Persino TiVo cede al DRM

L'utente è pirata per natura: Hollywood trasforma in un veicolo di controlli sui contenuti anche il dispositivo che negli USA ha cambiato il modo di vedere la Tv. Macrovision docet

Roma – TiVo, il Digital Video Recorder che spopola negli Stati Uniti (lo si può trovare nel 15 per cento delle case USA) è alla sua terza generazione. Il suo successo fino ad oggi è stato attribuito alla grande libertà che concede all’utente di scaricare in anticipo i programmi preferiti e di vederli in qualsiasi momento, epurandone a piacere la pubblicità. Ma ora le cose cambiano drasticamente .

La tecnologia HDMI che il nuovo TiVo supporta, per le major di Hollywood si sta rivelando un comodo cavallo di troia per inserire in questo strumento di libertà un sistema di protezione, in altre parole DRM (Digital Rights Management).

Se ne è resa conto cnet . Cercando di collaudare la compatibilità del nuovo TiVo, durante la prova per verificarne la funzionalità con una doppia uscita video (una standard HDMI, una S-Video), i tester hanno rilevato che qualcosa non andava per il verso giusto. Schermo grigio, messaggio di TiVo: “La visione di questo programma non è consentita con il TiVo Digital Media Recorder”. Cambiando canale il risultato era lo stesso.

Premendo il tasto “Info” hanno raggranellato qualche dettaglio in più: “Vista la politica del detentore di Copyright, questa registrazione non può essere trasferita a videoregistratori, DVD o ad altri device. Per saperne di più, visita www.tivo.com/copyprotection”. Esplicativa la visita a quella URL : i Digital Video Recorder TiVo riconoscono la protezione Macrovision applicata dai fornitori di contenuti. Questa protezione potrebbe essere applicata a programmi Pay per View, Video on Demand, DVD. Tre sono i tipi di protezione: impossibile copiare (e quindi non registrabile da un TiVo Video Recorder); visibile e registrabile per sette giorni dalla prima data di registrazione; durata di sette giorni a partire dal momento dello storage ma visibilità per sole 24 ore dal momento in cui si inizia a guardare.

Il collaudo di cnet è incappato nella protezione del primo tipo: impossibile copiare . E dato che questo tipo di protezioni DRM si può veicolare solamente attraverso la trasmissione via HDMI, è loro impedito di vedere un programma soggetto a restrizioni mediante un’uscita non trusted , onde evitare l'”incontrollabile e deprecabile” videoregistrazione.

Il Tivo seconda serie, anche se non era del tutto scevro da limitazioni di stampo DRM , prevedeva la possibilità di moltiplicare le sue funzioni con TiVoToGo, che consentiva di esportare i file archiviati nel DVR. TiVoToGo non è più disponibile per la terza generazione del Digital Video Recorder. E non è nemmeno possibile tentare di archiviare le copie di programmi ritenuti interessanti, grazie alle restrizioni DRM, sempre più facili da introdurre.

Ecco che l’originalità e la libertà (e la qualità, data l’implementazione dello standard HDMI) che TiVo garantisce al consumatore, si stanno trasformando in uno strumento di controllo sugli utenti da parte dell’industria dei contenuti. Il prossimo passo è già pronto: la blindatura della pubblicità è ormai alle porte.

Inevitabile chiedersi cosa accadrà: da un lato c’è chi si aspetta una discriminazione dei produttori di contenuti che non si adegueranno all’uso dei vari DRM e broadcast flag , dall’altro c’è chi teme che i nuovi dispositivi introdotti sul mercato saranno nei fatti soggetti all’approvazione delle major, con conseguenze dirette sull’innovazione.

