P2P, un abbonamento legale è possibile

Lo sostiene uno dei massimi esperti francesi di diritto privato e questioni legate al copyright. Nessuna norma internazionale vieterebbe la creazione di una flat per chi scarica e condivide su Internet. Una speranza?

Parigi – L’ abbonamento per il filesharing , ipotizzato dai membri di Electronic Frontier Foundation come soluzione per l’industria dei contenuti digitali , potrebbe essere un modello perfettamente funzionante , libero da vincoli giuridici e da ostacoli normativi.

Lo sostiene il Prof. André Lucas, tra i massimi esperti francesi in materia di copyright, in uno studio recentemente tradotto in inglese e diffuso da Volker Grassmuck, responsabile dell’iniziativa PrivatKopie .

Lo studio, condotto grazie alla partecipazione della Alliance Public-Artistes , analizza l’attuale mercato dei contenuti online e giunge alla conclusione che “un sistema di compensazione alternativa per gli autori, basato sulla raccolta collettiva di contributi da parte di vasti gruppi d’utenti e consumatori, non costituisce una violazione sostanziale delle normative europee sul diritto d’autore”. Precedentemente, il governo tedesco aveva respinto categoricamente questa soluzione, bocciandone la validità legale.

“Lucas, nel suo studio, ci dimostra che cinque euro al mese per ogni utente che condivide contenuti digitali sono la soluzione a molti problemi”, dice Grassmuck. In pratica, l’introduzione di una ” tassa sul filesharing ” per alimentare un fondo pubblico destinato alla retribuzione degli artisti e degli autori, non è solo “una soluzione perfetta per tutelare il singolo utilizzatore di servizi per la condivisione file su Internet”, spiega Grassmuck, “ma anche un’ottima soluzione, al passo coi tempi, per garantire che il diritto d’autore venga rispettato in modo collettivo”.

L’idea di una soluzione di questo tipo, però, avvicinerebbe d’un sol balzo la produzione musicale ai suoi fruitori con un potenziale danno ai meccanismi di intermediazione , oggi rappresentati per larga parte da etichette grandi e piccole. In un mondo nel quale la circolazione di contenuti protetti dal diritto d’autore ricevesse una equa e diffusa compensazione da parte dell’utenza, infatti, verrebbero rapidamente a cadere alcuni dei capisaldi dell’industria discografica che per larga parte deve i suoi introiti ai contratti con artisti del cui materiale cura la distribuzione.

Un modello del genere, è stato poi sottolineato da più esperti, spingerebbe molti artisti a tentare la strada del fai-da-te all’interno di strutture di distribuzione online destinate ad avere natura e approccio affatto diversi da quelli tradizionali, finendo così per sconvolgere un settore industriale che oggi assume una rilevanza assoluta per l’economia di molti paesi. La strutturazione stessa della raccolta dei diritti d’autore oggi prevista in paesi come quelli dell’Unione Europea, fortemente legata a società di riferimento nazionale più volte bacchettate da Bruxelles proprio per la loro “predisposizione” monopolistica, contribuirebbe in questo quadro a spingere gli autori di musica ed altre opere a scelte del tutto nuove.

