PalmSource ammaliata dal Pinguino

La mamma del sistema operativo di Palm e Treo ha lanciato la sua prima piattaforma mobile compatibile con Linux. Il software verrà offerto ai produttori di telefoni Linux-based e competerà con Microsoft e Symbian
La mamma del sistema operativo di Palm e Treo ha lanciato la sua prima piattaforma mobile compatibile con Linux. Il software verrà offerto ai produttori di telefoni Linux-based e competerà con Microsoft e Symbian


Cannes – Ieri PalmSource ha ufficialmente presentato mFone for Smart Phones, la sua prima piattaforma mobile basata su Linux. Annunciato lo scorso anno , il nuovo software deriva da un prodotto che PalmSource ha recentemente acquisito dalla società China MobileSoft (CMS).

mFone for Smart Phones gira al di sopra del kernel di Linux e include un’interfaccia grafica utente, driver di periferica, protocolli di rete, tool di sviluppo e un completo insieme di applicazioni per la navigazione su Internet, la posta elettronica, la messaggistica SMS e MMS, la riproduzione di file audio e video, e i giochi.

Con il debutto della sua nuova piattaforma, che si affianca – ma non sostituisce – il sistema operativo Palm OS, PalmSource parte così all’attacco del nascente mercato degli smartphone basati su Linux. Il suo primo target, com’è prevedibile, è il mercato cinese, ma in futuro conta di espandere la propria offerta anche a quei paesi dove oggi propone la famiglia di smartphone Treo.

Insieme a mFone for Smart Phones, PalmSource ha lanciato tre altri software: Feature Phone, una piattaforma più leggera e progettata per girare al di sopra di sistemi operativi real-time come Nucleus e VRTX; mMMS, un servizio per la messaggistica multimediale basato sullo standard MMS 2.0 dell’OMA; e mBrowser, un micro browser ottimizzato per i dispositivi wireless in grado di supportare gli standard WAP e HTML.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 02 2005
Link copiato negli appunti