PlayStation Home? Il paradiso dei bug

Lo sostiene un ignoto smanettone che, a brevissima distanza dal rilascio del network sociale della piattaforma PS3 da parte di Sony, ha fatto un po' quel che voleva con client e server e ora lancia accuse

Roma – Come avrebbe detto qualcuno , era inevitabile: da che mondo è mondo, ogni piattaforma videoludica degna di tale nome è stata hackerata , sprotetta e poi exploitata a piacimento da smanettoni e appassionati, desiderosi di far girare software commerciale copiato oppure homebrew . Quando si tratta di piattaforme PlayStation poi, pare che gli hacker provino un sottile, perverso piacere nel martellare con insistenza finché non trovano il grimaldello, la falla da cui far passare ISO e programmi “loader” senza soluzione di continuità.

È successo con la PS1, si è ripetuto con la PS2, succede da anni con la PSP ed è quasi banale che succeda con la PS3. In quest’ultimo caso potrebbe essere già successo con la distribuzione di PlayStation Home , il social networking per gli affezionati della corporation nipponica, relegata a inseguitrice nel settore delle home console dal mercato e dalla gran massa di utenti Wii e Xbox 360. L’evento, se veritiero, è stato subitaneo: pochissimo tempo dopo l’apertura della beta, tale StreetskaterFU ha pubblicato quella che vorrebbe essere una full disclosure sulle vulnerabilità del nuovo network di Sony, a suo dire concepito male e realizzato persino peggio .

Sfruttando i bug di una tecnologia “buggata all’inverosimile”, come non si stanca di sottolineare StreetskaterFU, i bene informati potrebbero in teoria fare un po’ di tutto con Home inclusi l’upload di file custom sul server di Sony per farci girare un proprio hack scritto alla bisogna, sostituire i file originali arrivando addirittura a danneggiare la console, e buon ultimo eseguire codice non certificato e firmato digitalmente da Sony.

Soprattutto l’ultimo punto appare quantomeno interessante, perché se fosse vero rappresenterebbe un possibile trampolino di lancio per lo sviluppo di software homebrew da parte dei coder . Al momento, quanto sostiene StreetskaterFU non è stato ancora verificato , ma un utente dei forum di PS3HaX dice di aver usato le sue informazioni per modificare e sostituire i poster cinematografici che dovrebbero comparire sulle pareti del metaverso poligonale di Home, almeno dal punto di vista del client.

Sarà vera gloria? Ai posteri, e soprattutto alla inevitabile pezza di Sony l’ardua sentenza. Nel mentre StreetskaterFU commenta caustico che dopo tanti ritardi la beta di Home “si basa su standard tecnici del 2005 con grafica mediocre, qualche zona in cui annoiarsi e tanti ma proprio tanti bug. (…)”. “Grazie Sony per questo fantastico prodotto”, arriva a chiosare.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fsdfs scrive:
    fsdfs
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • Valerio Mariani scrive:
    la legge del più forte?
    Grazie Gaia per il pezzo chiaro e conciso.Mi viene da pensare: ok, tutto regolare. Tutti possono farlo di mettere i server nei punti di interconnesione, è per la santa causa della velocità blablablabla, ma poi alla fine lo farà solo chi può permetterselo. O no?Solito (d)ualismo (d)evil?
  • Illo Illi scrive:
    Pero' ne stiamo parlando
    E' questo che preoccupa. Il fatto che comunque sia, trame, cospirazioni, smentite, ecc.. se ne sta' parlando il che significa che la cosa e' viva nella mente di qualcuno e siccome significherebbe soldi, credo nella mente di molti.Non e' facile creare una cosa del genere ma IPV6 darebbe una bella mano.
  • Comunardo scrive:
    NON SARA' FACILE
    Imporre regole o "sistemi alternativi"... Non sara' facile. Internet ormai e' la coscienza di cosa puo' fare l'umanita' con la comunicazione. Non si puo' certo pensare di trasformarla facilmente in una tv dove il rincoglionimento di massa fa si che imbonitori televisivi possano governare Stati... E' l'interazione, esattamente quello che succede mentre scrivo e mentre tu stai leggendo, che e' la forza stessa di questo mezzo. Si posso inventare qualsiasi cosa ma difficilmente riusciranno a fermarci. Anche perche' loro pensano al mercato... Ma non esiste il mercato delle idee. Esiste solo la volonta' di milioni di persone a comunicare.. e ci sara' sempre qualcuno interessato a mettere queste persone in contatto tra loro. Quindi creare dei "canali" in stile televisivo, non portera' altro che far trasferire tutti su quel canale libero, dove tutto funziona esattamente come adesso. Noi paghiamo, scegliamo solo se c'e' liberta' d'espressione. I rincoglioniti che si sposteranno dalla TV ad internet per piangere o per fare acquisti non ci interessano. Facciano pure sui loro "canali". Noi continueremo ad esprimere la nostra opinione. Per arrivare ad un mondo piu' libero. Dove la verita' e la giustizia non siano piu' un mito ma la base di una nuova societa'.
  • melamarcia scrive:
    akamai
    loro lo fanno da anni, non capisco dove sta il problema?la net netraulity è solo fumo negli occhi, di fatto è già stata distrutta
  • chojin scrive:
    Obama ha gente di Microsoft nel governo.
    La campagna elettorale la ha vinta con i soldi e le pressioni dei gruppi quali Microsoft, Google... E la gente pensa che sia stata la vittoria del popolo...ehhh! Nulla di più falso. Barack Hussein Obama rappresenta tutti gli interessi finanziari e di potere dei '68ini Democratici USA, della ricca sinistra borghese elitaria e settaria.
    • melamarcia scrive:
      Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.
      - Scritto da: chojin
      La campagna elettorale la ha vinta con i soldi e
      le pressioni dei gruppi quali Microsoft,
      Google...

      E la gente pensa che sia stata la vittoria del
      popolo...ehhh! Nulla di più falso. Barack Hussein
      Obama rappresenta tutti gli interessi finanziari
      e di potere dei '68ini Democratici USA, della
      ricca sinistra borghese elitaria e
      settaria.tutto ciò che dici è falso, infatti non porti una prova, fuori nomi e fatti, se no stai zitto, siccome il suo staff l'ho studiato abb. bene mi spiace, ma spari cazzate, complimenti
      • chojin scrive:
        Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.
        - Scritto da: melamarcia
        - Scritto da: chojin

        La campagna elettorale la ha vinta con i soldi e

        le pressioni dei gruppi quali Microsoft,

        Google...



        E la gente pensa che sia stata la vittoria del

        popolo...ehhh! Nulla di più falso. Barack
        Hussein

        Obama rappresenta tutti gli interessi finanziari

        e di potere dei '68ini Democratici USA, della

        ricca sinistra borghese elitaria e

        settaria.

        tutto ciò che dici è falso, infatti non porti una
        prova, fuori nomi e fatti, se no stai zitto,
        siccome il suo staff l'ho studiato abb. bene mi
        spiace, ma spari cazzate,
        complimentiSì, vabbè, sogna sogna.. la realtà è ben diversa dai tuoi sogni. -----http://www.itnews.com.au/News/88749,obama-to-appoint-us-chief-technology-officer.aspxObama to appoint US chief technology officer * * Email a Friend * Print PageBy Iain Thomson11 November 2008 03:42PMPresident-elect Barack Obama has confirmed that he will be creating a post of US chief technology officer to oversee the nations technological future..As promised during the campaign the new administration will appoint someone from the technology industry to ensure that the electronic systems government uses are being intelligently designed and run and the technology policies are adhered to.Obama will appoint the nations first Chief Technology Officer (CTO) to ensure that our government and all its agencies have the right infrastructure, policies and services for the 21st century, said the campaign.The CTO will ensure the safety of our networks and will lead an interagency effort, working with chief technology and chief information officers of each of the federal agencies, to ensure that they use best-in-class technologies and share best practices.Several names have already been mooted for the job, including Bill Gates and Vint Cerf but one of the front runners, Googles Eric Schmidt, has already taken himself out of the running.I am extremely happy serving the shareholders of Google as the C.E.O., so I have no interest in serving as a government employee, he told the New York Times in an interview.Schmidt spoke out publically in support of Obama during the campaign and is part of the economic team that he has in place to oversee the transition of power.One of the first priorities of the new post will be to implement a nationwide interoperable wireless network for local, state and federal first responders, as recommended by the 9/11 Commission but which has still not been built.Copyright © 2008 vnunet.com-------
      • chojin scrive:
        Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.
        - Scritto da: melamarcia
        - Scritto da: chojin