Forse anche per questo, e malgrado la fattibilità del modello teorizzato da Lucas, le istituzioni dell’Unione Europea “non sembrano decise ad intervenire per un cambiamento”, come si legge sul sito di PrivatKopie. “La domanda è adesso spontanea”, incalza Grassmuck in un comunicato ufficiale in tedesco: ” Freiheit oder digitalen Stacheldraht , libertà o fili spinati digitali?”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Fa si le pentole
    ... ma non i coperchi @^
  • Anonimo scrive:
    Dominio restituito al sito Cellulari
    Ottimo lavoro! Peccato doversi rivolgere alla magistratura ordinaria, ma se la rete assomiglia al Far West qualcosa bisogna pur fare!!!In bocca al lupo!Domex
  • Anonimo scrive:
    Finalmente!
    Finalmente un caso del genere che si risolve positivamente! Non è possibile che sempre i soliti 4 gatti approfittino della situazione. Speriamo che il NIC intervenga modificando il regolamento! Così si tutelano i furbi, non la libertà della rete...
  • Anonimo scrive:
    Re: lobby dei giornalisti ed editori
    Quello che scrive il giornalista del Sole in un articolo non è per forza il pensiero della redazione. Ognuno rielabora ciò che sente secondo il proprio punto di vista...
  • Anonimo scrive:
    Re: Dominio restituito al sito Cellulari
    Hia avuto un gran sedere. A me e' successo lo stesso, ma siccome era un rank3 di google mi e' stato scippato. Siccome è basilare per la mia attività ho dovuto ricomprarlo al volo senza passare per vie legali. Grazie sempre agli stessi gia' nominati in questo forum.
  • Anonimo scrive:
    Re: lobby dei giornalisti ed editori
    La lobby dei giornalisti e degli editori? MA tu farnetichi proprio... Qui si tratta del sito e del lavoro di 7 ragazzi che lo hanno costruito a spese loro e che adesso devono affrontare una assurda battaglia legale, semplicemente per tornare a fare quello che si voleva continuare a fare e che, carte alla mano, abbiamo tutto il diritto di fare.Dire che il giudice ha deciso sulla base di un articolo del Sole 24 Ore, la dice lunga sulla tua serenità d'animo nel trinciare giudizi assurdi.Parli dell'odioso lavoro di questi, come se fosse un male necessario per ripararci da cosa? Dalla lobby degli editori? Leggiti le decine di commenti di persone a cui è stato sfilato il sito, NON per costruire qualcosa ma solo per metterci circuiti raccattaclick. Non un contenuto vero, il nulla assoluto.
    • Anonimo scrive:
      Re: lobby dei giornalisti ed editori
      10 anni fa anche beppe grillo farneticava sulla parmalat, per farti un esempio di farneticazioniil mio intento non era contro quei ragazzi a cui va tutto il mio rispetto e spero che ritorneranno presto sul loro sogno/giocattolinoti faccio un esempio... se quel cellulari.it non fosse stata una testata giornalistica, probabilmente il giudice non si sarebbe scomposto di nulla, quei poveri 7 ragazzi sarebbero stati biasimati di meno o di più, per carità sicuramente di più, però torno di nuovo sul punto e cioè che su internet il diritto di riprendersi un dominio dovrebbe essere di tutti non solo di una testata giornalistica
      • Anonimo scrive:
        Re: lobby dei giornalisti ed editori
        Su questo concordo pienamente. Il diritto di non vedersi scippare il proprio lavoro NON deve essere certamente prerogativa di un gruppo, ma di tutti.Invece, come i commenti dimostrano, tanti sono quelli rimasti scottati da un gruppetto (questo si) di persone, incredibilmente più brave e più svelte degli altri. Sempre gli stessi poi.
        • Anonimo scrive:
          Re: lobby dei giornalisti ed editori
          Gia'... questa pagliacciata dovrebbe finire.
          • Anonimo scrive:
            Re: lobby dei giornalisti ed editori
            A parlarvi è un "cacciatore di domini" professionista, che ha subito dalla famosa SARKOM INNUMEREVOLI FURTI DI DOMINIO.Non parliamo di casi come Hot.it... dalle 23.50 ho iniziato a mandare LAR una appresso all'altra. Risultato: il dominio non era registrabile.Telefono al nic: la solita insopportabile tipa mi dice "beh.. ehm.. non capisco perché... oggi è trascorso un mese... come mai non è registrabile? Non so guardi, riprovi domani".Ripeto tutto il giorno dopo, ma il dominio INDOVINATE A CHI VA?E non è solo hot.it .... è:HOT.ITFOLLOW.ITGATE.ITFUCK.ITHOME.ITSEDUZIONE.ITEYE.ITDRUG.ITLION.ITSICURO.ITE fin troppi altri domini. per farvi qualche (POCO) esempio. Questa LAR serve solo a favorire la mafia di questi signori, e non escludo che possa esserci dietro il NIC. Altro che le iene qui... ci sarebbe da presentarsi fuori dalla loro sede.SARKOM... BANDA DI LADRI, TEMETECI.
  • Anonimo scrive:
    seocom
    al di la' del comportamento discutibile (soffiare un dominio) secondo me non dovrebbero pagare nulla di risarcimento : e' stato quell'organismo INUTILE del CCTLD NIC o come cavolo si chiama a fare la cagata, ergo dovrebbe essere questa "organizzazione" a pagarne le spese, perche' da quel che risulta dall'articolo seocom ha acquistatolegalmente un dominio libero.
    • Anonimo scrive:
      Re: seocom
      - Scritto da:
      al di la' del comportamento discutibile (soffiare
      un dominio) secondo me non dovrebbero pagare
      nulla di risarcimento : e' stato quell'organismo
      INUTILE del CCTLD NIC o come cavolo si chiama a
      fare la cagata, ergo dovrebbe essere questa
      "organizzazione" a pagarne le spese, perche' da
      quel che risulta dall'articolo seocom ha
      acquistatolegalmente un dominio
      libero.Se non volevano pagare niente, bastava che restituissero il dominio ai legittimi proprietari invece di opporsi al giudizio. Magari avrebbero potuto fare causa al NIC per i danni. Invece volevano fare i furbi. Sono stati fortunati che il giudice ha ritenuto che nel non vi era stato dolo, altrimenti avrebbero pagato anche i danni.
  • Anonimo scrive:
    campagna di sensib.? vedremo.
    vedremo quanto si noterà questa famosa campagna di sensibilizzazione...
  • Anonimo scrive:
