Phenom e Athlon si rifanno il trucco

Aspettando la rivoluzione Zacate, AMD introduce sul mercato sei nuovi processori desktop che puntano tutto sul rapporto prestazioni-prezzo. Intel è avvertita

Roma – L’azienda di Sunnyvale replica all’ assalto dei processori Core i3, i5 e i7, lanciati sul mercato da Intel, con nuovi Phenom e altri Athlon dal rapporto prestazioni-prezzo che si propone come molto competitivo. Tra moltiplicatori sbloccati e turbo core, la potenza non manca di certo, ma appare chiaro che i rinnovati chipset sono stati progettati più che altro per offrire un’alternativa ai veri top di gamma, basati su architetture Bobcat e Bulldozer, che arriveranno nel corso del 2011.

Il più interessante dei sei chip desktop presentati da AMD, tutti compatibili con schede madri Socket AM3 o Socket AM2+, è forse il Phenom II X6 1075T. Si tratta di una CPU a 6 core e 3 GHz che offre 3MB di cache L2 e 6MB di cache L3. Il processore è realizzato con la tecnologia Turbo CORE che può dispensare frequenza a 3,5 Ghz quando il lavoro lo richiede. Il consumo dichiarato è di 125 W mentre il prezzo di listino, decisamente competitivo, si aggira intorno ai 250 dollari.

A seguire troviamo il Phenom II X4 970 BE: la CPU con la frequenza di base più alta di tutta la gamma. Consumi e specifiche cache restano uguali al 1075 ma in questo caso si tratta di un quad core che lavora sempre a 3.5GHz. La sigla BE (Black Edition) sta inoltre ad indicare una certa flessibilità sull’argomento overclock, con lo sblocco totale del moltiplicatore. Il prezzo, in questo caso, scende a 185 dollari.

Il Phenom II X2 560BE è invece un dual-core da 3,3GHz basato su Core Callisto. La CPU meno appariscente del gruppo Phenom resta comunque ideale per i sistemi gaming di fascia media, propone 1MB di L2, 6MB di L3 e moltiplicatore sbloccato, per 105 dollari. Un test effettuato da Dinox PC ha riscontrato fra l’altro consumi energetici (80 watt TDP) in linea con processori dal costo e dalle prestazioni similari.

Anche la linea Athlon, priva di cache L3, dice la sua con Athlon II X4 645. Un quad core con frequenza di 3.1GHz e cache L2 di 512KB per core, che costa 122 dollari. Scendendo in zona entry level si può scegliere poi tra Athlon II X3 450, un tri core a 3.2GHz con cache L2 di 512KB (87 dollari) e Athlon II X2 265 (76 dollari). In questo caso ci si dovrà però accontentare di 3.3Ghz dual core con 1MB per core.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iupiter scrive:
    fatevi un altro sonno...
    la cosa che aiuta di piu' la pirateria e' la burocrazia ...mentre loro decidono in tre anni un testo mezzo mondo si e' gia' copiato due universi...fatevi un altro sonno...chi fa da se' fa per tre
    • krane scrive:
      Re: fatevi un altro sonno...
      - Scritto da: iupiter
      la cosa che aiuta di piu' la pirateria e' la
      burocrazia ...mentre loro decidono in tre anni un
      testo mezzo mondo si e' gia' copiato due
      universi...fatevi un altro sonno...
      chi fa da se'Il ciel l'aiuta...
  • Mr Stallman scrive:
    Finalmente una buona iniziativa
    Finalmente il tutelare e diffondere la proprietà intellettuale delle opere Creative Commons e Open Source è una priorità ratificata a livello europeo.
  • ninjaverde scrive:
    Il Gallo canta
    Parafrasi come da titolo...Loro ascoltino pure il Gallo, noi preferiamo le galline...Vogliono bloccare il P2P perchè pensano di recuperare chissà quale tesoro...Se anche ci riuscissero non prenderebbero certo il soldi stimati (da loro) dal mercato tradizionale.E poi voglio far fare delle leggi facendo firmare pure i morti? :sEsautorare la polizia pubblica per mettere al posto i loro bravi? :oStiamo tornando indietro di 300 o 400 anni! Che bello!
  • Il Gargilli scrive:
    del diritto d'autore e di altre porkerie
    Forse, Nikola Tesla, aveva in mente un futuro diverso per gli appartenenti alla sua razza. Un uomo che ha dedicato tutta la vita alla scienza e alla ricerca. Che sognava e sorrideva al pensiero che, un giorno, tutta l'Umanità avrebbe avuto acXXXXX alla energia elettrica, a costo zero. (era un visionario, con intuizioni non comuni. Geniali anche solo per l'eopca)Invece, come sucXXXXX per la stragrande maggioranza dei grandi scienziati, le loro intuizioni vengono usate per fare soldi (o per soggiogare "l'altro")Questo, a mio avviso, è il paradosso più schifoso e rivoltante che i nostri tempi ci stanno regalando.Gente merdosa e arrogante, che usa la Tecnologia e la Conoscenza; Che attinge a-piene-mani al sapere da altri scoperto.. per creare leggi che blindano tutto, accusandoti di pirateria.Esattamente come avviene per le guerre degli ultimi decenni. Dove abbiamo lo scienziato che scopre qualcosa per il bene di tutti. Il governo del suo paese che lo obbliga (in un modo o nell'altro) a "condividere" la sua conoscenza, per organizzare la sua XXXXX di offensiva. Poi, codesto governo, ti sgangia bombe sulla testa "condividendo" la conoscenza di altri.Finchè ci saranno guerre (e le armi usate sono sempre più spesso frutto di conoscenza condivisa) IO mi sentirò libero di attingere da qualsiasi fonte possibile, qualsiasi tipo di informazione io senta la necessità di conoscere, o anche solo abbia la voglia di approfondire. Senza per questo dovermi sentire un ladro o un "pirata" (termine che, comunque, non mi dispiace affatto. Sopratutto rileggendo le mitiche imprese di Radio Caroline e Radio Mercur..)[La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità.] Nikola TeslaAloha!
    • iupiter scrive:
      Re: del diritto d'autore e di altre porkerie
      Gente merdosa e arrogante, che usa la Tecnologia e la Conoscenza....e invece noi non capiamo che ci sono tanti benefattori della condivisione libera...ma per dire che ti vuoi copiare il mondo senza pagare nessuno potevi evitare tutte ste fandonie...si si...altre kazzate a quando?e poi guarda che i visionari o sono dei gran kazzari o fanno una brutta fine..ah ...buon viaggio di ritorno nella ionosfera con l ammiraglio kirk
      • grazie scrive:
        Re: del diritto d'autore e di altre porkerie
        e grazie hai visionari che esistono (ancora) le vostre videoteche
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: del diritto d'autore e di altre porkerie
        - Scritto da: iupiter
        Gente merdosa e arrogante, che usa la Tecnologia
        e la Conoscenza....e invece noi non capiamo che
        ci sono tanti benefattori della condivisione
        libera...ma per dire che ti vuoi copiare il mondo
        senza pagare nessuno potevi evitare tutte ste
        fandonie...si si...altre kazzate a
        quando?Finchè quelli come te non saranno spariti.
    • alfabeta scrive:
      Re: del diritto d'autore e di altre porkerie
      Quoto.- Scritto da: Il Gargilli
      Forse, Nikola Tesla, aveva in mente un futuro
      diverso per gli appartenenti alla sua razza. Un
      uomo che ha dedicato tutta la vita alla scienza e
      alla ricerca. Che sognava e sorrideva al pensiero
      che, un giorno, tutta l'Umanità avrebbe avuto
      acXXXXX alla energia elettrica, a costo zero.
      (era un visionario, con intuizioni non comuni.
      Geniali anche solo per
      l'eopca)
      Invece, come sucXXXXX per la stragrande
      maggioranza dei grandi scienziati, le loro
      intuizioni vengono usate per fare soldi (o per
      soggiogare
      "l'altro")

      Questo, a mio avviso, è il paradosso più schifoso
      e rivoltante che i nostri tempi ci stanno
      regalando.
      Gente merdosa e arrogante, che usa la Tecnologia
      e la Conoscenza; Che attinge a-piene-mani al
      sapere da altri scoperto.. per creare leggi che
      blindano tutto, accusandoti di
      pirateria.

      Esattamente come avviene per le guerre degli
      ultimi decenni. Dove abbiamo lo scienziato che
      scopre qualcosa per il bene di tutti. Il governo
      del suo paese che lo obbliga (in un modo o
      nell'altro) a "condividere" la sua conoscenza,
      per organizzare la sua XXXXX di offensiva. Poi,
      codesto governo, ti sgangia bombe sulla testa
      "condividendo" la conoscenza di
      altri.

      Finchè ci saranno guerre (e le armi usate sono
      sempre più spesso frutto di conoscenza condivisa)
      IO mi sentirò libero di attingere da qualsiasi
      fonte possibile, qualsiasi tipo di informazione
      io senta la necessità di conoscere, o anche solo
      abbia la voglia di approfondire. Senza per questo
      dovermi sentire un ladro o un "pirata" (termine
      che, comunque, non mi dispiace affatto.
      Sopratutto rileggendo le mitiche imprese di Radio
      Caroline e Radio
      Mercur..)

      [La scienza non è nient'altro che una perversione
      se non ha come suo fine ultimo il miglioramento
      delle condizioni
      dell'umanità.]


      Nikola
      Tesla


      Aloha!
    • testa testina scrive:
      Re: del diritto d'autore e di altre porkerie
      quotone assoluto
  • alfabeta scrive:
    Il gallo che canta fuori orario
    Questa gente non vede più lontano del proprio naso,ha il cervello solo per dividere le orecchie,pensa solo al potere e denaro,mentre il popolo italico dorme. Che goduria!!!!!
  • alfabeta scrive:
    Il gallo che canta fuori orario
    Quoto.Questa gente non vede più lontano del proprio naso,ha il cervello solo per dividere le orecchie,pensa solo al potere e denaro,mentre il popolo italico dorme. Che goduria!!!!!
  • ChristianTN scrive:
    la terra non è al centro dell'universo..
    forse qualcuno non se ne è ancora accorto :)così questo è l'ennesimo intervento inutile per chi non comprende come si muove la società...che blocchino il p2p intanto ci muoviamo verso lo streaming e poi che faranno?facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in streaming o 10 euro mensili in download e poi rigirassero i diritti d'autore...questi ancora non capiscono che il cliente non vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui forse gliene piacerà 1 o comprare un dvd a 50 euro che forse vedrà 2 volte...che si mettano il cuore in pace e una mano sul portafoglio e abbassino il prezzo...vorrei sapere chi è quel pazzo che non spenderebbe 7-8 euro per un prodotto originaleci sono artisti che ti vendono il loro cd a meno di 10 euro, altri che ne chiedono 30... ognuno ha diritto di mangiare quanto crede, ma se si rendono conto che anche il cittadino deve fare i conti con la pagnotta forse capirebbero che i prezzi sono troppo altiviva l'originale a prezzo equo
    • Jacopo Monegato scrive:
      Re: la terra non è al centro dell'universo..
      non per niente i cd li compro a mercatini o quando li scontano... alla fine li compro per cui il giusto compenso glielo do, quando me lo posso permettere
      • ChristianTN scrive:
        Re: la terra non è al centro dell'universo..
        - Scritto da: Jacopo Monegato
        non per niente i cd li compro a mercatini o
        quando li scontano... alla fine li compro per cui
        il giusto compenso glielo do, quando me lo posso
        permettere1 euro x i costi di fabbrica, 1 euro x il rivenditore finale, 5 euro come equo compenso (più o meno quanto mi costa andare al cinema, perché dovrei pagare 4 volte tanto invece?)
    • mha scrive:
      Re: la terra non è al centro dell'universo..
      - Scritto da: ChristianTN
      forse qualcuno non se ne è ancora accorto :)

      così questo è l'ennesimo intervento inutile per
      chi non comprende come si muove la
      società...

