PI Hardware/ OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

PcTuner - Due case segnano il clou dell'offerta di computing OrigenAE per le serie S e X. Ecco perché vale la pena di osservare queste macchine da vicino. Da molto vicino. Da vicinissimo
PcTuner - Due case segnano il clou dell'offerta di computing OrigenAE per le serie S e X. Ecco perché vale la pena di osservare queste macchine da vicino. Da molto vicino. Da vicinissimo

OrigenAE è un’azienda nata nel vicino 2000 sotto il nome di Uneed International. Cambiato il nome nel 2005, sviluppa rapidamente soluzioni hardware che uniscono ricerca della qualità e design ai massimi livelli: l’S21T e l’X15e rappresentano l’offerta di punta del marchio per quanto riguarda le linee di produzione S e X series, due oggetti dall’indiscutibile qualità costruttiva che riprendono il look dei componenti audio Hi-Fi e sono realizzati esclusivamente in alluminio.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Si mira quindi ad un pubblico esclusivo, d’élite, con un obiettivo ben preciso: rendere i computer degli oggetti adatti a figurare in un salotto, in uno studio o in una sala per l’intrattenimento senza alcun tipo di compromesso su prezzo o qualità finale.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Entrambi i case, infatti, sono caratterizzati principalmente dall’integrazione di un display LCD a colori con funzione touch screen, distinti per la diagonale dello schermo: 12″ per l’S21T, di fatto la punta di diamante di OrigenAE, e 7″ per l’X15e. L’estetica è estremamente piacevole, seppur essenziale nelle linee e nelle decorazioni, mentre la qualità costruttiva giunge ai massimi livelli grazie all’uso dell’alluminio che conferisce ai case un aspetto davvero elegante.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Vediamo meglio come sono e cosa offrono questi case dai prezzi non proprio popolari: quasi mille euro per l’S21T, poco meno della metà per l’X15e. L’S21T è accompagnato da una dotazione di accessori davvero completa: del resto, per quasi due milioni del vecchio conio, non ci si poteva aspettare di meno. Oltre ai telecomandi (uno per il display, l’altro per pilotare il sistema operativo) sono forniti vari adattatori e cavi che solitamente esulano dalla dotazione standard di un case. OrigenAE fornisce addirittura due prolunghe per i ricevitori IR dei telecomandi, mentre tutte le viti sono smorzate da gommini antivibrazione.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il look dell’S21T è essenziale – poche linee, ma eleganti – con un design ovviamente influenzato dall’integrazione del display da 12″.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Quest’ultimo è motorizzato: è possibile inclinare lo schermo per veder comparire le uscite USB e Firewire frontali, oltre allo slot per il lettore cd e al card reader 54 in 1. I comandi del display ed il pennino, invece, sono posizionati sul bordo del piccolo schermo.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Le specifiche non sono niente male: si parla di una risoluzione nativa di 1280×800, al pari di un notebook dotato della medesima diagonale, ed è possibile impostare valori fino a 1920×1200 grazie al motore di rescaling interno. Purtroppo, però, non sarà possibile visionare contenuti protetti dal protocollo HDCP essendo assente l’entrata digitale, DVI o HDMI che sia, a favore del più comune ed economico collegamento analogico. L’interno del case è ben strutturato e molto ordinato. Accedervi è tutto sommato facile: basta svitare due viti sul retro per rimuovere il coperchio superiore.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

È inoltre possibile asportare la base della scheda madre per installare tutti i componenti dall’esterno.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Per quanto riguarda l’espandibilità, pur mancando bay da 3,5″ esterni, è stata posta molta cura nella realizzazione dei frame per gli HDD che smorzano completamente le vibrazioni provenienti dai dischi con un ingegnoso sistema ad incastro, isolando del tutto le unità dal case.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il retro mette di fronte ad un’altra realtà: l’S21T non pone compromessi nella scelta dell’hardware, essendo di fatto compatibile con tutte le schede madri e gli alimentatori in formato ATX.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Infine, il display touch screen offre anche la funzionalità di riconoscimento della scrittura – a dir la verità davvero precisa – e diventa un’interfaccia utile qualora si utilizzi l’HTPC come player multimediale in salotto, collegato eventualmente ad un grande cinema display da accendere all’occorrenza.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

