PlayStation 3 si dà all'astrofisica

Un cluster di console viene utilizzato nell'Università del Massachusetts per scrutare gli spazi interstellari e svolgere complessi calcoli di astrofisica

Roma – Le malelingue sostengono che PlayStation 3 stia incontrando più successo nel campo scientifico che in quello videoludico. Un’osservazione senza dubbio faceta, ma che cela una parte di verità: l’ultima console da gioco di Sony , grazie alla sua architettura di calcolo Cell, si rivela particolarmente adatta alla costruzione di piccoli ed economici supercomputer da impiegare nella ricerca scientifica.

Mimando quanto fatto lo scorso marzo da un ricercatore della North Carolina State University, un team di ricercatori della University of Massachusetts ha assemblato un cluster di otto PS3 attualmente impiegato nel risolvere i misteri relativi alle onde gravitazionali e ai buchi neri.

Uno degli scienziati coinvolti nel progetto, Gaurav Khanna, ha dichiarato a wired.com che ciò che rende la PS3 appetibile anche ad università e istituti di ricerca è la sua piattaforma aperta, capace di far girare Linux e le applicazioni scientifiche già in circolazione o scritte ad hoc dagli stessi scienziati.

Khanna afferma che, a parità di potenza di calcolo, un cluster di PS3 costa quasi 2mila dollari in meno rispetto ad un supercomputer tradizionale, generalmente formato da centinaia di processori.

Un cluster di PS3 viene attualmente utilizzato anche presso la University of Stanford per analizzare la struttura delle proteine umane.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • stefano scrive:
    Re: ..a tutti gli incapaci
    Dato che sei così bravo xchè non diffondi la tua cultura.Io, ad esempio, ho un problema ad installare la versione di Ubuntu 7.10 e non ho alcun problema ad ammettere la mia ignoranza. Dato che tu sei così bravo perchè non mi spieghi come fare ad avviare l'installazione con l'opzione "noapic" o "nolapic" ?
  • pino vega scrive:
    richiesta
    scusate l'ignoranza in materia di linux ma non si possonotrovare da nesuna parte delle controparti open source delle direct x 10 o anche 9 ???????
  • Maz scrive:
    letto su un thread inglese ....
    In realta' il nome della distribuzione dovrebbe essere stato:"Gutted Gates" heheheh
  • johnKent scrive:
    Supporta le screenlet (indirettamente)
    Ecco qui un link per chi volesse provarle anche su Gutsy.http://theleashedhare.blogspot.com/2007/10/screenlets-su-gutsy.html
  • iced scrive:
    UBUNTU CD GRATIS A CASA TUA IN 2-3 GIORN
    Come da titolo: 1 cd vergine, 1 busta, 1 francobollo e ricevi a casa i CD di Ubuntu in tempi rapdidissimi!http://wiki.ubuntu-it.org/GruppoPromozione/ProgettoCDUbuntuPS: insieme al cd masterizzato vi arriva anche uno sticker per il PC, anche questo gratis!
  • UBUNTU REGNA scrive:
    UBUNTU REGNA
    prevedo quote di mercato triplicare
  • Andrea scrive:
    OT: che musica è?
    Lo so che sono OT ma si sto arrovellando la testa tentando di capire qual'è la musica di sottofondo... sapete aiutarmi.Ciao a tutti e grazieAndrea
  • johnKent scrive:
    Ansa dell'ultima ora
    Bill Gates sta piangendo :D
  • franco scrive:
    NON e' vero che usa troppa RAM
    free -m total used free shared buffers cachedMem: 1011 997 13 0 13 6071011-607=consumo 400 circa APPLICAZIONI APERTE:ktorren,firefox (5 schede)x,amsn,karamba(4 temi tra cui previsioni del tempo),compiz, akgrator (o come si scrive),korn,synaptic,4 terminali,katapult,klipper + vari demoni (dispositivi removibili,organizer)OS: KDe
    • johnKent scrive:
      Re: NON e' vero che usa troppa RAM
      Da me sui 370 Mb con compiz (effetti normali non avanzati), firefox aperto, skype e la deskbar dell'installazione standard.- Scritto da: franco
      free -m
      total used free
      shared buffers
      cached
      Mem: 1011 997 13 0
      13
      607

      1011-607=consumo 400 circa

      APPLICAZIONI APERTE:
      ktorren,firefox (5 schede)x,amsn,karamba(4 temi
      tra cui previsioni del tempo),compiz, akgrator (o
      come si scrive),korn,synaptic,4
      terminali,katapult,klipper + vari demoni
      (dispositivi
      removibili,organizer)
      OS: KDe
  • malistice scrive:
    gli hard disk frullano in continuazione!
    Qualcuno sa come mai che gli hard disk frullano in continuazione. E' lo swap di linux?
    • malistice scrive:
      Re: gli hard disk frullano in continuazione!
      - Scritto da: malistice
      Qualcuno sa come mai che gli hard disk frullano
      in continuazione. E' lo swap di
      linux?forse ho capito, è l'indicizzazione. E' da 5 ore che sta frullando. Come si disabilita?
      • freude scrive:
        Re: gli hard disk frullano in continuazione!
        Apri un terminale (Accessori -
        Terminale)digita top e vedi qual'è il processo che 'frulla'.Poi puoi anche killarlo, se non riesce a fare inmodo diverso. man killCiao
        • Pedro scrive:
          Re: gli hard disk frullano in continuazione!
          Molto semplicemente entra nelle opzioni di indicizzazione e modificale. tracker è il nome del servizio.
  • carnevale scrive:
    700-800MB di RAM in idle
    Ubuntu 7.10 con compiz attivo: 750MB circa di RAM allocata in idlealla faccia di chi diceva che Vista era pesante!
    • Fabio Ticconi scrive:
      Re: 700-800MB di RAM in idle
      io ne ho 370, con firefox aperto con 6 schede, il monitor di sistema stesso, il gestore aggiornamenti e ovviamente compiz...controlla meglio, o apri il monitor di sistema (Sistema/Amministrazione/Monitor di Sistema) e guarda se c'e' qualche programma che consuma un po' troppa ram ;) da li, puoi capire se e' un bug, un errore temporaneo o qualcosa che non ti serve sicuramente disabilitabile....non e' che ci hai messo in mezzo anche la cache? ;) sul mio, un 500MB sono tra buffers e cache ^^
    • viralex scrive:
      Re: 700-800MB di RAM in idle
      io 290MBuso della swap 250KB circa
    • viralex scrive:
      Re: 700-800MB di RAM in idle
      l'ho ottimizzato, come si può far con windows...adesso ubuntu 7.10 con compiz attivo usa 165MB in ramil processo di compiz.real 10,9 MB compiz 92,0 KB
  • ranwoff scrive:
    Video umiliante
    Linari, ma non vi sentite un po' umiliati nel vedere questo video così idiota?Per voi l'informatica è tutto un cazzeggio fatto di pugnette e ditalini :D
  • Guest scrive:
    Complimenti!
    Ho letto i vari commenti e convengo che:1. Ha riscosso un gran successo sul pubblico! :D2. Non lo proverò mai.=)
  • darios81 scrive:
    Compiz è instabile
    Compiz è instabile!FINSESTRE che si chiudono senza capire il motivo , barra che scomparre o desktop che si impalla..
    • trecca scrive:
      Re: Compiz è instabile
      con Ati Mobility Radeon 9600 128Mb il problema principale è che con gli effetti attivati non è fluidissimo
      • gumbo scrive:
        Re: Compiz è instabile
        - Scritto da: trecca
        con Ati Mobility Radeon 9600 128Mb il problema
        principale è che con gli effetti attivati non è
        fluidissimocome al solito il problema non è mai linux, sono sempre altre cose!sciocchini ;)
    • trecca scrive:
      Re: Compiz è instabile
      le ATI x1xx non vanno per ora.Manca il supporto per AIGLX e il supporto per il 3D.
      • Leo scrive:
        Re: Compiz è instabile
        io avrei preferito lasciare senza effetti la distribuzione.....tanto poi per abilitarli basta un click
        • carnevale scrive:
          Re: Compiz è instabile
          - Scritto da: Leo
          io avrei preferito lasciare senza effetti la
          distribuzione.....anche io sono dello stesso parere, specie se si considera l'esosa quantità di RAM che ciucciano. 800MB in idle è un po' troppo!
  • BigZ scrive:
    A Me Piace il Colore Marrone
    a me il color cacchina piace, d'altronde un Linux Umano deve avere la "pelle" marrone, in varie tonalità. e poi l'immagine della pelle d'elefante che si può scegliere come sfondo a me piace parecchio.e mi piace anche il tema human!!!de gustibus ..., ma so' convinto, e ciò mi preoccupa assai ;)
    • pomo scrive:
      Re: A Me Piace il Colore Marrone
      - Scritto da: BigZ
      a me il color cacchina piaceio infatti l'ho sempre detto: linux è una merda :p(apple)
      • lontra scrive:
        Re: A Me Piace il Colore Marrone
        - Scritto da: pomo
        - Scritto da: BigZ

        a me il color cacchina piace

        io infatti l'ho sempre detto: linux è una merda
        :p

        (apple)già, meglio essere blindati da un capo macaco. ma che te lo dico a fare? essere troll è la tua natura, e tu non puoi farci niente, mica sei padrone del tuo destino. poraccio.
    • Beccamorto scrive:
      Re: A Me Piace il Colore Marrone
      - Scritto da: BigZ
      a me il color cacchina piace, d'altronde un Linux
      Umano deve avere la "pelle" marrone, in varie
      tonalità. e poi l'immagine della pelle d'elefante
      che si può scegliere come sfondo a me piace
      parecchio.
      e mi piace anche il tema human!!!
      de gustibus ..., ma so' convinto, e ciò mi
      preoccupa assai
      ;)Oh, be', il peggio che ti potrà capitare nella vita sarà di moddare uno Zune marrone per installarci su una distro marrone :p
  • vale scrive:
    ubuntu non supporta i monitor widescreen
    vista invece si.
    • cazzo spari scrive:
      Re: ubuntu non supporta i monitor widescreen
      ubuntu non supporta nemmeno gli utenti rosiconi...vista a quanto pare sìBAM, GIU' NEL CANESTRO!
      • tenarth scrive:
        Re: ubuntu non supporta i monitor widescreen
        - Scritto da: cazzo spari
        ubuntu non supporta nemmeno gli utenti rosiconi...

        vista a quanto pare sì


        BAM, GIU' NEL CANESTRO!bah... ho come la strana impressione che qui l'unico a rosicare sei proprio tu :)
        • anonimo01 scrive:
          Re: ubuntu non supporta i monitor widescreen
          - Scritto da: tenarth
          - Scritto da: cazzo spari

          ubuntu non supporta nemmeno gli utenti
          rosiconi...



          vista a quanto pare sì





          BAM, GIU' NEL CANESTRO!

          bah... ho come la strana impressione che qui
          l'unico a rosicare sei proprio tu
          :)ovvio: è uscito IL sistema che è davanti 4/5 parsec a qualsiasi alternativa m$, e siamo noi a rosicare...certo, è *sicuramente* così.( bhuahahahahaha :D (rotfl)(rotfl)(rotfl) rosic rosic!)(amiga)(linux)(linux)(apple)
          • hypoll scrive:
            Re: ubuntu non supporta i monitor widescreen
            - Scritto da: anonimo01
            - Scritto da: tenarth

            - Scritto da: cazzo spari


            ubuntu non supporta nemmeno gli utenti

            rosiconi...





            vista a quanto pare sì








            BAM, GIU' NEL CANESTRO!



            bah... ho come la strana impressione che qui

            l'unico a rosicare sei proprio tu

            :)

            ovvio: è uscito IL sistema che è davanti 4/5
            parsec a qualsiasi alternativa m$, e siamo
            noi a rosicare...certo, è *sicuramente*
            così.

            ( bhuahahahahaha :D (rotfl)(rotfl)(rotfl) rosic
            rosic!)

            (amiga)(linux)(linux)(apple)tu si che sei un ahckerz :)
  • haix scrive:
    UBUMBUBUMBU
    UBUMBUBUMBU... la distribuzione dei bamba ;)(win)
  • Pirolo scrive:
    outkee?
    E che te ne fai ? Io lavoro in una ditta da 3000 persone e outlook lo usiamo per la mail e mai visto nessuno usarlo per altre cose strane... Che intendi con "vero e proprio programma di accounting..."
    • ergo proxy scrive:
      Re: outkee?
      - Scritto da: Pirolo
      E che te ne fai ? Io lavoro in una ditta da 3000
      persone e outlook lo usiamo per la mail e mai
      visto nessuno usarlo per altre cose strane...

      Che intendi con "vero e proprio programma di
      accounting..."mi hai tolto le parole di bocca, forse intende il calendario? (che è l'unica cosa inferiore alla controparte thinderbird)non credo che facciano le fatture con outlook (accounting = contabilità)
  • Wubuntu scrive:
    ubuntu ha tutto ma...
    ubuntu ha tutto ma... ciò che gli manca davvero è un pacchetto di lavoro ocme Office... e soprattutto un buon programma di posta come Outlook (e nn parlatemi di Evolution ...)
    • cazzo spari scrive:
      Re: ubuntu ha tutto ma...
      - Scritto da: Wubuntu
      ubuntu ha tutto ma... ciò che gli manca davvero è
      un pacchetto di lavoro ocme Office... e
      soprattutto un buon programma di posta come
      Outlook (e nn parlatemi di Evolution
      ...)ma openoffice e thunderbird non vanno bene? (newbie)
      • sck scrive:
        Re: ubuntu ha tutto ma...
        non tutti hanno la necessità di mandare solo mail x puro cazzeggio...dalle tue affermazioni nn penso tu abbia mai aperto Outlook (quello incluso in office non la versione express) che oltre ad essere un client email è un vero e proprio programma di accounting...
      • gaglia scrive:
        Re: ubuntu ha tutto ma...

        ma openoffice e thunderbird non vanno bene?Quoto.
        • wubuntu scrive:
          Re: ubuntu ha tutto ma...
          no...non vanno bene...sono programmi validi è vero... ma Outlook in ambito aziendale è su un altro pianeta
          • max scrive:
            Re: ubuntu ha tutto ma...
            - Scritto da: wubuntu
            no...non vanno bene...
            sono programmi validi è vero... ma Outlook in
            ambito aziendale è su un altro
            pianetasi ma deve avere un server exchange, ed è quello che fà fare la differenza ad outlook; anche se, dopo exchange 5.5, con evolution fai esattamente le stesse cose che fai con outlook (tra l'altro credo sia l'unico client *nix che possa interfacciarsi allo standard X400 di exchange).
          • ergo proxy scrive:
            Re: ubuntu ha tutto ma...
            - Scritto da: wubuntu
            no...non vanno bene...
            sono programmi validi è vero... ma Outlook in
            ambito aziendale è su un altro
            pianetaquoto in pieno, nel nostro ufficietto però và tutto bene con cross-over...
      • vale scrive:
        Re: ubuntu ha tutto ma...
        - Scritto da: cazzo spari
        ma openoffice openoffice non è all'altezza
        e thunderbird non vanno bene?outlook express 6 SP2 lo batte. Windows Mail lo sotterra!
        • wubuntu scrive:
          Re: ubuntu ha tutto ma...
          non ho mai usato windows live ma non userei mai un client di posta che richiede 2 giga di ram... scusami...
        • Leo scrive:
          Re: ubuntu ha tutto ma...
          anche io penso che openoffice non sia allo stesso livello, anche se credo che si possa comunque fare tutto con lo stesso (se ho un'alternativa libera uso quella, io la vedo cosi')per quanto riguarda outlook, non so che roba sia, ma per quello che devo farci Thunderbird è assolutamente perfetto
  • cazzo spari scrive:
    400 commenti.... 'A ROSICONI!!! :D
    asdasdasdasdragazzi vedere tutti questi winari rosicarein questa maniera è bellissimo!!WINARI AL TAPPETO!!e i vostri commenti lo dimostrano!BAM, GIU' NEL CANESTRO!BAM, GIU' NEL CANESTRO!BAM, GIU' NEL CANESTRO!BAM, GIU' NEL CANESTRO!BAM, GIU' NEL CANESTRO!
    • Risposta alla notizia scrive:
      Re: 400 commenti.... 'A ROSICONI!!! :D
      - Scritto da: cazzo spari
      BAM, GIU' NEL CANESTRO!
      BAM, GIU' NEL CANESTRO!
      BAM, GIU' NEL CANESTRO!
      BAM, GIU' NEL CANESTRO!
      BAM, GIU' NEL CANESTRO!MMMHH... forse mi sbaglio...ma è la citazione da un film? Ho già sentito questa "freseologia"PS. Quoto quello che dici.
  • provato scrive:
    ho provato ubuntu
    ho provato ubuntu 7.10, queste sono le mie impressioni:avvio troppo lentoeccessivo uso di RAMlentezza esasperante ad aprire le finestre delle impostazioni di sistemainterfaccia grafica troppo poco professionalescarsità di strumenti di sistemanon c'è alcun supporto alle group policyapplicazioni fornite di serie poco robuste e striminzitegestione della LAN troppo macchinosaimpossibilità di sfruttare appieno la mia scheda graficaassenza di applicativi professionalinon posso giocare con i bei giochi DirectX9 e 10conclusione: ubuntu va bene per chi deve navigare in internet, scrivere la posta e poco altro. Per chi ci lavora, lo sconsiglio.
    • provato? riposati! scrive:
      Re: ho provato ubuntu
      Eh sì, sai anch'io col pc ci lavoro molto, soprattutto con le DirectX9 e 10, guarda... ...non saprei proprio come svolgere le mie mansioni se ne fossi privo...ma baff... (rotfl)
    • La Verità scrive:
      Re: ho provato ubuntu
      Non capirò mai che soddisfazione trovano certe persone a sparare cazzate solo per screditare linux. Come se gliene venisse in tasca qualcosa! Ma hanno una vita così frustrata? Boh! E il peggio è che non se ne accorgono che si rendono grottescamente ridicoli! Come sto tipo che fa tutto il super professionale, il super impostato, che per lui ubuntu non è abbastanza professionale, e poi viene a dire che non ci riesce a giocare... a' ridicolo!!!
      • vale scrive:
        Re: ho provato ubuntu
        - Scritto da: La Verità
        Non capirò mai che soddisfazione trovano certe
        persone a sparare cazzate solo per screditare
        linux. io invece non capirà mai che soddisfazione trovano certe persone a sparare cazzate per screditare Vista
        • johnKent scrive:
          Re: ho provato ubuntu
          Hai ragione non ne vale proprio la pena..si scredita da solo :D- Scritto da: vale
          - Scritto da: La Verità

          Non capirò mai che soddisfazione trovano certe

          persone a sparare cazzate solo per screditare

          linux.

          io invece non capirà mai che soddisfazione
          trovano certe persone a sparare cazzate per
          screditare
          Vista
    • bi biiii scrive:
      Re: ho provato ubuntu

      ho provato ubuntu 7.10, queste sono le mie
      impressioni:
      avvio troppo lento
      eccessivo uso di RAM
      lentezza esasperante ad aprire le finestre delle
      impostazioni di
      sistemaMa stai facendo il confronto con *BSD o con cosa? :-D
      interfaccia grafica troppo poco professionaleCosa intendi per "professionale"?Tipo CDE di HP-UX?
      scarsità di strumenti di sistemaROTFL... provo ad indovinare, intendi mica"Icone di sistema" vero?Pensa che alla Microsoft si ostinano ancoraa non includere un compilatore c che su un calcolatoredovrebbe essere tra i primi "strumenti di sistema".
      non c'è alcun supporto alle group policyEh gia'...e al posto delle "cartelle" ci sonodelle strane cose chiamate directory...
      applicazioni fornite di serie poco robuste e
      striminziteQuali sono le grandi applicazioni fornite di seriedal tuo os?
      gestione della LAN troppo macchinosaIn effetti mi rendo conto che tu possa averequesta impressione.
      impossibilità di sfruttare appieno la mia scheda
      graficaMha'...marca e modello?
      assenza di applicativi professionali
      non posso giocare con i bei giochi DirectX9 e 10Se intendi "di serie" allora cut-paste:Quali sono le grandi applicazioni fornite di seriedal tuo os?Se intendi disponibili sul mercato prova ascrivere quali sono le tue esigenze "professionali",magari ti sbagli...Per i giochi...alcuni titoli ci sono ma i "professionisti"come te...no, e' vero, giocano anche loro ma conle varie playstation, x-box ecc. :-)
      conclusione: ubuntu va bene per chi deve navigare
      in internet, scrivere la posta e poco altro. Per
      chi ci lavora, lo sconsiglio.Grazie, mi raccomando, manda in copia a tonnellate diaziende che non se ne sono accorte!
    • ergo proxy scrive:
      Re: ho provato ubuntu
      - Scritto da: provato
      ho provato ubuntu 7.10, queste sono le mie
      impressioni:
      avvio troppo lentovero, ubuntu si avvia + lentamente di xp e vista, direi il 10% di tempo in + sulla mia macchina
      eccessivo uso di RAMleggi sopra, è diverso sotto win e lin
      lentezza esasperante ad aprire le finestre delle
      impostazioni di
      sistemahai settato il driver video?
      interfaccia grafica troppo poco professionaleperchè xp e vista sono + professionali?de gustibus
      scarsità di strumenti di sistemacosa ti serve? lo chiedo perchè forse non sai dove cercarli
      non c'è alcun supporto alle group policycosa intendi?
      applicazioni fornite di serie poco robuste e
      striminzitecosa devi farci? scegline qualcuna dai repository, e sopratutti se stai facendo un confronto con vista od xp lì non ce ne sono applizazioni di serie
      gestione della LAN troppo macchinosa???? spiegaci cosa devi fare, aggiungere semplicemente una cartella condivisa? condividere connesisone ad internet?
      impossibilità di sfruttare appieno la mia scheda
      graficaah si? per cosa? intendi quelle pro o quelle desktop?
      assenza di applicativi professionalidipende dalla professione, dimmi la tua e vediamo cosa ti serve
      non posso giocare con i bei giochi DirectX9 e 10con alcuni si, c'è cedega ora mi permetto di modificare la tua frase:conclusione: ubuntu va bene per chi deve navigarein internet e non vuole i virus, scrivere la posta senza doversi fare spiare dalla MS, e molto altro, ad esempio gestire al propria musica con amarok oppure la propria collezione di immagini con il semplice gestore di file (usando kde e konqueror) o guardare qualunque filamto esistente i qualunque formato/codec con mplayer. Per chi ci lavora inoltre si risparmia il costo delle licenza e sei certo di cosa sta facendo il tuo computer, inoltre ha un supporto alla crittografia e virtualizzazione che si trova solo qui e su solaris, se poi uno nonriesce a staccarsi da office c'è cross over.Inoltre i filesystem di linux sono enormemente più perfomarmati di ntfs
      lo sconsiglio.io invece no.e sopratutto puzzi di troll
    • anonimo01 scrive:
      Re: ho provato ubuntu
      add/remove" è ti si apre un vaso di pandora...
      gestione della LAN troppo macchinosacavolo, inserire l'attacco di rete è di una difficoltà immane... :
      impossibilità di sfruttare appieno la mia scheda
      graficabah, work (always) in progress
      assenza di applicativi professionalicosa intendi per professionali?al CERN di ginevra usano linux...
      non posso giocare con i bei giochi DirectX9 e 10diciamo che questo era l'unico tupo punto, gli altri gli hai aggiunti per far numero :D
      conclusione: ubuntu va bene per chi deve navigare
      in internet, scrivere la posta e poco altro. Per
      chi ci lavora, lo
      sconsiglio.( ...acc, ma cos'ha sta macchinetta oggi? sbam! maledet..sbam! AH! ecco, ora funziona: BEEEEEEEEPPPPPP! Troll detected! :D
      • BigZ scrive:
        Re: ho provato ubuntu


        ho provato ubuntu 7.10, queste sono le mie

        impressioni:

        avvio troppo lento

        interfaccia grafica troppo poco professionale

        cosa? ma vista ti sembra seria? :eddai, sempre a sparare sul trollino winzozzone inconsapevole di essere tale (ma io penso scherzasse apposta), intendeva dire che non c'è la scritta professional come sul suo winzxpcraccat ma professional. d'altronde, io, questo problema non sottovaluterei, una scritta professional sui software o magari su di una distro Ubuntu non ce la vedrei male, almeno significherebbe qualcosa di concreto, per una volta.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: ho provato ubuntu

      conclusione: ubuntu va bene per chi deve navigare
      in internet, scrivere la posta e poco altro. Per
      chi ci lavora, lo
      sconsiglio.Bah, io ci lavoro ogni giorno con linux da anni, da qualche tempo proprio con ubuntu. Non mi manca niente, anzi una cosa mi manca: l'antivirus! :DTAD
  • Il Castiglio scrive:
    CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
    ... neanche le spese postali.https://shipit.ubuntu.com/C'è da aspettare qualche giorno in più, però io non ho fretta ...
    • ... scrive:
      Re: CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
      Qualche settimana...però cavolo una volta mandavano 50 cd come niente, con feisty hanno calato a 3 e adesso a 2... fra un po' mandano un verbatim masterizzato con sopra scritto a pennarello che la copertina è dentro in pdf...
      • Antitroll scrive:
        Re: CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
        Oh un piccolo trollino... :-)Pussa via, sciò...
      • Tuanonna scrive:
        Re: CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
        Beh, c'è da dire che si sobbarcano loro le spese di masterizzazione e spedizione... A me basta che me ne mandino uno, poi al limite lo copio
      • Squeeeed scrive:
        Re: CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
        - Scritto da: ...
        Qualche settimana...

        però cavolo una volta mandavano 50 cd come
        niente, con feisty hanno calato a 3 e adesso a
        2... fra un po' mandano un verbatim masterizzato
        con sopra scritto a pennarello che la copertina è
        dentro in
        pdf...Cioè... ora dimmi di cosa te ne fai di 50...Io ne avevo ordinati 2 di feisty 32 bit e 1 a 64 bit, e mi sono arrivati a ZERO COSTO.Ho fatto la stessa cosa con Gutsy..Cmq non capisco, regalano la roba e vi lamentate...Una fettina di culo mai?Quante volte la Microsoft vi manda l'aggiornamento a casa senza chiedervi nulla?
    • malistice scrive:
      Re: CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
      - Scritto da: Il Castiglio
      ... neanche le spese postali.
      peccato che in Italia si paga:UBUNTU E' ACQUISTABILE PRESSO IL NOSTRO CATALOGO ONLINE . http://www.yetopen.it/latest/yetopen-supporta-ubuntu-linux.html
      • Il Castiglio scrive:
        Re: CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
        Ma l'hai visto il mio link ?Il tuo non c'entra niente.Se tu vuoi compralo !Io l'ho ordinato gratis, forse a te arriva prima ...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2007 21.09-----------------------------------------------------------
    • iced scrive:
      Re: CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
      CD GRATIS!!!CD GRATIS!!!CD GRATIS!!!Se qualcuno vuole i CD subito a casa (2-3 GIORNI!), al costo di 1 cd vergine e 1 francobollo, guardate questa bella iniziativa della comunità:http://wiki.ubuntu-it.org/GruppoPromozione/ProgettoCDUbuntuAltro che!!Ciao, iced
      • Il Castiglio scrive:
        Re: CD di Ubuntu a casa tua GRATIS ...
        - Scritto da: iced
        http://wiki.ubuntu-it.org/GruppoPromozione/Progett

        Altro che!!

        Ciao, icedInfatti, l'ho vista anch'io, bella iniziativa, ci faccio un pensierino.
  • Intruder scrive:
    L'unica vera difficoltà su linux
    Sono totalmente daccordo con chi dice che avere tanta scelta fa sempre bene. D'altra parte sento tanti lamentarsi che su linux ci sono troppe applicazioni diverse che fanno la stessa cosa e che è uno spreco di sforzi. Nessuno pero' si ricorda mai cosa succede a cercare su google "windows cd burning" o "windows pdf creator" ecc. Da utente linux pero' devo rilevare che la guerra fra i vari DE, in particolare, ha portato oltre ai benefici della concorrenza anche i fastidi della non integrazione. Secondo me sarebbe giusto andare avanti nella creazione di una base di API univoca e comune a tutti i DE, come stanno tentando di fare con un progetto di cui non ricordo il nome, in modo che anche se installi sw di un altro DE, l'aspetto delle dialog comuni sia sempre quello del DE installato. Attualmente invece se hai gnome e metti amarok, se apri un file, la dialog è quella di kde, mentre (giustamente) se apri un file da totem vedi la dialog di gnome. Non parliamo poi di sw scritti direttamente per X o per altri DE (vengono fuori delle porcherie inguardabili).E' un po la storia che i veterani di windows conoscono bene di quando si apre un vecchio eseguibile scritto per Win3.1, vengono fuori di quelle dialog spaventose in stile anni 30...Ecco se si unificassero questi aspetti fondamentali per l'integrazioe fra i vari DE, tutto il resto passerebbe sullo sfondo, certo resta il fastidio che uno per installarsi una sola app di un DE diverso deve scaricarsi mezzo mondo di dipendenze, ma quello con i dischi di oggi è un problema trascurabile...
    • Tuanonna scrive:
      Re: L'unica vera difficoltà su linux

      Da utente linux pero' devo rilevare che la guerra
      fra i vari DE, in particolare, ha portato oltre
      ai benefici della concorrenza anche i fastidi
      della non integrazione.Hai definito bene il problema della non-integrazione tra DE, è un fastidio, niente di più. Io uso Gnome + Amarok, e sinceramente il fatto che stonino un po' a livello cosmetico è decisamente meno importante rispetto alla potenza di Amarok rispetto a Totem. I veri problemi di Linux sono altri secondo me, come la difficoltà a configurare bene certe schede wirless col WPA, per non parlare dei modem; i problemi di configurazione di compiz che su alcune schede (compresa la mia NVIDIA 6150) funziona male facendo le finestre nere; e più in generale tutto il puttanaio di driver fatti senza specifiche e quindi buggosi.
      • ... scrive:
        Re: L'unica vera difficoltà su linux
        Non è solo uno stonare a livello cosmetico ma anche di interoperabilità. Non ci vuole molto a trovare due programmi che non riescano a fare copia incolla tra di loro (firefox con gimp, a volte open office col resto). Senza contare che di fatto non esiste una gestione centralizzata dei mime type affidata al DE di turno.Sembrano cavolate ma effettivamente pesano e causano stress a chi non se le aspetta o meglio pretende di non rimetterci in produttività rispetto ad altri os.
        • max scrive:
          Re: L'unica vera difficoltà su linux
          - Scritto da: ...
          Non è solo uno stonare a livello cosmetico ma
          anche di interoperabilità. Non ci vuole molto a
          trovare due programmi che non riescano a fare
          copia incolla tra di loro (firefox con gimp, a
          volte open office col resto). Senza contare cheMmmm, sinceramente mai successa una cosa del genere (almeno in kde)
          di fatto non esiste una gestione centralizzata
          dei mime type affidata al DE di
          turno.Errato. In kde apriti un qualsiasi file .desktop con un editor; in gnome o xfce nn so'.
          • ... scrive:
            Re: L'unica vera difficoltà su linux
            Beh non succede se usi solo roba di una stessa DE ma prova a fare i misti e ti accorgi di cose assurde (firefox non riesce proprio a copiare un'immagine senza salvarla, mentre su windows tranquillo). Per i mime trovami un demone studiato apposta per ste cose. Quello si che sarebbe un passo avanti.
          • hjhjhj scrive:
            Re: L'unica vera difficoltà su linux
            - Scritto da: ...
            Beh non succede se usi solo roba di una stessa DE
            ma prova a fare i misti e ti accorgi di cose
            assurde (firefox non riesce proprio a copiare
            un'immagine senza salvarla, mentre su windows
            tranquillo). Per i mime trovami un demone
            studiato apposta per ste cose. Quello si che
            sarebbe un passo
            avanti.A me funziona, faccio copia indirizzo immagine e poi apri location da Gimp.Per il copia incolla su Linux è comodissimo evidenziare le parole e poi premere il tasto centrale, cosa che quando su windows mi manca tantissimo.Poi sopra vedevo paragonare amarok a totem, ma è più comparabile con banshee o rythmbox.
          • ... scrive:
            Re: L'unica vera difficoltà su linux
            Apri location non la stessa cosa di un sano copia incolla perchè non è detto che l'immagine la devi copiare dal web.
          • max scrive:
            Re: L'unica vera difficoltà su linux
            - Scritto da: ...
            Beh non succede se usi solo roba di una stessa DE
            ma prova a fare i misti e ti accorgi di cose
            assurde (firefox non riesce proprio a copiare
            un'immagine senza salvarla, mentre su windows
            tranquillo). Per i mime trovami un demone
            studiato apposta per ste cose. Quello si che
            sarebbe un passo
            avanti.Ma non è vero! Apri l'immagine in firefox copi e incolli in gimp, basket, oo, desktop, konqueror... non capisco il tuo problema; anche quando dici "misti" sempre un DE lanci all'inizio (esempio: kdm per kde o gdm per gnome) e sarà lui a gestire il tutto indipendentemente da quanti DE hai installato; hai fatto un'insalata turca di cose, per essere precisi il sistema consente di istallare quanti DE vuoi (e relative dipendenze) ma quando faccio logon utilizzerò quello che seleziono al logon, gli altri sono lì ma non sono utilizzati nella sessione. E che te ne fai di un demone per i mime? I mime sono embedded nei DE (locales) o, alla peggio, direttamente nelle applicazioni. Ti avevo scritto più sopra: apri un qualsiasi file .desktop. Lo hai fatto?
          • ... scrive:
            Re: L'unica vera difficoltà su linux
            Voglio adesso uno screenshot meglio un video dove selezionata un'immagine in firefox su linux, dal menu contestuale esce testuale la voce "Copia immagine" e voglio vedere questa immagine incollata in gimp senza usare "open location"O sono cieco io o tutti gli aggiornamenti che ho fatto fino adesso erano pesantemente fallati
          • BigZ scrive:
            Re: L'unica vera difficoltà su linux
            - Scritto da: ...
            Voglio adesso uno screenshot meglio un video dove
            selezionata un'immagine in firefox su linux, dal
            menu contestuale esce testuale la voce "Copia
            immagine" e voglio vedere questa immagine
            incollata in gimp senza usare "open
            location"a me piacerebbe che ci fosse un posto, tipo questo:https://wiki.ubuntu.com/IdeaPooldove far prendere visione dell'urgenza di certe cose, tipo un copia e incolla più performante, che non mi sembra da poco.
            O sono cieco io o tutti gli aggiornamenti che ho
            fatto fino adesso erano pesantemente
            fallatiquesta non l'ho capita.(linux)
  • memedesimo scrive:
    ma solo adesso..........?
    ma solo adesso vi accorgete che c'e' compiz? o che con il fuse si scrive in ntfs che e' una bellezza?bho.... mi siegate dov'e' la novita'? con debian sid e' 1 anno che fo ste robe -.-
    • Boe scrive:
      Re: ma solo adesso..........?
      - Scritto da: memedesimo
      ma solo adesso vi accorgete che c'e' compiz? o
      che con il fuse si scrive in ntfs che e' una
      bellezza?

      bho.... mi siegate dov'e' la novita'? con debian
      sid e' 1 anno che fo ste robe
      -.-La parola chiave che ti sfugge probabilmente e`: DI DEFAULT :D
      • memedesimo scrive:
        Re: ma solo adesso..........?
        - Scritto da: Boe
        - Scritto da: memedesimo

        ma solo adesso vi accorgete che c'e' compiz? o

        che con il fuse si scrive in ntfs che e' una

        bellezza?



        bho.... mi siegate dov'e' la novita'? con debian

        sid e' 1 anno che fo ste robe

        -.-

        La parola chiave che ti sfugge probabilmente e`:
        DI
        DEFAULT
        :Dma se la prima cosa che un winaro impara quando approda su linux e' che si puo cambiare tutto e non accontentarsi della configurazione di default?
        • Boe scrive:
          Re: ma solo adesso..........?
          - Scritto da: memedesimo

          La parola chiave che ti sfugge probabilmente e`:

