Phobos-Grunt precipita nel ridicolo

La sonda russa è precipitata sulla Terra, ma la discussione sul fallimento della missione non si ferma. Il Cremlino parla di problemi nel software e provano a coinvolgere gli USA. Noi non c'entriamo, rispondono da Washington

Roma – La sonda Phobos-Grunt è precipitata in un punto tuttora ignoto della superficie terrestre, ma la cosa non è stata sufficiente a placare gli animi di chi è alla disperata ricerca di una causa, si tratti di un problema di design della sonda o del presunto coinvolgimento di potenze straniere poco importa.

Le autorità governative russe hanno completato le indagini “ufficiali” sul fallimento dell’ambiziosa missione diretta verso una delle lune di Marte, attribuendo la causa principale dell’accaduto a ignote radiazioni cosmiche colpevoli di aver mandato in tilt il sistema computerizzato a bordo della sonda.

A dare il colpo di grazia al piano di volo di Phobos-Grunt sarebbe stato un difetto nella programmazione del software di controllo della sonda, dicono ancora le autorità russe. Insomma gli Stati Uniti non c’entrano, diversamente da quanto trapelato dalle notizie e dalle interviste diffuse in questi giorni dai media russi.

Anche dagli States arriva la risposta ufficiale al presunto effetto negativo avuto dai satelliti USA sulle strumentazioni della sonda russa, risposta che ovviamente nega senza appello una simile ipotesi. Pur tuttavia tale ipotesi resta in piedi, e i russi vorrebbero metterla alla prova con la collaborazione di Washington. Collaborazione negata , rispondono dalla Casa Bianca.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cavallo Pazzo scrive:
    È la fine di un'epoca
    Le epoche nascono, si sviluppano e poi tramontano. In questi anni c'è stato un gran fervore di innovazioni e condivisioni. Ora tutto è destinanto ad appiattirsi in una sorta di status-quo.Se da un lato è vero che per produrre una pellicola cinematografica occorrono investimenti e risorse, dall'altro lato non è vero che tutti gli utenti che hanno guardato quel film sarebbero anche stati disposti ad acquistarlio o ad andare a vederlo al cinema. Il risultato sarâ semplicemente che i produttori continueranno a produrre film, ma i produttori dovranno accontentarsi di una platea di spettatori decimata. Questo comporterà abitudini differenti nella massa che avrà l'effetto di diminuire il numero di persone (paganti) che passeranno le serate davanti alla TV.E sarà difficile tornare indietro dal momento che le sentenze fanno giurisprudenza, almeno, qua nella nostro decadente occidente.
  • The Dude scrive:
    E gli altri?
    E gli altri siti che indicizzano torrent?Tipo (e dico il primo che mi viene in mente) GOOGLE??????
    • Sgabbio scrive:
      Re: E gli altri?
      - Scritto da: The Dude
      E gli altri siti che indicizzano torrent?

      Tipo (e dico il primo che mi viene in mente)
      GOOGLE??????Ma gli altri non si sono mai messi a sbeffegiare le major.
      • The Dude scrive:
        Re: E gli altri?
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: The Dude

        E gli altri siti che indicizzano torrent?



        Tipo (e dico il primo che mi viene in mente)

        GOOGLE??????

        Ma gli altri non si sono mai messi a sbeffegiare
        le
        major.Quindi la discriminante è lo sbeffeggiamento?
        • Sgabbio scrive:
          Re: E gli altri?
          Quando un determinato sito, diventa un simbolo che va ben oltre lo scaricare a gratis, vedi il grande lavoro che fece per wikileaks The Piratebay e come ha contribuito a far diffondere i dettagli della ATCA. Oppure ha la forza matariale per spezzare via lo status quo del copyright, vedi l'annucio di megabox, da parte di megaupload, si comincia a giocare sXXXXX.Vedi sentenze fatte da giudici non propriemante imparziali, pressioni internazionali per modificare certe leggi o far da cavia per nuove repressioni.Esperienti al limite dell'illegale per abbattere un potenziale concorrente... ecc ecc...
  • xuneel scrive:
    forse galera no, ma la multa (milioni)?
    Come dice l'articolo forse non dovranno scontare una vera pena in galera... ma mi chiedo come se la caveranno con la multona.Voglio dire, come fanno a pagare una multa così elevata? A meno che siano milionari, mi pare una missione impossibile.Mi chiedo in pratica che succede se ricevi una multa del genere, può capitare anche in Italia, no?
    • doc allegato velenoso scrive:
      Re: forse galera no, ma la multa (milioni)?