        La campagna elettorale la ha vinta con i soldi e

        le pressioni dei gruppi quali Microsoft,

        Google...



        E la gente pensa che sia stata la vittoria del

        popolo...ehhh! Nulla di più falso. Barack
        Hussein

        Obama rappresenta tutti gli interessi finanziari

        e di potere dei '68ini Democratici USA, della

        ricca sinistra borghese elitaria e

        settaria.

        tutto ciò che dici è falso, infatti non porti una
        prova, fuori nomi e fatti, se no stai zitto,
        siccome il suo staff l'ho studiato abb. bene mi
        spiace, ma spari cazzate,
        complimentihttp://www.eweek.com/c/a/Government-IT/Obama-Names-Innovation-Team/Obama Names Innovation TeamBy Roy Mark2008-11-26 President-elect Barack Obama names two telecom lawyers and Google's head of global development efforts to oversee technology, innovation and government reform working group. Former Cisco CTO Judy Estrin, Frontline Wireless co-founder John Leibovitz and Google lawyer Andrew McLaughlin also join the team.Assembling a team of telecom lawyers with deep roots at the FCC Federal Communications Commission, technology industry leaders, academics, financial experts and former government officials, President-elect Barack Obama named his technology, innovation and government policy reform working group Nov. 25.Heading the group will be telecom analyst Blair Levin, Google's Sonal Shah and former IAC/InterActiveCorp executive Julius Genachowski. Both Levin and Genachowski worked in the 1990s for former FCC Chairman Reed Hundt, a Bill Clinton appointee. Shah is head of Google's global development efforts.According to the president-elect's Web site, Obama's innovation agenda seeks to "leverage technology to grow the economy and create jobs." In addition, the agenda includes a wide range of proposals for a more "open and effective government" and a renewed commitment to science.The working group will be organized into four sub-teams: innovation and government; innovation and national priorities; innovation and science; and innovation and civil society.Levin and Genachowski have also been touted as candidates for either Obama's chief technology adviser in the White House or as the next chairman of the FCC. Levin served as Hundt's chief of staff from 1993-1997 before becoming managing director of Stifel Nicolaus, where he serves as the firm's principal telecom, media and tech regulatory and strategy analyst.Genachowski served as chief counsel to Hundt from 1994-1997. He is the co-founder of Rock Creek Ventures and LaunchBox Digital, a special adviser at General Atlantic, and a member of various boards of directors and advisors. From 1997-2005, he was a senior executive at IAC/InterActiveCorp, variously serving as chief of business operations, general counsel and a member of the office of the chairman.Gigi Sohn, president and co-founder of the public advocacy group Public Knowledge, told the Washington Post both Levin and Genachowski are "civic-minded" leaders who are likely to push for a more open FCC that only encourages citizen participation in policy making decisions."You have a system there where basically you have to be an expert to participate. The average Joe wouldn't know how to submit FCC comments and get things from the FCC because the processes are opaque and the Web site is so difficult to navigate," Sohn said.Other prominent private enterprise members of the team include Dan Chenok, Pragmatics' general manager; Judy Estrin, CEO of JLABS (formerly known as Packet Design Management Company, former Cisco CTO and author of Closing the Innovation Gap; John Leibovitz, co-founder of Frontline Wireless; and Andrew McLaughlin, a top ranking lawyer in Google's Washington office
      • chojin scrive:
        Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.
        - Scritto da: melamarcia
        - Scritto da: chojin

        La campagna elettorale la ha vinta con i soldi e

        le pressioni dei gruppi quali Microsoft,

        Google...



