Paesi Baschi, indipendenza open source

La comunità autonoma sceglie il riuso del software. A parte eccezioni per accordi specifici o questioni di sicurezza nazionale, il codice sviluppato per le istituzioni sarà messo a disposizione
La comunità autonoma sceglie il riuso del software. A parte eccezioni per accordi specifici o questioni di sicurezza nazionale, il codice sviluppato per le istituzioni sarà messo a disposizione

Il Governo regionale dei Paesi Baschi, comunità autonoma ad alta spinta indipendentista nel nord della Spagna, si è schierato a favore del riuso del software: il codice scritto a favore delle istituzioni sarà reso disponibile affinché possa essere impiegato in altri progetti.

Secondo quanto riferisce El Pais , infatti, il governo regionale ha deciso che tutti i software prodotti per le istituzioni e gli organi pubblici baschi devono essere open source.

Le uniche eccezioni previste sono quelle legate ai software da impiegare direttamente per la sicurezza dello stato e una manciata di progetti condotti in collaborazione con fornitori di software commerciali.

I Paesi Baschi già mettono i propri dati a disposizione del pubblico in maniera aperta attraverso il sito “Open Data Euskadi”: su questa stessa piattaforma verrà pubblicato ora anche il codice sviluppato per il governo e che tutti gli enti sono tenuti a rilasciare.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti