirittura contento di queste tasse extra...vuoi mettere una tassa extra al confronto di 1500 euro? una bazzeccola...che importa se pagheremo un masterizzatore 10 euro in piu' o un cd vergine a 2 euro anziche' a 1? siamo contenti perche' abbiamo evitato di rischiare 1500 euro di sanzione...infatti i primi giorni che si accennava al pagare una tassa extra eravate tutti inorriditi..oggi siete gia' piu' malleabili e la vedete come u ottima alternativa....forse di questo cambiamento nemmeno ve ne state accorgendo...e sono contenti anche urbani e company perche' con la scusa del decreto spauracchio riusciranno a far salire le tasse senza dover dare giustificazione alcuna..e avranno ottenuto il loro scopoquesto decreto sta servendo solo a questo..a pagare piu' tasse,,serve solo a fare un sottile gioco di persuasione per l'utente..molto simile al lavaggio del cervellose non ve ne ricordate vi rammento che sui prodotti in generale solo di IVA si paga gia' una signora tassa del 20%..o ve ne state scordando?? dove vogliamo arrivare..a pagare una tassa di pari valore al costo del prodotto???cioè tassa al 100%??? credo proprio sia a questo quello a cui i nostri signori governatori vogliono arrivare e ci stanno arrivando..questione di tempo ma nemmeno moltook e' solo la mia opinione sicuramente non condivisa da molti, forse da nessuno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chetatevi: è tutto come prima
            sicuramente nessuno di noi ci sta ma purtroppo non credo che il non starci interessi al signor urbani che fara' in ogni caso cio' che gli pare facendo collimare il tutto con i suoi interessi personaliInteressi molto evidenti no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Chetatevi: è tutto come prima
        Tra tutto questo burocratese, qualcuno sa con certezza quando sarà possibile tornare a scaricare per uso privato? Si può già ora che è stato modificato o bisogna aspettare che diventi legge?grazie
        • Anonimo scrive:
          Re: Chetatevi: è tutto come prima
          - Scritto da: Anonimo
          Tra tutto questo burocratese, qualcuno sa
          con certezza quando sarà possibile
          tornare a scaricare per uso privato?puoi scaricare da ora purche' il materiale non sia illegale cioe' protetto dal diritto d'autore, se ti aspetti che qualcuno legalizzi questo sei fuori ;D Si
          può già ora che è stato
          modificato o bisogna aspettare che diventi
          legge?ora come ora se scarichi film divx devi pagare 1500E, dopo le modifiche se scarichi mp3,film e altro rischi multe simboliche la prima volta e poi sempre piu' alte