        E la gente pensa che sia stata la vittoria del

        popolo...ehhh! Nulla di più falso. Barack
        Hussein

        Obama rappresenta tutti gli interessi finanziari

        e di potere dei '68ini Democratici USA, della

        ricca sinistra borghese elitaria e

        settaria.

        tutto ciò che dici è falso, infatti non porti una
        prova, fuori nomi e fatti, se no stai zitto,
        siccome il suo staff l'ho studiato abb. bene mi
        spiace, ma spari cazzate,
        complimentihttp://voices.washingtonpost.com/posttech/2008/11/obama_names_team_to_create_inn.html?nav=rss_blogObama Names Team To Create "Innovation Agenda"President-elect Barack Obama today unveiled who will oversee his "Innovation Agenda," a set of policy proposals that aim to make government operations more transparent, use high-technology to create jobs and get average citizens more involved in government.Lead members of the group, Blair Levin, Sonal Shah and Julius Genachowski, will divide the group into four sub-teams: 1) Innovation and Government 2) Innovation and National Priorities 3) Innovation and Science 4) Innovation and Civil Society.The agenda "includes a range of proposals to create a 21st century government that is more open and effective; leverages technology to grow the economy, create jobs, and solve our country's most pressing problems; respects the integrity of and renews our commitment to science; and catalyzes active citizenship and partnerships in shared governance with civil society institutions," according to the president-elect's Web Site.What does that all mean in practice? Gigi Sohn, executive director of public interest group Public Knowledge, said the announcement sounds like the group will focus largely on transforming the way government works so that average citizens will be able to understand the process at agencies, such as the Federal Communicaiots Commission, and get involved in issues there."You have a system there where basically you have to be an expert to participate. The average Joe wouldn't know how to submit FCC comments and get things from the FCC because the processes are opaque and the Web site is so difficult to navigate," Sohn said. "The President-elect's idea is to say let's let people participate but also be actually part of policy making."Sohn said Levin and Genachowski, both veterans of telecommunications and tech policy, are "civic-minded" and have the desire to make the government, including agencies like the FCC, catered less for lawyers or telecom lobbyists. This role fits under what has been described so far as the responsibilities of the nation's Chief Technology Officer, who hasn't yet been named, she said.Members of the group: Howard Buffet, David Burd, Dan Chenok, Aneesh Chopra, Jack Chorowsky, Cheryl Dorsey, Joshua Dubois, Judy Estrin, Tom Freedman, Jim Halpert, Mark Johnson, Michele Jolin, Tom Kalil, Kei Koizumi, Vivek Kundra, Don Lamb, John Leibovitz, Bruce McConnell, Andrew McLaughlin, Parry Norling, Beth Noveck, Spencer Overton, Lori Perine, Kartik Raghavan, Alec Ross, Paul Schmitz, Clifford Sloan, Steve Spinner, Marta Urquilla, Chris Warren, Daniel Weitzner and Irving Wladawsky-Berger.By Cecilia Kang | November 25, 2008; 4:25 PM ET
    • pabloski scrive:
      Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.
      meglio dei fondamentalisti cristiani di Bush che delirano circa una guerra totale in cui Dio scenderà con i suoi angeli e combatterà con loro contro il nemico ( chi è poi questo nemico???? )preferisco i dominatori terrestri piuttosto che quelli ultraterreni
    • Palle scrive:
      Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.
      - Scritto da: chojin
      La campagna elettorale la ha vinta con i soldi e
      le pressioni dei gruppi quali Microsoft,
      Google...

      E la gente pensa che sia stata la vittoria del
      popolo...ehhh! Nulla di più falso. Barack Hussein
      Obama rappresenta tutti gli interessi finanziari
      e di potere dei '68ini Democratici USA, della
      ricca sinistra borghese elitaria e
      settaria.Più che Obama, sono i Clinton i rappresentanti di quelli che citi. Assieme alla cricca dell'industria farmaceutica.Ecco, sarà da vedere quanto Obama potrà essere indipendente dai poteri forti che ruotano attorno a certi settori del suo partito.Io spero lo sia, anzi, me lo auguro e non dubito della sua onestà in questo senso.Ripeto, sarà da vedere cosa gli permetteranno di fare (certo che Hillary segretario agli esteri...non promette nulla di buono!).
      • chojin scrive:
        Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.
        - Scritto da: Palle
        - Scritto da: chojin

        La campagna elettorale la ha vinta con i soldi e

        le pressioni dei gruppi quali Microsoft,

        Google...