      che blocchino il p2p intanto ci muoviamo verso lo
      streaming e poi che
      faranno?

      facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in
      streaming o 10 euro mensili in download e poi
      rigirassero i diritti
      d'autore...

      questi ancora non capiscono che il cliente non
      vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui
      forse gliene piacerà 1 o comprare un dvd a 50
      euro che forse vedrà 2
      volte...puoi scaricare le canzoni anche legalmente eh

      che si mettano il cuore in pace e una mano sul
      portafoglio e abbassino il
      prezzo...anche il tuo datore di lavoro e' felice di farti la stessa proposta

      vorrei sapere chi è quel pazzo che non
      spenderebbe 7-8 euro per un prodotto
      originale
      ci sono artisti che ti vendono il loro cd a meno
      di 10 euro, altri che ne chiedono 30... ognuno ha
      diritto di mangiare quanto crede, ma se si
      rendono conto che anche il cittadino deve fare i
      conti con la pagnotta forse capirebbero che i
      prezzi sono troppo
      alti
      puoi fare a meno di comprarli quelli da 30 euro, nessuno ti obbliga
      viva l'originale a prezzo equoe tu sei dio in terra per stabilire cosa e' equo vero (newbie)
      • ChristianTN scrive:
        Re: la terra non è al centro dell'universo..
        - Scritto da: mha
        - Scritto da: ChristianTN

        forse qualcuno non se ne è ancora accorto :)



        così questo è l'ennesimo intervento inutile per

        chi non comprende come si muove la

        società...



        che blocchino il p2p intanto ci muoviamo verso
        lo

        streaming e poi che

        faranno?



        facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in

        streaming o 10 euro mensili in download e poi

        rigirassero i diritti

        d'autore...



        questi ancora non capiscono che il cliente non

        vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui

        forse gliene piacerà 1 o comprare un dvd a 50

        euro che forse vedrà 2

        volte...

        puoi scaricare le canzoni anche legalmente eh se scarichi un dvd a 50 euro o lo compri in negozio che cambia?e comunque sopra ho parlato di scaricare pagando, ma forse non leggi?




        che si mettano il cuore in pace e una mano sul

        portafoglio e abbassino il

        prezzo...

        anche il tuo datore di lavoro e' felice di farti
        la stessa
        propostahai studiato ad hoxford economia? la tua soluzione l'hanno provata negli USA fino ad arrivare alla crisi dei mutui subprime... complimenti per riproporre gli stessi errori




        vorrei sapere chi è quel pazzo che non

        spenderebbe 7-8 euro per un prodotto

        originale

        ci sono artisti che ti vendono il loro cd a meno

        di 10 euro, altri che ne chiedono 30... ognuno
        ha

        diritto di mangiare quanto crede, ma se si

        rendono conto che anche il cittadino deve fare i

        conti con la pagnotta forse capirebbero che i

        prezzi sono troppo

        alti



        puoi fare a meno di comprarli quelli da 30 euro,
        nessuno ti
        obbliga
        io non li compro e non li scarico, ascolto musica alla radio che è gratis e internet lo uso per giocare online a giochi gratis e pago le features che danno maggiori funzioni (e queste non si possono crackare)non scarico programmi proprietari per crackarli, uso software libero open e freeware

        viva l'originale a prezzo equo

        e tu sei dio in terra per stabilire cosa e' equo
        vero
        (newbie)bella questaalmeno ti registrassi, ti firmassi o dicessi che sei un musicista o un programmatore che non può vivere senza queste royaltycomunque se tu consideri equo che il lavoratore prenda 20mila euro lordi l'anno e chi fa un simil prodotto magari 1milione l'anno... hai sicurametne qualche problema nel vedere dove sta l'equità...come detto in altro post, il mercato libero è pensato a tutela del consumatore, ogni distorsione dalla filosofia originaria crea queste discrepanzecomunque sono contrario alla pirateria, mentre tu con il tuo agire ne sei promotore... questo è lo stesso errore che si ripropone in questo provvedimento
      • Ubunto scrive:
        Re: la terra non è al centro dell'universo..
        - Scritto da: mha

        che si mettano il cuore in pace e una mano sul

        portafoglio e abbassino il

        prezzo...

        anche il tuo datore di lavoro e' felice di farti
        la stessa
        propostaBOOOM!E ci credo che è felice, in particolare nel nostro paese di XXXXX, perché il "datore di lavoro" potrà iniziare a chiedere di essere pagato per far lavorare il prossimo. Con gli stipendi da fame che ci sono in Italia!
        • ChristianTN scrive:
          Re: la terra non è al centro dell'universo..
          - Scritto da: Ubunto
          - Scritto da: mha
          BOOOM!
          E ci credo che è felice, in particolare nel
          nostro paese di XXXXX, perché il "datore di
          lavoro" potrà iniziare a chiedere di essere
          pagato per far lavorare il prossimo. Con gli
          stipendi da fame che ci sono in
          Italia!che vuoi "mha" è della scuola economica americana: riduciamo gli stipendi ai lavoratori dipendenti, aumentiamo il costo della vita, facciamogli ipotecare la casa, vendiamogliela all'asta..puff... ma chi compra?i soliti errori da economisti della domenica che da un'analisi microeconomica non sono in grado di fare una proiezione corretta aggregando i comportamenti
          • mha scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: ChristianTN
            - Scritto da: Ubunto

            - Scritto da: mha


            BOOOM!

            E ci credo che è felice, in particolare nel

            nostro paese di XXXXX, perché il "datore di

            lavoro" potrà iniziare a chiedere di essere

            pagato per far lavorare il prossimo. Con gli

            stipendi da fame che ci sono in

            Italia!

            che vuoi "mha" è della scuola economica
            americana: riduciamo gli stipendi ai lavoratori
            dipendenti, aumentiamo il costo della vita,
            facciamogli ipotecare la casa, vendiamogliela
            all'asta..
            puff... ma chi compra?da dove riesci a capire tutto questo dal mio post lo sai solo tu :|volevo solo dirti che come tu vuoi poter scaricare tutto a 5 euro al mese, anche il tuo datore di lavoro vorrebbe pagarti poco; tutto qui, era una pura considerazione logica

            i soliti errori da economisti della domenica che
            da un'analisi microeconomica non sono in grado di
            fare una proiezione corretta aggregando i
            comportamentiil problema vedi e' che e' la gente a decidere; se nessuno comprasse il dvd a 50 euro il problema non si porrebbe;se tutti facessero come tu hai detto di fare nella risposta al post di sopra, di nuovo, il problema non si porrebbe;io faccio programmi, ma sono cose custom, quindi non c'e' il problema delle copie;mi pagano per quello che so fare e che faccio; non voglio essere pagato per aver fatto una cosa una volta e poi vivere di rendita, ma non credo che la soluzione contro il copyright non si trovi nelle leggi, bensi nel comportamento delle persone ciao
          • ChristianTN scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: mha
            - Scritto da: ChristianTN

            - Scritto da: Ubunto


            - Scritto da: mha




            BOOOM!


            E ci credo che è felice, in particolare nel


            nostro paese di XXXXX, perché il "datore di


            lavoro" potrà iniziare a chiedere di essere


            pagato per far lavorare il prossimo. Con gli


            stipendi da fame che ci sono in


            Italia!



            che vuoi "mha" è della scuola economica

            americana: riduciamo gli stipendi ai lavoratori

            dipendenti, aumentiamo il costo della vita,

            facciamogli ipotecare la casa, vendiamogliela

            all'asta..

            puff... ma chi compra?

            da dove riesci a capire tutto questo dal mio post
            lo sai solo tu
            :|alla battuta che io mi sentirei dio permettendomi di disquisire cosa sia equo, nel mercato libero l'equità è un concetto che ti permette di mantenere un equilibrio stabile (nessuno è interessato a modificarlo)deviando dall'equità si addiviene a un equilibrio instabile, ossia appena si può approfittarne (pirateria) lo si fa, distruggendo il sistema creato (perché instabile)... il sistema è riparabile a fatica, ma solo puntando all'equità
            volevo solo dirti che come tu vuoi poter
            scaricare tutto a 5 euro al mese, anche il tuo
            datore di lavoro vorrebbe pagarti poco; tutto
            qui, era una pura considerazione
            logica
            a parte che parlavo di streaming a 5 euro che è come un abbonamento ad un canale tv, che poi chissà perché ci stanno dentro le tv in quella cifra :)che poi se mi collego a youtube vedo e ascolto tutto a gratis e legalmente... in quanto non sono io utente a dovermi preoccupare della leicità dei contenuti, ma chi carica, chi ospita e chi è lesodicevo 10 euro nel fare download, che poi può essere anche 20 euro oppure 20-50 cent a canzone, tanto è la media di royalty che prende un cantante a canzone e sicuramente venderebbe ugualmente il suo milione di copie online (500mila euro per una canzone che può essere il lavoro di 1-2 mesi, non mi pare poco... ma forse a te non sembra equo)e comunque non è logico il parallelismo che tu fai e cerco di illustrartelo: ogni consumatore ha a propria disposizione un budget di spesa per il proprio leisure time (spendita di tempo), chi in tecnologia, chi in canzonette, chi in viaggi... solitamente il budget non supera il 5-10% del proprio reddito...se tu mi offri 100 prodotti a 1 euro l'uno forse li compro tutti 100 (filosofia applestore), se tu mi offri 100 prodotti a 10 euro, forse te ne compro 10 e se mi servono gli altri 90 me li cracko oppure faccio senza(ma di sicuro non riesco a trovare altri 900 euro da spendere)se mi riduci lo stipendio, il mio budget di spesa cala da 100 euro a 10 euro e probabilmente compro 1 prodotto a 10, ma se questo sale a 20 io vado fuori mercato e sono obbligato a sotterfugiquesta è una cosa elementare e da sempre si applica nel mercato degli ammortizzatori sociali del lavoro, redditi di garanzia o di assistenza(dare soldi disincentiva la gente dal cercare sotterfugi: rubare)quindi: il prezzo è equo quando dando remuneratività ne favorisce il consumo :)



            i soliti errori da economisti della domenica che

            da un'analisi microeconomica non sono in grado
            di

            fare una proiezione corretta aggregando i

            comportamenti

            il problema vedi e' che e' la gente a decidere;
            se nessuno comprasse il dvd a 50 euro il problema
            non si
            porrebbe;
            se tutti facessero come tu hai detto di fare
            nella risposta al post di sopra, di nuovo, il
            problema non si
            porrebbe;
            io faccio programmi, ma sono cose custom, quindi
            non c'e' il problema delle copie;mi pagano per
            quello che so fare e che faccio; non voglio
            essere pagato per aver fatto una cosa una volta e
            poi vivere di rendita, ma non credo che la
            soluzione contro il copyright non si trovi nelle
            leggi, bensi nel comportamento delle persone

            ciaochi fa programmi custom non ha motivo di lamentarsi della pirateria, riceve per quel che offre e mantiene gli incassi con l'assistenza (dato che il cliente ne ha sempre una ogni giorno), ma è tutto altro discorso dalla pirateriaciò che offri tu non è standard... c'è differenza tra comprare una cineseria in serie e un prodotto artigianalecome tutto erroneamente postato in questo articolo:http://punto-informatico.it/2990773/PI/News/bsa-come-sarebbe-un-mondo-senza-pirateria.aspx(al quale segue commento)la lotta alla pirateria non implicherà alcuna ricchezza e motore di crescita, il sistema va riformatoper quanto mi riguarda compro solo cd e dvd dal costo massimo di 10 euro, ma anche menoper me photoshop ha un valore non superiore a 25 euro perché con esso io non ci lavoro, ma ci devo caso mai ritoccare 2-3 foto al mese...faccio a meno, uso un programma open, 99 volte su 100 un non esperto ottiene lo stesso risultato... ora la domanda è: conviene di più al sistema che io paghi 25 euro o che usi un programma gratuito? lascia perdere chi cracka, del resto non c'è differenza, sempre i soldi non li fa uscire e non li mette in circolo, ma forse li metterebbe per quel prezzo che ti ho indicatoquindi: il prezzo è equo quando dando remuneratività favorisce il consumo e la circolazione di quel bene con questo non ti voglio dire che tu devi tenere bassi i tuoi prezzi, il tuo è un mercato a sè con servizi personalizzati...ciau-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 settembre 2010 17.29-----------------------------------------------------------
          • filippo hippo ie scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: mha
            da dove riesci a capire tutto questo dal mio post
            lo sai solo tu
            :|
            volevo solo dirti che come tu vuoi poter
            scaricare tutto a 5 euro al mese, anche il tuo
            datore di lavoro vorrebbe pagarti poco; tutto
            qui, era una pura considerazione
            logicail problema e' che i datori di lavoro pagano gia' poco, tutto li', una semplice considerazione logica
      • lordream scrive:
        Re: la terra non è al centro dell'universo..
        - Scritto da: mha
        - Scritto da: ChristianTN

        forse qualcuno non se ne è ancora accorto :)



        così questo è l'ennesimo intervento inutile per

        chi non comprende come si muove la

        società...



        che blocchino il p2p intanto ci muoviamo verso
        lo

        streaming e poi che

        faranno?



        facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in

        streaming o 10 euro mensili in download e poi

        rigirassero i diritti

        d'autore...



        questi ancora non capiscono che il cliente non

        vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui

        forse gliene piacerà 1 o comprare un dvd a 50

        euro che forse vedrà 2

        volte...

        puoi scaricare le canzoni anche legalmente eh lo faccio.. ma nel mentre scarico anche illegalmente solo per il gusto di mettertela in ****




        che si mettano il cuore in pace e una mano sul

        portafoglio e abbassino il

        prezzo...

        anche il tuo datore di lavoro e' felice di farti
        la stessa
        propostala tua affermazione ha senso solamente se hai la scatola cranica piena di criceti




        vorrei sapere chi è quel pazzo che non

        spenderebbe 7-8 euro per un prodotto

        originale

        ci sono artisti che ti vendono il loro cd a meno

        di 10 euro, altri che ne chiedono 30... ognuno
        ha

        diritto di mangiare quanto crede, ma se si

        rendono conto che anche il cittadino deve fare i

        conti con la pagnotta forse capirebbero che i

        prezzi sono troppo

        alti



        puoi fare a meno di comprarli quelli da 30 euro,
        nessuno ti
        obbligastai tranquillo.. me ne tengo alla larga e mi scarico i flac da internet..


        viva l'originale a prezzo equo

        e tu sei dio in terra per stabilire cosa e' equo
        vero
        (newbie)no semplicemente si risponde all'arroganza con la stessa moneta.. non ti piace?.. chissenefrega tanto chi ci perde non sono io.. stfu
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: la terra non è al centro dell'universo..
      - Scritto da: ChristianTN
      forse qualcuno non se ne è ancora accorto :)Lo sa, lo sa.
      così questo è l'ennesimo intervento inutile per
      chi non comprende come si muove la
      società......per chi?
      che blocchino il p2p intanto ci muoviamo verso lo
      streaming e poi che
      faranno?Filtreranno lo streaming.Forse non hai capito: loro (gli editori) saranno sempre la' dove c'e' qualcuno disposto a comprare.
      facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in
      streaming o 10 euro mensili in download e poi
      rigirassero i diritti
      d'autore...Ed è proprio questo il loro più grande terrore.
      questi ancora non capiscono che il cliente non
      vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui
      forse gliene piacerà 1 o comprare un dvd a 50
      euro che forse vedrà 2
      volte...E invece no.Se trovi un CD a 30 euro (ma che musica ascolti?!?) o un film in BluRay(spero) a 50 euro è perché c'e' qualche XXXXX che compra ed è un numero capace di sostenere il mercato.Il laserdisk quanto e' durato?
      che si mettano il cuore in pace e una mano sul
      portafoglio e abbassino il
      prezzo...Sono monopolisti, tutti quanti, prima di abbassare il prezzo le vendite dovranno calare parecchio e potrebbe accadere che molti supporti vengano semplicemente messi fuori mercato.SalutiGTFS
      vorrei sapere chi è quel pazzo che non
      spenderebbe 7-8 euro per un prodotto
      originale
      ci sono artisti che ti vendono il loro cd a meno
      di 10 euro, altri che ne chiedono 30... ognuno ha
      diritto di mangiare quanto crede, ma se si
      rendono conto che anche il cittadino deve fare i
      conti con la pagnotta forse capirebbero che i
      prezzi sono troppo
      alti

      viva l'originale a prezzo equo
    • Momento di inerzia scrive:
      Re: la terra non è al centro dell'universo..
      - Scritto da: ChristianTN
      questi ancora non capiscono che il cliente non
      vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui
      forse gliene piacerà 1 o comprare un dvd a 50
      euro che forse vedrà 2
      volte...Chi è il tordo che paga 50 euro per un DVD?Non ci costa nemmeno un cofanetto di una serie TV, figuriamoci un semplice film.E un CD 30 euro?Si capisce che sono secoli che non compri qualcosa di originale, indipendentemente dal prezzo, quindi quello che dici suona parecchio ipocrita.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 settembre 2010 23.24-----------------------------------------------------------
      • ChristianTN scrive:
        Re: la terra non è al centro dell'universo..
        - Scritto da: Momento di inerzia
        Chi è il tordo che paga 50 euro per un DVD?
        Non ci costa nemmeno un cofanetto di una serie
        TV, figuriamoci un semplice
        film.
        il signore degli anelli?
        E un CD 30 euro?ce ne sono che stanno sopra i 20 euro, e ti basta prendere uscite a doppio cd
        Si capisce che sono secoli che non compri
        qualcosa di originale, indipendentemente dal
        prezzo, quindi quello che dici suona parecchio
        ipocrita.no compro solo prodotti in offerta ed entro un certo prezzo, non scarico, vivo bene con i prodotti originali a basso prezzo e con quelli gratuiti (che sia software, radio o youtube)compro giochi da 10-15-20 euro che tanto il mio pc per la sua età va giusto in simbiosie comunque erano esempi, o forse ipocritamente dimentichi che ci sono software che superano i 1000 euro? e una persona che li volesse usare per hobby dovrebbe svenarsi? io faccio a meno, mi è sufficiente studiare un sw libero e autoapprendere, tanto sempre quello a pagamento dovrei studiarlo... tanto vale portarmi avantiil software è giusto sia venduto e pagato e che non ci sia pirateria, io ho fatto un discorso di prezzo equo, concetto noto in economia, leggi un post più sopra di risposta a "mah"cmq non preoccuparti della mia ipocrisia, io lavoro in IT di un'azienda con mille PC, ovviamente qui non si fa pirateria, in 5 anni il mio reparto ha già portato avanti soluzioni open al posto di quelle a pagamento (gimp invece di photoshop, 7zip invece di winzip, ora stiamo migrando msoffice verso openoffice, in futuro riusciremo ad abbandonare anche autocad e s.o. windows)
        • Momento di inerzia scrive:
          Re: la terra non è al centro dell'universo..
          - Scritto da: ChristianTN
          - Scritto da: Momento di inerzia


          Chi è il tordo che paga 50 euro per un DVD?

          Non ci costa nemmeno un cofanetto di una serie

          TV, figuriamoci un semplice

          film.



          il signore degli anelli?L'edizione speciale costa 47 euro.Peccato che siano 4 DVD e non uno.L'edizione su 2 DVD viene 23 euroUn qualunque film su DVD singolo lo trovi a prezzi che vanno giù fino a 4.90Diciamo le cose come stanno e non spariamo cifre a caxxo solo per avere ragione, che poi ne risente la credibilità di tutto il discorso "copyright == male"


          E un CD 30 euro?

          ce ne sono che stanno sopra i 20 euro, e ti basta
          prendere uscite a doppio
          cdIo non so dove vai tu, ma ti consiglio di cambiare negozio.Da me un CD non supera mai i 15 euro
          e comunque erano esempi, o forse ipocritamente
          dimentichi che ci sono software che superano i
          1000 euro? e una persona che li volesse usare perSe un software supera i 1000 euro è evidentemente diretto a chi con quel software ci lavora e quindi lo considera un investimento.Vuoi forse dire che i medici di base hanno iniziato a prescrivere l'acquisto di Photoshop e Autocad?
          hobby dovrebbe svenarsi? io faccio a meno, mi èChi li vuole usare per hobby e non può permetterselo ha molteplici alternative1 - rivolgersi alle alternative free/shareware e/o open source2 - cambiare hobbyAnche a me piace correre in pista, ma non per questo vado in giro a lamentarmi che ferrari e porsche (anche in affitto, cioè in licenza) costano troppo (per non parlare di giornate in pista, treni di gomme e benzina)Quando non posso permettermelo, non vado in pista
          il software è giusto sia venduto e pagato e che
          non ci sia pirateria, io ho fatto un discorso di
          prezzo equo, concetto noto in economia, leggi un
          post più sopra di risposta a
          "mah"E chi decide cosa è equo?Che ne sai tu delle risorse che il produttore ha messo nella realizzazione di quel software?E sai, un altro concetto noto in economia spicciola è che è meglio vendere 1 a 1000 invece che 1000 a 1.
          • ChristianTN scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..


            E chi decide cosa è equo?
            Che ne sai tu delle risorse che il produttore ha
            messo nella realizzazione di quel
            software?
            E sai, un altro concetto noto in economia
            spicciola è che è meglio vendere 1 a 1000 invece
            che 1000 a
            1.quindi dici tu che è equo 6mila euro una licenza di autocad?siamo punto a capocredi che dia redditività se comprato per l'architetto di un ente pubblico? quei 6mila euro li paghi anche tuche son soldi che non vanno per i servizi sanitari che hai suggeritoquel concetto di economia è stato stra-usato dagli albori del sw e ha funzionato perché non c'erano molte alternativema allo stesso tempo il concetto si appoggiava sull'idea che il sw potesse essere piratato per uso domestico, mentre la licenza per uso professionale fosse obbligatoriaquindi si conclude che inconsciamente stai sostenendo la pirateria domestica...io invece parlavo di prezzi che per loro naturano tendono a contrastare la pirateria... che cmq c'è e ci sarà per determinati utenti privi di possibilità di spesa...se il primo paga il costo del sw e gli altri danno tutto utile, per te sarà sicuramente un prezzo equo (ma in questo caso è normale che qualcuno pirati, dato che il prodotto è stato già ricompensato a sufficienza, stai quindi di nuovo sostendendo la pirateria)cmq visto che te trovi tutto a 5 euro e io invece i giochi della wii li trovo solo a 50, dimmi se quelli che crackano la wii lo fanno perché sono imbranati come me che non trovano giochi da 5 euro o perché loro non hanno quel budget di spesa? 1 mi accontendo di 1 gioco ogni 3 mesi, magari loro ne scaricano 1 a settimanama per me è una discussione sterile, io sono contrario alla pirateria e ho fatto un discorso di prezzi più contenuti, te invece mi dici che il prezzo è sempre giusto, punti di vista... cmq io ho già reillustrato il concetto rispondendo a "mha", è inutile che riscriva la cosa per l'ennesima volta... promuovi i prezzi alti e la caccia a chi scarica e come sempre si è vista nella storia dell'uomo si otterrà maggiore furbizia da parte di chi scarica e un aumento del fenomenoe più si diffonde e meno immorale diventa, meno immorale diventa e più si diffonde, e più si diffondee più c'è il rischio che venga tutelato invece che condannatomedita
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: ChristianTN
            quindi dici tu che è equo 6mila euro una licenza
            di
            autocad?
            siamo punto a capoIo non dico niente.Sei tu che ti arroghi questo diritto.Io lo demando al mercato.
            credi che dia redditività se comprato per
            l'architetto di un ente pubblico? quei 6mila euro
            li paghi anche
            tu
            che son soldi che non vanno per i servizi
            sanitari che hai
            suggeritoChe cavolo c'entra?pago anche le macchine per fare le TAC, le auto blu, gli aerei dell'aeronautica militare e qualunque altro strumento sia necessario all'amministrazione pubblica.Che ho idea tu ritenga solo un vampiro che ti succhia il sangue senza darti niente.
            quel concetto di economia è stato stra-usato
            dagli albori del sw e ha funzionato perché non
            c'erano molte
            alternative
            ma allo stesso tempo il concetto si appoggiava
            sull'idea che il sw potesse essere piratato per
            uso domestico, mentre la licenza per uso
            professionale fosse
            obbligatoria
            quindi si conclude che inconsciamente stai
            sostenendo la pirateria
            domestica...Tanto per cominciare quel concetto di economia si applica in qualunque campo e non è nato in economia informatica.In secondo luogo, quando i programmi costavano un'enormità (da cui la necessità di concederli in licenza, dato che nessuno poteva permetterseli) la pirateria domestica non esisteva perché non esistevano i PC.Mi sai che hai un po' di confusione in testa.
            io invece parlavo di prezzi che per loro naturano
            tendono a contrastare la pirateria... che cmq c'è
            e ci sarà per determinati utenti privi di
            possibilità di
            spesa...Se un utente è privo di possibilità di spesa, non compra.Se nessuno compra, la ditta non vende ed è costretta ad abbassare i prezzi.Se qualcuno compra, significa che il mercato ritiene equo il prezzo e quindi l'utente che non può permetterselo si attacca.Non è che il volere un oggetto comporti automaticamente il diritto ad averlo a un prezzo che si possa permettere.
            se il primo paga il costo del sw e gli altri
            danno tutto utile, per te sarà sicuramente un
            prezzo equo (ma in questo caso è normale che
            qualcuno pirati, dato che il prodotto è stato già
            ricompensato a sufficienza, stai quindi di nuovo
            sostendendo la
            pirateria)"Per me" niente.Decide tutto il mercato.Si chiama legge della domanda e dell'offerta.
            cmq visto che te trovi tutto a 5 euro e io invece
            i giochi della wii li trovo solo a 50, dimmi se
            quelli che crackano la wii lo fanno perché sono
            imbranati come me che non trovano giochi da 5
            euro o perché loro non hanno quel budget di
            spesa? 1 mi accontendo di 1 gioco ogni 3 mesi,
            magari loro ne scaricano 1 a
            settimanaQuelli che craccano la wii lo fanno perché sono dei ladrihttp://www.zavvi.com/elysium.search?searchFilters=&search=madworldcosì, giusto per fare un esempio.
            ma per me è una discussione sterile, io sono
            contrario alla pirateria e ho fatto un discorso
            di prezzi più contenuti, te invece mi dici che il
            prezzo è sempre giusto, punti di vista...Si vede che non hai capito una fava
          • ChristianTN scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Io non dico niente.
            Sei tu che ti arroghi questo diritto.
            Io lo demando al mercato.
            anche la crisi dei muti sub-prime è succeduta a fenomeni lasciati liberi nel mercato, ma qusto già lo sai

            Si vede che non hai capito una favaio sinceramente non capisco perché tu la metta sempre sull'insulto, speravo in un dialogo, mi rendo conto non fa parte del tuo stileok, hai capito tutto tecomunque mi auguro che dall'alto della tua correttezza morale, quando troverai il tuo vicino, tuo fratello, tuo figlio o il tuo collega a scaricare e provare software pirata, tu vada immediatamente a denunciarlo alla guardia di finanza.per inciso ti riporto un discorso che fece un mio vecchio conoscente che vendeva solo giochi originali (quindi con la pirateria ci perdeva):Rivenditore a rappresentate sony: "perché non tenete un attimino i prezzi più bassi per favorire il consumo?"Rappresentante sony a rivenditore: "se fai questi discorsi vuol dire che sei a favore della pirateria!"per me tu sei quel rappresentante sony
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: ChristianTN
            anche la crisi dei muti sub-prime è succeduta a
            fenomeni lasciati liberi nel mercato, ma qusto
            già lo
            saiSula regolazione del mercato si sono spesi fiumi di parole tra sostenitori di Keynes e sostenitori di Friedman, ma questo non esclude che sia il mercato a decidere il prezzo.

            Si vede che non hai capito una fava

            io sinceramente non capisco perché tu la metta
            sempre sull'insulto, speravo in un dialogo, mi
            rendo conto non fa parte del tuo
            stile

            ok, hai capito tutto te

            comunque mi auguro che dall'alto della tua
            correttezza morale, quando troverai il tuo
            vicino, tuo fratello, tuo figlio o il tuo collega
            a scaricare e provare software pirata, tu vada
            immediatamente a denunciarlo alla guardia di
            finanza.

            per inciso ti riporto un discorso che fece un mio
            vecchio conoscente che vendeva solo giochi
            originali (quindi con la pirateria ci
            perdeva):
            Rivenditore a rappresentate sony: "perché non
            tenete un attimino i prezzi più bassi per
            favorire il
            consumo?"
            Rappresentante sony a rivenditore: "se fai questi
            discorsi vuol dire che sei a favore della
            pirateria!"

            per me tu sei quel rappresentante sonyRiformulo.Si vede, e si rivede da quello che hai scritto, che non hai capito niente di quello che ho scritto io.
          • ChristianTN scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..


            Riformulo.
            Si vede, e si rivede da quello che hai scritto,
            che non hai capito niente di quello che ho
            scritto
            io."si vede che non hai il coraggio di dire che denuncerai tutti i tuoi amici, parenti e conoscenti che piratano..."inoltre, direi che per tua formazione poco ti interessa quello che dicono gli altri...tu hai fatto un'analisi partendo dall'offerta o dal produttore, io un'analisi partendo dalla domanda o dal consumatorecerto che decide il mercato, ma nella tua visione il mercato è selvaggio perché la domanda segue l'offerta, nella mia visione è regolato perché l'offerta segue la domanda...poi ora non avrò capito nulla... ma tutti i grandi default economici susseguono dal modello che è la domanda a seguire l'offertacomunque, su una cosa hai ragione, nel tuo modello i default piccoli o grandi sono un segno di perfezionamento... bene auguriamoci come fai tu che chiudano in moltispero sia finito sto discorso visto che già ti ho dato ragione, visto che a quanto pare non ti interessa altro e visto che capisci e sai soltanto tu e chi non la pensa come te non merita rispettopiccolo consiglio da uno che non capisce nulla: "un po' di umiltà"buonavita a te
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: ChristianTN
            "si vede che non hai il coraggio di dire che
            denuncerai tutti i tuoi amici, parenti e
            conoscenti che
            piratano..."Questo da solo conferma che continui a non capireTutto il resto che segue sono solo chiacchiere tra te e te che non hanno niente a che vedere col discorso.P.S. grazie per la lezione di vita, ma faccio bene e da 20 anni un lavoro in cui l'umiltà è tutto quindi non fai che confermare che non hai capito niente.Oh, può essere benissimo che non mi sia spiegato, limiti della comunicazione scritta.Pace, vivrò bene lo stesso.
          • ChristianTN scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Questo da solo conferma che continui a non capire
            Tutto il resto che segue sono solo chiacchiere
            tra te e te che non hanno niente a che vedere col
            discorso.no è evidente che ho capito il tuo discorso, solo che non lo condivido, ma a contrario di te non mi diletto in insulti solo perché ho un pensiero diverso dal tuo

            P.S. grazie per la lezione di vita, ma faccio
            bene e da 20 anni un lavoro in cui l'umiltà è
            tutto quindi non fai che confermare che non hai
            capito
            niente.beh dal tuo tono di scrivere e dalla tua impostazione di sminuire la controparte, si capisce esattamente il contrario
            Oh, può essere benissimo che non mi sia spiegato,
            limiti della comunicazione
            scritta.
            Pace, vivrò bene lo stesso.si infatti come già ti ho scritto, ti auguro buona vita e felicitàciao
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: ChristianTN
            no è evidente che ho capito il tuo discorso, solo
            che non lo condivido, ma a contrario di te non mi
            diletto in insulti solo perché ho un pensiero
            diverso dal
            tuoSe per te dire "non hai capito" equivale a insultare, è chiaro che il tuo atteggiamento nei confronti di qualunque dialogo non può che essere di totale chiusura
          • ChristianTN scrive:
            Re: la terra non è al centro dell'universo..
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Se per te dire "non hai capito" equivale a
            insultare, è chiaro che il tuo atteggiamento nei
            confronti di qualunque dialogo non può che essere
            di totale
            chiusurabeh rileggi, il tuo modo di disquisire è "non hai capito, quel che dici è tutto sbagliato, pecchi di arroganza e di ipocrisia"io non ho chiusura, anzi se rileggi, io ho detto cho ho capito la tua analisi, ma tu non la mia e tu mi hai risposto che son solo chiacchierenon voglio avere ragione a forza su quale sia più corretta come analisi, ma sicuramente con il tuo colorir le idee non hai reso facile un dialogo pacatoancora buonavita a te
    • ruppolo scrive:
      Re: la terra non è al centro dell'universo..
      - Scritto da: ChristianTN
      forse qualcuno non se ne è ancora accorto :)

