Parlarsi per telefono via web

Parlarsi per telefono via web

Questo l'obiettivo di un'azienda che dopo essersi lanciata nei servizi voce via web ha pensato di creare chatroom telefoniche sfruttando la rete e l'anonimato online
Questo l'obiettivo di un'azienda che dopo essersi lanciata nei servizi voce via web ha pensato di creare chatroom telefoniche sfruttando la rete e l'anonimato online


Los Angeles (USA) – Sarà questo il futuro della rete? L'integrazione delle tecnologie telefoniche è ormai dato certo e Keen.com è tra le prime a sfruttare pare appieno questa “convergenza”: ha appena lanciato chatroom telefoniche gestite dai suoi servizi web, chatroom nelle quali chi chiama non sa chi è l'altro e la sua stessa privacy viene protetta dal servizio…

L'idea si chiama Live Answer Community, un ambiente web con room di dibattito a tema in cui chi partecipa viene chiamato da Keen.com e non deve quindi rivelare agli altri partecipanti il proprio numero di telefono o la propria identità. Non solo, con lo stesso sistema e in conversazioni a due, uno dei partecipanti può proporsi come esperto in materia e farsi pagare per i servizi resi, concedendo una percentuale su quanto guadagna a Keen.com.

Karl Jacob, che ha messo in piedi il sito, ha affermato che “chiunque può arrivare sul sito e incontrare persone con lo stesso interesse oppure fare soldi mettendosi a disposizione come consulenti in aree nelle quali sono esperte. Potrebbe, per esempio, consigliare dove passare una serata a New York oppure chiacchierare con un medico sulla propria salute alle 4 del mattino”..

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 11 1999
Link copiato negli appunti