Pac-Man? Un'avventura testuale

Il videogame dell'uomo-pizza aduso al consumo cronico di pillole è ora disponibile in una versione tutta retrò e lacrimucce. Si gioca come Zork, con un pizzico di claustrofobia in più rispetto all'originale. Wakka wakka!

Roma – Che Pac-Man sia un evergreen, che ha passato da tempo il confine dei videogame per approdare nell’immaginario collettivo di giovani e adulti, lo dimostra la presa che il personaggio ancora ha dopo 28 anni di labirinti, fantasmi e pastoni di pasticche dalla natura sconosciuta. Ma che un titolo tipicamente arcade, che fa dunque della frenesia delle sessioni di gioco il suo tratto distintivo, potesse sposarsi idealmente e concretamente con le vecchie avventure testuali risulta nondimeno sorprendente.

Zork , considerato il primo esponente del genere interactive fiction , per quanto sia nato nella stessa epoca di Pac-Man – siamo nei primi, magnifici anni 80 della golden age videoludica – vive e si nutre di sensazioni parecchio diverse. Se l’uomo-pizza evoca azione, frenesia e un gran senso di coordinazione tra la mente e il corpo che tiene in pugno il joystick, Zork e le avventure testuali sono il regno assoluto della fantasia , in cui la “grafica” di gioco se la immagina il giocatore stesso e il ritmo della vicenda lo dettano i comandi impartiti direttamente per mezzo della tastiera in plain english .

Una delle tante versioni del celebre videogame Eppure, nonostante l’abisso tra i due titoli, c’è chi nell’universo sempre imprevedibile di Internet ha pensato bene di sperimentare la chimera Pac-Zork, provando a fondere l’atmosfera dell’interactive fiction e il classico schema “wakka-wakka” dell’uomo pizza pillole-dipendente. Così è nato Pac-Txt , il Pac-Man in cui il protagonista si sposta con i comandi da tastiera, le pillole fluttuano ad altezza di bocca e i fantasmi tendono a riempire l’immaginazione molto più di quanto possano fare in un titolo con grafica animata.

L’incipit dell’avventura, da sempre fondamentale per preparare l’immaginazione e introdurre l’atmosfera di gioco, recita così: “Ti svegli in un grande complesso, leggermente disorientato. Palline lampeggianti svolazzano all’altezza della bocca intorno a te in ogni direzione. In lontananza puoi sentire il debole ululare di quello che puoi immaginare essere solo qualche tipo di fantasma o diversi fantasmi”.

Pac-TxT è certamente un’idea bizzarra e inconsueta, non per niente nata a margine di un festino a base di alcool verso le due di notte come lo stesso autore confessa sulla pagina del gioco. Un’esperienza forse improponibile per gli assatanati del joypad da PlayStation, ma certamente una sorpresa per chi avrà la pazienza di immergervisi .