          grazie
          • Anonimo scrive:
            Re: Chetatevi: è tutto come prima
            Quindi scarica tutto tranne film finchè non viene approvata la legge e poi scarica tutto il possibile finchè non ti beccano. :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Chetatevi: è tutto come prima
            guarda che non sono solo i film che non si possono scaricare!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Chetatevi: è tutto come prima
          Mute (no?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Chetatevi: è tutto come prima
      quindi..oltrre alle tasse che gia' si pagano su materizzatori cd e cose varie ci aggiungiamo annche una tassa per scaricare dai p2p.ma quante tasse stanno per propinarci????
  • Anonimo scrive:
    mah....
    questo decreto va contro le Direttive Europee che hanno appena erogato in Parlamento Europeo....avevano stabilito che chi scarica per uso personale e anche chi condivide .... non commette un reato...significa a CASA MIA che non sono previste nè sanzioni nè multe.... se poi anche i senatori sono anche ignoranti in materia... non sò che cazzo farci io....infatti si vede chi razza di personaggi abbiamo in parlamento oggi...vedi Carlucci....fate un pò voi......
    • Anonimo scrive:
      Re: mah....
      Aridaje !Le sanzioni contro l'uso personale puniscono un illecito civile, non un reato.Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: mah....
      Forse perchè il testo Europeo è scritto in Inglese e i due forzisti non hanno la cultura necessaria per fare una corretta traduzione
    • Anonimo scrive:
      Re: mah....
      a quanto pare urbani se ne fotte altamente delle direttive europee mi sembra evidente
  • Anonimo scrive:
    NUOVO INVESTIMENTO
    Ragazzi, adesso l'investimento per il futuro è il supporto vergine, ancora privo di tasse. Altrochè il mattone o il libretto di risparmi. Domani mi compro 100.000 euro in cd e aspetto che me li tassino, poi li rivendi e con il guadagno (un umilisimo 3%) ci compriamo una bella barchetta per andare a guardare da vicino i nostri politivi quando si fanno le vacanze nel porto di Montecarlo. Che fessi che sono, si volevano sbarazzare di noi...
    • Anonimo scrive:
      Re: NUOVO INVESTIMENTO
      Guarda che i supporti vergini sono GIA' tassati... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: NUOVO INVESTIMENTO
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che i supporti vergini sono GIA'
        tassati... :DNon disperare.... tasseranno il buco !!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: NUOVO INVESTIMENTO
          avete dimenticato l'aria che c'è dentro il buco.
        • Anonimo scrive:
          Re: NUOVO INVESTIMENTO
          ma e' gia' tassato il buco..dimentichi chla tassa sula carta igienica??????minimo minimo per il buco paghi sicuro il 20% gia' di tassa hehehe
      • Anonimo scrive:
        Re: NUOVO INVESTIMENTO
        lascia perdere mi sa che quello vive nelle nuvole se ancora pensa non ci siano prodotti tassati
    • Anonimo scrive:
      Re: NUOVO INVESTIMENTO
      dove lo hai letto che i cd vergini sono privi di tasse?e l'IVA del 20% la paga tuo nonno o non la consideri una tassa????
  • Anonimo scrive:
    Pianeta Italia
    • Anonimo scrive:
      parliamone seriamente
      Ok, cerchiamo per quanto possibile di trattare l'argomento in modo serio. Io condivido solo MP3 relativamente rari e qualche filmetto amatoriale (roba dei Prophilax oppure stronzate girate con i miei amici). Come posso "etichettarli" ? Comprimere ogni file in un archivio *.zip con, all'interno, o nel commento, l'avviso ? Oppure, per gli MP3, infilarlo nel Tag V2 ?Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: parliamone seriamente
        - Scritto da: Anonimo
        Ok, cerchiamo per quanto possibile di
        trattare l'argomento in modo serio. Io
        condivido solo MP3 relativamente rari e
        qualche filmetto amatoriale (roba dei
        Prophilax oppure stronzate girate con i miei
        amici). Come posso "etichettarli" ?
        Comprimere ogni file in un archivio *.zip
        con, all'interno, o nel commento, l'avviso ?
        Oppure, per gli MP3, infilarlo nel Tag V2 ?Dico.. non penserai seriamente di etichettare i film e la musica sulla base del decreto ???Fregatene, come se ne fregheranno i milioni di sharers italiani... questa legge è lontana anni luce dalla realta delle piattaforme P2P.
  • Anonimo scrive:
    Analisi di questo decreto assurdo....
    Facciamo un attimo il punto della situazione...Vengono tolte le sanzioni di 1500 euro per ridurle a 150 euro sulla base delle normative esistenti.I sequestri del pc e la pubblicazione sui giornali se ho capito bene sono state abolite... e fin qui tutto ok.Non si capisce se i provider dovranno ancora essere costretti a fare da sceriffi della rete oppure no... ma questi incompetenti che abbiamo al governo credono davvero che una azienda privata come telecom abbia il tempo e il personale da dedicare specificatamente a questo controllo ??? Si rendono conto che fare questi controlli è un enorme onere per i provider ??.... e resta poi da vedere se dal punto di vista tecnico è una cosa fattibile. E il diritto alla privacy che fine fa ???E ora ci tocca pagare anche una tassa in + sui masterizzatori.... e meno male che questo governo le tasse doveva ridurle.... a me sembra che stia facendo l'esatto contrario!Insomma secondo me siamo di fronte all'ennesima legge arruffata e mal concepita destinata a creare soltanto confusione e incertezza.... creata soltanto per tutelare gli interessi delle lobby (in primis del cinema)... e Urbani ne sa qualcosa.... vedi Report su Rai3 di qualche giorno fa!In uno stato che è governato da persone che della parola libertà hanno fatto il loro cavallo di battaglia mi sembra che siamo proprio arrivati al capolinea.
    • gatsu99 scrive:
      Re: Analisi di questo decreto assurdo...
      e dove sta la novità in quello che dici ?il Premier è Berlusconi no ?che ti aspettavi ??????passate le promesse elettorali si comporta come ogni altropolitico (Carlucci anche se io preferisco chiamarla Bertuccia)ruba e si arrichisce !!!!la volete capire che il voto ormai è una formalità !!!!!!!???cambiano i quli ma le intenzioni sono sempre quelle !!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Analisi di questo decreto assurdo...
        il problema dell'italia è che voti e rivoti ma alla fine sono sempre gli stessi vecchi rinc... che girano...abbiamo uno stato troppo vecchio e i vecchi sono pericolosi perche' hanno la bocca troppo grande!il berlusca si sta solo riempedo le tasche un bel po' di piu' di quello che fceva prima di essere al governola bertuccia come la chiami tu, non saprei, la conosco sotto un altro aspetto e non quello politico ma e' normale che faccia gli affari del capo vascello no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Analisi di questo decreto assurdo...
      ti sbagli la _confisca_ dei computer e` stata toltama il sequestro e` pura routine( quando vengono a casa x trovarti i divx ti portano via tutto dato che in un hard disk da 100 giga e in 500 cdrom puo` esserci di tutto e non si possono accampare in casa tua x esaminare ogni file )trattandosi di materiale informatico ti tolgono la capacita` di lavorare normalmente ergo la roba te la devi ricomprare il giorno dopo a meno di restare 6 mesi e anche di piu` senza computer, e questo alla fin fine e` equivalente ad una confisca
      • Anonimo scrive:
        Re: Analisi di questo decreto assurdo...
        - Scritto da: Anonimo
        ti sbagli la _confisca_ dei computer e`
        stata tolta