      così questo è l'ennesimo intervento inutile per
      chi non comprende come si muove la
      società...L'han capito bene, invece. La società si muove verso l'illegalità.
      che blocchino il p2p intanto ci muoviamo verso lo
      streaming e poi che
      faranno?Possono fare tutto, stai parlando del potere costituito.
      facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in
      streaming o 10 euro mensili in download e poi
      rigirassero i diritti
      d'autore...Non cambierebbe nulla.
      questi ancora non capiscono che il cliente non
      vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui
      forse gliene piacerà 1Problema risolto anni fa da Steve Jobs: su iTunes puoi comprare un singolo brano a 99 centesimi, un trentesimo dei 30 euro da te citati.
      o comprare un dvd a 50
      euro che forse vedrà 2
      volte...Non a caso Apple TV funziona solo per "noleggi" o streaming che dir si voglia, con il prezzo fissato a meno di un decimo rispetto i 50 euro da te citati.
      che si mettano il cuore in pace e una mano sul
      portafoglio e abbassino il
      prezzo...Non serve a nulla: l'occasione fa l'uomo ladro. AppStore docet: 79 centesimi per la maggior parte die programmi, fogli elettronici da 8 euro, navigatori da 5 euro. E gli idioti continuano a piratare.Ringrazia loro di quanto sta succedendo.
      vorrei sapere chi è quel pazzo che non
      spenderebbe 7-8 euro per un prodotto
      originaleMa se non spendono nemmeno 79 centesimi per una applicazione o 99 per un brano?
      ci sono artisti che ti vendono il loro cd a meno
      di 10 euro, altri che ne chiedono 30... ognuno ha
      diritto di mangiare quanto crede, ma se si
      rendono conto che anche il cittadino deve fare i
      conti con la pagnotta forse capirebbero che i
      prezzi sono troppo
      alti

      viva l'originale a prezzo equoCerto, e taglio della mano ai pirati.
      • krane scrive:
        Re: la terra non è al centro dell'universo..
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: ChristianTN

        forse qualcuno non se ne è ancora accorto :)

        così questo è l'ennesimo intervento inutile per

        chi non comprende come si muove la società...
        L'han capito bene, invece. La società si muove
        verso l'illegalità.

        che blocchino il p2p intanto ci muoviamo

        verso lo streaming e poi che faranno ?
        Possono fare tutto, stai parlando del potere
        costituito.E' la tua religione ? Muoiono anche loro sai ?

        facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in

        streaming o 10 euro mensili in download e poi

        rigirassero i diritti d'autore...
        Non cambierebbe nulla.Scommettiamo ?

        questi ancora non capiscono che il cliente non

        vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui

        forse gliene piacerà 1
        Problema risolto anni fa da Steve Jobs: su iTunes
        puoi comprare un singolo brano a 99 centesimi, un
        trentesimo dei 30 euro da te citati.30 Euro a cd, 20 pezzi sul cd... Mica tanto meno pero' eh... Un po' ladro l'amico steeve, pensa che ha anche intascato i soldi della distribuzione, si sara' tenuto anche i camion dei camionisti ?

        o comprare un dvd a 50

        euro che forse vedrà 2

        volte...
        Non a caso Apple TV funziona solo per "noleggi" o
        streaming che dir si voglia, con il prezzo
        fissato a meno di un decimo rispetto i 50 euro da
        te citati.Ma adesso ci sara' anche google tv, che ha profilato cosi' tanto che fa zapping per te e ti piace.

        che si mettano il cuore in pace e una mano sul

        portafoglio e abbassino il prezzo...
        Non serve a nulla: l'occasione fa l'uomo ladro.
        AppStore docet: 79 centesimi per la maggior parte
        die programmi, fogli elettronici da 8 euro,
        navigatori da 5 euro. E gli idioti continuano a
        piratare.E non comprano ? Quali sono le percentualu ?
        Ringrazia loro di quanto sta succedendo.Che sta succedendo ? Siamo sicuri che sia causa loro o e' come la storia della musica e la pirateria ?

        vorrei sapere chi è quel pazzo che non

        spenderebbe 7-8 euro per un prodotto

        originale
        Ma se non spendono nemmeno 79 centesimi per una
        applicazione o 99 per un brano?Quindi apple store non vende ? Sta per chiudere ? Ecco perche' sei tanto nervoso ?

        ci sono artisti che ti vendono il loro cd

        a meno di 10 euro, altri che ne chiedono

        30... ognuno ha diritto di mangiare quanto

        crede, ma se si rendono conto che anche

        il cittadino deve fare i conti con la

        pagnotta forse capirebbero che i prezzi

        sono troppo alti viva l'originale a

        prezzo equo
        Certo, e taglio della mano ai pirati.Che di conseguenza richieranno meno ad andare a rapinare i negozi ammazzando il proprietario come prima cosa appena entrati.
      • ChristianTN scrive:
        Re: la terra non è al centro dell'universo..
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: ChristianTN

        forse qualcuno non se ne è ancora accorto :)



        così questo è l'ennesimo intervento inutile per

        chi non comprende come si muove la

        società...

        L'han capito bene, invece. La società si muove
        verso
        l'illegalità.


        che blocchino il p2p intanto ci muoviamo verso
        lo

        streaming e poi che

        faranno?

        Possono fare tutto, stai parlando del potere
        costituito.se avessi 2 notizie di storia economica, ma penso anche di sociologia, ti renderesti conto che è inutile dare la caccia alle streghe perché chi cacci si adatterà e cercherà nuove soluzioni


        facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in

        streaming o 10 euro mensili in download e poi

        rigirassero i diritti

        d'autore...

        Non cambierebbe nulla.


        questi ancora non capiscono che il cliente non

        vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui

        forse gliene piacerà 1

        Problema risolto anni fa da Steve Jobs: su iTunes
        puoi comprare un singolo brano a 99 centesimi, un
        trentesimo dei 30 euro da te
        citati.


        o comprare un dvd a 50

        euro che forse vedrà 2

        volte...

        Non a caso Apple TV funziona solo per "noleggi" o
        streaming che dir si voglia, con il prezzo
        fissato a meno di un decimo rispetto i 50 euro da
        te
        citati.


        che si mettano il cuore in pace e una mano sul

        portafoglio e abbassino il

        prezzo...

        Non serve a nulla: l'occasione fa l'uomo ladro.
        AppStore docet: 79 centesimi per la maggior parte
        die programmi, fogli elettronici da 8 euro,
        navigatori da 5 euro. E gli idioti continuano a
        piratare.
        Ringrazia loro di quanto sta succedendo.a parte la pubblicità per apple, l'unico crack che conosco per la mela è pure a pagamento, cmq mi stai dicendo che la pirateria è diffusa anche sui prodotti della mela?


        vorrei sapere chi è quel pazzo che non

        spenderebbe 7-8 euro per un prodotto

        originale

        Ma se non spendono nemmeno 79 centesimi per una
        applicazione o 99 per un
        brano?


        ci sono artisti che ti vendono il loro cd a meno

        di 10 euro, altri che ne chiedono 30... ognuno
        ha

        diritto di mangiare quanto crede, ma se si

        rendono conto che anche il cittadino deve fare i

        conti con la pagnotta forse capirebbero che i

        prezzi sono troppo

        alti



        viva l'originale a prezzo equo

        Certo, e taglio della mano ai pirati.si certo, compreso a tutti quelli che fan pubblicità (non solo in IT)... odi più tu la pirateria che la sony e la apple messe assieme, il punto è questo: per avere sucXXXXX di un prodotto bisogna elevarlo a bene primario, se il marketing ha sucXXXXX la conseguenza sarà che chi è privo di fondi per accedere a quel bene o "troverà" i soldi per averlo o "troverà" il modo per avere quel benequesto è noto alle case produttrici, che poi perseguano strenuamente i loro incassi è "legittimo", ma il fatto che non ci riescano in pieno è "naturale"quindi se molti prodotti IT son venduti come "moda" e non come soddisfacimento di un bisogno tecnologico, si giunge ad elevare il prodotto a bene primario, con le conseguenze negative note a prioriquindi con i prezzi bassi si scoraggia alla pirateria chi ha reddito sufficiente per considerare l'acquisto una spesa accettabile (e quindi un bacino maggiore di persone), naturalmente esisterà sempre una pirateria anche quando il prezzo sarà 1centesimo, ma questo è naturale per quanto spiegato sopra, il punto è se l'esperienza Apple dimostra che il flusso di redditività diretta (per sè) e indiretta (per altri produttori sw), sia maggiore rispetto altri canaliche poi tu li odi strenuamente fatti tuoi, io ho un'altra cultura per cui anziché odiarli cerco di capire perché avvengono certi fenomeni(mi raccomando quando vedrai un ragazzo di 12 anni scaricare da internet che sia tuo figlio o quello di un collego o di un tuo vicino di casa, denuncialo e proponi il taglio delle mani... per il resto dei suoi 70anni di vita avrà sofferenze psicologiche minime rispetto a quei 5 euro che ha perso il tuo amico Steve Jobs)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 ottobre 2010 12.24-----------------------------------------------------------
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: la terra non è al centro dell'universo..

        L'han capito bene, invece. La società si muove
        verso l'illegalità.Anche abolire la schiavitù era illegale. Anche concedere i diritti ai neri era illegale.Anche l'abolizione delle leggi discriminatorie verso gli ebrei era, per definizione, illegale.


        che blocchino il p2p intanto ci muoviamo verso
        lo

        streaming e poi che

        faranno?

        Possono fare tutto, stai parlando del potere
        costituito.Non possono, ci hanno già provato e hanno fallito.


        facessero degli abbonamenti a 5 euro mensili in

        streaming o 10 euro mensili in download e poi

        rigirassero i diritti

        d'autore...

        Non cambierebbe nulla.Vero: è il diritto d'autore che è destinato a sparire.


        questi ancora non capiscono che il cliente non

        vuole pagare 30 euro un cd con 10 canzoni di cui

        forse gliene piacerà 1

        Problema risolto anni fa da Steve Jobs: su iTunes
        puoi comprare un singolo brano a 99 centesimi, un
        trentesimo dei 30 euro da te
        citati.30 euro per trenta brani di un cd... il prezzo è uguale. Ti sei fatto XXXXXXX... e manco te ne sei accorto.
        Non a caso Apple TV funziona solo per "noleggi" o
        streaming che dir si voglia, con il prezzo
        fissato a meno di un decimo rispetto i 50 euro da
        te
        citati.Megavideo costa ancora meno. Il noleggio è morto, il cadavere è già in stato di avanzata putrefazione, lo volete capire?


        che si mettano il cuore in pace e una mano sul

        portafoglio e abbassino il

        prezzo...

        Non serve a nulla: l'occasione fa l'uomo ladro.
        AppStore docet: 79 centesimi per la maggior parte
        die programmi, fogli elettronici da 8 euro,
        navigatori da 5 euro. E gli idioti continuano a
        piratare.Allora ammetti che chi desidera i programmi dell'App Store è un idiota? Non sono niente di più dei giochini flash che ti tirano dietro gratis ovunque...

        vorrei sapere chi è quel pazzo che non

        spenderebbe 7-8 euro per un prodotto

        originale

        Ma se non spendono nemmeno 79 centesimi per una
        applicazione o 99 per un
        brano?Sono d'accordo: infatti l'originale non esiste (o meglio, ce n'è solo uno, per definizione). Le altre sono copie, identiche, e quindi non ha senso pagare una copia se puoi averne una identica gratis.


        ci sono artisti che ti vendono il loro cd a meno

        di 10 euro, altri che ne chiedono 30... ognuno
        ha

        diritto di mangiare quanto crede, ma se si

        rendono conto che anche il cittadino deve fare i

        conti con la pagnotta forse capirebbero che i

        prezzi sono troppo

        alti



        viva l'originale a prezzo equoL'originale non esiste.

        Certo, e taglio della mano ai pirati.No: fame e digiuno per chi vuole vendere le copie.
  • geppetto scrive:
    la risposta giusta
    invece di battere i piedi per il diritto (che tale non è) a fruire di contenuti protetti da diritto d'autore, l'unica cosa sensata che gli utenti possono fare è:- non scaricare, né illegalmente, né tanto meno legalmente alcun video, film, canzonetta che dir si voglia.- non acquistare, su qualsivoglia supporto alcuno dei prodotti succitati;- non acquistare abbonamenti a distributori, in qualsiasi forma (tv, rete) dei suddetti contenuti.L'industria delle XXXXXXXte collasserà da sé, sotto i colpi dell'indifferenza.Abbiamo veramente bisogno delle canzonette??non possiamo fare a meno di schrek 7?Queste pseudoforme di cultura imposte sono così fondamentali per la nostra vita?? Non credoeppoi esistono sempre i canali che già comunque paghiamo: televisione pubblica, radio (chi non ha la radio nel cellulare ormai??? A che serve intasarsi il lettore mp3 con 6000 canzoni??Torniamo alla frugalità della fruizione, e che implodano su sé stessi tutti quanti... Nella piena legalità..
    • panda rossa scrive:
      Re: la risposta giusta
      - Scritto da: geppetto
      A che serve
      intasarsi il lettore mp3 con 6000
      canzoni??A preservarle per tramandarle ai posteri.Visto l'andazzo, e' uno scenario piu' che probabile che le major vogliano seppellire tutte le loro produzioni non piu' commercialmente remunerative, affinche' queste non rodano mercato alle nuove canzonette.E siccome non possiamo permettere che le major siano le uniche depositarie e custodi della cultura musicale, e' opportuno che TUTTI abbiano 6000 canzoni nel lettore.Quando tutti avranno tutto, potremmo cessare il P2P e alla fine saranno tutti contenti.
      • filippo hippo ie scrive:
        Re: la risposta giusta
        si può fare uno "sciopero": una settimana senza acquistare musica, andare al cinema, acquistare libri e giornali ecc. (anche se su alcuni media la vedo + difficile ottenere un'adesione notevole, vedi la televisione)
    • guerret scrive:
      Re: la risposta giusta
      - Scritto da: geppetto
      invece di battere i piedi per il diritto (che
      tale non è) a fruire di contenuti protetti da
      diritto d'autore, l'unica cosa sensata che gli
      utenti possono fare
      è:
      - non scaricare, né illegalmente, né tanto meno
      legalmente alcun video, film, canzonetta che dir
      si
      voglia.
      - non acquistare, su qualsivoglia supporto alcuno
      dei prodotti
      succitati;
      - non acquistare abbonamenti a distributori, in
      qualsiasi forma (tv, rete) dei suddetti
      contenuti.Visti i criteri di ripartizione della SIAE, per ottenere un risultato efficace dovresti smettere di acquistare libri. Dovresti far sparire tutte le radio e le televisioni. Dovresti far scomparire i concerti e qualsiasi forma di teatro. Dovresti smettere di acquistare CD, DVD, hard disk, cellulari con memorie digitali, macchine fotografiche, computer, insomma tutti i dispositivi gravati dall'equo compenso. Perché va tutto in un enorme mucchio che viene poi spartito tra tutti gli 80mila aventi diritto.Pensi che ce la possiamo fare?
      • no tu scrive:
        Re: la risposta giusta
        Si puo' sempre provare a creare un mercato alternativo e libero.
        • guerret scrive:
          Re: la risposta giusta
          Magari! Sono anni che aspetto. Succederà ma credo che ci vorrà sì e no un'altra decina d'anni di tentativi di mantenere il controllo a colpi leggi idiote, prima che il sistema crolli del tutto. Perché la chiave, a mio avviso, sarà la totale smaterializzazione dei contenuti.
      • Guybrush Fuorisede scrive:
        Re: la risposta giusta
        - Scritto da: guerret
        - Scritto da: geppetto[...]
        Visti i criteri di ripartizione della SIAE, per
        ottenere un risultato efficace dovresti smettere
        di acquistare libri.In italia. Smettere di acquistare libri di società editrici iscritte alla SIAE.
        Dovresti far sparire tutte
        le radio e le televisioni.Non è necessario: basta spegnerle.
        Dovresti far
        scomparire i concerti e qualsiasi forma di
        teatro.Non è esatto, ma il "non spendere denaro" per seguire concerti, spettacoli e teatro è più vicino alla realtà.
        Dovresti smettere di acquistare CD, DVD,[...]
        diritto.Se parli dei supporti vergini puoi pure lasciargli quei quattro spiccioli.Molti rivenditori evadono l'equo compenso con le trovate più esilaranti, tipo il magazzino a san Marino.
        Pensi che ce la possiamo fare?Rimango ottimista.Anche un monopolista è costretto ad abbassare il prezzi se le vendite calano troppo.CiaoGTFS
    • alfabeta scrive:
      Re: la risposta giusta
      - Scritto da: geppetto
      invece di battere i piedi per il diritto (che
      tale non è) a fruire di contenuti protetti da
      diritto d'autore, l'unica cosa sensata che gli
      utenti possono fare
      è:
      - non scaricare, né illegalmente, né tanto meno
      legalmente alcun video, film, canzonetta che dir
      si
      voglia.
      - non acquistare, su qualsivoglia supporto alcuno
      dei prodotti
      succitati;
      - non acquistare abbonamenti a distributori, in
      qualsiasi forma (tv, rete) dei suddetti
      contenuti.

      L'industria delle XXXXXXXte collasserà da sé,
      sotto i colpi
      dell'indifferenza.
      Abbiamo veramente bisogno delle canzonette??
      non possiamo fare a meno di schrek 7?
      Queste pseudoforme di cultura imposte sono così
      fondamentali per la nostra vita?? Non
      credo
      eppoi esistono sempre i canali che già comunque
      paghiamo: televisione pubblica, radio (chi non ha
      la radio nel cellulare ormai??? A che serve
      intasarsi il lettore mp3 con 6000
      canzoni??
      Torniamo alla frugalità della fruizione, e che
      implodano su sé stessi tutti quanti... Nella
      piena
      legalità..
    • testa testina scrive:
      Re: la risposta giusta
      - Scritto da: geppetto
      invece di battere i piedi per il diritto (che
      tale non è) a fruire di contenuti protetti da
      diritto d'autore, l'unica cosa sensata che gli
      utenti possono fare
      è:
      - non scaricare, né illegalmente, né tanto meno
      legalmente alcun video, film, canzonetta che dir
      si
      voglia.
      - non acquistare, su qualsivoglia supporto alcuno
      dei prodotti
      succitati;
      - non acquistare abbonamenti a distributori, in
      qualsiasi forma (tv, rete) dei suddetti
      contenuti.

      L'industria delle XXXXXXXte collasserà da sé,
      sotto i colpi
      dell'indifferenza.
      Abbiamo veramente bisogno delle canzonette??
      non possiamo fare a meno di schrek 7?
      Queste pseudoforme di cultura imposte sono così
      fondamentali per la nostra vita?? Non
      credo
      eppoi esistono sempre i canali che già comunque
      paghiamo: televisione pubblica, radio (chi non ha
      la radio nel cellulare ormai??? A che serve
      intasarsi il lettore mp3 con 6000
      canzoni??
      Torniamo alla frugalità della fruizione, e che
      implodano su sé stessi tutti quanti... Nella
      piena
      legalità..quoto (e, per inciso, la cosiddetta "legalità" è un aspetto del tutto marginale della questione... si fo##a pure tranquillamente)
  • DANIELE scrive:
    ALICE
    SE PROVATE A COMPORRE IL 187 2 2CE IL DISCO CHE DICE CHE CE UN DISSERVIZIO GENERALIZZATOE CHE I TECNICI SONO AL LAVORO PER RIPRISTINARE IL SERVIZIOQUANTO PRIMAALMENO QUESTO ALLE ORE 10.45 DEL 23/09/2010BUONA GIORNATA
  • Jacopo Monegato scrive:
    Re: [OT] DNS Telecom in palla n-esima volta
    shut up -.- cercavo info anche io ma non credevo le avrei trovate in questo commento
    • Mastro Geppeto scrive:
      Re: [OT] DNS Telecom in palla n-esima volta
      - Scritto da: Jacopo Monegato
      shut up -.- cercavo info anche io ma non credevo
      le avrei trovate in questo
      commentoPensavo che PI ne avrebbe parlato ma non trovandostavo per scrivere un OT anche io, ho trovato questa notizia (niente di che) Questa sera c'è stata una brutta sorpresa per tantissimi navigatori italiani. Semplicemente internet "non funzionava" e moltissimi siti non risultavano navigabili. Il perchè? Il popolo della rete non ha avuto dubbi: sono caduti i dns di Telecom e tutti i navigatori che si appoggiano all'infrastruttura Alice-Telecom sono così rimasti senza poter accedere ad internet. ho proveto per ore a contattare il 187 ma o non squillava proprio o cadeva la linea. PI ci fate sapere cos'è accaduto?
      • Kiunt scrive:
        Re: [OT] DNS Telecom in palla n-esima volta
        - Scritto da: Mastro Geppeto
        PI ci fate sapere cos'è accaduto?Link "Quota"*
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: [OT] DNS Telecom in palla n-esima volta
        c'è stato un attimo in cui sono ripartiti per una decina di minuti... mi ero accorto perché prima facebook non funzionava, poi google, poi hotmail... alice invece andava.. a un certo punto lei fa "ecco è stato un hacker cinese a metter fuori uso facebook" poi però nessuno ne faceva voce... un pettegolezzo sarebbe saltato tra i millemilioni di link idioti quindi non poteva essere... vabé sarà stato un guasto che spero non si ripeta... non capisco però perché solo alcuni domini non andavano
        • DANIELE scrive:
          Re: [OT] DNS Telecom in palla n-esima volta
          SE FATE IL 187 2-2 CE UN DISCO CHE AVVERTE CHE E IN CORSO UN DISSERVIZIO GENERALIZZATO CHE LIMITA LA NAVIGAZIONE IN INTERNETE CHE I TECNICI SONO AL LAVORO PER RIPRISTINARE IL SERVIZIO QUANTO PRIMABUONA GIORNATA ATUTTI
          • Hymus scrive:
            Re: [OT] DNS Telecom in palla n-esima volta
            Niente alla fine neanche 2 righe di PI sull'argomento, forse non è una notizia abbastanza gossipara come richiesto dalla nuova direzione del "giornaletto" scandalistico informatico
          • krane scrive:
            Re: [OT] DNS Telecom in palla n-esima volta
            - Scritto da: Hymus
            Niente alla fine neanche 2 righe di PI
            sull'argomento,
            forse non è una notizia abbastanza gossipara come
            richiesto dalla nuova direzione del "giornaletto"
            scandalistico informaticoO forse non hanno trovato niente da copiare ancora, dagli tempo...
  • Ubunto scrive:
    Gli interessanti risultati di un test...
    Spinto da questa e dalla notizia HADOPI francese ho deciso di provare uno dei programmi per il p2p anonimo.Dopo un po'di indecisione su quale testare dei diversi software esistenti ho optato per "StealthNet" http://www.stealthnet.de/it_index.php.Dopo aver sbloccato le porte del router ho avviato il programma.In pochi secondi il mio client ha stabilito 6 connessioni con altrettanti utenti e come previsto dalla configurazione.Uno è giapponese, uno tedesco e quattro.... francesi.Lato mp3 non ho trovato granché.Cercando come parola chiave la parola "sex" non vengo deluso, 138 risultati (pochi ma molto più degli mp3).Decido di provare col cinema ed inserisco la chiave "Resident Evil", attualmente in programmazione nelle sale.In pochi istanti ho trovato tutta la serie (con RE siamo al 4 o 5 sequel).Una curiosità... tutti i files recavano il tag: [French].
    • krane scrive:
      Re: Gli interessanti risultati di un test...
      - Scritto da: Ubunto
      Spinto da questa e dalla notizia HADOPI francese
      ho deciso di provare uno dei programmi per il p2p
      anonimo.
      Dopo un po'di indecisione su quale testare dei
      diversi software esistenti ho optato per
      "StealthNet"
      http://www.stealthnet.de/it_index.php.
      Dopo aver sbloccato le porte del router ho
      avviato il programma.
      In pochi secondi il mio client ha stabilito 6
      connessioni con altrettanti utenti e come
      previsto dalla configurazione.
      Uno è giapponese, uno tedesco e quattro....
      francesi.
      Lato mp3 non ho trovato granché.
      Cercando come parola chiave la parola "sex" non
      vengo deluso, 138 risultati (pochi ma molto più
      degli mp3).
      Decido di provare col cinema ed inserisco la
      chiave "Resident Evil", attualmente in
      programmazione nelle sale.
      In pochi istanti ho trovato tutta la serie (con
      RE siamo al 4 o 5 sequel).
      Una curiosità... tutti i files recavano il tag:
      [French].Ovvio e normale, in francia il p2p criptato va molto.Mai provato GnuNet ?
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: Gli interessanti risultati di un test...
      - Scritto da: Ubunto
      Spinto da questa e dalla notizia HADOPI francese
      ho deciso di provare uno dei programmi per il p2p
      anonimo.
      Dopo un po'di indecisione su quale testare dei
      diversi software esistenti ho optato per
      "StealthNet"
      http://www.stealthnet.de/it_index.php.Uhmm... stasera ci do un'occhiata, sai meca se c'e' anche per Linux o mi tocca usare una macchina virtuale?
      Dopo aver sbloccato le porte del router ho[...]
      Uno è giapponese, uno tedesco e quattro....
      francesi.Tana!
      Lato mp3 non ho trovato granché.Be'... forse hai cercato la cosa sbagliata, alla voce "Mozart" che vien fuori?
      Cercando come parola chiave la parola "sex" non[...]
      Una curiosità... tutti i files recavano il tag:
      [French].ROTFLMAO il buon Sarkò sarà contento.CiaoGTFS
  • master scrive:
    Sono anni....
    Che leggo di queste cose in tutte le salse e dico TUTTE... Nessuno potra' mai cambiare la rete purtroppo chi governa ha perso il treno tempo fa ed e' ormai diventato difficilissimo per diversi motivi.La rete e' ormai composta da troppe persone , se c'era qualcosa da fare era anni fa.. ormai problemi politici,etici rendono quasi impossibile adoperarsi.A me spiace veramente vedere tante persone che non accettano la realta' e in tutti i modi cercano scappatoie.Mi rivolgo a chi ha un minimo di potere , lasciate perdere andate al mare godetevi una bella giornata... e pensate che in fondo tutto cambia e' il naturale corso della vita il vecchio viene sostituito con il nuovo ...
    • SardinianBoy scrive:
      Re: Sono anni....
      Quoto !- Scritto da: master
      Che leggo di queste cose in tutte le salse e dico
      TUTTE... Nessuno potra' mai cambiare la rete
      purtroppo chi governa ha perso il treno tempo fa
      ed e' ormai diventato difficilissimo per diversi
      motivi.

