PlayStation Vita, le sue prime volte

Primo aggiornamento firmware per la nuova console portatile Sony, primi bug segnalati dagli utenti e prime avvisaglie di jailbreak

Roma – Prima del lancio giapponese Sony Computer Entertainment aveva parlato di aggiornamenti firmware meno invasivi per la nuova PlayStation Vita, ma gli acquirenti che hanno acquistato la console portatile al Day-One sono stati costretti a scaricare un primissimo update subito dopo averla estratta dalla scatola.

Collegando la console ad Internet nel giorno del lancio ufficiale, sabato 17 dicembre, gli utenti nipponici si sono infatti trovati di fronte al classico messaggio che invitava al download. Le correzioni apportate dal nuovo firmware 1.50 non sono note, ma sembra che PS Vita abbia comunque qualche problema da risolvere nell’immediato.

Secondo le fonti, alcune console sono incappate in freeze che costringono al riavvio durante l’esecuzione di un gioco o durante il download. Altri esemplari si ritrovano invece con il touchscreen che non risponde perfettamente. Classici problemi di gioventù che Sony dovrà correggere prima del lancio europeo e americano della console, previsto per fine febbraio.

Insieme alla pratica degli update firmware potrebbe ripartire quella del botta e risposta con il jailbreak . La community hacker che ha già “bucato” la vecchia PlayStation Portable si è messa al lavoro per violare le difese di Vita e qualcuno è già riuscito a far girare sulla console un file homebrew, il classico Hello World . L’homebrew in questione è stato lanciato con l’attuale firmware 1.50 sfruttando proprio l’emulatore interno che serve a lanciare i titoli PSP sulla nuova macchina.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fetente scrive:
    tutto inutile
    Sta cosa dell'energia solare e/o eolica è tutta fuffa mediatico-politica. Infatti è stranoto che le fonti "discontinue" come appunto vento e sole possono fornire, AL MASSIMO, il 10% circa dell'energia elettrica complessiva di una rete. Questo perchè per bilanciare produzione e consumo è necessario fare affidamento su fonti controllabili e gestibili senza rischio di interruzioni (nuvole, giorno/notte, bonaccia - intesa come assenza di vento, non come ***). Perciò, per quale motivo si investe il 99% delle risorse in ricerca su fonti che non saranno MAI risolutive? Perchè invece non si investe nella ricerca sulla fusione nucleare? Semplice, la gente solo a sentire la parola nucleare si spaventa, mentre sole e vento sanno tanto di "natura" e quindi chi promuove solare ed eolico è subito simpatico e apprezzato.Ma non è così che eviteremo miseria, fame, inquinamento e carestie quando i combustibili fossili saranno esauriti.
    • tutto utile scrive:
      Re: tutto inutile
      Fonti energetiche "MAI risolutive" mi sembra un'affermazione azzardata, dato che l'energia elettrica può anche essere accumulata (in mille modi diversi, ma non ditelo nessuno mi raccomando!) qualora si superasse la citata soglia del 10%... fare una cosa del genere adesso sarebbe semplicemente costoso e inutile.
      • Surak 2.0 scrive:
        Re: tutto inutile
        - Scritto da: tutto utile
        Fonti energetiche "MAI risolutive" mi sembra
        un'affermazione azzardata, dato che l'energia
        elettrica può anche essere accumulata (in mille
        modi diversi, ma non ditelo nessuno mi
        raccomando!) qualora si superasse la citata
        soglia del 10%... fare una cosa del genere adesso
        sarebbe semplicemente costoso e
        inutile."semplicemente costoso ed inutile" mi sembra un'affermazione azzardata ;-).Google mica si compra i pannelli e si utilizza l'energia, ma investe in speculazioni non sull'energia verde ma sui loro incentivi ed insieme si fa pure un po' di pubblicità.Per loro è un affare, mentre la fregatura è per la società e per i poveracci su cui ricascano i costi di quelle tecnologie spinte da tesi fuffare
        • ndr scrive:
          Re: tutto inutile

          mentre la fregatura è per
          la società e per i poveracci su cui ricascano i
          costi di quelle tecnologie spinte da tesi
          fuffareEh già perchè tra estrazione, trasporto, produzione e distribuzione i combustibili fossili non generano costi per la società...contabilizza anche i ricoveri causati da smog, polveri sottili, inquinanti cancerogeni vari, habitat distrutti...nessun costo per i poveracci, giusto? Chi li paga questi costi secondo te?Efficienza energetica di edifici e mezzi per ridurre la richieste.Generazione diffusa (case autosufficienti) per eliminare elettrodotti, oleodotti e petroliere.Cogenerazione con biomasse o idrogeno nei casi delle industrie che necessitano di quantitativi maggiori di energia.Ricordo che l'idrogeno si produce per elettrolisi, si accumula e si trasporta(alla faccia di chi le descrivecome "discontinue", e pensa che esistano solo le batterie), ed è meno pericoloso delle bombole di metano (ad esempio con le bombole a matrice solida che lo rilasciano gradualmente e NON SONO NEMMENO IN PRESSIONE).Informatevi prima di blaterare.
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: tutto inutile
            - Scritto da: ndr