Una delle tante versioni del celebre videogame Con la fantasia libera di sguazzare per un mondo di gioco che vive solo nella propria testa, i corridoi tendono ad essere ancora più claustrofobici, le pillole si ingeriscono con più gusto e i fantasmi, per quanto siano più rari da incontrare, incutono un timore inedito. Questo a ulteriore dimostrazione del fatto che l’essenzialità dei vecchi arcade ben si sposa – ancora oggi – con una immaginazione non completamente anestetizzata dalle mirabilie della grafica iper-realista delle produzioni videoludiche moderne.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il ragno scrive:
    Non è gioco d'azzardo...
    ...se tu puoi decidere di perdere.Ecco spiegato il trucco.
  • Simone P scrive:
    abilità
    Si capirebbe comunque ma scrivi tu stesso che non hai mai giocato per cui la tua valutazione vale quello che vale.Il video poker è una truffa bella e buona e non ha niente a che vedere con i giochi di carte veri e propri.Data la tua evidente inesperienza sono sicuro che a Texas Holdem, ti batterei 9 volte su 10.Grazie alla mia abilità.
  • Eugenio scrive:
    Errori nel testo
    Ci sono dei grossolani (ok, uno solo, ma molto grossolano) errori nel testo, relativamente al limite posto ai profitti dell'operatore. Non è come dice l'articolo, e non c'è nessun limite percentuale al margine di guadagno che l'opertore può realizzare.A parte questo, faccio notare che il "rake" (la quota trattenuta sulle puntate, negli USA è mediamente il 10% di quanto va nel montepremi (quindi l'8% di quanto speso). In italia secondo questo decreto, può arrivare al 20% della puntata, ovvero al 25% di quanto va nel montepremi.Che schifo.
  • enrico scrive:
    le tasse di gioco
    se ho capito bene viene tolto dal piatto de vincitore il 20% della vincita .nei siti stranieri viene tolto il 5% aa mi ero dimenticato che siamo in italia.
  • 696fg408513 scrive:
    Il Poker è uno sport lodice anche il CIO
    Sono un lettore della prima ora di Punto informatico (dal 97), (ultimamente un po' disattento lo ammetto) e sono anche il presidente dell'Associazione Poker Sportivo Cilento e redattore del blog http://www.poker-sportivo.net, grande è stato il mio stupore nel trovare un 70ina di accessi al nostro blog provenienti da PI.L'arcano presto si è risolto, il mio caro amico Jack Ventura (alias BDB) aveva commentato una notizia ralativa al poker inserendo il link al nostro sito, e questo ha subito generato una polemica riguardo al fatto se sia giusto considerare il poker uno sport.A tal riguardo qualche mese fa ho scritto un articolo sul blog. Sarei onorato di sapere cosa ne pensano i lettori di PI.http://www.poker-sportivo.net/2007/06/06/ma-il-pok.../
    • Gulp scrive:
      Re: Il Poker è uno sport lodice anche il CIO
      ecco il link corretto anche perchè ogni tanto arriva qualcuno sulla pagina con l'errorehttp://www.poker-sportivo.net/2007/06/06/ma-il-poker-e-uno-sport/
  • Italiota scrive:
    Attenti ai bookmaker stranieri cattivi!!
    Il solito paese del menga. Leggetevi il commento "Modus Operandi Italicus, considerazioni" e meditate...Lo stato ruba già fin troppi soldi alle vecchiette con gratta&vinci,lotto,ecc... almeno voi, popolo dell'internette evitate come la peste questi siti che riempiono le tasche dello stato.
  • pippo75 scrive:
    e' un furto
    e' peggioleggo dall'articolo
    Poiché il ministero dell'Economia prevede che con
    gli "skill games" si libereranno qualcosa come
    200mila nuovi giocatori, ognuno dei quali
    capaci nel primo anno di spendere fino a 2mila
    eurospera che 200.000 persone spedano in un anno quello che per milioni di persone sono piu' di 2 mesi di stipendio.ma non si vergogna?invece di stimolare al rispetto dei soldi, sopratutto in periodi come questi che siamo ancora in crisi.
    • falconero scrive:
      Re: e' un furto
      vivi veramente nel mondo delle favole, in tutto il mondo esistono già da tempo siti dove poter giocare con soldi veri, solo in italia tutto questo è tabu,con la conseguenza di far uscire milioni di euro verso siti stranieri con danno enorme all'erario. Tanto se uno si vuole rovinare con il gioco ha mille sistemi utili,cavalli,slot,lotto,superenalotto,carte,casinò e mille altri giochi, per non parlare poi delle bische clandestine, gestite dalla malavita. Quindi ben venga il gioco online, gestito da siti italiani,regolarmente autorizzati e che pagano le tasse.
  • Pibireddu scrive:
    Re: Mi domando dove sta l'abilita
    Ti sbagli, anche io come te sino qualche tempo fa pensavo che il poker fosse un semplice gioco di fortuna,perché conoscevo a malapena quello 'a progetto' che si gioca in Italia e non avevo mai sentito parlare di Texas Holdem e Omaha, ecc.In questi tipi di poker l'abilita prevale sulla fortuna.I giocatori migliori possono perdere una mano e tanti soldi per sfortuna, ma alla lunga la loro abilita gli portera a vincere più di quanto perdono. La fortuna puo essere importante in 2 casi a parità di livello dei giocatori e a volte alla fine dei tornei quando i bui sono molto alti e dove spesso si è costretti a giocare alla ciecca, ma in genere arrivati a questo punto si è già vinto qualche soldino.