Sembra sempre più lontana l’epoca dei successi di Betamax : l’utente è inappellabilmente un pirata e va tenuto a bada. Costi quel che costi.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' solo vapore
    La sospensione di Vola con internet (legge dello Stato) era fino al 30 settembre. In uno stato di diritto, dal 1 ottobre sarebbe ripreso automaticamente. In una repubblica delle banane, invece, la sospensione viene prorogata de facto. A questo si aggiunga che, approssimandosi una stangata, si _ANNUNCIA_ che sarà ripresa l'iniziativa. Si annuncia e basta, dato che nessun rivenditore può, anche a fronte di PIN regolarmente rilasciato, applicare lo sconto. Che vergogna!
  • Anonimo scrive:
    Sarebbe meglio darli in base al reddito
    Scusate, ma non sarebbe meglio che i finanziamenti venissero dati in base al reddito?Una famiglia che sta bene economicamente non ha bisogno di aiuti statali per comprare il pc al figlio, mentre quei soldi sarebbero più utili per pagare pc+connessione internet ad un ragazzino di una famiglia dal reddito basso.Dato che lo stato italiano è messo molto male economicamente, non sarebbe meglio evitare gli sprechi da qualsiasi parte, finanziando solo chi ne ha realmente bisogno?Lo dico io che sono benestante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe meglio darli in base al redd
      In Italia un gioielliere dichiara 15.000 euro lordi l'anno e su livelli inferiori di reddito sono gli altri commercianti.Secondo i redditi dichiarati, un commesso guadagna meno del titolare di un esercizio.In Italia se si usa il reddito dichiarato come metro non si fa altro che perpetrare ulteriori ingiustizie.Ora scusatemi, ma sono un dipendente con un buon stipendio (e quindi ricco secondo il governo): devo andare sul mio panfilo da 20 milioni di euro (quello del manifesto di Rifondazione Comunista).
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe meglio darli in base al redd
        - Scritto da:
        In Italia un gioielliere dichiara 15.000 euro
        lordi l'anno e su livelli inferiori di reddito
        sono gli altri
        commercianti.

        Secondo i redditi dichiarati, un commesso
        guadagna meno del titolare di un
        esercizio.

        In Italia se si usa il reddito dichiarato come
        metro non si fa altro che perpetrare ulteriori
        ingiustizie.

        Ora scusatemi, ma sono un dipendente con un buon
        stipendio (e quindi ricco secondo il governo):
        devo andare sul mio panfilo da 20 milioni di euro
        (quello del manifesto di Rifondazione
        Comunista).Hai ragionissima, purtroppo! :(Hai visto anche tu il servizio delle Iene? ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe meglio darli in base al redd
          non tutti gli autonomi sono gioiellieri, non tutti guadagnano meno dei propri dipendenti, motli guadangnao coem un dipendente realmente e pagano tutte le tasse, l'evasione è solo per una parte degli autonomi, le grandi aziende non pagano mai tasse perchè sono sempre in perdita o pareggio, gli insegnanti fanno lezioni a nero per 30/35 euro l'ora, molti muratori, decoratori, elettricisti ecc hanno un secondo lavoro a nero oltre a quello da dipendente. alcuni, coem visto ieri su porta a porta hanno la barca e sonod ipendneti pubblici (1 barca da 60 mila euro da 8 mt = un camper che può costare anche 80 mila euro, però se ha la barca sei ricco se hai il camper sei un poveraccio che risparmia sulle vacanze... insomma in italia si evade molto (ma si ha anche una delle più pesanti tassazioni europee a fronte di servizi tra i peggiori) ma lo fanno tutti gli italiani, le casilinghe che fanno pulizie a ore sono evasori totali ecc.. per cui per favore basta con l'assioma evasore=autonomo. l'evasione è = a italiano. forse meno tasse per tutti e tutti pagano le tasse sarebbe più equo ora come ora colpire l'evasione va bene ma tutta l'evasione non solo quella che non è operaia
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe meglio darli in base al redd
            - Scritto da:
            non tutti gli autonomi sono gioiellieri, non
            tutti guadagnano meno dei propri dipendenti,Appunto: molti (grande maggioranza, ma purtroppo non posso portarti prove ufficiali ISTAT perchè sarebbero falsate dalle dichiarazioni non veritiere...) guadagnano di più dei dipendenti.
            motli guadangnao coem un dipendente realmente e
            pagano tutte le tasse, Sei un autonomo, vero?
            l'evasione è solo per una
            parte degli autonomi, le grandi aziende non
            pagano mai tasse perchè sono sempre in perdita o
            pareggio, :|
            gli insegnanti fanno lezioni a nero per
            30/35 euro l'ora, Allora potrei anche io obiettarti che non tutti lo fanno... e, comunque, uno stipendio medio di un insegnante è ben diverso da uno stipendio medio *reale* di un autonomo...
            molti muratori, decoratori,
            elettricisti ecc hanno un secondo lavoro a nero
            oltre a quello da dipendente. Se sono autonomi -
            guadagnano, guadagnano. Proprio perchè molte volte non dichiarano o dichiarano molto poco.Se sono dipendenti -
            avrano un reddito basso (non certo come quello *reale* di un autonomo medio) quindi arrotondano con i lavori in nero.
            alcuni, coem visto
            ieri su porta a porta hanno la barca e sonod
            ipendneti pubblici (1 barca da 60 mila euro da 8
            mt = un camper che può costare anche 80 mila
            euro, però se ha la barca sei ricco se hai il
            camper sei un poveraccio che risparmia sulle
            vacanze... Sarà *intestata* a loro che, se dipendenti, risultano con reddito medio-basso. In realtà avranno qualche parente (marito/moglie? figli? genitori?) con uno stipendio elevato/una cospicua eredità/una buona pensione... Prendi l'insegnnate che ha lo stipendio medio di 1400€/mese e vedi che anche arrotondando la barca non la compra
            insomma in italia si evade molto (ma
            si ha anche una delle più pesanti tassazioni
            europee a fronte di servizi tra i peggiori) ma lo
            fanno tutti gli italiani, le casilinghe che fanno
            pulizie a ore sono evasori totali ecc..Stesso discorso di sopra: basta adattarlo al contesto.
            per cui
            per favore basta con l'assioma evasore=autonomo.Per dire davvero "basta" bisognerebbe che gli autonomi che evadono dimostrassero un pò più di corretteza. Ormai, si sa, gran parte degli autonomi non dichiara il reale. Non chiedermi link perchè se ufficilamente, appunto, dichiarano meno le statistiche risultano falsate...
            l'evasione è = a italiano. aggiungo: solitamente facente parte della categoria "autonomo medio" con lavoro in proprio
            forse meno tasse per
            tutti e tutti pagano le tasse sarebbe più equo
            ora come ora colpire l'evasione va bene ma tutta
            l'evasione non solo quella che non è
            operaiaCerto! Però capisci che chi ha un reddito alto può pagare più tasse rispetto ad un operaio... la ruota però non gira se gli autonomi dichiarano un guadagno davvero inferiore rispetto al reale...
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe meglio darli in base al redd
            http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/1

            ma ovviamente è la stampa strumentalizzata e
            corrotta,
            vero??!No, non è la solita stampa strumentalizzata e corrotta, bensì, la tua testa è corrotta, dato che non hai letto minimamente, ciò che ti ho risposto!!!Ma, allora, dato che secondo te, il lavoro autonomo, è bello, perchè, invece di fare il dipendente, magari con un bel posto avuto tramite raccomandazione di ferro, non ti dimetti, ed inizi a fare l'autonomo anche tu?Che, mancano i diritti e le garanzie che hai come dipendente?Hai paura, vero?!?Eh, è proprio vero, per fare il lavoro autonomo, o si deve essere proprio disperati, o ci vogliono gli attributi cubici!!!E tu, mi dispiace per te, non sei né l'uno, né l'altro!!!Nickmio
  • Anonimo scrive:
    VAI CON INTERNET 2006? DOV'E'?
    A breve una petizione per sbloccare i 9 milioni di euro necessari per far partire Vai con Internet 2006 - pc alle famiglie - www.fdambrosio.net
  • Anonimo scrive:
    niente sconti per la certificazione?
    dall'articolo: "non prevede ulteriori sconti per corsi di alfabetizzazione informatica"però su italia.gov si afferma"Il progetto "Vola con Internet 2006" consente, come negli anni passati, ai ragazzi nati nel 1990 di usufruire di un bonus di 175 euro, erogato sotto forma di sconto sul prezzo finale, per l'acquisto di un pc con connessione a Internet e di conseguire una certificazione delle conoscenze informatiche di base a prezzi agevolati ."negli anni scorsi, le agevolazioni per l'acquisizione della certificazone sono state stabilite e attivate alcuni mesi più tardi del lancio di "vola con iternet".ciaoroberto
  • MandarX scrive:
    soldi
    soldi nelle tasche del draga
  • Anonimo scrive:
    Che senso ha
    dare un bonus per l'acquisto di un pc e non quello per la certificazione informatica....Tanto vale regalare una PS2 o una XBOX...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che senso ha
      - Scritto da:
      dare un bonus per l'acquisto di un pc e non
      quello per la certificazione
      informatica....

      Tanto vale regalare una PS2 o una XBOX...certificazione :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) l'importante è l'astrezzo, poi per i corsi qualcosa si trova, hai mai visto lezionionline.net ?...
  • Anonimo scrive:
    Non serve ai ragazzini...
    Fina da quando è nata, questa iniziativa non ha mai avuto lo scopo di agevolare i ragazzi nell'acquisto di un PC, è stata concepita a favore della grande distribuzione per trainare le vendite. La GDO è l'unico soggetto che può attendere i 6/7 mesi (quando va bene) il rimborso di 175 euro che è mediamente il doppio di quanto il rivenditore guadagna su un PC.Guardatevi in giro e vedrete che quasi nessun piccolo rivenditore aderisce più a questa iniziativa: chi glielo fa fare di fatturare l'intero importo, prendere 175 euro in meno, pagare l'IVA su tutta la cifra, perdere altri 20 euro per le spese che il Ministero addebita e poi non vedere i soldi per mesi e mesi (sempre che prima o poi li veda, so che c'è gente che li aspetta ormai da un anno)?E' uno dei soliti raggiri dello Stato italiano, ormai ci siamo abituati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve ai ragazzini...

      La GDO è l'unico soggetto che può
      attendere i 6/7 mesi...I rimborsi sono mensili e qui a Torino anche i piccoli negozi hanno aderito. Fermo restando che non sono più in molti...In ogni caso questo è uno di quei pochi incentivi che sono direttamente a beneficio di chi ne usufruisce.CiaoAngelo, Torino.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non serve ai ragazzini...