            mentre la fregatura è per

            la società e per i poveracci su cui ricascano i

            costi di quelle tecnologie spinte da tesi

            fuffare

            Eh già perchè tra estrazione, trasporto,
            produzione e distribuzione i combustibili fossili
            non generano costi per la società...contabilizza
            anche i ricoveri causati da smog, polveri
            sottili, inquinanti cancerogeni vari, habitat
            distrutti...nessun costo per i poveracci, giusto?Molti di quei costi sono già inseriti nel costo finale (i costi di produzione nel prezzo ed i costi sociali e sanitari, nelle ricche ed ampie tassazioni derivanti che permettono la ricerca sul cancro e i vari ospedali) e d'altronde devi pure tener conto dei benefici di un'energia a basso costo che permette a tutti di avere i beni di prima necessità (almeno nelel zone meno povere del mondo), anche perchè il modno senza petrolio lo dipingono apocalitticamente i picchisti, salvo poi dipingere un nuovo Pardiso terrestre per il migliaio di illuminati sopravvissuti(cioè loro) e con un intero pianeta a loro disposizione possono usare anche le ecorobe
            Chi li paga questi costi secondo
            te?Io, tu, egli...
            Efficienza energetica di edifici e mezzi per
            ridurre la
            richieste.Ti ho mai parlato dei palazzoni?Ah, ma di solito agli eco-ballisti piacciono le case stile Topolinia ricoperte di costose soluzioni a risparmio energetico
            Generazione diffusa (case autosufficienti) per
            eliminare elettrodotti, oleodotti e
            petroliere.Bebne, vuoi renderti autosufficiente? Incomincia a staccarti dalla _mia_ bolletta (se hai il fotovoltaico e freghi i soldi con il conto energia)
            Cogenerazione con biomasse o idrogeno nei casi
            delle industrie che necessitano di quantitativi
            maggiori di
            energia.Bene, ci sono tanti borghi sperduti isolati da tutto ed abbandonati, tu e gli altri mettetevi lì e dimostrate che la cosa funziona ed è replicabile in scala sufficiente ed economicamente valida e poi ne riparliamo.Opps, peccato che nel mondo non esista nulla del genere, chissà perchè?
            Ricordo che l'idrogeno si produce per
            elettrolisi,La parte "elettro" ti dice nulla? Comunque si può produrre in diversi altri modi (pure la termolisi)
            si accumula e si trasporta(alla
            faccia di chi le descrivecome "discontinue", e
            pensa che esistano solo le batterie), ed è meno
            pericoloso delle bombole di metano (ad esempio
            con le bombole a matrice solida che lo rilasciano
            gradualmente e NON SONO NEMMENO IN
            PRESSIONE).Fatti due conti e poi ne riparliamo
            Informatevi prima di blaterare.Questo sarebbe il meno, vedi te che credi di essere informato e blateri queste robe strane.
        • Funz scrive:
          Re: tutto inutile
          - Scritto da: Surak 2.0
          - Scritto da: tutto utile
          Google mica si compra i pannelli e si utilizza
          l'energia, ma investe in speculazioni non
          sull'energia verde ma sui loro incentivi ed
          insieme si fa pure un po' di
          pubblicità.MA che dici? La smania di andare contro a tutti i costi ti fa parlare a sproposito.http://mashable.com/2011/12/20/google-solar-energy-2/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Mashable+%28Mashable%29
          Per loro è un affare, mentre la fregatura è per
          la società e per i poveracci su cui ricascano i
          costi di quelle tecnologie spinte da tesi
          fuffarei poveracci siete voi che non avete ancora capito che il mercato delle rinnovabili sta esplodendo, con o senza incentivi.[img]http://www.aspoitalia.it/blog/nte/wp-content/uploads/2011/09/Martines_PV_Wind1.png[/img]Nel caso tu non sia capace di leggere un grafico in scala logaritmica te lo spiego io:Eolico: crescita esponenziale con potenza installata che cresce di dieci volte ogni 10 anniFotovoltaico: crescita esponenziale con potenza installata che cresce di dieci volte ogni 5 anniQuesto guardando le installazioni degli ultimi 20 anni, e il trend non accenna minimamente a rallentare (le vedi quelle belle linee diritte?)Vuol dire che tra 10 anni avremo dieci volte la potenza eolica di adesso, e 100 volte la potenza fotovoltaica ovvero 1000 GW per ciascuna.http://www.aspoitalia.it/blog/nte/2011/09/19/super-crescita-di-fotovoltaico-e-eolico/E mi venite a parlare di nucleare, tecnologia obsoleta, rigida, costosissima, dai tempi lunghissimi di implementazione e pericolosa? Ma andiamo! Le centrali in progetto oggi tra qualche anno sarà antieconomico anche solo finirle, figuriamoci accenderle.
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: tutto inutile
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: Surak 2.0

