Pedoporno online, i numeri di TA

Telefono Arcobaleno annuncia l'Osservatorio Internazionale della pedofilia e della pornografia minorile e racconta i dati delle ultime rilevazioni
Telefono Arcobaleno annuncia l'Osservatorio Internazionale della pedofilia e della pornografia minorile e racconta i dati delle ultime rilevazioni

L’Italia è sesta tra i paesi in cui vi sono più clienti o fruitori di immagini di pornografia infantile online: ne sono convinti gli esperti di Telefono Arcobaleno , che confermano così le tendenze già emerse per il 2007.

TA ha annunciato la nascita dell’ Osservatorio internazionale sulla pedofilia on line , creato, si legge in una nota, per “mettere a frutto i dodici anni di intensa attività di costante monitoraggio del fenomeno pedofilo in rete e dimostrare concretamente le reali proporzioni e le efferate caratteristiche della pedofilia on line”. Il riferimento, evidentemente, non è alla condizione pedofila in sé quanto alle attività illegali online collegate allo sfruttamento e all’abuso di minori.

L’Osservatorio ha messo quindi a disposizione dati dai quali emergerebbe una crescita esponenziale dei “siti pedofili rilevati”, come vengono definiti dagli ascoltati esperti di TA quei siti che distribuiscono, spesso dietro pagamento per l’accesso o abbonamenti, immagini e video pedopornografici.

TA assicura che l’Osservatorio fornirà dati di questo tipo ogni mese, per “contribuire ad un’analisi del fenomeno che ne evidenzi, in maniera puntuale, le caratteristiche e le tendenze”. “I dati riportati – sottolinea l’associazione – sono formalmente documentati e contenuti in un apposito database di proprietà di Telefono Arcobaleno”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 03 2008
Link copiato negli appunti