        ma il sequestro e` pura routine
        ( quando vengono a casa x trovarti i divx ti
        portano via tutto dato che in un hard disk
        da 100 giga e in 500 cdrom puo` esserci di
        tutto e non si possono accampare in casa tua
        x esaminare ogni file )

        trattandosi di materiale informatico ti
        tolgono la capacita` di lavorare normalmente
        ergo la roba te la devi ricomprare il giorno
        dopo a meno di restare 6 mesi e anche di
        piu` senza computer, e questo alla fin fine
        e` equivalente ad una confiscaLa perquisizione domiciliare puo' avvenire solo per un sospetto (fondato) di reato penale....quindi in questo caso non avverra' mai e con questo il sequestro...praticamente...si paga la multa e basta
        • Anonimo scrive:
          Re: Analisi di questo decreto assurdo...

          La perquisizione domiciliare puo' avvenire
          solo per un sospetto (fondato) di reato
          penale....quindi in questo caso non avverra'
          mai e con questo il
          sequestro...praticamente...si paga la multa
          e bastami sembra pochino.. speriamo prevedano almeno il carcere per i pirati recidivi altrimenti cambiera' ben poco intendo: Result of search "photoshop" 493 results...DonkeyAdobe.Creative.Suite-SoSISO_Indesign-Golive-Photoshop-Illustrator.CS-Acrobat.6-Version.Cue_Crack.Photoshop.Activation.rar 2.21G13C0147FAE61F7A14E5D983B867B41460(length) (codec) (bitrate) DonkeyAdobe.PhotoShop.v8.0.ISO Adobe Photoshop v8.0.iso 1.73G5DE41D52A92A59D7F411EE49517203F09(length) (codec) (bitrate) DonkeyAdobe Creative Suite Final Full (Photoshop Cs Illustrator Cs Acrobat 6 Pro Golive Cs Indesign Cs) Crack.rar Adobe Creative Suite French final FULL (photoshop CS Illustrator CS Acrobat 6 pro Golive CS Indesign CS) + crack.rar 1.26G4700E30A6449E630527D3070223F64827(length) (codec) (bitrate) DonkeyAdobe Creative Suite Final Full (Photoshop Cs Illustrator Cs Acrobat 6 Pro Golive Cs Indesign Cs) Crack.rar 1.26G3B4A6CC2BABB5BFA826B9D7E6B20370ED(length) (codec) (bitrate) DonkeyAdobe Creative Suite Premium CS Francais (Version Cue-GoLive-Illustrator-Indesign-Photoshop-Acrobat Pro et serial) --- @JFS@.zip 1.24G19819CA456C6DA389AF7148FEA3A9511E(length) (codec) (bitrate) (0) DonkeyAdobe.Creative.Suite-SoSISO_Indesign-Golive-Photoshop-Illustrator.CS-Acrobat.6-Version.Cue_Crack.Photoshop.Activation.rar Adobe.Creative.Suite-SoSISO_Indesign-Golive-Photoshop-Illustrator.CS-Acrobat.6-Version.Cue_Crack.Photoshop.Activation.rar Adobe.Creative.Suite-Sosiso.Indesign.Cs-Golive.Cs-Acrobat.6-Version.Cue-Photoshop.Cs-Imageready.Cs-Illustrator.Cs.Including.iso Adobe.Creative.Suite-SoSISO_Indesign.CS-Golive.CS-Acrobat.6-Version.Cue-Photoshop.CS-Imageready.CS-Illustrator.CS_including.crack.for.zip Adobe.Creative.Suite-SoSISO_Indesign.CS-Golive.CS-Acrobat.6-Version.Cue-Photoshop.CS-Imageready.CS-Illustrator.CS_including.crack.for.zip Adobe Creative Suite-Sosiso Indesign-Golive-Photoshop-Illustrator Cs-Acrobat 6-Version Cue Crack Photoshop Activation.rar 1.14G48DBE14B0E26DF6F205A7F495B80C404CDonkeyadobe.photoshop.7.interaktive.schulung.fortgeschrittene.techniken.(shared.by.cdrw74).cd1+2.zip 1.09G1C1025EFC60714E1BBD7177D776FE2DC2(length) (codec) (bitrate) DonkeyAdobe Photoshop Cs v8.0 Multilanguage By Mom.rar Adobe.Photoshop.CS.v8.0_Multilanguage_by_mom.rar 1013.2M91F02325902937E919FDA5678A691F8FB(length) (codec) (bitrate) DonkeyAdobe Creative Suite French Final Full (Photoshop Cs Illustrator Cs Acrobat 6 Pro Golive Cs Indesign Cs) Crack.rar 1002.1M2307B495841C232648AACED0B3C219217DonkeyAdobe Creative Suite French final FULL (photoshop CS Illustrator CS Acrobat 6 pro Golive CS Indesign CS) + crack.rar 992.8M17FA477B3CC1309905AA8C648F348C452(length) (codec) (bitrate) (0) DonkeyAdobe.PhotoShop.v8.0.ISO Adobe Photoshop v8.0.iso Adobe Photoshop v8.0.iso Adobe.PhotoShop.v8 0.iso 897.2M4B34C101C90B6DEDB4071094CB1B9F2D3(length) (codec) (bitrate) DonkeyAdobe PhotoShop v [8.0] [VeryCD com].iso Adobe PhotoShop v [8.0] [VeryCD com].iso Adobe.PhotoShop.v7 0.iso (...)continua
  • Anonimo scrive:
    Sanzioni + tasse = delirio
    Come da titolo....attendendo di vedere il testo del decreto "modificato",temo una "rivolta popolare" per le dichiarazioni/interviste che vengono alla luce...saluti e buone feste
    • Anonimo scrive:
      Re: Sanzioni + tasse = delirio
      - Scritto da: Anonimo
      Come da titolo....
      attendendo di vedere il testo del decreto
      "modificato",
      temo una "rivolta popolare" per le
      dichiarazioni/interviste che vengono alla
      luce...