    Re: Dominio restituito al sito Cellulari
    Non sono state rispettate le regole e si è creato un precedente pericoloso.
    • _ghiso_ scrive:
      Re: Dominio restituito al sito Cellulari
      Da chi non sono state rispettate le regole? Chi fa di queste regole l'utile schermo su cui soffiare domini?Un pericoloso precedente? Andate a vedere che fine hanno fatto tutti i domini registrati da questi soggetti...Quello è il vero pericolo per il futuro della rete...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 maggio 2006 15.01-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Re: Dominio restituito al sito Cellulari.it
    Ma a questa persona squallida non si fa nulla ??? Solo una pena...Andrebbe emarginato dal Web !
    • Anonimo scrive:
      Re: Dominio restituito al sito Cellulari
      - Scritto da:
      Ma a questa persona squallida non si fa nulla ???
      Solo una
      pena...
      Andrebbe emarginato dal Web ! e perchè mai, il dominio era libero e la suddetta società lo ha comprato ....se questo è reato allora tutti i possessori di domini internet già utilizzati in precedenza e scaduti per qualsiasi causa sono punibili ....
  • Anonimo scrive:
    Ma fra la pubblicità...
    Ma fra tutta la pubblicità gli scappa anche di dare qualche informazione ogni tanto?Personalmente il sito non lo conoscevo, non l'avevo mai visitato e non lo visiterò di certo in futuro.Tra l'altro sul mio pc e in 800x600 si vede proprio male.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma fra la pubblicità...
      - Scritto da:
      Ma fra tutta la pubblicità gli scappa anche di
      dare qualche informazione ogni
      tanto?
      Personalmente il sito non lo conoscevo, non
      l'avevo mai visitato e non lo visiterò di certo
      in
      futuro.
      Tra l'altro sul mio pc e in 800x600 si vede
      proprio
      male.Permettimi, ma con una risoluzione di 800x600 avrai problemi con molti altri siti, non solo con cellulari.it :)
  • Anonimo scrive:
    MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
    I "soliti noti" fanno il bello e il cattivo tempo sui domini.Gente capace di registrare domini alla data e ora-minuti-secondi che vogliono con uno scarto anche solo di 2 decimi di secondo.Non ci credete?Fidatevi oppure chiamate il numero del nic e chiedete a loro.Tip: sarkom-mnt
    • Anonimo scrive:
      Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
      Si anche a un mio cliente hanno fregato il dominio al pelo, per via del solito fax illeggibile... e sempre loro.. sarkom-mnt.. hanno voluto 500 per restituire il dominio al mio cliente che lo aveva da 4 anni... e con che scusa? hanno detto che era un "rimborso spese" perche' avevano gia' iniziato a fargli pubblicita' e metterlo sui motori di ricerca..METTERE COSA??? il dominio c'era gia' da anni sui motori.. e loro ancora non avevano messo su nessuna pagina da indicizzare...dovrebbero andare in galera...
      • Anonimo scrive:
        Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
        Sì Sì Seocom è gente che sfrutta solo ed esclusivamente questo meccanismo perverso del NIC e secondo me hanno anche un bel po' di ammanicamenti nei grossi MNT
        • Anonimo scrive:
          Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
          Anche io sono vittima di SARKOM-MNT(500), e il nic funziona veramente da schifo.Petizione online per eliminare la LAR?Come caz e' che i .com li registro quando e come voglio e per gli .it devo mandare sto foglio che non dice niente di nuovo..?E gli studi legali mangiano sopra queste battaglie per accaparrarsi i domini???Dovevo scegliere se pagare 800 per riprendermi il dominio per vie legali o 500 subito.Secondo voi quale ho scelto?Da panico, viva l'Italia... p)p.s.:la grafica di sto forum non mi pare molto usabile... poi fate vobis...
          • Anonimo scrive:
            Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
            A me SARKOM ha fregato diversi domini e i clienti sono incavolati neri. Ho chiamato il NIC più volte per chiedere di tutelare i vecchi proprietari dei domini ma fanno orecchie da mercante.Bisognerebbe fare come i .com. Quando scadono vengono messi in redemption e sono assegnabili solo al proprietario finche' non vanno in cancellazione ed allora tornano liberi per la registrazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
        Ma sentite un po... nessuno ha mai pensato di segnalare la cosa a quelli delle IENE o a Striscia la Notizia? Una notizia-bomba come questa (chiamatela speculazione, chiamatela frode, chiamatela "aumma-aumma" o come come volete) farebbe crollare un po di cose credo... anzi ne sono sicuro qualche bella inchiesta, perquisizione etc.. non scappa certo!!! Chi segnala?
    • Anonimo scrive:
      Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
      Anche a me sono successe cose strane. Un cliente paga in ritardo, così lo metto su NO-Provider, dopo il cliente paga, e io cerco di riattivare il dominio, ma per una ragione o per un altra passano delle settimane, perchè i moduli vengono sempre rifiutati.Alla fine il cliente chiama il nic, e il giorno appresso per magia il cliente mi scrive che ha chiesto il trasferimento e io vado a guardare è già trasferito su SARKOM-MNT.Da quello che sto leggendo qui, adesso comincio a sospettare ...
    • Anonimo scrive:
      Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
      Sono terribili! Guardate qua:http://www.nic.it/mod/StatoReg/index.cgi?dominio=benedettoxvi.it&lang=IT&order=statusE quanti ne hanno ?http://www.websolutions.it/Domini-Registrati.aspInsomma, la scuola "Tiscali" deve aver insegnato un po' di cose a varie persone... e anche questi sono sardi.
      • Anonimo scrive:
        Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
        Robe da matti veramente!!E guarda cellulari.it, ma che è viennaweb? Una mitragliatrice registra-domini?!?!http://www.nic.it/mod/StatoReg/index.cgi?lang=it&dominio=cellulari.it- Scritto da:
        Sono terribili! Guardate qua:

