Panasonic TOUGHBOOK 55: fino a 38 ore di autonomia per il laptop

Panasonic TOUGHBOOK 55: fino a 38 ore di autonomia

Design rugged e modulare per il nuovo laptop professionale di Panasonic: con una seconda batteria, può rimanere acceso fino a 38 ore consecutivamente.
Design rugged e modulare per il nuovo laptop professionale di Panasonic: con una seconda batteria, può rimanere acceso fino a 38 ore consecutivamente.

Non è certo un laptop come tutti gli altri, il nuovo Panasonic TOUGHBOOK 55. Con il suo design rugged e modulare, è progettato per soddisfare le esigenze di chi lavora in mobilità, nell’ambito dell’assistenza o in quello industriale. Tra i punti di forza, un’autonomia media pari a 19 ore che può arrivare fino a 37 ore grazie all’impiego di una seconda batteria hot swap.

Rugged e modulare: ecco Panasonic TOUGHBOOK 55

La scheda delle specifiche tecniche è di fascia alta: processore processore Intel Core i5-1145G7 di undicesima generazione con tecnologia Intel vPro, supporto per grafica Intel Xe, WiFi 6, Bluetooth 5.0, Thunderbolt 4, storage con unità SSD NVMe OPAL per eseguire in tempo reale la crittografia dei dati e funzione dual SIM. Il già citato approccio modulare permette di aggiungere, ad esempio, un lettore DVD o Blu-Ray, un lettore di impronte digitali, un lettore HF-RFID, un normale lettore di smart card o una seconda batteria.

Il laptop TOUGHBOOK 55 di Panasonic

Il peso si attesta a 2,08 Kg, lo spessore è pari a 3,28 cm. Dispone della certificazione IP53 che ne garantisce la resistenza a polvere e schizzi d’acqua, può uscire indenne da cadute fino a un’altezza massima di 91 cm e lavorare senza problemi in temperature da -29° C a +60° C.

Panasonic offre TOUGHBOOK 55 in tre versioni che si differenziano per la tipologia di display integrato: HD, Full HD e Full HD con touchscreen. Si parte dal prezzo di 1.988 euro + IVA. Concludiamo con il commento di Dirk Weigelt, Senior Product Marketing Manager di Panasonic Mobile Solutions Business.

Se il notebook TOUGHBOOK 55 è stato un game-changer, che ha portato il mobile computing a nuovi livelli di flessibilità, produttività e sostenibilità, questa nuova generazione sarà in grado di migliorarne ulteriormente la reputazione. Gli utenti potranno personalizzare il device ovunque si trovino in base alle diverse necessità del lavoro sul campo, mentre i responsabili degli acquisti sapranno di investire in un dispositivo dotato della flessibilità necessaria per adattarsi, nel lungo periodo, alle diverse esigenze di mercato e della forza lavoro.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 set 2021
Link copiato negli appunti