        I rimborsi sono mensiliCerto, in teoria. In pratica, ogni mese ti arriva un'email in cui "si rende noto che i rimborsi relativi al mese di ... sono rinviati a data da destinarsi".
        e qui a Torino anche i
        piccoli negozi hanno aderito.Di solito hanno l'adesivo fuori giusto per attirare il cliente. Poi, quando è entrato, gli offrono un PC senza usufruire dell'iniziativa più o meno allo stesso prezzo (nessun negozio può assemblare pc certificati ISO come richiesto dal Ministero, quindi li compra dai grandi produttori e li paga parecchio di più che ad assemblarseli in casa)
        Fermo restando che non sono più in
        molti...Ormai a lavorare nel settore informatico in Italia è rimasto solo chi non ha altre alternative.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non serve ai ragazzini...
          i rimborsi arrivano mediante in 6/8 mesi (parola di venditore) quelli di quest'anno li stiamo aspettando tutti. Se ci chiedono Vola con internet lo facciamo, s enon c'è lo chiedono lo ricordiamo, non abbiamo etichette esposte. i pc non li assembliamo noi, li prendiamo di marca o di assemblatori nazionali certificati, costano quanto quelli assemblati (lenovo o altri vendono pc oramai a prezzi stracciati) notebook a 450 euro ivati pc a 279 euro ivati escluso monitor, sono cifre alla portata di tutto anche se prodotti da chi le certificazioni le ha. certo che se vendessi 20 pc a settimana con vola con internet e dovessi aspettare mesi e mesi i rimborsi potrei chiudere. qualcuno ogni tanto è sostenibile, qui è vero guadagna solo l'utente finale. ps tra un paio di anni a chi converrà vendere hardware se i pc dimezzano il prezzo di anno in anno? quest'anno un notebook base costa la metà di quello che costava un anno fa, ergo devo venderne 2 per guadagnare la stessa cifra che guadagnavo l'anno scorso anzi meno perchè ho più spese di trasporto e di collaudo
  • Anonimo scrive:
    Ottimo, il governo vada avanti così
    13 euro e 33 centesimi ad ogni sedicenne saranno certamente utili per acquistare un nuovo computer.Ma sbaglio o dovevano regalare qualche mille euro in più ogni anno?O è tutto stato accantonato per i disastrati conti pubblici?Eh, non per nulla l'Istat ha appena detto che nei primi sei mesi del 2006, quando ancora c'era Berlusconi il rapporto deficit/pil era già tornato all'interno dei limiti europei...che Prodino non se ne sia accorto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo, il governo vada avanti così
      Ma .... direi che più che altro è la ripresa economica che arriva dagli USA in EU, a far migliorare i conti pubblici delle amministrazioni del vecchio continente.Viene da pensare ai sentimenti e alle manifestazioni anti-USA (e più in fondo anti-Anglosassone) di molte parti politiche del vecchio continente che oggi sono al potere (a cominciare dal nostro paese, con il contributo indispensabile dei senatori a vita).Mah ......
  • Anonimo scrive:
    ma l'adsl?
    perchè non spendere soldi anche per portare l'adsl dove ancora non c'è? Dovrò tirarmi il cavo dal paese vicino? :|
  • Anonimo scrive:
    discriminatori
    e vi spiego perchè: qualche tempo fa mio cugino che è del 1990, potè prendere un pc con lo sconto, un'offerta simile a questa, se non con lo stesso nome, allora avrà avuto tipo 13 anni, ora torna l'offerta ma per i sedicenni, e quindi ci rientra di nuovo, ora, o tanti figli dei ministri sono del 1990, o proprio hanno le mozzarelle di bufala agli occhi quando scrivono le leggi.MA E' MAI POSSIBILE CHE DEBBANO FAVORIRE SOLO UNA CERTA CATEGORIA DI RAGAZZI PER LA DIFFUSIONE DEI PC?è tanto complicato avvantaggiare, ad esempio, ogni anno, tutti i ragazzi in età da scuola media superiore e inferiore, 11-17 anni, dando così modo alle famiglie di poter acquistare il pc l'anno dopo?
