PI Hardware/ OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

PcTuner - Due case segnano il clou dell'offerta di computing OrigenAE per le serie S e X. Ecco perché vale la pena di osservare queste macchine da vicino. Da molto vicino. Da vicinissimo

Roma – OrigenAE è un’azienda nata nel vicino 2000 sotto il nome di Uneed International. Cambiato il nome nel 2005, sviluppa rapidamente soluzioni hardware che uniscono ricerca della qualità e design ai massimi livelli: l’S21T e l’X15e rappresentano l’offerta di punta del marchio per quanto riguarda le linee di produzione S e X series, due oggetti dall’indiscutibile qualità costruttiva che riprendono il look dei componenti audio Hi-Fi e sono realizzati esclusivamente in alluminio.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Si mira quindi ad un pubblico esclusivo, d’élite, con un obiettivo ben preciso: rendere i computer degli oggetti adatti a figurare in un salotto, in uno studio o in una sala per l’intrattenimento senza alcun tipo di compromesso su prezzo o qualità finale.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Entrambi i case, infatti, sono caratterizzati principalmente dall’integrazione di un display LCD a colori con funzione touch screen, distinti per la diagonale dello schermo: 12″ per l’S21T, di fatto la punta di diamante di OrigenAE, e 7″ per l’X15e. L’estetica è estremamente piacevole, seppur essenziale nelle linee e nelle decorazioni, mentre la qualità costruttiva giunge ai massimi livelli grazie all’uso dell’alluminio che conferisce ai case un aspetto davvero elegante.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Vediamo meglio come sono e cosa offrono questi case dai prezzi non proprio popolari: quasi mille euro per l’S21T, poco meno della metà per l’X15e. L’S21T è accompagnato da una dotazione di accessori davvero completa: del resto, per quasi due milioni del vecchio conio, non ci si poteva aspettare di meno. Oltre ai telecomandi (uno per il display, l’altro per pilotare il sistema operativo) sono forniti vari adattatori e cavi che solitamente esulano dalla dotazione standard di un case. OrigenAE fornisce addirittura due prolunghe per i ricevitori IR dei telecomandi, mentre tutte le viti sono smorzate da gommini antivibrazione.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il look dell’S21T è essenziale – poche linee, ma eleganti – con un design ovviamente influenzato dall’integrazione del display da 12″.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Quest’ultimo è motorizzato: è possibile inclinare lo schermo per veder comparire le uscite USB e Firewire frontali, oltre allo slot per il lettore cd e al card reader 54 in 1. I comandi del display ed il pennino, invece, sono posizionati sul bordo del piccolo schermo.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Le specifiche non sono niente male: si parla di una risoluzione nativa di 1280×800, al pari di un notebook dotato della medesima diagonale, ed è possibile impostare valori fino a 1920×1200 grazie al motore di rescaling interno. Purtroppo, però, non sarà possibile visionare contenuti protetti dal protocollo HDCP essendo assente l’entrata digitale, DVI o HDMI che sia, a favore del più comune ed economico collegamento analogico. L’interno del case è ben strutturato e molto ordinato. Accedervi è tutto sommato facile: basta svitare due viti sul retro per rimuovere il coperchio superiore.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

È inoltre possibile asportare la base della scheda madre per installare tutti i componenti dall’esterno.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Per quanto riguarda l’espandibilità, pur mancando bay da 3,5″ esterni, è stata posta molta cura nella realizzazione dei frame per gli HDD che smorzano completamente le vibrazioni provenienti dai dischi con un ingegnoso sistema ad incastro, isolando del tutto le unità dal case.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il retro mette di fronte ad un’altra realtà: l’S21T non pone compromessi nella scelta dell’hardware, essendo di fatto compatibile con tutte le schede madri e gli alimentatori in formato ATX.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Infine, il display touch screen offre anche la funzionalità di riconoscimento della scrittura – a dir la verità davvero precisa – e diventa un’interfaccia utile qualora si utilizzi l’HTPC come player multimediale in salotto, collegato eventualmente ad un grande cinema display da accendere all’occorrenza.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

L’unica pecca , se così si può chiamare, riguarda il meccanismo di chiusura che lascia sporgere di 1-2mm il bordo inferiore del display dal livello del case, ma nulla di grave. Anche l’X15e non sfigura insieme a tutti i suoi accessori: pur mantenendosi su livelli meno esclusivi rispetto all’S21T, mette a disposizione tutto il necessario e anche più. Mancano, sfortunatamente, le viti antivibrazione presenti in bundle con il case precedente.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il case risulta ovviamente più compatto rispetto al suo fratello maggiore: il display da 7″ permette di ridurre l’altezza complessiva, donando all’X15e un look simile a quello dei primi videoregistratori VHS anni ’90, un must per gli amanti del vintage. Anche in questo caso il display offre la funzionalità touch screen (nessun pennino in dotazione, però) e una risoluzione nativa di 800×480 pixel con la possibilità di andare oltre in caso di necessità particolari.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