          DI

          DEFAULT

          :D

          ma se la prima cosa che un winaro impara quando
          approda su linux e' che si puo cambiare tutto e
          non accontentarsi della configurazione di
          default?Si, ma che c'entra?Io mi riferivo alla tua affermazione "solo ora vi accorgete di...".Non è che prima queste app non c'erano per Ubuntu, semplicemente ORA sono installate ed attivate di default.Che per un utente alle prime armi vuol dire molto :)
    • Risposta alla notizia scrive:
      Re: ma solo adesso..........?
      Bhe, da alcuni post letti di utenti ubuntu sembrerebbe che è l'unica distro con dei repository e un package manager per installare il software.....
      • Riccardo scrive:
        Re: ma solo adesso..........?
        - Scritto da: Risposta alla notizia
        Bhe, da alcuni post letti di utenti ubuntu
        sembrerebbe che è l'unica distro con dei
        repository e un package manager per installare il
        software.....Dai post letti (i tuoi) mi sembra che capisci le cose come vuoi tu. A buon intenditor poche parole...
  • Mazinga@ scrive:
    USATE BITTORRENT
    Non capisco perchè sia PI che il sito italiano di ubuntu (ubuntu-it) abbiano solo scritto "astenersi dal download delle ISO per qualche giorno" quando potevano scrivere "si raccomanda di usare solo bittorrent".E' vero che milioni di richieste di torrent in un giorno solo potrebbero essere un problema ma così si rischia di rimandare il collasso a domani...Io stò usando il torrent fornito dal GARR (dell'Università di Napoli) ed è un deserto, sto ricevendo 35,0 K/s quando la mia linea (1mbit) può arrivare a 256,0 K/s ... Mi pronostica 10 ore di download !!Faccio un appello agli italiani: scaricate le ISO con bittorrent, è nato per questo ! (... e al termine lasciatelo attivo, come farò anch'io)Per quanto riguarda il mirror del repository mi sono fatto furbo: l'ho fatto la settimana scorsa... :D--------------Un saluto da Mazinga.
    • ... scrive:
      Re: USATE BITTORRENT
      linka
    • Overnoise scrive:
      Re: USATE BITTORRENT

      Un saluto da Mazinga.superquotonepurtroppo molti non hanno ancora capito che torrent funziona al massimo proprio quando tutti scaricano lo stesso torrent. E' nato per scaricare dvd!!!
      • danieleMM scrive:
        Re: USATE BITTORRENT
        i primi che non l'hanno capito sono quelli di ubuntu che invece che mettere in homepage il bottoncone: "scarica ubuntu" per poi dare una lista di mirror avrebbero potuto metterci"Scarica Ubuntu (torrent)"e poi più sotto in piccolo: se proprio volete usare i server.. (sconsigliato) cliccate qui
  • BigZ scrive:
    Reputazione di Linux dura a morire
    Ora che su Linux, in particolare Ubuntu, funziona più o meno tutto e che i produttori hard stanno facendo più attenzione, rimane ancora nella mente degli utonti winzozziani che su Linux non funzionano le periferiche. come fare a farglielo capire? questi navigano nella vita grazie ai consigli della pubblicità, e si fidano pure ...
    • Cultura scrive:
      Re: Reputazione di Linux dura a morire
      I pregiudizi sono duri a morire! L'ignoranza è abissale! Che pena sentire la gente identificare Windows = Sistema Operativo unico, più bello, più affidabile, etc.
      • Squeed scrive:
        Re: Reputazione di Linux dura a morire
        - Scritto da: Cultura
        I pregiudizi sono duri a morire! L'ignoranza è
        abissale! Che pena sentire la gente identificare
        Windows = Sistema Operativo unico, più bello, più
        affidabile,
        etc.Questo è il potere della pubblicità...Ci manca solo più che prendono il TG4 come unica fonte certa dei fatti che accadono in Italia... e poi siamo apposto!!Cmq complimentoni a Bill che è riuscito a crearsi una manica di schiavi che nonostante le boiate che sta facendo, riesce a tenerseli stretti stretti.. Forse merito anche della pirateria? visto che la maggioranza di questi lamer non ha neanche la lcienza...
    • Linux User scrive:
      Re: Reputazione di Linux dura a morire
      Vero.Come quelli che mandavano al rogo coloro che sostenevano, "fatti" alla mano, che era la terra a girare intorno al sole e non viceversa. Anche questi, nonostante si sbagliassero, sono ancora a loro posto e continuano a ottenere consensi.Oggi Linux è una realtà, lo era anche in passato, ma forse era + difficile da vedere. Per molti era meglio o + comodo credere a quello che gli veniva "mostrato".Oggi Linux è + avanti in tutto su windows, e chi lo usa lo sa. Se n'è accorto anche lo zio Bill, che come il poppante "rancoroso" a cui gli s'è rotto il giocattolo, anzichè ricomprarselo vuole rompere quello degli altri.Qualcuno dirà: e i giochi? Le DirectX?Il futuro è opengl. Come ID Software non ha mancato di far sapere.I winzozziani hanno un grave difetto: molti si credono dei guru del PC solo per il fatto di saper fare doppio click con un mouse o formattare un HD. Odiano la console, preferiscono il comprensibilissimo registro di winzozzo. Gli togli le loro belle interfacce grafiche e ritornano quelli che sono. E sbattano i loro pugnetti sul tavolo. Non hanno voglio di leggere.....imparare.....capire.....vedono il pc come un elettrodomestico.E s'incaxxano con Linux .... perchè non è una.....LAVATRICE!E ora....vai col flame. :D
      • spannocchia tore scrive:
        Re: Reputazione di Linux dura a morire
        il futuro è opengl non mi sembra tanto vero, anzi ora più che mai directx fa la parte del leone.uso kubuntu, e posso tranquillamente affermare che configurare decentemete kubuntu richiede più tempo e sbattimenti di windows.la mia configurazione è: athlon 1100+, 512mb ram, nvidia 5200, ma soprattutto la mitica ESS1868 ISA. con windows tutto benone, con kubutnu non posso ascoltare 2 cose contemporaneamente, o una o l'altra. poi vari problemi (risolti) per settare connessione w-lan, e cazzatine varie che causavo io giusto per smanettare un pò.il semplice fatto di richiedere 1 riga da scrivere a shell per molti è una cosa impraticabile, già spiegare le cose elementari (tipo gestione risorse o come si chiama..) bisogna usare il buon ditino ed indicare dove l'icona si trova..windows è semplicissimo, penso di una semplicità oscena, per questo è adatto a chi è alle prime armi: maggior semplicità, d'altro canto, significa più rigidità di configurazione, invece su kubuntu (penso sia così un pò per tutte le distro, su red hat e suse il concetto era quello) un bel su o sudo e si fa tutto quel che c'è da fare.morale: se uno le cose le sa o ha tempo per imparare, usa linux, altrimenti windows o meglio ancora macos, che ritengo il top dei s.o.
        • Senbee scrive:
          Re: Reputazione di Linux dura a morire
          Credo che il tuo confronto abbia un errore di metodo.Confronti un windows preinstallato con un Ubuntu da installare da zero. Se confronti i due sistemi operativi partendo da zero, vedi bene che invece è molto più difficile da configurare Windows.- Windows: all'avvio del CD di installazione c'è un'interfaccia a testo che ti chiede cose stranissime sulle partizioni. Se non sai cosa stai facendo ti cancella tutto quello che avevi sull'hard disk. Una volta installato devi cercare, scaricare e installare tutti i driver, riavviare una decina di volte, validare la copia, scaricare e installare centinaia di mega di service pack e aggiornamenti. Poi devi installare tutte le applicazioni più banali, da Office al software di masterizzazione, e aggiornarle tutte. Se qualche periferica non è supportata (non trovi i driver o non funzionano i driver) comincia l'inferno.- Ubuntu: fatto partire il CD, ti carica il sistema in RAM senza toccare nulla. Lì puoi vedere se vede tutte le periferiche. Se qualcosa non va e sei un niubbo, amen, resti su windows finché fra tre mesi non esce la nuova distro. Se sei pratico o se ti funziona tutto, clicchi su installa e parte una semplicissima serie di dimande per installare il sistema come preferisci (in dual boot o cancellando tutto, o riducendo la partizione di Win, eccetera). Una volta installato il sistema è già tutto funzionante, nessun driver da installare e tutti i principali software già installati. Se il sistema è uscito da un po' di tempo, una brevissima installazione degli update (mai molti, perché comunque il sistema non è più vecchio di 6 mesi) e sei a posto. Se qualche hardware non è installato, provi a installarlo cercando un po' in rete: se non sei un niubbo riesci comunque con un po' di sofferenza a installare qualcosa che faccia funzionare la periferica. Se l'hardware proprio non è supportato, amen, come su Windows, niente da fare.Direi che fra le due, in situazioni di hardware compatibile, è molto più facile e veloce l'installazione e la configurazione di Kubuntu, no?
          • Tuanonna scrive:
            Re: Reputazione di Linux dura a morire
            Non sono d'accordo, ho installato windows e ubuntu decine di volte, e sicuramente l'installazione di windows va a buon fine molto più spesso di quella di ubuntu, secondo me sempre per via dei driver già pronti e sviluppati dai produttori di hardware. Molte volte mi è capitato di dover buttare via la live di ubuntu e installare con l'alternative, con parametri strani di boot, magari presi da ubuntuforums per bypassare quel particolare passaggio che freezava tutto. Ubuntu è il top per una persona che sa smanettare almeno un minimo, ma l'idea che sia più semplice da usare/installare per un utente medio (il termine utonto è inutilmente dispregiativo) rimane un mito.
          • Lillo scrive:
            Re: Reputazione di Linux dura a morire
            Ca%%ate!Windows è facile da installare solo se in versione OEM con il CD preparato dal produttore del computer con i driver per il suo hardware.Installare una retail su un PC recente senza il CD dei driver delle varie componenti è semplicemente un incubo.Linux per contro ha tutti i driver dell'hardware più diffuso o disponibile al momento della sua uscita, integrato e non ti serve configurare niente di aggiuntivo?
          • Tuanonna scrive:
            Re: Reputazione di Linux dura a morire

            Ca%%ate!Un po' di educazione please.
            Windows è facile da installare solo se in
            versione OEM con il CD preparato dal produttore
            del computer con i driver per il suo
            hardware.Non ho mai avuto un CD OEM di Windows, ed ho sempre e solo utilizzato il cd retail.
            Installare una retail su un PC recente senza il
            CD dei driver delle varie componenti è
            semplicemente un
            incubo.L'unica volta che ho dovuto utilizzare un dischetto esterno è stato per via di un controller RAID. Per il resto windows ha sempre riconosciuto tutti il necessario per l'installazione, salvo poi dover installare i driver della scheda video e audio a installazione conclusa.
            Linux per contro ha tutti i driver dell'hardware
            più diffuso o disponibile al momento della sua
            uscita, integrato e non ti serve configurare
            niente di
            aggiuntivo?Dillo al mio adattatore wireless usb, e alla scheda PCTV di pinnacle, per configurare le quali ho dovuto perdere una giornata intera.Ora, con questo non voglio dire che il problema sia degli sviluppatori di Linux, semmai il problema è che chi produce l'hardware non rilascia le specifiche, perché se così fosse, uscirebbero driver molto più efficienti di quelli di Windows in pochi giorni.Ma per la mia esperienza, un'installazione di Windows, per quanto generalmente più lunga, tende a dare decisamente meno problemi su un più vasto numero di macchine. Con Linux ti può andare bene, e allora ok, ma ti può anche rovinare la giornata.
          • BigZ scrive:
            Re: Reputazione di Linux dura a morire

            Installare una retail su un PC recente senza il
            CD dei driver delle varie componenti è
            semplicemente un
            incubo.è vero, il cd di winz, così come te lo scarichi dal mulo, è senza driver per la scheda madre, per la scheda nvidia o ati, per la stampante, non ha un visualizzatore pdf, non ha open office ;), ...chiunque abbia passato qualche tempo da piratucolo da strapazzo lo sa.non c'è paragone con linux ed Ubuntu in particolare, anche come guida nell'installazione.Il mito della facilità di winz è un altra cazzata dura a morire, guarda caso la tirano fuori solo quelli che usano più spesso o solamente winz, chissà perché ...avete mai insegnato a qualche ragazzino o qualche vecchietto di 55 anni i primi passi su winz? è faticosissimo e rischi sempre che se la prendano a morte perché credono che tu faccia apposta a trattarli da stupidi, e anche che tu non sia competente perché gli indichi col ditino dove cliccare (dopo 45 secondi che stavano ad autoipnotizzarsi con la punta del mouse!). dopo tutta la fatica per avergli fatto imparare che la E blu significa internet, Outlook significa posta, non accennate al fatto che una finestra può ridursi o ingrandirsi o che il comp può anche riavviarsi invece che spegnersi solamente ... linux è più facile, qualunque cosa è ugualmente "facile", ma linux è più facile, per varie ragioni, la prima è che se ti fai pagare qualcuno accetterà di leggersi qualcosa o di consultare il forum, prima di spendere per domande idiote che comunque, a pagamento, sono ben venute.
          • spannocchia tore scrive:
            Re: Reputazione di Linux dura a morire
            il "mito" della facilità l'ho tirato fuori io, ed uso kubuntu.ho installato windows retail e kubuntu, e la mia impressione è: windows si installa al primo colpo, kubuntu no, ha bisogno di accorgimenti (avevo postato anche la mia configurazione per far capire meglio..).i driver per windows li scarichi in futuro, ma solo per avere alcune funzioni ni più: ora come ora windows vista riconosce le schede grafiche e ci puoi giocare, con kubuntu invece devi giocoforza scaricarti il driver per giocarci (dopo usarla per il 2d tutti e 2 i so non richiedono driver, ce li hanno già).poi si passa alle considerazioni personali, e le mie me le tengo per me, visto che qua tutti sanno tutto, anche quello che è giusto io pensi.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Reputazione di Linux dura a morire
      Guarda io non cerco di convincere nessuno, è inutile e controproducente. Ho una tecnica semplice, gratuita e infallibile. Quando qualcuno puntualmente mi chiede di aiutarlo perchè gli si è "bloccato il PC" e/o "mi entrato il virus nel PC, che antivirus posso usare?" mi limito a dirgli: "Antivirus? Non li uso da anni..."Al che mi guardano sorpresi: "E come fai senza antivirus!!!??" come se avere un antivirus fosse come avere la luce elettrica in casa e io "Semplice, non uso Windows.".Non mi sono dovuto sforzare di convincere nessuno, non ho dovuto litigare per stupide guerre di religione, suscito spontaneamente la curiosità e il desiderio di risolvere il problema una volta per tutte e c'è una probabilità molto alta di portare la persona ad almeno un tentativo di installazione.Finora quasi tutti quelli che hanno provato non sono tornati indietro.TAD
      • Squeeeed scrive:
        Re: Reputazione di Linux dura a morire
        - Scritto da: TADsince1995
        Guarda io non cerco di convincere nessuno, è
        inutile e controproducente. Ho una tecnica
        semplice, gratuita e infallibile. Quando qualcuno
        puntualmente mi chiede di aiutarlo perchè gli si
        è "bloccato il PC" e/o "mi entrato il virus nel
        PC, che antivirus posso usare?" mi limito a
        dirgli: "Antivirus? Non li uso da
        anni..."

        Al che mi guardano sorpresi: "E come fai senza
        antivirus!!!??" come se avere un antivirus fosse
        come avere la luce elettrica in casa e io
        "Semplice, non uso
        Windows.".

        Non mi sono dovuto sforzare di convincere
        nessuno, non ho dovuto litigare per stupide
        guerre di religione, suscito spontaneamente la
        curiosità e il desiderio di risolvere il problema
        una volta per tutte e c'è una probabilità molto
        alta di portare la persona ad almeno un tentativo
        di
        installazione.

        Finora quasi tutti quelli che hanno provato non
        sono tornati
        indietro.

        TADStraquotissimo..Il fatto è che molta gente si crede super Esperta solo xche sa manovrare 2 Wizard, oppure perchè ti sà installare Nero craccato..Odiano la console perchè bisogna essere capaci a sfruttarla, io sinceramente faccio quasi tutto da console quando posso, dopo anni di Windows era proprio ora di cambiare aria...Finalmente ora si lavora come si deve, faccio più di prima e ho un affidabilità da paura... mai crashato in 1 anno di utilizzo...
  • miki scrive:
    no per linux = windows
    Io non condivido il fatto che Ubuntu stia diventando sempre più il clone di Windows. Per fortuna esistono altre distribuzioni.
    • scionforbai scrive:
      Re: no per linux = windows

      Io non condivido il fatto che Ubuntu stia
      diventando sempre più il clone di Windows. Per
      fortuna esistono altre
      distribuzioni.+1
    • Nome e cognome scrive:
      Re: no per linux = windows
      - Scritto da: miki
      Io non condivido il fatto che Ubuntu stia
      diventando sempre più il clone di Windows. Per
      fortuna esistono altre
      distribuzioni.In cosa è clone? Perché nel video che hanno messo qui il tipo usava lo sfondo col prato?Gli effetti 3d su Linux sono arrivati prima che su Vista. Poi per il resto se Gnome ti sembra uguale a Windows per me hai bevuto parecchio.
      • miki scrive:
        Re: no per linux = windows
        l'importante è che le caratteristiche e le funzionalità di un sistema GNU/Linux quali la sicurezza, l'efficienza, tutte le potenzialità del kernel, la shell, i file di configurazione, il sistema grafico X11, e chi più ne ha più ne metta, la microsoft non li potrà mai copiare. Io preferisco Gentoo ed Enlightenment... Ubuntu e Gnome non mi piacciono ... Linux e l'open source permettono di scegliere. Scusami se è poco.
      • sanex scrive:
        Re: no per linux = windows
        - Scritto da: Nome e cognome
        Gli effetti 3d su Linux sono arrivati prima che
        su Vista. falso
        • monte scrive:
          Re: no per linux = windows
          - Scritto da: sanex
          - Scritto da: Nome e cognome

          Gli effetti 3d su Linux sono arrivati prima che

          su Vista.

          falsousalo linux, almeno, e bevi di più.
    • 123 scrive:
      Re: no per linux = windows
      - Scritto da: miki
      Io non condivido il fatto che Ubuntu stia
      diventando sempre più il clone di Windows. Per
      fortuna esistono altre
      distribuzioni.ma veramente è microsoft che copia dalle distro linux ed apple...
  • Max scrive:
    Avete rotto....
    ...Rosiconi...io vorrei Linux che fa girare bla bla bla...di Windows, io vorrei Windows bla bla bla...di Linux...Ma perche' non usate quello he vi pare senza dire e' meglio, e' peggio, vorrei vedere quanti di voi fanno uso "avanzato" del PC. Ahhhhh.....i giochi.....ma vaaaaa....(rotfl)
    • johnKent scrive:
      Re: Avete rotto....
      Quoto in pieno.- Scritto da: Max
      ...Rosiconi...io vorrei Linux che fa girare bla
      bla bla...di Windows, io vorrei Windows bla bla
      bla...di Linux...Ma perche' non usate quello he
      vi pare senza dire e' meglio, e' peggio, vorrei
      vedere quanti di voi fanno uso "avanzato" del PC.
      Ahhhhh.....i giochi.....ma
      vaaaaa....(rotfl)
  • CSOE scrive:
    Bene bene
    Anche Linux insegue Vista con effetti grafici 3D, occupazione di RAM, (probabile) pesantezza, plug and play, indicizzazioni infinite ecc.. Forse perchè gli utenti è questo che volgiono ?
    • pippo scrive:
      Re: Bene bene
      - Scritto da: CSOE
      Anche Linux insegue Vista con effetti grafici 3D,
      occupazione di RAM, (probabile) pesantezza, plug
      and play, indicizzazioni infinite ecc..quando il san daniele lo mangerai invece di mettertelo sugli occhi scoprirai che compiz esiste prima di aero
      • 123 scrive:
        Re: Bene bene
        - Scritto da: pippo
        - Scritto da: CSOE

        Anche Linux insegue Vista con effetti grafici
        3D,

        occupazione di RAM, (probabile) pesantezza, plug

        and play, indicizzazioni infinite ecc..

        quando il san daniele lo mangerai invece di
        mettertelo sugli occhi scoprirai che compiz
        esiste prima di
        aeroe sopratutto non occupa ram e risorse visto CPU visto che gestisce tutto la GPU in modo dinamico ed è molto piu leggero...beata ignoranza
        • sanex scrive:
          Re: Bene bene
          - Scritto da: 123
          e sopratutto non occupa ram e risorse visto CPU
          visto che gestisce tutto la GPU in modo dinamico
          ed è molto piu
          leggero...falso, compiz è molto più pesante e più instabile.
          • lontra scrive:
            Re: Bene bene

            falso, compiz è molto più pesante e più instabile.ma quale compiz? quello di default o quello che abiliti con il repo? in quello di default, stabilissimo, hai 3 livelli, a scelta in base alle tue esigenze e gusti.ma chissà a cosa ti si riferisce un troll quando pontifica.sei un troll.
      • sanex scrive:
        Re: Bene bene
        - Scritto da: pippo
        quando il san daniele lo mangerai invece di
        mettertelo sugli occhi scoprirai che compiz
        esiste prima di
        aerofalso
  • reXistenZ scrive:
    ancora sui consumi
    Di questa versione di Ubuntu non so dire nulla, ma personalmente non sono ancora riuscito a trovare una distribuzione che supporti nativamente (cioè senza dover smanettare in un bagno di sangue) per il mio pc lo standby e l'hibernate. Qualunque confronto sui consumi che tenesse conto di queste due fondamentali funzioni farebbe uscire linux con le ossa rotte rispetto a windows.
    • Shu scrive:
      Re: ancora sui consumi
      - Scritto da: reXistenZ
      Di questa versione di Ubuntu non so dire nulla,
      ma personalmente non sono ancora riuscito a
      trovare una distribuzione che supporti
      nativamente (cioè senza dover smanettare in un
      bagno di sangue) per il mio pc lo standby e
      l'hibernate.Il problema di standby e hibernate e` abbastanza grave.Il kernel, di suo, gia` supporta entrambi da almeno 4 anni, ma i produttori di BIOS ACPI non sanno programmare, perche` l'80% dei BIOS ACPI contiene dei bug, o mancano delle funzioni, o non rispettano lo standard (da loro stesso definito) ACPI.Ad ogni nuova versione del kernel vengono inserite tabelle di compatibilita` che "attivano" queste due funzioni per un certo BIOS, ma il lavoro e` lungo perche` i computer vengono prodotti piu` velocemente di quanto i programmatori di Linux riescano a decompilare e trovare i bug nei vari BIOS.Qui:http://acpi.sourceforge.net/trovi un database coi vari BIOS per diversi modelli, decompilati, debuggati e ricompilati, da installare per attivare certe funzioni.Quando i produttori finalmente riusciranno a programmare qualcosa secondo standard (senza delegare poi il lavoro al driver che, guardacaso, fanno SOLO per Windows), standby e hibernate funzioneranno senza problemi.Nel frattempo, se ti va bene rinunciare allo standby (detto anche STR o Suspend-To-Ram) e ti basta l'hibernate (detto anceh STD o Suspend-To-Disk) c'e` suspend2, gia` integrato in diversi kernel, che bypassa completamente ACPI e implementa tutto via software.Non puo` funzionare con il STR perche` serve che sia l'hardware a fare il resume, mentre nell'STD basta che il BIOS avvii il kernel (come fa normalmente) e si arrangia lui ad accorgersi che hai un'immagine STD sul disco.Bye.
      • jeix scrive:
        Re: ancora sui consumi
        - Scritto da: Shu
        - Scritto da: reXistenZ


        Di questa versione di Ubuntu non so dire nulla,

        ma personalmente non sono ancora riuscito a

        trovare una distribuzione che supporti

        nativamente (cioè senza dover smanettare in un

        bagno di sangue) per il mio pc lo standby e

        l'hibernate.

        Il problema di standby e hibernate e` abbastanza
        grave.
        Il kernel, di suo, gia` supporta entrambi da
        almeno 4 anni, ma i produttori di BIOS ACPI non
        sanno programmare, perche` l'80% dei BIOS ACPI
        contiene dei bug, o mancano delle funzioni, o non
        rispettano lo standard (da loro stesso definito)
        ACPI.

        Ad ogni nuova versione del kernel vengono
        inserite tabelle di compatibilita` che "attivano"
        queste due funzioni per un certo BIOS, ma il
        lavoro e` lungo perche` i computer vengono
        prodotti piu` velocemente di quanto i
        programmatori di Linux riescano a decompilare e
        trovare i bug nei vari
        BIOS.

        Qui:
        http://acpi.sourceforge.net/
        trovi un database coi vari BIOS per diversi
        modelli, decompilati, debuggati e ricompilati, da
        installare per attivare certe
        funzioni.

        Quando i produttori finalmente riusciranno a
        programmare qualcosa secondo standard (senza
        delegare poi il lavoro al driver che, guardacaso,
        fanno SOLO per Windows), standby e hibernate
        funzioneranno senza
        problemi.

        Nel frattempo, se ti va bene rinunciare allo
        standby (detto anche STR o Suspend-To-Ram) e ti
        basta l'hibernate (detto anceh STD o
        Suspend-To-Disk) c'e` suspend2, gia` integrato in
        diversi kernel, che bypassa completamente ACPI e
        implementa tutto via
        software.
        Non puo` funzionare con il STR perche` serve che
        sia l'hardware a fare il resume, mentre nell'STD
        basta che il BIOS avvii il kernel (come fa
        normalmente) e si arrangia lui ad accorgersi che
        hai un'immagine STD sul
        disco.

        Bye.insomma, se linux ha un problema è sempre colpa degli altripoveri schiavi (rotfl)
        • ... scrive:
          Re: ancora sui consumi
          Mettila così, se ATI o NVIDIA non producessero driver per Windows, questo non funzionerebbe a dovere.. sarebbe colpa di Windows o di chi non gli fornisce hardware compatibile?
      • reXistenZ scrive:
        Re: ancora sui consumi
        Grazie delle informazioni. Le tue parole mi confermano però che la situazione è molto grave.
    • Tony Mare scrive:
      Re: ancora sui consumi
      uswsusp.... worka con tuttoma se vista a resumare da ram ci mette piu tmpo che a fare un boot completo...mi drogo
  • Daniele scrive:
    Linux avrà successo quando...
    si potranno installare i programmi semplicemente facendo un doppio click su un file di installazione e quando gli oggetti nelle cartlle(e le cartelle stesse,gli hd etc) avranno una visualizzazione "windows style"...Ho provato un paio di volte a installare kubuntu e l'ho tolto proprio perchè mi esaurivo con le dipendenze,sorgenti da compilare etc...Credo che dovrebbero da un lato semplificare il processo di installazione dei programmi:fai doppio click e Linux fa tutto in automatico(mi sembra che sia la strada che sta seguendo ubuntu),dall'altro chi divulga software linux dovrebbe dare il codice già compilato,Inoltre la comunità linux internazionale dovrebbe eleggere il *.deb come standard e a livello globale gli sviluppatori delle varie distro linux dovrebbero "coalizzarsi"!Al momento ci sono troppi progetti,molte buone idee ma energie sprecate perchè ognuno se ne va per i fatti supoi(tra parentesi questo è anche il problema della politica italiana:troppi piccoli partiti=troppe idee=non si va da nessuna parte!Io sono per il pluralismo di idee e di intenti,ed è forse questo il concetto chiave di Linux,però come si dice dalle mie parti "troppi galli a cantà nun schiara mai 'o juorn!".Dovrebbero a mio avviso esserci 3-4 ditribuzioni "principe" e non 300-400 ditribuzioni...L'utonto medio quale sono io non sa che farsene di tutte queste distro!Io voglio operare nel modo più semplice possibile,quindi tutte quelle impostazioni che è possibile modificare con Kde saranno poche per i più smanettoni ma sono sicuramente troppe per un utente medio....La semplicità è la chiave!A suo tempo fu anche la chiave di microsoft che passò da una interfaccia testuale a una grafica...Ritengo sia inutile avere una interfaccia grafica e poi avere 10.000 impostazioni delle quali non si conosce nemmeno il significato....Io sono poco esperto di linux quindi se ho scritto cavolate scusatemi.CiaoDaniele
    • Senbee scrive:
      Re: Linux avrà successo quando...
      - Scritto da: Daniele
      si potranno installare i programmi semplicemente
      facendo un doppio click su un file di
      installazioneVedi, se hai sempre usato un motorino, per passare all'automobile serve almeno che leggi le istruzioni. Altrimenti poi vai su un forum a scrivere che la tua auto fa schifo perché non hai trovato il manubrio.Installare le applicazioni su Ubuntu è molto più facile che su Windows: vai su "Installa applicazioni", cerchi l'applicazione che ti serve e ci clicchi su. FINE. Questo perché Ubuntu sa già dove scaricare e come installare l'applicazione.
      il concetto chiave di Linux,però come si dice
      dalle mie parti "troppi galli a cantà nun
      schiara mai 'o juorn!".Dovrebbero a mio avviso
      esserci 3-4 ditribuzioni "principe" e non 300-400
      ditribuzioni...L'utonto medio quale sono io non
      sa che farsene di tutte queste distro!Vabbè, ma come si fa a impedire questo effetto collaterale della libertà che dà Linux? Fai una legge che vieta di rilasciare nuove distribuzioni? ^_^
      Io sono poco esperto di linux
      quindi se ho scritto cavolate
      scusatemi.Ciao

      DanieleNon ti preoccupare, anzi scusa tu il tono un po' canzonatorio, ovviamente si fa per scherzare e per spiegare meglio.A rileggerti.
      • Daniele scrive:
        Re: Linux avrà successo quando...
        - Scritto da: Senbee

        Vedi, se hai sempre usato un motorino, per
        passare all'automobile serve almeno che leggi le
        istruzioni. Altrimenti poi vai su un forum a
        scrivere che la tua auto fa schifo perché non hai
        trovato il
        manubrio.

        Installare le applicazioni su Ubuntu è molto più
        facile che su Windows: vai su "Installa
        applicazioni", cerchi l'applicazione che ti serve
        e ci clicchi su. FINE. Questo perché Ubuntu sa
        già dove scaricare e come installare
        l'applicazione.
        Non ho mai detto che linux fa schifo,anzi mi è piaciuto molto...Però fatto sta che gli unici programmi che sono riuscito a installare sono quelli che ho scaricato direttamente dai server di ubuntu...(avrei voluto installare kismet,che credo sia un programma abbastanza noto,ma (sigh!)viene ditribuito solo come codice sorgente).Per non parlare poi dei problemi al xorg.conf che ho dovuto risolvere per riuscire a installare kubuntu sul mio notebook (che tra parentesi sta sostituendo il computer desktop almeno per quanto riguarda l'uso SOHO quindi le varie distros farebbero bene ad avere un occhio di riguardo per questo tipo di utenza)...Io credo che sia interesse di tutta l'umanità far si che linux abbia successo,sia perchè il mercato è attualmente monopolistico e non mi va che in futuro (ma credo anche nel presente) che colui che produce il mio SO possa spiarmi,sia perchè più ha successo ora più ne avrà in futuro (è la logica del mercato,microsoft è diventato quello che è anche perchè si è imposto come standard de facto grazie alla sua diffussione)sia perchè è gratuito e ciò può solo fare del bene ai paesi più poveri,ma anche a quelli più ricchi che hanno spese per la PA altissime,come l'Italia.Detto questo spero che ora sia chiaro il mio punto di vistaCiaoDaniele
        • BlueSky scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...
          - Scritto da: Daniele
          Non ho mai detto che linux fa schifo,anzi mi è
          piaciuto molto...Però fatto sta che gli unici
          programmi che sono riuscito a installare sono
          quelli che ho scaricato direttamente dai server
          di ubuntu...(avrei voluto installare kismet,che
          credo sia un programma abbastanza noto,ma
          (sigh!)viene ditribuito solo come codice
          sorgente).Questo non è un problema di linux, ma di chi programma kismet casomai. Se decidessero di non creare un installer o un eseguibile per Windows te le prenderesti con Microsoft o con chi ha creato kismet?Se hai difficoltà, comunque, puoi sempre chiedere in qualche forum o su usenet. Qualche anima pia che ti crea un pacchetto potresti trovarlo.
          Per non parlare poi dei problemi al
          xorg.conf che ho dovuto risolvere per riuscire a
          installare kubuntu sul mio notebook (che tra
          parentesi sta sostituendo il computer desktop
          almeno per quanto riguarda l'uso SOHO quindi le
          varie distros farebbero bene ad avere un occhio
          di riguardo per questo tipo di utenza)...Le varie distribuzioni hanno un occhio di riguardo per tutti. Ci sono distribuzioni che si preoccupano anche di chi ha pc con 64 mb di ram, figurati se lasciano per strada quelli che usano i laptop. Il problema è sempre il supporto dei produttori hardware. Se tu avessi un laptop con scheda nvidia probabilmente non avresti problemi. Con le Ati ancora purtroppo ce ne sono. In futuro probabilmente cambierà, visto l'apertura delle specifiche delle schede grafiche Ati.Lo stesso, comunque, vale per gli altri prodotti.
          che sia interesse di tutta l'umanità far si che
          linux abbia successo,sia perchè il mercato è
          attualmente monopolistico e non mi va che in
          futuro (ma credo anche nel presente) che colui
          che produce il mio SO possa spiarmi,sia perchè
          più ha successo ora più ne avrà in futuro (è la
          logica del mercato,microsoft è diventato quello
          che è anche perchè si è imposto come standard de
          facto grazie alla sua diffussione)Direi non solo grazie alla sua diffusione, se ti leggi qualcosa su come ha ottenuto il suo dominio. Comunque l'auspicio di una maggiore concorrenza è condivisibilissimo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2007 11.09-----------------------------------------------------------
        • pippo scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...
          - Scritto da: Daniele
          avrei voluto installare kismet,che
          credo sia un programma abbastanza noto,è nei repo ufficiali almeno da dapper (più indietro non ho controllato) ;)
          • ... scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            Confermo! Con "apt-cache search kismet" lo trovi, con "sudo apt-get install kismet" lo installi. :)
      • anonino scrive:
        Re: Linux avrà successo quando...
        - Scritto da: Senbee
        Installare le applicazioni su Ubuntu è molto più
        facile che su Windows: vai su "Installa
        applicazioni", cerchi l'applicazione che ti serve
        e ci clicchi su. FINE. Questo perché Ubuntu sa
        già dove scaricare e come installare
        l'applicazione.wow, allora è magia pura! non sarebbe meglio dire che Ubuntu sa già dove scaricare e come installare l'applicazione a patto che:1) tu abbia in /etc/apt/sources.list i repository che contengono i binari .deb dell'applicazione cercata.2) che il repository in questione abbia la versione più aggiornata del software che s'intende installare3) che non ci siano dipendenze mancanti all'interno dei repository necessarie a un dato programma per funzionareperché se una di queste tre condizioni non si verifica, la bellissima e utilissima "magia" di Ubuntu che "sa già dove scaricare e come installare l'applicazione" non si verifica.più passa il tempo e più mi rendo conto che si sta creando una fantamitologia metropolitana attorno a Linux che ha dell'incredibile. tutto frutto di un'approssimazione creata da utonti o troppo fanatici e proselitisti per dire la semplice verità, o troppo poco pratici dei meccanismi interni a un sistema operativo: guardano l'input, vedono l'output e gridano "Ma è magia!"
        • FDG scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...
          - Scritto da: anonino
          1) tu abbia in /etc/apt/sources.list i repository
          che contengono i binari .deb dell'applicazione
          cercata.
          2) che il repository in questione abbia la
          versione più aggiornata del software che
          s'intende
          installare
          3) che non ci siano dipendenze mancanti
          all'interno dei repository necessarie a un dato
          programma per funzionare E tutto questo è sicuramente più semplice di: vai sul sito dello sviluppatore, scarichi l'applicazione e la lanci con un doppio click.
          • anonino scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: FDG

            E tutto questo è sicuramente più semplice di: vai
            sul sito dello sviluppatore, scarichi
            l'applicazione e la lanci con un doppio
            click.
            sai che fa ridere? ma non nel modo che dici tu. immagina questa situazione: cerchi la versione più recente di un programma che lo sviluppatore ha rilasciato solo come sorgente e tu non sai "compilare i sorgenti". Synaptic ti dà nell'elenco una versione più vecchia che tu non vuoi installare (c'è la nuova perché dovresti installare la vecchia!?). vai su Google e trovi già un pacchetto precompilato (.deb) dell'applicazione, apri la console, fai sudo dpkg -i ~/Download/applicazione_0.99-i386.deb e scopri che ci sono delle dipendenze mancanti. resisti alla tentazione di fare un force del pacchetto per ignorare le dipendenze e cerchi quel che manca su Internet. Non lo trovi e decidi di postare un Help sul forum di Ubuntu, dove ti dicono candidamente che nei repository della versione semestrale successiva alla tua LTS c'è già l'applicazione e tutte le dipendenze soddisfatte. Devi semplicemente editare il sources.list di apt e fare un upgrade della distribuzione. Wow, fermi un attimo!? E io per installare un'applicazione di 1.2MB devo scaricare 786 MB di aggiornamenti del sistema? Caspiterina se è facile installare le cose su Ubuntu!
          • Senbee scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...

            Devi semplicemente editare il
            sources.list di apt e fare un upgrade della
            distribuzione. Wow, fermi un attimo!? E io per
            installare un'applicazione di 1.2MB devo
            scaricare 786 MB di aggiornamenti del sistema?
            Caspiterina se è facile installare le cose su
            Ubuntu!LOL, guarda che per due dipendenze non soddisfatte puoi benissimo aggiornare SOLO le dipendenze che servono, mica devi installare tutto! :oOltretutto il tuo discorso è allucinante perché si riferisce solo a un caso particolarissimo, paragonabile a quando hai XP e vuoi un software che funziona solo su Vista... :D :D
          • anonino scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: Senbee
            LOL, guarda che per due dipendenze non
            soddisfatte puoi benissimo aggiornare SOLO le
            dipendenze che servono, mica devi installare
            tutto!
            :o

            Oltretutto il tuo discorso è allucinante perché
            si riferisce solo a un caso particolarissimo,
            paragonabile a quando hai XP e vuoi un software
            che funziona solo su Vista... :D
            :DROTFL peccato che se aggiorni quelle due dipendenze apt ti dice che deve rimuovere mezzo sistema operativo! e poi sono casi particolarissimi? ma se i NG e Forum sono pieni di thread del genere!
          • Senbee scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            Ovvio, se cerchi di aggiornare un software la cui novità si basa sull'architettura della nuova versione!Da notare che non hai risposto alla critica più sostanziale: è come quando vuoi un software per Vista ma hai XP.E i casi sono tantissimi. Almeno con Ubuntu non devi formattare e reinstallare tutto, acquistando pure la licenza nuova..! ^_^Come la mettiamo? Coda di paglia?
          • anonino scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: Senbee
            Da notare che non hai risposto alla critica più
            sostanziale: veramente la critica più sostanziale a questo ramo del thread era questa: è più facile installare qualcosa su Ubuntu o su Windows. e credo di aver dato abbondanti prove a dimostrazione che avere l'installer per Windows sul sito del produttore rende più facile installare il programma su quel O.S., mentre su Ubuntu vai sul sito del produttore, trovi i sorgenti, cerchi i binari su Internet (senza le dipendenze), poi cerchi un repository ed editi sources.list e solo dopo scarichi i pacchetti e li installi. tutto con un grosso "speriamo che vada bene" e tantissimo tempo in ricerca. vi piace il modello "bazzar"? be' eccovelo in tutto il suo splendore! vai alla bancarella a, poi alla bancarella b, trovi il prodotto ma devi andare alla bancarella c, d ed e per ottenere compiutamente quello che vuoi. sarà per questo che la gente preferisce andare agli ipermercati, invece che ai mercati rionali?
            Come la mettiamo? Coda di paglia?No avevo Ubuntu, che è peggio che dire "ho la coda di paglia"!
          • Boe scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: anonino
            veramente la critica più sostanziale a questo
            ramo del thread era questa: è più facile
            installare qualcosa su Ubuntu o su Windows. e
            credo di aver dato abbondanti prove a
            dimostrazione che avere l'installer per Windows
            sul sito del produttore rende più facile
            installare il programma su quel O.S., mentre su
            Ubuntu vai sul sito del produttore, trovi i
            sorgenti, cerchi i binari su Internet (senza le
            dipendenze), poi cerchi un repository ed editi
            sources.list e solo dopo scarichi i pacchetti e
            li installi. tutto con un grosso "speriamo che
            vada bene" e tantissimo tempo in ricerca. vi
            piace il modello "bazzar"? be' eccovelo in tutto
            il suo splendore! vai alla bancarella a, poi alla
            bancarella b, trovi il prodotto ma devi andare
            alla bancarella c, d ed e per ottenere
            compiutamente quello che vuoi. sarà per questo
            che la gente preferisce andare agli ipermercati,
            invece che ai mercati
            rionali?Scusa, ma mi sembra una contraddizione tutto il tuo discorso.Una "versione nuova" disponibile solo sottoforma di sorgenti e` abbastanza raro che avvenga. Se si tratta di aggiornare evidentemente quel sw e` stato impacchettato come .deb (o rpm che sia), indi per cui anche la nuova versione sara` impacchettata.Il fatto e` che per Windows non esistono (eccetto casi rari) programmi sottoforma di sorgenti. Per cui tu non vedi la "nuova versione" fino a quando il produttore non crea gli intellers.Per questo hai l'impressione che Ubuntu non ti dia la possibilita` di aggiornare.Tutto cio` IMHO ovviamente :D
          • Senbee scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...

            veramente la critica più sostanziale a questo
            ramo del thread era questa: è più facile
            installare qualcosa su Ubuntu o su Windows. e
            credo di aver dato abbondanti prove a
            dimostrazione che avere l'installer per Windows
            sul sito del produttore rende più facile
            installare il programma su quel O.S., mentre su
            Ubuntu vai sul sito del produttore, trovi i
            sorgenti, cerchi i binari su Internet (senza le
            dipendenze), poi cerchi un repository ed editi
            sources.list e solo dopo scarichi i pacchetti e
            li installi.No, non è così. Quello che dici accade solo per pochissime applicazioni, che se non sono nei repository ufficiali è proprio perché non sono completamente e sicuramente compatibili e affudabili al 100%.Oltretutto invece che aggiungere righe a sources.list quasi tutti i programmi non compresi nei repository ufficiali hanno l'equivalente di windows: scarichi un .deb e col tasto destro clicchi su "Installa". Che oltretutto è un metodo molto più sicuro dell'eseguibile di windows (proprio perché il .deb non è un file eseguibile).Tu stai criticando la mancanza di applicazioni nei repository, non il meccanismo di installazione.
          • anonino scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: Senbee
            Tu stai criticando la mancanza di applicazioni
            nei repository, non il meccanismo di
            installazione.veramente io criticavo la tua affermazione iniziale:Questo perché Ubuntu sa già dove scaricare e come installare l'applicazione.come se Ubuntu sapesse già dove scaricare qualsiasi programma presente su Internet (ma non nei repository). e lo hai detto a un utente che non sa proprio nulla di cos'è apt, synaptic eccetera. questa io la chiamo disonestà intellettuale che non fa bene né a chi si avvicina al mondo Linux, né al mondo di Linux stesso. La capacità di Ubuntu di permetterti l'installazione di un programma grazie ad apt (e alle sue GUI Synaptic o Adept) sta nella capacità di tenere aggiornati i repository e di soddisfare sempre tutte le dipendenze che un dato programma richiede. ciò non è vero: basta fare una ricerca su Google con le parole chiave "Ubuntu" + "dependencies" per scoprire che non è assolutamente vero e che sono in tanti gli utenti di Ubuntu ad avere problemi d'installazione del software. tra parentesi avrai notato che a parte te quasi tutti hanno accettato quel che ho detto (segno questo che quasi tutti ci siamo trovati nell'empasse di non poter installare un programma nonostante stiamo usando apt-synaptic-adept) non solo in fase di installazione di un programma, ma anche in fase di aggiornamento (gli aggiornamenti proposti da Ubuntu!). la realtà è che ancora oggi è più facile per un utente installare qualcosa (dal più misconosciuto freeware al più celebrato software) su Windows che su Ubuntu. e non te lo dice il più sfegatato dei windowsiani, ma uno che ha seguito persone nella migrazione (molto spesso abortita) verso Ubuntu e ha notato la frequenza con cui questo problema torna a galla. e se 1 su 100 è abbastanza testardo per continuare, ce ne sono sempre 99 che tornano al caro vecchio windows.
          • FDG scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: anonino
            la realtà è che ancora oggi è più facile per un
            utente installare qualcosa (dal più misconosciuto
            freeware al più celebrato software) su Windows
            che su Ubuntu...Condivido al 100%. Provate a spiegare ad una persona che è all'asciutto di informatica cos'è una dipendenza... perché purtroppo sarà necessario spiegarglielo!La realtà è che la gente si trova meglio scaricandosi il pacchettino col binario che poi apre con un doppio click. Basta chiedere ai diretti interessati e capire qual'è il loro punto di vista senza fare gli zeloti.
          • anonino scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: Senbee
            Ma LOL! Guarda che se l'applicazione è nella
            lista (infinitamente lunga) di applicazioni
            presente in "Installa applicazioni", quello che
            ho scritto è assolutamente
            vero!un'altra affermazione che non ha peso (nel senso che è detta alla leggera): infinitamente lunga. cioè lunga quanto i programmi presenti su sourceforge. ma fammi il piacere! ma la smetti di fare la reclame a Ubuntu? vuoi iniziare a parlare seriamente? infinitamente lunga? cioè conta tutto il software disponibile per linux? tutti i progetti alternativi a AutoCAD elencati che un utente in cerca di quell'alternativa chiede di provare prima di decidere quale adottare? un qualsiasi geometra che vuole passare a linux e intende provarli si trova a dover scavalcare questo primo importante scoglio. ci sono i binari .deb per tutti questi programmi? e le dipendenze sono tutte soddisfatte? una semplicissima richiesta di un utente nuovo a Ubuntu e Linux.su Internet si sprecano gli How To su come installare un dato programma su Ubuntu. già il fatto che abbiano deciso di abilitare Compiz di default su Gibbons è segno che nonostante la marea di tutorial su come installarlo e abilitarlo (tutti semplici, ma meno semplici di un doppioclick) per i mantainer di Ubuntu è stato un obbligo preparare "la pappa già pronta".
            La mia esperienza è opposta: finora ho aiutato
            nella migrazione più di una ventina di persona e
            solo due sono tornate a Windows. E solo a causa
            di software di lavoro, comprati e disponibili
            solo per Win, o per un paio di giochi, o per
            alcune
            winperiferiche.certo, se installi ubuntu alla nonna, quella manco se ne accorge che gli hai cambiato sistema operativo. prova a farlo invece con chi fa uso intensivo del pc e vedi quali risultati ottieni. dopo tre minuti ti mandano a quel paese. a te e a ubuntu.
          • krane scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: anonino
            - Scritto da: Senbee

            Ma LOL! Guarda che se l'applicazione è nella

            lista (infinitamente lunga) di applicazioni

            presente in "Installa applicazioni", quello che

            ho scritto è assolutamente vero!
            un'altra affermazione che non ha peso (nel senso
            che è detta alla leggera): infinitamente lunga.
            cioè lunga quanto i programmi presenti su
            sourceforge. ma fammi il piacere!Da quando Acrobad reader della Adobe o Flash di macromedia stanno su surgeforge ? Strano eppure si trovano nella lista di software da installare.
            ma la smetti di fare la reclame a Ubuntu? vuoi
            iniziare a parlare seriamente? infinitamente
            lunga? cioè conta tutto il software disponibile
            per linux?E su windows dove si trova la lista di tutto il software disponibile ?
            tutti i progetti alternativi a AutoCAD
            elencati che un utente in cerca di
            quell'alternativa chiede di provare prima di
            decidere quale adottare? un qualsiasi geometra
            che vuole passare a linux e intende provarli si
            trova a dover scavalcare questo primo importante
            scoglio. E per windows o mac come farebbe ? Dove andrebbe a prendere informazioni ? Come si possono provare quei programmi ?
            ci sono i binari .deb per tutti questi
            programmi? e le dipendenze sono tutte soddisfatte?
            una semplicissima richiesta di un utente nuovo a
            Ubuntu e Linux.Non vedo perche' non dovrebbero esserci dipendente insoddisfatte o cose del genere, soprattutto con i programmi a pagamento per linux non ho mai visto o avuto problemi del genere, cose come Maya o Ansys.
            su Internet si sprecano gli How To su come
            installare un dato programma su Ubuntu. già il
            fatto che abbiano deciso di abilitare Compiz di
            default su Gibbons è segno che nonostante la
            marea di tutorial su come installarlo e
            abilitarlo (tutti semplici, ma meno semplici di
            un doppioclick) per i mantainer di Ubuntu è stato
            un obbligo preparare "la pappa già pronta".Verametne quello che ha fatto scalpore e' che sia installato di default...

            La mia esperienza è opposta: finora ho aiutato

            nella migrazione più di una ventina di persona e

            solo due sono tornate a Windows. E solo a causa

            di software di lavoro, comprati e disponibili

            solo per Win, o per un paio di giochi, o per

            alcune winperiferiche.
            certo, se installi ubuntu alla nonna, quella
            manco se ne accorge che gli hai cambiato sistema
            operativo. prova a farlo invece con chi fa uso
            intensivo del pc e vedi quali risultati ottieni.Quindi adesso linux e' troppo semplice per i professionisti mentre va benissimo per le nonne... Interessante...Fino a qualche post fa era il contrario (rotfl)
            dopo tre minuti ti mandano a quel paese. a te e a
            ubuntu.Sara' per quello che le percentuali di chi usa linux continuano ad aumentare nonostante la gente non se lo trovi MAI preinstallato e SCELGA scientemente di passare a questo SO ?
          • BlueSky scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...

            veramente la critica più sostanziale a questo
            ramo del thread era questa: è più facile
            installare qualcosa su Ubuntu o su Windows. e
            credo di aver dato abbondanti prove a
            dimostrazione che avere l'installer per Windows
            sul sito del produttore rende più facile
            installare il programma su quel O.S., mentre su
            Ubuntu vai sul sito del produttore, trovi i
            sorgenti, cerchi i binari su Internet (senza le
            dipendenze), poi cerchi un repository ed editi
            sources.list e solo dopo scarichi i pacchetti e
            li installi.Domanda. Se sul sito del produttore non trovi un installer per Windows ma solo i sorgenti come fai?Risposta: Compili.Dov'è la differenza? Che per Windows quando ti trovi l'installer è perché qualcuno ha già pensato a te, che sei probabilmente incapace di usare un compilatore. Invece per Linux no. Perché? Forse dovresti soffermarti un attimo a pensarci, senza arrivare subito alla conclusione che è perché quelli di Linux sono amanti delle cose complicate o non sono capaci di farle semplici.
          • FDG scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: BlueSky
            Risposta: Compili.Ma perché dovrebbero esserci solo i sorgenti? Qualsiasi pacchetto scarico da sourceforge è già presente in forma binaria.
          • FDG scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: krane
            Su windows devo cominciare dall'aprire il mulo e
            scaricare Visual Studio???Questo è un problema di Microsoft e Windows, non della soluzione binario autosufficiente che si lancia con un doppio click.
          • Pallino scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: krane

            Su windows devo cominciare dall'aprire il mulo e

            scaricare Visual Studio???
            Questo è un problema di Microsoft e Windows, non
            della soluzione binario autosufficiente che si
            lancia con un doppio click.Esatto: proprio come un virus e senza passare attraverso l'installer del sistema... E' uno dei piu' grossi problemi di sicurezza di windows in effetti.
          • FDG scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: Pallino
            Esatto: proprio come un virus e senza passare
            attraverso l'installer del sistema... E' uno dei
            piu' grossi problemi di sicurezza di windows in
            effetti.Si chiama Troian e non è un problema di sicurezza dovuto ad un baco del software. E' lo stesso che convincerti ad usare un repository farlocco per farti installare software malevolo.
          • Pallino scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Pallino

            Esatto: proprio come un virus e senza passare

            attraverso l'installer del sistema... E' uno dei

            piu' grossi problemi di sicurezza di windows in

            effetti.
            Si chiama Troian e non è un problema di sicurezza
            dovuto ad un baco del software. E' lo stesso che
            convincerti ad usare un repository farlocco per
            farti installare software malevolo.Intanto gia' farmi inserire un repo malevolo voglio vederlo, viene vista come una cosa strana da un esperto, mentre un non esperto non sa cosa vuol dire.Inoltre essendo passato dall'installer di sistema non e' un problema eliminarlo disinstallarlo, poiche' l'installer sa esattamente dove ha messo ogni singolo file del programma e puo' eliminarlo.
          • FDG scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: Pallino
            Intanto gia' farmi inserire un repo malevolo
            voglio vederloIngegneria sociale.
            Inoltre essendo passato dall'installer di sistema
            non e' un problema eliminarlo disinstallarlo,
            poiche' l'installer sa esattamente dove ha messo
            ogni singolo file del programma e puo'
            eliminarlo.Si, certo, perché chi mette un troian nel repository poi non corre subito a mettersi un binario da qualche altra parte. Domanda: dai la password di amministratore per installare software? Ok, diciamo pure che il binario è un rootkit. Meglio a questo punto provare il binario come normale utente, magari in una sandbox.Insomma, lascia perdere la sicurezza. E' solo una questione di semplicità.
          • Colla scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Pallino

            Intanto gia' farmi inserire un repo malevolo

            voglio vederlo
            Ingegneria sociale.

            Inoltre essendo passato dall'installer di sistema

            non e' un problema eliminarlo disinstallarlo,

            poiche' l'installer sa esattamente dove ha messo

            ogni singolo file del programma e puo'

            eliminarlo.

            Si, certo, perché chi mette un troian nel
            repository poi non corre subito a mettersi un
            binario da qualche altra parte. Domanda: dai la
            password di amministratore per installare
            software? Ok, diciamo pure che il binario è un
            rootkit. Meglio a questo punto provare il binario
            come normale utente, magari in una
            sandbox.

            Insomma, lascia perdere la sicurezza. E' solo una
            questione di
            semplicità.Cioe' non si capisce ne' che volessi dire, ne' che cosa c'entra con quello che diceva il tipo prima
          • BlueSky scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: krane
            L'unica volta che ho dovuto cercare qualcosa che
            non era trovabile nel gestore di pacchetti ho
            scaricato il .deb, ci ho clickato e... Questo finché trovi il .deb e finché puoi collegarti ad internet quando lo installi per scaricare le dipendenze o puoi utilizzare strumenti come apt-zip (sempre che ci siano dipendenze, perché alcuni programmi proprietari sono degli eseguibili completi racchiusi in un pacchetto deb che non fa altro che metterli al loro posto ed aggiungere una voce nel menu). Ma io stavo parlando del caso in cui non c'è il deb.
            Su windows devo cominciare dall'aprire il mulo e
            scaricare Visual StudioSu Windows scarichi dev++. Ma non è questo il punto. Quello che vorrei che certe persone cominciassero a capire è perché quando vai sui vari siti di progetti open non ti trovi un eseguibile già bello pronto da scaricare, e del perché i sistemi d'installazione in Linux prevedono tante dipendenze. Un sistema che ha tantissimi vantaggi, ma qualche inevitabile contropartita. Sarebbe meglio, imho, ovviare al problema usando strumenti che permettano di avere il programma in un solo eseguibile, senza tante rogne quando non si può o non si vuole usare il gestore di pacchetti e non si vuole dipendere dalla presenza o meno di un compilatore sul sistema installato.E' una pecca non avere il programma completo in un unico eseguibile senza dipendenze, imho. Ma non è di certo un buon motivo per non adottare Linux, semplicemente perché è molto meglio usare i pacchetti ed i vari programmi per gestire le miriadi di dipendenze, che installarsi i programmi completi che occupano molto più spazio, sono più lenti da caricare ecc.
          • FDG scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: anonino
            ROTFL peccato che se aggiorni quelle due
            dipendenze apt ti dice che deve rimuovere mezzo
            sistema operativo! e poi sono casi
            particolarissimi? ma se i NG e Forum sono pieni
            di thread del genere!Oppure pensa al caso in cui hai due applicativi che devi usare, uno vuole la versione 1.x di una certa libreria, un altro richiede la 2.x, e le due versioni sono assolutamente incompatibili perché lo sviluppatore ha pensato bene di cambiare le api dalla versione 1 alla versione 2 e di non definire un nuovo pacchetto... e allora ti devi risolvere il problema a manina.
          • pippo scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...

            Caspiterina se è facile installare le cose su
            Ubuntu!vero, ma almeno puoi...a me è capitato di trovare versioni per winxp che sul 2000 non si installavano e non potevo compilarle, li mortacci loro
        • Senbee scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...
          Quando installi Ubuntu hai già i repository più importanti attivati.Se vuoi attivare anche gli altri, senza dover andare nella temibile riga di comando, basta andare su "gestore pacchetti" -
          "Gestisci repository" e ATTIVARE gli altri con un click.Cosa che peraltro potrebbe essere messa di default, se non fosse che bisogna rispettare dei copyright per i repository di applicazioni proprietarie.
        • pippo scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...

          2) che il repository in questione abbia la
          versione più aggiornata del software che
          s'intende
          installarevero, ma con rilasci semestrali, i backport che da feisty hanno iniziato a funzionare decentemente, repo curati come quello di 3v1n0 (che è l'unico repo non ufficiale che ho) generalmente, se il software che cerchi è nei repo, è alla versione più aggiornata (ufficiale)...il problema è che spesso, vedi compiz, si vogliono installare versioni cvs, beh in tal caso se non spunta un san 3v1n0 penso che la compilazione non sia poi così impensabile :)
          • Tuanonna scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            3v1n0 ha rivoluzionato il mondo dei backport su ubuntu, da quando ho i suoi repository trovo davvero TUTTO da synaptic. Non ho dovuto più compilare nulla (a parte truecrypt, che in effetti si rifiuta di funzionare se aggiorni due byte di kernel)
        • max scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...
          - Scritto da: anonino
          - Scritto da: Senbee

          1) tu abbia in /etc/apt/sources.list i repository
          che contengono i binari .deb dell'applicazione
          cercata.Esce già così di default, non è un'opzione
          2) che il repository in questione abbia la
          versione più aggiornata del software che
          s'intende
          installareIl repository è quello di Ubuntu e il software più aggiornato è già quello
          3) che non ci siano dipendenze mancanti
          all'interno dei repository necessarie a un dato
          programma per
          funzionare
          Quando non si conosce apt è facilissimo confondersi le idee, qui http://yep.it/apt c'e' una spiegazione di questo "astruso" meccanismo di update
          perché se una di queste tre condizioni non si
          verifica, la bellissima e utilissima "magia" di
          Ubuntu che "sa già dove scaricare e come
          installare l'applicazione" non si
          verifica.
          Condizioni non esistenti dunque. Penso che tu sia l'unico che non riesca ad installare gli aggiornamenti con Ubuntu... ad ogni modo potresti essere un interessantissimo "problem case"
          più passa il tempo e più mi rendo conto che si
          sta creando una fantamitologia metropolitana
          attorno a Linux che ha dell'incredibile. tutto
          frutto di un'approssimazione creata da utonti o
          troppo fanatici e proselitisti per dire la
          semplice verità, o troppo poco pratici dei
          meccanismi interni a un sistema operativo:
          guardano l'input, vedono l'output e gridano "Ma è
          magia!"Opinione personalissima. Credo che vi sia reversibilità in quello che tu dici, ovvero: sparlando di cose che non si conoscono (rimando alla tua svista su apt e le dipendenze) hai semplicemente dimostrato che l'imput o l'output sono parole a vanvera e, dopo tutto, l'approsimazione della tua analisi è un bene per tutti noi.Auguri per il prossimo riavvio.
      • Risposta alla notizia scrive:
        Re: Linux avrà successo quando...
        - Scritto da: Senbee
        Installare le applicazioni su Ubuntu è molto più
        facile che su Windows: vai su "Installa
        applicazioni", cerchi l'applicazione che ti serve
        e ci clicchi su. FINE. Questo perché Ubuntu sa
        già dove scaricare e come installare
        l'applicazione.Infatti e ovviamente questo lo fa solo Ubuntu!!! Tutte le altre distribuzuzioni non hanno repository e gestione pacchetti....Mah......
        • anonino scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...
          - Scritto da: Risposta alla notizia
          Infatti e ovviamente questo lo fa solo Ubuntu!!!
          Tutte le altre distribuzuzioni non hanno
          repository e gestione
          pacchetti....
          Mah......c'è ormai un analogo dell'utonto windowsiano in giro: si chiama ubutonto. è quello che crede che Ubuntu abbia introdotto tutto, che sappia fare tutto. è un ex utonto di windows, passato a Ubuntu perché dire di essere a favore dell'open source "fa figo"!
          • pippo scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            - Scritto da: anonino
            - Scritto da: Risposta alla notizia


            Infatti e ovviamente questo lo fa solo Ubuntu!!!

            Tutte le altre distribuzuzioni non hanno

            repository e gestione

            pacchetti....

            Mah......

            c'è ormai un analogo dell'utonto windowsiano in
            giro: si chiama ubutonto. è quello che crede che
            Ubuntu abbia introdotto tutto, che sappia fare
            tutto. è un ex utonto di windows, passato a
            Ubuntu perché dire di essere a favore dell'open
            source "fa
            figo"!però è già in ritardo, ad oggi mi sembra che fa più figo di essere figo passare a arch (e, ovviamente, dire che ubuntu, o ubuntoz, fa schifo ;))
          • pippo scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            preciso voleva essere una frase impersonale, non ce l'ho con nessuno (se non con qualche blogger letto in giro :D)
          • Tuanonna scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...

            c'è ormai un analogo dell'utonto windowsiano in
            giro: si chiama ubutonto. è quello che crede che
            Ubuntu abbia introdotto tutto, che sappia fare
            tutto. è un ex utonto di windows, passato a
            Ubuntu perché dire di essere a favore dell'open
            source "fa
            figo"!hahah, hai perfettamente ragione, fa incazzare questo fondamentalismo open source, che porta appunto a chiamare le persone normali (non ultra-geek) utonti, windows winzoz, MS M$ e via discorrendo. Per non parlare della setta Stallman (se fosse per lui utilizzeremmo tutti solo emacs su terminale). Basta togliersi il prosciutto dagli occhi per poter valutare serenamente pro e contro dei due sistemi operativi. E questo lo scrive uno che usa esclusivamente Ubuntu da quando è uscito Breezy.
        • Senbee scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...
          Dove avrei scritto che lo fa solo Ubuntu?Oltretutto qui si sta parlando di Ubuntu quindi è ovvio che mi riferisca a quello, no?Certo che non avete proprio più idea di dove andare a parare per attaccare Linux, eh?
          • Risposta alla notizia scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            Guarda che io uso Linux!!Però se dici "installare le applicazioni su Ubuntu è molto più facile.....""...Questo perché Ubuntu sa già dove scaricare e come installare l'applicazione."Sembra che queste cose le faccia solo Ubuntu!!Tu hai risposto a Daniele che parlava di Linux, non di Ubuntu!
          • Senbee scrive:
            Re: Linux avrà successo quando...
            :D Scusa, ho cliccato sul "Rispondi" sbagliato! ^_^Comunque sia, è chiaro che si parla di Ubuntu, l'ho specificato solo perché in altre distribuzione non è così semplice, tutto qui.
    • pippo scrive:
      Re: Linux avrà successo quando...
      - Scritto da: Daniele
      si potranno installare i programmi semplicemente
      facendo un doppio click su un file di
      installazione grazie a gdebi (o all'equivalente di kde che non ricordo ora) è più o meno così.Per tacere dell'installazione dai repositories superiore alla controparte (non per caso c'è un'idea di portare un sistema simile in windows live update)
      e quando gli oggetti nelle
      cartlle(e le cartelle stesse,gli hd etc) avranno
      una visualizzazione "windows style"...Stiamo parlando di grafica?
      un paio di volte a installare kubuntu e l'ho
      tolto proprio perchè mi esaurivo con le
      dipendenze,sorgenti da compilare etc...onestamente è un po' che non compilo software visto che trovo sempre qualcuno che lo ha già fatto per me.Se tu hai un *.deb il sistema delle dipendenze non è un problema, a meno che quel deb non sia compilato con una libreria diversa dalla tua.Ma qua va fatto un distinguo sulle possibilità:a) aggiornare la libreria (magri pure di sistema), magari con una patch esoterica, è una pessima idea, poiché al prossimo dist-upgrade l'aggiornamento non va a buon fine.b) si può compilare il programma con librerie statiche (incluse) ed è quello che fa mozilla nel suo tar rilasciato sul sito... a mio avviso è una soluzione applicabile solo in pochi casi, sia perché viene a mancare il concetto di shared library sia perché non sempre i risultati sono eccellenti http://erlug.linux.it/pipermail/erlug/2004-04/msg00091.htmlQuindi il sistema di dipendenze è essenziale e non sostituibile da n-mila programmi compilati con librerie statiche, peraltro delle dipendenze se ne occupa il deb, per cui se non devi compilare a te importa poco. Se invece ti lanci nella compilazione mi auguro che il file readme (leggimi) sia stato letto :D e, sicuramente, il balletto configure-make-su-make install non è per newbie...ma mi chiedo, se per windows non trovi il binario (esempio se vuoi installare una versione cvs) cosa fai?
      Credo che
      dovrebbero da un lato semplificare il processo di
      installazione dei programmi:fai doppio click e
      Linux fa tutto in automatico(mi sembra che sia la
      strada che sta seguendo ubuntu),dall'altro chi
      divulga software linux dovrebbe dare il codice
      già compilatoè esattamente così, aggiungerei che il sistema dei repositories e relativa interfaccia è un modo di trovare e installare software superiore a quello a cui windows ci ha abituato.
      Dovrebbero a mio avviso
      esserci 3-4 ditribuzioni "principe" e non 300-400
      ditribuzioni...le distribuzioni principi sono intorno a quell'ordine di grandezza (se non 4 entro la decina, paragonabili diciamo alle versioni di windows xp+ le varie "distro" vista), non credo che un nuovo utente a digiuno di linux e di gnu si rivolga a slackware come scelta.
      L'utonto medio quale sono io non
      sa che farsene di tutte queste distro!E chi se ne frega :-Dl'utonto di cui sopra utilizzerò ubuntu, mandriva, fedora, opensuse, pclinuxos o simili...spero che non si voglia levarmi la libertà di usare slack o arch o di crearmi la mia dstro personale per bibliotecari che magari include software inutile per il 99,9% di persone, ma utile per me e per quel 0.1% che magari scarica la mia distro.
      Io voglio
      operare nel modo più semplice possibile,quindi
      tutte quelle impostazioni che è possibile
      modificare con Kde saranno poche per i più
      smanettoni ma sono sicuramente troppe per un
      utente medio....qua entri a pie' pari nel "flame" gnome vs kde :-Dmolti sviluppatori di gnome pensano a te come utente medio ed è una scelta di target, altri, come kde (almeno fino alla 3.x, forse con la si cambia intento) mirano a un target diverso (persone per cui, per fare un esempio celebre, non poter personalizzare il comportamento del tasto destro del mouse è una grave mancanza ;))
      • Daniele scrive:
        Re: Linux avrà successo quando...
        - Scritto da: pippo
        - Scritto da: Daniele

        si potranno installare i programmi semplicemente

        facendo un doppio click su un file di

        installazione

        grazie a gdebi (o all'equivalente di kde che non
        ricordo ora) è più o meno
        così.

        Per tacere dell'installazione dai repositories
        superiore alla controparte (non per caso c'è
        un'idea di portare un sistema simile in windows
        live
        update)




        un paio di volte a installare kubuntu e l'ho

        tolto proprio perchè mi esaurivo con le

        dipendenze,sorgenti da compilare etc...

        onestamente è un po' che non compilo software
        visto che trovo sempre qualcuno che lo ha già
        fatto per
        me.
        Se tu hai un *.deb il sistema delle dipendenze
        non è un problema, a meno che quel deb non sia
        compilato con una libreria diversa dalla
        tua.
        Ma qua va fatto un distinguo sulle possibilità:
        a) aggiornare la libreria (magri pure di
        sistema), magari con una patch esoterica, è una
        pessima idea, poiché al prossimo dist-upgrade
        l'aggiornamento non va a buon
        fine.
        b) si può compilare il programma con librerie
        statiche (incluse) ed è quello che fa mozilla nel
        suo tar rilasciato sul sito... a mio avviso è una
        soluzione applicabile solo in pochi casi, sia
        perché viene a mancare il concetto di shared
        library sia perché non sempre i risultati sono
        eccellenti
        http://erlug.linux.it/pipermail/erlug/2004-04/msg0

        Quindi il sistema di dipendenze è essenziale e
        non sostituibile da n-mila programmi compilati
        con librerie statiche, peraltro delle dipendenze
        se ne occupa il deb, per cui se non devi
        compilare a te importa poco.


        è esattamente così, aggiungerei che il sistema
        dei repositories e relativa interfaccia è un modo
        di trovare e installare software superiore a
        quello a cui windows ci ha
        abituato.
        conosco i repositories e so che potenzialmente sono una grande cosa,ma vorrei avere la libertà di installare un programma anche se mi trovo non in linea oppure di installare direttamente un file scaricato da un sito..Chiedo(da ignorante):le dipendenze di un file non possono essere incluse nel file di installazione stesso???O mi hai risposto a questa domanda prima dicendo:"Quindi il sistema di dipendenze è essenziale e non sostituibile da n-mila programmi compilati con librerie statiche, peraltro delle dipendenze se ne occupa il deb, per cui se non devi compilare a te importa poco."



        L'utonto medio quale sono io non

        sa che farsene di tutte queste distro!

        E chi se ne frega :-D
        l'utonto di cui sopra utilizzerò ubuntu,
        mandriva, fedora, opensuse, pclinuxos o
        simili...spero che non si voglia levarmi la
        libertà di usare slack o arch o di crearmi la mia
        dstro personale per bibliotecari che magari
        include software inutile per il 99,9% di persone,
        ma utile per me e per quel 0.1% che magari
        scarica la mia
        distro.
        Nessuno ti vuole togliere alcuna libertà,esistono e sempre esisteranno distribuzioni "particolari",come ad esempio MythTv per i mediacenter che sono molto utili ma non credo sia il caso che siano sviluppate da un solo (a volte) sviluppatore o da un manipolo di coraggiosi...Infatti di Myth esiste anche la versione già integrata con ubuntu Mythubuntu,quella con fedora etc..Penso ad esempio che una una distribuzione del genere non sia una attività "core" dello sviluppo di Linux,ma che comunque debba essere presa in mano dalle grandi ditribuzioni per fare concorrenza a Windows media center..Penso ad degli esempi celebri (compiz vs Beryl) che per fortuna si sono risolti favorevolmente (compiz fusion) grazie al buon senso ma che potevano rimanere due prodotti incompleti solo perchè c'erano due teste pensanti ma non c'era nessuno che li coordinasse...Per questo dico che bisogna unire gli sforzi,non perchè voglia togliere libertà a nessuno,ma per perseguire un obiettivo comune...se ognuno fa per conto suo come si può pervenire a un risultato soddisfacente???Tra parentesi all'università stiamo facendo un esperimento per conto dell'MIT sui modelli di intelligenza collettiva...Dovremo risolvere un problema in gruppo (gruppo di una 50ina di persone)utilizzando interfacce diverse(forum,wiki e un terzo modello) e verificare con quale dei tre si arriva a risultati più performanti...
        • pippo scrive:
          Re: Linux avrà successo quando...
          - Scritto da: Daniele
          - Scritto da: pippo

          - Scritto da: Daniele


          si potranno installare i programmi
          semplicemente
          ma vorrei avere la libertà
          di installare un programma anche se mi trovo non
          in linea in tal caso ti suggerisco la tecnica del repository locale o su dvd (se un amico a banda larga ti scarica tutti i repo) o progetti come ubuntupkgscan http://www.ubuntupkgscan.netsons.org/index.php (tra l'altro fatto da italiani) che ti permette di scaricare da qualunque pc il file deb (se incluso nei repo) e relative dipendenze, con uno script di installazione. Fai una prova ad esempio proprio con kismet
          Chiedo(da
          ignorante):le dipendenze di un file non possono
          essere incluse nel file di installazione
          stesso?sì, compilandole staticamente che è quello che fa, ad esempio mozilla per il firefox messo a disposizione sul suo sito.Sul perché sia un metodo da non applicare su grande scala imando al link di prima.E' comunque una possibilità per gli sviluppatori (skype ad esempio lo fa per le versione vecchie di ubuntu che non hanno le librerie qt 4 incluse nei repo)
          Penso ad degli esempi
          celebri (compiz vs Beryl) che per fortuna si sono
          risolti favorevolmente (compiz fusion) grazie al
          buon senso ma che potevano rimanere due prodotti
          incompleti solo perchè c'erano due teste pensanti
          ma non c'era nessuno che li coordinasse...e invece il buon risultato di compiz fusion è stato quello di avere una curva di sviluppo in caduta libera (vedi cadenza contributi nel git) e di avere il plugin 3d che in beryl era perfetto in compiz fusion "rotto", non funzionante o con una scelta (cubo minuscolo, finestre giganti) folle ;)A me è capitato di modificare un'estensione di firefox, ho proposto i cambiamenti all'autore e non lo hanno convinto, io ho pubblicato allora la mia versione, ma di certo non avrei contribuito (né per voglia, né per interesse, né per capacità) a uno sviluppo della sua.E' vero che a volte unire le forze aiuta, ma anche vero che non è detto che chi fa qualcosa per hobby o per convinzione (vedi gnewsense) avrebbe lavorato lo stesso ad ubuntu.prendi il caso di linux mint ad esempio... è un ubuntu con pacchetti in più, non credo che il lavoro di reimpacchettamento pur importante, sia lo stesso di sviluppare nuovi driver ati, no?tra l'altro niente si distrugge nell'open source, gnewsens sembrava una cavolata e una perdita di tempo, ma d quella è nata un tool estremamente utile per l personalizzazione delle distro (oltre a essere nata gubuntu)E i due che hanno lavorato a gnewsense di certo non avrebbero lavorato (per voglia, oltre che per interessi) ai restricted driver di ubuntu :-DOT per quanto riguardo i media center io guarderei a linuxMCE (derivata da pluto) che già attualmente è, a mio avviso, pari o superiore ai media center windows
          ma per
          perseguire un obiettivo comune...se ognuno fa per
          conto suo come si può pervenire a un risultato
          soddisfacente?vero, ma molti progetti nascono per studio, diletto, hobby e non è detto che tu possa automaticamente passare quelle persone ad altri progetti come fossero pacchi ;)
    • Tony Mare scrive:
      Re: Linux avrà successo quando...
      ma quali sorgenti da compilare... ci sono i pacchetti per quasi tutto ciò che serve..... aptitude install nom-[TAB] + facile di così...o forse ti bummi da mattina a sira e ti svegli rintronato con la bava alla bocca ricordandoti che sei passato da pescara solo per gridare 'sono ciucco' e 'ho cagato nero' ???--------------io mi bumbo, non mi bumbo, vai tranquillo che non mi bumbo. ciao
    • pippo75 scrive:
      Re: Linux avrà successo quando...
      - Scritto da: Daniele
      si potranno installare i programmi semplicemente
      facendo un doppio click su un file di
      installazione qui ti do ragione, ma non e' colpa delle distro ma chi distribuisce i pacchetti.cmq. se non ricordo male c'e' un qualcosa del tipo Autopackage che da una mano al caso.Teoricamente dovrebbe esseri un sito di programmi gia' pacchettizati in questo modo, al momento non conosco il link, se qualcuno lo sa.......
      progetti,molte buone idee ma energie sprecateil problema e' un'altro, prendi un campo qualsiasi ( scegli tu) piglia 20 persone del settore soprascelto e mettile d'accordo ( se ci riesci ).ciao
  • bi biiii scrive:
    E xubuntu?
    Scusate ma la distro che utilizzaxfce cioe' xubuntu e' uscita anche lei inversione 7.10. Cioe' il rilascio delle altre due(kubuntu e xubuntu) e' contemporaneo a quello diubuntu o segue una strada sua e se lo e' da dove scaricola nuova versione di xubuntu?
    • bi biiii scrive:
      Re: E xubuntu?