    • Anonimo scrive:
      Re: discriminatori
      No ma dico: ti rendi conto di chi fa le leggi in Italia???Sono 630 deputati e 315 senatori dei quali il 50% è ignorante e bifolco come neppure il peggiore contadino imbecille può essere!!Ma santo lag .... sono tutti tossici, puttanieri e raccomandati. La maggior parte dei parlamentari ha un parente più anziano che è stato o E' parlamentare!E poi quali figure decidono chi prendere sconti pc e chi no: Veline, conduttori di quiz, avvocati falliti e condannati in via definitiva!VakkaBoiaLadra aprite gli occhi prima di lamentarvi
      • Anonimo scrive:
        Re: discriminatori
        - Scritto da:
        No ma dico: ti rendi conto di chi fa le leggi in
        Italia???
        Sono 630 deputati e 315 senatori dei quali il 50%
        è ignorante e bifolco come neppure il peggiore
        contadino imbecille può
        essere!!
        Ma santo lag .... sono tutti tossici, puttanieri
        e raccomandati. Pregiudicati
    • Alucard scrive:
      Re: discriminatori
      - Scritto da:
      e vi spiego perchè: qualche tempo fa mio cugino
      che è del 1990, potè prendere un pc con lo
      sconto, un'offerta simile a questa, se non con lo
      stesso nome, allora avrà avuto tipo 13 anni, ora
      torna l'offerta ma per i sedicenni, e quindi ci
      rientra di nuovo, ora, o tanti figli dei ministri
      sono del 1990, o proprio hanno le mozzarelle di
      bufala agli occhi quando scrivono le
      leggi.
      MA E' MAI POSSIBILE CHE DEBBANO FAVORIRE SOLO UNA
      CERTA CATEGORIA DI RAGAZZI PER LA DIFFUSIONE DEI
      PC?
      è tanto complicato avvantaggiare, ad esempio,
      ogni anno, tutti i ragazzi in età da scuola
      media superiore e inferiore, 11-17 anni, dando
      così modo alle famiglie di poter acquistare il pc
      l'anno
      dopo?Oltre la risposta data dall'anonimo prima di me (che condivido) ti rendi conto quanto costerebbe allo stato una cosa simile? Nell'articolo di parla del fatto che non ci sono fondi neanche per tutti i 90 e tu dici di comprendere tutti dagli 11 ai 17 anni indiscriminatamente? loool E' semplicemente impossibile. Purtroppo siamo in Italia paese dove prima si aiutano i multimiliardari (non i semplici "ricchi") e i parenti e infine i poveri :(
      • Anonimo scrive:
        Re: discriminatori
        sono l'autore del primo post, si mi rendo conto sarebbe difficile ma accidenti, se la ripropongono ogni anno alla fine i soldi li trovano, in questo modo però loro escludono un'ampia fascia di potenziali beneficiari e ironia alcuni vengono favoriti due volte, e che hanno la coda?per la storia dei parlamentari, ho visto anche io le iene.. lo so, c'è da mettersi le mani ai capelli, ma ugualmente mi lamento perchè quelli sono i lecchini pigiabottoni buoni solo a prendere ordini, dentro comunque ci sta chi li comanda, e gli dice premi si, premi nocerto è triste, l'altro giorno in tv su la7 durante un discorso a omnibus mi pare, sentivo che un tizio, francamente, se ne è uscito con: non credo proprio che per ora cada il parlamento, i nuovi parlamentari hanno tutto l'interesse a farsi tre anni di mandato per poter così aver diritto alla pensione.. cioè.. 3 anni, 36 mesi, e hanno la pensione, non 36 anni come un italiano qualunque...(però così sono uscito fuori topic va beh..)
        • Alucard scrive:
          Re: discriminatori
          - Scritto da:
          sono l'autore del primo post, si mi rendo conto
          sarebbe difficile ma accidenti, se la
          ripropongono ogni anno alla fine i soldi li
          trovano, in questo modo però loro escludono
          un'ampia fascia di potenziali beneficiari e
          ironia alcuni vengono favoriti due volte, e che
          hanno la
          coda?