A differenza del modello superiore, l’X15e non prevede l’adozione di un card reader integrato, mettendo a disposizione un semplice bay da 3,5″ esterno da adattare alle richieste dell’utente. La finitura dei particolari, in ogni caso, è ai massimi livelli: un esempio su tutti, la lastra d’alluminio che compone il frontale è spessa ben 8mm!

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

L’interno è tutto sommato ben organizzato: gli spazi a disposizione sono simili a quelli dell’S21T fuorché per l’altezza ridotta, ma comunque conforme allo standard ATX. Un peccato la predisposizione a semplici ventole da 80mm: fan di dimensioni maggiori avrebbero contribuito a migliorare il ricircolo interno. In ogni caso, i modelli installati sono assolutamente inudibili. Su un case di questa caratura, ovviamente, non poteva in alcun modo mancare un sistema antivibrazione: tutti i fori a contatto con unità meccaniche, infatti, sono dotati di o-ring in gomma che contribuiscono a mantenere il rumore complessivo entro le soglie del comfort acustico.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il retro riprende quello di un case desktop senza particolari aggiunte, fuorché per il connettore SVGA sull’ultima staffa a destra, necessario a collegare il monitor integrato alla VGA tramite il cavo fornito in dotazione.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Per quanto riguarda il display, invece, la qualità dell’immagine raggiunge buoni livelli, con una nitidezza probabilmente superiore a quella del 12″ montato sull’S21T. Data la risoluzione nativa relativamente bassa, la possibilità di impostare risoluzioni superiori, seppur ridimensionate, si rivela utile in qualche caso.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Ovviamente non si tratta di schermi destinati alla riproduzione di filmati, ma sono degni sostituti dell’interfaccia di gestione e permettono di avere il controllo completo sull’unità senza bisogno di accendere il monitor (o il proiettore!) principale: utili nel caso si utilizzi il computer come riproduttore multimediale all-in-one, collegandolo anche all’impianto d’amplificazione Hi-Fi. OrigenAE ha realizzato due prodotti al vertice della categoria: l’S21T e l’X15e rientrano in quella fascia esclusiva, ristretta ad un numero d’utenza ben ridotto. Questo discorso vale in misura maggiore per il grande S21T, il top nell’offerta dell’azienda, che con un prezzo attorno ai 1000 euro guadagna probabilmente il titolo di case più costoso sul mercato!

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il tutto è ovviamente giustificato dall’incredibile cura che contraddistingue la realizzazione di questi case, perfetti in ogni minimo dettaglio ed assolutamente adatti al target d’utilizzo finale per cui sono stati sviluppati: in una sala dedicata all’home entertainment, infatti, difficilmente potrebbero sfigurare con accanto un bell’amplificatore valvolare e un proiettore sul soffitto.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Case destinati agli amatori dell’Hi-Fi e a quanti hanno una sala dedicata all’intrattenimento, quindi, con poche altre possibilità – visto il costo. Del resto, la qualità si paga, sia nei materiali che nell’assemblaggio, per ottenere un oggetto finale che – per alcuni – è probabilmente più di un case: è un oggetto di design, da ammirare, che appartiene ad un mondo, quello degli HTPC, in continua evoluzione… certo, però, alle volte con alcune esagerazioni.

Come non assegnare all’S21T la palma di miglior case per HTPC provato fino a questo momento nei nostri laboratori?

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Si ringrazia Drako.it per aver fornito i sample in test.