  • Adz scrive:
    sempre soldi..
    non mi piace questa storia dei giochi online, legali o meno è sempre una questione di soldi.
    • il ragno scrive:
      Re: sempre soldi..
      Tantissimi sono semplicemente avidi.Se qualcuno ci guadagna su che male c'è? Basta non parlare di crisi.
  • anonimo01 scrive:
    aspetto impazientemente il sudoku!
    aspetto impazientemente il sudoku!però non facevano prima a fare un sito "do soldi gratis"?per chi l'avesse dimenticato, il sudoku si risolve senza nemmeno pensare:http://www.instructables.com/id/Solve-Sudoku-Without-even-thinking!/per non parlare dei Nmila programmi in circolazione...attivate, attivate il servizio che v'aspetto 8)
    • pegasus2000 scrive:
      Re: aspetto impazientemente il sudoku!
      http://www.instructables.com/id/Solve-Sudoku-Without-even-thinking!/Ma perché il link non prende anche il "!" ???-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 novembre 2007 10.01-----------------------------------------------------------
  • roberto scrive:
    Re: Mi domando dove sta l'abilita
    come appunto dicevo il problema di parlare di "giochi d'abilita'" sta proprio nel fatto che qualcuno ci crede, spesso giovani.ma cari ragazzi, basta guardare le facce delle persone davanti ai videpoker, per capire con che irresponsabili abbiamo a che fare quando si fanno certe leggi.
    • Vikyvik71 scrive:
      Re: Mi domando dove sta l'abilita
      Mi spieghi cosa c'entra il videopoker con il Texas Hold'em? Qui c'è tanta ignoranza eppure si sparano sentenze!Ciao
  • masami scrive:
    Re: Mi domando dove sta l'abilita
    scusami DuDe,ma se parli così evidentemente non hai mai giocato a poker.l'incidenza della fortuna è minima, specialmente nel caso del texas hold'em.
    • Tutti Fenomeni scrive:
      Re: Mi domando dove sta l'abilita
      - Scritto da: masami
      scusami DuDe,
      ma se parli così evidentemente non hai mai
      giocato a
      poker.
      l'incidenza della fortuna è minima, specialmente
      nel caso del texas
      hold'em.Ma come si fa a dire una "str...ta" simile, ho visto centinaia di partite evolvere in situazioni incridibili per pura fortuna ... SOLO FORTUNA !! Le cinque carte che girano sul tavolo sono solo questione di fortuna , ecco perchè anche se prendi 1 super campione potrebbe tranquillamente perdere in un torneo di novellini se le carte non girano, o meglio se in quei giri è sfortunato!Poi c'è la capacità dei campioni di "leggere" le espressioni , gli atteggiamenti degli avversari e comprendere cosa è meglio fare , ma i giochi sono in mano alla sorte NON ALL'ABILITA' DEL CAMPIONE
      • Pibireddu scrive:
        Re: Mi domando dove sta l'abilita
        testo contenuto nel post sucessivo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 novembre 2007 18.04-----------------------------------------------------------
      • Pibireddu scrive:
        Re: Mi domando dove sta l'abilita
        l'abilita non sta nel breve periodo, le 5 carte possono essere sfavorevoli e si puo perdere tutto con le mani iniziali migliori. Sono cose che un giocatore di poker conosce e accetta come facenti parte del gioco. E' nel lungo periodo che si può valutare il giocatore di poker, le abilita sono di natura matematico statistico e psicologiche.Mi piacerebbe giocare con te una partita ad Omaha il mio tipo di poker preferito, un poker in cui la volatilita dei soldi è incredibile, ti garantisco che dopo mezz'ora di gioco mi daresti ragione....ti ridurrei in mutande :-)
        • Tutti Fenomeni scrive:
          Re: Mi domando dove sta l'abilita
          Hai qualche sito che spieghi le regole del poker Omaha ? Perchè mi piacerebbe approfondire , io parlo del texas holdem perchè lo conosco e la statistica li è quasi nulla visto che le carte vengono rimischiate ad ogni mano, quindi ripeto a meno di chi legge i segnali del corpo di un novellino che ha in mano una povera coppia di 8 e suda ... se la sorte ti ha dato una coppia di 2 ( ed è la miglior mano della serata ) allora perdi , l'abilità non c'entra.Poi consideriamo la versione elettronica dove il riscontro fisico NON ESISTE , a questo punto chi o cosa fa la differenza ?Solo qualche breve legge statistica e qualche pivellino che continua sempre a giocare nello stesso modo... in una sfida su internet tra giocatori di livello ( anche minimo ) la differenza la fa la sorte.- Scritto da: Pibireddu
          l'abilita non sta nel breve periodo, le 5 carte
          possono essere sfavorevoli e si puo perdere tutto
          con le mani iniziali migliori. Sono cose che un
          giocatore di poker conosce e accetta come facenti
          parte del gioco.