      Voglio dire, come fanno a pagare una multa così
      elevata? A meno che siano milionari, mi pare una
      missione
      impossibile.

      Mi chiedo in pratica che succede se ricevi una
      multa del genere, può capitare anche in Italia,
      no?Infatti non la pagheranno.C'è un proverbio che dice (vado a memoria) più o meno così:"Il nullatenente è potente e fa tremare il giudice e il presidente"
  • Il Gargilli scrive:
    che schifo
    [..Brokep, portavoce storico della crew di TPB ora in altre faccende affaccendato, ha lamentato sul suo blog il penoso stato di cose (a suo dire) che si sarebbe venuto a creare nel sistema legale svedese. Un sistema legale ad alto livello di corruzione, dice Sunde, che ammorba una nazione poco abituata a simili miasmi prima della globalizzazione e la relativa crescita di influenza delle potentissime lobby dell'industria dei contenuti statunitensi..]L'articolo inizia e finisce qui.. :(Io sono stanco.Stanco di un pianeta che fa schifo perchè inquinato.Stanco di una razza umana corrotta e marcia fino al midollo.Stanco di vedere gente che, al posto di venire premiata, finisce in galera per colpa di qualche XXXXX schifoso (e militari che, per gioco, tranciano cavi, uccidono decine di persone, e non si fanno neanche un giorno dentro)Stanmco delle televisione e di tutte le XXXXXXX che continuano a diffondere; ma sopratutto di questi giornalisti, loro si, che sanno benissimo il male che stanno facendo.. ma non riescono a fermarsi.. come fossero ipnotizzati.Stanco delle polizie di tutto il mondo, perchè non riescono più a sognareun mondo migliore, nonostante molti di loro abbiano una famiglia e degli amici.Scusate, oggi mi sono alzato male..
    • doc allegato velenoso scrive:
      Re: che schifo
      No no, ti sei alzato benissimo!Tutto vero.Comunque, per quel che può servire, se non lo avete ancora fatto, firmate e fate firmare quihttp://www.avaaz.org/it/eu_save_the_internet/?fp
      • Il Gargilli scrive:
        Re: che schifo
        ..firmate e fate firmare quihttp://www.avaaz.org/it/eu_save_the_internet/?fpGrazie per la segnalazioneUn saluto
    • tucumcari scrive:
      Re: che schifo
      - Scritto da: Il Gargilli
      [..Brokep, portavoce storico della crew di TPB
      ora in altre faccende affaccendato, ha lamentato
      sul suo blog il penoso stato di cose (a suo dire)
      che si sarebbe venuto a creare nel sistema legale
      svedese. Un sistema legale ad alto livello di
      corruzione, dice Sunde, che ammorba una nazione
      poco abituata a simili miasmi prima della
      globalizzazione e la relativa crescita di
      influenza delle potentissime lobby dell'industria
      dei contenuti
      statunitensi..]

      L'articolo inizia e finisce qui.. :(

      Io sono stanco.
      Stanco di un pianeta che fa schifo perchè
      inquinato.
      Stanco di una razza umana corrotta e marcia fino
      al
      midollo.
      Stanco di vedere gente che, al posto di venire
      premiata, finisce in galera per colpa di qualche
      XXXXX schifoso (e militari che, per gioco,
      tranciano cavi, uccidono decine di persone, e non
      si fanno neanche un giorno
      dentro)
      Stanmco delle televisione e di tutte le XXXXXXX
      che continuano a diffondere; ma sopratutto di
      questi giornalisti, loro si, che sanno benissimo
      il male che stanno facendo.. ma non riescono a
      fermarsi.. come fossero
      ipnotizzati.
      Stanco delle polizie di tutto il mondo, perchè
      non riescono più a
      sognare
      un mondo migliore, nonostante molti di loro
      abbiano una famiglia e degli
      amici.