        E la gente pensa che sia stata la vittoria del

        popolo...ehhh! Nulla di più falso. Barack
        Hussein

        Obama rappresenta tutti gli interessi finanziari

        e di potere dei '68ini Democratici USA, della

        ricca sinistra borghese elitaria e

        settaria.

        Più che Obama, sono i Clinton i rappresentanti di
        quelli che citi. Assieme alla cricca
        dell'industria
        farmaceutica.
        Ecco, sarà da vedere quanto Obama potrà essere
        indipendente dai poteri forti che ruotano attorno
        a certi settori del suo
        partito.
        Io spero lo sia, anzi, me lo auguro e non dubito
        della sua onestà in questo
        senso.
        Ripeto, sarà da vedere cosa gli permetteranno di
        fare (certo che Hillary segretario agli
        esteri...non promette nulla di
        buono!).Barack Hussein Obama è il pupazzo dei Kennedy. Gli è servito per rincretinire il popolo ed ottenere i consensi. Fosse stato un ispanico o un asiatico visto il razzismo imperante pro-neri non avrebbe di certo vinto perchè la gente vede il nero come qualcosa di bello a prescindere--il che è triste visto che il colore della pelle è davvero una discriminante così.Kennedy e Clinton sono nell'amministrazione, Obama è uno specchietto per le allodole.
        • marcov scrive:
          Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.
          Fosse stato un ispanico o un
          asiatico visto il razzismo imperante pro-neri non
          avrebbe di certo vinto perchè la gente vede il
          nero come qualcosa di bello a prescindere--Eh come no: dillo ai genitori di Guibre, ammazzato per una scatola di biscotti, a Emmanuel Bonsu pestato dai vigili di Parma, o ai lavoratori di Castelvolturno uccisi dalla camorra perché un nero vale l'altro.O semplicemente a Mario Balotelli, salutato da striscioni come "non esistono neri italiani".
          • chojin scrive:
            Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.

            Eh come no: dillo ai genitori di Guibre,
            ammazzato per una scatola di biscotti, a Emmanuel
            Bonsu pestato dai vigili di Parma, o ai
            lavoratori di Castelvolturno uccisi dalla camorra
            perché un nero vale
            l'altro.

            O semplicemente a Mario Balotelli, salutato da
            striscioni come "non esistono neri
            italiani".Tu confondi la criminalità con il razzismo. La criminalità non fa distinzioni, il colore della pelle non conta fra criminali.
          • marcov scrive:
            Re: Obama ha gente di Microsoft nel governo.

