Palm spiega webOS. Con un libro

Lo ha vergato uno dei dirigenti di Palm per illustrare tutti gli aspetti tecnici del nuovo webOS, il sistema operativo che succederà a PalmOS. Già disponibile online il primo capitolo, consultabile gratuitamente
Lo ha vergato uno dei dirigenti di Palm per illustrare tutti gli aspetti tecnici del nuovo webOS, il sistema operativo che succederà a PalmOS. Già disponibile online il primo capitolo, consultabile gratuitamente

La scorsa settimana Palm ha reso ufficiale che il futuro lancio del suo nuovo sistema operativo mobile, webOS , decreterà il definitivo abbandono dello storico PalmOS. Per soddisfare la curiosità di chi desidera sapere di più sulla piattaforma che manderà in pensione l’anziano sistema operativo di Palm, il CTO dell’azienda californiana, Mitch Allen, ha pubblicato online il primo capitolo di un libro interamente dedicato a webOS.

Il testo messo online da Allen fornisce una panoramica tecnica del nuovo sistema operativo, illustrandone in modo più approfondito il modello applicativo e i concetti alla base della sua innovativa interfaccia utente.

Pubblicato da O ‘Reilly, il libro di Allen è disponibile online grazie al servizio Rough Cuts fornito dallo stesso editore americano: questo offre accesso gratuito, benché solo parziale, a certi libri di argomento tecnologico prima che vengano distribuiti sul mercato.

La versione finale del libro verrà pubblicata contestualmente al rilascio di Mojo, il software development kit (SDK) per webOS. Quest’ultimo è un framework basato su JavaScript che incorpora numerose librerie di script sviluppate da Palm o da terze parti, tra le quali Prototype .

Palm afferma che sviluppare applicazioni per il proprio sistema operativo sarà semplicissimo, come semplice sarà riutilizzare le tonnellate di codice JavaScript già alla base delle odierne web application. Sfortunatamente, però, Allen non fornisce ancora alcun dettaglio sul motore runtime che dovrà far girare queste applicazioni: la buona progettazione di questo componente influirà in modo cruciale sul destino di webOS, perché da esso dipenderanno l’efficienza e le performance dei programmi utente.

Come è già stato spiegato all’epoca del suo annuncio, webOS è un moderno sistema operativo mobile che si fonda sulle principali tecnologie standard del Web, quali XHTML, JavaScript e CSS. Le stesse tecnologie che gli sviluppatori potranno utilizzare per creare applicazioni per webOS. Palm spera che questa scelta renda la propria piattaforma la preferita dagli sviluppatori web, ed in particolare da coloro che non conoscono linguaggi come C e C++.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 02 2009
Link copiato negli appunti