            - Scritto da: tutto utile


            Google mica si compra i pannelli e si utilizza

            l'energia, ma investe in speculazioni non

            sull'energia verde ma sui loro incentivi ed

            insieme si fa pure un po' di

            pubblicità.

            MA che dici? La smania di andare contro a tutti i
            costi ti fa parlare a
            sproposito.
            http://mashable.com/2011/12/20/google-solar-energyE questo cosa smentirebbe di quanto dicevo?

            Per loro è un affare, mentre la fregatura è per

            la società e per i poveracci su cui ricascano i

            costi di quelle tecnologie spinte da tesi

            fuffare

            i poveracci siete voi che non avete ancora capito
            che il mercato delle rinnovabili sta esplodendo,
            con o senza
            incentivi.A parte devi distinguere tra rinnovabili e rinnovabili, alcune sono eocnomiche ma limitatamente a certe condizioni, ed il fotovoltaico è fuffa ovunque e da nessuna parte va in attivo senza soldi pubblici.
            [img]http://www.aspoitalia.it/blog/nte/wp-content/

            Nel caso tu non sia capace di leggere un grafico
            in scala logaritmica te lo spiego
            io:
            Eolico: crescita esponenziale con potenza
            installata che cresce di dieci volte ogni 10
            anni
            Fotovoltaico: crescita esponenziale con potenza
            installata che cresce di dieci volte ogni 5
            anniE dove sta scritto che non è per per sfruttare gli incentivi? Inoltre come sanno quasi tutti, quel che conta non è la potenza ma la produzione di energia.
            Questo guardando le installazioni degli ultimi 20
            anni, e il trend non accenna minimamente a
            rallentare (le vedi quelle belle linee
            diritte?)
            Vuol dire che tra 10 anni avremo dieci volte la
            potenza eolica di adesso, e 100 volte la potenza
            fotovoltaica ovvero 1000 GW per
            ciascuna.Wow..sarebbe davvero ganzo, se solo volesse dire qualcosa

            http://www.aspoitalia.it/blog/nte/2011/09/19/superAhia, il sito ASPO e il ritrovo dei fuffari-picchisti-aletrnativi di cui Ugo Bardi, mio vicino di casa relativo è un degno rappresentante (c'ha il casolare con il fv, ma mica si stacca dalla mia bolletta e inoltre va a lavoro con le fossili)
            E mi venite a parlare di nucleare, tecnologia
            obsoleta, rigida, costosissima, dai tempi
            lunghissimi di implementazione e pericolosa? Ma
            andiamo! Le centrali in progetto oggi tra qualche
            anno sarà antieconomico anche solo finirle,
            figuriamoci
            accenderle.Ok, a parte che i dati citati fanno ridere e basta poco a dimostrarlo.Se il fv è economcio, chiudiamo il conto energia invece di continuare a dare soldi ai signorotti ora che c'è da risparmiare, no?Seee, poi vedresti come saltano fuori i dati veri e non quelli taroccati da pseudo riviste di settore (e cialtroni a seguito)
          • Funz scrive:
            Re: tutto inutile
            - Scritto da: Surak 2.0
            - Scritto da: Funz

            - Scritto da: Surak 2.0


            - Scritto da: tutto utile




            Google mica si compra i pannelli e si
            utilizza


            l'energia, ma investe in speculazioni
            non


            sull'energia verde ma sui loro
            incentivi
            ed


            insieme si fa pure un po' di


            pubblicità.



            MA che dici? La smania di andare contro a
            tutti
            i

            costi ti fa parlare a

            sproposito.


            http://mashable.com/2011/12/20/google-solar-energy

            E questo cosa smentirebbe di quanto dicevo?"Google mica si compra i pannelli e si utilizzal'energia, ma investe in speculazioni"Questa frase senza senso :p


            Per loro è un affare, mentre la
            fregatura è
            per


            la società e per i poveracci su cui
            ricascano
            i


            costi di quelle tecnologie spinte da
            tesi


            fuffare



            i poveracci siete voi che non avete ancora
            capito

            che il mercato delle rinnovabili sta
            esplodendo,

            con o senza

            incentivi.