      Scusate, oggi mi sono alzato male..Sono stanco anche io delle stesse cose veh!O siamo in due a esserci "alzati male" oppure c'è qualcosa che non va!
      • Il Gargilli scrive:
        Re: che schifo
        [..O siamo in due a esserci "alzati male" oppure c'è qualcosa che non va!..]E' un brutto momento per la Rete e per tutto quello che ne consegue. Per come vedo io Internet, per la forza e i cambiamenti che ha portato, sopratutto nell'informazione. Ma anche la Storia, perchè nelle pagine web io ci vedo (oltre a un sacco di stupidate) anche cose preziosissime e fatti ed eventi che sono già Storia adesso.. e cercare "cotrollarli" e/o censurarli è una cosa che le persone non meritano. Anche chi non usa internet, verrebbe comunque a perderci. Il ptrossimo passo quale sarà mai? Un bel televoto casalingo con tanto di telecamere, che se non voti ti staccano la corrente, come scriveva Orwell?IO non sono una macchina. Non sono un numero qualunque, tantomeno binario. Non sono una variabile, anche se spesso il mio umore lo è.Ho dei sogni, dei sentimenti e pretendo di poterli esprimere.Se io mi sento legato ho tutto il diritto di liberami e urlare, che questo mondo ce lo stanno rovinando.Volgio potermi alzare la mattina e pensare a quanto forte è l'amiciza e la fratellanza. Non come fanno sistematicam,ente da anni giornali e telegiornali, che stanno distruggendo la speranza e sostituendo la fiducia nelle persone con la diffidenza, l'indifferenza e la superficialità. Questo è stato ed è lo scopo principale della televisione.Grazie per la rispostaUn saluto
        • Il Gargilli scrive:
          Re: che schifo
          PSVorrei segnalare questo articolo di Noam Chomsky che, tra l'altro, scrive anche per internazionale.ithttp://www.reset-italia.net/2010/09/24/noam-chomsky-le-10-strategie-della-manipolazione-attraverso-i-mass-media/
    • ruppolo scrive:
      Re: che schifo
      Sono con te.
  • cognome scrive:
    Google condannata in Francia
    Mentre qui state a discutere della lana caprina...http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_01/google-reindirizza-domini-blog_447e2b6c-4ce9-11e1-8838-1be80b480ae6.shtmlSempre piu giornalettismo...E' un declino conclamato il vostro, IMHO
    • Luco da mobile e sloggato scrive:
      Re: Google condannata in Francia
      - Scritto da: cognome
      Mentre qui state a discutere della lana caprina...

      http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_01/goo

      Sempre piu giornalettismo...
      E' un declino conclamato il vostro, IMHOda mobile non lo apre, fai copia e incolla del testo la prossima volta, grazie
    • Luco da mobile e sloggato scrive:
      Re: Google condannata in Francia
      - Scritto da: cognome
      Mentre qui state a discutere della lana caprina...

      http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_01/goo

      Sempre piu giornalettismo...
      E' un declino conclamato il vostro, IMHOda mobile non lo apre, fai copia e incolla del testo la prossima volta, grazie
    • Funz scrive:
      Re: Google condannata in Francia
      - Scritto da: cognome
      Mentre qui state a discutere della lana caprina...

      http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_01/goo <i
      «Il passaggio a domini geolocalizzati permetterà di continuare a promuovere la libertà di espressione e la pubblicazione responsabile» </i
      Pazzesco, doublethink allo stato puro
      • Sgabbio scrive:
        Re: Google condannata in Francia
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: cognome

        Mentre qui state a discutere della lana
        caprina...




        http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_01/goo
        <i

        «Il passaggio a domini geolocalizzati
        permetterà di continuare a promuovere la libertà
        di espressione e la pubblicazione
        responsabile» </i


        Pazzesco, doublethink allo stato puroImmagino il presidente della prometeo onlus....
      • ThEnOra scrive:
        Re: Google condannata in Francia
        In che senso pazzesco? Intendi la parte "pubblicazione responsabile"?Mi sembra che con questo sistema, sempre secondo i termini riportati da PI, Google potrebbe inibire l'acXXXXX di determinati contenuti su richiesta delle autorità solo su base locale: es. il blog non accessibile dalla Cina è invece accessibile dal resto del mondo.Non mi sembra tanto strampalata l'idea.
        • panda rossa scrive:
          Re: Google condannata in Francia
          - Scritto da: ThEnOra
          In che senso pazzesco? Intendi la parte
          "pubblicazione
          responsabile"?