      La rete e' ormai composta da troppe persone , se
      c'era qualcosa da fare era anni fa.. ormai
      problemi politici,etici rendono quasi impossibile
      adoperarsi.

      A me spiace veramente vedere tante persone che
      non accettano la realta' e in tutti i modi
      cercano
      scappatoie.

      Mi rivolgo a chi ha un minimo di potere ,
      lasciate perdere andate al mare godetevi una
      bella giornata... e pensate che in fondo tutto
      cambia e' il naturale corso della vita il vecchio
      viene sostituito con il nuovo
      ...
    • Gallina Francese scrive:
      Re: Sono anni....
      Se mi pagate anche voi rifaccio la legge, altrimenti nisba.Che credete che mi basta lo stipendio da europarlamentare per tutelare i cittadini europei? AH AH AH AH! :@L'amour pour l'argeant...Gallina Francese
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: Sono anni....
      - Scritto da: master
      Che leggo di queste cose in tutte le salse e dico
      TUTTE... Nessuno potra' mai cambiare la rete
      purtroppo chi governa ha perso il treno tempo fa
      ed e' ormai diventato difficilissimo per diversi
      motivi.Be'... "NI" mi verrebbe da dirti.
      La rete e' ormai composta da troppe persone , se
      c'era qualcosa da fare era anni fa.. ormai
      problemi politici,etici rendono quasi impossibile
      adoperarsi.Ancora una volta "NI".
      A me spiace veramente vedere tante persone che
      non accettano la realta' e in tutti i modi
      cercano
      scappatoie.In realtà è un po' che ci penso e il pericolo c'e'.
      Mi rivolgo a chi ha un minimo di potere ,
      lasciate perdere andate al mare godetevi una
      bella giornata... e pensate che in fondo tutto
      cambia e' il naturale corso della vita il vecchio
      viene sostituito con il nuovo
      ...La Rete è un mix di macchine e di persone. Da un lato hai le persone che inviano ordini alle macchine, dall'altro hai macchine che eseguono il più rapidamente possibile gli ordini.Finora la rete ha avuto una struttura "olografica" vale a dire che, se pure con potenzialità diverse, ogni nodo può fare le stesse cose di ogni altri.Per inciso vuol dire che il mio PC di casa può eseguire lo stesso lavoro della farm di google, se pure non con la medesima velocità di quest'ultimo.Il tuo puo' renderizzare immagini 3D come una workstation silicon graphics, quello del tuo vicino si può mettere a fare il router se occorre... e tutti si possono scambiare i ruoli in base agli ordini che gli arrivano dagli umani.Normalmente al mio PC gli chiedo di andare su FB, di far girare Win XP in una bolla e Aros nell'altra e cose del genere.Ad un altro gli chiedo di fare da Router e da client per una nota bestiola da soma.Insomma posso disporre delle mie macchine come meglio credo, sia perché (modestamenteo) ho studiato e continuo a studiare, sia perché l'hardware mi consente di dargli i comandi che devo dare.Pero'... se la conoscenza non fosse più accessibile OPPURE se il computer fosse "blindato" (chi ha detto PS3?) e impossibile da controllare se non infrangendo qualche legge pagata ad hoc dalla multinazionale di turno, be'... la musica cambierebbe molto.Ripenso all'idea di Intel di fittare le macchine invece di venderle, o ai walled garden che cominciano a fiorire qua e la.I primi bloccano di fatto l'acXXXXX alla macchina, i secondi limitano l'informazione disponibile per l'utente. Combinati insieme... mmmhhh...Posso dire che non mi piace, si?
  • Vittoria scrive:
    non cantate
    mentre il galo canta , La Dichiarazione scritta 12/2010 ottiene la maggioranza assoluta
  • studente scrive:
    Incostituzionale
    In contrasto con l'articolo 15 della costituzione della Repubblica Italiana.Non possono "farsi giustizia da soli" ci prima vuole l'autorizzazione di UN GIUDICE che valuta il singolo caso.Il giudice non può dire "controllate tutti indistintamente" l'autorizzazione deve essere MOTIVATA e la legge ordinaria deve stabilire delle garanzie per chi è oggetto di "spionaggio".
    • pinco pallino scrive:
      Re: Incostituzionale
      - Scritto da: studente
      In contrasto con l'articolo 15 della costituzione
      della Repubblica
      Italiana.

      Non possono "farsi giustizia da soli" ci prima
      vuole l'autorizzazione di UN GIUDICE che valuta
      il singolo
      caso.

      Il giudice non può dire "controllate tutti
      indistintamente" l'autorizzazione deve essere
      MOTIVATA e la legge ordinaria deve stabilire
      delle garanzie per chi è oggetto di
      "spionaggio".La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili. La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge.
      • La SIAE scrive:
        Re: Incostituzionale
        - Scritto da: pinco pallino
        - Scritto da: studente

        In contrasto con l'articolo 15 della
        costituzione

        della Repubblica

        Italiana.



        Non possono "farsi giustizia da soli" ci prima

        vuole l'autorizzazione di UN GIUDICE che valuta

        il singolo

        caso.



        Il giudice non può dire "controllate tutti

        indistintamente" l'autorizzazione deve essere

        MOTIVATA e la legge ordinaria deve stabilire

        delle garanzie per chi è oggetto di

        "spionaggio".


        La libertà e la segretezza della corrispondenza e
        di ogni altra forma di comunicazione sono
        inviolabili.Altrimenti? :@
    • La SIAE scrive:
      Re: Incostituzionale
      - Scritto da: studente
      In contrasto con l'articolo 15 della costituzione
      della Repubblica
      Italiana.

      Non possono "farsi giustizia da soli"Possono. :@
    • Fabio L scrive:
      Re: Incostituzionale
      http://goo.gl/pHtC - La pirateria e il valore della conoscenza
      • panda rossa scrive:
        Re: Incostituzionale
        - Scritto da: Fabio L
        http://goo.gl/pHtC - La pirateria e il valore
        della
        conoscenzaStanding Ovation!
    • guerret scrive:
      Re: Incostituzionale
      - Scritto da: studente
      In contrasto con l'articolo 15 della costituzione
      della Repubblica
      Italiana.Vero, ma non si tratta di una normativa italiana. Inoltre, allo stato attuale nessuno si è ancora deciso ad equiparare la connessione Internet, e quindi le informazioni scambiate tra il provider e l'utente, alla corrispondenza personale, quindi il cappello costituzionale dell'art. 15 non coprirebbe la fattispecie ad oggetto.
      • panda rossa scrive:
        Re: Incostituzionale
        - Scritto da: guerret
        - Scritto da: studente

        In contrasto con l'articolo 15 della
        costituzione

        della Repubblica

        Italiana.