          per la storia dei parlamentari, ho visto anche io
          le iene.. lo so, c'è da mettersi le mani ai
          capelli, ma ugualmente mi lamento perchè quelli
          sono i lecchini pigiabottoni buoni solo a
          prendere ordini, dentro comunque ci sta chi li
          comanda, e gli dice premi si, premi
          no

          certo è triste, l'altro giorno in tv su la7
          durante un discorso a omnibus mi pare, sentivo
          che un tizio, francamente, se ne è uscito con:
          non credo proprio che per ora cada il parlamento,
          i nuovi parlamentari hanno tutto l'interesse a
          farsi tre anni di mandato per poter così aver
          diritto alla pensione.. cioè.. 3 anni, 36 mesi, e
          hanno la pensione, non 36 anni come un italiano
          qualunque...

          (però così sono uscito fuori topic va beh..)Eh ti capisco e condivido tutto :(Un essere umano qualunque deve farsi il culo per studiare e trovare un lavoro mentre loro vanno a scaldare le poltrone e gli pagano anche la carta igienica tra un po'.
  • Anonimo scrive:
    Vola!
    Vola !Con 4 floppy in golal'informatica a mollascimmiottar la guicosì stiamo ancora quie adesso vola !lo stato i soldi mollanon li usi per studiarema solo per giocarema la malora !apri la finestrabuttati di testaattento ai pinguinii pennuti c'hanno famee te fai meglio xboxare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Vola!
      - Scritto da:
      Vola !
      Con 4 floppy in gola
      l'informatica a molla
      scimmiottar la gui
      così stiamo ancora qui
      e adesso vola !
      lo stato i soldi molla
      non li usi per studiare
      ma solo per giocare
      ma la malora !
      apri la finestra
      buttati di testa
      attento ai pinguini
      i pennuti c'hanno fame
      e te fai meglio xboxare...Che sei imbriaco? Vai a dormì!
    • Anonimo scrive:
      Re: Vola!
      - Scritto da:
      Vola !
      Con 4 floppy in gola
      l'informatica a molla
      scimmiottar la gui
      così stiamo ancora qui
      e adesso vola !
      lo stato i soldi molla
      non li usi per studiare
      ma solo per giocare
      ma la malora !
      apri la finestra
      buttati di testa
      attento ai pinguini
      i pennuti c'hanno fame
      e te fai meglio xboxare...da 1 a 10..... 5 e mezzo..
  • Anonimo scrive:
    Vola vola vola !!!!
    Siccome l'Alitalia e' in bancarotta, per far volare gli italiani adesso usano i pc !Diavolacci di legislatori che abbiamo !!! @^
  • Anonimo scrive:
    Ma che vuol dire?
    Ma che cavolo significa?I promotori dell'iniziativa, i ministri Nicolais e Melandri, informano che la nuova tornata di sconti ha richiesto uno stanziamento di 8 milioni di euro, rivolto ad un "pubblico potenziale" di 600mila 16enni. Ciò significa che non ce n'è per tutti: per questo il Governo avverte che, una volta esaurito il fondo, non vi saranno ulteriori erogazioni, anche se ciò dovesse accadere prima del prossimo 20 marzo, data di scadenza dell'iniziativa.Devo riscuotere il bonus prima di quella data oppure chi prima meglio alloggia?Non ha senso fare ste stupidate... W il governo Prodi... ma prendete un cappio e fatene buon uso!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che vuol dire?
      Dio mio quanto sei limitato. Non sto neanche a spiegartela.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che vuol dire?
      - Scritto da:
      Ma che cavolo significa?Significa che non ce n'è per tutti, per questo il Governo avverte che, una volta esaurito il fondo, non vi saranno ulteriori erogazioni, anche se ciò dovesse accadere prima del prossimo 20 marzo, data di scadenza dell'iniziativa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che vuol dire?
      Uno studio scientifico inoppugnabile rivela il paradosso dell'intelligenza di un criceto in un corpo da malato terminale di aids
  • Anonimo scrive:
    Alfabetizzazione informatica?
    Credetemi, ai ragazzini e alle ragazzine serve l'alfabetizzazione elementare (mia cugina fa l'insegnante e mi racconta di come c'è gente che arrivi alla prima liceo senza nemmeno saper gestire una penna quel tanto che basta da scrivere in corsivo!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Alfabetizzazione informatica?
      Credimi, non tutti i ragazzini sono così..
      • Anonimo scrive:
        Re: Alfabetizzazione informatica?
        Vero, non tutte sono le pupe di Italia 1.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Alfabetizzazione informatica?
          - Scritto da:
          Vero, non tutte sono le pupe di Italia 1.
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Si ma se al fatto che ,da sempre, 'secchione'='sfigato', aggiungi che la soglia per essere considerati secchioni si è abbassata vertiginosamente negli ultimi anni, con le mie tasse pagherò il campo minato (pardon, prato fiorito) a qualche ragazzina...Ma vadano a fare in c*lo!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Alfabetizzazione informatica?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Vero, non tutte sono le pupe di Italia 1.