      Cioe' il rilascio delle altre due
      (kubuntu e xubuntu) e' contemporaneo a quello di
      ubuntu o segue una strada sua e se lo e' da dove
      scarico
      la nuova versione di xubuntu?Mi rispondo in parte da solo, il numero di versionedella nuova xubuntu e anche il nome in codice sara' lostesso, non ho pero' ancora capito se mi devoaspettare il rilascio contemporaneo di tutte e tre.
      • Senbee scrive:
        Re: E xubuntu?
        In genere kubuntu esce con qualche ora o al massimo un paio di giorni di ritardo rispetto a Ubuntu. Xubuntu non so.
      • pentolino scrive:
        Re: E xubuntu?
        - Scritto da: bi biiii

        Cioe' il rilascio delle altre due

        (kubuntu e xubuntu) e' contemporaneo a quello di

        ubuntu o segue una strada sua e se lo e' da dove

        scarico

        la nuova versione di xubuntu?

        Mi rispondo in parte da solo, il numero di
        versione
        della nuova xubuntu e anche il nome in codice
        sara'
        lo
        stesso, non ho pero' ancora capito se mi devo
        aspettare il rilascio contemporaneo di tutte e
        tre.In genere il rilascio è sostanzialmente contemporaneo, al di là di eventuali diffrenze dovute per lo più all' aggiornamento dei mirror...
    • pippo scrive:
      Re: E xubuntu?
      in teoria sì, escono vicine se non in contemporanea, tieni conto però che xubuntu non è più ufficialmente supportato da canonical anche se risiede sui loro server, ci sono i repo per xfce etc
      • bi biiii scrive:
        Re: E xubuntu?
        - Scritto da: pippo
        in teoria sì, escono vicine se non in
        contemporanea, tieni conto però che xubuntu non è
        più ufficialmente supportato da canonical anche
        se risiede sui loro server, ci sono i repo per
        xfce
        etcQuesta e' una notizia interessante, peccato pero' chenon venga supportata ufficialmente.Ma questa xubuntu e' ubuntu che avvia xfce al postodi gnome o ha differenze piu' profonde?Io ho una mini-ITX con un Via C6 e 250 Mega di ram sullaquale ho sempre usato la buona e fida Slackware.Approfitto della vostra competenza per chiedere seUbuntu include di default anche xfce e si tratta solodi piazzarci il solito .xinirc modificato e "uala'",il desktop leggero oppure se alleggerirla richiedeinterventi piu' sostanziali. Insomma se installoUbuntu sulla mia epia la riesco anche a sfrondarefacilmente degli appesantimenti e ottengo facilmenteun OS desktop piu' friendly di slack o mi convienetenermi la Slack e continuare a configurarmela a colpidi vi?O mi conviene comunque provare xubuntu?Qualcuno sa consigliarmi?
        • scionforbai scrive:
          Re: E xubuntu?

          un OS desktop piu' friendly di slack o mi conviene
          tenermi la Slack e continuare a configurarmela a
          colpi di vi?Io per esperienza diffido delle distro "user friendly". Si passa più tempo a togliere features inutili che ad aggiungere ad una distro minimale quello di cui hai effettivamente bisogno.Io voto per Slack, tutta la vita. Al limite c'è Arch Linux, che è un po' più semplice da gestire della Slack grazie al gestore di pacchetti pacman, e probabilmente più orientata al 'bleeding edge', che è bene per il desktop. Ma rimane comunque da settare a colpi di vi, il che per me è e resta la più grande feature dei sistemi GNU/linux.
        • ... scrive:
          Re: E xubuntu?
          Credo che l'unica differenza risieda nel desktop manager. Posso dirti che la 7.04 funziona bene, l'ultima non ancora la provo.. sono appena passato dalla 5.10 alla 7.04 (dopo due anni) ^_^
    • 123 scrive:
      Re: E xubuntu?
      - Scritto da: bi biiii
      Scusate ma la distro che utilizza
      xfce cioe' xubuntu e' uscita anche lei in
      versione 7.10. Cioe' il rilascio delle altre due
      (kubuntu e xubuntu) e' contemporaneo a quello di
      ubuntu o segue una strada sua e se lo e' da dove
      scarico
      la nuova versione di xubuntu?si escono in contemporaneaxubuntu è comunque ubuntu di base solo che al posto di scaricarti ubuntu-desktop hai su xfce-desktop (o simile) che nulla ha a che fare con il cuore di ubuntu, è solo interfaccia grafica
      • Overnoise scrive:
        Re: E xubuntu?
        - Scritto da: 123
        - Scritto da: bi biiii

        Scusate ma la distro che utilizza

        xfce cioe' xubuntu e' uscita anche lei in

        versione 7.10. Cioe' il rilascio delle altre due

        (kubuntu e xubuntu) e' contemporaneo a quello di

        ubuntu o segue una strada sua e se lo e' da dove

        scarico

        la nuova versione di xubuntu?

        si escono in contemporanea
        xubuntu è comunque ubuntu di base solo che al
        posto di scaricarti ubuntu-desktop hai su
        xfce-desktop (o simile) che nulla ha a che fare
        con il cuore di ubuntu, è solo interfaccia
        graficaAttenzione,xubuntu è differente da ubuntu non solo perchè usa XFCE come window managers ma soprattutto perchè usa XFCE come desktop manager.Le distribuzioni linux possono usare una miriade di window managers che però si appoggiano su pochissimi desktop managers. I più famosi sono i 3 Gnome, KDE, XFCE.L'importante è sapere che differenza c'è tra desktop manager e window manager (non banale).
  • Bex scrive:
    gli unici problemi che ha ancora linux
    1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti diversi(es Gaming, Home, Office, Server. FINE)2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ... magari creando un FRONTEND per gli utenti EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un filesystem da nerd che non a tutti è comprensibile.3 - (ma non è un problema di linux) Bisogna spingere sull'opengl per quanto riguarda il gaming... bisogna COGLIERE L'ATTIMO ora che microsoft ha fatto una boiata restringendo le dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non piace a molti. QUESTO E' IL MOMENTO BUONO per spingere sullo sviluppo OpenGL. Vediamo se chi di dovere saprà sfruttare questa gustosa opportunità di cambiare il mondo del gaming.
    • regol scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio
      averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti
      diversi
      (es Gaming, Home, Office, Server. FINE)

      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.

      3 - (ma non è un problema di linux) Bisogna
      spingere sull'opengl per quanto riguarda il
      gaming... bisogna COGLIERE L'ATTIMO ora che
      microsoft ha fatto una boiata restringendo le
      dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non
      piace a molti. QUESTO E' IL MOMENTO BUONO per
      spingere sullo sviluppo OpenGL. Vediamo se chi di
      dovere saprà sfruttare questa gustosa opportunità
      di cambiare il mondo del
      gaming.bah, io conosco linux da molto tempo e ora uso vista, mi trovo bene
      • lastfeel scrive:
        Re: gli unici problemi che ha ancora linux
        per prima le partizioni in linux non sono da nerd come dici te basta leggere un po e cmq se ti piace fare clica clica nessuno ti dici di no hasta la vista
    • marco scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      Bisogna
      spingere sull'opengl per quanto riguarda il
      gaming...le opengl sono molto più difficili da programmare rispetto alle directx. E' per questo che il 99% delle software hose ha scelto le directx.
      microsoft ha fatto una boiata restringendo le
      dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non
      piace a molti. Microsoft con le directx10 ha fatto la scelta giusta, dato che così può sfruttare il nuovo display driver di Vista (con tutti i vantaggi che porta) e le possibilità di scheduling fra GPU e CPU che XP non ha. Il tutto si traduce in un maggior numero di poligoni al secondo (anche 10 volte maggiore!), a parità di potenza hardware.XP ha dei limiti architetturali. Le directx10 non sono delle semplice librerire aggiornate, ma sono una nuova evoluzione. Ben venga se le DirectX10 possono beneficiare della nuova architettura di Vista
      • Ken Shiro scrive:
        Re: gli unici problemi che ha ancora linux

        le opengl sono molto più difficili da programmare
        rispetto alle directx. E' per questo che il 99%
        delle software hose ha scelto le
        directx.con la nuova versione delle opengl, questo problema è stato superato e la difficolta di programmazione è pari alle dx10; più che altro gli sviluppatori utilizzano maggiormente le dx perche la microsoft offre degli incentivi a chi sviluppa motori grafici con le sue librerie;
        Microsoft con le directx10 ha fatto la scelta
        giusta, dato che così può sfruttare il nuovo
        display driver di Vista (con tutti i vantaggi che
        porta) e le possibilità di scheduling fra GPU e
        CPU che XP non ha. Il tutto si traduce in un
        maggior numero di poligoni al secondo (anche 10
        volte maggiore!), a parità di potenza
        hardware.questa affermazione ha fatto parte della campagna pubblicitaria di microsoft per le directx, è stato tutto smentito dai benchmark di lost planet, company of heroes ecc... si diceva che sarebbero aumentati i dettagli grafici senza calo di framerate, invece si registrano cali dal 50% al 100%, e questo la dice lunga...
        XP ha dei limiti architetturali. Le directx10 non
        sono delle semplice librerire aggiornate, ma sono
        una nuova evoluzione. Ben venga se le DirectX10
        possono beneficiare della nuova architettura di
        Vistaanche questo è completamente falso, lo dimostrano sia le affermazioni di nvidia che avrebbe voluto le dx10 anche su xp, sia il reverse engineering fatto da allyproject, anche questa mossa non è altro che una spinta al passaggio di vista.
      • frank hillary scrive:
        Re: gli unici problemi che ha ancora linux
        ma scusa... tu sei per caso un PR di microsoft? no, perche', sai... con tutte le balle e invenzioni di fantainformatica che hai scritto nero su bianco... non so come potrai giustificarti!
    • trepz scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio
      averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti
      diversi
      (es Gaming, Home, Office, Server. FINE)Avere molta scelta ti fa così schifo? e in ogni caso Ubuntu è famosa e sicuramente tutte le sue versioni comprendono quei 4 usi che hai elencato
      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.Il filesystem *nix esiste ed è così da molto tempo prima di winzoz. Tanto hai la tua home e lì ci crei tutte le directory D, E, Q, Z che vuoi.
      3 - (ma non è un problema di linux) Bisogna
      spingere sull'opengl per quanto riguarda il
      gaming... bisogna COGLIERE L'ATTIMO ora che
      microsoft ha fatto una boiata restringendo le
      dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non
      piace a molti. QUESTO E' IL MOMENTO BUONO per
      spingere sullo sviluppo OpenGL. Vediamo se chi di
      dovere saprà sfruttare questa gustosa opportunità
      di cambiare il mondo del
      gaming.Politicamente (e non tecnicamente perchè non ho le competenze per esprimere giudizi) su questo punto sono d'accordo.
      • ... scrive:
        Re: gli unici problemi che ha ancora linux

        Avere molta scelta ti fa così schifo? e in ogni
        caso Ubuntu è famosa e sicuramente tutte le sue
        versioni comprendono quei 4 usi che hai
        elencatoAlle software house/aziende che vogliono scrivere programmi e driver si.
    • Olmo scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux

      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.?? Avere un'icona con su scritto Win è da nerd? E credi davvero che se un utente ha difficoltà a comprendere l'attuale organizzazione del file system di Linux sia in grado di gestire il resto? Cioè, basta rinominare il mountpoint per risolvere uno dei tre ultimi problemi di Linux?PS.Indirizzare le partizioni con le lettere è medievale: i nomi sono sempre relativi (pensa ad una penna USB) e diventa impossibile usare indirizzamenti assoluti; inserisci un disco removibile e rischi che ti saltino centinaia di impostazioni. La verità è che le lettere sono una vergogna di Windows, che perfino Amiga negli anni 80 non aveva.
      • lastfeel scrive:
        Re: gli unici problemi che ha ancora linux
        - Scritto da: Olmo

        2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto

        piu comodo vedere le partizioni come C, D, E,
        ...

        magari creando un FRONTEND per gli utenti

        EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un

        filesystem da nerd che non a tutti è

        comprensibile.

        ?? Avere un'icona con su scritto Win è da nerd? E
        credi davvero che se un utente ha difficoltà a
        comprendere l'attuale organizzazione del file
        system di Linux sia in grado di gestire il resto?
        Cioè, basta rinominare il mountpoint per
        risolvere uno dei tre ultimi problemi di
        Linux?

        PS.Indirizzare le partizioni con le lettere è
        medievale: i nomi sono sempre relativi (pensa ad
        una penna USB) e diventa impossibile usare
        indirizzamenti assoluti; inserisci un disco
        removibile e rischi che ti saltino centinaia di
        impostazioni. La verità è che le lettere sono una
        vergogna di Windows, che perfino Amiga negli anni
        80 non
        aveva.sei un grande bella questa
      • cognome scrive:
        Re: gli unici problemi che ha ancora linux
        - Scritto da: Olmo

        2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto

        piu comodo vedere le partizioni come C, D, E,
        ...

        magari creando un FRONTEND per gli utenti

        EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un

        filesystem da nerd che non a tutti è

        comprensibile.

        ?? Avere un'icona con su scritto Win è da nerd? E
        credi davvero che se un utente ha difficoltà a
        comprendere l'attuale organizzazione del file
        system di Linux sia in grado di gestire il resto?
        Cioè, basta rinominare il mountpoint per
        risolvere uno dei tre ultimi problemi di
        Linux?

        PS.Indirizzare le partizioni con le lettere è
        medievale: i nomi sono sempre relativi (pensa ad
        una penna USB) e diventa impossibile usare
        indirizzamenti assoluti; inserisci un disco
        removibile e rischi che ti saltino centinaia di
        impostazioni. La verità è che le lettere sono una
        vergogna di Windows, che perfino Amiga negli anni
        80 non aveva.Quoto tutto...A parte: non "perfino Amiga"... Ma..."Giustamente essendo 10 anni anvanti l'Agiga gia' aveva..."(amiga)(amiga)(amiga)(amiga)
    • Wiseman scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio
      averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti
      diversi
      (es Gaming, Home, Office, Server. FINE)La proliferazione di distro è ESATTAMENTE ciò che distingue Linux dagli altri sistemi. Ed è ciò che maggiormente ne rispecchia la filosofia.SI parte da LFS (ti prendi i sorgenti e te lo compili come cavolo vuoi) oppure prendi tra le varie centinaia la distro che risponde maggiormente alle tue esigenze o che è più di tuo gusto. Gratuita o a pagamento che sia.Per esempio, io adoro Sabayon, che in più è anche made in Italy quindi superiore a qualunque altra.
      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.Perchè, se non hai il floppy, il primo disco si chiama "C" e non "A" o "B"?Perchè se aggiungi un disco o una partizione rti si cambiano tutte le lettere e non ti funzionano più i software che hai installato sul disco "Q"?Ma soprattutto è veramente così complicato scrivere "/cdrom/" anzichè "E:"?Casomai il vero problema di Ubuntu è dove mette i file, che sono sparsi per tutto il disco in direttori privi di ogni logica ed ordine...(Provate a cercare gli xml che definiscono il menu delle applicazioni: sono almeno tre file in tre direttori differenti...)In questo è molto migliore GoboLinux, che tenta di razionalizzare un po' la struttura del filesystem (capisci perchè servono centinaia di distro?)
      3 - (ma non è un problema di linux) Bisogna
      spingere sull'opengl per quanto riguarda il
      gaming... bisogna COGLIERE L'ATTIMO ora che
      microsoft ha fatto una boiata restringendo le
      dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non
      piace a molti. QUESTO E' IL MOMENTO BUONO per
      spingere sullo sviluppo OpenGL. Vediamo se chi di
      dovere saprà sfruttare questa gustosa opportunità
      di cambiare il mondo del
      gaming.Boh?Pacman mi gira sul Vic20, il resto del gaming è solo tempo sbattuto via... Scusate ma non riesco proprio ad entusiasmarmi per i PC che tentano di imitare le playstation...
      • ... scrive:
        Re: gli unici problemi che ha ancora linux

        In questo è molto migliore GoboLinux, che tenta
        di razionalizzare un po' la struttura del
        filesystem (capisci perchè servono centinaia di
        distro?)Però, dal momento che il mondo linux dichiara onorata di essere una comunità mi domando come mai non ci si ritrovi tutti intorno ad un tavolo (si usa internet quindi può essere molto grosso), non si espongano le varie esperienze, dove funzionano e dove no, come sono state affrontate, risolte e non si arriva a standarizzare una visione pratica per rendere la vita più facile alla gente.Se si pensa che una persona normale cominci a provare a nastro tutte le distro esistenti si è veramente scemi: ne prova una, due, facciamo cinque poi se non la trova come vuole lui mette una croce sopra linux e torna a windows più fedele di prima.
        • krane scrive:
          Re: gli unici problemi che ha ancora linux
          - Scritto da: ...

          In questo è molto migliore GoboLinux, che tenta

          di razionalizzare un po' la struttura del

          filesystem (capisci perchè servono centinaia di

          distro?)
          Però, dal momento che il mondo linux dichiara
          onorata di essere una comunità mi domando come
          mai non ci si ritrovi tutti intorno ad un tavolo
          (si usa internet quindi può essere molto grosso),
          non si espongano le varie esperienze, dove
          funzionano e dove no, come sono state affrontate,
          risolte e non si arriva a standarizzare una
          visione pratica per rendere la vita più facile
          alla gente.
          Se si pensa che una persona normale cominci a
          provare a nastro tutte le distro esistenti si è
          veramente scemi: ne prova una, due, facciamo
          cinque poi se non la trova come vuole lui mette
          una croce sopra linux e torna a windows più
          fedele di prima.La persona normale non sa che c'e' linux, sa che c'e' Ubuntu, che e' un SO e che e' concorrente a windows.Io non ho mai sentito alla fermata del tram 2 signore parlare se fosse migliore una Sabayon o le sue derivate, in compenso ho sentito dire che della BUBUNBU che il figlio gli ha messo sul PC per navigare ne parlavano in TiVVu.
          • ... scrive:
            Re: gli unici problemi che ha ancora linux
            Ma dove vivi ? La gente non sa che c'è linux ?Ti rendo noto che negli ultimi 5 e più anni in edicola si trovano più riviste che parlano di linux che di mac e win (non ancora di pc in generale).Chi vuole linux deve solamente cacciare fuori una manciata di euro ed ha il suo linux bello e pronto e comunque in ogni caso questa gente è cresciuta che se qualcosa non piace su windows troverà sicuramente un pulsante da premere, non sospetta che su linux invece deve cercare un assurdo file di configurazione da editare a mano (compreso compiz su feisty). Il vero problema è che la gente non vede linux negli store di informatica, quando compra la stampante e controlla sulla scatola non trova scritto "dentro cd con driver per linux (o eventualmente un suo servizio particolare, che si spera sia disponibile dappertutto)". Quando compra un video gioco li trova con copertine recanti playstation, wii, xbox, games for windows (!) ed eventualmente un logo sotto in bella vista col faccione del mac e lo ying e yang ma niente pinguini, cappelli rossi, cerchi della pace o gecki Se non si risolvono questi due problemi una o cento riviste/distribuzioni non cambieranno un bel niente.
          • Pallino scrive:
            Re: gli unici problemi che ha ancora linux
            - Scritto da: ...
            Ma dove vivi ? La gente non sa che c'è linux ?Quelli che non si interessano di informatica e si fanno installare il pc dal figlio o dal nipote ? Quelli che per dire che aprono il browser dicono : apro internet.Quelli che c'e' "LaMail" e "c'e' internet" e le due cose non hanno legami tra loro.Quelli che non sono mai passati davanti alla parte di edicola che parlasse di quelle robe tecnologiche perche' sono lontani da dove si trova Gente e Cronaca Vera.
            Ti rendo noto che negli ultimi 5 e più anni in
            edicola si trovano più riviste che parlano di
            linux che di mac e win (non ancora di pc in
            generale).
            Chi vuole linux deve solamente cacciare fuori una
            manciata di euro ed ha il suo linux bello e
            pronto e comunque in ogni caso questa gente è
            cresciuta che se qualcosa non piace su windows
            troverà sicuramente un pulsante da premere, non
            sospetta che su linux invece deve cercare un
            assurdo file di configurazione da editare a mano
            (compreso compiz su feisty).Intanto questa gente dovrebbe scoprire che cos'e' un SO e che non e' una strana magia saldata all'interno del cubo delle meraviglie.
            Il vero problema è che la gente non vede linux
            negli store di informatica, quando compra la
            stampante e controlla sulla scatola non trova
            scritto "dentro cd con driver per linux (o
            eventualmente un suo servizio particolare, che si
            spera sia disponibile dappertutto)". Quando
            compra un video gioco li trova con copertine
            recanti playstation, wii, xbox, games for windows
            (!) ed eventualmente un logo sotto in bella vista
            col faccione del mac e lo ying e yang ma niente
            pinguini, cappelli rossi, cerchi della pace o
            gecki Che il monopolio microsoft sia un problmea si sa da un bel po', ci sono interi libri scritti da economisti al riguardo.
            Se non si risolvono questi due problemi una o
            cento riviste/distribuzioni non cambieranno un
            bel niente.Soprattutto perche' quando trovi ignorantemente un pc in uno store non hai modo di avere altro preinstallato se non windows.
          • ... scrive:
            Re: gli unici problemi che ha ancora linux

            Quelli che per dire che aprono il browser dicono
            : apro
            internet.
            Quelli che c'e' "LaMail" e "c'e' internet" e le
            due cose non hanno legami tra
            loro.
            Quelli che non sono mai passati davanti alla
            parte di edicola che parlasse di quelle robe
            tecnologiche perche' sono lontani da dove si
            trova Gente e Cronaca
            Vera.Questi sono quelli che che "se clicco su internet non apre niente" e che neanche tra un milione di anni potranno usare linux com'è adesso.
            Intanto questa gente dovrebbe scoprire che cos'e'
            un SO e che non e' una strana magia saldata
            all'interno del cubo delle
            meraviglie.
            Con windows vanno su "internet" SENZA SAPERE COS'E' UN SO, forse sarebbe ora di adottare questa politica anche nel mondo linux dal momento che l'uso di prodotti informatica non è più questione di elite da un bel po'
            Che il monopolio microsoft sia un problmea si sa
            da un bel po', ci sono interi libri scritti da
            economisti al
            riguardo.Un videogioco con scritto playstion e wii sarebbe merito del "monopolio microsoft" ? uno magari, nome a caso, tipo football manager 2007 dove mi chiude sulla stessa copertina i loghi di win e mac (qui poi ci sono due loghi vs uno di windows) sarebbe merito del monopolio di microsoft ?Ma chi è così imbecille da non capire che microsoft non sarebbe miliardaria se pagasse tangenti verso ogni produttore di hardware e software del mondo perchè non supporti linux ?Qui il problema è solo di linux e della sua comunità disorganizzata e rissosa.
            Soprattutto perche' quando trovi ignorantemente
            un pc in uno store non hai modo di avere altro
            preinstallato se non
            windows.Cazzata: ogni quartiere conta almeno un negozietto di computer. Nel raggio medio di percorso che si compie per arrivare al supermercato di turno se ne possono incrociare anche una decina di questi negozietti. Chi vuole linux, come c'è la rivista in edicola, può andare in questi buchi e chiedere esplicitamente di volere linux.Certo che se va sul generico non dev'essere il negoziante a fargli propaganda.
          • Pallino scrive:
            Re: gli unici problemi che ha ancora linux
            - Scritto da: ...

            Quelli che per dire che aprono il browser dicono

            : apro

            internet.

            Quelli che c'e' "LaMail" e "c'e' internet" e le

            due cose non hanno legami tra

            loro.

            Quelli che non sono mai passati davanti alla

            parte di edicola che parlasse di quelle robe

            tecnologiche perche' sono lontani da dove si

            trova Gente e Cronaca

            Vera.
            Questi sono quelli che che "se clicco su internet
            non apre niente" e che neanche tra un milione di
            anni potranno usare linux com'è adesso.Infatti : perche' non lo trovano preinstallato, altrimenti accenderebbero il Pc e clickerebbero il browser convinti di "aprire internet", cosi' come fanno con windows.Evitando perfino la "complicatissima" parte di attivazione iniziale che molti con windows tornano al negozio a farsi fare dal commesso spaventati.

            Intanto questa gente dovrebbe scoprire che cos'e'

            un SO e che non e' una strana magia saldata

            all'interno del cubo delle meraviglie.
            Con windows vanno su "internet" SENZA SAPERE
            COS'E' UN SO, forse sarebbe ora di adottare
            questa politica anche nel mondo linux dal momento
            che l'uso di prodotti informatica non è più
            questione di elite da un bel po'Infatti la risposta e' : linux preinstallato.Del resto quali problemi potrebbe dare a questi utenti un linux preinstallato e preconfigurato ?

            Che il monopolio microsoft sia un problmea si sa

            da un bel po', ci sono interi libri scritti da

            economisti al riguardo.
            Un videogioco con scritto playstion e wii sarebbe
            merito del "monopolio microsoft" ? uno magari,
            nome a caso, tipo football manager 2007 dove mi
            chiude sulla stessa copertina i loghi di win e
            mac (qui poi ci sono due loghi vs uno di windows)
            sarebbe merito del monopolio di microsoft ?Che c'entrano le console ???
            Ma chi è così imbecille da non capire che
            microsoft non sarebbe miliardaria se pagasse
            tangenti verso ogni produttore di hardware e
            software del mondo perchè non supporti linux ?Infatti molto hw linux lo supporta, quale sarebbero i problemi di una macchina acquistata preinstallata e preconfigurata con linux ?
            Qui il problema è solo di linux e della sua
            comunità disorganizzata e rissosa.Che rapporti avrebbe la comunita' con la gente di cui si stava parlando ? Certo non e' gente che vada nei LUG.

            Soprattutto perche' quando trovi ignorantemente

            un pc in uno store non hai modo di avere altro

            preinstallato se non windows.
            Cazzata: ogni quartiere conta almeno un
            negozietto di computer. Nel raggio medio di
            percorso che si compie per arrivare al
            supermercato di turno se ne possono incrociare
            anche una decina di questi negozietti. Chi vuole
            linux, come c'è la rivista in edicola, può
            andare in questi buchi e chiedere esplicitamente
            di volere linux.Ma stavamo parlando di persone che ne' freguentano l'edicola ne' i negozietti di computer; al massimo li trovi nei superstore.
            Certo che se va sul generico non dev'essere il
            negoziante a fargli propaganda.Infatti il negoziante non dovrebbe fare propaganda ne' a windows ne a linux ne' a mac, ma offrire vari tipi di soluzione, cosa che al momento non avviene a causa del ben noto monopolio.
          • Risposta alla notizia scrive:
            Re: gli unici problemi che ha ancora linux
            - Scritto da: krane
            Io non ho mai sentito alla fermata del tram 2
            signore parlare se fosse migliore una Sabayon o
            le sue derivate, in compenso ho sentito dire che
            della BUBUNBU che il figlio gli ha messo sul PC
            per navigare ne parlavano in
            TiVVu.Mio Dio, non scrivere più così....sono al lavoro e tra un pò mi beccavano mentre mi piscio sotto dal ridere!!(rotfl)(rotfl)Quella delle due signore che alla fermata disquisiscono su Sabayon e derivate è bellissima. Comunque se si avverasse non sarebbe male....(rotfl)(rotfl)
          • krane scrive:
            Re: gli unici problemi che ha ancora linux
            - Scritto da: Risposta alla notizia
            - Scritto da: krane


            Io non ho mai sentito alla fermata del tram 2

            signore parlare se fosse migliore una Sabayon o

            le sue derivate, in compenso ho sentito dire che

            della BUBUNBU che il figlio gli ha messo sul PC

            per navigare ne parlavano in

            TiVVu.

            Mio Dio, non scrivere più così....sono al lavoro
            e tra un pò mi beccavano mentre mi piscio sotto
            dal
            ridere!!(rotfl)(rotfl)

            Quella delle due signore che alla fermata
            disquisiscono su Sabayon e derivate è bellissima.
            Comunque se si avverasse non sarebbe
            male....
            (rotfl)(rotfl)Lieto di averti allietato :) :D
    • BlueSky scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio
      averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti
      diversi
      (es Gaming, Home, Office, Server. FINE)Bisogna mettersi in testa che la libertà di creare distribuzioni personalizzate va solo a vantaggio dell'utenza, della creatività e dello sviluppo.
      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.Il filesystem di Linux è comprensibilissimo. E' quello di Windows, invece, che crea problemi.
    • Squeed scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio
      averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti
      diversi
      (es Gaming, Home, Office, Server. FINE)Invece è meglio averne tante, ognuna con la sua caratteristica..
      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.Ma perchè copiare win? è tanto bello così...
      3 - (ma non è un problema di linux) Bisogna
      spingere sull'opengl per quanto riguarda il
      gaming... bisogna COGLIERE L'ATTIMO ora che
      microsoft ha fatto una boiata restringendo le
      dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non
      piace a molti. QUESTO E' IL MOMENTO BUONO per
      spingere sullo sviluppo OpenGL. Vediamo se chi di
      dovere saprà sfruttare questa gustosa opportunità
      di cambiare il mondo del
      gaming.Qua ti quoto
    • TADsince1995 scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio
      averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti
      diversi
      (es Gaming, Home, Office, Server. FINE)E' vero, però rispetto al passato qualcosa è cambiato, diciamo che ubuntu sta diventando lo "standard".
      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.Dai non ci posso credere. Non ci vuole un cambio di mentalità per sostituire c: con /... Una volta ho letto da qualche parte che un tizio che aveva installato linux alla sua ragazza gli ha dovuto fare per forza un link nel desktop chiamato "C:" se no lei non ci capiva più niente. Desolante.
      3 - (ma non è un problema di linux) Bisogna
      spingere sull'opengl per quanto riguarda il
      gaming... bisogna COGLIERE L'ATTIMO ora che
      microsoft ha fatto una boiata restringendo le
      dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non
      piace a molti. QUESTO E' IL MOMENTO BUONO per
      spingere sullo sviluppo OpenGL. Vediamo se chi di
      dovere saprà sfruttare questa gustosa opportunità
      di cambiare il mondo del
      gaming.Diciamo che sono parzialmente d'accordo. Da un lato bisogna ammettere che se c'è una cosa buona che Microsoft ha fatto in 30 anni sono le DirectX. Però con queste DX10 qualcosa sta andando storto. Restringerle solo a Vista adducendo improbabili giustificazioni riguardanti una presunta "impossibilità" di farle girare su XP non è già una bella idea. Poi gli ultimi benchmark sono stati davvero disastrosi, neanche le schede video più estreme e costose sono in grado di offrire dei framerate ragionevoli (per il loro costo) nei giochi DX10.Resta il fatto che OpenGL sia rimasta un po' indietro... Ma in effetti ancora non è troppo tardi.TAD
    • ... scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      1- Quoto2- Tutte le shell sono in nerd-mode. nomeutente$
      o c: non fanno molta differenza agli occhi di uno che non le conosce. Certo però se si potessero tradurre in linguaggio umano corrente magari cercando di avvicinarsi ad una sorta di colloquio naturale con la macchina e non tutto uno scatto da dislessici sarebbe una bella. Quello si che farebbe futuro altro che il cubo che gira.3- Come non quotarti. Già il 2007 è stato un anno con grandissime possibilità per linux ma quando si ha a che fare con marmaglia come stallman che non vede più in là del proprio naso non ci si può aspettare che queste possibilità possano spiccare il volo. La pacchia con vista durerà fino a che non uscirà il SP1 e nel frattempo i pc in grado di farlo girare bene non saranno calati di prezzo, insomma tempo da 6 mesi ad un anno che se usati bene potrebbero portare a grandissimi cambiamenti, ma a qualcuno piace solo sognarseli mica realizzarli.
    • 123 scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio
      averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti
      diversi
      (es Gaming, Home, Office, Server. FINE)
      sbagliatopiu scelta c'è meglio è perchè ogni distro ha pregi e difetti e tu scegli quella che ti si addice di più
      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.cosa centra il filesystem con C D E F?comunque un fronted c'è già ed è un applet per la task (per gnome italiano si chiama "Montadischi" e lo piazzi sul pannello).a me vede i dischi montati e non montati, quando metto un cd mi aggiunge l'icona del cd e quando metto la SDcard mi aggiunge l'icona della card...
      3 - (ma non è un problema di linux) Bisogna
      spingere sull'opengl per quanto riguarda il
      gaming... bisogna COGLIERE L'ATTIMO ora che
      microsoft ha fatto una boiata restringendo le
      dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non
      piace a molti. QUESTO E' IL MOMENTO BUONO per
      spingere sullo sviluppo OpenGL. Vediamo se chi di
      dovere saprà sfruttare questa gustosa opportunità
      di cambiare il mondo del
      gaming.è una questione economica
    • johnKent scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      - Scritto da: Bex
      1 - Proliferare di distribuzioni. sarebbe meglio
      averne 2 o 3 al massimo 4 specifiche per ambiti
      diversi
      (es Gaming, Home, Office, Server. FINE)

      2 - Il file system è in nerd-mode sarebbe molto
      piu comodo vedere le partizioni come C, D, E, ...
      magari creando un FRONTEND per gli utenti
      EX-Winari che si trovano a scontrarsi con un
      filesystem da nerd che non a tutti è
      comprensibile.
      se vieni dal mondo winzozz ti devi adattare. Non puoi dire siccome sono un utente winzozz voglio che sia tutto come su winzozz.Il file system è chiarissimo, a te sembra nerd soltanto perchè provieni da altro e non sei abituato.Piuttosto, le famose lettere per identificare le partizioni sono obsolete (derivano da dos), quindi semmai è winzozz a doversi adattare!

      3 - (ma non è un problema di linux) Bisogna
      spingere sull'opengl per quanto riguarda il
      gaming... bisogna COGLIERE L'ATTIMO ora che
      microsoft ha fatto una boiata restringendo le
      dx10 a un solo sitema che non funziona bene e non
      piace a molti. QUESTO E' IL MOMENTO BUONO per
      spingere sullo sviluppo OpenGL. Vediamo se chi di
      dovere saprà sfruttare questa gustosa opportunità
      di cambiare il mondo del
      gaming.
    • Lillo scrive:
      Re: gli unici problemi che ha ancora linux
      AhahaahahhaLe letterine!!!Le lettere per indicare i volumi sono un retaggio del DOS degli anni '80.Oggi con dischi da 1 terabyte e controller che permettono svariati dischi si esaurirebbero subito le 25 lettere dell'alfabeto!Le indicazioni dei dischi dei sistemi Unix sono fin troppo chiare./dev/c0d1s1significa controller o disco 1 partizione 1.Nel caso di dischi WORM multidisco esistono i LUN che sono le unità disco nella batteria allora diventa più complicato ma comunque chiaro:c0d1l2s1controller 0, disco 1, LUN 1, partizione 1.Come vedi è solo questione di logica.Che tra l'altro Linux già semplifica mettendo le lettere:hda, hdb, hdc, hdd sono già un'astrazione forzata, anche se poi hanno una rappresentazione di basso livello corretta sotto /dev.C, D, E, F che ca%%o di logica seguono?Senza contare che poi sennò arriva Steve Ballmer che vuole pagati i diritti per l'uso delle letterine... Ahahahah (rotfl)
  • Fenor scrive:
    "Downgrade" a Gnome
    qualcuno sa come tornare alla classica gnome senza dovermi appesantire inutilmente la macchina con compiz?
    • vanny scrive:
      Re: "Downgrade" a Gnome
      - Scritto da: Fenor
      qualcuno sa come tornare alla classica gnome
      senza dovermi appesantire inutilmente la macchina
      con
      compiz?quoto. Compiz è un videogioco, non è un desktop manager.
      • pabloski scrive:
        Re: "Downgrade" a Gnome
        - Scritto da: vanny
        - Scritto da: Fenor

        qualcuno sa come tornare alla classica gnome

        senza dovermi appesantire inutilmente la
        macchina

        con

        compiz?

        quoto. Compiz è un videogioco, non è un desktop
        manager.vai nel pannello effetti 3D e disabilitali....ad ogni modo ricordo a tutti voi che MS ha fatto una campagna di marketing enorme proprio per promuovere le cazzate grafiche di sVISTAper onestà intellettuale bisogna dire che l'unico OS che fa uso degli effetti grafici con logica è MacOS, il resto aggiungono solo effetti inutili da videogioco, sVISTA compreso
        • marica scrive:
          Re: "Downgrade" a Gnome
          - Scritto da: pabloski
          il resto aggiungono solo effetti inutili
          da videogioco, sVISTA
          compresonon è vero, Vista ha solo 1 effetto 3D particolarmente vistoso e attivabile su richiesta con CTRL+ALT+TAB o premendo l'icona sulla taskbar. Mentre Compiz è un continuo e inutile svolazzamento di finestre gommose, cubi rotanti inutili, lampi, esplosioni assurde.
          • pippo scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            il bello è che lo puoi settare come vuoi, anche disabilitare tutto e tenerti solo exposè, abilitando peraltro con la combinazione di tasti che desideri
          • marica scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: pippo
            il bello è che lo puoi settare come vuoista di fatto che la scelta di attivare tutti quegli effetti a default, è errata.
          • pippo scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: marica
            - Scritto da: pippo

            il bello è che lo puoi settare come vuoi

            sta di fatto che la scelta di attivare tutti
            quegli effetti a default, è
            errata.un imho ogni tanto fa bene eh :)è una scelta, condivisibile o meno (io non la condivido, anche se per me di effetti ne uso eccome), ma finché rimane completamente modificabile, personalizzabile e disattivabile non me ne preoccupo ;)
          • rimpi bolle scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: marica
            - Scritto da: pippo

            il bello è che lo puoi settare come vuoi

            sta di fatto che la scelta di attivare tutti
            quegli effetti a default, è
            errata.Allora anche attivare Aero di default e' errato, secondo questa logica.Con tutte quelle finestre a comparsa e scomparsa... che inutilita'!
          • sanex scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: rimpi bolle
            Allora anche attivare Aero di default e' errato,
            secondo questa
            logica.
            Con tutte quelle finestre a comparsa e
            scomparsa... che
            inutilita'!in aero c'è una gradevo animazione a comparsa e scomparsa quando minimizzi/massimizzi le finestre, in compiz hai un continuo svolazzamento di finestra tutte le volte che sposti le finestre. COMPIZ è inusabile!
          • rompi bolle scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: sanex
            - Scritto da: rimpi bolle

            Allora anche attivare Aero di default e' errato,

            secondo questa

            logica.

            Con tutte quelle finestre a comparsa e

            scomparsa... che

            inutilita'!

            in aero c'è una gradevo animazione a comparsa e
            scomparsa quando minimizzi/massimizzi le
            finestre, in compiz hai un continuo svolazzamento
            di finestra tutte le volte che sposti le
            finestre. COMPIZ è
            inusabile!Ah si? E in base a quali criteri sarebbe "gradevole" aero ed "inusabile" compiz?I tuoi canoni sono LA VERITA'?
          • ergo proxy scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: marica
            - Scritto da: pippo

            il bello è che lo puoi settare come vuoi

            sta di fatto che la scelta di attivare tutti
            quegli effetti a default, è
            errata.Gli effetti attivi di default sono pochissimi.
          • Boo scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            Effetti belli ma del tutto inutili, niente a confronto di quello che in realtà è VPF. L'unico motivo per il quale hanno utilizzato pochi effetti in Aero è per non rimbambire i vecchietti di 60 anni che utilizzano windows. VPF è molto di più, il 3d sarà il futuro: da qualche cosa si doveva iniziare per abituare gli utenti (Aero).
          • sanex scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: ergo proxy
            Gli effetti attivi di default sono pochissimi.peccato che sia attivo l'effetto gommoso di svolazzamento che ti rompe le palle ogni volta che sposti anche di 1 millimetro una finestra. Compiz è in inutile videogioco!
          • lastfeel scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            ma non dire c@ga** sara bello vista e puoi ricorda che stato detto 10.000 volte che lo puoi disattavare
          • marco scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: pippo
            il bello è che lo puoi settare come vuoi, anche
            disabilitare tuttosi ma resta il fatto che se disabiliti qualche effetto, tutto il codice rimane comunque in memoria sprecando inutili risorse. Mentre un desktop in partenza sviluppato con meno effetto è più leggero
          • pippo scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: marco
            - Scritto da: pippo

            il bello è che lo puoi settare come vuoi, anche

            disabilitare tutto

            si ma resta il fatto che se disabiliti qualche
            effetto, tutto il codice rimane comunque in
            memoriain memoria rom, mica ram eho credi che il tuo evolution si carichi l'antispam quando l'avvi anche se tu non hai attivato il relativo plugincompiz lavora per plugin, nel core di effetti ne troverai relativamente pochi
          • Olmo scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: marco
            - Scritto da: pippo

            il bello è che lo puoi settare come vuoi, anche

            disabilitare tutto

            si ma resta il fatto che se disabiliti qualche
            effetto, tutto il codice rimane comunque in
            memoria sprecando inutili risorse. Mentre un
            desktop in partenza sviluppato con meno effetto è
            più
            leggeroNon è vero. Cambi WM e di compiz non si caricherà un solo byte
          • 123 scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            - Scritto da: marco
            - Scritto da: pippo

            il bello è che lo puoi settare come vuoi, anche

            disabilitare tutto

            si ma resta il fatto che se disabiliti qualche
            effetto, tutto il codice rimane comunque in
            memoria sprecando inutili risorse. Mentre un
            desktop in partenza sviluppato con meno effetto è
            più
            leggerogli utenti della domenica
          • lastfeel scrive:
            Re: "Downgrade" a Gnome
            a me no sembra che il codice resti in memoria perche a quanto so quando cliudi l'applicazione finisce il ciclo di vita se fosse come dici te a questo punto no potevo usare piu il pc
    • Hayabusa scrive:
      Re: "Downgrade" a Gnome
      Apri Preferenze/Aspetto e, nel tab "effetti desktop", seleziona "nessuno".Fine.
      • marica scrive:
        Re: "Downgrade" a Gnome
        - Scritto da: Hayabusa
        Apri Preferenze/Aspetto e, nel tab "effetti
        desktop", seleziona
        "nessuno".

        Fine.è la prima cosa che ho fatto installando ubuntu.
        • trito scrive:
          Re: "Downgrade" a Gnome
          - Scritto da: marica
          - Scritto da: Hayabusa

          Apri Preferenze/Aspetto e, nel tab "effetti

          desktop", seleziona

          "nessuno".



          Fine.

          è la prima cosa che ho fatto installando ubuntu.e hai fatto bene, quello che non si capisce è perché rompi così tanto i segretari della lega.
  • pippo scrive:
    os senza kernel?
    vorrei conoscere l'os che non sia kernel+applicazionipuoi indicarmelo?
    • davide scrive:
      Re: os senza kernel?
      - Scritto da: pippo
      vorrei conoscere l'os che non sia
      kernel+applicazioni

      puoi indicarmelo?si ma la differenza sta nel fatto che le distribuzioni di linux non sviluppano praticamente nulla, raccimolano il lavoro fatto da altri e lo spacciano per loro. Inoltre non c'è nemmeno un minimo di integrazione e coerenza fra le app incluse.
      • pippo scrive:
        Re: os senza kernel?

        si ma la differenza sta nel fatto che le
        distribuzioni di linux non sviluppano
        praticamente nulla,buona parte di gnome è finanziata da novellcosì come l'originario compiz
        Inoltre non c'è
        nemmeno un minimo di integrazione e coerenza fra
        le app
        incluse.uh e le Hig di gnome?certo se metti amaroK su gnome l'integrazione lascia a desiderare, ma tra le applicazioni dello stesso DE io trovo coerenza grafica e integrazione (vedi tomboy con evolution ad esempio e simili).In cosa non riscontri integrazione?
        • marica scrive:
          Re: os senza kernel?
          - Scritto da: pippo
          buona parte di gnome è finanziata da novell
          così come l'originario compize cosa ci fa compiz in Ubuntu se non è sviluppato da Ubuntu?
          • johnKent scrive:
            Re: os senza kernel?
            E' sviluppato dalla comunità e il team che lavora ad Ubuntu dopo attente valutazioni ha deciso di integrarlo.Il lavoro nell'ambito open funziona cosi ma forse tu sei abituato a pensare troppo al modello closed in cui una compagnia produce (anzi ruba e poi rispaccia come sue) le applicazioni del proprio sistema.- Scritto da: marica
            - Scritto da: pippo

            buona parte di gnome è finanziata da novell

            così come l'originario compiz

            e cosa ci fa compiz in Ubuntu se non è sviluppato
            da
            Ubuntu?
          • marica scrive:
            Re: os senza kernel?
            - Scritto da: johnKent
            E' sviluppato dalla comunità e il team che lavora
            ad Ubuntu dopo attente valutazioni ha deciso di
            integrarlo.appunto è roba sviluppata da altri, impachettata in ubuntu. Ubuntu non sviluppa niente, a parte il sistema di installazione e poco altro. E tutte le distro di linux sono così, campano sul lavoro di altri. Mentre Windows e Mac sviluppano tutto loro.
          • pippo scrive:
            Re: os senza kernel?

            Ubuntu non sviluppa niente, a parte il
            sistema di installazione e poco altro. E tutte le
            distro di linux sono così, campano sul lavoro di
            altri. Mentre Windows e Mac sviluppano tutto
            loro.questo perché tu riesci a comprendere solo il modello di sviluppo monolitico.Ma questo non significa che esista solo quel modello di sviluppo.Canonical paga diversi sviluppatori, alcuni dei quali lavorano a gnome, altri all'integrazione dei vari programmi, altri a upstart e così via.Pensare che compiz sia di novell è una visione fallace perché il compiz creato da revemen, pagato da novell, è completamente diverso da quello attuale a cui hanno contributo diverse persone, per lavoro o per hobby (il codice poi viene accettato o meno, come avviene per il kernell del resto) e che novell utilizzerà.E' semplicemente un modello di sviluppo software differente.
          • Senbee scrive:
            Re: os senza kernel?
            Adesso vai sul vocabolario, guarda la differenza tra "distribuire" e "sviluppare" e poi torni a scrivere qualcosa di non completamente ottuso, ok?
          • krane scrive:
            Re: os senza kernel?
            - Scritto da: marica
            - Scritto da: johnKent

            E' sviluppato dalla comunità e il team che

            lavora ad Ubuntu dopo attente valutazioni ha

            deciso di integrarlo.
            appunto è roba sviluppata da altri, impachettata
            in ubuntu. Ubuntu non sviluppa niente, a parte il
            sistema di installazione e poco altro. E tutte le
            distro di linux sono così, campano sul lavoro di
            altri.
            Mentre Windows e Mac sviluppano tutto loro.Gran parte di windows da explorer a media player sono stati comprati dalla M$ e integrati in windows, del resto e' evidente dall'incoerenza delle rispettive interfacce tra loro.Gran parte di Mac OS X arriva da BSD, X.org foundation, GNU utils, ecc...Temo che gli ultimi che abbiano sviluppato il SO dall'inizio alla fine per conto loro siano stati quelli del C64. Del resto e' normale e giusto che sia cosi'.
          • 123 scrive:
            Re: os senza kernel?
            - Scritto da: marica
            Mentre Windows e Mac sviluppano tutto loro.AUSHASUHASUHASUHSAUHASUHASUHSAUHASHUASUHSAHUASHUSAUHASHUASHAUSHAUHSHUAUHSAUHSUHAUHSAUHSUHAUHSUHAAUHSUHAUHSUHAASUHAUHSUHAUHSUHAUHSHAUSUHAUHSUHUHAHUSUHAUHSHUUHSAUHSHUAUHSSONO CADUTO DALLA SEDIA......ODDIO ROTOLO
          • pippo scrive:
            Re: os senza kernel?
            - Scritto da: marica
            - Scritto da: pippo

            buona parte di gnome è finanziata da novell

            così come l'originario compiz

            e cosa ci fa compiz in Ubuntu se non è sviluppato
            da
            Ubuntu?perché a differenza della cattedrale monolitica si è scelto un modello di sviluppo diverso, in cui ubuntu usa e migliora compiz (anche se non originariamente creato da canonical), suse includerà un compiz migliorato rispetto all'originario 0.1 di reveman e la stessa suse o red hat potranno utilizzare upstar, se lo desiderano, sviluppato dagli stipendiati di canonical e così via
    • Olmo scrive:
      Re: os senza kernel?
      - Scritto da: pippo
      vorrei conoscere l'os che non sia
      kernel+applicazioni

      puoi indicarmelo?Hurd, per esempio.
      • Shu scrive:
        Re: os senza kernel?
        - Scritto da: Olmo
        - Scritto da: pippo

        vorrei conoscere l'os che non sia

        kernel+applicazioni



        puoi indicarmelo?


        Hurd, per esempio.Hurd e` un kernel.E ha bisogno delle sysutils GNU per girare (primo fra tutti init, ma anche bash, ls, ecc.), esattamente come Linux.Non ha senso un S.O. senza kernel, perche` un S.O. e` esattamente quello: un kernel.Tutto il resto (libc e sysutils) sono tool che permettono di semplificare o rendere possibile l'accesso al kernel da parte delle applicazioni.Non esiste una definizione esatta di S.O. proprio perche` nessuno sa dove questo limite sia.
        • sanex scrive:
          Re: os senza kernel?
          - Scritto da: Shu
          perche` un
          S.O. e` esattamente quello: un
          kernel.FALSO. Il kernel è solo il nucleo centrale, sopra ci sono i servizi, la shell, i vari gestori della memoria del file system, ecc.
  • Lorenzo scrive:
    Io sono per la suse..opensuse
    Sinceramente io preferisco la suse.. mi sembra molto più pulita.. però non le ho mai provate in profondità.. nessuno sa darmi un pare sul confronto?
    • Shiba scrive:
      Re: Io sono per la suse..opensuse
      Pulita non lo so... quando guardo yast mi sembra di essere autistico... però senza dubbio è molto più professionale. Su suse fai TUTTO con la gui :)
      • anonimo scrive:
        Re: Io sono per la suse..opensuse
        - Scritto da: Shiba
        Pulita non lo so... quando guardo yast mi sembra
        di essere autistico... però senza dubbio è molto
        più professionale. Su suse fai TUTTO con la gui
        :)Per esperienza non proprio. Puoi configurare a livello base tutto con la gui, ma poi se devi mettere in piedi servizi come samba per fare da pdc, dhcp, un bel proxy con squid o altre cose simili ti ritrovi poi sempre ad editare a mano i file di configurazione.Stesso discorso anche con ubuntu, con l'aggravante che certi file di configurazione li rimodifica come vuole lei dopo certi aggiornamenti. Se ad esempio modifichi i file di configurazione di grub al successivo aggiornamento del kernel trovi puntualmente sputtanate le modifiche che avevi fatto se non stai attento.
    • Olmo scrive:
      Re: Io sono per la suse..opensuse
      - Scritto da: Lorenzo
      Sinceramente io preferisco la suse.. mi sembra
      molto più pulita.. però non le ho mai provate in
      profondità.. nessuno sa darmi un pare sul
      confronto?Tra una distro e l'altra la quasi totalità delle differenze stanno nel gestore di pacchetti. Il gestore di Ubuntu è anni luce avanti al vetusto RPM di Suse. Tutto qui :) Per il resto, fai con Suse esattamente quello che fai con Ubuntu.
    • hjhjhj scrive:
      Re: Io sono per la suse..opensuse
      - Scritto da: Lorenzo
      Sinceramente io preferisco la suse.. mi sembra
      molto più pulita.. però non le ho mai provate in
      profondità.. nessuno sa darmi un pare sul
      confronto?Io ho usato suse/opensuse con kde per diversi anni e sono passato a Ubuntu con gnome qualche mese fa.Un tempo Yast era molto comodo (però lentissimo ad aprirsi anche con pc recenti), Ubuntu ormai hai quasi gli stessi strumenti grafici per configurare tutto.La differenza sostanziale per me è che se hai un problema con Ubuntu trovi più persone sui forum che possono darti una mano, perché ormai Ubuntu è la più usata di tutte e di conseguenza ha una comunità più grande. E anche gli sviluppatori quando rilasciano versioni nuove molto spesso pensano a dare i pacchetti ad Ubuntu. Ma vale anche per i software closed tipo Democracy all'inizio c'era solo per Ubuntu e mi pare per Fedora.Per i repository trovi maggiore ricchezza di software, specie per quelli un di nicchia che non usa nessuno.
    • sylvaticus scrive:
      Re: Io sono per la suse..opensuse
      Su.. SuSe trovi un po meno pacchetti (ma dipende dai settori) ma sopratutto è un pachiderma, anche se sembra che l'ultima release (10.3) abbia migliorato sopratutto questo aspetto..In compenso su Suse funziona tutto molto bene (ci ho trovato molti meno bugs che nelle alttre distro) e le GUI di configurazione sono molto sviluppate.. e..si.. anch'io la trovo più "pulita" graficamente.. ;-)
    • BlueSky scrive:
      Re: Io sono per la suse..opensuse
      - Scritto da: Lorenzo
      Sinceramente io preferisco la suse.. mi sembra
      molto più pulita.. però non le ho mai provate in
      profondità.. nessuno sa darmi un pare sul
      confronto?A paret i gusti sulla grafica che sono assolutamente personali, il problema di OpenSuSE imho è Yast. Finché Yast è in grado di configurare il sistema come ne hai bisogno tutto bene. Se invece non ci riesce possono essere dolori.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Io sono per la suse..opensuse
        - Scritto da: BlueSky
        A paret i gusti sulla grafica che sono
        assolutamente personali, il problema di OpenSuSE
        imho è Yast. Finché Yast è in grado di
        configurare il sistema come ne hai bisogno tutto
        bene. Se invece non ci riesce possono essere
        dolori.Questo è stato sempre detto, ma non mi ha mai trovato d'accordo. Solo molti secoli fa yast faceva dei casini che poi erano difficili da sistemare.Ma adesso se uno non vuole più usare Yast può aprire gli script ed editare a mano, nessuno lo vieta e non è complicatissimo. Tipo xorg lo configuro sempre da me.
  • occupaTropp aRAM scrive:
    in avvio mi occupa 500MB di RAM
    decisamente troppi!
    • marco scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      - Scritto da: occupaTropp aRAM
      decisamente troppi!a me ne occupa 600-700MB.
      • Exo scrive:
        Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
        - Scritto da: marco
        - Scritto da: occupaTropp aRAM

        decisamente troppi!

        a me ne occupa 600-700MB.immagino sappiate quale sia la reale occupazione della memoria su gnu/linux quando guardate l'output del comando free (o di top)
      • luca scrive:
        Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
        sei la stessa persona vero? quello a cui hanno chiuso il posto poco sopra e ne hai iniziato subito un altro e ti sei pure risposto...ma non c'hai un cazz0 da fare?
    • pippo scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      screenshot?quanta ram hai?a me ne occupa 200 con prelink attivato e firefox con scariate tab aperte
      • pabloski scrive:
        Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
        - Scritto da: pippo
        screenshot?

        quanta ram hai?

        a me ne occupa 200 con prelink attivato e firefox
        con scariate tab
        apertesi saranno confusi con sVISTA :D
      • marica scrive:
        Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
        - Scritto da: pippo
        a me ne occupa 200 con prelink attivato e firefox
        con scariate tab
        aperteattento che devi controllare i precessi di tutti gli utenti e non solo i tuoi. All'incirca Ubuntu 7.10 occupa 500-600MB al primo avvio.
        • primo avvio scrive:
          Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
          Bene, non ho avuto modo di testarla ancora.Ma francamente che un primo avvio occupi ram non mi sembra un dato di alcuna utilita'.Solitamente ci sono "prime operazioni" di indicizzazione che possono ovviamente pesare.Mi sapete dire se tale "anomalia" continua nei successivi boot?Senza ovviamente installarci nel frattempo un cluster zope ;-)
        • pippo scrive:
          Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM


          attento che devi controllare i precessi di tutti
          gli utenti e non solo i tuoi.ma no?
          All'incirca Ubuntu
          7.10 occupa 500-600MB al primo
          avvio.strano visto che ne ho 512 in totale :-Dripeto, mi potete fare uno screen?
    • pentolino scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      - Scritto da: occupaTropp aRAM
      decisamente troppi!Dipende dall' uso che ne fa... se sono tutti di tipo user/kernel allora sono troppi, se invece (come credo) una buona metà sono buffer e simili è ok; la gestione della memoria è diversa da quella che fa windows e fidati è MOLTO migliore :-)Cmq stasera provo e ti faccio sapere
      • pippo75 scrive:
        Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
        - Scritto da: pentolino
        - Scritto da: occupaTropp aRAM

        decisamente troppi!
        Dipende dall' uso che ne fa... se sono tutti di
        tipo user/kernel allora sono troppi, se invece
        (come credo) una buona metà sono buffer e simili
        è ok; la gestione della memoria è diversa da
        quella che fa windows e fidati è MOLTO migliorequesto buffer a cosa servirebbe?windows come gestisce la memoria?Ubuntu invece che differenze ha?In cosa il secondo e' migliore del primo?grazie
        • ergo proxy scrive:
          Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
          - Scritto da: pippo75
          - Scritto da: pentolino

          - Scritto da: occupaTropp aRAM


          decisamente troppi!

          Dipende dall' uso che ne fa... se sono tutti di

          tipo user/kernel allora sono troppi, se invece

          (come credo) una buona metà sono buffer e simili

          è ok; la gestione della memoria è diversa da

          quella che fa windows e fidati è MOLTO migliore

          questo buffer a cosa servirebbe?in parole semplici (chiedo venia se scrivo castronerie):i dati per passare dall'hdd alla ram a disposizione dei programmi devono essere "lavorati" e la ram deve essere preparata per accoglierli.in linux viene preparata più RAM di quanta sia effettivamente necessaria per non doverlo fare quando i dati devono essere effettivamente scritti in RAM.oltre questo quando dei dati son presenti in RAM e non sono più necessari non vengono cancellati immediatamente, rimangono lì finche quello spazio non è davvero necessario per quacos'altro, in questa maniera se i dati dovessero servire di nuovo sono già presenti in RAM, il livello successivo consiste nello scrivere i dati già lavorati per stare in ram sulla swap dell'hdd così se dovessero servire di nuovo basta copiarli as is dalla swap all'hddper quanto riguada il buffer si tratta di buffer del disco, i dati riguardo il filesystem sono già caricati in ram prima ancora che i programmi facciano le richieste così quando la richiesta viene fatta l'OS ha già la "mappa" dell'hdd in ram e risponde + velocemente.

          windows come gestisce la memoria?non sò spiegartelo, ma sò che questo ed altri accorgimenti su windows vengono fatti dai programmi della SuperSpeed.
          Ubuntu invece che differenze ha?nessuna, questo aspetto viene gestito dal kernel che è sempre lo stesso per tutte le distro
          In cosa il secondo e' migliore del primo?performance, quadno usi programmi che fanno grande uso di ram si sentono parecchio le differenze
          grazieun'altra grande differenza è la gestione del multitasking (che viene fatta dallo scheduler) linux riesce ad essere reattivo anche quando la cpu è vicina al 100%, windows no.
          • pentolino scrive:
            Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
            - Scritto da: ergo proxy

            un'altra grande differenza è la gestione del
            multitasking (che viene fatta dallo scheduler)
            linux riesce ad essere reattivo anche quando la
            cpu è vicina al 100%, windows
            no.innanzitutto mi scuso per avere dato le stesse risposte circa un' ora dopo, è che avevo iniziato a scrivere il commento prima di andare a pranzo e lo ho finito quando sono tornato :-)Sulla frase che citi non mi trovo molto d' accordo però: nella mia esperienza (almeno sul mio pc di 5 anni fa) quando la cpu è quasi satura su ubuntu il mouse va che è una schifezza, mentre su windows in genere è l' ultima cosa a morire :-)
          • ergo proxy scrive:
            Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
            - Scritto da: pentolino
            - Scritto da: ergo proxy




            un'altra grande differenza è la gestione del

            multitasking (che viene fatta dallo scheduler)

            linux riesce ad essere reattivo anche quando la

            cpu è vicina al 100%, windows

            no.
            innanzitutto mi scuso per avere dato le stesse
            risposte circa un' ora dopo, è che avevo iniziato
            a scrivere il commento prima di andare a pranzo e
            lo ho finito quando sono tornato
            :-)mica ti devi scusare ;) se più persone offrono la loro visione di un problema ne siamo tutti + felici!
            Sulla frase che citi non mi trovo molto d'
            accordo però: nella mia esperienza (almeno sul
            mio pc di 5 anni fa) quando la cpu è quasi satura
            su ubuntu il mouse va che è una schifezza, mentre
            su windows in genere è l' ultima cosa a morire
            :-)forse è dovuto al fatto che io uso il kernel SMP (2 cpu dual core) mentre tu magari ne usi uno default, al di là della potenza del processore / numero di core la questione dovrebbe rimanere invariata.Ma visto che parli di mouse è un problema del mouse e basta o tutto il pc è azzoppato?lo chiedo perchè il mouse viene gestito da x11 ed in caso di driver ati il tuo problema potrebbe essere quello, un driver grafico che fà le bizzein caso di driver nvidia quel problema si verifica su certe schede (serie fx) ed a me si era risolto settando l'hwcursor nel pannello nvidia. (con cpu al 100% spariva il cursore)cmq confermo che il kernel linux patchato da ubuntu contiene un set di patch per migliorare la responditività del sistema sotto carico.
          • pentolino scrive:
            Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
            - Scritto da: ergo proxy
            - Scritto da: pentolino
            forse è dovuto al fatto che io uso il kernel SMP
            (2 cpu dual core) mentre tu magari ne usi uno
            default, al di là della potenza del processore /
            numero di core la questione dovrebbe rimanere
            invariata.probabilmente il problema è dovuto al fatto che lo uso su un athlon xp 1700 del 2002... a quei tempi il dual core mi sa che nemmeno esisteva
            Ma visto che parli di mouse è un problema del
            mouse e basta o tutto il pc è
            azzoppato?per la precisione diciamo che quando la cpu è in difficoltà il mouse ne soffre parecchio (e ovviamente il resto del sistema non se la cava bene, anche se in genere andando sulla console tutto fila abbastanza liscio - e magari ne approfitto per fare fuori qualche processo draga cpu!)
            lo chiedo perchè il mouse viene gestito da x11 ed
            in caso di driver ati il tuo problema potrebbe
            essere quello, un driver grafico che fà le
            bizzediciamo che parlare male della scheda grafica che ho sull' attuale pc è come sparare sulla croce rossa (radeon 7500...)
            in caso di driver nvidia quel problema si
            verifica su certe schede (serie fx) ed a me si
            era risolto settando l'hwcursor nel pannello
            nvidia. (con cpu al 100% spariva il
            cursore)

            cmq confermo che il kernel linux patchato da
            ubuntu contiene un set di patch per migliorare la
            responditività del sistema sotto
            carico.per quanto mi riguarda penso che la soluzione fondamentalmente sarà il pc nuovo che acquisterò entro fine anno... credo che dopo cinque anni il caro vecchio cassonetto (in senso affettuoso) sia pronto per la pensione...grazie per i consigli comunque :-)
        • pentolino scrive:
          Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
          - Scritto da: pippo75
          - Scritto da: pentolino

          - Scritto da: occupaTropp aRAM


          decisamente troppi!

          Dipende dall' uso che ne fa... se sono tutti di

          tipo user/kernel allora sono troppi, se invece

          (come credo) una buona metà sono buffer e simili

          è ok; la gestione della memoria è diversa da

          quella che fa windows e fidati è MOLTO migliore
          questo buffer a cosa servirebbe?credo sia usata come cache e cose simili ma non sono sicuro (e alla fine questi dettagli mi interessano tanto quanto, senza offesa)

          windows come gestisce la memoria?secondo me male, nel senso che se sono un po' stretto con la ram e apro un programma "pesante" (tale che la memoria fisica si esaurisca e inizi a "swappare") il sistema rimane pesantemente rallentato anche dopo che chiudo il programma in questione e libero memoria. Tale situazione dura anche per molto tempo e talvolta mi costringe sostanzialmente a riavviare

          Ubuntu invece che differenze ha?

          In cosa il secondo e' migliore del primo?In poche parole quello che ho scritto sopra con Ubuntu non capita mai; appena chiudo il programma pesante tutto riprende a funzionare subito senza nessun problema
          graziePrego, queste sono considerazioni basate sull' uso quotidiano di entrambi i sistemi operativi e immagino siano dovute a precise impostazioni architetturali dei due SO nelle quali (da utente) francamente non mi interessa entrare.Cmq se proprio vuoi vedere la differenza puoi benissimo provarlo, è gratis :-)
    • Shiba scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      Anche se non è la mia distro, ho provato la rc ieri, e con compiz, firefox e amsn stavo sotto i 256.. '_'Che cavolo di Ubuntu hai provato?!
    • DON'T FEED THE TROLLS scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      - Scritto da: occupaTropp aRAM
      decisamente troppi!a me occupa 650 MB, di cui 300 sono cache e ram già paginata, quindi l'OS occupa 350MB (prelink attivo per firefox, nessuna app avviata)la vers. piccola per pc con poca ram occupa esattamente la metà, su pc con solo 256MB si installa e fà meno cache.XP mi occupa grossomodo lo stesso, ma c'è da dire che ho molte più cose in avvio automatico (antivir+mediacenter+google desktop+open office+qualcosa che non ricordo).per contro la suse che uso come sistema di base con prelink attivi e myth tv avviato (quindi configurazione equivalente a quella del mio winxp) occupa 750MB.i footprint in RAM sono tutti equivalenti IMHO.la vera differenza stà in quanto reagisce bene il sistema sotto carico, personalmente ho 8GB di ram e quando sono al 95% di ram occupata (uso i ramdisk) linux si comporta molto meglio, xp và a scatti e vedere una macchina con 4 core + 8gb ram + sli 7900gtx andare a scatti quadno sposti una finestra è drammatico, sotto linux nella stessa situazione il sistema rimane utilizzabile.
      • 5ze247940 scrive:
        Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
        da utente root:sysctl vm.swappiness=0Cosi anche la memoria che viene allocata non dovrebbe intaccare cmq le vostre performancesysctl vm.swappiness=10se ritenete di non aver abbastanza memoria reale per far girare il tutto-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2007 14.01-----------------------------------------------------------
    • Olmo scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      - Scritto da: occupaTropp aRAM
      decisamente troppi!Alleggeriscilo, che problemi hai? Linux arriva a girare su un i386 con 128Mb di memoria,a differenza di Windows. Ubuntu di default è configurata per le macchine di oggi, per le quali 500Mb non sono certo un problema. Hai sotto il culo uno dei sistemi più configurabili dell'universo: usalo.
    • Shu scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      - Scritto da: occupaTropp aRAM
      decisamente troppi!Hai tolto la cache e i buffer dal conto o sei un niubbo totale? :)Non uso Ubuntu, ma la Debian con Gnome all'avvio mi occupa 150 Mb. Il resto sono buffer e cache, ed e` bene che ci siano.
      • var scrive:
        Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
        - Scritto da: Shu
        Hai tolto la cache e i buffer dal conto o sei un
        niubbo totale?e chissa come mai voi linari siete niubbi totali quando giudicate le risorse occupate da Vista. SVEGLIAAAAAAAAAA anche vista gestisce la ram nella stessa maniera di linux
        • krane scrive:
          Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
          - Scritto da: var
          - Scritto da: Shu

          Hai tolto la cache e i buffer dal conto o sei un

          niubbo totale?
          e chissa come mai voi linari siete niubbi totali
          quando giudicate le risorse occupate da Vista.
          SVEGLIAAAAAAAAAA anche vista gestisce la ram
          nella stessa maniera di
          linuxSenti, io ho una visione molto ma molto pratica della cosa, non mi importa molto delle risorse che mi occupa il sistema al boot se : Vista, come sto facendo con linux : reggesse un rendering fatto (ad eempio) con PovRay che duri 4 - 5 giorni, mentre nel frattempo uso il pc come desktop (guardare film, andare su web e tenere musica 20bh/24) senza farmi sentire appesantimenti del sistema...Qualcuno ha esperienze equivalenti con Vista da riportarmi ?Con linux lo faccio abitualmente...Il tutto su :Xubuntu su un AMD Athlon(tm) XP 2500+ con 1Gb di ram.
    • Pincopallin o scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      - Scritto da: occupaTropp aRAM
      decisamente troppi!Se hai un PC con 2 GB è ovvio che il sistema tende ad allocare molta memoria mentre con un sistema con meno GB userà mano ram.Un esempio è la cache che aumenta col tempo (quindi dopo un po ti ritrovi anche con 2GB usati).ecc ....(quindi è il sistema che si adatta all'hardware e non il contrario)
    • Daniele scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      sarà...a me ieri la 7.04 me ne ciucciava solo 130 (e non credo che compiz sia responsabile di questo divario). Troll?
    • carnevale scrive:
      Re: in avvio mi occupa 500MB di RAM
      - Scritto da: occupaTropp aRAM
      decisamente troppi!tu sei fortunato, perchè a me Ubuntu 7.10 ne occua all'incirca 750MB di RAM in idle. Compiz attivo.Alla faccia di diceva che Vista era un succhia risorse!
  • pikappa scrive:
    compiz
    Compiz è interessante, ma secondo me quel c'è da fare è integrare compiz in una libreria e lasciarla utilizzare al window manager prescelto (quindi poter aver gli stessi effetti in kde e gnome o per dire fluxbox) e ancor meglio poterla utilizzare attraverso i vari toolkit (Qt gtk etc) per avere effetti grafici all'interno delle varie interfaccie, secondo me questo sarebbe interessante
    • darios81 scrive:
      Re: compiz
      - Scritto da: pikappa
      Compiz è interessante, ma secondo me quel c'è da
      fare è integrare compiz in una libreria ecompiz è troppo acerbo e instabile: FINSESTRE che si chiudono senza capire il motivo , barra che scomparre o desktop che si impalla..
  • sembraUnVid eoGioco scrive:
    ma è un videogioco o che?
    io in ufficio una schifezza simile non ce la vorrei manco morto!
  • xtra duro scrive:
    rigurardo al video
    io mi chideo...ma cherazz di video e'? il ragazzo non sa chiaramento dove cliccare; scorre i menu come un forsennato e muove le finestre in modo scoordinato.inoltre oltre a mostrare le soliti inutili effetti zuccherosi in stile vista, perche' non ci si e' soffermati sulle reali novita'?
    • solitamines tra scrive:
      Re: rigurardo al video
      - Scritto da: xtra duro
      perche' non ci
      si e' soffermati sulle reali
      novita'?perchè non ha nulla di nuovo a parte l'interfaccia gommosa che dopo 5 minuti fa venire il mal di testa. Linux è sempre la solita minestra: un kernel + un ammasso di applicazioni prese a caso da internet e spacciate per loro.
      • pippo scrive:
        Re: rigurardo al video
        vorrei conoscere l'os che non sia kernel+applicazionipuoi indicarmelo?
      • La Verità scrive:
        Re: rigurardo al video

        perchè non ha nulla di nuovo a parte
        l'interfaccia gommosa che dopo 5 minuti fa venire
        il mal di testa. Linux è sempre la solita
        minestra: un kernel + un ammasso di applicazioni
        prese a caso da internet e spacciate per
        loro. Complimenti, hai vinto il premio per il commento più idiota dell'anno.
        • Gianni scrive:
          Re: rigurardo al video
          Beh contando che Compiz esiste da prima di Aero, e che come prestazioni è migliore del 100% rispetto al render 3d di Vista (aero appunto), direi che non c'è molto da fare paragoni.Io uso compiz da più di un anno sulla mia Ubuntu al lavoro e ormai non ne posso più fare a meno... qualche effetto zuccheroso c'è ( e cmq migliore di Vista) ma ci sono anche strumenti molto potenti per l'organizzazione 3d del Desktop che semplificano alla grande le operazioni di lavoro.
          • mac scrive:
            Re: rigurardo al video
            - Scritto da: Gianni
            Beh contando che Compiz esiste da prima di Aero,quatrz di osx esiste da 5 anni prima! se la devi raccontare, raccontala giusta!
      • Olmo scrive:
        Re: rigurardo al video

        perchè non ha nulla di nuovo a parte
        l'interfaccia gommosa che dopo 5 minuti fa venire
        il mal di testa. 1. Non è nuova. Già esisteva da un pezzo. E' stata solo messa di default2. Che tu dica che mancano novità è solo una tua presunzione: http://www.ubuntu.com/testing/gutsybeta#head-9c32daec4734687458c508eb41c112c8f4705823
        Linux è sempre la solita
        minestra: un kernel + un ammasso di applicazioni
        prese a caso da internet e spacciate per
        loro.Certo. Un ammasso di applicazioni sulle quali si regge la stragrande maggioranza dell'infrastruttura di Internet (Apache, Bind, Qmail). Belli, sì, IIS ed Exchange.
    • johnKent scrive:
      Re: rigurardo al video
      Quoto.Il video fa proprio schifo e non si capisce niente.E' a dir poco una buffonata che esplora l'aspetto più subdolo e insignificante.Le reali novità sono altre, come il supporto migliorato alla ricerca, il nuovo GNOME 2.20, il supporto alla scrittura sulle ntfs, le applicazioni nuove e migliorate come il visualizzatore di immagini predefinito che consentirà di autoruotare le immagini importate dalla fotocamera (quelle scattate storte), e molto altro ancora.Perchè non avete fatto vedere tutte queste cose e avete fatto un insignificante video in cui si dimostra soltanto qualche funzione (per giunta stupida e già presente da secoli) di compiz?E' una mossa ordinata dall'altro per rendere ridicolo o assimilare a vista questa nuova release di Ubuntu?E' un tentativo di screditarla e non fare vedere le reali novità del sistema?Da PI una notizia stupida, che non affronta le reali tematiche e riporta un video indecente come per dire: ecco le novità di ubuntu son le finestre gommose..Ma perfavore!Lunga vita al Gibbone!- Scritto da: xtra duro
      io mi chideo...ma cherazz di video e'? il ragazzo
      non sa chiaramento dove cliccare; scorre i menu
      come un forsennato e muove le finestre in modo
      scoordinato.

      inoltre oltre a mostrare le soliti inutili
      effetti zuccherosi in stile vista, perche' non ci
      si e' soffermati sulle reali
      novita'?
      • pippo scrive:
        Re: rigurardo al video
        Potresti aver ragione ma gran parte delle caratteristiche che citi sono di gnome 2.20 non di ubuntu.Le novità di ubuntu sono sostanzialmente aver scelto tracker di default (scelta che devo valutare nella pesantezza), compiz di default (scelta opinabile, ma comunque forte e da sottolineare, essendo la prima delle distro maggiore a fare il grande salto), supporto al plug and play delle stampanti...il resto sono caratteristiche (ottime) di gnome 2.20
      • boom scrive:
        Re: rigurardo al video
        - Scritto da: johnKent
        Quoto.
        Il video fa proprio schifo e non si capisce
        niente.
        E' a dir poco una buffonata che esplora l'aspetto
        più subdolo e
        insignificante.
        Le reali novità sono altre, come il supporto
        migliorato alla ricerca, il nuovo GNOME 2.20, il
        supporto alla scrittura sulle ntfs, le
        applicazioni nuove e migliorate come il
        visualizzatore di immagini predefinito che
        consentirà di autoruotare le immagini importate
        dalla fotocamera (quelle scattate storte), e
        molto altro
        ancora.
        Perchè non avete fatto vedere tutte queste cose e
        avete fatto un insignificante video in cui si
        dimostra soltanto qualche funzione (per giunta
        stupida e già presente da secoli) di
        compiz?
        E' una mossa ordinata dall'altro per rendere
        ridicolo o assimilare a vista questa nuova
        release di
        Ubuntu?
        E' un tentativo di screditarla e non fare vedere
        le reali novità del
        sistema?
        Da PI una notizia stupida, che non affronta le
        reali tematiche e riporta un video indecente come
        per dire: ecco le novità di ubuntu son le
        finestre
        gommose..
        Ma perfavore!il nerd del video era tutto eccitato, non sapeva dove cliccare prima, probabilmente usava il mouse con la mano destra e con la sinistra si stava pugnettando (rotfl)ah linari!
        • krane scrive:
          Re: rigurardo al video
          - Scritto da: boom
          - Scritto da: johnKent

          Quoto.

