Perseverance raccoglie il primo campione di roccia (update)

Perseverance raccoglie il primo campione di roccia (update)

Perseverance ha effettuato con successo il carotaggio del primo campione di roccia, ma serve una conferma visiva prima di completare la procedura.
Perseverance ha effettuato con successo il carotaggio del primo campione di roccia, ma serve una conferma visiva prima di completare la procedura.

La NASA ha comunicato che il secondo tentativo è stato completato con successo. I dati ricevuti confermano che Perseverance ha raccolto il primo campione di roccia marziana. Come spiegato in precedenza, la procedura è stata leggermente modificata per evitare di sprecare un altro contenitore.

Carotaggio avvenuto, ma serve la controprova

Dopo aver scelto la roccia, la NASA ha inviato al rover i comandi necessari per l'operazione. Perseverance ha innanzitutto abraso la superficie e soffiato via la polvere generata per consentire di esaminare la parte interna della roccia. Gli scienziati hanno quindi confermato che il carotaggio era possibile.

Utilizzando il trapano a percussione (visibile nella GIF) posizionato all'estremità del braccio robotico, il rover ha successivamente estratto il campione di roccia che è stato inserito nel contenitore.

Perseverance ha quindi aperto il contenitore e scattato alcune foto con la Mastcam-Z. Come si può vedere, il campione di roccia è presente.

Perseverence - campione roccia

Il rover ha successivamente avviato una procedura denominata “percuss to ingest” che permette di eliminare eventuale materiale residuo dai bordi del contenitore e di far scivolare il campione all'interno del contenitore. La Mastcam-Z ha quindi scattato un'altra serie di immagini, ma stavolta l'interno del contenitore non è visibile a causa della scarsa illuminazione.

La NASA ha già inviato i comandi per ottenere altri scatti (anche dopo il tramonto del Sole) e avere una conferma della presenza del campione (le immagini arriveranno sulla Terra domani mattina). In caso contrario verrà utilizzata la sonda a bordo del rover per misurare il volume. Se il dato è corretto, il contenitore verrà sigillato e immagazzinato.

Aggiornamento (5/09/2021): una nuova immagine ha confermato che il campione di roccia è all'interno del contenitore.

Fonte: NASA
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 09 2021
Link copiato negli appunti