          E' nel lungo periodo che si può valutare il
          giocatore di poker, le abilita sono di natura
          matematico statistico e
          psicologiche.

          Mi piacerebbe giocare con te una partita ad Omaha
          il mio tipo di poker preferito, un poker in cui
          la volatilita dei soldi è incredibile, ti
          garantisco che dopo mezz'ora di gioco mi daresti
          ragione....ti ridurrei in mutande
          :-)
          • Pibireddu scrive:
            Re: Mi domando dove sta l'abilita
            Secondo me il tuo errore sta nel considerare le singole mani,le abilita nel poker non stanno nelle singole mani che dipendono fortemente dalla fortuna. Ora mi viene un esempio matematico: pensa un grafico con fortuna in ordinata e mani in ascissa, questo grafico è un iperbole che parte molto in alto e scende.Ti consiglio le letture di alcuni libri quali quelli di Dan Harrington e quelli di slasky, trovi delle recensioni qua http://www.assopoker.com/prodotti/libri/index.php sono in inglese.L'omaha non è molto diverso dal texas holdem, solo che è molto + facile vincere o perdere i soldi che si hanno sul tavolo, in un tavolo da 10 persone in cui nessuno rilancia ( e ne esistono) prima di vedere il flop, in genere c'è sempre il punto max posibile o qualcosa di molto vicino a esso, e inoltre c'è una magiore incidenza dei punti alti, si puo vincere sia con una coppia, + raro che nel texas holdem , che con una scala reale, molto meno raro che nel texas.Comunque le regole sono uguali a quelle del TH, solo che ti vengono date 4 carte e devi calcolare il tuo punto usando 2 carte di quelle che hai in mano e 3 di quelle sul tavolo.http://www.assopoker.com/teoria/altro/la-teoria-dellomaha-2.htmlSpero di essere stato esaustivo, il sito che sto citando contienene oltre i libri degli ottimi articoli di teoria che possono essere molto utili per migliorare il proprio poker.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 novembre 2007 11.45-----------------------------------------------------------
      • Simone P scrive:
        Re: Mi domando dove sta l'abilita
        il bello del gioco del poker è proprio il "doppio punteggio".Quello delle carte e quello delle fiches.Labilità di gioco sta proprio nel gestire le proprie mani, seguendole, abbandonaldole, alzando il piatto, sfidando o illudendo gli altri giocatori per massimizzare le vincite e minimizzare le proprie perdite.Nel texas holdem si innescano moltissimi meccanismi legati alla psiche, alla probabilità e al vantaggio. Ti garantisco che se sai un po giocare quando a un torneo trovi un novellino per lui sarà molto improbabile batterti.
    • pippo75 scrive:
      Re: Mi domando dove sta l'abilita
      - Scritto da: masami
      scusami DuDe,
      ma se parli così evidentemente non hai mai
      giocato a
      poker.
      l'incidenza della fortuna è minima, specialmente
      nel caso del texas
      hold'em.col computer si, se arrivano le carte buone vinci, altrimenti perdi.nel gioco delle carte l'unica abilita' e' ricordarsi le carte che sono gia' uscite.ciao
  • Vikyvik71 scrive:
    Re: Mi domando dove sta l'abilita
    Mi domando se hai mai giocato ad Hold'em in vita tua o se parli per sentito dire.Ciao
  • Simone e Gentili scrive:
    nel bene o nel male
    E' un bel gioco, penso sia il gioco tra i più belli al mondo. Ci sarà qualcuno che ne abuserà, si ammalerà di questo fantastico gioco ma le persone son fesse a prescindere dal gioco che fanno. Ma è anche vero che è più fesso chi impedisce alla fessitudine del primo fesso in questione. Spero che nessuno ci speculi e che vada a vincere la voglia di giocare.All in
  • Ricky scrive:
    Ancora lucro sulle debolezze...
    Come ho gia' detto non ritengo giusto lucrare sulle debolezze altrui.Qui non si parla di comperare quel capo firmato che tanto ti fa gola ma di giocare A MORTE sino a quando,come spesso capita, intere famiglie vengono distrutte dalla MALATTIA del gioco d'azzardo.Adesso , con questa ennesima trovata, il rischio e' ancora maggiore e puo' colpire ancora piu' persone.Tutto nella LEGALITA' ovviamente...la stessa di un monopolio che DEVE DARCI 90 Milioni di euro di tasse non pagate e invece se ne guarda bene.Dovremmo fare tutti cosi'...vediamo come va' a finire.Provo un senso profondo di nausea a vedere quanto il benessere del popolo interessi cosi' poco a chi ci COMANDA...cie' volevo dire...GOVERNA...
    • Sig. Burns scrive:
      Re: Ancora lucro sulle debolezze...
      - Scritto da: Ricky
      Come ho gia' detto non ritengo giusto lucrare
      sulle debolezze
      altrui.L'alcool, il fumo, e altre dipendenze fanno leva sulle stesse debolezze.
  • memedesimo scrive:
    BISOGNA FARLO SAPERE
    - sta gentaccia deve 90 mld (miliardi!) di euro- sono stati bloccati i siti di poker estero per "proteggerci" LOL- ora che siamo protetti dal DEMONIO estero possiamo giocare con i POK ER italia il problema? CHE LA GENTE COMUNE! non sa manco cos'e' l'aamss ne' come si scrive! va INFORMATA! PROPAGANDA! tobbiamo tornare a fare propaganda
  • roberto scrive:
    irresponsabile e pericoloso x i giovani
    il gioco "d'azzardo" e' un problema sociale che puo avere aspetti di seria gravita', e anche quello non d'azzardo (e scusate ma coi soldi la distinzione e' piuttosto labile, vedi videopoker "d'abilita'"); cio in particolare per i giovani, che confidano proprio nell'abilita' per lascirci in realta' le penne. questa iniziativa irresponsabile e' tipica di un paese in cui ogni pezzo va per conto suo.avra l'effetto di avvicinare al gioco "d'azzardo" montagne di giovani che oggi hanno gia oggettivamente il problema di rischiare di passare ore dietro ai giochini al computer piu o meno online, perche e' la cosa piu semplice da fare..il fatto che ci sino gia alternative "estere" non tassabili non giustifica il fatto di promuovere il gioco per soldi qui in italia. quando si chiede di legalizzare qualcosa che si e' proibito perche ritenuto nocivo e che puo dare assuefazione, di solito si mostra chiaramente il punto di vista etico verso l'uso, in modo da permettere al soggetto di prendere coscienza del rischio patologico della cosa. questo aspetto pare assente e mascherato dal concetto pericolosissimo di "abilita" e cio e' davvero irresponsabile, per far cassa all'erario:spero che il ministro della sanita si interessi alla cosa.
    • il ragno scrive:
      Re: irresponsabile e pericoloso x i giovani
      E' facile vivere in un mondo di stupidi :D che si credono oltretutto furbi.
  • ... scrive:
    Differenza...
    rispetto ai siti considerati illegali?Che in quei siti il banco si tiene il 3% o 5% al massimoin questi invece i momopoli si tengono il 3% e il gestore un altro 20%In pratica se due giocatori mettono in tavola 10 euro ciascuno se la partita va oltre le 10 mani il vincitore non si riprende nemmeno i suoi soldibel furto!
  • ... scrive:
    Bella prospettiva
    "...nei quali si potranno perdere fino ad un massimo di 100 euro a partita, ed un minimo di mezz'euro..."si perde e basta?!?
  • Urla Nel Silenzio scrive:
    Ladri
    Come da oggetto.P.S. Bella quella kagata di italia.it! Quanti milioni è costata? Un diplomato radioelettra farebbe di meglio!
    • Cell scrive:
      Re: Ladri
      - Scritto da: Urla Nel Silenzio
      Come da oggetto.