          Mi sembra che con questo sistema, sempre secondo
          i termini riportati da PI, Google potrebbe
          inibire l'acXXXXX di determinati contenuti su
          richiesta delle autorità solo su base locale: es.
          il blog non accessibile dalla Cina è invece
          accessibile dal resto del
          mondo.

          Non mi sembra tanto strampalata l'idea.Blocchi regionali == DRMNon e' strampalata, l'idea. E' ABERRANTE!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Google condannata in Francia
            E cosi pro major che troverebbe pure normale l'esultazione verso la pedoXXXXXgrafia, come fece uno di loro....
    • Sgabbio scrive:
      Re: Google condannata in Francia
      - Scritto da: cognome
      Mentre qui state a discutere della lana caprina...

      http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_01/goo

      Sempre piu giornalettismo...
      E' un declino conclamato il vostro, IMHOInfatti Giornalettismo la considero come punto informatico, solo che li sono i giornalisti che scrivono trollate senza senso è chi glie lo fa notare, viene bannato, ma non con il semplice ban, ma gli modificano pure ilcommento insultandolo :D
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Basta prateria
    Cominciamo a sfruttare quelle inutili praterie e facciamone tanti campi coltivati! :D
  • Paolo scrive:
    Sunde è in Svezia
    @Alfonso mi risulta che Peter Sunde sia in Svezia e che intenda affrontare le conseguenze della sentenza. Ha avuto diverse occasioni per avere cittadinanza in paesi esteri e non ne ha mai usufruito per principio. Mi sembra doveroso chiarire.La legge svedese, comunque, lascia aperta la possibilità di uno sconto di pena di un massimo di 12 mesi per casi in cui la prima sentenza sia vecchia di almeno 5 anni. Se il caso ci rientra, e se ci sono i prerequisiti necessari, Sunde potrebbe non andare in carcere. Ciao,Paolo
  • cognome scrive:
    FAVA abrogato
    Direi che è piu importante parlare di quel che succede in casa nostra, non vi pare?http://www.unita.it/italia/internet-la-camera-boccai-br-la-legge-sul-bavaglio-al-web-1.377703http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=179619&sez=HOME_INITALIAhttp://www.corriere.it/politica/12_febbraio_01/bavaglio-web-bocciato_18cab49c-4d05-11e1-8838-1be80b480ae6.shtml?fr=box_primopianoSuvvia...
    • Sgabbio scrive:
      Re: FAVA abrogato
      - Scritto da: cognome
      Direi che è piu importante parlare di quel che
      succede in casa nostra, non vi
      pare?
      http://www.unita.it/italia/internet-la-camera-bocc
      http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=179619&
      http://www.corriere.it/politica/12_febbraio_01/bav

      Suvvia...Non hanno nemmeno parlato delle censure regionali che google sta per mettere su blogspot.
      • cognome scrive:
        Re: FAVA abrogato
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: cognome

        Direi che è piu importante parlare di quel che

        succede in casa nostra, non vi

        pare?


        http://www.unita.it/italia/internet-la-camera-bocc


        http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=179619&


        http://www.corriere.it/politica/12_febbraio_01/bav



        Suvvia...

