Partita l'eBay del software, ma non è eBay

Partita l'eBay del software, ma non è eBay

Salesforce crea un bazar del software, un servizio di commercio elettronico on demand, per vendere e comprare applicativi aziendali. E lo lancia con squillo di fanfare e ottimismo alle stelle
Salesforce crea un bazar del software, un servizio di commercio elettronico on demand, per vendere e comprare applicativi aziendali. E lo lancia con squillo di fanfare e ottimismo alle stelle


San Francisco (USA) – Aria di cambiamenti nel mondo del software per il Customer Relationship Management : Oracle ha mosso le acque dei mercati internazionali con l’acquisto di Siebel , ed il CEO di Salesforce ha colto immediatamente l’occasione per annunciare un ambizioso progetto online: AppExchange , già ribattezzata come “la eBay del software”.

Il nuovo bazar elettronico si baserà sulla vendita al dettaglio e “on demand” di strumenti informatici per aziende ed uffici: dalle utilità per la pianificazione del marketing fino agli applicativi per i call-center. Marc Benioff ha le idee chiare e prende come punto di riferimento iTunes , Amazon ed eBay : “Cosa accadrebbe se ci fosse una comunità online dove le società possono acquistare e vendere software compatibile con i nostri servizi CRM?”. Eccola qui: AppExchange permetterà di acquistare su richiesta applicazioni personalizzate ed addirittura “create sul momento”.

L’ambizioso progetto annunciato da Benioff, peraltro già disponibile in versione “beta”, partirà ufficialmente da questo inverno. AppExchange completa la lungimirante visione di Benioff: creare una sorta di ambiente operativo online , modulare ed espandibile. Tutti gli applicativi offerti da Salesforce, infatti, gireranno esclusivamente sulla piattaforma proprietaria sviluppata da questo marchio.

Gli utenti potranno decidere se acquistare singolarmente le varie offerte aggiuntive, ottenibili attraverso abbonamenti o pagamenti elettronici. I portavoce di Salesforce fanno sapere che i partner privilegiati del programma saranno i vecchi clienti: ma c’è da rallegrarsi, perché per il momento AppExchange offre circa 35 programmi gratuiti per l’uso individuale.

Attraverso un’interfaccia online particolarmente dettagliata ed accessibile, il CEO di Salesforce è sicuro di conquistare nuovi clienti provenienti da qualsiasi settore: “Con i nostri servizi, qualsiasi ramo di un’azienda può aumentare la produttività”, si legge in una nota ufficiale rilasciata dal team di AppExchange.

C’è fermento nel mondo del software CRM: come conferma DestinationCRM , portale di riferimento per questo scoppiettante campo informatico, la creatività di iniziative come quella di Benioff e soci è quasi utopica . Secondo alcuni esperti del settore, tuttavia, “questi sogni, incredibilmente creativi, si dovranno comunque scontrare con i problemi della realtà: il sistema offerto da Salesforce deve fare i conti con il supporto ed il mantenimento dei vari applicativi offerti”. Problemi che, sicuramente, affliggono qualsiasi prodotto informatico.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 09 2005
Link copiato negli appunti