      P.S. Bella quella kagata di italia.it! Quanti
      milioni è costata? Un diplomato radioelettra
      farebbe di
      meglio!Una quindicina?Ciao
  • fred scrive:
    Alemanno
    Ricordate chi volle e ottenne il blocco ip tramite la famigerata lista nera da abbinare ai dns?Fra i responsabili dei monopoli di stato c'e' la dottoressa Gabriella Alemanno sorella dell'ex-ministro in quota AN di cui avete sentito parlare spesso (si, quello con i capelli riccioli).Si dice che ci siano coivolte anche altre persone ma non scendo in dettagli perche' non voglio rogne.
  • Loris Batacchi scrive:
    Re: Modus Operandi Italicus, considerazioni
    Ottima spiegazione, grazie.
  • unaDuraLezione scrive:
    Se sono realmente
    contenuto non disponibile
    • il ragno scrive:
      Re: Se sono realmente
      Io ho visto solo alcuni miei ex-amici rovinarsi col gioco.C'è gente che fa del poker il proprio sport o hobby, pero' io preferisco dedicarmi ad altro.Di solito è l'avidità che muove chi gioca a questi giochi. Non tutti, ma la maggior parte.
  • Venkman scrive:
    Giorgio Tino!!!
    Giorgio Tino, ricordati dei 90 miliardi di euro che la tua Amministrazione non ha mai riscosso dai titolari di concessioni per le macchine da giuoco!Io continuo a disincentivare qualsiasi gioco (gratta & perdi, lotterie, enalotto, toto-quello-che-vi-pare ecc ecc...) con chiunque conosco.
  • sasuke scrive:
    Vietano prima per poi guadagnarci!!!
    E' la solita CASTA...vota Grillo
  • Enjoy with Us scrive:
    Sottigliezze semantiche
    Adesso il videopoker non sarebbe più un gioco d'azzardo?Basta che sia lo stato a gestire la cosa?Però era indispensabile bloccare i siti esteri di gaming on line, perchè ?Perchè lo stato non ci guadagnava?E questo lo fa un governo che si dichiara di sinistra, complimenti ai vari Bertinotti, voglio proprio vederli quando ci saranno migliaia di famiglie rovinate, già immagino i loro discorsi retorici di condanna, dopo che sono stati i promulgatori del videopoker via internet!Ps Dimenticavo, forse questa è la vera lotta all'evasione di Padova Schiappa e soci-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 novembre 2007 09.44-----------------------------------------------------------
    • Loris Batacchi scrive:
      Re: Sottigliezze semantiche
      Tanto poi diranno che e' colpa del governo precedente.
    • Cell scrive:
      Re: Sottigliezze semantiche