PcTuner.net

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • PIPPOZZO scrive:
    io ho predisposto
    una piattaforma hardware-software ke, convertendo l'energia tratta dalle fluttuazioni quantistike del vuoto (banalmente usa uno spekkio quantistiko semiriflettente ke estrea le sole fasi positive delle fluttuazioni medesime) genera (a livello hardware) un clone del Ministro delle pari Opportunità e (a livello software)... lo saprete solo dopo averlo acquistato, x info rivolgersi a www.gnocca3D.com :-)
  • Nerd scrive:
    fikatona
    Lo voglio!
  • Ricky scrive:
    Ecco...
    Il solo fatto che un essere umano abbia pensato un simile accrocchio mi lascia molto perplesso...Siamo a questi punti?E' questo che dobbiamo aspettarci dal futuro?Surrogati per sopravvivere nella totale solitudine affettiva?Macchine da studio/lavoro prive della piu' elementare fonte di benessere?Aiuto...!
    • N.C. scrive:
      Re: Ecco...
      Se invece di progettare questa cosa usciva e si trovava una ragazza ?
      • Calibano scrive:
        Re: Ecco...
        Una che magari di notte peta, russa, stronfia, scracchia e tra l'altro le puzzano le ascelle e si lava una volta a settimana? (perche' un nerd di codeste dimensioni troverebbe solo una super bisunta).Mi sa che invece ci ha azzeccato alla grande.Come gia' detto... ha di che abbinare solo un buco al materasso e il giuoco e' fatto.
    • pluto scrive:
      Re: Ecco...
      esatto!in fondo perchè dovresti cercare una compagna vera che si lamenta quando puoi averne una proiettata e programmata come vuoi tu :Pperchè cercare delle arance vere quando puoi sciogliere una gocciolina di aroma nell'acqua e hai il sapore dell'arancia?! senza contare poi che grazie agli aromi puoi avere gusti nuovi come l'aroma al gusto di new york o di las vegas a seconda di come gli gira all'industriale dell'aroma...tanto i nostri figli se gli dai una fragola vera e se gli dai un goccio d'acqua all'aroma di fragole e gli chiedi dove sono state le fragole ti dicono nell'acqua aromatizzata, e non in quella dove sono state le fragole: per loro le fragole sono le boccettine di aroma e non quelle cose rosse a forma di cuore.e cosi sarà per i nuovi del futuro, le girlfriends saranno le immagini proiettate dal soffitto, magari anche una a destra e una a sinistra del letto che se ne stanno li felicemente :Pma quando mai 2 ragazze ti staranno accanto in un letto se non le paghi?!!!
      • koshien scrive:
        Re: Ecco...
        Report, eh?Comunque io penso che sia un' idea carina, niente di più...d' altronde le bambole gonfiabili ci sono da tempo e non mi sembra che non esistano più rapporti con persone vere. Di cose finte, come dici tu, ormai siamo bombardati... sta a noi fare delle scelte. E comunque per me questa rimane un' idea carina, niente di eclatante e niente contro cui inveire. (troll1)
  • Gauss scrive:
    Nerd
    Come da titolo
  • attonito scrive:
    tempo sprecato, cercasse una vera lei
    Col tempo impiegato a provettare il tecnocoso, avrebbe potuto cercare una femmin 3D vera.MA vuoi mettere, la soddisfazione della realizzazione del progetto? e' una stupidaggine tale che avra successo commerciale, vedrete.
    • eymerich scrive:
      Re: tempo sprecato, cercasse una vera lei