        Non hanno nemmeno parlato delle censure regionali
        che google sta per mettere su
        blogspot.Infatti.E' piu comodo occuparsi degli affari degli altri piuttosto di quel che accade a casa nostra.E' il solito giornalismo da strapazzo.Resta il problema dell'ACTA di cui nessuno vuole parlare apertamente.Questo silenzio è abbastanza preoccupante.Ma non da parte di PI che sembra sempre piu un giornaletto provincìale ogni giorno che passa, ma dalle grandi testate giornalistiche che veicolano le informazioni piu importanti.Sopratutto in modo piu o meno serioQui,sembra di leggere il bignami dell'informazione...Un riassuntino di quel che dicono le agenzie di stampa (o copie di di altre testate) con un contorno di commenti partisan e patos.Questo non è giornalismo, è una ciofeca.
      • cognome scrive:
        Re: FAVA abrogato
        Intendiamoci, non che il caso TPB sia da sottovalutare.Ma TPB non è in Italia, nella nostra italietta.Dobbiamo concentrarci sopratutto su quel che avviene qui, non dobbiamo permettere al giornalettismo alla "topolino" di distogliere l'attenzione su quel che accade in casa nostra.Di Torrent tracker ce ne sono a bizzeffe.Purtroppo, prima del discorso morale, viene quello della convenienza.Viviamo in Italia ed è giusto e prioritario che ci occupiamo dei problemi nostri, prima di tutto.Siamo stufi di ascoltare notizie che distolgono l'attenzione dai problemi del paese.Si deve parlare un po di tutto, ok, ma la mancanza di informazione riguardo il decreto FAVA mi fa pensare parecchio.Mi fa pensare sopratutto alla imbecillaggine e cretinitàà di alcuni giornalisti che scrivono senza preoccuparsi di dare spazio a notizie piu importanti.Di TPB alla fin fine a noi non ce ne importa una XXXXXXXzza.Ci interesa se domani non abbiamo piu liberta di parola.Lo capisci Maruccia?
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: FAVA abrogato
          - Scritto da: cognome
          Lo capisci Maruccia?E tu, lo capisci che in genere non siamo noi collaboratori a decidere di quali notizie occuparci? :-PAka: la prossima volta fai prima se ti rivolgi alla redazione, non a me. Non è che io non legga questo genere di commenti (li leggo tutti, quando posso, e mi spasso), è che non mi compete. E comunque della mini-fava di Fava si parla oggi, mi pare, ergo....
    • ruppolo scrive:
      Re: FAVA abrogato
      - Scritto da: cognome
      Direi che è piu importante parlare di quel che
      succede in casa nostra, non vi
      pare?
      http://www.unita.it/italia/internet-la-camera-bocc
      http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=179619&
      http://www.corriere.it/politica/12_febbraio_01/bav

      Suvvia...Correggiamo: SUV via :D
  • Nicola scrive:
    Dichiarazione
    Qui viene riportata la dichiarazione di Peter Sunde:http://www.tomshw.it/cont/news/pirate-bay-confermate-le-condanne-e-la-multa-da-5-1-milioni/35689/1.htmlche finisce così: Non ho visto l'industria dell'intrattenimento aiutare qualcuno se non se stessa.
    • tucumcari scrive:
      Re: Dichiarazione
      - Scritto da: Nicola
      Qui viene riportata la dichiarazione di Peter
      Sunde:

      http://www.tomshw.it/cont/news/pirate-bay-conferma

      che finisce così: Non ho visto l'industria
      dell'intrattenimento aiutare qualcuno se non se
      stessa.Eggià ce ne eravamo accorti!In compenso la abbiamo vista spesso in azioni molto poco nobili di corruzione, lobby violazioni della legalità (vedi root-kit sony) e via elencando!
    • ruppolo scrive:
      Re: Dichiarazione
      - Scritto da: Nicola
      Qui viene riportata la dichiarazione di Peter
      Sunde:

      http://www.tomshw.it/cont/news/pirate-bay-conferma

      che finisce così: Non ho visto l'industria
      dell'intrattenimento aiutare qualcuno se non se
      stessa.Ha scoperto che le industrie non sono enti di beneficenza?Beh, gli riveliamo che nemmeno gli operai che ci lavorano sono benefattori: lavorano ognuno per il proprio interesse.
  • ruppolo scrive:
    Giusta punizione.
    Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha scritto che dev'essere completamente gratis.
    • marietto scrive:
      Re: Giusta punizione.
      - Scritto da: ruppolo
      Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha
      scritto che dev'essere completamente
      gratis.La cultura non e' una merce.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Giusta punizione.
        Ruppolo è tornato a trollare: EVVIVA!
        • neo scrive:
          Re: Giusta punizione.
          si la media dei commenti di P.I. si era elevata troppo
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Giusta punizione.
            - Scritto da: neo
            si la media dei commenti di P.I. si era elevata
            troppoSenza di lui PI non era più lo stesso!
          • neo scrive:
            Re: Giusta punizione.
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: neo

            si la media dei commenti di P.I. si era
            elevata

            troppo

            Senza di lui PI non era più lo stesso!anche se a dir la verità anche agli inizi di gennaio postava ma stranamente in discussioni non più molto seguite
      • ruppolo scrive:
        Re: Giusta punizione.
        - Scritto da: marietto
        - Scritto da: ruppolo

        Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha

        scritto che dev'essere completamente

        gratis.