      Basta che sia lo stato a gestire la cosa?No, lo da ad una società "amica"Ciao
    • gino scrive:
      Re: Sottigliezze semantiche
      Quel tipo di poker non è gioco d'azzardo come lo è invece il video poker. Qui non si rilanciano cifre astronomiche affidandosi quasi esclusivamente alla fortuna.Si spende una cifra iniziale che crea un montepremi. Credo sia più d'azzardo il superenalotto (che oltretutto non si basa in nessun modo sulla bravura del giocatore e che quindi di gioco ha poco).Forse mi sbaglio, ma a me l'idea piace.
  • ZardoTagore scrive:
    Ladri schifosi.
    Ed erano i giochi online, ma nessuno poteva abrogarsi il diritto di chiedere dei gabelli. Ricordo come avete proibito l'uso di queste tecnologie negli internet point costringendo i gestori degli stessi al ruolo di censori in un ccomportamento alquanto opinabile. Ricordo come ne hanno parlato in televisione; ai telegiornali, in tutte le trasmissioni: dalla Maria de Filippi, a Forum, nel Maurizio Costanzo, ovunque condannando questi giochi che avevano ridotto in povertà famiglie già estremamente precarie. Schifosi ed ora per un 3% vi vendete la salute finanziaria di alcuni personaggi afflitti dal male del gioco? Se veramente eravate pieni di sdegno e tante ne avete detto sui giochi d'azzardo online, non dovevate appoggiare l'uso di questi a merito di un obolo.
  • frank hillary scrive:
    basta cambiare il dns
    Come al solito un'altra volta una notizia inutile dato che non bisogna essere approvati da aams e comunque non e' da ora che e' possibile giocare agli skills games; infatti e' da circa il 1995 (12 anni fa...) che e' possibile accedere a questi giochi,anche dall'italia, e come sempre basti ricordare che e' sufficiente impostare un dns indipendente e libero per navigare liberamente online senza le inutili censure imposte unilateralmente ed inefficacemente dal governo italiano...
    • ortica scrive:
      Re: basta cambiare il dns
      Un po fuori dall'argomento principale, non trovi ?
    • Andrea Ortale scrive:
      Re: basta cambiare il dns
      Basta cambiare il DNS perchè sono stati così stupidi da mettere il blocco a quel livello. Se i blocchi fossero sugli IP avremmo problemi ben maggiori ad aggirarli, quindi siamo sempre a rischio che la situazione peggiori.
  • Ukodus scrive:
    Sudoku?
    Esistono in rete millemilla programmi che trovano soluzioni delle griglie di Sudoku. Mi chiedo come si possa giocare a Sudoku e vincere euri, e poi soprattutto, contro chi?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Sudoku?
      contenuto non disponibile
    • anonimo01 scrive:
      Re: Sudoku?
      - Scritto da: Ukodus
      Esistono in rete millemilla programmi che trovano
      soluzioni delle griglie di Sudoku. il sudoku? quel gioco che si fa senza nemmeno pensare (qualsiasi sia il livello di difficoltà dichiarato)?http://www.instructables.com/id/Solve-Sudoku-Without-even-thinking!/...perchè in tal caso gioco anch'io (ma già che c'erano potevano metter su un servizio "do soldi gratis" che facevano prima) ! 8)
  • myPoint scrive:
    gratta e vinci

    ma non si potrà giocare alla roulette in quanto non è
    considerato un gioco di abilità.già, perchè il gratta e vinci on line è un gioco di abilità !
    • Loris Batacchi scrive:
      Re: gratta e vinci
      Esiste il gratta e vinci on-line e nessuno mi ha avvisato?!?!No, scherzo, intendo, esiste davvero il gratta e vinci on-line?
  • Sphaso scrive:
    Concorrenza scorretta?
    Come da oggetto.
  • danieleNA scrive:
    SecondLife
    i casinò sono stati tolti da SecondLife ma i giochi d'abilità ritornano nella vita reale.Del resto, proibire un gioco non significa che le persone non ci giocheranno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 novembre 2007 08.04-----------------------------------------------------------
  • monopolio in galera scrive:
    avanziamo 90 miliardi di euro
    non andate a dare altri soldi a chi deve alle imposte (e quindi anche a noi) 90 e passa miliardi di euro !!!
    • monopolio in galera scrive:
      Re: avanziamo 90 miliardi di euro
      "Ma laspetto più allarmante è che, secondo il Gruppo antifrodi tecnologiche della Guardia di Finanza, parte di questo denaro è finito dritto dritto nelle tasche della criminalità organizzata. Di Cosa Nostra, soprattutto della cosca di Nitto Santapaola. Sotto il naso di chi avrebbe dovuto controllare: i Monopoli di Stato."http://www.ilsecoloxix.it/italia_e_mondo/view.php?DIR=/italia_e_mondo/documenti/2007/05/31/&CODE=36c59112-0f50-11dc-9dea-0003badbebe4
  • Khamul scrive:
    Re: Modus Operandi Italicus, considerazioni
    Beh... Ma è scontato, no?Dopotutto... Il ragionamento è che le poker room estere sono disoneste. E' lapalissiano: lo stato italiano non le controlla, rifiutano di darci parte dei loro introiti= sono disoneste.Quelle italiane, invece, sono onestissime perché ci pagano un po' di soldi.La visione del rapporto NON è tra i gestori e i giocatori (come il tuo punto di vista). Il rapporto è tra i gestori e lo stato italiano ed enti collegati...Quindi... Avanti. Voglio vedere questa nuova processione di polli che si dirige verso queste "novità"...
  • C. M. Burns scrive:
    E le tasse?
    Questi qui le pagheranno le tasse? o finisce come:http://www.ilsecoloxix.it/italia_e_mondo/view.php?DIR=/italia_e_mondo/documenti/2007/05/31/&CODE=36c59112-0f50-11dc-9dea-0003badbebe4No, perché altri miGliardi non vorrei proprio regalarglieli, anzi, se qualcuno sa che fine hanno fatto i 98 scomparsi si faccia vivo...
    • Zaku scrive:
      Re: E le tasse?
      - Scritto da: C. M. Burns
      Questi qui le pagheranno le tasse? o finisce come:
      http://www.ilsecoloxix.it/italia_e_mondo/view.php?