            A parte devi distinguere tra rinnovabili e
            rinnovabili, alcune sono eocnomiche ma
            limitatamente a certe condizioni, ed il
            fotovoltaico è fuffa ovunque e da nessuna parte
            va in attivo senza soldi pubblici.Palle, non sai di che parli.



            [img]http://www.aspoitalia.it/blog/nte/wp-content/



            Nel caso tu non sia capace di leggere un
            grafico

            in scala logaritmica te lo spiego

            io:

            Eolico: crescita esponenziale con potenza

            installata che cresce di dieci volte ogni 10

            anni

            Fotovoltaico: crescita esponenziale con
            potenza

            installata che cresce di dieci volte ogni 5

            anni

            E dove sta scritto che non è per per sfruttare
            gli incentivi? Inoltre come sanno quasi tutti,
            quel che conta non è la potenza ma la produzione
            di
            energia.Certo, il settore è in pieno boom, ma è solo per prendere gli incentivi...Quanto alla energia prodotta, le ore/anno equivalenti di produzione sono ben note.

            Questo guardando le installazioni degli
            ultimi
            20

            anni, e il trend non accenna minimamente a

            rallentare (le vedi quelle belle linee

            diritte?)

            Vuol dire che tra 10 anni avremo dieci volte
            la

            potenza eolica di adesso, e 100 volte la
            potenza

            fotovoltaica ovvero 1000 GW per

            ciascuna.

            Wow..sarebbe davvero ganzo, se solo volesse dire
            qualcosaSe tu non lo capisci, non vuol dire che non sia vero :p




            http://www.aspoitalia.it/blog/nte/2011/09/19/super

            Ahia, il sito ASPO e il ritrovo dei
            fuffari-picchisti-aletrnativi di cui Ugo Bardi,
            mio vicino di casa relativo è un degno
            rappresentante (c'ha il casolare con il fv, ma
            mica si stacca dalla mia bolletta e inoltre va a
            lavoro con le
            fossili)Certo, attacco ad personam che smentirebbe tutto il discorso... come no, ritenta, sarai più fortunato. La mia solidarietà a Bardi per averti come vicino rompino :p

            E mi venite a parlare di nucleare, tecnologia

            obsoleta, rigida, costosissima, dai tempi

            lunghissimi di implementazione e pericolosa?
            Ma

            andiamo! Le centrali in progetto oggi tra
            qualche

            anno sarà antieconomico anche solo finirle,

            figuriamoci

            accenderle.

            Ok, a parte che i dati citati fanno ridere e
            basta poco a
            dimostrarlo.
            Se il fv è economcio, chiudiamo il conto energia
            invece di continuare a dare soldi ai signorotti
            ora che c'è da risparmiare,
            no?
            Seee, poi vedresti come saltano fuori i dati veri
            e non quelli taroccati da pseudo riviste di
            settore (e cialtroni a
            seguito)Che ne sai che sono taroccati, mentre quelli dei tuoi amichetti nuclearisti sono veri?Mai sentito parlare di grid parity? Come pretendi di arrivarci se ammazzi il settore prima?E' ovvio che gli incentivi vadano modulati al ribasso, nel tempo. Vatti a vedere sul sito di Aspo gli ultimi articoli di Coiante sul FV, dove si fa un'accurata analisi economica delle varie tecnologie. Non tutto rose e fiori, ma nemmeno una stroncatura a priori come fai tu.
    • Funz scrive:
      Re: tutto inutile
      - Scritto da: Fetente
      Sta cosa dell'energia solare e/o eolica è tutta
      fuffa mediatico-politica. Infatti è stranoto che
      le fonti "discontinue" come appunto vento e sole
      possono fornire, AL MASSIMO, il 10% circa
      dell'energia elettrica complessiva di una rete.
      Questo perchè per bilanciare produzione e consumo
      è necessario fare affidamento su fonti
      controllabili e gestibili senza rischio di
      interruzioni (nuvole, giorno/notte, bonaccia -
      intesa come assenza di vento, non come ***).
      Perciò, per quale motivo si investe il 99% delle
      risorse in ricerca su fonti che non saranno MAI
      risolutive? Perchè invece non si investe nella
      ricerca sulla fusione nucleare? Semplice, la
      gente solo a sentire la parola nucleare si
      spaventa, mentre sole e vento sanno tanto di
      "natura" e quindi chi promuove solare ed eolico è
      subito simpatico e
      apprezzato.
      Ma non è così che eviteremo miseria, fame,
      inquinamento e carestie quando i combustibili
      fossili saranno
      esauriti.Hai scritto solo ed esclusivamente sciocchezze.Google e colleghi ne capiscono ben di più di te (e me) sull'argomento.
Chiudi i commenti