      saluti e buone festeBeh,niente di nuovo: le sanzioni sono le stesse di prima del DL e le tasse assurde c'erano anche prima.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sanzioni + tasse = delirio
      ci sarà un plebiscito contro evidentemente non glie ne importa nulla, amen.
  • Anonimo scrive:
    Per me non cambia nulla
    Io continuerò a scaricare come ho sempre fatto e a condividere. Era reato prima e lo è adesso, non è cambiato niente 8)
  • Anonimo scrive:
    PIRATERIA
    Da me funziona così: in stazione, in centro, in sui viali, orde di marocchini con cd e dvd in mano. Sopra scritto Fac simile. Passa qualcuno e con 5 euro si porta a casa il nuovo cd che ti vendono a 23 euro in negozio.. a parte questi 18 euro di differenza, che chissà perchè ci sono e chissà perchè tutti ci guadagnano alla fine... perchè ci sono così tanti neri con dei cd taroccati in mano? alla sera si attaccano al pc e scaricano con winmx i files e con cdcover le copertine? maddai..........Se io pago 150 euro di multa, a lor ocosa devon fare, cavare i maroni in piazza?I problemi sono altri, e nessuno ne parla, nè striscia la notizia, nè le iene, nè il tg3 o quan'altro. Sono tutti immanicati, sono tutti corrotti e con la coda di paglia
    • aenigma scrive:
      Re: PIRATERIA
      Il marocchino preso in strada a vendere CD non fa notizia... il ragazzino che a casa viene beccato a scaricare invece fa notizia...Ecco una delle differenze...
    • Anonimo scrive:
      Re: PIRATERIA
      - Scritto da: Anonimo
      Da me funziona così: in stazione, in
      centro, in sui viali, orde di marocchini con
      cd e dvd in mano. Sopra scritto Fac simile.
      Passa qualcuno e con 5 euro si porta a casa
      il nuovo cd che ti vendono a 23 euro in
      negozio.. a parte questi 18 euro di
      differenza, che chissà perchè
      ci sono e chissà perchè tutti
      ci guadagnano alla fine... perchè ci
      sono così tanti neri con dei cd
      taroccati in mano? alla sera si attaccano al
      pc e scaricano con winmx i files e con
      cdcover le copertine? maddai..........
      Se io pago 150 euro di multa, a lor ocosa
      devon fare, cavare i maroni in piazza?
      I problemi sono altri, e nessuno ne parla,
      nè striscia la notizia, nè le
      iene, nè il tg3 o quan'altro. Sono
      tutti immanicati, sono tutti corrotti e con
      la coda di pagliaInfatti non ne parlano perchè sono tutti collusi....Il popolo è vittima di uno schifo trasversale che vede un buon 90% di persone di tutti i settori collegati frodare sistematicamente il cittadino.Non per nulla in questo paese di "furbi" i prezzi con l'euro sono raddoppiati... Poi si blatera che sia colpa del governo, NO, la colpa è della disonestà diffusa a tutti i livelli, dal più povero al più ricco... Ed è dura sradicare una cultura così marcia dalla società...
      • Anonimo scrive:
        Re: PIRATERIA
        - Scritto da: Anonimo
        Infatti non ne parlano perchè sono
        tutti collusi....ma per piacere....
        Il popolo è vittima di uno schifo
        trasversale che vede un buon 90% di persone
        di tutti i settori collegati frodare
        sistematicamente il cittadino.madonna, questo ora parte con le visioni mistiche.
        Non per nulla in questo paese di "furbi" i
        prezzi con l'euro sono raddoppiati... ... a conferma che ci sono furbi e fessi, infatti.
        Poi si
        blatera che sia colpa del governo, NO,perche' no? La colpa *E'* del governo!E chi l'avrebbe fatta questa legge?E le poche voci contrarie da che parte politica si sono levate ? I DS hanno presentato pregiudiziale di incostituzionalita', verdi hanno fatto interrogazioni parlamentari, altri hanno gia' fatto denuncia a bruxelles, mentre la maggioranza e' stata compatta nel sostenere lo SCHIFO di URBANI.
        Ed è
        dura sradicare una cultura così
        marcia dalla società... basta mandarli a casa alle europee. Se la destra perde, ci sara' un terremoto che trascinera' anche questo governo di pataccari!
        • Anonimo scrive:
          Re: PIRATERIA
          - Scritto da: Anonimo

          perche' no? La colpa *E'* del governo!

          E chi l'avrebbe fatta questa legge?

          E le poche voci contrarie da che parte
          politica si sono levate ? I DS hanno
          presentato pregiudiziale di
          incostituzionalita', verdi hanno fatto
          interrogazioni parlamentari, altri hanno
          gia' fatto denuncia a bruxelles, mentre la
          maggioranza e' stata compatta nel sostenere
          lo SCHIFO di URBANI.L'opposizione ha fatto finta di opporsi, sono tutti in pieno accordo quando si tratta di fregare i soldi del popolo....Altrimenti l'opposizione avrebbe obbligato tutti i vari registi che producono pessimi film e sono di sinistra a rinunciare ai finanziamenti statali se avessero voluto davvero dare il grande esempio che tu ti illudi che vogliano dare.... guarda casò però hanno sbraitato ma neppure più di tanto e sono sicuro che hanno paura che se Urbani affonda anche i finanziamenti per i vari registi di sinistra affondano.... ! Per questo non hanno tirato fuori loro per primi la verità sui finanziamenti all'amante di Urbani... , semplicemente perchè gli fa comodo che resti tutto così com'è , perchè anche loro quando sono al potere finanziano amanti ed amici... cosa credi?