      No, perché altri miGliardi non vorrei proprio
      regalarglieli, anzi, se qualcuno sa che fine
      hanno fatto i 98 scomparsi si faccia
      vivo...1) Se leggi l'articolo dice chiaramente "L'Erario tratterrà il 3 per cento della somma giocata ad ogni partita"2) Quei 98 miliardi non sono "tasse" nè "evasioni". Sarebbero "multe" o (ammende) la cui liceità è quantomeno discutibile.Saluti
  • Lontra scrive:
    Re: Modus Operandi Italicus, considerazioni
    bravo
  • Ste scrive:
    AAMS e santi in paradiso...
    Chi sarà il santo protettore questa volta?Perchè pare che tutto ciò che propongono diventi legge in tempo zero.Ovvero se si paga il pizzo (pardon commissione) alla AAMS pare che tutto sia lecito.Senza contare l'oramai arcinota questione dell'evasione fiscale multimiliardaria della suddetta, che si cerca in ogni modo di insabbiare.Ora non so se siano veramente 90 miliardi di euro...ma fosse anche uno solo...per 1000 euro ad un comune cittadino gli fanno pelo e contropelo (giustamente peraltro).
  • Marco Marcoaldi scrive:
    W LE BISCHE
    W il circoletto malavitoso con cash contante che vanno alla mafia !!!!!W le bische clandestine !Ma come cazzo ? E' vietato giocare a ramino con la propria ragazza nel frattempo che ci si gusta un caffè in un bar perchè fa parte della tabella dei giochi proibiti, e questi legalizzano poker e compagnia bella ?Io sono favorevolissimo alla legalizzazione sia chiaro, ma cristo ... un minimo di coerenza.Ancora un volta l'italia dimostra di essere una repubblica delle banane nonchè un paese di MERDA !"Il patriottismo è la virtù degli stolti" Oscar Wilde
    • Bobon123 scrive:
      Re: W LE BISCHE

      W il circoletto malavitoso con cash contante che vanno alla
      mafia !!!!!Nono, non ti confondere. Non c'è neppure bisogno di farli passare per la mafia. Il gioco d'azzardo è gestito direttamente dai partiti politici.Le sale bingo sono direttamente di Vittorio Casale, economicamente di Consorte (l'amico di D'Alema e Fassino, quello delle intercettazioni). Le macchinette "mangia-soldi" sono per la maggior parte di amici di AN (ricordate lo scandalo con Storace alla regione), almeno a Roma, ma anche su quelle Casale-Consorte ne gestiscono una fetta.Questi siti saranno già prodotti da gruppi finanziari vicini ai partiti, non vi preoccupate, oramai i partiti non necessitano più di far passare i soldi dalla mafia per salvare le apparenze, intascano direttamente :)
  • Categorico scrive:
    Che schifo.
    Lo Stato biscazziere che finge di tutelare il cittadino, ma quando c'è da pescargli nelle tasche non si tira mai indietro.
  • Disgust scrive:
    Modifica alla Costituzione: Art. 1
    L'Italia è una nazione fondata sulla mafia.
  • Disgust scrive:
    Modifica alla Costituzione: Art. 1
    L'Italia è una nazione fondata sulla mafia.
    • yes scrive:
      Re: Modifica alla Costituzione: Art. 1
      Ma quanto ti posso quotare?
    • Daniele Russo scrive:
      Re: Modifica alla Costituzione: Art. 1
      - Scritto da: Disgust
      L'Italia è una nazione fondata sulla mafia. Articolo 2.ti sono garantiti tutti i diritti fondamentali solo se hai i soldi,potere,conoscenze politiche o cariche politiche
  • pippo rotaia scrive:
    Ed ecco il perchè...
    degli IP bloccati ai siti esteri....UFFICIALMENTE....PER PROTEGGERE NOI POVERI ITALIANI STOLTI CHE NON SAPPIAMO BADARE A NOI STESSI ....CHE SCHIFO !!!
    • Lontra scrive:
      Re: Ed ecco il perchè...
      - Scritto da: pippo rotaia
      degli IP bloccati ai siti
      esteri....UFFICIALMENTE....PER PROTEGGERE NOI
      POVERI ITALIANI STOLTI CHE NON SAPPIAMO BADARE A
      NOI STESSI ....CHE SCHIFO
      !!!Buongiorno bensvegliato.
      • 1977 scrive:
        Re: Ed ecco il perchè...
        - Scritto da: Lontra
        - Scritto da: pippo rotaia

        degli IP bloccati ai siti

        esteri....UFFICIALMENTE....PER PROTEGGERE NOI

        POVERI ITALIANI STOLTI CHE NON SAPPIAMO BADARE A

        NOI STESSI ....CHE SCHIFO

        !!!