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Si ma se al fatto che ,da sempre,
            'secchione'='sfigato', aggiungi che la soglia per
            essere considerati secchioni si è abbassata
            vertiginosamente negli ultimi anni, con le mie
            tasse pagherò il campo minato (pardon, prato
            fiorito) a qualche
            ragazzina...
            Ma vadano a fare in c*lo!!!con le tasse ci paghi anche le scopatelle dei vari politici, quindi lamentati prima di quello. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Alfabetizzazione informatica?

      Credetemi, ai ragazzini e alle ragazzine serve
      l'alfabetizzazione elementare (mia cugina fa
      l'insegnante e mi racconta di come c'è gente che
      arrivi alla prima liceo senza nemmeno saper
      gestire una penna quel tanto che basta da
      scrivere in
      corsivo!!!quoto!
      • jackoverfull scrive:
        Re: Alfabetizzazione informatica?
        - Scritto da:

        Credetemi, ai ragazzini e alle ragazzine serve

        l'alfabetizzazione elementare (mia cugina fa

        l'insegnante e mi racconta di come c'è gente che

        arrivi alla prima liceo senza nemmeno saper

        gestire una penna quel tanto che basta da

        scrivere in

        corsivo!!!

        quoto!scusa, ma che male c'é nel *come* si scrive (calligrafia), meglio curare il *cosa* si scrive (ortografia e contenuto), no? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Alfabetizzazione informatica?

          scusa, ma che male c'é nel *come* si scrive
          (calligrafia), meglio curare il *cosa* si scrive
          (ortografia e contenuto), no?Se proprio dovessi correggere il contenuto ti direi di scrivere "grafia" non "calligrafia", ma...che male c'è?Che importa se un dottore non è in grado di scrivere una ricetta in una grafia comprensibile ai comuni esseri umani? Tanto c'è il farmacista che tenta di tradurre al posto nostro.Che male ci sarà?
    • Anonimo scrive:
      Re: Alfabetizzazione informatica?
      - Scritto da:
      Credetemi, ai ragazzini e alle ragazzine serve
      l'alfabetizzazione elementare (mia cugina fa
      l'insegnante e mi racconta di come c'è gente che
      arrivi alla prima liceo senza nemmeno saper
      gestire una penna quel tanto che basta da
      scrivere in
      corsivo!!!Ogni generazione ha somari, geni e persone nella media.Purtroppo mi dispiace ma la testimonianza di tua cugina conta poco. Anche in classe mia non mancavano i somari. E indovina di chi si lamentavano gli insegnanti a casa? Di questi casi. Degli altri bravi o normali non si stupivano e non commentavano. Sono gli eccessi a fare notizia, ma non statistica.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alfabetizzazione informatica?

        Ogni generazione ha somari, geni e persone nella
        media.
        Purtroppo mi dispiace ma la testimonianza di tua
        cugina conta poco. Anche in classe mia non
        mancavano i somari. E indovina di chi si
        lamentavano gli insegnanti a casa? Di questi
        casi. Degli altri bravi o normali non si
        stupivano e non commentavano. Sono gli eccessi a
        fare notizia, ma non
        statistica.Il livello si è abbassato notevolmente negli ultimi anni.A me era bastato confrontare il livello di preparazione universitaria di studenti di qualche anno fa con quelli di oggi.C'è un abisso.Idem alle elementari come alle medie e superiori.Guarda, io ora non sono più in Italia e vivo con un ragazzino che fa la scuola alberghiera.Ora non so se hai presente come sia la scuola alberghiera italiana e che preparazione culturale dia. Posso dirti che è infima. Sto ragazzino invece ha ottima cultura, ottimo inglese (ok, pessima cucina, ma questo è un altro discorso... ;-) ).è basso il livello da noi. Colpa degli insegnanti che pensano solo a scioperare e che non vogliono perdere privilegi conquistati negli anni passati.
Chiudi i commenti