Pinze robotiche e mani di Lego

Una pinza robotica è in grado di afferrare ogni genere di oggetto e di lanciarlo a piacimento, mentre una mano artificiale cerca di replicare fedelmente il funzionamento dell'arto umano. A mezzo Lego
Una pinza robotica è in grado di afferrare ogni genere di oggetto e di lanciarlo a piacimento, mentre una mano artificiale cerca di replicare fedelmente il funzionamento dell'arto umano. A mezzo Lego

I ricercatori della Cornell University e dell’Università di Chicago hanno creato un “gripper” robotico, una pinza meccanica in grado di afferrare oggetti e lanciarli in maniera precisa verso un obiettivo prefissato.

Piuttosto che cercare in tutti i modi di imitare la complessa struttura delle braccia e degli arti umani, i ricercatori statunitensi hanno preferito seguire un approccio molto più semplice montando (all’estremità del robo-braccio) una “massa di materiale granulare chiuso in una membrana elastica”.

Questo palloncino ripieno di sabbia funziona ad aria, stringendo la morsa sugli oggetti e “sparandoli” quando l’aria viene rispettivamente tolta e reimmessa nel braccio. Il team di ricercatori pianifica ora di usare i fondi del finanziamento fornito da DARPA per raffinare ulteriormente il robo-braccio.

Chi invece ha cercato di imitare il funzionamento delle singole dita di una mano umana è stato Max Shepherd , che in un video su YouTube ha mostrato al mondo la sua “creazione”: un intricato miscuglio di cavi, pezzi di plastica e mattoncini Lego che dovrebbe saper “mimare lo spettro completo dei movimenti di una mano umana”.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 02 2012
Link copiato negli appunti