        La cultura non e' una merce.E nemmeno chi la dispensa.
    • tucumcari scrive:
      Re: Giusta punizione.
      - Scritto da: ruppolo
      Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha
      scritto che dev'essere completamente
      gratis.Il problema non è il gratis!anche la scuola pubblica non è gratis!Si paga (eccome!) il problema è chi intasca i soldi e a beneficio di chi!In realtà tutti paghiamo!Siamo sempre e solo noi che paghiamo!Nessuno però ha detto che chi va pagato sia un oligopolio privato Siccome sei il solito troll da 2 palanche non sei arrivato ancora a capire che mentre è sicurissimo chi paga (sempre noi) occorre chiarezza su chi si spartisce il grisbì e perchè!Ovvero non pagare per essere oltre che pagatori anche trombati!Pagiamo noi (questo è certo dato che il "gratis c'è solo nella tua testa bacata) ma chi incassa e perchè? e chi gode i benefici? e perchè?Basta trollare a vanvera! e per giunta non gratis ma a spese delle nostre povere 00!
      • cognome scrive:
        Re: Giusta punizione.
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: ruppolo

        Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha

        scritto che dev'essere completamente

        gratis.
        Il problema non è il gratis!
        anche la scuola pubblica non è gratis!Non esagerare, a parte i libri, la quota di iscrizione annuale è irrisoria.Mi sa che qui la media degli utenti si aggira sui 14 anni, visti i commenti fuori luogo e senza cognizione di causa.
        • Izio01 scrive:
          Re: Giusta punizione.
          - Scritto da: cognome
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: ruppolo


          Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno
          ha


          scritto che dev'essere completamente


          gratis.

          Il problema non è il gratis!

          anche la scuola pubblica non è gratis!

          Non esagerare, a parte i libri, la quota di
          iscrizione annuale è
          irrisoria.
          Mi sa che qui la media degli utenti si aggira sui
          14 anni, visti i commenti fuori luogo e senza
          cognizione di
          causa.Bè, ma la quota di iscrizione mica copre i costi del sistema scolastico, se non in minima parte. Il grosso dei fondi arriva dalla tassazione; alla fine siamo pur sempre noi che paghiamo, seppure attraverso altri canali :-)
          • tucumcari scrive:
            Re: Giusta punizione.
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: cognome

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: ruppolo



            Tutti hanno diritto alla cultura,
            ma
            nessuno

            ha



            scritto che dev'essere
            completamente



            gratis.


            Il problema non è il gratis!


            anche la scuola pubblica non è gratis!



            Non esagerare, a parte i libri, la quota di

            iscrizione annuale è

            irrisoria.

            Mi sa che qui la media degli utenti si
            aggira
            sui

            14 anni, visti i commenti fuori luogo e senza

            cognizione di

            causa.

            Bè, ma la quota di iscrizione mica copre i costi
            del sistema scolastico, se non in minima parte.
            Il grosso dei fondi arriva dalla tassazione; alla
            fine siamo pur sempre noi che paghiamo, seppure
            attraverso altri canali
            :-)Già ... evidentemente non ci arrivano tutti ... eppure a me sembrava così semplice!
          • ruppolo scrive:
            Re: Giusta punizione.
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: cognome

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: ruppolo



            Tutti hanno diritto alla cultura,
            ma
            nessuno

            ha



            scritto che dev'essere
            completamente



            gratis.


            Il problema non è il gratis!


            anche la scuola pubblica non è gratis!



            Non esagerare, a parte i libri, la quota di

            iscrizione annuale è

            irrisoria.

            Mi sa che qui la media degli utenti si
            aggira
            sui

            14 anni, visti i commenti fuori luogo e senza

            cognizione di

            causa.

            Bè, ma la quota di iscrizione mica copre i costi
            del sistema scolastico, se non in minima parte.
            Il grosso dei fondi arriva dalla tassazione; alla
            fine siamo pur sempre noi che paghiamo, seppure
            attraverso altri canali
            :-)Si, siamo noi adulti che paghiamo l'istruzione di voi bambini/ragazzi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Giusta punizione.
            - Scritto da: ruppolo

            Si, siamo noi adulti che paghiamo l'istruzione di
            voi
            bambini/ragazzi.Soldi che nel tuo caso sono stati buttati nello sciacquone, visti i risultati.
        • The Dude scrive:
          Re: Giusta punizione.
          - Scritto da: cognome
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: ruppolo


          Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno
          ha


          scritto che dev'essere completamente


          gratis.

