Partita la campagna contro la censura online

Parte oggi una petizione che verrà presentata al nuovo Parlamento che uscirà dalle prossime elezioni politiche e che chiede l'abrogazione della nuova legge sull'editoria. Tutti gli utenti e i siti Internet sono invitati a partecipare


Roma – Parte oggi una petizione online per presentare al nuovo Parlamento, che emergerà dalle elezioni del 13 maggio, “il conto” delle “malefatte” del vecchio Parlamento in tema di legge liberticida sull’editoria.

La legge, come già emerso in questi giorni sia su Punto Informatico che su Interlex e su altri siti italiani, mette in campo una serie di contraddizioni ispirate dalle necessità economiche dell’editoria tradizionale travasata su Web. Il tutto si traduce in nuove forme di censura per la pubblicazione di informazioni online, cioè per la pubblicazione di siti Web o di altri strumenti di opinione e informazione che la Rete consente di realizzare.

Inutile dire che una legge del genere, scaturita da un Parlamento che ne ha fatte di cotte e di crude per quanto riguarda Internet (basti pensare il tempo perduto su un DDL-domini che ha fatto inorridire molti), può essere vista come il primo passo di un possibile tentativo di “colonizzazione” della Rete da parte dei centri di potere nati e cresciuti in un’epoca in cui il libero scambio delle opinioni e delle informazioni era “tecnicamente” inesistente oltreché politicamente scomodo.

La notizia dell’entrata in vigore di questa legge ha spinto molti webmaster a sospendere gli aggiornamenti sui propri siti. Una mossa prudente ma forse esageratamente repentina, considerando che se il sito non pubblica informazioni periodiche, o sceglie di pubblicarle a giorni alterni e senza una periodicità fissa, “se la può cavare” semplicemente indicando sulle proprie pagine l’autore/editore del sito e la locazione fisica del server dove il sito è mantenuto.

Su queste basi oggi viene lanciata da tantissimi webmaster e utenti Internet una iniziativa di raccolta firme attorno ad una petizione che chiede l’abrogazione della nuova legge sull’editoria e in particolare dei commi 1 e 3 dell’articolo 1, quelli che estendono gli obblighi di registrazione ai siti “che fanno informazione”.

Una campagna – come chiedono alcune lettere pervenute in redazione ieri pomeriggio – che sia per la Rete italiana un primo forte segnale della difesa dei diritti che Internet oggi deve poter garantire, diritti disconosciuti o semplicemente ignorati dall’attuale classe politica, con rarissime e preziose eccezioni.

La petizione verrà presentata, completa di firme e di adesioni dei siti, al nuovo Parlamento che emergerà dalle urne dopo il 13 maggio. Alla firma sono invitati tutti gli utenti Internet, i siti e i politici, che in questi giorni stanno conducendo la campagna elettorale per le elezioni.

Che l’interesse per questa “battaglia” sia altissimo lo dimostra il fatto che nel solo pomeriggio di ieri hanno aderito più di 1.000 utenti e siti come fantascienza.com, gratis.it, aduc.it, ziobudda.net, giuda.com, dude.it, articolo21.it, webmasterpoint.org, insieme a più di altri 150 spazi Web italiani, tutti interessati a sotterrare al più presto una legge liberticida.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    A me con LG e' andata peggio
    modello 774FT (e' piu economico del 775? no costa di piu). L'ho cambiato due volte per totali 3 monitor con tutti i disagi tuoi moltiplicati due (e anche quest'ultimo presenta un difetto che all'inizio mi era sfuggito...) ma tant'e' che mi sono stancato e me lo tengo com'e', non ho voglia di aspettare 1,5 mesi per una sostituzione che altri come HP e Philips fanno, se non altro, contestualmente al ritiro dell'esemplare difettoso... LG mi ha deluso su tutta la linea...
  • Anonimo scrive:
    Due precisazioni
    Il monitor, se non ho capito male, e' un Flatron 775FT 17", pagato 680K: dalle dimensioni e dal prezzo deduco che e' quello che ho io davanti in questo momento, e che NON e' un LCD, ma un CRT. Il monitor l'ho comprato a meta' ottobre, e finora, dopo un uso intensivo, non mi ha mai tradito (non voglio con questo contestare il lettore, sia chiaro). Della LG ho anche un masterizzatore 32/4/4 comprato nella stessa data (computer in blocco), ma non ho ancora avuto modo di testarlo :-)Saluti,Gabriele :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Due precisazioni
      Si esatto, e' un CRT.Non ho mai detto fosse un LCD, c'e' stato una semplicissima imcomprensione, tutto qui!- Scritto da: LightKnight
      Il monitor, se non ho capito male, e' un
      Flatron 775FT 17", pagato 680K: dalle
      dimensioni e dal prezzo deduco che e' quello
      che ho io davanti in questo momento, e che
      NON e' un LCD, ma un CRT.
      • Anonimo scrive:
        Re: Due precisazioni
        - Scritto da: Giuseppe Tambasco
        Si esatto, e' un CRT.
        Non ho mai detto fosse un LCD, c'e' stato
        una semplicissima imcomprensione, tutto qui!Infatti, si sono sbagliati quelli di PI... sinceramente mi sembra strano che abbiano preso una cantonata cosi' grossa (forse si ricordavano ancora del recente articolo sui pixel bruciati negli LCD e pensavano che l'argomento fosse lo stesso? :-) ).Nessun problema, quindi, ne' con te, ne' con gli autori di PI :-)Ciao!Gabriele :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Due precisazioni
      Soperiamo che non ti si rompano mai...:))MaX!- Scritto da: LightKnight
      Il monitor, se non ho capito male, e' un
      Flatron 775FT 17", pagato 680K: dalle
      dimensioni e dal prezzo deduco che e' quello
      che ho io davanti in questo momento, e che
      NON e' un LCD, ma un CRT. Il monitor l'ho
      comprato a meta' ottobre, e finora, dopo un
      uso intensivo, non mi ha mai tradito (non
      voglio con questo contestare il lettore, sia
      chiaro). Della LG ho anche un masterizzatore
      32/4/4 comprato nella stessa data (computer
      in blocco), ma non ho ancora avuto modo di
      testarlo :-)