        Vero, ma non si tratta di una normativa italiana.
        Inoltre, allo stato attuale nessuno si è ancora
        deciso ad equiparare la connessione Internet, e
        quindi le informazioni scambiate tra il provider
        e l'utente, alla corrispondenza personale, quindi
        il cappello costituzionale dell'art. 15 non
        coprirebbe la fattispecie ad
        oggetto.No, guarda che al massimo devono specificare il contrario.E' pacifico che la comunicazione via internet e' equiparata a quella postale.C'e' perfino una sentenza su una questione di mobbing o di stalking, non ricordo, dove dice che l'invio di comunicazioni via internet, non essendo soggetto all'immediatezza e all'invasivita' del telefono, non costituisce stalking, esattamente come la posta ordinaria.E in ogni caso noi nel dubbio criptiamo!
        • guerret scrive:
          Re: Incostituzionale
          - Scritto da: panda rossa
          No, guarda che al massimo devono specificare il
          contrario.
          E' pacifico che la comunicazione via internet e'
          equiparata a quella
          postale.Per quanto riguarda l'email (et similia) è senz'altro vero, per qualsiasi altra forma di comunicazione siamo molto in un mare magnum, e non solo in Italia.
          • panda rossa scrive:
            Re: Incostituzionale
            - Scritto da: guerret
            - Scritto da: panda rossa

            No, guarda che al massimo devono specificare il

            contrario.

            E' pacifico che la comunicazione via internet e'

            equiparata a quella

            postale.

            Per quanto riguarda l'email (et similia) è
            senz'altro vero, per qualsiasi altra forma di
            comunicazione siamo molto in un mare magnum, e
            non solo in
            Italia.E' vero per l'email.Si illustra che l'email consiste nello spedire dei dati ad un server che poi il destinatario raccoglie.Si estende il concetto di definizione a tutto cio' che funziona in modo analogo.
          • guerret scrive:
            Re: Incostituzionale
            - Scritto da: panda rossa
            E' vero per l'email.
            Si illustra che l'email consiste nello spedire
            dei dati ad un server che poi il destinatario
            raccoglie.
            Si estende il concetto di definizione a tutto
            cio' che funziona in modo
            analogo.Astrattamente vero, ma l'applicazione estensiva di una norma, come sai, è uno strumento interpretativo del giudice. Quindi in pratica la scelta se interpretare la norma in modo estensivo o restrittivo dipende dal giudice. E spesso anche da come si è svegliato quella mattina.
          • panda rossa scrive:
            Re: Incostituzionale
            - Scritto da: guerret
            - Scritto da: panda rossa

            E' vero per l'email.

            Si illustra che l'email consiste nello spedire

            dei dati ad un server che poi il destinatario

            raccoglie.

            Si estende il concetto di definizione a tutto

            cio' che funziona in modo

            analogo.

            Astrattamente vero, ma l'applicazione estensiva
            di una norma, come sai, è uno strumento
            interpretativo del giudice. Quindi in pratica la
            scelta se interpretare la norma in modo estensivo
            o restrittivo dipende dal giudice. E spesso anche
            da come si è svegliato quella
            mattina.La norma e' nata per la posta.Poi hanno inventato le raccomandate, l'espresso, il corriere privato, il telefono, etc...Si e' sempre esteso il concetto dell'inviolabilita' e della non intercettabilita' delle comunicazioni private.Oggi che cosa cambia?
          • guerret scrive:
            Re: Incostituzionale
            - Scritto da: panda rossa
            La norma e' nata per la posta.
            Poi hanno inventato le raccomandate, l'espresso,
            il corriere privato, il telefono,
            etc...
            Si e' sempre esteso il concetto
            dell'inviolabilita' e della non intercettabilita'
            delle comunicazioni
            private.
            Oggi che cosa cambia?La percezione di legislatori e giudici ottusi che non vedendo una fisicità la considerano una diversa fattispecie?
          • panda rossa scrive:
            Re: Incostituzionale
            - Scritto da: guerret
            - Scritto da: panda rossa

            La norma e' nata per la posta.

            Poi hanno inventato le raccomandate, l'espresso,

            il corriere privato, il telefono,

            etc...

            Si e' sempre esteso il concetto

            dell'inviolabilita' e della non
            intercettabilita'

            delle comunicazioni

            private.

            Oggi che cosa cambia?

            La percezione di legislatori e giudici ottusi che
            non vedendo una fisicità la considerano una
            diversa
            fattispecie?La fisicita' non c'era neppure quando gli ambasciatori venivano inviati per comunicare oralmente al destinatario le comunicazioni di Stato.Anzi, era pratica universalmente riconosciuta, quella di garantire immunita' agli ambasciatori.
          • guerret scrive:
            Re: Incostituzionale
            Forse ti sfugge qualcosa. Ti sto dando ragione. Da un pezzo. E tu continui ad obiettarmi. La penso come te, solo che ci vorrà un bel po' prima che questo modo di pensare sia completamente diffuso, perché per molti non è così.
          • panda rossa scrive:
            Re: Incostituzionale
            - Scritto da: guerret
            Forse ti sfugge qualcosa. Ti sto dando ragione.
            Da un pezzo. E tu continui ad obiettarmi.Non sto mica obiettando: io porto contributi ed esempi all'opinione.Man mano che me ne vengono li scrivo.
            La
            penso come te, solo che ci vorrà un bel po' prima
            che questo modo di pensare sia completamente
            diffuso, perché per molti non è
            così.E noi scriviamo il nostro punto di vista.In rete resta.Qualcuno che lo cerca, lo trova, lo legge, ne prende atto.
  • La SIAE scrive:
    Tolleranza zero
    Ottimo, e questo è solo l'inizio. Il prossimo passo: la distruzione da remoto dei PC aventi materiale pirata! :@La fine dei pirati è giunta. Sarete braccati come degli animali eh eh eh... :D AH AH AH... AHAHAHAHAHHAHAHAHAH!!!! :@ :@ :@Parola di SIAE
    • Una mamma preoccupat a scrive:
      Re: Tolleranza zero
      - Scritto da: La SIAE

      Ottimo, e questo è solo l'inizio. Il prossimo
      passo: la distruzione da remoto dei PC aventi
      materiale pirata!Gentile SIAE,dal momento che tutto di sta spostandoverso lo streaming dei contenutie il cloud computing,i dati non saranno più sul pc fisico dell'utente.Dato che abito vicino a un datacanter,ho paura che farete esplodere anche quello.Devo preoccuparmi? Cosa potrei fare?Una mamma preoccupata
      • MegaJock scrive:
        Re: Tolleranza zero
        - Scritto da: Una mamma preoccupat a
        Devo preoccuparmi? Cosa potrei fare?
        Comprati un fucile, tanto per cominciare.
      • La SIAE scrive:
        Re: Tolleranza zero
        - Scritto da: Una mamma preoccupat a
        - Scritto da: La SIAE



        Ottimo, e questo è solo l'inizio. Il prossimo

        passo: la distruzione da remoto dei PC aventi

        materiale pirata!

        Gentile SIAE,
        dal momento che tutto di sta spostando
        verso lo streaming dei contenuti
        e il cloud computing,
        i dati non saranno più sul pc fisico dell'utente.

        Dato che abito vicino a un datacanter,
        ho paura che farete esplodere anche quello.

        Devo preoccuparmi?Sì. :@
        Cosa potrei fare?Mandaci dei soldi.

        Una mamma preoccupataLa SIAE :@
        • Una mamma preoccupat a scrive:
          Re: Tolleranza zero
          - Scritto da: La SIAE

          Mandaci dei soldi.purtroppo posso darvi solo la postepayvuota di mio figlio.sono sul lastrico da quando l'avete beccatoa scaricare l'ultima dei Finley :(
          • La SIAE scrive:
            Re: Tolleranza zero
            - Scritto da: Una mamma preoccupat a
            - Scritto da: La SIAE



            Mandaci dei soldi.

            purtroppo posso darvi solo la postepay
            vuota di mio figlio:@
    • Utonto scrive:
      Re: Tolleranza zero
      - Scritto da: La SIAE
      Ottimo, e questo è solo l'inizio. Il prossimo
      passo: la distruzione da remoto dei PC aventi
      materiale pirata!
      :@

      La fine dei pirati è giunta. Sarete braccati come
      degli animali eh eh eh... :D AH AH AH...
      AHAHAHAHAHHAHAHAHAH!!!! :@ :@
      :@

      Parola di SIAEDopo di che la distruzione di tuttl le ca77ate di cui vi nutrite!Firmato un non più vostro cliente
  • Mauro scrive:
    come sempre
    Devono pur far qualcosa per giustificare i loro stipendi ma come sempre legiferano senza sapere di cosa si sta parlando e facendo di tutta un erba un fascio (forse se la sono pure fumata)Che ci sia necessita di nuove regole è indubbio ma bisognerebbe farle a modo e non tanto per farle.ciao a tutti
  • ThEnOra scrive:
    L'impatto reale....
    Dovrei gioire, ma in realtà non posso." Questo diventa il modello da seguire , ma anche no, sulla strada della riforma del sistema della proprietà intellettuale che mostrano di voler imboccare le istituzioni europee: non una legge, naturalmente, ma un'iniziativa che adesso (dopo che aveva già ricevuto l'approvazione in commissione) ha tutti i crismi per influenzare la scena politica del Vecchio Continente "Encomiabile lo sforzo fatto per inquadrare il problema (in modo confusionario) e trovare posizioni condivise, ma un conto è pensarle a ste cose (ed è qui che siamo arrivati) e un conto è agire (qui siamo ancora nel limbo).
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: L'impatto reale....

      e un conto è
      agire (qui siamo ancora nel limbo).Aggiungo: GRAZIE AL CIELO! Che ci restino!
      • ThEnOra scrive:
        Re: L'impatto reale....
        - Scritto da: uno qualsiasi

        e un conto è

        agire (qui siamo ancora nel limbo).

        Aggiungo: GRAZIE AL CIELO! Che ci restino!Forse non hai capito la critica (la solita): noi cittadini paghiamo dei politici per farsi le pippe mentali... mentre invece ciò che servirebbe è concretezza, che sia a favore o contro il copyright poi non cambia.
        • La SIAE scrive:
          Re: L'impatto reale....
          - Scritto da: ThEnOra
          - Scritto da: uno qualsiasi


          e un conto è


          agire (qui siamo ancora nel limbo).



          Aggiungo: GRAZIE AL CIELO! Che ci restino!

          Forse non hai capito la critica (la solita): noi
          cittadini paghiamo dei politici per farsi le
          pippe mentali... mentre invece ciò che servirebbe
          è concretezza, che sia a favore o contro il
          copyright poi non
          cambia.Cambia. :@
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: L'impatto reale....
            non cambia. se viene fatta una legge ritenuta sbagliata.. se VIENE fatta, noi abbiamo -almeno sulla carta- il potere di richiedere che venga modificata abrogata o qualunque altra cosa ci venga in mente, dato che sulla carta loro rappresentano noi e quindi dovremmo poter dire in ogni caso la nostra, al massimo attraverso loro
          • 0110 scrive:
            Re: L'impatto reale....

            Cambia. :@Infatti. Ma non come vorresti tu e i generatori diXXXXXXXture di certi forum di categoria abituatiall'insulto.
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: L'impatto reale....
            lascialo stare.. gli piace essere ironico :P
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: L'impatto reale....
          - Scritto da: ThEnOra
          - Scritto da: uno qualsiasi


          e un conto è


          agire (qui siamo ancora nel limbo).



          Aggiungo: GRAZIE AL CIELO! Che ci restino!

          Forse non hai capito la critica (la solita): noi
          cittadini paghiamo dei politici per farsi le
          pippe mentali... mentre invece ciò che servirebbe
          è concretezza, che sia a favore o contro il
          copyright poi non
          cambia.Se i politici sono contro il copyright, serve concretezza. Ma se sono a favore, è una fortuna che si facciano solo "pippe mentali"
Chiudi i commenti