          Il video fa proprio schifo e non si capisce

          niente.

          E' a dir poco una buffonata che esplora
          l'aspetto

          più subdolo e

          insignificante.

          Le reali novità sono altre, come il supporto

          migliorato alla ricerca, il nuovo GNOME 2.20, il

          supporto alla scrittura sulle ntfs, le

          applicazioni nuove e migliorate come il

          visualizzatore di immagini predefinito che

          consentirà di autoruotare le immagini importate

          dalla fotocamera (quelle scattate storte), e

          molto altro

          ancora.

          Perchè non avete fatto vedere tutte queste cose
          e

          avete fatto un insignificante video in cui si

          dimostra soltanto qualche funzione (per giunta

          stupida e già presente da secoli) di

          compiz?

          E' una mossa ordinata dall'altro per rendere

          ridicolo o assimilare a vista questa nuova

          release di

          Ubuntu?

          E' un tentativo di screditarla e non fare vedere

          le reali novità del

          sistema?

          Da PI una notizia stupida, che non affronta le

          reali tematiche e riporta un video indecente
          come

          per dire: ecco le novità di ubuntu son le

          finestre

          gommose..

          Ma perfavore!

          il nerd del video era tutto eccitato, non sapeva
          dove cliccare prima, probabilmente usava il mouse
          con la mano destra e con la sinistra si stava
          pugnettando
          (rotfl)

          ah linari!Bhe, dai i venditori microsoft sono stati molto piu' lascivi con Wista...
    • rangh scrive:
      Re: rigurardo al video
      - Scritto da: xtra duro
      io mi chideo...ma cherazz di video e'? il ragazzo
      non sa chiaramento dove cliccare; scorre i menu
      come un forsennato e muove le finestre in modo
      scoordinato.

      inoltre oltre a mostrare le soliti inutili
      effetti zuccherosi in stile vista, perche' non ci
      si e' soffermati sulle reali
      novita'?il mondo linux è pieno di lamer... anzi, forse ci sono solo quellise non fosse per i soldi di Shuttleworth, sareste ancora con la shell a caratteri
      • Squeed scrive:
        Re: rigurardo al video
        - Scritto da: rangh
        - Scritto da: xtra duro

        io mi chideo...ma cherazz di video e'? il
        ragazzo

        non sa chiaramento dove cliccare; scorre i menu

        come un forsennato e muove le finestre in modo

        scoordinato.



        inoltre oltre a mostrare le soliti inutili

        effetti zuccherosi in stile vista, perche' non
        ci

        si e' soffermati sulle reali

        novita'?

        il mondo linux è pieno di lamer... anzi, forse ci
        sono solo
        quelli

        se non fosse per i soldi di Shuttleworth, sareste
        ancora con la shell a
        caratteriVai a installare Norton va... ahahahahah patetico
  • Andrea scrive:
    ..unica grossa mancanza è sempre quella.
    tutti i programmi/giochi che vanno su windows..non girano su linux... quando si riuscirà a farlo allora si che secondo me..cambierà qualcosa..
    • Lorenzo scrive:
      Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
      Quello è il "vantaggio di linux".. questo aspetto si avrà con lo sviluppo delle macchine virtuali in cui ti installi windows su linux.. così per giocare ti apri win e per lavorare e navigare in tranquillità usi linux
    • Ken Shiro scrive:
      Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
      quoto pienamente, e minimo ci vorranno ancora due anni prima che wine arrivi alla versione 1.0 e reactos rilasci una versione utilizzabile del suo s.o.
    • pinco scrive:
      Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
      Non mi risulta:http://games.cedega.com/gamesdb/Comunque per i giochi esistono le console...
      • mamodesign scrive:
        Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
        - Scritto da: pinco
        Non mi risulta:
        http://games.cedega.com/gamesdb/
        Comunque per i giochi esistono le console...Dai dai dai... ha detto giustamente "PROGRAMMI/Giochi"... diciamola così... quando anche Adobe inizierà a fare programmi per Linux, vedremo una diffusione massiccia di Linux. Fino ad allora...
        • pinco scrive:
          Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
          - Scritto da: mamodesign
          - Scritto da: pinco

          Non mi risulta:

          http://games.cedega.com/gamesdb/

          Comunque per i giochi esistono le console...

          Dai dai dai... ha detto giustamente
          "PROGRAMMI/Giochi"... diciamola così... quando
          anche Adobe inizierà a fare programmi per Linux,
          vedremo una diffusione massiccia di Linux. Fino
          ad
          allora...Programmi ce ne sono anche troppi e Adobe ha già iniziato a fare programmi per linux, se è per questo ha iniziato anche la MS....Comunque il punto non è quello, il punto è che dopo anni di marketing asfisiante l'utente win è abituato a cercare brand e non soluzioni.
          • max scrive:
            Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
            - Scritto da: pinco
            Comunque il punto non è quello, il punto è che
            dopo anni di marketing asfisiante l'utente win è
            abituato a cercare brand e non
            soluzioni.Mitico!
    • Francesco scrive:
      Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
      - Scritto da: Andrea
      tutti i programmi/giochi che vanno su
      windows..non girano su linux... quando si
      riuscirà a farlo allora si che secondo
      me..cambierà
      qualcosa..Mah, prima di tutto ci sono le alternative libere, che chi le conosce sa che sono ottime, poi c'è wine, che è in grado di far girare a velocità praticamente invariata un bel po' di giochi e applicazioni windows... In ultima battuta ci sono i programmi di virtualizzazione (anche liberi come VirtualBox) per quelle applicazioni che proprio non vogliono saperne di girare.Sia a casa che a lavoro non faccio più il boot da windows, e mi tengo la sicurezza e la stabilità del sistema linux.F
    • Senbee scrive:
      Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
      Mai sentito paralare di Crossover, wine, wine-doors, Cedega, Virtualbox?
      • Andrea scrive:
        Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
        boh..funziona ok sono daccordo.. ma aprire programmi che virtualizzano un'altra macchina non mi piace molto come idea..certo è un'alternativa.. ma che computerone ci vuole? poter inserire per esempio un qualcosa di windows ..e vederlo installarsi su linux..è qualcosa che spero avvenga presto.
        • Senbee scrive:
          Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
          Guarda che la virtualizzazione è solo l'ultima spiaggia!Io per esempio la uso solo per programmare in Visual Studio quando mi chiedono di scrivere applicazioncine per Windows.Per il resto, o c'è un'equivalente per Linux o c'è Wine.E tieni anche conto che il viceversa (Linux su Windows) non si può fare. E non è vero che per Windows "c'è tutto": a parte l'instabilità, le applicazioni "serie" sono quasi tutte a pagamento, e quindi o compri o cracchi, cosa che sinceramente mi ripugna, quando su Linux ho tutto quello che mi serve.
          • ' OR 'a'='a scrive:
            Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.

            E tieni anche conto che il viceversa (Linux su
            Windows) non si può fare. putty, winSCP, vmware ?
          • Senbee scrive:
            Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.

            putty, winSCP, vmware ?Cioè tutta roba di virtualizzazione.Come wine non c'è nulla per Windows.Che tristezza criticare cose che non si conoscono, eh?
          • Olmo scrive:
            Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
            - Scritto da: Senbee

            putty, winSCP, vmware ?

            Cioè tutta roba di virtualizzazione.
            Come wine non c'è nulla per Windows.Sbagli C'è LINA http://www.openlina.com/ solo per fare un esempio.
          • Senbee scrive:
            Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.

            Sbagli C'è LINA http://www.openlina.com/ solo per
            fare un
            esempio.Con la differenza che wine FUNZIONA ^_^Un'applicazione grafica Linux meno che elementare su Windows non l'ho mai vista funzionare.
          • Shu scrive:
            Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
            - Scritto da: ' OR 'a'='a

            E tieni anche conto che il viceversa (Linux su

            Windows) non si può fare.

            putty, winSCP, vmware ?Putty e` un emulatore di terminalewinSCP un client per il protocollo SCPvmware un PC virtuale, un "emulatore".Mostrami Epiphany che gira nativamente su Windows.Lo so che e` facile, basta ricompilare il software adattando le Gtk a Windows, ma la stessa cosa vale per Linux: basta ricompilare il software adattando le chiamate di libreria.Wine fornisce un set di librerie che emulano quelle di Windows. Windows non fornisce niente di simile.
          • MeX scrive:
            Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.

            quindi o compri o cracchi, cosa che
            sinceramente mi ripugna, quando su Linux ho tutto
            quello che mi
            serve.quindi del windows virtualizzato hai regolare licenza così come per la suite visual studio?
        • pippo scrive:
          Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.

          poter inserire per esempio un qualcosa di windows
          ..e vederlo installarsi su linux..è qualcosa che
          spero avvenga
          presto.potrà avvenire solo attraverso wine che essendo una reingegnerizzazione delle api di w16 e w32 per sua natura non sarà mai equivalente a un supporto nativo.In poche parole a volte va, es office alcuni dreamweaver alcuni photoshop, a volte no.
        • krane scrive:
          Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
          - Scritto da: Andrea
          boh..funziona ok sono daccordo.. ma aprire
          programmi che virtualizzano un'altra macchina non
          mi piace molto come idea..certo è
          un'alternativa.. ma che computerone ci vuole?
          poter inserire per esempio un qualcosa di windows
          ..e vederlo installarsi su linux..è qualcosa che
          spero avvenga presto.Io spero che non si veda mai !!!Tenetevi i vostri virus !
    • Senbee scrive:
      Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
      tutti i programmi/giochi che vanno su Linux.. non girano su Windows... quando si riuscirà a farlo allora si che secondo me..cambierà qualcosa..
      • Andrea scrive:
        Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
        non che sia contro linux! anzi! ma l'unica cosa che non mi fa cambiare è questa...sono abituato a windows..ho provato in passato delle versioni linux.. ma avere il dual boot o far partire una macchina virtuale scoccia un pò... sono uno di quelli del "tutto e subito" :)
        • Senbee scrive:
          Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
          Cancella tutto, metti su Kubuntu e avrai "tutto e subito" ^_^Con wine installi quasi tutte le applicazioni windows che vuoi (ma non ne avrai bisogno, davvero) che girano NATIVAMENTE, senza dover virtualizzare.
    • Bex scrive:
      Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
      - Scritto da: Andrea
      tutti i programmi/giochi che vanno su
      windows..non girano su linux... quando si
      riuscirà a farlo allora si che secondo
      me..cambierà
      qualcosa..Pur essendo un convinto Winaro, voglio sottolineare che quanto hai scritto costituisce soltanto in parte realtà.Fossi in te ritratterei quel "TUTTI" sostituendolo con "ALCUNI".Nelle mie (tristi) esperienze cn linux, ho giocato senza problemi a unreal tournament, FarCry, Doom 3, e ho fatto girare Office 2000 il tutto sotto la versione giusta di wine... (ce n'è una apposta per fare girare office, e una per i giochi dx)
      • Andrea scrive:
        Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
        ehehe...lo farei.. mi garantite che: cinema 4d r10, allplan 2006 e pes 2008 e virtua tennis 3 ...girano? :)
    • silvertears scrive:
      Re: ..unica grossa mancanza è sempre quella.
      Per quanto riguarda i giochi questo è vero, ance se sempre più case produttrici si stanno impegnando in maniera indiretta per fare andare i loro giochi anche su sistemi operativi basati su linux.Per quello che riguarda i software invece la cosa non è esatta, volendo tutti i programmi che girano su sistemi windows possono funzionare su distribuzioni he possono utilizzare il sotware wine.In ogni caso, per sistemi linux ci sono quasi sempre delle valide alternative a programmi che girano sotto windows, quindi, molto spesso non se ne sente nemmeno il bisogno.
  • The Animal scrive:
    UBUNTU AL TAPPETO !
    Non basteranno certo queste 4 cazzate per fronteggiare Vista.
    • p1x scrive:
      Re: UBUNTU AL TAPPETO !
      No, per fronteggiare Wista ci vuole almeno una bottiglia di vodka, molto coraggio e molta stupidità ;)
  • Bill Gates scrive:
    Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
    Che forza!Neanche 14 anni dall'introduzione di NTFS e già lo implementano in scrittura su Linucs!Ganzo! :D
    • p1x scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      E Windows quanto aspetterà ancora per supportare ext3 o almento ext2?
      • nonsenepuop iu scrive:
        Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
        Quando serviranno
      • Squeed scrive:
        Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
        - Scritto da: p1x
        E Windows quanto aspetterà ancora per supportare
        ext3 o almento
        ext2?Secondo me non sono capaci... d'altronde... hanno sempre copiato e stracopiato..
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
        - Scritto da: p1x
        E Windows quanto aspetterà ancora per supportare
        ext3 o almento
        ext2?Giusto per dovere di cronaca:http://www.fs-driver.org/TAD
        • amedeo scrive:
          Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
          driver che comunque non sono stati sviluppate ne' resi disponibili da MS
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
            - Scritto da: amedeo
            driver che comunque non sono stati sviluppate ne'
            resi disponibili da
            MSEh beh, figuriamoci se MS rende fa qualcosa di interoperabile con qualcosa che non sia windows...TAD
    • Ryo scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      non mi risulta che winzozz nativamente abbia il supporto a ext3 e compagnia, nonostante esistano da anni..
      • Gabriele scrive:
        Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
        Con una differenza.Che ext2/ext3 ha specifiche aperte. NTFS invece va capito facendo reverse engineering, perché le specifiche sono proprietarie. Ovvero, un bagno di sangue.
        • pippo scrive:
          Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
          beh ora ci sono i driver paragon...la paragon ha le specifiche da microsoftperò i driver me li da chiusi per il kernel 2.6.20, quindi finché non fanno un installer stile nvidia non se ne fa nulla ;)
    • Mech scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      Diamine, sono un Winaro e ne so perfino più di te che te la trolli allegramente.Il tuo omonimo Bill non ha mai rilasciato le specifiche di ntfs, così gli appassionati hanno dovuto smanettare parecchio per riuscire a dargli il supporto open.E comunque non mi pare che Win supporti Ext3 o altro.Ma poi, che te lo dico a fare?
    • Ken Shiro scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      eh non è mica una novità, il supporto in scrittura per la ntfs esisteva gia 4 anni fa, era sperimentale ma andava alla grande e non mi aveva mai dato nessun problema...
    • nec scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      - Scritto da: Bill Gates
      Che forza!
      Neanche 14 anni dall'introduzione di NTFS e già
      lo implementano in scrittura su
      Linucs!
      Ganzo!
      :Dè già da un annetto e passa che può anche scrivere in NTFS con una buona affidabilitàper chi ancora non lo sapesse (immagino pochi): su windows per scrivere su ext3 c'è da scaricarsi un driver da qua:http://www.fs-driver.org/download.htmlce ne sono anche altri ma non li ho provati
      • Bex scrive:
        Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
        Scusa ma poi come lo vedi sotto windows un sistema ext3 ?non c'è la /mnt la /dev/sda1 ecc...vuoi dire che con quello ti trovi un D: con dentro la directory /home ? anzi... d:home ?
        • Intruder scrive:
          Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
          Proprio così... e con accessi di root ovunque, ovviamente se il disco non è criptato
      • Christian scrive:
        Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
        Io non lo sapevo !Grazie mille !Fino ad ora usavo ubuntu in partizione con windows, e il file system degli hdd esterni e delle penne era ntfs o fat per poterli usare con entrambi, ma avevo problemi con la scrittura dei file criptati in ntfs, ma se esistono drive che permettono a windows di leggere ext2 e 3 allora formatto tutto e passo a questi !!! poi ext2 per una penna usb è il massimo !!!
    • Senbee scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      Sono due anni che è possibile scrivere su NTFS da Linux. Con questa versione è solo disponibile di default senza doverla installare.In compenso il filesystem di Linux c'è da molto più tempo e solo poco recentemente qualcuno ha sviluppato dei driver per farlo vedere a Windows.
    • Gianni scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      Beh... il supporto in scrittura di NTFS su Linux c'è ormai da 3 anni... solo che questa volta è implementato di default...Prima bastava scaricarlo.
    • pabloski scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      hey Bill come la mettiamo con i file che si corrompono durante la copia?http://it.slashdot.org/article.pl?sid=07/10/16/1658230gradiremmo una soluzione, perchè abbiamo già perso 5 volte importantissimi file che la AT&T ci aveva inviato, riguardanti tutte le comunicazioni degli ultimi 3 mesi avvenute nella città di Springfield :D
    • silvertears scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      Sarebbero molto più interessanti questi commenti se ognuno prima di scrivere qualcosa si informasse un pochino.Il supporto al filesystem NTFS c'è da un bel po di tempo, e se nei primi tempi le distribuzioni linux non erano compatibili con questo tipo di filesyste non è stato certo per demerito di chi lavora a questi progetti, ma piuttosto per demerito di chi possiede i diritti riservati di questo filesystem e cioè la Microsoft.In ogni caso, il supporto in lettura al filesystem NTFS arrivò molto velocemente, mentre per quanto riguarda quello in scrittura ci vollero un po di anni.In ogni caso, la vera novità di questa distribuzione di Ubuntu non è il supporto in scrittura sulle partizioni NTFS, cosa che aveva già da prima installando un apposito pacchetto; ma piuttosto il fatto che ora quel famoso pacchetto viene installato in automatico nel momento in cui si installa la distribuzione sul proprio sistema.
    • DON'T FEED THE TROLLS scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      - Scritto da: Bill Gates
      Che forza!
      Neanche 14 anni dall'introduzione di NTFS e già
      lo implementano in scrittura su
      Linucs!
      Ganzo!
      :DDO NOT FEED THE TROLLS!
    • bbbbb scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      Vedo che l'ignoranza dilaga :$
    • ... scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      Su non piangere, il supporto è limitato in chiaro, niente volumi compressi e criptati per adesso
    • Pincopallin o scrive:
      Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
      - Scritto da: Bill Gates
      Che forza!
      Neanche 14 anni dall'introduzione di NTFS e già
      lo implementano in scrittura su
      Linucs!
      Ganzo!
      :DLe specifiche complete di NTFS non sono disponili (MS ha rilascito pubblicamente solo dei documenti piuttosto limitati) quello di ntfs-3g è un formidabile lavoro di retro engineering.
      • Bill Gates scrive:
        Re: Ma dai! Supporto in scrittura all'NTFS!
        - Scritto da: Pincopallin o

        Le specifiche complete di NTFS non sono disponili
        (MS ha rilascito pubblicamente solo dei documenti
        piuttosto limitati) quello di ntfs-3g

        è un formidabile lavoro di retro engineering.Ma sbaglio o un po' di tempo fa circolavano in rete i sorgenti di Windows NT? ;)
  • Banana Joe scrive:
    piu' sessioni utente
    sotto debian uso sux, si usa come su ma permette di aprire facilmente anche nuove sessioni di X. essendoci presumibilmente anche su ubuntu direi che tenere piu' utenti sullo schermo, locali o remoti (con ssh) non e' mai stato un problema.
  • LucaS79 scrive:
    supporto schede wireless
    So che le precedenti versioni di Ubuntu non hanno drivers per le schede di rete wireless.Sapete dirmi se questa nuova versione risolve il problema?In caso contrario, come si fa ad usare una scheda wireless con Ubuntu?Grazie a chi vorrà rispondermi...
    • freude scrive:
      Re: supporto schede wireless
      - Scritto da: LucaS79
      So che le precedenti versioni di Ubuntu non hanno
      drivers per le schede di rete
      wireless.
      Sapete dirmi se questa nuova versione risolve il
      problema?
      In caso contrario, come si fa ad usare una scheda
      wireless con
      Ubuntu?

      Grazie a chi vorrà rispondermi...Da 4 anni uso portatili con wireless con debian e ubuntuDa altrettanti anni ho in casa un router wireless.Svariati chip per schede wireless di grande diffusionesono supportati, con gutsy si aumenta il supporto
    • pippo scrive:
      Re: supporto schede wireless
      - Scritto da: LucaS79
      So che le precedenti versioni di Ubuntu non hanno
      drivers per le schede di rete
      wireless.eh la madonna...e io come ti sto scrivendo? comunicando con san pietro via preghiera? :-Ddipende dal chipset ovviamente, ma tra quelle supportate nativamente e con ndiswrapper siamo alla situazione opposta di "precedenti versioni di Ubuntu non hanno drivers per le schede di rete wireless" ;)
    • Giorgio Motol scrive:
      Re: supporto schede wireless
      Per le schede wireles non dovrebbero esserci problemi e cmq. sia puoi utilizzare un' applicazione che si wrapper n...qualcosa wrapper adesso non ricordo il nome che fa da ponte tra i driver per windows e linux:) cerca con google e vedi che trovi:)
    • Bex scrive:
      Re: supporto schede wireless
      Allora i casi sono due:O utilizzi il driver Open Source caricando il firmware proprietario della scheda (gia xche il firmware in queste schede non è interno ma... viene caricato dal driver... sob)Oppure utilizzi ndiswrapper caricando driver per windows.Per utilizzare la scheda si riesce a utilizzare il problema sta nel quando vuoi utilizzarla sotto WPA... non con tutte le schede funziona, e non con tutte è semplice farlo funzionare...WpaSuplicant può esserti d'aiuto in questi casi ma non sempre...
    • silvertears scrive:
      Re: supporto schede wireless
      Mi sa che sei rimasto parecchie distro indietro, è da una vita che Ubuntu supporta la maggior parte dei chipset wireless.Addirittura da un paio di distribuzioni a questa parte (questa compresa), utilizzare la propria scheda wireless è diventata una cavolata, molto più semplice di come si fa con sistemi operativi windows.Per utilizzare il wireless basta accendere la scheda wireless, clikkare con il mouse sul gestore delle connessioni che si trova nella deskbar, selezionare la rete alla quale ci si vuole connettere, inserire eventualmente le credenziali e il gioco è fatto.
      • DarkSchneider scrive:
        Re: supporto schede wireless
        Ho perso il conto delle *ubuntu che ho provato (la prima mi pare fosse la 5.04 o la 5.10) e la prima cosa che ho notato è stato il fatto di avere il supporto alla mia scheda wireless già in fase di installazione, non c'era bisogno di avere un amico con il cavo incrociato che mi faceva da gateway come per installare debian. (Usavo la rete wireless della facoltà)E' stata la prima distro che ho installato sul portatile e l'unico HW che mi ha dato problemi è stato lo Winmodem
      • Tuanonna scrive:
        Re: supporto schede wireless

        Addirittura da un paio di distribuzioni a questa
        parte (questa compresa), utilizzare la propria
        scheda wireless è diventata una cavolata, molto
        più semplice di come si fa con sistemi operativi
        windows.Una 'cavolata' mi sembra semplificare troppo, anche se è vero che ormai Ubuntu supporta molte schede wireless, il fatto di dover ricorrere a ndiswrapper per molte non è proprio semplice per l'utente medio. Per non parlare poi del supporto WPA, che è complesso da configurare e non sempre funziona bene. Con Windows, bisogna ammetterlo, configurare le wireless è moooolto più semplice. Certo è colpa di quei bastardi che non rilasciano le specifiche, ma è oggettivamente più semplice su Windows.
    • G4tt0 scrive:
      Re: supporto schede wireless
      - Scritto da: LucaS79
      So che le precedenti versioni di Ubuntu non hanno
      drivers per le schede di rete
      wireless.E questa dove l'hai letta? Magari tu hai un chipset particolare e hai avuto dei problemi, ma ormai è da parecchie versioni che Ubuntu supporta le schede wireless.. io la uso stabilmente dalla 6.04 (prima gentoo :p) e non ho mai fatto nulla di particolare per attivare la scheda wireless, ha sempre fatto tutto lui in automatico.
    • amedeo scrive:
      Re: supporto schede wireless
      Con il 7.04 ho il supporto alla scheda wireless intel del portatile senza problemi come con la versione precedente avevo gia' il supporto per quella del vecchio portatila (non ricordo cosa fosse, forse broadcom, certamente non la intel che ho sul nuovo e che non era supportata da quella versione di ubuntu)
    • art scrive:
      Re: supporto schede wireless
      Mha... io ho un acer aspire 5633 e non ho mai avuto problemi con il wireless, anzi dopo che ho conosciuto l'esistenza di aircrack-ng mi trovo da dio...
  • pcalluopo scrive:
    Consumi interessanti...
    Ma scusate sbaglio io o ubuntu consuma più di windows vista?http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=880&num=2
    • tinorino scrive:
      Re: Consumi interessanti...
      - Scritto da: pcalluopo
      Ma scusate sbaglio io o ubuntu consuma più di
      windows
      vista?

      http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&itemio ho tolto vista da un amd core duo con 2GB di ram perché s'impachidemeggiava letteralmente, ci ho messo ubuntu, con gli effetti, e non filava speditissima. fai un po' te. ps: vista era home edition.
      • tinorino scrive:
        Re: Consumi interessanti...

        ram perché s'impachidemeggiava letteralmente, ci... impachidermeggiava ...
        • Visualizza emoticon scrive:
          Re: Consumi interessanti...
          MMhhh, io sono un "linaro" sfegatato...ma a lavoro faccio girare Vista su 512 mb di RAM....
      • pcalluopo scrive:
        Re: Consumi interessanti...
        ci
        ho messo ubuntu, con gli effetti, e non filava
        speditissima. fai un po' te.Cioè con ubuntu andava lo stesso lento?
        • anonimo scrive:
          Re: Consumi interessanti...
          - Scritto da: pcalluopo
          ci

          ho messo ubuntu, con gli effetti, e non filava

          speditissima. fai un po' te.

          Cioè con ubuntu andava lo stesso lento?Molte volte i canoni lento o veloce sono soggettivi. In questo caso se con un dual core con 2 giga di ram vede sia vista che ubuntu lentio o è troppo esigente oppure ha qualche problema hw, ad esempio l'hd che sta per tirare le cuoia. IMHO
          • pcalluopo scrive:
            Re: Consumi interessanti...

            Molte volte i canoni lento o veloce sono
            soggettivi. In questo caso se con un dual core
            con 2 giga di ram vede sia vista che ubuntu
            lentio o è troppo esigente oppure ha qualche
            problema hw, ad esempio l'hd che sta per tirare
            le cuoia.
            IMHOSi cmq tutto il mio discorso era basato sui consumi non sulla velocità ;)
    • pippo scrive:
      Re: Consumi interessanti...
      - Scritto da: pcalluopo
      Ma scusate sbaglio io o ubuntu consuma più di
      windows
      vista?

      http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&itemprobabile, compiz in termini di consumo (e non intendo ram, quello è il meno) non è tenero, soprattuto se la scheda video collabora poco
    • Elf scrive:
      Re: Consumi interessanti...
      Leggi bene:"Granted, this test isn't very controlled and was just intended to give a rough overview."Puzza di bufala in puro stile "Get the facts".
    • marco scrive:
      Re: Consumi interessanti...
      - Scritto da: pcalluopo
      Ma scusate sbaglio io o ubuntu consuma più di
      windows
      vista?credo che sia normale, ci sono troppi layer di mezzo, xwindow, kde, compiz. Decisamente troppi. Io preferisco Vista che ha un'unico motore grafico senza troppi layer in mezzo e quindi altamente più performante.
      • Shu scrive:
        Re: Consumi interessanti...
        - Scritto da: marco
        credo che sia normale, ci sono troppi layer di
        mezzo, xwindow, kde, compiz. Decisamente troppi.
        Io preferisco Vista che ha un'unico motore
        grafico senza troppi layer in mezzo e quindi
        altamente più
        performante.Finche` hai poca roba sullo schermo, forse.Essendo (su Vista) tutto vettoriale, ogni cosa e` formata da poligoni. Milioni di poligoni (i gadget, i font, le barre, ecc.)In compiz hai molti meno poligoni per finestra, quindi sono sufficienti schede video meno potenti.Bye.
        • anonimo scrive:
          Re: Consumi interessanti...
          - Scritto da: Shu
          - Scritto da: marco


          credo che sia normale, ci sono troppi layer di

          mezzo, xwindow, kde, compiz. Decisamente troppi.

          Io preferisco Vista che ha un'unico motore

          grafico senza troppi layer in mezzo e quindi

          altamente più

          performante.

          Finche` hai poca roba sullo schermo, forse.
          Essendo (su Vista) tutto vettoriale, ogni cosa e`
          formata da poligoni. Milioni di poligoni (i
          gadget, i font, le barre,
          ecc.)
          In compiz hai molti meno poligoni per finestra,
          quindi sono sufficienti schede video meno
          potenti.

          Bye.C'è da dire però che vista delega molto di più alla scheda video, invece in linux ci sono diversi layer che lavorano con superfici di lavoro bitmap e a livello più basso viene rimappato tutto su poligoni e dato in pasto alla scheda video. La mia impressione è che consumi di più perchè oltre alla scheda video viene fatto anche abbastanza lavoro dal processore, ed inoltre ho come l'impressione che i driver forniti dai produttori hw per windows (xp o vista che sia) gestiscono meglio il risparmio energetico.
    • pabloski scrive:
      Re: Consumi interessanti...
      - Scritto da: pcalluopo
      Ma scusate sbaglio io o ubuntu consuma più di
      windows
      vista?

      http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&itemdipende dalle politiche dello scheduler....Linux dà ampie possibilità di scelta, si passa dal sistema con bassa interattività a quello iperinterattivo....Fedora segue la prima strada e infatti consuma meno di Windows, Ubuntu segue la seconda
      • anonimo scrive:
        Re: Consumi interessanti...
        - Scritto da: pabloski
        - Scritto da: pcalluopo

        Ma scusate sbaglio io o ubuntu consuma più di

        windows

        vista?




        http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item

        dipende dalle politiche dello scheduler....Linux
        dà ampie possibilità di scelta, si passa dal
        sistema con bassa interattività a quello
        iperinterattivo....

        Fedora segue la prima strada e infatti consuma
        meno di Windows, Ubuntu segue la
        secondaConsuma di meno solo in idle. Loro le prove a carico non le facevano con processi batch ma processi interattivi, quindi in teoria fedora doveva consumare secondo la tua ottica ancora meno di windows.
    • pippo scrive:
      Re: Consumi interessanti...
      mia ipotesi: non è che tracker in fase di prima indicizzazione modifica un po' i risultati che si avrebbero a "regime"?
      • anonimo scrive:
        Re: Consumi interessanti...
        - Scritto da: pippo
        mia ipotesi: non è che tracker in fase di prima
        indicizzazione modifica un po' i risultati che si
        avrebbero a
        "regime"?Mi sembra una delle ipotesi più plausibili lette fino ad ora.
  • Visualizza emoticon scrive:
    Dico solo questo....
    " ....decisione di rendere Compiz Fusion una funzionalità predefinita della nuova Ubuntu è stata tra le scelte più difficili e dibattute della nuova release "Molto, molto negativo!" ....la Deskbar, che permette di accedere istantaneamente alle applicazioni di uso più frequente, ai bookmark, al desktop search e ad altre risorse e funzionalità. "Dov'è la novità?" ...Il motore di ricerca è ora in grado di indicizzare tutti i formati dei file più comuni, come foto, documenti, musica ecc. "Bho, su Mandriva uso sempre locate (ricordate la shell, vero....) nessun motore di ricerca grafico sarà mai più veloce!" ...pieno supporto in scrittura alle partizioni ed ai file NTFS "Come Mandriva 2008.0 (e quindi da prima....)"... stampanti, che ora vengono configurate totalmente in automatico "Come Mandriva da circa un anno!Perchè questa moda sfrenata??Comunque.....è sempre un kernel Linux, quindi....di prima scelta!! ;)
    • rinoticio scrive:
      Re: Dico solo questo....

      Come Mandriva da circa un anno!

      Perchè questa moda sfrenata??

      Comunque.....è sempre un kernel Linux,
      quindi....di prima scelta!!
      ;)si, ma l'unica cosa che fa la differenza è la comunità. quella di ubuntu è insuperabile, per ora, prima o poi ci sarà qualcuno che l'attirerà, ma la vedo dura:) ubuntu è troppo entusiasmante e stabile (basta usare i repo ufficiali).
      • Visualizza emoticon scrive:
        Re: Dico solo questo....
        - Scritto da: rinoticio
        si, ma l'unica cosa che fa la differenza è la
        comunità. quella di ubuntu è insuperabile....Ma per favore....
        • Kevin J. Cameron scrive:
          Re: Dico solo questo....
          - Scritto da: Visualizza emoticon
          - Scritto da: rinoticio


          si, ma l'unica cosa che fa la differenza è la

          comunità. quella di ubuntu è insuperabile....