        Buongiorno bensvegliato.LOL
  • Jack Ventura scrive:
    Non hanno mai sentito parlare...
    ... di Poker Sportivo? Forse sarà il caso che si documentino e si rendano conto che oltre all'azzardo esiste un vero e proprio sport, in questo caso: http://www.poker-sportivo.net
    • HotEngine scrive:
      Re: Non hanno mai sentito parlare...
      - Scritto da: Jack Ventura
      ... di Poker Sportivo? Forse sarà il caso che si
      documentino e si rendano conto che oltre
      all'azzardo esiste un vero e proprio sport, in
      questo caso:
      http://www.poker-sportivo.netNon è che basti aggiungergli l'aggettivo "sportivo" per farlo diventare magicamente un gioco di abilità...Il poker è e rimane un gioco d'azzardo.
      • 1977 scrive:
        Re: Non hanno mai sentito parlare...
        - Scritto da: HotEngine
        - Scritto da: Jack Ventura

        ... di Poker Sportivo? Forse sarà il caso che si

        documentino e si rendano conto che oltre

        all'azzardo esiste un vero e proprio sport, in

        questo caso:

        http://www.poker-sportivo.net

        Non è che basti aggiungergli l'aggettivo
        "sportivo" per farlo diventare magicamente un
        gioco di
        abilità...
        Il poker è e rimane un gioco d'azzardo.haui mai giocato al texas? lo conosci? sai di che parli? o semplicemente ti basi su quella immagine mentale legata al tavolo verde avvolto dal fumo di sigari di bassa qualità e circondanto da persone poco raccomandabili?
      • Vikyvik71 scrive:
        Re: Non hanno mai sentito parlare...
        E tu rimani ignorante in materia.Saluti
        • HotEngine scrive:
          Re: Non hanno mai sentito parlare...
          - Scritto da: Vikyvik71
          E tu rimani ignorante in materia.
          SalutiDicci esattamente cosa non hai afferrato nel significato di "gioco d'azzardo" ?
          • Vikyvik71 scrive:
            Re: Non hanno mai sentito parlare...
            No, no sei tu che sostieni le cose e mi devi spiegare perchè non lo consideri anche di abilità oltre che di fortuna. D'altronde immagino che per dire quello che hai detto conosci le regole e il gioco, dico bene? Sai cosa sia il calcolo delle probabilità immagino e come applicarlo al gioco, vero?Attendo conferma.Ciao
          • 696fg408513 scrive:
            Re: Non hanno mai sentito parlare...
            Sono un lettore della prima ora di Punto informatico (dal 97), (ultimamente un po' disattento lo ammetto) e sono anche il presidente dell'Associazione Poker Sportivo Cilento e redattore del blog http://www.poker-sportivo.net, grande è stato il mio stupore nel trovare un 70ina di accessi al nostro blog provenienti da PI.L'arcano presto si è risolto, il mio caro amico Jack Ventura (alias BDB) aveva commentato una notizia ralativa al poker inserendo il link al nostro sito, e questo ha subito generato una polemica riguardo al fatto se sia giusto considerare il poker uno sport.A tal riguardo qualche mese fa ho scritto un articolo sul blog. Sarei onorato di sapere cosa ne pensano i lettori di PI.http://www.poker-sportivo.net/2007/06/06/ma-il-poker-e-uno-sport/
          • il ragno scrive:
            Re: Non hanno mai sentito parlare...
            Sai perchè il poker non è considerato gioco d'azzardo?Per il semplice fatto che tu puoi decidere di perdere, a differenza della roulette che anche se tu volessi, potrebbe apparire una vincita.Tutto qua.
  • gianni scrive:
    solo tornei o anche cash games?
    i cash games saranno autorizzati? qualcuno sa se le maggiori sale di poker saranno ancora utilizzabili dopo questa porcata?
  • Nome e cognome scrive:
    non cascateci
    Perfavore, se avete un minimo di buon senso e di coscienza non andate a dare altri soldi a chi deve alle imposte (e quindi anche a noi) 90 e passa miliardi di euro (miliardi e non milioni).Non so se qualcuno si ricorda ma poi venivano a prenderci in giro con la storia di valentino rossi, e a farci passare cosi per dei cretini.Non date altri soldi ai poteri forti; sia chiaro, coi vostri soldi potete fare quello che volete, ma se avete un minimo di amor proprio .....
    • non dimenticar e scrive:
      Re: non cascateci
      hai ragione vecchio mio, finalmente trovo qualcuno con un po' di buonsenso in zucca! ti quoto alla stragrande!purtroppo però di italiani ignoranti e deboli di fronte al condizionamento, e che si riversano sulle lotterie, sale ippiche per le scommesse ecc. ce ne sono ancora tantissimi.mi convinco sempre di più che chi ci governa (oltread essere colluso con poteri non legali) è una massa di ipocriti e che andrebbero estirpati dalla nostra società al più presto!reset!
  • Oggetto scrive:
    Adesso si...
    Ora che i monopoli ci guadagnano si può tornare ai casinò online. che tristezza di posto st'(i)talia. :(
Chiudi i commenti