      Saluti,
      Gabriele :-)
  • Anonimo scrive:
    LG... tzè
    Non sono capaci di rilasciare dei driver per far funzionare i loro scanner sotto windows2000.. DIFFIDATE !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LG... tzè
      - Scritto da: MultiTaskinG
      Non sono capaci di rilasciare dei driver per
      far funzionare i loro scanner sotto
      windows2000..

      DIFFIDATE !!!Ah, se e' per questo neanche Mustek, maledetti!Ma il problema non e' che non sono capaci a fare il driver, e' che commercialmente non gli conviene, decretando di fatto la morte di scanner (o altri prodotti) che invece funzionerebbero ancora benissimo, anche su windows 2000. Sono pazzi se sperano pero' che questa politica li paghi perche' io non comprero MAI piu' uno scanner Mustek (e nemmeno LG, a quanto pare) e con me tutti quelli a cui li sconsigliero'.
      • Anonimo scrive:
        Re: LG... tzè
        Purtropo il mio scanner é finito nella pantumiera differenziata, sia chiaro, giustamente per mancanza di driver x w98, acnhe se sono sono riuscito a trovarli, pero in tedescho..alla faccia del multilinguaggio...LG..Never more!!- Scritto da: ~

        - Scritto da: MultiTaskinG

        Non sono capaci di rilasciare dei driver
        per

        far funzionare i loro scanner sotto

        windows2000..



        DIFFIDATE !!!

        Ah, se e' per questo neanche Mustek,
        maledetti!
        Ma il problema non e' che non sono capaci a
        fare il driver, e' che commercialmente non
        gli conviene, decretando di fatto la morte
        di scanner (o altri prodotti) che invece
        funzionerebbero ancora benissimo, anche su
        windows 2000. Sono pazzi se sperano pero'
        che questa politica li paghi perche' io non
        comprero MAI piu' uno scanner Mustek (e
        nemmeno LG, a quanto pare) e con me tutti
        quelli a cui li sconsigliero'.
      • Anonimo scrive:
        Re: LG... tzè
        Non mi parlare della Mustek! Ne avevo comprato uno anni fa: guasto dopo tre mesi (almeno l'hanno riparato in garanzia); non ha mai funzionato a dovere malgrado le assicurazioni di compatibilita' al 100% con tutte le stampanti (era parallelo), quando funzionava faceva scansioni obbrobriose, finche' non e' morto del tutto qualche mese fa. anche un mio amico ne ha comprato uno, per farlo funzionare ha dovuto comprare una seconda porta parallela, ci abbiamo messo due ore a trovare le impostazioni migliori... e poi appena installi un altro driver, pof! devi rifare tutto...adesso io mi sono comprato un Epson 1200U, questo si' che e' uno scanner degno di questo nome (e sono disponibili dei driver open source...), ha funzionato al volo sia in w98 che in w2k, qualita' di scansione fenomenale per il suo prezzo, ecc. ecc. Insomma, lo consiglio a tutti. Peccato che le stampanti Epson invece lascino un po' a desiderare...P.S. il mio amico ha attaccato il mustek ad un 486, per farlo funzionare... - Scritto da: ~

        - Scritto da: MultiTaskinG

        Non sono capaci di rilasciare dei driver
        per

        far funzionare i loro scanner sotto

        windows2000..



        DIFFIDATE !!!

        Ah, se e' per questo neanche Mustek,
        maledetti!
        Ma il problema non e' che non sono capaci a
        fare il driver, e' che commercialmente non
        gli conviene, decretando di fatto la morte
        di scanner (o altri prodotti) che invece
        funzionerebbero ancora benissimo, anche su
        windows 2000. Sono pazzi se sperano pero'
        che questa politica li paghi perche' io non
        comprero MAI piu' uno scanner Mustek (e
        nemmeno LG, a quanto pare) e con me tutti
        quelli a cui li sconsigliero'.
Chiudi i commenti