          Ma per favore....Per favore cosa? Ubuntu straccia tutte le altre distro per popolarità, numero di download e quindi anche la comunità è più grande.Poi le tu considerazioni di prima HAHA anche io uso la shell, ma se Ubuntu vuole essere la distro facile sul desktop deve fornire strumenti adeguati per la ricerca alla portata di tutti gli utenti e l'indicizzazione dei file è un'evoluzione che coinvolge tutti gli OS. Se non arrivi a capire questo è inutile discutere.
          • Risposta alla notizia scrive:
            Re: Dico solo questo....
            - Scritto da: Kevin J. Cameron

            Per favore cosa? Ubuntu straccia tutte le altre
            distro per popolarità, numero di download e
            quindi anche la comunità è più
            grande.Classico atteggiamento "winaro" da utente Ubuntu......
      • ... scrive:
        Re: Dico solo questo....
        Sono d'accordo, la sua comunità è l'unico motivo per cui uso Ubuntu (Xubuntu) da oltre due anni. E Mandriva mi piace molto, ai tempi di Mandrake era la mia preferita =)P.S. su ubuntu locate esiste e si usa, almeno io lo uso.. non confondiamo però, le trovate grafiche con le funzioni di base ;) quelle sono presenti in ogni distro.
    • Enzo4510 scrive:
      Re: Dico solo questo....
      - Scritto da: Visualizza emoticon
      Bho, su Mandriva uso sempre locate (ricordate la
      shell, vero....) nessun motore di ricerca grafico
      sarà mai più
      veloce!Certo, tutti sanno che la velocità di un motore di ricerca dipende dall' interfaccia....
    • pippo scrive:
      Re: Dico solo questo....


      Bho, su Mandriva uso sempre locate (ricordate la
      shell, vero....) nessun motore di ricerca grafico
      sarà mai più
      veloce!locate ti cerca fra i tah id3? tra le mail?poi l'interfaccia grafica che mizzica c'entra? tracker mica è solo la sua interfaccia grafica, anzi quello è il meno, puoi usare affinity se ti garba.Tracker, beagle, recoll sono software che agiscono in bg e che puoi interrogare da riga di comando se lo desideri.
      "... stampanti, che ora vengono configurate
      totalmente in
      automatico "

      Come Mandriva da circa un anno!in plug and play?
      • Risposta alla notizia scrive:
        Re: Dico solo questo....
        Con molte stampanti, colleghi e fai avanti, avanti....
        • pippo scrive:
          Re: Dico solo questo....
          - Scritto da: Risposta alla notizia
          Con molte stampanti, colleghi e fai avanti,
          avanti....questa e cosa diversa dal plug and play...
          • Risposta alla notizia scrive:
            Re: Dico solo questo....
            Bhe, se permetti sarò io a decidere se voglio utilizzare tale stampante o meno e se installare cups....quindi me lo chiede.
          • pippo scrive:
            Re: Dico solo questo....
            - Scritto da: Risposta alla notizia
            Bhe, se permetti sarò io a decidere se voglio
            utilizzare tale stampante o meno e se installare
            cups....quindi me lo
            chiede.cups lo hai già installato (o almeno ubuntu e il 99,9% delle distro lo ha già installato) se vorrai usare lo stampante lo decidi tu solo che lui se vuoi te la installa automaticamente appena la colleghi, così puoi continuare a smanettarti sulla foto della Corna (non tutti riescono a farlo con la sinistra mentre con la destra configurano la stampante) prima di stamparla ;)E' una cavolata inutile?probabile, ma è una novitàper alcuni l'automont è inutile e dannoso perché sono loro a dover scegliere se, quando e come montare la loro pen drive...questioni di scelte
          • Risposta alla notizia scrive:
            Re: Dico solo questo....
            - Scritto da: pippo
            ....così puoi continuare a smanettarti
            sulla foto della Corna (non tutti riescono a
            farlo con la sinistra mentre con la destra
            configurano la stampante) prima di stamparla
            ;)Allora mi prendi in giro!!!! Ho la mano sx rotta! :| :) :(Per il resto quoto: io preferisco scegliere e decidere.
  • ... scrive:
    Tanto per adesso non si può scaricare
    http://releases.ubuntu.com/gutsy/ è desolatamente vuota...
    • Marco C. scrive:
      Re: Tanto per adesso non si può scaricare
      Questo pomeriggio probabilmente sarai piu' fortunato ;-)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Tanto per adesso non si può scaricare
      Io da qualche giorno ho la RC installata e va bene direi.Appena ci sono tutti i repository a posto la metto a posto con apt-get e via.Poi con calma scarico il disco.
    • pasquale cacazza scrive:
      Re: Tanto per adesso non si può scaricare
      beh il titolo parla chiaramente : Benvenuti nel futuro (quello ubuntu), ovver il nulla :-)Mi tengo Windows...
      • Senbee scrive:
        Re: Tanto per adesso non si può scaricare
        "Cacazza"... Nomen omen.
      • johnKent scrive:
        Re: Tanto per adesso non si può scaricare
        Bravo e benvenuto nel futuro, cioè Vista :D :D :D- Scritto da: pasquale cacazza
        beh il titolo parla chiaramente : Benvenuti nel
        futuro (quello ubuntu), ovver il nulla
        :-)

        Mi tengo Windows...
        • DarkSchneider scrive:
          Re: Tanto per adesso non si può scaricare
          Futuro di cosa?Uso Vista tutti i giorni (purtroppo) e ho capito una cosa, scordatevi di far funzionare Vista con meno di 2 GB di RAM, pena improvvisi blocchi di sistema per caricare qualcosa.Un esempio? Mi si è impallato per cercare di aprire il notepad! E solo perchè in Background c'era IE7!A volte è necessario attendere almeno un minuto per visualizzare il menu contestuale.Tutto sembra essersi risolto con l'aumento della ram a 2GB ma da qui a spacciare il sistema per funzionante con 512 MB ce ne corre.Che il sistema di precaching della RAM non funzioni così bene?Nota, si tratta di Vista Home Premium originale con tutti gli aggiornamenti e i driver all'ultima versione.
          • Squeed scrive:
            Re: Tanto per adesso non si può scaricare
            Complimenti per la scelta...Certo che sentire certa gente contenta... mi fa pensare che accendano il pc e guardano 2 pagine web... chi ci lavora seriamente ha i problemi che hai te..- Scritto da: DarkSchneider
            Futuro di cosa?
            Uso Vista tutti i giorni (purtroppo) e ho capito
            una cosa, scordatevi di far funzionare Vista con
            meno di 2 GB di RAM, pena improvvisi blocchi di
            sistema per caricare
            qualcosa.
            Un esempio? Mi si è impallato per cercare di
            aprire il notepad! E solo perchè in Background
            c'era
            IE7!
            A volte è necessario attendere almeno un minuto
            per visualizzare il menu
            contestuale.
            Tutto sembra essersi risolto con l'aumento della
            ram a 2GB ma da qui a spacciare il sistema per
            funzionante con 512 MB ce ne
            corre.
            Che il sistema di precaching della RAM non
            funzioni così
            bene?
            Nota, si tratta di Vista Home Premium originale
            con tutti gli aggiornamenti e i driver all'ultima
            versione.
    • xWolverinex scrive:
      Re: Tanto per adesso non si può scaricare
      si scarica si scarica
      • xWolverinex scrive:
        Re: Tanto per adesso non si può scaricare
        No non si scarica piu' :o
        • boh scrive:
          Re: Tanto per adesso non si può scaricare
          - Scritto da: xWolverinex
          No non si scarica piu' :oProva con il torrent ci mette pochissimo
          • ... scrive:
            Re: Tanto per adesso non si può scaricare
            http://cdimage.ubuntu.com/dvd/current/gutsy-dvd-i386.iso.torrentnon mi prendo responsabilità, lo sto prendendo anch'io e spero si tratti della release vera e non della rc
  • Gaglia scrive:
    Piccola perplessita'
    Onore a Ubuntu, percarita'... ma non sta diventando un *pochino* troppo simile a winzozz? Anche lo sfondo del desktop gli assomiglia ahahah XDNo, a parte gli scherzi pero', sta cosa degli effetti 3d abilitati di default non mi piace... Ubuntu era gia' bellissima e semplice cosi', non bastava fare qualche piccola ritoccatina qua e la'? Vista sta facendo flop anche per il fatto che mangia troppe risorse e non tutti sono disposti a ricomprare il pc per installare un nuovo OS... vabe' che Compiz non e' Vista ma... c'era davvero bisogno di abilitarlo di default?
    • johnKent scrive:
      Re: Piccola perplessita'
      Secondo me non era necessario..ma forse è una mossa tesa a conquistare qualche utonto qui e là che trepiderà per gli effetti 3D..In ogni caso per disabilitarli basta un click una volta per sempre.. mi sembra ragionevole.Lunga vita al Gibbone!- Scritto da: Gaglia
      Onore a Ubuntu, percarita'... ma non sta
      diventando un *pochino* troppo simile a winzozz?
      Anche lo sfondo del desktop gli assomiglia ahahah
      XD

      No, a parte gli scherzi pero', sta cosa degli
      effetti 3d abilitati di default non mi piace...
      Ubuntu era gia' bellissima e semplice cosi', non
      bastava fare qualche piccola ritoccatina qua e
      la'? Vista sta facendo flop anche per il fatto
      che mangia troppe risorse e non tutti sono
      disposti a ricomprare il pc per installare un
      nuovo OS... vabe' che Compiz non e' Vista ma...
      c'era davvero bisogno di abilitarlo di
      default?
    • dfsg scrive:
      Re: Piccola perplessita'
      - Scritto da: Gaglia
      Onore a Ubuntu, percarita'... ma non sta
      diventando un *pochino* troppo simile a winzozz?
      Anche lo sfondo del desktop gli assomiglia ahahah
      XD
      Ma quello del video è quello di default? Cmq lo sfondo come dice Steve Jobs quasi tutti lo cambiano subito mettendo un'altra immagine.
      No, a parte gli scherzi pero', sta cosa degli
      effetti 3d abilitati di default non mi piaceCompiz è un composite manager che sostituisce metacity, puoi usarlo anche senza avere una scheda 3d.
      • Enzo4510 scrive:
        Re: Piccola perplessita'
        - Scritto da: dfsg
        Ma quello del video è quello di default? Cmq lo
        sfondo come dice Steve Jobs quasi tutti lo
        cambiano subito mettendo un'altra
        immagine.Non è vero.Io lo cambio mettendo uno sfondo nero con la barra delle applicazioni trasparente. :-)
        • dfsg scrive:
          Re: Piccola perplessita'
          - Scritto da: Enzo4510
          - Scritto da: dfsg

          Ma quello del video è quello di default? Cmq lo

          sfondo come dice Steve Jobs quasi tutti lo

          cambiano subito mettendo un'altra

          immagine.

          Non è vero.
          Io lo cambio mettendo uno sfondo nero con la
          barra delle applicazioni trasparente.
          :-)be' il senso è sempre quello, quasi tutti cambiano quello che si vede di default. Io per un po'ho messo lo sfondo grigio scuro e guardate rilassa la vista e non è neanche brutto da vedere. Mi pare che KDE4 lo metterà di default, a volte è più importante togliere che mettere, minimalismo for the win.
    • ... scrive:
      Re: Piccola perplessita'
      A me l'idea che sia abilitato di default non piace per niente, però a disabilitarlo ci vuole poco, perciò pazienza.. ci vuole soltanto un po' in più per configurarlo.
    • FDG scrive:
      Re: Piccola perplessita'
      - Scritto da: Gaglia
      No, a parte gli scherzi pero', sta cosa degli
      effetti 3d abilitati di default non mi piace...
      Ubuntu era gia' bellissima e semplice cosi', non
      bastava fare qualche piccola ritoccatina qua e
      la'?Per gli effetti 3D fatti solo per fare scena, tipo la finestra che si contorce quando la muovi, che a me fa venire il mal di mare, hai ragione. Putroppo Vista ha dato il la con gli effetti inutili e qualcuno c'è andato dietro. L'effetto è utile se ha una funzione, ad esempio rappresentare una metafora, come, per fare un esempio positivo, il cubo con un desktop per ogni faccia laterale, oppure le finestre che quando vengono minimizzate si "infilano" nel doc di OS X. E a proposito di quest'ultimo... l'accelerazione hardware andava su computer di 5 anni fa, con appena 16 MB di memoria video. Ovvero, per fare un desktop con effetti grafici 3D non servono poi così tante risorse.Insomma, il problema non è lo strumento ma come viene usato.
      • mestile scrive:
        Re: Piccola perplessita'

        Putroppo Vista ha dato il la con gli effetti
        inutili e qualcuno c'è andato dietro.Veramente proprio linux con compiz ha dato il via a queste oscenità grafiche, microsoft semmai li ha copiati un pò da jobs e un pò dai pinguini.
      • pippo scrive:
        Re: Piccola perplessita'
        - Scritto da: FDG
        E a proposito di quest'ultimo...
        l'accelerazione hardware andava su computer di 5
        anni fa, con appena 16 MB di memoria video.
        Ovvero, per fare un desktop con effetti grafici
        3D non servono poi così tante
        risorse.
        tieni conto che quartz lavora in 2d...fatto bene ma sempre 2d
        • FDG scrive:
          Re: Piccola perplessita'
          - Scritto da: pippo
          tieni conto che quartz lavora in 2d...fatto bene
          ma sempre 2dScusa, ma non conosci il problema.All'hardware non frega nulla se deve esaudire le richieste di un modulo software che lavora su figure che sono piazzate su più piani sovrapposti o sullo spazio, quindi su più piani che non coincidono. Dal suo punto di vista è la stessa cosa, visto che le operazioni che esegue sono le stesse: in questo caso, spalmare figure sullo schermo applicando una trasformazione geometrica.E poi non è vero che Quartz non lavori in 3D. Hai presente l'effetto cubo rotante del fast user switching?
          • pippo scrive:
            Re: Piccola perplessita'


            E poi non è vero che Quartz non lavori in 3D. Hai
            presente l'effetto cubo rotante del fast user
            switching?è appunto un effetto in finto 3dse ti interessa la questione dovrebbe essere sviscerata in un linux&c dei primi 2006 (non ricordo il numero, lo ho in cantina) in cui si confrontavano quartz, compiz e aero
          • FDG scrive:
            Re: Piccola perplessita'
            - Scritto da: pippo
            è appunto un effetto in finto 3dMa guarda che qualsiasi 3D tu veda è un finto 3D. Si tratta di una proiezione di un modello tridimensionale su uno spazio bidimensionale. Per fare questa proiezione si usa il calcolo matriciale. Ma lo stesso tipo di calcolo si usa nei livelli di Quartz per applicarli l'uno sull'altro. Sono solo operatori differenti che invece di proiettare i vertici di un cubo per farne un cubo in prospettiva, generano l'effetto genius che si vede su OS X quando si minimizzano le finestre. E la stessa trasformazione si applica per generare il cubo dello user switch su OS X o per generare il cubo dei desktop multipli su compiz (la matematica non cambia col sistema operativo, è sempre quella). Quindi, a parte le trasformazioni utilizzate il resto è uguale, l'hardware viene utilizzato allo stesso modo. I requisiti hardware più o meno alti dipendono esclusivamente dalla complessità degli effetti che si intendono realizzare, dal dettaglio grafico che si vuole raggiungere, dalla fluidità voluta e così via. Ad esempio, per il cubo ruotante in trasparenza con l'immagine di sfondo ad occhio e croce basta una scheda con 32 mb di memoria video. Certo, più memoria si ha, più potente è la scheda, più effetti complessi si possono presentare. Poi, se oltre all'effetto 3D si vogliono aggiungere filtri calcolati in tempo reale allora è necessaria una scheda che supporti gli shader e così via...Invece, c'è una differenza fondamentale tra aero da un lato e quartz (fino al 10.4) e compiz dall'altro che non conosci. Te la spiego?
          • Luigi scrive:
            Re: Piccola perplessita'
            Non sono Pippo, ma mi interesserebbe sapere qual e' questa differenza...Grazie
    • Banana Joe scrive:
      Re: Piccola perplessita'
      ho provato compiz su un celeron 1.7ghz con debian e schedina grafica intel e non noto peggioramenti di performance, solo piu' consumo per ovvie questioni di hardware. Idem quando usavo una radeon su un portatile mac a 667mhz.direi quindi di vedere bene cosa rallenta il pc prima di fare upgrades.
    • pabloski scrive:
      Re: Piccola perplessita'
      - Scritto da: Gaglia
      No, a parte gli scherzi pero', sta cosa degli
      effetti 3d abilitati di default non mi piace...le società che producono software producono per il mercato non per i singoli....faccio notare che là fuori ci sono il 98% di utonti che dal PC vogliono emozioni e novità....indovina perchè i cellulari sono così trendy in Italia? perchè c'hanno lucine e iconice con colori sgargianti...la gente compra Vista proprio per le cazzate 3D....Ubuntu sta semplicemente combattendo il nemico sul suo stesso terreno, per quanto il 3D nei desktop sia al 99% inutile ( anche se 2-3 effetti utili ci sono ), è comunque ciò che gli utonti cercano e per essere noti bisogna conquistare gli utonti non i tecnici
      • BigZ scrive:
        Re: Piccola perplessita'


        No, a parte gli scherzi pero', sta cosa degli

        effetti 3d abilitati di default non mi piace...veramente, non scherziamo su queste cose, senza compiz e simili i comp non valgono niente. siamo in piena prefantascienza, e non volete far girare il cubo???!!! io m'incazzo perché quando dico accenditi il comp m'ignora, o fa finta, a volte lo sospetto ...io aspetto la realtà virtuale alla jhonny mnemonic incrociata con second life di google, e le donnine del "il mondo dei robot", ma ho idea che ci distruggeremo prima, in qualche modo.
  • mah scrive:
    qui dove?...
    come prevedibile il sito è sovraccarico..dove si possono reperire i torrent?
    • Metalmeccan ico scrive:
      Re: qui dove?...
      http://torrent.ubuntu.com:6969/qui trovi la release candidate, poi aggiorni alla definitiva :)Oppure aspetta domani:)
    • Squeed scrive:
      Re: qui dove?...
      - Scritto da: mah
      come prevedibile il sito è sovraccarico..dove si
      possono reperire i
      torrent?Meno male che fa c@gare... sono tutti li a scaricarlo..
  • il gonfiasacc occe scrive:
    Guarda e impara Microsoft...
    1) Effetti grafici che non c'è paragone con quelli di Vista.2) No antivirus.3) No antispyware.4) No antidialer.5) No crash.6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando cavolo ti pare a te.7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è visibile a tutto il pianeta.e soprattutto:NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!Questa è innovazione.
    • Gusbertone scrive:
      Re: Guarda e impara Microsoft...
      - Scritto da: il gonfiasacc occe
      1) Effetti grafici che non c'è paragone con
      quelli di
      Vista.porta pazienza ma quegli effetti grafici sono delle cagate pazzesche, fosse una interfaccia a natura vettoriale capirei, ma sono solo pixmap create a partire dalle finestre così come appaiono sulle quali si applica qualche trasformazione
      2) No antivirus.
      3) No antispyware.
      4) No antidialer.ok
      5) No crash.scusa ma forse qua è il caso di contestualizzare: se mi parli del kernel va be' ma vogliamo parlare della instabilità di certi software della installazione base? evolution perdonatemi ma è davvero una m***a
      6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando
      cavolo ti pare a
      te.discutibile
      7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è
      visibile a tutto il
      pianeta.
      questo è verissimo
      e soprattutto:

      NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!
      niente costi di licenza, è diverso
      Questa è innovazione.
      • pippo scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...


        scusa ma forse qua è il caso di contestualizzare:
        se mi parli del kernel va be' ma vogliamo parlare
        della instabilità di certi software della
        installazione base? evolution perdonatemi ma è
        davvero una
        m***auhh evolution? mai crashatorimane una m***a, come del resto tutti i client mail... bisogna solo trovare quello che fa meno schifo ;)
        • BigZ scrive:
          Re: Guarda e impara Microsoft...
          - Scritto da: pippo



          scusa ma forse qua è il caso di
          contestualizzare:

          se mi parli del kernel va be' ma vogliamo
          parlare

          della instabilità di certi software della

          installazione base? evolution perdonatemi ma è

          davvero una

          m***a

          uhh evolution? mai crashato
          stabilissima, a patto di usare solo i repo ufficiali, quindi solo qualche centinaio di programmi. se ci mettete le altre migliaia, beh, forse qualche chiusura improvvisa la incontrerete, forse. mi pare che vista sia ad anni luce, ma indietro.
          • pippo scrive:
            Re: Guarda e impara Microsoft...
            beh se non si usano i repo ufficiali a volte si usano anche software compilati da cvs (o svn o git)...generalmente non mi attendo stabilità al 1''% da software che gli autori reputano in beta o in alpha ;)
        • Squeed scrive:
          Re: Guarda e impara Microsoft...
          Scusate... ma Outlook è stabile è veloce? la vera m#erda è proprio lui..Evolution è completo, semplice, veloce e soprattutto stabilissimo!- Scritto da: pippo



          scusa ma forse qua è il caso di
          contestualizzare:

          se mi parli del kernel va be' ma vogliamo
          parlare

          della instabilità di certi software della

          installazione base? evolution perdonatemi ma è

          davvero una

          m***a

          uhh evolution? mai crashato

          rimane una m***a, come del resto tutti i client
          mail... bisogna solo trovare quello che fa meno
          schifo
          ;)
          • anonimo01 scrive:
            Re: Guarda e impara Microsoft...
            - Scritto da: Squeed
            Scusate... ma Outlook è stabile è veloce? la vera
            m#erda è proprio
            lui..
            Evolution è completo, semplice, veloce e
            soprattutto
            stabilissimo!
            prova pratica: provate a farvi inviare (parlo ai sysad) i vari report di firewall, server mail e quant'altro...però NON cancellateli (fate un filtro che li cazza su d'una cartellina)Outlook ESPLODE mediamente intorno alle 5000/6000 mail...con evolution e Thunderbird sono arrivato a 99124 ad oggi (non lette:735) e all'avvio carica come se fossero nuovi, veloci e lisci......altre domande? 8) (linux)
          • Squeeeed scrive:
            Re: Guarda e impara Microsoft...
            - Scritto da: anonimo01
            - Scritto da: Squeed

            Scusate... ma Outlook è stabile è veloce? la
            vera

            m#erda è proprio

            lui..

            Evolution è completo, semplice, veloce e

            soprattutto

            stabilissimo!



            prova pratica: provate a farvi inviare (parlo ai
            sysad) i vari report di firewall, server mail e
            quant'altro...
            però NON cancellateli (fate un filtro che li
            cazza su d'una
            cartellina)

            Outlook ESPLODE mediamente intorno alle 5000/6000
            mail...
            con evolution e Thunderbird sono arrivato a 99124
            ad oggi (non lette:735) e all'avvio carica come
            se fossero nuovi, veloci e
            lisci...

            ...altre domande? 8) (linux)Ricorda... quelli che parlano parlano e ancora parlano usano il pc per farsi 2 pippette su internet :) :) :)Infatti sono sempre pieni di virus, trojan + vasto assortimento spyware...FORTI
    • johnKent scrive:
      Re: Guarda e impara Microsoft...
      - Scritto da: il gonfiasacc occe
      1) Effetti grafici che non c'è paragone con
      quelli di
      Vista.
      2) No antivirus.
      3) No antispyware.
      4) No antidialer.
      5) No crash.
      6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando
      cavolo ti pare a
      te.
      7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è
      visibile a tutto il
      pianeta.

      e soprattutto:

      NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!

      Questa è innovazione.E sistema rilasciato allo scadere del countdown.. con la Release Candidate rilasciata vari giorni prima.Questa è coerenza.
    • BLah scrive:
      Re: Guarda e impara Microsoft...
      Discutibile elenco che hai fatto, di cui pochi punti si salvano.Ed inoltre temo che finisca tutto lì. Per il resto (90% di applicazioni), si continuerà ad usare il caro vecchio Windows.
      • Elf scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...
        - Scritto da: BLah
        Ed inoltre temo che finisca tutto lì. Per il
        resto (90% di applicazioni), si continuerà ad
        usare il caro vecchio Windows.caro = molto costosovecchio = obsoleto
    • Smasher scrive:
      Re: Guarda e impara Microsoft...
      Azzo dici? Sembra la vecchia propaganda della DC!Piuttosto, sconsigliabilissimo Ubuntu sui portatili, l'autonomia è inferiore a quella con Windows XP...
      • Senbee scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...
        Passato a Kubuntu, da XP, su un portatile LG con DualCore Intel qualche mese fa. Le batterie mi durano il 30% in più.
    • davide scrive:
      Re: Guarda e impara Microsoft...
      - Scritto da: il gonfiasacc occe
      1) Effetti grafici che non c'è paragone con
      quelli di
      Vista.conosci le directx? conosci windows presentation foundation? bene, se microsoft vuole può usare tutta la potenza delle directx e di WPF per farcire il desktop con effetti speciali. Ma all'utenza businness ciò non interessa e quindi hanno preferito una interfaccia più pulita. Oltretutto avare tanti effetti significa che quel codice deve risiedere in memoria e quindi occuperebbe più risorse.
      2) No antivirus.
      3) No antispyware.
      4) No antidialer.un SO usato da si e no il 3% della popolazione è naturale che non ci siano antivirus. Ma nulla vieta di creare un virus per linux. Un virus è un programma che va in esecuzione e come tale esiste anche su linux. Non ci vuole niente spedire un bell'allegato via posta al fesso di turno, il quale lo aprirebbe anche se fosse su linux.
      5) No crash.si chiamano kernel panic. Cambia la terminologia, ma è uguale. Tieni presente che i crash sono indispensabili per salvaguardare l'integrità dell'hardware e dei dati.
      6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando
      cavolo ti pare a
      te.mai sentito parlare di Windows Update?
      7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è
      visibile a tutto il
      pianeta.mai sentito parlare di black box identification? reverse code engeneering?

      e soprattutto:

      NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!
      tu per caso lavori gratis? come te la guadagni la pagnotta?
      Questa è innovazione.a certo, se per te un kernel linux + un ammasso di applicazioni raccimolate da internet e spacciate per loro è innovazione... sei messo maluccio.
      • Senbee scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...

        conosci le directx? conosci windows presentation
        foundation? bene, se microsoft vuole può usare
        tutta la potenza delle directx e di WPF per
        farcire il desktop con effetti speciali. Ma
        all'utenza businness ciò non interessa e quindi
        hanno preferito una interfaccia più pulita.
        Oltretutto avare tanti effetti significa che quel
        codice deve risiedere in memoria e quindi
        occuperebbe più
        risorse.Compiz è disattivabile con un click. L'utenza media è meno utonta di quella di Win, quindi non vedo il problema.
        un SO usato da si e no il 3% della popolazione è
        naturale che non ci siano antivirus. Ma nulla
        vieta di creare un virus per linux. Un virus è un
        programma che va in esecuzione e come tale esiste
        anche su linux. Non ci vuole niente spedire un
        bell'allegato via posta al fesso di turno, il
        quale lo aprirebbe anche se fosse su
        linux.Questo è falsissimo.I virus non esistono per Linux non solo per la poca diffusione del S.O. I motivi principali sono insiti nell'architettura di Linux: 1) non c'è il registro, 2) gira sempre da user, non ti parte di default da amministratore come fa incoscientemente Windows fino a XP, 3) essendo open source non ha senso scrivere un virus che colpisce parti di codice più che note e che quindi verrebbero corrette in 5 minuti da chiunque nel mondo, 4) le dipendenze tra pacchetti sono controllate molto più coerentemente che su Windows, 5) eccetera :)
        si chiamano kernel panic. Cambia la terminologia,
        ma è uguale. Tieni presente che i crash sono
        indispensabili per salvaguardare l'integrità
        dell'hardware e dei dati.I kernel panic accadono solo se c'è un problema hardware o in altri rarissimi casi, decisamente meno frequenti che su Windows. D'altronde l'incredibile tendenza al BSOD di Windows è più che nota, ricordarlo è come sparare sulla Croce Rossa.

        mai sentito parlare di Windows Update?
        Questo è decisamente folle: e tu hai mai sentito parlare dell'update manager su Ubuntu?Non c'entra nulla l'aggiornamento quotidiano con l'aggiornamento delle release. Quando acquisti Windows devi passare due giorni a scaricarti mega e mega di update, mentre con Ubuntu ogni sei mesi hai un bel CD nuovo nuovo e ben aggiornato. La sfiga più grande che può capitare su Ubuntu è quella di dover installare da zero una Ubuntu a pochi giorni dalla nuova release, il che ti obbliga a scaricarti tutti gli update usciti in sei mesi (ma poi chi te lo fa fare, basta aspettare qualche giorno e prendersi il CD nuovo). Con windows invece ogni volti che compri il suo bel CD devi spendere ore a installare i service pack (compreso office, non dimentichiamolo) e scaricarti due anni di updates...
        mai sentito parlare di black box identification?
        reverse code
        engeneering?Questo è ridicolo: ma ti rendi conto che mi stai paragonando il software open con quello closed solo perché quest'ultimo può essere decriptato con modelli black box e reverse engeneering?È come se io mi volessi comprare una casa: una è in pianura e gratis, l'altra è su un dirupo e costa carissima. Tu me le paragoni come uguali (anzi mi dici che quella sul dirupo con "vista" :) è più bella) e in più mi dici che il dirupo non è un problema perché volendo c'è sempre il free-climbing... :D

        tu per caso lavori gratis? come te la guadagni la
        pagnotta?
        Chi scrive per linux non lavora gratis: fornisce servizi e assistenza a pagamento. Ma il codice è libero perché serve a tutti come base per poter sviluppare anche il proprio lavoro. Oppure non lavora a tempo pieno per linux ma è parte di una comunità, in modo che il lavoro "duro" venga spalmato su tanti piccoli lavori semplici e interessanti.Sembra incredibile dover spiegare queste cose nel 2007 ma al mondo a quanto vedo c'è ancora chi non capisce cosa sia l'open source.
        a certo, se per te un kernel linux + un ammasso
        di applicazioni raccimolate da internet e
        spacciate per loro è innovazione... sei messo
        maluccio.Non sono messo peggio di un troll come te, su questo non ho dubbi.Confondere una distribuzione così ben studiata e armonica come Ubuntu come una raccolta di applicazioni a caso è degno solo di una persona o in malafede o che non ha capito nulla.
        • Squeed scrive:
          Re: Guarda e impara Microsoft...
          Lacialo perdere, è ignorante allo stato puro..Quando Winzoz crasha va bene, al primo errorino di linux tutti a puntare il dito...Poi, la cosa più schifosa, è che tutti questi sostenitori di Microsoft, sicuramente hanno la licenza pirata... VERGOGNATEVI- Scritto da: Senbee

          conosci le directx? conosci windows presentation

          foundation? bene, se microsoft vuole può usare

          tutta la potenza delle directx e di WPF per

          farcire il desktop con effetti speciali. Ma

          all'utenza businness ciò non interessa e quindi

          hanno preferito una interfaccia più pulita.

          Oltretutto avare tanti effetti significa che
          quel

          codice deve risiedere in memoria e quindi

          occuperebbe più

          risorse.

          Compiz è disattivabile con un click. L'utenza
          media è meno utonta di quella di Win, quindi non
          vedo il
          problema.


          un SO usato da si e no il 3% della popolazione è

          naturale che non ci siano antivirus. Ma nulla

          vieta di creare un virus per linux. Un virus è
          un

          programma che va in esecuzione e come tale
          esiste

          anche su linux. Non ci vuole niente spedire un

          bell'allegato via posta al fesso di turno, il

          quale lo aprirebbe anche se fosse su

          linux.

          Questo è falsissimo.
          I virus non esistono per Linux non solo per la
          poca diffusione del S.O. I motivi principali sono
          insiti nell'architettura di Linux: 1) non c'è il
          registro, 2) gira sempre da user, non ti parte di
          default da amministratore come fa
          incoscientemente Windows fino a XP, 3) essendo
          open source non ha senso scrivere un virus che
          colpisce parti di codice più che note e che
          quindi verrebbero corrette in 5 minuti da
          chiunque nel mondo, 4) le dipendenze tra
          pacchetti sono controllate molto più
          coerentemente che su Windows, 5) eccetera
          :)


          si chiamano kernel panic. Cambia la
          terminologia,

          ma è uguale. Tieni presente che i crash sono

          indispensabili per salvaguardare l'integrità

          dell'hardware e dei dati.

          I kernel panic accadono solo se c'è un problema
          hardware o in altri rarissimi casi, decisamente
          meno frequenti che su Windows. D'altronde
          l'incredibile tendenza al BSOD di Windows è più
          che nota, ricordarlo è come sparare sulla Croce
          Rossa.




          mai sentito parlare di Windows Update?



          Questo è decisamente folle: e tu hai mai sentito
          parlare dell'update manager su
          Ubuntu?
          Non c'entra nulla l'aggiornamento quotidiano con
          l'aggiornamento delle release. Quando acquisti
          Windows devi passare due giorni a scaricarti mega
          e mega di update, mentre con Ubuntu ogni sei mesi
          hai un bel CD nuovo nuovo e ben aggiornato. La
          sfiga più grande che può capitare su Ubuntu è
          quella di dover installare da zero una Ubuntu a
          pochi giorni dalla nuova release, il che ti
          obbliga a scaricarti tutti gli update usciti in
          sei mesi (ma poi chi te lo fa fare, basta
          aspettare qualche giorno e prendersi il CD
          nuovo). Con windows invece ogni volti che compri
          il suo bel CD devi spendere ore a installare i
          service pack (compreso office, non
          dimentichiamolo) e scaricarti due anni di
          updates...


          mai sentito parlare di black box identification?

          reverse code

          engeneering?

          Questo è ridicolo: ma ti rendi conto che mi stai
          paragonando il software open con quello closed
          solo perché quest'ultimo può essere decriptato
          con modelli black box e reverse
          engeneering?
          È come se io mi volessi comprare una casa: una è
          in pianura e gratis, l'altra è su un dirupo e
          costa carissima. Tu me le paragoni come uguali
          (anzi mi dici che quella sul dirupo con "vista"
          :) è più bella) e in più mi dici che il dirupo
          non è un problema perché volendo c'è sempre il
          free-climbing...
          :D




          tu per caso lavori gratis? come te la guadagni
          la

          pagnotta?



          Chi scrive per linux non lavora gratis: fornisce
          servizi e assistenza a pagamento. Ma il codice è
          libero perché serve a tutti come base per poter
          sviluppare anche il proprio lavoro. Oppure non
          lavora a tempo pieno per linux ma è parte di una
          comunità, in modo che il lavoro "duro" venga
          spalmato su tanti piccoli lavori semplici e
          interessanti.
          Sembra incredibile dover spiegare queste cose nel
          2007 ma al mondo a quanto vedo c'è ancora chi non
          capisce cosa sia l'open
          source.


          a certo, se per te un kernel linux + un ammasso

          di applicazioni raccimolate da internet e

          spacciate per loro è innovazione... sei messo

          maluccio.

          Non sono messo peggio di un troll come te, su
          questo non ho
          dubbi.
          Confondere una distribuzione così ben studiata e
          armonica come Ubuntu come una raccolta di
          applicazioni a caso è degno solo di una persona o
          in malafede o che non ha capito
          nulla.
      • Shu scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...
        - Scritto da: davide
        conosci le directx? conosci windows presentation
        foundation? bene, se microsoft vuole può usare
        tutta la potenza delle directx e di WPF per
        farcire il desktop con effetti speciali. Ma
        all'utenza businness ciò non interessa e quindi
        hanno preferito una interfaccia più pulita.
        Oltretutto avare tanti effetti significa che quel
        codice deve risiedere in memoria e quindi
        occuperebbe più
        risorse.Quando non ci sono Linux e` indietro perche` non ne ha. Quando ci sono, e sono di piu`, Linux e` indietro perche` ne ha troppi.C'e` il manager per disabilitarli, eh...
        un SO usato da si e no il 3% della popolazione è
        naturale che non ci siano antivirus. Ma nulla
        vieta di creare un virus per linux. Un virus è un
        programma che va in esecuzione e come tale esiste
        anche su linux. Non ci vuole niente spedire un
        bell'allegato via posta al fesso di turno, il
        quale lo aprirebbe anche se fosse su
        linux.Ancora questa storia?In Linux non ci sono virus per due motivi:1- si usa sempre un utente privilegiato, e un virus ha bisogno di modificare eseguibili per propagarsi (e l'utente NON PUO` scrivere sugli eseguibili di sistema).2- Il virus deve avere un punto in cui attaccarsi all'eseguibile per essere eseguito contemporaneamente all'eseguibile stesso. Il formato degli eseguibili di Linux non lo permette.Quello che ipotizzi tu si chiama cavallo di troia, e se l'utente e` tanto fesso da eseguirlo (deve prima renderlo eseguibile cambiandogli i permessi, tra l'altro) si merita tutto il male che gli arriva.Ci sono poi i worm, che sfruttano falle in vari software, come puo` essere il client email, spacciandosi per plugin o qualcosa del genere. Hanno vita breve, visto che basta patchare il client di posta, e con gli aggiornamenti automatici nel giro di 2-3 giorni ce l'hai nuovo.