L’unica pecca , se così si può chiamare, riguarda il meccanismo di chiusura che lascia sporgere di 1-2mm il bordo inferiore del display dal livello del case, ma nulla di grave. Anche l’X15e non sfigura insieme a tutti i suoi accessori: pur mantenendosi su livelli meno esclusivi rispetto all’S21T, mette a disposizione tutto il necessario e anche più. Mancano, sfortunatamente, le viti antivibrazione presenti in bundle con il case precedente.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il case risulta ovviamente più compatto rispetto al suo fratello maggiore: il display da 7″ permette di ridurre l’altezza complessiva, donando all’X15e un look simile a quello dei primi videoregistratori VHS anni ’90, un must per gli amanti del vintage. Anche in questo caso il display offre la funzionalità touch screen (nessun pennino in dotazione, però) e una risoluzione nativa di 800×480 pixel con la possibilità di andare oltre in caso di necessità particolari.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

A differenza del modello superiore, l’X15e non prevede l’adozione di un card reader integrato, mettendo a disposizione un semplice bay da 3,5″ esterno da adattare alle richieste dell’utente. La finitura dei particolari, in ogni caso, è ai massimi livelli: un esempio su tutti, la lastra d’alluminio che compone il frontale è spessa ben 8mm!

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

L’interno è tutto sommato ben organizzato: gli spazi a disposizione sono simili a quelli dell’S21T fuorché per l’altezza ridotta, ma comunque conforme allo standard ATX. Un peccato la predisposizione a semplici ventole da 80mm: fan di dimensioni maggiori avrebbero contribuito a migliorare il ricircolo interno. In ogni caso, i modelli installati sono assolutamente inudibili. Su un case di questa caratura, ovviamente, non poteva in alcun modo mancare un sistema antivibrazione: tutti i fori a contatto con unità meccaniche, infatti, sono dotati di o-ring in gomma che contribuiscono a mantenere il rumore complessivo entro le soglie del comfort acustico.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il retro riprende quello di un case desktop senza particolari aggiunte, fuorché per il connettore SVGA sull’ultima staffa a destra, necessario a collegare il monitor integrato alla VGA tramite il cavo fornito in dotazione.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Per quanto riguarda il display, invece, la qualità dell’immagine raggiunge buoni livelli, con una nitidezza probabilmente superiore a quella del 12″ montato sull’S21T. Data la risoluzione nativa relativamente bassa, la possibilità di impostare risoluzioni superiori, seppur ridimensionate, si rivela utile in qualche caso.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite
OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Ovviamente non si tratta di schermi destinati alla riproduzione di filmati, ma sono degni sostituti dell’interfaccia di gestione e permettono di avere il controllo completo sull’unità senza bisogno di accendere il monitor (o il proiettore!) principale: utili nel caso si utilizzi il computer come riproduttore multimediale all-in-one, collegandolo anche all’impianto d’amplificazione Hi-Fi. OrigenAE ha realizzato due prodotti al vertice della categoria: l’S21T e l’X15e rientrano in quella fascia esclusiva, ristretta ad un numero d’utenza ben ridotto. Questo discorso vale in misura maggiore per il grande S21T, il top nell’offerta dell’azienda, che con un prezzo attorno ai 1000 euro guadagna probabilmente il titolo di case più costoso sul mercato!

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Il tutto è ovviamente giustificato dall’incredibile cura che contraddistingue la realizzazione di questi case, perfetti in ogni minimo dettaglio ed assolutamente adatti al target d’utilizzo finale per cui sono stati sviluppati: in una sala dedicata all’home entertainment, infatti, difficilmente potrebbero sfigurare con accanto un bell’amplificatore valvolare e un proiettore sul soffitto.

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Case destinati agli amatori dell’Hi-Fi e a quanti hanno una sala dedicata all’intrattenimento, quindi, con poche altre possibilità – visto il costo. Del resto, la qualità si paga, sia nei materiali che nell’assemblaggio, per ottenere un oggetto finale che – per alcuni – è probabilmente più di un case: è un oggetto di design, da ammirare, che appartiene ad un mondo, quello degli HTPC, in continua evoluzione… certo, però, alle volte con alcune esagerazioni.

Come non assegnare all’S21T la palma di miglior case per HTPC provato fino a questo momento nei nostri laboratori?

OrigenAE S21T e X15e: HTPC d'elite

Si ringrazia Drako.it per aver fornito i sample in test.

PcTuner.net

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 05 2008
Link copiato negli appunti