            Tu confondi la criminalità con il razzismo. La
            criminalità non fa distinzioni, il colore della
            pelle non conta fra
            criminali.A parte il fatto che non è vero, anche i criminali discriminano, uno solo degli episodi citato è opera di criminali comuni.Gli altri tre riguardano una coppia di negozianti, un corpo di polizia municipale e tifosi di diverse squadre.Ma se vuoi ti faccio altri trenta esempi. Solo nella moda e nella musica pop è un vantaggio essere neri.
  • Andreabont scrive:
    Google ha smentito.
    Google ha subito smentito di voler violare la neutralità della rete. Le sue intenzioni, a mio parere, erano solo quelle positive di rendere + veloce internet.Ed effettivamente le dorsali internet incominciano ad essere intasate.
  • vac scrive:
    Punti di vista.
    Io la vedo così:Google, M$ e gli altri vogliono una rete + veloce per poter vendere i loro servizi.Se costoro sono disposti a spendere i loro $$ per aggiungere i loro server nei punti critici non ci vedo nulla di male.L'importante e che la parte libera della rete resti tale.In pratica pagando di più si potrà avere di più.Ripeto: l'importante è che i BIG non si sostituiscano ai servizi tradizionali.
  • gabriella giudici scrive:
    obama al test
    personalmente, trovo le dichiarazioni di Lessig molto preoccupanti. Quando le metafore di senso comune (la lettera alla nonna contro la lettera all'avvocato) che il professor di Stanford è stato abilissimo ad usare in difesa dell'orizzontalità del net, si piegano a dimostrare l'opposto, non si può che temere il peggio. E' diverso tempo che la cyberlaw è attraversata da spinte "revisioniste", come mostra l'ascesa di Zittrain ad Harvard, e possiamo immaginare quanto l'attuale crisi americana possa premere sul governo federale per soluzioni che rimettano in sesto l'economia USA, senza troppi complimenti per la rete globale.Quale sarà la scelta strategica di Obama: lasciare che internet resti un'infrastruttura aperta o servirsene per rilanciare l'industria dei contenuti americana? Al di là delle dichiarazioni di intenti, qui si gioca molto delle sue politiche.
  • Davide scrive:
    Attacco alla democrazia...
    Questa secondo me e' una vicenda paradigmatica: si tratta, si', di un attacco alla democrazia e alla neutralita', ma lo fanno sistematicamente i giornali dando addosso a Google dipingendola continuamente come il grande fratello. In questo caso si e' verificato un caso di disinformazione pazzesco, iniziato dal Wall Street Journal per ragioni politiche (e non dimentichiamo il conflitto di interessi della proprieta'), e seguito a ruota da una serie di testate per ragioni di sensazionalismo. Ma io, francamente, se devo decidere se affidare a Google, o affidare a Rupert Murdoch (o a Repubblica) il destino della rete, non ho dubbi su chi fidarmi di piu': scelgo Google.
    • ivo scrive:
      Re: Attacco alla democrazia...
      - Scritto da: Davide
      Questa secondo me e' una vicenda paradigmatica:
      si tratta, si', di un attacco alla democrazia e
      alla neutralita', ma lo fanno sistematicamente i
      giornali dando addosso a Google dipingendola
      continuamente come il grande fratello. In questo
      caso si e' verificato un caso di disinformazione
      pazzesco, iniziato dal Wall Street Journal per
      ragioni politiche (e non dimentichiamo il
      conflitto di interessi della proprieta'), e
      seguito a ruota da una serie di testate per
      ragioni di sensazionalismo. Ma io, francamente,
      se devo decidere se affidare a Google, o affidare
      a Rupert Murdoch (o a Repubblica) il destino
      della rete, non ho dubbi su chi fidarmi di piu':
      scelgo
      Google.ti quoto in pieno.. stamattina ho riso per due ore (ieri mattina praticamente) nel leggere l'articolo di repubblica.. ormai manco più gli articoli di attualità sono "basati sui fatti". fanno solo FUD FUD e FUD. l'informazione in itaglia è un problema grave. ma è OT tutto ciò :)
    • nonsenepuop i u scrive:
      Re: Attacco alla democrazia...
      Che Google sia il grande fratello di questi anni credo sia incontrovertibile.
      • N.C. scrive:
        Re: Attacco alla democrazia...
        Vero, ma alla fine è tutta una questione di fiducia , ed io mi fido di google ( che se fa delle cavolate perderà la mia fiducia naturalmente ) perchè lo ritengo meglio degli altri ed fino ad adesso si è sempre comportato correttamente .
  • z f k scrive:
    supercache