        5) No crash.

        si chiamano kernel panic. Cambia la terminologia,
        ma è uguale. Tieni presente che i crash sono
        indispensabili per salvaguardare l'integrità
        dell'hardware e dei dati.Dipende da cosa deriva il crash (o kernel panic). Su Linux al 90% sono dati da problemi hardware, e al 9% da driver scritti male perche` il produttore non rilascia le specifiche. All'1% da errori di programmazione nel kernel, ma ormai esce una nuova versione del kernel ogni settimana.In Windows sono al 90% dovuti a driver scritti male (dai produttori stessi) o da aree di memoria non protette adeguatamente dal kernel, mentre un errore hardware raramente manda in crash subito la macchina, ma si trascina per un po'.

        6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando

        cavolo ti pare a

        te.

        mai sentito parlare di Windows Update? Windows update ti aggiorna solo Windows, IE e Outlook Express.aptitude (e soci) aggiornano tutti i software che hai installato comtemporaneamente.

        7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è

        visibile a tutto il

        pianeta.

        mai sentito parlare di black box identification?
        reverse code
        engeneering?Si`, e allora?Nessuna di queste due ti permetti di vedere il codice sorgente per controllare se ci sono bug. Ti permettono di capire cosa forse sta facendo, o quale versione del software stai usando, ma i bug li trovi solo cercando di sfondarlo, invece che controllando che non ci sia un puntatore non inizializzato 30 righe prima...

        Questa è innovazione.

        a certo, se per te un kernel linux + un ammasso
        di applicazioni raccimolate da internet e
        spacciate per loro è innovazione... sei messo
        maluccio.Si`, e` innovazione, perche` viene distribuito un pacchetto omogeneo di applicazioni testate, pur se continuamente aggiornate.E` come se la Microsoft si mettesse a provare Photoshop, Illustrator, Distiller e un migliaio di altre applicazioni e le distribuisse tutte assieme con una certa garanzia che funzionino senza problemi.Magari chiedendoti 200.000 euro per il set da 30 DVD.Qui invece è praticamente gratis e occupa solo 2 DVD.
      • johnKent scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...
        - Scritto da: davide
        - Scritto da: il gonfiasacc occe

        1) Effetti grafici che non c'è paragone con

        quelli di

        Vista.

        conosci le directx? conosci windows presentation
        foundation? bene, se microsoft vuole può usare
        tutta la potenza delle directx e di WPF per
        farcire il desktop con effetti speciali. Ma
        all'utenza businness ciò non interessa e quindi
        hanno preferito una interfaccia più pulita.
        Oltretutto avare tanti effetti significa che quel
        codice deve risiedere in memoria e quindi
        occuperebbe più
        risorse.
        Tanto è vero che su vista ci son effetti ed effettini copiati da mac os x e gli utonti ne rimangono imbambolati.

        2) No antivirus.

        3) No antispyware.

        4) No antidialer.

        un SO usato da si e no il 3% della popolazione è
        naturale che non ci siano antivirus. Ma nulla
        vieta di creare un virus per linux. Un virus è un
        programma che va in esecuzione e come tale esiste
        anche su linux. Non ci vuole niente spedire un
        bell'allegato via posta al fesso di turno, il
        quale lo aprirebbe anche se fosse su
        linux.
        Questa è davvero divertente. Mai sentito parlare di file e di permessi di accesso? Evidentemente mai.Un virus è un programma che va in esecuzione e questo anche su linux si ma la differenza è che su linux va in esecuzione con certi permessi (dipende da chi è lanciato e se da utente comune non ha i diritti di root). Il tuo fantomatico allegato quindi non sortirebbe alcun effetto. Tantomeno se fosse un dialer. Infatti per "reimpostare" la connessione su linux servono dei diritti di accesso anche in questo caso, al contrario del tuo winzozz dove può farlo chiunque a quanto pare.

        5) No crash.

        si chiamano kernel panic. Cambia la terminologia,
        ma è uguale. Tieni presente che i crash sono
        indispensabili per salvaguardare l'integrità
        dell'hardware e dei dati.
        Nessuno ha detto che su linux non esistono crash. E' solo che sono molto meno frequenti e dovuti a reali problemi hardware e non ad una dll rimpiazzata per sbaglio da un'altra (il famoso DLL Hell).Questa è la differenza fondamentale.


        6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando

        cavolo ti pare a

        te.

        mai sentito parlare di Windows Update?
        Si, pacchi e pacchi di megabyte da scaricare ogni qualvolta installi il sistema da zero. Scomodossimo e inefficiente.

        7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è

        visibile a tutto il

        pianeta.

        mai sentito parlare di black box identification?
        reverse code
        engeneering?
        Che c'entra, il codice rimane comunque chiuso per definizione.



        e soprattutto:



        NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!



        tu per caso lavori gratis? come te la guadagni la
        pagnotta?
        Con supporto e assistenza.La licenza GPL non implica l'offerta di codice "gratis" ma il diritto da parte di terzi di poter disporre del codice, modificarlo e ridistribuirlo senza pagare qualcosa in più per questi diritti.Quindi puoi anche vendere del codice sotto GPL purchè mantieni inalterati tali diritti.Evidentemente non la conosci per niente, consiglio di studiartela per bene nei minimi dettagli.

        Questa è innovazione.

        a certo, se per te un kernel linux + un ammasso
        di applicazioni raccimolate da internet e
        spacciate per loro è innovazione... sei messo
        maluccio.Non sono un ammasso di applicazioni. Le applicazioni di uso comune sono fornite col sistema e sono perfettamente integrate, sviluppate e mantenute.Ognuno poi è libero di creare applicazioni e distribuirle, ma questo in ogni "mondo". Sta all'utente decidere di provarle ed eventualmente installarle.E poi anche per linux esistono applicazioni prodotte dalle famose aziende di software.E poi dimmi: il 90% delle applicazioni che usi per winzozz da dove le hai raccimolate?
      • Lillo scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...
        Sono stato ad una conferenza su Oracle 11g e c'era anche HP che parlava dei suoi server.Una volta Linux era nominato timidamente.Oggi HP-UX/Solaris/Linux sono quelli più gettonatie Windows si vergognano perfino a nominarlo."Per chi lo volesse..." è la frase più ricorrente quando si deve nominare Windows.Capisci perché ormai la M$ si sta riducendo perfino a fare del micragnoso e miserabile FUD andando a minacciare Novell, RedHat e le altre?
    • dafth scrive:
      Re: Guarda e impara Microsoft...
      - Scritto da: il gonfiasacc occe
      1) Effetti grafici che non c'è paragone con
      quelli di
      Vista.aero è un framework grafico vettoriale, qualcosa che voi linari manco sapete cosa siacompiz è solo una interfaccia bitmap con rendering ad effetto e non sfrutta le schede grafiche a dovere
      2) No antivirus.gli antivirus esistono anche per linux, il fatto è che il 90% dei virus sono sviluppato solo per windows che è il sistema più diffuso
      3) No antispyware.
      4) No antidialer.su Vista c'è defender incluso e puoi fare a meno di acquistare entrambi i software da terzi
      5) No crash.Vista non crasha maiusando sia linux (per uso server) e Vista/XP ti posso assicurare (e non sono il solo) che oggi i sistemi operativi microsoft hanno fatto davvero un enorme passo avanti superando la tanto sbandierata stabilità del pinguino
      6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando
      cavolo ti pare a
      te.questo non è un vantaggio necessariamente
      7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è
      visibile a tutto il
      pianeta.per capire cosa fa un software non c'è bisogno per forza dei sorgenti, quella è una bufala spaccaita in giro da chi vorrebbe distruggere il mercato del softwareun software compilato non consente di ritornare ai sorgenti originali, ma puoi tranquillamente ottenere degli assembly dai quali comprendere il funzionamento del software, ovviamente si tratta di un procedimento fattibile solo dai veri programmatori e non dai lameroni php-like

      e soprattutto:

      NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!semmai nessuno ti chiede soldi per averne una copial'open source è una grande bufala, un grande inganno

      Questa è innovazione.poverino
      • Senbee scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...

        aero è un framework grafico vettoriale, qualcosa
        che voi linari manco sapete cosa
        siaÈ proprio perché sappiamo cos'è che l'abbiamo immediatamente cestinato per l'idiozia insita nell'essenza stessa di una roba solo grafica che non puoi disabilitare completamente.
        gli antivirus esistono anche per linux, il fatto
        è che il 90% dei virus sono sviluppato solo per
        windows che è il sistema più
        diffusoIl fatto che non esista il registro, che le dipendenze siano coerenti, che si giri solo da user e che il codice sia open non è nemmeno da considerare, eh?Impossibile che non sai queste cose: o sei davvero ignorante o sei in malafede: spiegare l'assenza di virus di linux senza citare ALMENO i motivi da me appena elencati non è degno di uno che scrive su un forum informatico.Ti pagano un tanto a parola da Redmond?

        Vista non crasha mai
        Dai, almeno hai senso dell'umorismo.
        usando sia linux (per uso server) e Vista/XP ti
        posso assicurare (e non sono il solo) che oggi i
        sistemi operativi microsoft hanno fatto davvero
        un enorme passo avanti superando la tanto
        sbandierata stabilità del
        pinguinoQuesto è vero, sono più stabili di un tempo.Resta comunque il fatto che almeno a livello server la stabilità di Windows sia ancora risibile rispetto a quella di Linux.Comunque apprezzo lo sforzo fatto in questi ultimi anni, su, non vi demoralizzate, fra qualche decennio forse potrete raggiungere la stabilità attuale di Linux.

        questo non è un vantaggio necessariamente
        In effetti se uno ama passare la giornata ad autopunirsi scaricando e installando fantastiliardi di megabyte tra service pack e aggiornamenti, le release semestrali sono propio una rottura.
        per capire cosa fa un software non c'è bisogno
        per forza dei sorgenti, quella è una bufala
        spaccaita in giro da chi vorrebbe distruggere il
        mercato del
        softwareConfondi la possibilità di capire il funzionamento di un software con l'efficienza e la velocità nel capire il funzionamento di un software.

        un software compilato non consente di ritornare
        ai sorgenti originali, ma puoi tranquillamente
        ottenere degli assembly dai quali comprendere il
        funzionamento del software, ovviamente si tratta
        di un procedimento fattibile solo dai veri
        programmatori e non dai lameroni
        php-likeQuando aggiornano i software closed, lo fanno partendo dai sorgenti, sai? Quindi secondo il tuo ragionamento anche in Microsoft sono tutti dei lameroni?

        NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!

        semmai nessuno ti chiede soldi per averne una
        copiaWow, la differenza è talmente sostanziale che avrai sicuramente convinto milioni di utenti a liberarsi dell'open source! :D

        l'open source è una grande bufala, un grande
        inganno
        Come diceva Pio IX a proposito della libertà di pensiero.
        • ranboff scrive:
          Re: Guarda e impara Microsoft...
          - Scritto da: Senbee

          aero è un framework grafico vettoriale, qualcosa

          che voi linari manco sapete cosa

          sia

          È proprio perché sappiamo cos'è che l'abbiamo
          immediatamente cestinato per l'idiozia insita
          nell'essenza stessa di una roba solo grafica che
          non puoi disabilitare
          completamente.su windows vista se attivi aero o lo disattivi, le prestazioni non cambiano, appunto perchè aero è grafica vettoriale generata in toto dalla scheda video


          gli antivirus esistono anche per linux, il fatto

          è che il 90% dei virus sono sviluppato solo per

          windows che è il sistema più

          diffuso

          Il fatto che non esista il registro, che le
          dipendenze siano coerenti, che si giri solo da
          user e che il codice sia open non è nemmeno da
          considerare,
          eh?cosa? sei sicuro di conoscere bene i sistemi unix-like?

          Impossibile che non sai queste cose: o sei
          davvero ignorante o sei in malafede: spiegare
          l'assenza di virus di linux senza citare ALMENO i
          motivi da me appena elencati non è degno di uno
          che scrive su un forum
          informatico.
          Ti pagano un tanto a parola da Redmond?




          Vista non crasha mai



          Dai, almeno hai senso dell'umorismo.


          usando sia linux (per uso server) e Vista/XP ti

          posso assicurare (e non sono il solo) che oggi i

          sistemi operativi microsoft hanno fatto davvero

          un enorme passo avanti superando la tanto

          sbandierata stabilità del

          pinguino

          Questo è vero, sono più stabili di un tempo.
          Resta comunque il fatto che almeno a livello
          server la stabilità di Windows sia ancora
          risibile rispetto a quella di
          Linux.
          Comunque apprezzo lo sforzo fatto in questi
          ultimi anni, su, non vi demoralizzate, fra
          qualche decennio forse potrete raggiungere la
          stabilità attuale di
          Linux.




          questo non è un vantaggio necessariamente



          In effetti se uno ama passare la giornata ad
          autopunirsi scaricando e installando
          fantastiliardi di megabyte tra service pack e
          aggiornamenti, le release semestrali sono propio
          una
          rottura.


          per capire cosa fa un software non c'è bisogno

          per forza dei sorgenti, quella è una bufala

          spaccaita in giro da chi vorrebbe distruggere il

          mercato del

          software

          Confondi la possibilità di capire il
          funzionamento di un software con l'efficienza e
          la velocità nel capire il funzionamento di un
          software.




          un software compilato non consente di ritornare

          ai sorgenti originali, ma puoi tranquillamente

          ottenere degli assembly dai quali comprendere il

          funzionamento del software, ovviamente si tratta

          di un procedimento fattibile solo dai veri

          programmatori e non dai lameroni

          php-like

          Quando aggiornano i software closed, lo fanno
          partendo dai sorgenti, sai? Quindi secondo il tuo
          ragionamento anche in Microsoft sono tutti dei
          lameroni?




          NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!



          semmai nessuno ti chiede soldi per averne una

          copia

          Wow, la differenza è talmente sostanziale che
          avrai sicuramente convinto milioni di utenti a
          liberarsi dell'open source!
          :D




          l'open source è una grande bufala, un grande

          inganno



          Come diceva Pio IX a proposito della libertà di
          pensiero.
          • Senbee scrive:
            Re: Guarda e impara Microsoft...


            su windows vista se attivi aero o lo disattivi,
            le prestazioni non cambiano, appunto perchè aero
            è grafica vettoriale generata in toto dalla
            scheda
            videoAppunto, quindi se il tuo sistema è troppo lento per Aero, se lo disattivi continua a restare lento. Cosa che non succede con Compiz.

            cosa? sei sicuro di conoscere bene i sistemi
            unix-like?
            Sto parlando di Ubuntu. E tutto quello che ho scritto lo puoi verificare benissimo.
          • Boe scrive:
            Re: Guarda e impara Microsoft...
            - Scritto da: Senbee



            su windows vista se attivi aero o lo disattivi,

            le prestazioni non cambiano, appunto perchè aero

            è grafica vettoriale generata in toto dalla

            scheda

            video

            Appunto, quindi se il tuo sistema è troppo lento
            per Aero, se lo disattivi continua a restare
            lento. Cosa che non succede con
            Compiz.Sono un sostenitore accanito di Linux, ma dire che la grafica vettoriale sia da cestinare e` una cosa che non sta ne` in cielo ne` in terra...Se Linux usasse grafica vettoriale delegata totalmente alla scheda video potresti attivare o disattivare compiz (et similia) indipendentemente dalla capacita` o dal carico della CPUE sarebbe un gran bel passo avanti!Saluti :)
          • Shu scrive:
            Re: Guarda e impara Microsoft...
            - Scritto da: Boe
            Sono un sostenitore accanito di Linux, ma dire
            che la grafica vettoriale sia da cestinare e` una
            cosa che non sta ne` in cielo ne` in
            terra...Sono d'accordo.
            Se Linux usasse grafica vettoriale delegata
            totalmente alla scheda video potresti attivare o
            disattivare compiz (et similia) indipendentemente
            dalla capacita` o dal carico della
            CPUSVG+Gnome+CairoLa grafica vettoriale c'e`. Stanno integrando anche OpenGL in Cairo, quindi arrivera` anche il 3D (in alpha c'e` gia`).Ma per allora sono convinto che il 90% degli effetti grafici che ora "fanno figo" avranno rotto le balle. :)
          • Boe scrive:
            Re: Guarda e impara Microsoft...
            - Scritto da: Shu
            SVG+Gnome+Cairo

            La grafica vettoriale c'e`. Stanno integrando
            anche OpenGL in Cairo, quindi arrivera` anche il
            3D (in alpha c'e`
            gia`).Meglio cosi` :p
            Ma per allora sono convinto che il 90% degli
            effetti grafici che ora "fanno figo" avranno
            rotto le balle.
            :)Per quanto mi riguarda gli unici effetti utili sono il passaggio di App tra i vari desktop (SENZA cubo...) e il simil-expose` :)
      • Squeed scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...
        Parliamo di stabilità-...Come mai ieri ho acceso un pc nuovo nuovo, e appena ho collegato la tastiera usb ha iniziato a riavviarsi? mentre con il ps2 è perfetto?Non riconoscere una tastiera usb nel 2007 è decisamente scandaloso... Bella m##rda sto windows...- Scritto da: dafth
        - Scritto da: il gonfiasacc occe

        1) Effetti grafici che non c'è paragone con

        quelli di

        Vista.

        aero è un framework grafico vettoriale, qualcosa
        che voi linari manco sapete cosa
        sia

        compiz è solo una interfaccia bitmap con
        rendering ad effetto e non sfrutta le schede
        grafiche a
        dovere


        2) No antivirus.

        gli antivirus esistono anche per linux, il fatto
        è che il 90% dei virus sono sviluppato solo per
        windows che è il sistema più
        diffuso


        3) No antispyware.

        4) No antidialer.

        su Vista c'è defender incluso e puoi fare a meno
        di acquistare entrambi i software da
        terzi


        5) No crash.

        Vista non crasha mai

        usando sia linux (per uso server) e Vista/XP ti
        posso assicurare (e non sono il solo) che oggi i
        sistemi operativi microsoft hanno fatto davvero
        un enorme passo avanti superando la tanto
        sbandierata stabilità del
        pinguino


        6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando

        cavolo ti pare a

        te.

        questo non è un vantaggio necessariamente


        7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è

        visibile a tutto il

        pianeta.

        per capire cosa fa un software non c'è bisogno
        per forza dei sorgenti, quella è una bufala
        spaccaita in giro da chi vorrebbe distruggere il
        mercato del
        software

        un software compilato non consente di ritornare
        ai sorgenti originali, ma puoi tranquillamente
        ottenere degli assembly dai quali comprendere il
        funzionamento del software, ovviamente si tratta
        di un procedimento fattibile solo dai veri
        programmatori e non dai lameroni
        php-like




        e soprattutto:



        NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!

        semmai nessuno ti chiede soldi per averne una
        copia

        l'open source è una grande bufala, un grande
        inganno




        Questa è innovazione.

        poverino
        • Dresser scrive:
          Re: Guarda e impara Microsoft...
          Uh davvero? Al mio PC con uindovs non fa nè caldo nè freddo collegare una tastiera usb Logitech G15 o una ps2. Anzi posso collegare un mouse USB e uno PS2 e funzionano contemporaneamente. Mi sa che hai la motherboard sfigata.O forse non è la motherboard ad essere sfigata, mi sa...
          • Squeed scrive:
            Re: Guarda e impara Microsoft...
            - Scritto da: Dresser
            Uh davvero? Al mio PC con uindovs non fa nè caldo
            nè freddo collegare una tastiera usb Logitech G15
            o una ps2. Anzi posso collegare un mouse USB e
            uno PS2 e funzionano contemporaneamente. Mi sa
            che hai la motherboard
            sfigata.
            O forse non è la motherboard ad essere sfigata,
            mi
            sa...Bla bla.. tutto asus.. l'unico VERO problema è Windows..Sai qual'è la cosa piu fica? è che dopo un format funziona tutto... BELLOOOOOO!!
      • johnKent scrive:
        Re: Guarda e impara Microsoft...
        - Scritto da: dafth
        - Scritto da: il gonfiasacc occe

        1) Effetti grafici che non c'è paragone con

        quelli di

        Vista.

        aero è un framework grafico vettoriale, qualcosa
        che voi linari manco sapete cosa
        sia
        Ma gli effetti son gli stessi e anche peggiori, per non parlare del consumo di risorse.
        compiz è solo una interfaccia bitmap con
        rendering ad effetto e non sfrutta le schede
        grafiche a
        dovere
        Vista le sfutta talmente a dovere che solo per la grafica spreca un ammasso di risorse.



        2) No antivirus.

        gli antivirus esistono anche per linux, il fatto
        è che il 90% dei virus sono sviluppato solo per
        windows che è il sistema più
        diffuso
        Vedi quanto detto prima sul sistema dei permessi di accesso.Gli antivirus si esistono anche su linux ma hai mai letto il motivo?Per esaminare i file nel caso in cui un utente linux li scambi con un utente windows, quindi esistono si ma per difendere gli utenti windows!!


        3) No antispyware.

        4) No antidialer.

        su Vista c'è defender incluso e puoi fare a meno
        di acquistare entrambi i software da
        terzi
        Si ma fa schifo, tanto è vero che tutti continuano a usare i soliti.

        5) No crash.

        Vista non crasha mai
        E' crashato proprio l'altro giorno a un amico per problemi con la lettura di un cd!!

        usando sia linux (per uso server) e Vista/XP ti
        posso assicurare (e non sono il solo) che oggi i
        sistemi operativi microsoft hanno fatto davvero
        un enorme passo avanti superando la tanto
        sbandierata stabilità del
        pinguino
        Tanto è vero che son costretti a rivendere XP!


        6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando

        cavolo ti pare a

        te.

        questo non è un vantaggio necessariamente
        Lo dici te!


        7) Nessuna scatola nera coi bottoni, il codice è

        visibile a tutto il

        pianeta.

        per capire cosa fa un software non c'è bisogno
        per forza dei sorgenti, quella è una bufala
        spaccaita in giro da chi vorrebbe distruggere il
        mercato del
        software
        Su questo punto concordo.

        un software compilato non consente di ritornare
        ai sorgenti originali, ma puoi tranquillamente
        ottenere degli assembly dai quali comprendere il
        funzionamento del software, ovviamente si tratta
        di un procedimento fattibile solo dai veri
        programmatori e non dai lameroni
        php-like
        Ti sfido a comprendere un'intera applicazione dal solo codice assembly. Insomma.. per applicazioni grosse è infattibile. A volte pur disponendo del codice sorgente non si comprendono applicazioni grosse tanto è vero che occorre disporre della documentazione di analisi e progetto.



        e soprattutto:



        NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!

        semmai nessuno ti chiede soldi per averne una
        copia

        l'open source è una grande bufala, un grande
        inganno
        Tanto è vero che sempre più aziende, e la stessa microsoft, si stanno aprendo verso l'open source perchè hanno riconosciuto che prende sempre più piede.



        Questa è innovazione.

        poverino
        • Me stesso scrive:
          Re: Guarda e impara Microsoft...
          Ma basta... Mi sono rotto le scatole di questa diatriba windows linux...Io uso linux, ha tutto quel che mi serve, ritengo sia un sistema migliore per numerosi motivi, solo che necessita di qualche sbattimento in più.Se agli altri piace windows lo usino pure, alla fine chi se ne frega...
    • ubuntu boh scrive:
      Re: Guarda e impara Microsoft...
      - Scritto da: il gonfiasacc occe
      1) Effetti grafici che non c'è paragone con
      quelli di
      Vista.che non funzionano su un notebook di 2 anni fa asus..
      2) No antivirus.veramente c'e'
      3) No antispyware.
      4) No antidialer.
      5) No crash.vero, nei limiti di linux che non e' perfetto comunque eh..
      6) Rilascio vero ogni sei mesi e non quando
      cavolo ti pare a
      te.aggiornamenti anche qui veramente..
      NESSUNO TI CHIEDE SOLDI PER INSTALLARLA!!!

      Questa è innovazione.si anche se gli effetti di compiz non funzionano su qualsiasi pc anzi.. e questa mi sembra giù una bufala bella e buona...
  • pinco scrive:
    Aspettate ad aggiornare
    Sui portatili (ATI e Intel) nessun problema, sul computer (sempre ATI) il driver open non ne vuol sapere, solo vesa.
    • Gusbertone scrive:
      Re: Aspettate ad aggiornare
      =) io ho ancora una vecchia radeon 8500 che va una bomba con i driver open
      • pinco scrive:
        Re: Aspettate ad aggiornare
        - Scritto da: Gusbertone
        =) io ho ancora una vecchia radeon 8500 che va
        una bomba con i driver
        open9600xt non c'e' stato verso ed e' un problema diffusoPS.Ho anche qualche problemuccio con la tastiera come vedi :-)
        • pinco scrive:
          Re: Aspettate ad aggiornare
          https://bugs.launchpad.net/xserver-xorg-driver-ati/+bug/135573workaround per accedere almeno al terminalehttps://bugs.launchpad.net/ubuntu/+source/initramfs-tools/+bug/129910Lo segnalo, magari interessa altri.Niente male per l'introduzione ufficiale di compiz di default.
    • Daniele scrive:
      Re: Aspettate ad aggiornare
      ho lo stesso problema già con la 7.04, spero che con questa versione la cosa si risolva
      • Daniele scrive:
        Re: Aspettate ad aggiornare
        ...oppure con i driver open-source di ati promessi per fine anno
      • pinco scrive:
        Re: Aspettate ad aggiornare
        Con festy non mi dava alcun problema, dev'essere un problema del driver nuovo, che peraltro sul portatile con la ATI non da alcun problema.
  • aaa scrive:
    ma io preferisco kubuntu!
    la butto lì giusto come chiacchiera, ma preferisco kubuntu, che include anche l'ultimissima release di kde 3.5 rilasciata pochi giorni fa =)
    • max scrive:
      Re: ma io preferisco kubuntu!
      - Scritto da: aaa
      la butto lì giusto come chiacchiera, ma
      preferisco kubuntu, che include anche
      l'ultimissima release di kde 3.5 rilasciata pochi
      giorni fa
      =)+1 un altro kubuntiano :)
      • Elf scrive:
        Re: ma io preferisco kubuntu!
        Peccato non si sia fatto in tempo per la KDE 4, che esce a fine mese.
        • pippo scrive:
          Re: ma io preferisco kubuntu!
          - Scritto da: Elf
          Peccato non si sia fatto in tempo per la KDE 4,
          che esce a fine
          mese.a fine mese sì, ma non di ottobre... ;)http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2057218kde4 uscirà a fine dicembre, se va bene, perché sì sta pensando di rivedere al peggio la tabella di rilascio
    • Boe scrive:
      Re: ma io preferisco kubuntu!
      - Scritto da: aaa
      la butto lì giusto come chiacchiera, ma
      preferisco kubuntu, che include anche
      l'ultimissima release di kde 3.5 rilasciata pochi
      giorni fa
      =)KDE o Gnome come gestore e` solo una questione di preferenze e/o abitudini.La cosa bella e` poter utilizzare amarok o konsole o kate insieme a gedit o totem o gnome-terminal indipendentemente da l gestore che si utilizza in quel momento :D(linux)
    • Paul scrive:
      Re: ma io preferisco kubuntu!
      - Scritto da: aaa
      la butto lì giusto come chiacchiera, ma
      preferisco kubuntu, che include anche
      l'ultimissima release di kde 3.5 rilasciata pochi
      giorni fa
      =)Ma perché Kubuntu 7.10 non è ancora disponibile in download?http://www.kubuntu.org/download.phpDi solito non viene rilasciata insieme ad Ubuntu?
    • Daniele scrive:
      Re: ma io preferisco kubuntu!
      pensavo anch'io fosse meglio KDE, ieri cazzeggiando ho provato gnome e l'ho trovato veramente efficiente e veloce, una scheggia insomma, mentre kde tendeva a rallentare con molte apps aperte (vabbè ho un pc che in quanto a ram può essere classificato come rifiuto informatico nell'era dei Vista preinstallati, 384mb SDRAM). Ho provato anche Xfce su cui però stendo un velo pietoso.
      • hjhjhj scrive:
        Re: ma io preferisco kubuntu!
        - Scritto da: Daniele
        pensavo anch'io fosse meglio KDE, ieri
        cazzeggiando ho provato gnome e l'ho trovato
        veramente efficiente e veloce, una scheggia
        insomma, mentre kde tendeva a rallentare con
        molte apps aperte (vabbè ho un pc che in quanto a
        ram può essere classificato come rifiuto
        informatico nell'era dei Vista preinstallati,
        384mb SDRAM). Ho provato anche Xfce su cui però
        stendo un velo
        pietoso.Il leader di KDE ha detto che la lentezza è dovuta a un cattivo packaging delle distro e non a KDE in sè.Se vuoi ti recupero anche il pezzo.
        • Daniele scrive:
          Re: ma io preferisco kubuntu!
          va bene, sostituiamo "gnome" con "ubuntu" e "kde" con "kubuntu". Detto ciò, la sostanza non cambia, ma grazie della precisazione
          • hjhjhj scrive:
            Re: ma io preferisco kubuntu!
            - Scritto da: Daniele
            va bene, sostituiamo "gnome" con "ubuntu" e "kde"
            con "kubuntu". Detto ciò, la sostanza non cambia,
            ma grazie della
            precisazioneL'articolo del suo blog era cmq questo:http://aseigo.blogspot.com/2007/08/dont-blame-us.html
      • Risposta alla notizia scrive:
        Re: ma io preferisco kubuntu!
        - Scritto da: Daniele
        Ho provato anche Xfce su cui però
        stendo un velo
        pietoso.Perchè? Io c'è l'ho su ZenWalk ed è incredibile: un desktop grafico molto valido!
        • Daniele scrive:
          Re: ma io preferisco kubuntu!
          probabilmente va configurato, in ogni caso nei 15-20' di utilizzo (non sto trollando) mi sparivano sempre le "barre" di avvio rapido. Poi a livello di estetica (vuole anche lei la sua parte) siamo fermi ai livelli di metà anni '90. IMHO Gnome è un ottimo compromesso tra estetica ed efficienza. Poi come dicevano sopra è questione di abitudini e preferenze personali. Noi pinguini abbiamo la libertà di sceglierci quale DE usare, altri no :-)
          • Risposta alla notizia scrive:
            Re: ma io preferisco kubuntu!
            - Scritto da: Daniele
            probabilmente va configurato, in ogni caso nei
            15-20' di utilizzo (non sto trollando) mi
            sparivano sempre le "barre" di avvio rapido.Non penso che 15/20 min siano sufficienti per sparare sentenze....
            a livello di estetica (vuole anche lei la sua
            parte) siamo fermi ai livelli di metà anni '90.Eh? Sei stato su xfce-look.org?Inoltre, tu conosci la distribuzione DreamLinux?http://www.dreamlinux.com.br/english/index.htmlTi faccio presente che è praticamente una Debian con xfce.
            IMHO Gnome è un ottimo compromesso tra estetica
            ed efficienza. Poi come dicevano sopra è
            questione di abitudini e preferenze personali.
            Noi pinguini abbiamo la libertà di sceglierci
            quale DE usare, altri no
            :-)Concordo.Quindi forse volevi dire: "Ho provato xfce, ma non mi ha soddisfatto, anche perchè non sono stato in grado di utilizzarlo"e non come invece hai detto:"Ho provato anche Xfce su cui però stendo un velo pietoso."Mi sbaglio?
          • BigZ scrive:
            Re: ma io preferisco kubuntu!

            Concordo.
            Quindi forse volevi dire: "Ho provato xfce, ma
            non mi ha soddisfatto, anche perchè non sono
            stato in grado di
            utilizzarlo"
            e non come invece hai detto:
            "Ho provato anche Xfce su cui però stendo un velo
            pietoso."

            Mi sbaglio?cristo, quando sento queste stronzate rimpiango i ritardati che mi chiamano per la stampante sotto winz (8 volte su 10 il cavo è staccato, le altre è la stampante spenta).magari anche xfce è migliorabile, o no? boh.
          • krane scrive:
            Re: ma io preferisco kubuntu!
            - Scritto da: BigZ

            Concordo.

            Quindi forse volevi dire: "Ho provato xfce, ma

            non mi ha soddisfatto, anche perchè non sono

            stato in grado di

            utilizzarlo"

            e non come invece hai detto:

            "Ho provato anche Xfce su cui però stendo un velo

            pietoso."

            Mi sbaglio?
            cristo, quando sento queste stronzate rimpiango i
            ritardati che mi chiamano per la stampante sotto
            winz (8 volte su 10 il cavo è staccato, le altre
            è la stampante spenta).
            magari anche xfce è migliorabile, o no? boh.Anche la tua educazione, ma non per questo ti auguro di ricevere qualche tonnellata di cemento addosso...Una cosa e' la critica costruttiva, un'altra il dare aria alla bocca. Semplicemente sono daccordo che nel tuo caso sei incorso nella seconda.
  • johnKent scrive:
    Lunga vita al gibbone!
    Lunga vita al gibbone!!
    • husky scrive:
      Re: Lunga vita al gibbone!
      amen
      • Ken Shiro scrive:
        Re: Lunga vita al gibbone!
        certo che pero sul consumo energetico non promette tanto bene...
        • johnKent scrive:
          Re: Lunga vita al gibbone!
          Speriamo migliorino.- Scritto da: Ken Shiro
          certo che pero sul consumo energetico non
          promette tanto
          bene...
        • johnKent scrive:
          Re: Lunga vita al gibbone!
          In ogni caso l'articolo dice di aver comparato i sistemi utilizzando per ogni sistema la configurazione di default (per es. per windows xp il sistema appena installato e col service pack 2) e noi sappiamo che i vari antivirus, antispyware e programmi corredati aumentano i consumi di windows mentre non sono necessari su Ubuntu.- Scritto da: Ken Shiro
          certo che pero sul consumo energetico non
          promette tanto
          bene...
          • Ken Shiro scrive:
            Re: Lunga vita al gibbone!
            gia, ma vista ha molti piu processi attivi di xp e ubuntu messi assieme, eppure consuma meno di ubuntu...
          • johnKent scrive:
            Re: Lunga vita al gibbone!
            Beh non sottovalutiamo il fatto che la microsoft e i produttori hardware hanno un rapporto molto più stretto.- Scritto da: Ken Shiro
            gia, ma vista ha molti piu processi attivi di xp
            e ubuntu messi assieme, eppure consuma meno di
            ubuntu...
          • BLah scrive:
            Re: Lunga vita al gibbone!
            Diciamo che è la differenza di un software professionale con uno che non lo è.
          • max scrive:
            Re: Lunga vita al gibbone!
            - Scritto da: BLah
            Diciamo che è la differenza di un software
            professionale con uno che non lo
            è.beh dai Vista non poi così non professionale. Diciamo che hanno ciccato il fatto di vendere delle beta alle masse con tutti i problemi del caso...
          • johnKent scrive:
            Re: Lunga vita al gibbone!
            Talmente professionale che lo testano sugli utenti usati come cavie :DContinua a sognare che il software che usi è perfetto, continua..- Scritto da: BLah
            Diciamo che è la differenza di un software
            professionale con uno che non lo
            è.
          • Squeed scrive:
            Re: Lunga vita al gibbone!
            - Scritto da: BLah
            Diciamo che è la differenza di un software
            professionale con uno che non lo
            è.Bill Gates si gode i soldi grazie a gente come te.Continua così!
    • anonino scrive:
      Re: Lunga vita al gibbone!
      - Scritto da: johnKent
      Lunga vita al gibbone!!perché lunga vita? dopo il gibbone non ci sarà più una nuova release semestrale? linari, grattatevi le palle del mouse, che questo menagramo cerca di gettare sventura sulla vostra amata distribuzione!
      • BigZ scrive:
        Re: Lunga vita al gibbone!
        - Scritto da: anonino
        - Scritto da: johnKent

        Lunga vita al gibbone!!

        perché lunga vita? dopo il gibbone non ci sarà
        più una nuova release semestrale? linari,
        grattatevi le palle del mouse, che questo
        menagramo cerca di gettare sventura sulla vostra
        amata
        distribuzione!palloso ...dopo c'è quella a lungo supporto, quella professional ...avete ancora mouse con le palle? io le ho tirate, topi compresi, ai winzozzoni ... tra cavie ...
Chiudi i commenti