          Il problema non è il gratis!

          anche la scuola pubblica non è gratis!

          Non esagerare, a parte i libri, la quota di
          iscrizione annuale è
          irrisoria.Hahahaha!!!! Come te la girano bene a te!!!! TUTTO il sistema scolastico si autofinanzia con le quote di iscrizione, HAHAHAHAHAHA!!!!!
          Mi sa che qui la media degli utenti si aggira sui
          14 anni, visti i commenti fuori luogo e senza
          cognizione di
          causa.No, tu che ne hai 15 tiri su la media!!!!HAHAHAHAHAHAHA, mi sa che riderò fino a stasera!!!!!!
      • ruppolo scrive:
        Re: Giusta punizione.
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: ruppolo

        Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha

        scritto che dev'essere completamente

        gratis.
        Il problema non è il gratis!
        anche la scuola pubblica non è gratis!
        Si paga (eccome!) il problema è chi intasca i
        soldi e a beneficio di
        chi!Bene, allora dimmi chi intasca i soldi dei libri cartacei, chi intaschi i soldi dell'altro materiale didattico (penne, quaderni, diari, lavagne, gesso e quant'altro).
        In realtà tutti paghiamo!
        Siamo sempre e solo noi che paghiamo!
        Nessuno però ha detto che chi va pagato sia un
        oligopolio privatoVa pagato chi fornisce il bene/servizio, non importa chi esso sia.
        Siccome sei il solito troll da 2 palanche non sei
        arrivato ancora a capire che mentre è
        sicurissimo chi paga (sempre noi)"noi" chi?
        occorre
        chiarezza su chi si spartisce il grisbì e
        perchè!Potrei anche dire "sono fatti tuoi?"
        Ovvero non pagare per essere oltre che pagatori
        anche
        trombati!Uno finisce "trombato" se non riceve quello per cui ha pagato. È questo il caso?
        Pagiamo noi (questo è certo dato che il "gratis
        c'è solo nella tua testa bacata)Nella mia? Nella tua, forse. Nella mia c'è il concetto "Nemmeno il cane muove la coda gratis".
        ma chi incassa e
        perchè?Sono affari tuoi?
        e chi gode i benefici? e
        perchè?Sono affari tuoi?
        Basta trollare a vanvera! e per giunta non gratis
        ma a spese delle nostre povere
        00!La questione è semplice: questo è il servizio (istruzione, ad esempio) e questo è il costo.L'istruzione di base è come i brevetti FRAND: deve essere disponibile a tutti ad un costo modesto.Se vuoi più cacci il grano.
        • panda rossa scrive:
          Re: Giusta punizione.
          - Scritto da: ruppolo

          Bene, allora dimmi chi intasca i soldi dei libri
          cartacei,La mafia degli editori.
          chi intaschi i soldi dell'altro
          materiale didattico (penne, quaderni, diari,
          lavagne, gesso e
          quant'altro).Il dirigente scolastico corrotto che si fa dare dal ministero 100 euro per la fornitura di 1 gessetto e 1 cancellino, e si intasca la differenza.

          In realtà tutti paghiamo!

          Siamo sempre e solo noi che paghiamo!

          Nessuno però ha detto che chi va pagato sia
          un

          oligopolio privato

          Va pagato chi fornisce il bene/servizio, non
          importa chi esso sia.Se il servizio viene richiesto/commissionato.

          Siccome sei il solito troll da 2 palanche
          non
          sei

          arrivato ancora a capire che mentre è

          sicurissimo chi paga (sempre noi)

          "noi" chi?Tu, in quanto evasore fiscale confesso, non fai parte di quel "noi".
          Nella mia? Nella tua, forse. Nella mia c'è il
          concetto "Nemmeno il cane muove la coda
          gratis".Non dubito, conoscendoti, che il tuo cane si comporti cosi'.
    • cognome scrive:
      Re: Giusta punizione.
      - Scritto da: ruppolo
      Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha
      scritto che dev'essere completamente
      gratis.Ecco un esempio di XXXXXXXXX allo stato brado.La cultura è patrimonio dell'umanità.L'insegnamento non lo si nega mai a nessuno.Forse hai fatto troppe ripetizioni private (hai fatto le differenziali?) (rotfl)Te li tiri proprio dietro certi commenti, vengono spontanei...Come le mosche sulla XXXXX :D
      • tucumcari scrive:
        Re: Giusta punizione.
        - Scritto da: cognome
        - Scritto da: ruppolo

        Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha

        scritto che dev'essere completamente

        gratis.