    trasformare una supercache in un superproxy e' un attimo e sul proxy si puo' decidere cosa filtrare ...l'idea in se' non e' malvagia, e' simile ad usare una rete p2p per distribuire contenuti in modo bilanciato, solo, usando server propriPero'... pero' in questo modo c'e' rischio che cio' che non passa di li' "svanisca" dietro le cortine del fondale, un po' quello che succede per i siti che non sono "censiti" dal motore di ricerca di google. Il che e' giusto un pelino meno intromissivoCYA
    • Davide scrive:
      Re: supercache
      Guarda che ti sbagli: avere una macchina nel datacenter di un provider serve a Google a servire i PROPRI contenuti da quella macchina (quindi piu' vicino agli utenti). Ma il provider continua a gestire il resto del traffico come fa normalmente, e questo non inficia nulla. Significa solo che i contenuti di Google (ex: un video youtube) invece di fare centinaia di KM per raggiungere gli utenti del provider, devono fare solo pochi Km. E il fatto che lo faccia Google, non significa che non possano farlo gli altri (quindi non c'e' rischio): anzi, e' una tecnica che esiste gia' da anni, e che Google stessa applicava usando i servizi di una azienda leader che si chiama Akamai. SEmplicemente ora vuole fare la stessa cosa con tecnologia propria invece che affidandosi a un fornitore.
      • Anonimo Veneziano scrive:
        Re: supercache
        - Scritto da: Davide
        Guarda che ti sbagli: avere una macchina nel
        datacenter di un provider serve a Google a
        servire i PROPRI contenuti da quella macchina
        (quindi piu' vicino agli utenti). Ma il provider
        continua a gestire il resto del traffico come fa
        normalmente, e questo non inficia nulla.
        Significa solo che i contenuti di Google (ex: un
        video youtube) invece di fare centinaia di KM per
        raggiungere gli utenti del provider, devono fare
        solo pochi Km. Molti collegamenti da quelle zone vengono effettuate passando per reti private, stese da altri ISP privati, oppure, via satellite. Hai idea di quanto costi? Sto sistema della supercache la trovo un ottima idea personalmente. Poi oh.. bisogna sempre vedere i secondi fini, ma non si può neanche puntare ogni cosa.
  • Digital-Destiny scrive:
    Il controllo totale dell'informazione
    Ce l'hanno fatta.Internet, da sempre l'unico baluardo di speranza per la libera circolazione delle idee e delle opinioni sarà messo sotto il controllo delle corporations. E' finita.Se passa questo provvedimento sarà finita per tutti.Che discorso è? Internet è libera, ma per chi paga e per chi ha potere è più libera che per gli altri! Non vi ricorda un po' Orwell?Trasformeranno internet in una seconda televisione, dove noi, il popolo, vediamo quello che loro, i politici e le corporations, ci fanno vedere... assorbendo e assimilando quello che vogliono LORO e senza alcuna possibilità di scelta. Un'informazione a senso unico... tempi bui si avvicinano...
    • mha... scrive:
      Re: Il controllo totale dell'informazione
      che c'è? Beppe Grillo è scappato dalla gabbia?
      • Digital-Destiny scrive:
        Re: Il controllo totale dell'informazione
        Questo provvedimento mina la concezione stessa di libertà del web... IMHO... se non sei d'accordo dillo e basta. -.-
      • Anonymouse scrive:
        Re: Il controllo totale dell'informazione
        Ma basta con queste generalizzazioni.Basta etichettare la gente per cosa dice ... è tanto difficile accendere il cervello e pensare per un'attimo ? Troppo difficile ... no etichettiamo le persone.Se dici qualcosa sul controllo dell'informazione sei un fan di Beppe Grillo, se dici qualcosa su cristo sei un cattolico.Ma smettetela.
  • 01234 scrive:
    ok, si sono sbagliati...
    ...però non è fantascienza, anzi!!!! Personalmente ritengo che è esattamente come andrà a finire, magari non nei modi e tempi descritti dal WSJ, ma temo che non si possa evitare...ovviamente spero di no!!!
    • Paolino scrive:
      Re: ok, si sono sbagliati...
      - Scritto da: 01234
      ...però non è fantascienza, anzi!!!!
      Personalmente ritengo che è esattamente come
      andrà a finire, magari non nei modi e tempi
      descritti dal WSJ, ma temo che non si possa
      evitare...

      ovviamente spero di no!!!Io temo il solito super-flame.Soprattutto quando c'e' google di mezzo ultimamente basta un po' di fumo per far scatenare chiunque in chissa' quali pensate. Boh... meglio non farsi prendere da valutazioni affrettate sulla situazione IMHO, ma vorrei vedere come effettivamente stanno le cose (soprattutto altre fonti!)
Chiudi i commenti