        http://www.nic.it/mod/StatoReg/index.cgi?dominio=b

        E quanti ne hanno ?

        http://www.websolutions.it/Domini-Registrati.asp

        Insomma, la scuola "Tiscali" deve aver insegnato
        un po' di cose a varie persone... e anche questi
        sono
        sardi.



    • Anonimo scrive:
      Re: MIGLIORARE IL NIC ANZI RIBALTARLO!!!
      Quelli di SARKOM-MNT fanno i furbi ragazzi... per rendervi conto di cosa sto dicendo vi riporto solo ALCUNI fra migliaia di esempi.tanga.itgate.itelvispresley.ithot.itEtc etc... (sono una marea)...E ora ci stanno provando con...gatti.itfetish.itvolare.itEtc... etc... (e chissà quanti altri)...Questi credo facciano il gioco davvero poco pulito, non è possibile registrare in quel modo e con quella velocità domini di questo calibro.. per rendersi conto guardate quanti ci provano sullo stato delle registrazioni sul sito del NIC.IT.. e guarda cosa.. sono sempre loro a registrarsi questi domini... la cosa puzza veramente troppo ormai... Se siete d' accordo, raccogliamo le firme (indirizzi email) e poi inviamo una bella email al NIC dove si richiedono CONTROLLI APPROFONDITI sulle operazioni di questa azienda.
  • Anonimo scrive:
    Chissà quanti visitatori persi in 2 mesi
    Chissaà quanti visitatori hanno perso in praticamente due mesi di buio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà quanti visitatori persi in 2
      - Scritto da:
      Chissaà quanti visitatori hanno perso in
      praticamente due mesi di
      buio...zero?tanto "zero meno zero" è sempre ZERO!(rotfl) :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Dominio restituito al sito Cellulari
    in ogni caso è un sito orribile... :o
    • Anonimo scrive:
      Re: Dominio restituito al sito Cellulari
      buono il forum; meglio di telefonino.net che non ha una decente funzione di ricerca
Chiudi i commenti