          Ed è

          dura sradicare una cultura così

          marcia dalla società...

          basta mandarli a casa alle europee. Se la
          destra perde, ci sara' un terremoto che
          trascinera' anche questo governo di
          pataccari!Eh, e poi tornano su i pataccari che c'erano prima, che sicuramente di tasse ce ne metteranno due anzichè una ...!
          • Anonimo scrive:
            Re: PIRATERIA
            E allora cosa fai tieni su Berlusconi perchè il resto fa schifo?Ma vi rendete conti di chi abbiamo come presidente del consiglio...? Vi rendete conto che siamo in iraq a fare la guerra per vassallagio con gli americani e difendere gli interessi dell'ENI? E voi vi preoccupate del p2p, è il probelma minore che abbiamo...
          • Anonimo scrive:
            Re: PIRATERIA
            Cui Prodest?MEDUSA.... TITANIA... ecc. ecc. ecc.http://213.215.144.81/public_html/4000-4999/articolo_4006.html[cut]4 - Berlusconi vende a Berlusconi. Continua la compra vendita nella famiglia Berlusconi. Marina Berlusconi, presidente Medusa, ha venduto la casa di produzione e distribuzione cinematografica a Mediaset di cui e' vice presidente Piersilvio. Insomma la solita vendita tra fratelli tanto rimane sempre tutto di proprieta' di Silvio Imperator[cut]http://www.italianiestero.antoniodipietro.it/sezioni/editoriali/editoriali.php?editid=60[cut]Ricordate il ministro dei Beni culturali Urbani? Quello che litigava con Sgarbi?Ha una compagna attrice: Ida Di Benedetto.Negli ultimi tempi è tornatta in Tv, gira film come regista e ha creato una società, la Titania Produzioni, che la vede in veste di produttrice assieme alla figlia Stefania Bifano. Da quando Urbani si è insediato al Ministero la Di Benedetto ha preso parte come consulente artistica della Titania, o come attrice, a sei films tutti finanziati dallo stato per complessivi otto milioni e 811 mila euro![cut]
          • Anonimo scrive:
            Re: PIRATERIA
            ma certo che sappiamo chi e' il berluscae' un imprenditore italiano che ha fatto promesse su promesse (false, tanto che giuda impallidirebbe) per prendere la seggiolina al governo in modo da poter così approvare leggi a proprio comodo e tornaconto..scusa non lo sapevi????e chi lo smuove piu' da dov'è!
          • Anonimo scrive:
            Re: PIRATERIA
            scusa se te lo dico ma stai disprezzando il cinema italiano defindo "pessimi" i film che fanno, sei ottuso eccostai trascurando che sono film altamente culturali?prendi ad esempio il film FALLO di brass...vuoi mettere che portatore di cultura e' un film come questo???? Vale la pene..ops scusa..la pena che lo stato sovvenzioni per creare questi film no??? altrimenti restiamo tutti gnurant!hihihihihi
        • Anonimo scrive:
          Re: PIRATERIA
          si si tutti compattia fare cosa????????????????
  • Anonimo scrive:
    Urbani vince su tutta la linea
    Come volevasi dimostrare Urbani ha vinto :o le sanzioni nn verranno tolte ma attenuate (bontà sua) a prezzo naturalmente di una piccola (sic !) tassa sui masterizzatori :("La relatrice si è quindi fatta promotrice di un rapido ma ampio giro di consultazioni, ed ha elaborato una serie di emendamenti che sono stati apprezzati anche dall'opposizione: dal sen. Cortiana (Verdi) agli onn. Grignaffini e Chiaromonte (Ds) a on. Colasio (Margherita). Il "popolo della rete" vede confermata la sua libertà, ma viene imposto il rispetto di regole essenziali per lo sviluppo delle industrie creative nazionali"Ecco un capolavoro di presa x il c..o :@:@:@e ancora:"La nuova versione del decreto-legge elimina la sanzione amministrativa inizialmente prevista, riconducendo la trasgressione nell'ambito della vigente normativa sul diritto d'autore: la sanzione amministrativa è stata ridotta da 1.500 a 154 euro, che salgono a 1.032 soltanto in caso di recidiva."Questa poi mi sembra un'autocontraddizione :oELIMINARE e RIDURRE NON sono SINONIMI :@:@:@Risultato: Urbani 10 popolo della rete 0Viva L'Italia :(:(:(:(
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani vince su tutta la linea
      hai ragione al 100% e P.I. sta dalla loro...
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani vince su tutta la linea
        - Scritto da: Anonimo
        hai ragione al 100% e P.I. sta dalla loro...Ma pensate che condividere senza pagare una lira agli autori sia una cosa "difendibile" ?Viviamo in una società capitalistica dove esiste ancora il diritto di proprietà privata.
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani vince su tutta la linea
          Difendibile, no ...... diciamo "tollerabile" !Saluti,Piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani vince su tutta la linea