      MA vuoi mettere, la soddisfazione della
      realizzazione del progetto? e' una stupidaggine
      tale che avra successo commerciale,
      vedrete.Se avrà il successo commerciale che merita, con conseguente cascata di dindi sonanti il tipo non avrà più il problema di avere una donna a letto ... quindi, comqunque vada avrà risolto il suo problema.... UN GENIO!!!
      • Calibano scrive:
        Re: tempo sprecato, cercasse una vera lei
        E se poi si scoprisse buco?
        • eymerich scrive:
          Re: tempo sprecato, cercasse una vera lei
          - Scritto da: Calibano
          E se poi si scoprisse buco?Inventa il compagnO di letto visrtuale, etero, gay, M e F ... et voilà il mercato si è moltiplicato X 4, con un occhio all'estero potrebbe anche fare le versioni black e yellow.
    • LineaRosa scrive:
      Re: tempo sprecato, cercasse una vera lei
      Il tizio non ha tempo per stare appresso a una donna che:1) costano2) richiedono tempo e attenzioni3) distraggono parecchioCon il suo prgetto:1) ha usato un pò di quel tempo tanto prezioso per realizarlo2) si è fatto publicità e probabilmente se quel coso non vende lui ha una cosa figa da mettere nel curriculum3) non richiede tempo4) non distrae5) non costa ma i soldi glieli porta :De se non si cerca l'amore della vita un prostituta costa di meno di una ragazza :D
  • anonimo codardo scrive:
    Solo a Pecora
    Essendo un proiettore montato sul soffitto non si potrà fare molto altro, peccato :-/
  • Gurzo2007 scrive:
    ma ke boiata!!!
    altri soldi buttati nel cesso..per ricerca e sviluppo mah
    • miao scrive:
      Re: ma ke boiata!!!
      Eh? Questa boiata se l'e' fatta da solo (e mi sembra tra l'altro non ci abbia nemmeno speso una fortuna...)
      • Gurzo2007 scrive:
        Re: ma ke boiata!!!
        mi riferivo a ki si fregherà l'idea e la metterà sul mercato...già ci hanno propinato cuscini a forma di braccio per le donne sole ecc...questo sarebbe il non plus ultra del feticcio...
        • Calibano scrive:
          Re: ma ke boiata!!!
          Sbagli! Il non plus ultra del feticcio sarebbe se venisse abbinato al proiettore un materasso con buco annesso (con tanto di meccanismo che simula ... ehm... capito no?) :D
  • ugo ugo scrive:
    Ah, una donna che non mi schiaffeggia
    Di notte mia moglie:- muove le mani e per evitare il rischio di schiaffi mi devo coprire la faccia con le mie mani- parla- dignigna i denti- respira facendo un po' di rumore (non russa, per ora)- tira le coperte (soprattutto d'inverno, quando servono di più)- non continuo per pietà verso il sesso debole...In compenso quando c'è da svegliarsi perché il bimbo piange perché deve essere allattato, lei non lo sente mai per prima e così io mi sveglio solo per poi svegliare lei e dirle che il bimbo piange.In pratica sono un repeater.Che pazienza che ci vuole...
    • marietto2008 scrive:
      Re: Ah, una donna che non mi schiaffeggia
      ma chi si crede di essere tua moglie ? io non la sopporterei.
      • PIPPOZZO scrive:
        Re: Ah, una donna che non mi schiaffeggia
        un repeater ahahahahha ki nn ha figli nn può kapire eheheheheh gradioso! :-)
    • Funz scrive:
      Re: Ah, una donna che non mi schiaffeggia
      - Scritto da: ugo ugo
      Di notte mia moglie:Per par condicio dico che mia moglie deve sopportare lo stesso e anche di peggio, infatti io nel sonno:urlomi alzotiro calci e ginocchiateallungo le mani (ehm...)russoeccetera...
      • Joliet Jake scrive:
        Re: Ah, una donna che non mi schiaffeggia
        Single 2.0Installalo subito!E risolvi i tuoi problemi! :p
        • Calibano scrive:
          Re: Ah, una donna che non mi schiaffeggia
          - Scritto da: Joliet Jake
          Single 2.0
          Installalo subito!
          E risolvi i tuoi problemi!
          :pEh... ma ci vuole una bella patch Amante 3.0 per scrostare via il virus Figlio 1.0
    • 0verture scrive:
      Re: Ah, una donna che non mi schiaffeggia
      Niente gomitata sul naso come nello spot della vigorsol ?
      • Funz scrive:
        Re: Ah, una donna che non mi schiaffeggia
        - Scritto da: 0verture
        Niente gomitata sul naso come nello spot della
        vigorsol
        ?Non ho presente, ma qualche cazzotto me lo becco io :D
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: Ah, una donna che non mi schiaffeggia
      Almeno tu la svegli e lei va dal piccolo.A me toccava alzarmi e portare la piccola a lei che dormiva beatamente...
  • Darshan scrive:
    Tristezza
    come da oggetto
    • Ciccio Pasticcio scrive:
      Re: Tristezza
      - Scritto da: Darshan
      come da oggettoLa cosa ancora più triste è che qualcuno ci abbia scritto un articolo.
      • ugo ugo scrive:
        Re: Tristezza

        La cosa ancora più triste è che qualcuno ci abbia
        scritto un
        articolo.Pensa che qualcuno commenta e qualcuno addirittura commenta i commenti!!!Che mondo.
      • ciaspolo scrive:
        Re: Tristezza
        - Scritto da: Ciccio Pasticcio
        - Scritto da: Darshan

        come da oggetto


        La cosa ancora più triste è che qualcuno ci abbia
        scritto un
        articolo.E invece a fatto bene a scrivere un articolo, così capiamo per bene quanto siamo ridotti male, noi maschi, se ci dobbiamo accontentare di una donna proiettata!!! che schifo...:'(
    • Andrea scrive:
      Re: Tristezza
      la tristezza vien vissuta come un valore negativo, mentre invece va vissuta come un valore positivonon commettete l'errore di denigrare la tristezza, ad esempio gino paoli ci ha costruito su un impero!!!(cit!)
    • Athlon64 scrive:
      Re: Tristezza
      - Scritto da: Darshan
      come da oggettoInvece a me sembra un'idea carina, ovviamente è un concept, da intendere alla stregua dell'arte contemporanea.
    • biffuz scrive:
      Re: Tristezza
      Piuttosto mi porto a letto il cane o il gatto...
Chiudi i commenti