        Ecco un esempio di XXXXXXXXX allo stato brado.
        La cultura è patrimonio dell'umanità.
        L'insegnamento non lo si nega mai a nessuno.
        Forse hai fatto troppe ripetizioni private (hai
        fatto le differenziali?)
        (rotfl)

        Te li tiri proprio dietro certi commenti, vengono
        spontanei...
        Come le mosche sulla XXXXX :Dbeh per essere brado è brado!Più brado di così.....Ma è indicativo di come certa gente pensi che creatività e cultura spuntino come funghi o per intervento divino nella mente del "genio di turno" e non derivino (come invece è) dalle precedenti e PUBBLICHE e quindi APPRESE e consolidate esperienze.
    • panda rossa scrive:
      Re: Giusta punizione.
      - Scritto da: ruppolo
      Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha
      scritto che dev'essere completamente
      gratis.Come no? L'ho scritto io!
      • ruppolo scrive:
        Re: Giusta punizione.
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ruppolo

        Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno
        ha

        scritto che dev'essere completamente

        gratis.

        Come no? L'ho scritto io!Quello che scrive un parassita non conta.
        • panda rossa scrive:
          Re: Giusta punizione.
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: ruppolo


          Tutti hanno diritto alla cultura, ma
          nessuno

          ha


          scritto che dev'essere completamente


          gratis.



          Come no? L'ho scritto io!

          Quello che scrive un parassita non conta.Dalle tue parti in Friuli, quanto costa entrare in una biblioteca e prendere libri in prestito?Dove sto io e' completamente gratis.
    • CiVuolePazi enza scrive:
      Re: Giusta punizione.
      - Scritto da: ruppolo
      Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno ha
      scritto che dev'essere completamente
      gratis.Ma ti pagano per trollare su PI?
      • CiVuolePazi enza scrive:
        Re: Giusta punizione.
        - Scritto da: CiVuolePazi enza
        - Scritto da: ruppolo

        Tutti hanno diritto alla cultura, ma nessuno
        ha

        scritto che dev'essere completamente

        gratis.

        Ma ti pagano per trollare su PI?E chi?Secondo me tu danneggi la causa contro la pirateria con questi post :)
        • ruppolo scrive:
          Re: Giusta punizione.
          - Scritto da: CiVuolePazi enza
          - Scritto da: CiVuolePazi enza

          - Scritto da: ruppolo


          Tutti hanno diritto alla cultura, ma
          nessuno

          ha


          scritto che dev'essere completamente


          gratis.



          Ma ti pagano per trollare su PI?

          E chi?
          Secondo me tu danneggi la causa contro la
          pirateria con questi post
          :)A me delle cause non importa un fico secco.
    • hermanhesse quello Tost0 scrive:
      Re: Giusta punizione.
      Basterebbe fare come te per far fallire le multinazionali che tanto arrivano a fare.
      • ruppolo scrive:
        Re: Giusta punizione.
        - Scritto da: hermanhesse quello Tost0
        Basterebbe fare come te per far fallire le
        multinazionali che tanto arrivano a
        fare.Su questo ci puoi scommettere. E senza infrangere nessuna legge.
  • marietto scrive:
    Avevate dei dubbi ?
    Qualcuno aveva dei dubbi? Le multinazionali sono troppo potenti!
  • Sgabbio scrive:
    Ha vinto la corruzione
    CVD :(
    • bubba scrive:
      Re: Ha vinto la corruzione
      - Scritto da: Sgabbio
      CVD :(gia'. Le parole di brokep sono TERRIBILI :(Sweden is not used to corruption. Or rather; Sweden is not used to actually seeing the corruption that is there. The society is built upon the view that everyone has high morals and ethics in the swedish legal systems. The globalization of the world has changed that.The entertainment lobby has bullied Sweden around. And not only Sweden. We see this in legislations such as SOPA, PIPA, ACTA, IPRED, IPRED2, TPP, TRIPS, just to name a few. All of these legislations have the same goal make sure that the control of the internets goes to the rich people that already have some sort of control outside of the internets.
Chiudi i commenti