          - Scritto da: Anonimo
          Ma pensate che condividere senza pagare una
          lira agli autori sia una cosa "difendibile"
          ?No, ma qui si contesta il fatto che i soldi vadano ai PRODUTTORI e alla corporazione di turno che vuole mantenere un tipo di business incompatibile col progresso tecnologico. Vogliono farci credere che l'"arte" ha bisogno di loro, ma non e' assolutamente vero.Tu NON paghi direttamente gli autori, questo sia ben chiaro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani vince su tutta la linea
          eggia' pero' guarda caso i capitalisti sono sempre gli altri e mai noi hahahahhaha
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani vince su tutta la linea
        senti io ho scritto decine di post per protestare contro il decreto..però nn possiamo pensare che possono legalizzare il file sharing.così è come prima :tollerato ma nn autorizzato.Ma se nn si fa la caccia all'uomo e tu scarichi quel pochino che ti piace sentire o vedere,nn credo che ci siano problemi di sorta.lo so che hanno messo la tassa sui masterizzatori,ma nn ti inquieta che la benzina che acquistano risparmiando il 30% in + di prima perchè l'euro è aumentato,la vendano così cara circa euro 1,200 cent.
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani vince su tutta la linea
          nessuno è contento degli euro 1,2 che costa la benzinaci sono altre alternative? non mi pare
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani vince su tutta la linea
      Praticamente solo il Milan, ha perso ieri?
  • Anonimo scrive:
    Re: ma fino a ieri?
    Ma dove vivi?Non leggere solo i titoli!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma fino a ieri?
      guarda che ha ragione, nell'articolo di ieri non si parlava di multe...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma fino a ieri?
        - Scritto da: Anonimo
        guarda che ha ragione, nell'articolo di ieri
        non si parlava di multe...L'articolo di ieri diceva che sarebbero state eliminate le sanzioni PREVISTE nel decreto, non nella legge del diritto d'autore, sanzioni che sono e resteranno in vigore (154 ter)
        • Anonimo scrive:
          Re: ma fino a ieri?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          guarda che ha ragione, nell'articolo di
          ieri

          non si parlava di multe...


          L'articolo di ieri diceva che sarebbero
          state eliminate le sanzioni PREVISTE nel
          decreto, non nella legge del diritto
          d'autore, sanzioni che sono e resteranno in
          vigore (154 ter)Non resteranno in vigore: lì si dice di sostituire la sanzione di 1500 euro per i film con una di 154 euro(1032 se recidivi)per qualsiasi file coperto da copyright.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            - Scritto da: Anonimo



            Non resteranno in vigore: lì si dice
            di sostituire la sanzione di 1500 euro per i
            film con una di 154 euro(1032 se
            recidivi)per qualsiasi file coperto da
            copyright.Ma quelle sono le sanzioni che sono previste nella legge del diritto d'autore art 154 ter .Non si sostituisce nulla, restano in vigore le sanzioni in vigore prima del decreto Urbani e che attualmente regolano i file musicali.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo







            Non resteranno in vigore: lì si
            dice

            di sostituire la sanzione di 1500 euro
            per i

            film con una di 154 euro(1032 se

            recidivi)per qualsiasi file coperto da

            copyright.

            Ma quelle sono le sanzioni che sono previste
            nella legge del diritto d'autore art 154 ter
            .
            Non si sostituisce nulla, restano in vigore
            le sanzioni in vigore prima del decreto
            Urbani e che attualmente regolano i file
            musicali.
            No,sono simili ma non uguali: quelle che dici tu vanno da 154 euro a 1032,ma non prevedono recidività(e quindi possono farti direttamente 1032 euro di multa).Poi bisognerebbe mettere tutto in termini ipotetici,visto che ogni giorno ne sparano una nuova.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            - Scritto da: Anonimo



            No,sono simili ma non uguali: quelle che
            dici tu vanno da 154 euro a 1032,ma non
            prevedono recidività(e quindi possono
            farti direttamente 1032 euro di multa).
            Poi bisognerebbe mettere tutto in termini
            ipotetici,visto che ogni giorno ne sparano
            una nuova.Sembri San Tommaso Eccoti il comma finale del 154-ter :"In caso di recidiva o di fatto grave per la quantità delle violazioni o delle copie acquistate o noleggiate, la sanzione amministrativa è aumentata sino a 1032 euro con applicazione della confisca degli strumenti e del materiale nonché della pubblicazione del provvedimento su due o più giornali quotidiani a diffusione nazionale o su uno o più periodici specializzati nel settore dello spettacolo; se si tratta di attività imprenditoriale, è prevista la revoca della concessione o dell'autorizzazione di diffusione radiotelevisiva o dell'autorizzazione per l'esercizio dell'attività produttiva o commerciale."Se vuoi ti allego anche il primo comma con la sanzione base di 154 euro......
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo







            No,sono simili ma non uguali: quelle che

            dici tu vanno da 154 euro a 1032,ma non

            prevedono recidività(e quindi
            possono

            farti direttamente 1032 euro di multa).

            Poi bisognerebbe mettere tutto in
            termini

            ipotetici,visto che ogni giorno ne
            sparano

            una nuova.

            Sembri San Tommaso

            Eccoti il comma finale del 154-ter :
            "In caso di recidiva o di fatto grave per la
            quantità delle violazioni o delle
            copie acquistate o noleggiate, la sanzione
            amministrativa è aumentata sino a
            1032 euro con applicazione della confisca
            degli strumenti e del materiale
            nonché della pubblicazione del
            provvedimento su due o più giornali
            quotidiani a diffusione nazionale o su uno o
            più periodici specializzati nel
            settore dello spettacolo; se si tratta di
            attività imprenditoriale, è
            prevista la revoca della concessione o
            dell'autorizzazione di diffusione
            radiotelevisiva o dell'autorizzazione per
            l'esercizio dell'attività produttiva
            o commerciale."


            Se vuoi ti allego anche il primo comma con
            la sanzione base di 154 euro......
            Ho sbagliato,mi ricordavo male.Grazie per la puntualizzazione.Quindi tutto questo can can per non avere fatto assolutamente niente,complimenti vivissimi.Sempre più convinto che sia stato tutto strumentale al "facciamo bella figura facendo vedere che siamo contro il p2p e intanto introduciamo nuove tasse".
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            - Scritto da: Anonimo



            Ho sbagliato,mi ricordavo male.
            Grazie per la puntualizzazione.
            Quindi tutto questo can can per non avere
            fatto assolutamente niente,complimenti
            vivissimi.
            Sempre più convinto che sia stato
            tutto strumentale al "facciamo bella figura
            facendo vedere che siamo contro il p2p e
            intanto introduciamo nuove tasse".Se, come è molto probabile, non ci sarà nulla di nuovo neppure nella normativa riguardante i provider, saremmo esattamente nella stessa identica situazione di prima.Prova a pensarci, mesi di tempo persi e svalangate di soldi spesi (tempo, audizioni, etc etc), per cosa ?Una nuova tassa per le major e un bollino blu
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo







            Ho sbagliato,mi ricordavo male.

            Grazie per la puntualizzazione.

            Quindi tutto questo can can per non
            avere

            fatto assolutamente niente,complimenti

            vivissimi.

            Sempre più convinto che sia stato

            tutto strumentale al "facciamo bella
            figura

            facendo vedere che siamo contro il p2p e

            intanto introduciamo nuove tasse".

            Se, come è molto probabile, non ci
            sarà nulla di nuovo neppure nella
            normativa riguardante i provider, saremmo
            esattamente nella stessa identica situazione
            di prima.
            Prova a pensarci, mesi di tempo persi e
            svalangate di soldi spesi (tempo, audizioni,
            etc etc), per cosa ?
            Una nuova tassa per le major e un bollino
            blu Infatti: quasi sicuramente era quello l'obiettivo(complimenti: hanno speso barche di soldi pubblici,come dici tu,solo per far guadagnare qualche soldo in più a dei privati........geniale)e quasi sicuramente non cambierà una virgola rispetto a prima(ovvero è illecito scaricare ma tutti lo fanno e nessuno rompe le scatole perchè ha nuovi introiti assicurati).
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            si ma per il singolo reato,come dici tu qualsiasi file,fai intendere che se ti beccano a scaricarne 10 ti multano per dieci.questo no.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            - Scritto da: Anonimo
            si ma per il singolo reato,come dici tu
            qualsiasi file,fai intendere che se ti
            beccano a scaricarne 10 ti multano per
            dieci.questo no.No: qualsiasi tipo di file,non 1 multa a file(anche perchè poniamo che si abbiano a disposizione 100 file,cosa più che plausibile e anche poco esagerata: sarebbero 15.400 euro di multa? Chiamala sanzione,neanche un reato ti viene a costare tanto)e sottolineo che di dubbi in merito non ce ne sono.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma fino a ieri?
            praticamente tutti va
    • Anonimo scrive:
      Re: ma fino a ieri?
      guarda che l'opposizione ieri gridava alla vittoria (con annessa assenza di sanzione)... dunque... che fanno?Le versioni qui cambiano come le voglie della biondina di Grande FratelloChe pensare?